Elephant Gin presenta Orange Cocoa

di Redazione

L'11 giugno si è celebrato il World Gin Day: quale occasione migliore per esaltare le mille anime e combinazioni di un prodotto che ha conquistato milioni di consumatori e che accompagna da sempre gli aperitivi di tutto il mondo? È per questo che Elephant Gin ha presentato ufficialmente in Italia il suo Orange Cocoa, la nuova referenza che amplia la gamma del distillato ispirato all’Africa.

Pensato inizialmente come edizione speciale, il nuovo Orange Cocoa ha riscosso talmente successo tra gli appassionati da essere inserito nel range continuativo del brand. Una variante sorprendente che aggiunge alle note botaniche ed erbacee la freschezza delle arance biologiche spagnole e il gusto delle fave di cacao tostate per un profilo aromatico fresco e vellutato.

Le arance vengono distillate intere per assicurare maggiore intensità alle note agrumate che si fondono poi armoniosamente al gusto elegante del cacao, creando un gin dal sapore complesso e intrigante, perfetto da gustare liscio, in un G&T, in un Dry Martini o nello speciale Italian Sundowner, il cocktail creato ad hoc per questo lancio e che prende il nome da un tema caro a Elephant Gin: l’aperitivo al tramonto, detto appunto sundowner. Elephant Orange Cocoa è un gin che sa di avventura, che rievoca con le note d’arancia e cacao i colori del tramonto nella più selvaggia savana africana, una terra tutta da esplorare che Elephant Gin si impegna da sempre a proteggere devolvendo parte dei suoi ricavi alla tutela degli elefanti e al supporto delle comunità locali.

Tutto di una bottiglia di Elephant Gin esprime i valori ambientali e sociali del brand: dal bracciale con le tradizionali perline che cinge il collo della bottiglia e prodotto a mano dalle donne della tribù Maasai del Kenya, alle etichette che riportano, scritti a mano, i nomi degli elefanti che le fondazioni delle quali il brand è partner contribuiscono a proteggere.

LA RICETTA DI ITALIAN SUNDOWNER
50 ml Elephant Cocoa Gin

30 ml Vermouth Riserva Carlo Alberto RED
7.5 ml Bitter Roger












crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Orange Spritz Bar presenta il cocktail GREEEEN

di Redazione

Colorato e fresco, lo spritz è il cocktail simbolo degli aperitivi italiani, partito dal Triveneto per conquistare tutta la Penisola e diventare una vera e propria filosofia di vita! Fin dalla nascita, l’Orange Spritz Bar ha sposato il concetto di ecosostenibilità invitando la sua clientela a rispettare l’ambiente e a non abbandonare i bicchieri nelle strade. Infatti, coloro che riportano al bancone il bicchiere che hanno usato per l’asporto, ricevono uno sconto sulla consumazione seguente.

Dal 20 maggio nasce un nuovo spritz, il “GREEEEN”, che si contraddistingue per il suo colore smeraldo acceso e per i sapori eccellenti e vede nella sua ricetta il liquore veneziano P31 miscelato al prosecco, con un top di soda e con un rametto di rosmarino come guarnizione.

L’Orange Spritz Bar devolverà parte del ricavato dei cocktail “GREEEEN” per comprare degli alberi su TREEDOM, il primo sito che permette di acquistare o regalare alberi a distanza, i quali vengono poi piantati in località come Africa, America Latina, Asia e Italia contribuendo ad assorbire CO2 e dando una mano concreta a popolazioni che vivono difficoltà economiche.

«Un locale che si sviluppa in profondità, dominato da una vetrata circondata da led arancioni che fa da contraltare a un bancone stile anni ’80. Un soffitto cosparso di piccole lampade rossastre che ricordano la forma del bicchiere che si usa per lo spritz. Vino, liquori e topping di prima qualità. Tanta voglia di creare, ma sempre nel rispetto della tradizione, questa è la mia visione dell’Orange Spritz Bar» - racconta il Fondatore e CEO Filippo Bosio.

