Milano Moda Donna: la collezione Fall-Winter 2019/2020 di Maryling

di Laura Frigerio

È in corso Milano Moda Donna e i vari brand stanno presentando le loro collezioni Fall-Winter 2019/2010.

A fare centro, ancora una volta, è MARYLING che ci ha trascinato in un viaggio nel cuore della città, attraversando strade, lasciandosi sorprendere dalla street art, con la testa dominata dallo skyline in una dimensione sospesa, in bilico tra passato e futuro, tra vecchio e nuovo, che diventa un vero e proprio patchwork di sensazioni e di emozioni urbane capaci di tracciare il solco dell’ispirazione.


Quella presentata è una collezione urbana che diventa manifesto di una visione artistica intensa, fatta di colori unici e vivaci, all’insegna di un mood underground palpitante, che dai murales arriva fino ai capolavori conservati nei musei e che nelle cromie ha il suo centro ideale e ne diventa espressione couture.

Metropolis Winter Rainbow: tratti e colori dello stile sono traslati dalla rilettura del futuro distopico e a tratti caotico di “Metropolis”, celebre film di Fritz Lang e dall’ intensità e dall’espressionismo della corrente artistica berlinese.

Ne nasce una collezione d’avanguardia in cui la verve espressionista non è solo un affair di tavolozza ma coinvolge le forme e le silhouette dove la purezza dei tagli e delle linee è messa in risalto da tessuti speciali, che contengono l’anima di un espressionismo vibrante e ricco di tinte. Perché sono proprio i colori, i loro intarsi, gli intrecci ricchi di sensazioni visive che diventano tattili grazie alla loro forza intrinseca.


La moda diventa arte e sfila su capolavori del guardaroba femminile di cui le texture sono una signature identificativa e si fanno portavoce di una contemporaneità tout court di stile che ha radici nel passato e nel futuro, rivelando la vera essenza di un’arte nella sua continua evoluzione. Perché se la vera eleganza è la manifestazione di una mente indipendente, lo stile libero che ne deriva ne diventa il veicolo privilegiato.

leggi di più

Wiko: alla scoperta dei colori e delle tendenze della prossima stagione

di Redazione

Lo sapete che Wiko, il brand di telefonia portavoce della “democratizzazione” della tecnologia mobile, è stato tra i primi a colorare gli smartphone, rivoluzionando il mercato mobile con l’introduzione di gamme colore complete e sorprendenti, “vestendo” quelli che oggi sono per tutti dei “must-have” della vita quotidiana di tonalità vibranti, inusuali e trendy?

Forte di questa passione per il colore e proiettandoci già nella tanto desiderata primavera, Wiko ha redatto una mini guida in 5 punti su colori e tendenze della prossima stagione con il prezioso supporto di Rossella Migliaccio, image consultant e fondatrice dell’Italian Image Institute, il primo istituto in Italia esclusivamente dedicato alla consulenza di immagine. Spaziando dalla moda agli abbinamenti e dal beauty all’home décor.

Vediamo insieme come.


1) Lunga vita alle tonalità del giallo e dell’arancio Le giornate a breve si allungheranno e si riscalderanno. Nella scelta dei colori di outfit e accessori, Rossella Migliaccio punta quindi sulle tonalità del giallo e dell’arancio. Si parte dalle cromie più chiare, come il giallo ocra, il colore della curcuma che, esattamente come la spezia, richiama una tonalità calda, profonda e avvolgente, in grado di valorizzare gli incarnati più dorati. Il ventaglio delle tonalità arriva fino al color mango che si sposa bene con il viola per il contrasto, ma stupisce anche accostato all’oro. Come già anticipato da Pantone, non può mancare un tocco di corallo, che si abbina perfettamente ad ogni tipo di tonalità e viene portato al massimo dell’espressività, soprattutto in piena estate, se accostato ad accessori turchese. Vige un’unica regola: evitare gli abbinamenti di queste tonalità calde con il nero.

 

2) Lasciatevi ispirare dai colori della natura Uno dei mantra di Rossella Migliaccio è proprio questo. La natura, si sa, fa solo cose belle. Non è detto che durante i mesi primaverili o più caldi debbano essere indossate e abbinate solo tonalità brillanti e vivaci. Anzi. La regola del contrasto resta fondamentale per un effetto sorprendente. Il toffee, un caldo color caramella, è perfetto sia per le castane chiare, sia per le bionde scure ed è anche il passe-partout perfetto per accessori e calzature, da mattina a sera. Altro protagonista è il verde oliva. Sofisticato e complesso, è un colore che può sembrare autunnale, ma che dona molto alle donne dalla pelle chiara e dai capelli rossi, soprattutto se abbinato all’avorio: la scelta ideale per un look sahariano!


3) Nessun limite alle fantasie! Con la primavera, gli outfit tornano a riempirsi di fantasie. Non solo fiori, ma mosaici, pois, righe, composizioni astratte o pennellate fantasiose. Il dubbio è sempre lo stesso: come abbinare i colori a queste stampe? Semplicissimo: basta scegliere uno (o più) colori all’interno della fantasia stessa. La scelta non è difficile: il colore che si percepisce come meno presente, ovvero quello che risulta “in minoranza” all’interno del disegno principale, è quello giusto ed è quello che deve spiccare negli altri capi e accessori. I consigli di Rossella Migliaccio non si riferiscono solo alla moda e agli abbinamenti; per Wiko gli spunti spaziano verso altri mondi, arrivando al beauty e all’home decor.

4) Non osare, meglio valorizzare l’incarnato e l’iride Secondo l’esperta, è rigorosamente out abbinare ogni cosa in modo maniacale, anche quando si tratta di matchare trucco e outfit. A patto di non essere delle esperte make-up artist, la scelta risulterebbe azzardata. Per tutte le stagioni, e anche per la P/E 2019, meglio scegliere semplicemente un make-up che valorizzi l’incarnato e il colore dell’iride di ciascuno, evitando con attenzione “l’effetto anni ’80”.

5) No al matchy-matchy, neppure a casa Nel mondo dell’home décor, è più difficile cambiare e seguire le nuove tendenze di stagione in stagione. Eppure anche a casa è possibile adottare alcuni accorgimenti, soprattutto scegliendo nuovi tessuti e complementi di arredo, per portare aria nuova e dare spazio ai colori più trendy della stagione. Le regole fondamentali di Rossella Migliaccio nell’home décor sono essenzialmente due: evitare l’effetto “matchy-matchy” che vuole tutto maniacalmente abbinato; meglio puntare su un solo colore dominante, quello più neutro e di base dell’ambiente domestico, esaltandolo con un colore “minore” e complementare, come il giallo o il turchese. Si deve poi optare per gli incroci, così non sarà necessario cambiare mobili e arredi con il passare delle mode. Il cuscino non si abbina più al divano, ma alla parete; la poltroncina non “dialoga” con il sofà, ma con i cuscini, i complementi d’arredo più semplici da cambiare e rinnovare.


Dopo la moda, il trucco e la casa, il passo successivo è quello di abbinare l’accessorio hi-tech più importante, lo smartphone, all’outfit o anche solo alle tendenze moda della stagione. Un aiuto arriva dalla varietà di colori che un brand come Wiko mette a disposizione nella View2 Collection extended: un ventaglio di possibilità cromatiche inaspettate e splendenti, che vanno dai riflessi della versione Gold all’effetto “glossy” del Cherry Red; dall’eccentrico Deep Bleen (una fusione di Blue e Green) all’avveniristico Supernova, che contiene al suo interno anche sfumature lavanda.

Non possono poi mancare gli “evergreen” in una versione contemporanea, come il Grigio cromato o il Grigio antracite, per chi vuole comunque optare per uno stile minimal e sobrio anche negli accessori hi-tech.

leggi di più

Alla scoperta di Fiorella Ciaboco e della sua moda

di Laura Frigerio

Nel cuore di Milano (in Via de Cristoforis, 5) si trova lo showroom di Fiorella Ciaboco.

Sviluppato su due piani, è accogliente al punto giusto tanto da sentirsi come a casa propria e non volere più andare via.

Questo è quello che succede quando ti fermi a chiacchierare con Fiorella, una donna piena di grinta e passione per il proprio lavoro, che ha iniziato quando era giovanissima nella sua città di origine, Sassoferrato, un paese che si affaccia nella provincia di Ancona e conta poco più di 1.000 abitanti.

 

Fiorella Ciaboco, ama definirsi “sarta” con una gran passione per la moda e per il made in italy nel senso più puro, anche quello del buon cibo e del buon vino ma, prodotti rigorosamente in Italia. Realizzare abiti su misura capaci di esprimere la personalità di ogni donna.