Ogni spritz viene impreziosito da una particolare guarnizione e da diversi gusti di soda: c’è il Laguna Blu con il curaçao, il Pinky con il liquore al passion fruit, il Milano con il cynar, il China Mon Amour con il china martini e tanti altri da scoprire. L’ampia selezione permette anche di assembrare sempre nuovi spritz su richiesta dei clienti! Oltre agli spritz, sono disponibili anche i cocktail tradizionali. La cucina interna prepara piadine, toast e pizze cucinate su pietra refrattaria nel forno. Proprio come in una caffetteria newyorchese, nella nuova spritzeria di Milano è possibile ordinare lo spritz in diversi formati, partendo da 3.50 euro.

«Mio padre è veneto di origini austriache ed è sempre stato appassionato di liquori. Mi piaceva l’idea di recuperare le sue passioni mescolando così tradizione e innovazione. Il periodo di lockdown mi ha fatto riflettere molto sulla qualità della vita, spingendomi a trasformare una mia passione in un vero e proprio lavoro - dichiara Filippo Bosio - Grazie alla collaborazione con Marina, che lavora nel mondo della moda, e alla voglia di creare qualcosa di nuovo e divertente, ci siamo ispirati al glamour dei discoclub anni ’80, esclusivo e nello stesso momento inclusivo. Mi piacerebbe che questo format si diffondesse magari anche nella formula franchising, sarebbe bello portare questa idea in altri luoghi simbolo della movida milanese, in altre città italiane e perché no, in tutto il mondo!».

La “cler” dell’Orange Spritz Bar presenta un graffito originale ad opera dei writers Alberto Tornago e Federico Pastore.


 










crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Eurovision 2022: seguiamo Achille Lauro con Belvedere Vodka

di Redazione

Dopo il grande successo raggiunto sulla scalinata del più celebre palcoscenico della musica italiana, in occasione della 72° edizione del Festival di Sanremo, Belvedere Vodka sceglie ancora il volto del noto performer Achille Lauro per raccontare una collaborazione artistica che diventa sintesi di spettacolo, autenticità, stile e divertimento in occasione dell’Eurovision Song Contest 2022.

A fare da cornice in questa nuova tappa della collaborazione tra la vodka polacca di lusso e il re della sovversione è la città di Torino, che ospiterà dal 10 al 14 Maggio il festival della musica internazionale e che vedrà la partecipazione e l’esibizione di Achille Lauro in rappresentanza dello stato di San Marino giovedì 12 Maggio con il suo brano "Stripper".

"Con Belvedere Vodka si è creata sin da subito una bellissima sinergia" - racconta Achille Lauro. "Mi piace la loro visione e le attività che accompagnano la promozione dei loro prodotti. Alta qualità unita a eleganza e gusto. Qualità che apprezzo sempre molto. Abbiamo cominciato un bellissimo percorso insieme durante il Festival di Sanremo durante il quale abbiamo portato insieme in scena la gioia di vivere e festeggiare dopo tanti mesi di chiusura. Ora è il momento di cominciare un'intensa attività eurovisiva, sempre con lo stesso grande presupposto: fare un grande spettacolo".

Musica e vodka ancora una volta diventano i leitmotif di questa partnership tra Belvedere Vodka, icona di stile e perfetta fusione di carattere e purezza, e Achille Lauro a cui il brand di spirits ha scelto di dedicare un cocktail. Lasciandosi ispirare e travolgere da uno dei brani rivelazione dell’artista prodotto nel 2020, nasce il Bam Bam Twist Cocktail, un drink a base di limone, amarena e kefir, un dessert da sorseggiare, fresco e piacevole. “Malandrino”come reciterebbe Achille Lauro, e perché no anche molto “adrenalinico”, questo drink riecheggia quel ritmo rullante e quel sound da immaginario cinematografico patinato che ti porta in pista con il Twist, un ballo a due in un’evoluzione sexy e sensuale dello Swing. E in queste note anni ’60 si assapora il carattere puro e autentico della Belvedere Vodka esaltata dalle note agrumate del limone e da quelle dolci dell’amarena, bilanciate dall’acidità del kefir e dalla freschezza dell’acqua di cedro.