Questo è quello che ama fare da tanti anni, fin da quando giovanissima, si diploma in modellistica a Perugia e a 21 anni apre il suo primo piccolo laboratorio a Jesi, dove a differenza di Sassoferrato, l’aria che si respirava era quella di una cittadina con ampie risorse e prospettive, una città più “industrializzata” tant’è che sin dalla fine dell’ottocento viene definita la “Milano delle Marche”. Qui Fiorella acquisisce ancora più competenze e si impadronisce per sempre di quella che ancora oggi è la sua arte.


Ogni capo che viene prodotto nella sartoria di Fiorella, ha una sua storia, fatta di scelte accuratissime del tessuto, della confezione, del progetto completo, con una ricerca della perfezione quasi maniacale. I tessuti, i ricami, gli accessori che vengo utilizzati per la confezione di ogni abito, realizzato su misura, vengono messi a disposizione di ogni cliente che li sceglie in sinergia con Fiorella, così da creare un prodotto unico e ineguagliabile.

Quello che distingue Fiorella è proprio il non omologarsi ai dettami che impone la moda, in un determinato periodo. Un’eleganza senza tempo, dettata da forme anche classiche, ma rivisitate nel tempo e rimodellate con nuovi tessuti, anche tecnologici. Fiorella Ciaboco inoltre, si distingue per l’amore e il rispetto per l’ambiente e per l’ecologia. Tante sono le donne che hanno nel proprio armadio una pelliccia che non usano più perché ormai fuori moda. Grazie alla maestria e le competenze della “sarta” Fiorella, è possibile rimettere a modello la propria pelliccia per ritrovare quindi un capo nuovo e con un pelo lucente che altrimenti avrebbe finito il suo corso dentro ad un armadio.

A proposito di Sartoria Fiorella Ciaboco
Fiorella si specializza giovanissima in modellistica e apre il suo primo laboratorio sartoriale sfidando la diffidenza e i pregiudizi di un piccolo paese di provincia. Appassionata, esigente e determinata sviluppa e ingrandisce la sua attività avvalendosi di maestranze specializzate. Oggi i suoi capi su misura, oltre che sul territorio locale, sono conosciuti e apprezzati da clienti di molte altre città come Roma, Milano, Melbourne, Montecarlo, Londra, Perth in Australia. La sartoria Fiorella di Jesi, attiva dal 1986 nel mondo della moda femminile, si distingue per l’elevata qualità del prodotto su misura e per uno stile imprenditoriale creativo e innovativo.
Nel 2002 la sartoria avvia un ponte con il mercato milanese che nel 2010, per soddisfare la domanda crescente di un pubblico alla ricerca dell’abito fatto a mano, si concretizza con l’apertura di una sede in Corso Como, 9. Questo nuovo atelier si trasferisce poi in una sede più grande in Via Carlo de Cristoforis 5, a due passi da Piazza Gae Aulenti. La presenza su Milano rafforza le numerose collaborazioni che Fiorella attiva per realizzare progetti speciali in cui il proprio prodotto artigianale incontra e si confronta con il meglio della cultura della sua regione: la buona tavola, i vini eccellenti, il panorama, il teatro, l’arte, la musica.
L’Atelier diviene anche meta per delegazioni estere che, attraverso giornate workshop, possono vivere un’esperienza a contatto con le maestranze e le tipiche lavorazioni sartoriali. Anche l’organizzazione delle sue sfilate non tradisce il suo bisogno di raccontare la bellezza di un mestiere unico, quello di creare uno stile su misura. 

leggi di più

Karl Lagerfeld - A Lonely King su Sky Arte

di Laura Frigerio

Oggi ci ha lasciato, a 85 anni, il re indiscusso della moda: Karl Lagerfeld. Per ricordarlo e rendergli omaggio Sky Arte (canale 120 e 400 di Sky) manderà in onda domani, 20 febbraio, alle ore 22.00 “Karl Lagerfeld - A Lonely King", un documentario sulla sua vita e carriera.

Il film è firmato dal consolidato duo francese Thierry Demaizière e Alban Teurlai già autori di altri ritratti come "Rocco" e "Reset – Storia di una creazione", sulle vite di Rocco Siffredi e Benjamin Millepied.