Da qui si sprigiona il sapore di una cheesecake da degustare a piccoli sorsi o da bere tutto d’un fiato! Il Bam Bam Twist è stato ideato da Giuseppe Pilosi, Head Bartender di Canapé Milano ed è possibile degustarlo a Milano presso Canapé fino al 1 Giugno. Un accostamento di sapori freschi e autentici che solleticano il palato come quello del limone e dell’acqua di cedro con un guizzo di piacevole dolcezza.

E per coloro che volessero replicare il Bam Bam Twist a casa seguendo l’Eurovison Contest, ecco la ricetta:

MODALITA' DI PREPARAZIONE
45 ml Belvedere Vodka
20 ml sciroppo all’amarena
22,5 ml kefir 15 ml succo di limone fresco e filtrato
15 ml sciroppo di zucchero

Top: cedrata

Tecnica: shake & strain
Bicchiere: tumbler alto

Garnish: scorza di limone

TECNICA DI PREPARAZIONE
Versare in uno shaker tutti gli ingredienti.
Colmare lo shaker con ghiaccio e shakerare vigorosamente per 15 secondi.
Servire on the rocks.

Guarnire con scorza di limone.



 

 

 

 

 





crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Valdo Paradise Rosé Brut in tavola per Pasqua

di Redazione

In occasione di Pasqua, Valdo Spumanti, il miglior produttore di spumanti d’Italia secondo la giuria del Berliner Wine Trophy edizione ’20 e ‘21, propone il suo speciale Rosé Paradise, perfetto da portare in tavola per brindare con famiglia e amici.

Si tratta di uno spumante in edizione limitata che si caratterizza per la sua etichetta a tutta bottiglia dove sono rappresentate una fauna e una flora rigogliose in un tripudio di colori accesi e vivaci.


Questa preziosa Cuvèe, che porterà sulle tavole grande gioia e sorpresa, è realizzata con uve bianche selezionate della regione Veneto e uve siciliane di Nerello Mascalese, vinificate in rosso, che donano allo spumante un colore unico nel suo genere. È ideale come aperitivo, ottimo con menù a base di pesce, crostacei o delicati piatti di carne. Sicuramente sorprenderà tutti, dapprima per la sua grafica così colorata e distintiva e poi per il suo contenuto.












crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

3 cocktail per San Valentino 2022

di Laura Frigerio

Cosa c’è di meglio di festeggiare San Valentino con la propria dolce metà di fronte a un bel cocktail? È per questo che abbiamo pensato di segnalarvene 3, assolutamente da provare.

A BUNCH OF ROSES
Novità targata Belvedere Vodka, pensata per celebrare l’amore.
Il drink si ispira a due grandi classici, il Breakfast Martini e il French 75, ed è stato ideato dall’esperta Mixologist Elena Airaghi.

Ricetta
45 ml Belvedere Vodka Pure
22,5 ml succo di limone fresco e filtrato
1 bar spoon marmellata alla rosa
15 ml liquore alla rosa Top Veuve Clicquot Rosé

Bicchiere: calice
Tecnica: shake and double strain
Garnish: boccioli di rosa

Versare il succo di limone e la marmellata nello shaker e mescolare per amalgamare i 2 ingredienti. Aggiungere il liquore alla rosa, Belvedere Vodka e il ghiaccio, quindi shakerare. Double strain (con l’aiuto di uno strainer e di un colino) in un calice pieno di ghiaccio. Colmare con Veuve Clicquot Rosé. Guarnire con i boccioli di rosa.