Stilista e fotografo di origini tedesche, Karl Lagerfeld ha legato il suo nome alle case di moda più prestigiose, da Chanel a Fendi, dandogli un’impronta unica e riconoscibile. Direttore creativo di marchi simbolo della moda, Lagerfeld ha vestito molti volti di fama internazionale come Kylie Minogue e Madonna. Considerato il “Re Mida della moda”, ha creato alcuni tratti distintivi del suo stile, che lo hanno reso inconfondibile, come i contrasti tra bianco e nero del suo outfit, o l’immagine onnipresente della sua gatta Choupette.
Tra top model e sfilate, Lagerfeld ha sempre camminato in equilibrio tra la sovraesposizione mediatica e un alone di mistero e riservatezza. 

"Karl Lagerfeld - A Lonely King" è un documentario che cerca di fare luce nelle pieghe degli episodi privati dello stilista e svelarne gli aspetti più intimi, il carattere e le sue emozioni. Gli autori ripercorrono le tappe più significative della sua vita per realizzare un ritratto assolutamente inedito. Il documentario è disponibile anche su Sky on Demand.

leggi di più

KLM Official Carrier della Mostra Dream Beasts di Theo Jansen

di Redazione

La compagnia aerea olandese KLM atterra a Milano a fianco del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia che, dal 20 febbraio al 19 maggio, ospiterà una straordinaria mostra dell’artista visionario Theo Jansen, conosciuto in tutto il mondo per le sue gigantesche installazioni cinetiche dall’aspetto zoomorfo che si muovono spinte dalla forza del vento: le Strandbeest.

È proprio dalla storia della compagnia che si percepisce l’affinità e l’attenzione a tutto ciò che volge lo sguardo al futuro, mantenendo salda la fede nella propria tradizione. Non poteva esserci occasione migliore che quella della mostra "Dream Beasts" di Theo Jansen per evidenziare quanto mondi diversi possano avvicinarsi uniti da una passione comune, l’arte, impegnandosi a sostenere un artista innovativo, un visionario non convenzionale come lui.

leggi di più

Martina Attili: tutto è pronto per il “Cherofobia Tour”

di Laura Frigerio

Vi stavate chiedendo che fine avesse fatto Martina Attili, giovanissima rivelazione dell'ultima edizione di X Factor?

Ve lo sveliamo subito: è pronta per far ascoltare la sua musica dal vivo con il “Cherofobia Tour”, che partirà il 4 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma, per poi proseguire il 9 maggio al Teatro Concordia di Torino e il 13 maggio al Teatro dal Verme di Milano.

Queste sono le prime tre importanti date (in location prestigiose) del tour che vedrà impegnata la 17enne romana, che ha colpito tutti con il suo talento espressivo e una personalità fatta di determinazione, sensibilità e inquietudine.

Sul palco sarà accompagna da Margherita Fiore (piano e tastiere), Davide Gobello (chitarra), Matteo Carlini (basso) e Gian Marco " Kicco" Careddu (batteria) e dal corpo di ballo di Patrizio Ratto (ballerino di Amici e del tour di Giorgia nel 2017).

Martina presenterà al pubblico i brani dell’Ep di debutto “Cherofobia”, progetto discografico che porta il nome del brano che già alle audizioni di X Factor 2018 generò una straordinaria standing ovation di pubblico e l’approvazione totale dei quattro giudici. Successo conclamato anche su YouTube dove il nome di Martina Attili è salito in vetta nelle tendenze e il video delle audizioni ha conquistato il podio dei video più popolari del 2018.

Oltre all’inedito “Cherofobia” (certificato disco d’oro), scritto dalla stessa Martina con la produzione di Manuel Agnelli ed Enrico Brun, l’Ep si compone delle 5 celebri cover presentate durante i live di X Factor.

Prima dell'inizio dei concerti Simone Attili, produttore e ingegnere del suono laureato al SAE Institute di Londra, con importanti esperienze al fianco di Justin Berkmann, storico fondatore del Ministry of Sound e quella al Derbe Music festival in Passau (Germania), si esibirà in alcune con alcune sue produzioni musicali e non solo.

 

CHI E' MARTINA ATTILI
Martina Attili “ha prima imparato a cantare e poi a parlare, a ballare e poi a camminare”, racconta il padre.
Cresciuta a pane, acqua e Renato Zero, Martina spiega che: “Sono salita su un palco a un anno (questo è quello che ho visto nei filmini) e semplicemente non sono più scesa. Per me la musica è un po’ come bere l’acqua: non ti chiedi se ti piace ma ne hai bisogno per restare in vita, bevi da sempre e lo fai tutti i giorni; alle volte vorresti non farlo, come quando stai male, ti sei appena lavato i denti o hai masticato una gomma alla menta, però lo fai senza pensarci due volte: facile come bere un bicchier d’acqua, no?”
“No. Assolutamente no. – prosegue – “Infatti, i miei primi ostacoli con il canto sono iniziati a soli cinque anni. C’era il karaoke, quel dannato karaoke. Stavano cantando la mia canzone preferita (“L’isola che non c’è”) e io non potevo farlo perché non sapevo le parole e non sapevo leggere: ‘Quando sarai grande potrai partecipare anche tu’, mi dissero. Forse è stato questo episodio a farmi desiderare di mettermi in gioco nel campo della musica: cantare Edoardo Bennato a una festa”.

Martina così si tuffa nella musica: nel 2016 inizia a studiare con Fulvio Tomaino. A gennaio del 2017 vince “The Voice of The Sea”. A Giugno del 2017 vince il Premio Piero Calabrese con “Cherofobia” (il suo secondo inedito). Ha partecipato a “Fuori Classe” “principalmente perché sapevo che alle finali ci sarebbe stato Beppe Vessicchio”, racconta. Raggiunte le semifinali decide, insieme alla mia famiglia, di ritirarsi per intraprendere al meglio il percorso di AreaSanremo 2017 dove arriva tra gli otto vincitori. Ad Aprile 2018 decide di partecipare alle selezioni di X-Factor 2018, “e sapete tutti come è andata…”

INFO SUI BIGLIETTI
Prezzi per le tre date (Roma, Milano e Torino), incluso prevendita
Vip pack € 60,00, comprende: posti migliori da primo prezzo; possibilità di assistere alle prove e Meet and great con l’artista.
Primo prezzo: € 35,00 / Secondo prezzo: € 30,00 / Terzo prezzo: € 25,00

leggi di più

Milano Moda Donna: Raffaele Tufano presenta la sua collezione

di Laura Frigerio

Milano Moda Donna F/W 2019/2020 (19-25 febbraio) si prospetta piuttosto ricca di eventi. Tra questi “Volkswagen International Fashion Week Autocogliati Milano”, che si terrà domenica 24 febbraio alle ore 15.30 in Via Gallarate 253, durante il quale sarà presentata la nuova collezione dello stilista campano Raffaele Tufano.

Quest'ultimo, per la realizzazione degli abiti, si è ispirato alle grandi donne del mondo del cinema e della musica come Madonna, Sophia Loren, Anna Magnani e Monica Vitti. Le sue creazioni rappresentano una donna che ama il bello, in cui la tradizione tessile campana (dai merletti ai pizzi, alle sete di San Leucio) si sposa ai diversi stili che lo stilista partenopeo unisce in maniera armonica, tra classico e contemporaneo.

Una collezione che tra passato e presente ci accompagnerà in un magico mondo di tessuti pregiati, pietre naturali e colori romantici e classici. 
«Poter presentare le mie creazioni nel corso della Milano Fashion Week – commenta Raffaele Tufanoè un sogno che si realizza. Sicuramente questo risultato è il frutto di un lavoro che ho portato avanti negli anni, con amore e dedizione. I miei abiti nascono da esperienze che vivo nel quotidiano, dagli incontri con le persone, da quello che osservo a quello che ascolto. La collezione che proporrò a Milano ha come protagonista la donna, mettendo in risalto la sua bellezza, la semplicità, il fascino che la contraddistingue. Porterò a Milano il meglio dell’artigianato campano. Oltre ai miei abiti, anche gli accessori portano la firma di artigiani partenopei. Questa occasione è molto importante per me. Ringrazio pertanto tutte le persone che ogni giorno mi supportano e mi sopportano, senza le quali non avrei mai raggiunto questo obiettivo. In particolar modo Emanuele Sicignano Management, senza il quale non avrei mai avuto questa grande opportunità di sfilare a Milano. Inoltre ringrazio il mio braccio destro Fulvio Scarpati, le sarte Carmela Maione, Anna Marciano e Maria Palumbo che hanno realizza i miei abiti, il mio sarto e maestro Tammaro Cristiano e il figlio Domenico, che grazie alla loro maestria e professionalità hanno realizzato le giacche».