TOBI’
Un cocktail red passion limited edition che potete sorseggiare presso Azotea, restaurant-cocktail bar nikkei di Torino. La ricetta porta la firma dell’anima liquida dell’insegna recentemente approdata a Torino, Matteo Fornaro, che divide insieme alla compagna Noemi Dell’Agnello, protagonista in sala, le redini del locale.

Ricetta

60 ml succo di mela Red Moon acidificato (con acido ascorbico e acido citrico)
90 ml succo di litchi
60 ml gin Tanqueray
20 ml Montenegro
1 bar spoon liquore alla violetta Bitter Truth 
1 table spoon marmellata di arance amare (autoprodotta)

Dissolvere la marmellata di arance amare nel gin. Filtrare. Shakerare tutti gli ingredienti con del ghiaccio. Filtrare. Servire il drink nel bicchiere.

MADRE MARTINI
Drink molto speciale e particolare, che ha la particolarità di esaltare l’olio extra vergine d’oliva, creato da una delle miglior bartender d’Italia ovvero Sabina Yausheva, bar manager del Dry Milano.

Ricetta
40 ml gin
10 ml acqua di pomodoro
10 ml liquore St.Germain
5 ml salamoia di olive nere
3 gocce di olio EVO Vibianini

Bicchiere: coppa Martini
Garnish: fiori di gypsophila

Il drink si prepara con la tecnica dello stir and strain. Versare in un mixing glass tutti gli ingredienti con tanto ghiaccio e miscelare con un barspoon. Una volta raggiunta la giusta diluizione, versare il tutto in una coppa Martini ghiacciata, depositare sopra 3 gocce di olio EVO Vibianini e decorare con fiori di gypsophila.








crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

La collaborazione tra Belvedere Vodka Italia e Achille Lauro per Sanremo 2022

di Redazione

In occasione della 72esima edizione del Festival di Sanremo, Belvedere Vodka Italia ha scelto il volto del noto performer Achille Lauro per celebrare l’arte e la musica con lo stile glamour che da sempre contraddistingue la vodka di lusso numero uno al mondo. Belvedere Vodka rappresenta un’icona di stile e di inconfondibile autenticità; la vodka 100% made with nature, simbolo di ricercatezza, eleganza e innovazione firma l’atto di nascita di una collaborazione con l’artista italiano più iconico e discusso degli ultimi anni, un innovatore allo stato puro nel panorama musicale italiano.

La serata del 5 febbraio ha visto il palco dell’Ariston come la cornice di una scena di altri tempi, rivisitata tra incanto e sovversione, per la performance strabiliante di Achille Lauro. L’artista in gara, che si è esibito con il brano Domenica, ha disceso infatti le iconiche scale del palco stringendo tra le mani una coppa di Belvedere Martini e rievocando la celebre scena de "Il Grande Gatsby".


Un momento artistico indimenticabile che ha reso protagonista uno dei cocktail più celebrati al mondo: il vodka Martini firmato Belvedere. Un drink molto amato da grandi scrittori come Hemingway e Fitzgerald, ma divenuto celebre in tutto il mondo con il vodka Martini di James Bond “shaken, not stirred”, di cui ricordiamo Belvedere Vodka era protagonista nell’edizione Spectre del 2015. Lei, Belvedere Vodka, di origine polacca, è la regina incontrastata della notte, dei party, del glamour; il perfetto equilibrio tra carattere e purezza.

Lui, Achille Lauro, il re della sovversione, originale e appassionato sperimentatore di realtà nuove e inedite dalle mille sfaccettature; l’artista-innovatore è oggi il primo in Europa a tenere un evento-concerto nel mondo del metaverso con il suo nuovo album Lauro – Achille Idol Superstar. Un connubio perfetto, quello tra Belvedere Vodka Italia e il performer italiano, che sintetizza il carattere forte, deciso e profondo del distillato e lo stile unico e inconfondibile dell’artista, che si stacca dalle logiche di mercato spingendosi verso un mood sempre fuori dagli schemi.
Alla base dei valori, per entrambi, ci sono l’amore per la tradizione e il fascino per l’innovazione.

Il Festival di Sanremo è stato il primo momento ufficiale della collaborazione tra Belvedere Vodka e Achille Lauro che proseguirà nel 2022 con altri appuntamenti durante i quali le due anime si intrecceranno e si tradurranno in momenti di assoluta bellezza fatta di glamour e di stile, come i loro interpreti.

 









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Le bollicine Cuvage per le feste

di Redazione

È arrivato Capodanno e l’azienda Cuvage, cantina di Acqui Terme del gruppo Mondodelvino, propone quattro spumanti da abbinare alle occasioni conviviali delle feste.

Stile ed eleganza che nascono dalle uve provenineti da vigneti collocati tra le colline a più alta vocazione vitivinicola del Piemonte qui declinati in quattro vini che reinterpretano in chiave moderna la nobile e antica tradizione spumantistica piemontese.

NEBBIOLO D’ALBA DOC MILLESIMATO ROSE’ BRUT METODO CLASSICO
È il vino giusto da versare nei calici per la cena della Vigilia di Natale. Spumante rosè da uve 100% Nebbiolo, sosta almeno 24 mesi sui lieviti prima della sboccatura. Rosa cipria dal perlage fine, si apre al naso con sentori lievi di rosa e noce moscata e in bocca esprime equilibrio e persistenza. È un vino di personalità che ben si abbina al menu di pesce tipico del 24 dicembre: insalata di mare e ostriche, paccheri con vongole e seppie, scampi con crema di avocado.

ALTA LANGA DOCG MILLESIMATO BRUT METODO CLASSICO
È la bottiglia perfetta da stappare per il pranzo di Natale. Blend di uve 80% Pinot Nero e 20% Chardonnay, sosta almeno 36 mesi sui lieviti prima della sboccatura e ulteriori sei mesi in bottiglia prima della distribuzione. Giallo paglierino con riflessi dorati e perlage a grana finissima di grande persistenza, al naso sorprende per un corredo olfattivo in continua evoluzione: prima crosta di pane e mineralità poi frutta gialla, glicine, nocciola e sfumature di ribes.
Vino di grande acidità, sapidità e struttura, è la classica bollicina da “tutto pasto” con un ampio spettro di abinamenti che passa dalle mazzancolle saltate su vellutata di ceci, ai tagliolini al tartufo bianco, dalla tartare di fassona con salsa al lime e rosmarino fino ai formaggi stagionati.

ASTI DOCG MILLESIMATO DOLCE
È lo spumante adatto per il pranzo di Santo Stefano e non solo per il panettone. Metodo Martinotti, 100% Moscato bianco, resta a maturare sui lieviti in acciaio minimo 9 mesi e in bottiglia almeno sei mesi. Giallo paglierino con riflessi dorati, perlage fine e denso, al naso rimanda note di brioche appena sfornate e prosegue con sentori di mela gialla, fiori bianchi, acacia, nocciola e pepe bianco.
Al palato è avvolgente e ricco con finale piacevolmente evoluto. È l’etichetta da sperimentare, senza pregiudizi, oltre al classico abbinamento con i classici dolci natalizi e la pasticceria secca. Compagno perfetto dei formaggi erborinati, divertente da bere sui bocconcini di salmone al curry, su tortillas con maiale, paprika e cumino o, addirittura, su una pasta cacio e pepe molto speziata.