Anche gli accessori portano la firma di artigiani campani. Albano ha creato una nuova linea di scarpe proprio per Tufano. E ancora Rosanna Bianco Gioielli, brand con più di vent’anni di esperienza, che per l’occasione ha realizzato collane con pietre naturali, giade incastonate e zirconi.
Le borse portano invece la firma di AV Exclusive Creations di Anna Vitolo, che ha creato delle borse in tessuto San Leucio con il manico ad intreccio di metallo, mentre i bustier sono delle creazioni di Rossella Risi della Casa del Busto di Maria Mangieri.

 

CHI E' RAFFAELE TUFANO

Con una passione innata per la moda, Raffaele Tufano si diploma al liceo artistico e studia all’Accademia d’Alta Moda Koefia a Roma. A 18 anni realizza il suo primo abito da sposa, ispirato ad un tulipano, e nel 1997 crea il brand Raffaele Tufano. Nel corso della sua crescita artistica ha frequentato stage da Valentino, Sarli e Capucci, prendendo parte a diverse sfilate tra Roma, Milano e Parigi. Dai grandi maestri ha attinto la forza creativa, la professionalità e l’amore per il suo lavoro.
Tufano si definisce un romantico metropolitano, uno spirito libero che cerca ispirazione in tutto ciò che è bello, dal profumo di un fiore ai colori di un quadro o di un paesaggio, da una bella storia di un libro o da un’emozione o un incontro che vive nel suo quotidiano.

leggi di più

Laureus World Sports Awards 2019: i vincitori

di Laura Frigerio

 

Si è tenuta a Montecarlo, alla presenza del Principe Alberto II di Monaco, uno degli eventi sportivi più attesi dell'anno ovvero i Laureus World Sports Awards.

 

I trionfatori dell'edizione 2019 sono stati il n. 1 del tennis Novak Djokovic, la ginnasta da record Simone Biles, la leggenda del golf Tiger Woods e la nazionale di calcio francese.

 

Novak Djokovic ha sconfitto l'agguerrita concorrenza di Kylian Mbappe, Eliud Kipchoge e LeBron James aggiudicandosi il Laureus World Sportsman of the Year Award. Novak, che ha vinto Wimbledon e gli US Open nel 2018 dopo essersi sottoposto a un intervento chirurgico al gomito, ottiene il quarto Laureus World Sportsman of the Year.

 

Dopo aver ricevuto il premio, Novak ha dichiarato: “Un Laureus Award è ciò che qualsiasi atleta desidera vincere e questo è per me un grande onore. Trovarmi qui insieme a così tanti grandi nomi dello sport e ascoltare l'incredibile lavoro che Laureus fa in tutto il mondo conferisce a questo premio un particolare significato. Lo scorso anno è stato eccezionale per me, dopo l'intervento chirurgico tornare a vincere Wimbledon e gli US Open è qualcosa che ricorderò per sempre. Sono molto felice e desidero ringraziare sinceramente la Laureus Academy per il supporto che mi ha dato".

 

La Laureus World Sports Academy (composta da 68 leggende dello sport internazionale) ha votato i vincitori tra i finalisti per ogni categoria in base ai risultati sportivi ottenuti nell'anno solare 2018. I premi sono stati presentati dall'attore James Marsden e l'intrattenimento musicale è stato garantito da Jorja Smith, cantautrice candidata ai Grammy.

 

Dopo le performance da record ai Campionati mondiali di ginnastica in cui si è aggiudicata quattro ori, Simone Biles è stata incoronata Laureus World Sportswoman of the Year. La Biles, che ha vinto anche il premio Sportswoman nel 2017, è passata alla storia lo scorso anno diventando la prima donna a vincere quattro campionati mondiali all-around. A soli 21 anni vanta 14 titoli mondiali in carriera da record.

 

La nazionale francese vincitrice della Coppa del Mondo FIFA è diventata la prima nazionale di calcio a ottenere per la seconda volta il Laureus World Team of the Year Award, sbaragliando gli altri team leader mondiali come il team di Formula 1 Mercedes AMG Petronas, i Golden State Warriors e il Real Madrid.

Il coach della nazionale francese Didier Deschamps era presente a Monaco per ritirare il premio per conto della squadra.