PIEMONTE DOC BLANC DE BLANCS BRUT METODO CLASSICO
È la bottiglia giusta per lo scoccare della mezzanotte del 31 dicembre e festeggiare l’arrivo del nuovo anno. 100% Chardonnay, matura sui lieviti per almeno 30 mesi prima della sboccatura. Paglierino dal perlage fine e persistente, al naso richiama frutta gialla, pepe bianco e crosta di pane. Lieve, fresco e delicato, da gustare in abbinamento a una tempura di gamberi e verdure, a un carpaccio di pesce spada con insalata di mele o a un cosciotto di tacchino con castagne e uva. Ma anche, con le immancabili lenticchie e cotechino delle prime ore del nuovo anno.













crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

A Pasqua Winelivery supporta ENPA, l’Ente Nazionale Protezione Animali

di Redazione

Winelivery, il servizio che consegna vino, birra e drink in meno di 30 minuti alla temperatura ideale, in occasione della Pasqua devolve da sempre parte dei suoi ricavi ad una ONLUS e quest’anno sceglie l’ENPA. L’Ente Nazionale per la Protezione degli Animali quest’anno festeggia i 150 anni dalla fondazione, per questo ma soprattutto per dire un sentitissimo grazie ai nostri amici a 4 zampe Winelivery ha deciso di devolvere loro parte dei ricavi delle vendite di Pasqua.

“In questo periodo di distanziamento sociale abbiamo imparato tutti il valore dei nostri amici a 4 zampe, sia come compagni di vita, qualche volta come ottime scuse per uscire di casa, ma soprattutto come grande fonte di affetto” - afferma Andrea Antinori, Founder di Winelivery - “Per questo ci teniamo a supportare questa realtà!”

Winelivery, che è attiva su oltre 60 città italiane con l’obiettivo di portare a tutti un piccolo sorso di gioia, oggi non solo supporta chi vuole brindare ma anche i nostri amici a 4 zampe! Aiutare gli animali, partecipando a questo bel progetto, è davvero semplice: fino al 5 aprile basta scaricare l’app di Winelivery, accedere alla selezione “Pasqua Solidale” e scegliere i prodotti con il bollino ENPA.

Nella selezione ci saranno colombe, uova di Pasqua, coniglietti di cioccolato e qualche bollicina: ogni prodotto potrà essere acquistato per sé o anche regalato, perchè non c’è nulla che unisce di più di un regalo buono che faccia anche del bene! Fu nel 1971 che un visionario fondò la “Società Protettrice degli Animali contro i mali trattamenti che subiscono dai guardiani e dai conducenti” (oggi ENPA): Giuseppe Garibaldi! E oggi Winelivery vuole dare ai suoi clienti l’opportunità di dare un bel contributo a questa realtà perchè possa sostenere i nostri amici animali per altri 150 anni e oltre.






crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

La bartender Chiara Mascellaro crea il Miglior Margarita dell'anno

di Redazione

“Rosalia” di Chiara Mascellaro è il Patrón Perfectionists “Margarita of the year”: il cocktail della bartender siciliana è stato votato dal pubblico sul sito di mixology Difford's Guide come il miglior Margarita dell’anno su 45 creazioni da tutto il mondo.

Rosalia si trova già fra la collezione di ricette cocktail che la prestigiosa guida mixology online mette a disposizione per milioni di consumatori di tutto il mondo.

Chiara ha così commentato questo prestigioso traguardo: “Sono assolutamente felice di vedere che il mio Rosalia è stato eletto come Margarita dell’anno alla Patrón Perfectionist Margarita of the Year, soprattutto perché questo cocktail rappresenta una causa per me molto importante. Questa sfida è stata un'opportunità per mettere alla prova la mia creatività in un momento in cui la nostra comunità di bartending ha bisogno di più ispirazione e stimolo che mai. Mi è piaciuto essere in contatto con i miei colleghi in tutto il mondo e sentirmi parte di questa comunità solidale che condivide la stessa passione e dedizione per il mondo della mixology. Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile questo risultato".

“Rosalia” dimostra, inoltre, come il talento mescolato con passione e ingredienti semplici possano dare vita a un cocktail degno di uno status globale come il Patrón Perfectionists Margarita of the Year: “Rosalia è delicatezza: la rosa è in perfetta armonia con le note amare del bitter e l'acidità del limone; Tequila Patrón Silver da struttura e regala morbidezza ed equilibrio al drink. La Garnish è un garofano bianco poggiato sul drink, e sul bordo, come un classico Margarita, c'è una crusta di sale Rosa dell'Hymalaya” - spiega Chiara “Rosalia” è anche e soprattutto un omaggio alla donna, una dedica alla propria città, Palermo, e racconta la sua storia, la sua lotta contro il virus dell’HPV, celebra la sua vittoria e la speranza e sottolinea l’importanza della prevenzione: "Rosalia è il nome del mio cocktail ed è la versione femminile del Margarita. Ho deciso di omaggiare la donna e per questo ho scelto un fiore, non a caso la rosa. La rosa è il fiore simbolo di Santa Rosalia Patrona della mia amata città, Palermo. Questa ricetta racconta la mia storia. Quando fui chiamata per partecipare alla competition era gennaio, mese della prevenzione del tumore al collo dell'utero. Io partii proprio da lì, senza pensarci due volte, sapevo già cosa volevo fare e raccontare. Nasce così Rosalia. Circa 10 anni fa ho contratto il virus dell' HPV, un virus che se trascurato porta a problemi molto gravi, come il tumore. Quando me ne accorsi la situazione era già abbastanza grave, al limite, ma ancora in tempo per risolvere. Dopo due anni di interventi e cure ho definitivamente debellato questo grandissimo peso che mi portavo dentro e di cui non avevo il coraggio di parlare. Oggi voglio parlarne, voglio lanciare un messaggio. Rosalia è il drink che celebra la mia vittoria e la mia storia, nella speranza che possa essere d' aiuto e possa aprire gli occhi a ragazze e donne come me. La prevenzione salva la vita”.

CHI È CHIARA MASCELLARO
Chiara Mascellaro è una bartender, brand ambassador di UpGrade (www.upgrademixer.com). Nel 2019 si aggiudica la finale italiana della Patrón Perfectionists Cocktail Competition 2020 che le permette di volare in Messico per la finale mondiale.




crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Valdo Prosecco Bio è il miglior spumante biologico

di Redazione

La 12ª edizione del prestigioso Gran Premio Internazionale del Vino Biologico Mundus Vini Biofach ha attribuito la medaglia d’oro e il premio Best Organic Sparkling Wine 2021 a Valdo Prosecco Bio DOC.

Una grandissima soddisfazione per tutta la Valdo che segue ai molteplici riconoscimenti ricevuti lo scorso anno per la stessa etichetta.

Valdo Prosecco Bio, presentato per la prima volta al Vinitaly 2017, è il primo prodotto biologico della storica azienda di Valdobbiadene che vanta una particolare attenzione all’ambiente e una leadership assoluta nella produzione del prosecco DOCG.

L’innovativo Prosecco DOC Biologico Brut è ottenuto da uve Glera a coltivazione biologica certificata, provenienti da vigneti caratterizzati dalla presenza di terreno argilloso, che aiuta a conferire al vino maggiore complessità organolettica.

“Una vera e propria dichiarazione d’amore alla terra” - afferma l’enologo di Valdo Gianfranco Zanon - “questo spumante nasce per soddisfare i tanti consumatori che, in Italia e nel mondo, richiedono sempre più vini da produzioni attente alla sostenibilità e alla salvaguardia dell’ambiente”.


Questo Prosecco DOC biologico di Valdo viene spumantizzato con metodo Charmat di 3 mesi, a cui segue un periodo di riposo e affinamento in bottiglia che contribuisce a portare nel bicchiere bollicine particolarmente fini ed eleganti.




crediti foto: ufficio stampa

leggi di più