 

Naomi Osaka, prima star del tennis giapponese ad aver partecipato al Grande Slam, ha ricevuto il Laureus World Breakthrough of the Year Award (Rivelazione dell’anno) per la sua vittoria agli US Open, durante i quali ha sconfitto la cinque volte vincitrice di un premio Laureus Serena Williams. Osaka, 21 anni, attualmente numero uno a livello mondiale, passa alla storia come la prima giapponese a ricevere un premio Laureus.

 

La star del golf e il dieci volte candidato a un premio Laureus Tiger Woods si è aggiudicato il terzo Laureus Award, dopo aver vinto il premio Laureus World Sportsman of the Year all'edizione 2000 e 2001. L'americano ha ricevuto il Laureus World Comeback of the Year Award (Ritorno dell’anno) per aver vinto il Tour Championship, la prima vittoria in 1.876 giorni, tornando sui campi da golf dopo un intervento chirurgico di fusione spinale.

 

La diciassettenne americana Chloe Kim, rivelazione dello snowboard, divenuta la più giovane atleta donna a vincere un oro nello snowboard alle Olimpiadi invernali di Pyeongchang, ha ricevuto l'Action Sportsperson of the Year Award.

 

La sciatrice alpina slovacca Henrieta Farkašová (con il supporto della sua guida Natalia Subrtova) ha vinto il Sportsperson of the Year with a Disability Award dopo essere diventata l'atleta paralimpica invernale più medagliata a Pyeongchang con quattro ori nella discesa libera, nello slalom gigante, nella supercombinata e nel super-G per ipovedenti oltre all'argento nello slalom.

 

Con la partecipazione di sportivi famosi, celebrità e imprenditori di tutto il mondo, la cerimonia di premiazione ha inoltre celebrato il lavoro di Laureus Sport for Good che mira a trasformare la vita di tanti ragazzi. Nel 2018 quasi 300.000 giovani in tutto il mondo hanno tratto vantaggio diretto da oltre 160 programmi supportati da Laureus Sport for Good in 40 Paesi, operando per mettere fine a violenza, discriminazione e disuguaglianza e impiegando lo sport come strumento di cambiamento.

 

Yuwa, un'organizzazione impegnata nello sviluppo attraverso lo sport operante nella regione rurale del Jharkhand nel nord dell'India, ha ricevuto il Laureus Sport for Good Award per l'incredibile lavoro svolto, utilizzando il calcio per migliorare la vita di tante giovani ragazze provenienti da comunità svantaggiate. Attraverso il calcio, le ragazze superano la violenza, ritrovano autostima e fiducia in sé stesse, e iniziano a cambiare la percezione di ciò che una ragazza di un villaggio rurale in India è in grado di raggiungere.

 

Uno dei principali ambiti di attenzione di Laureus Sport for Good è la promozione dell'uguaglianza, dell'emancipazione e della sicurezza delle ragazze e delle giovani donne. Dei 296.300 giovani e bambini che i programmi di Laureus Sport for Good hanno raggiunto in tutto il mondo nel 2018, il 49% è costituito da giovani donne e ragazze.

 

La Laureus World Sports Academy ha premiato il maratoneta Eliud Kipchoge che ha stabilito un record mondiale con il Laureus Academy Exceptional Achievement Award. Kipchoge, che ha ottenuto il miglior tempo di sempre in una maratona a Berlino raggiungendo il traguardo in 2 ore 1 minuto e 39 secondi, ha superato il precedente record di ben 1 minuto e 18 secondi.

 

Il leggendario tecnico di calcio francese Arsène Wenger ha ricevuto il Laureus Lifetime Achievement Award per il suo contributo al calcio nel corso dei suoi 22 anni come manager dell'Arsenal. Durante tale periodo è passato alla storia per aver guidato gli "invicibili" che sono rimasti imbattuti per un'intera stagione, e ha contribuito in modo sostanziale al calcio inglese attraverso le sue attività di scouting, allenamento e dieta, e alla sua filosofia improntata all'attacco. Arsène ha ricevuto il premio da Cesc Fabregas e Alessandro Del Piero.

 

L'incredibile carriera della star dello sci Lindsey Vonn è stata riconosciuta dalla Laureus Academy con il Laureus Spirit of Sport Award. Lo Spirit of Sport Award viene conferito a discrezione dell'Academy per premiare l'atleta o la squadra che ha raggiunto successi importanti e ha mostrato instancabile dedizione nella propria disciplina sportiva. La Vonn, la più grande sciatrice di tutti i tempi, ha recentemente annunciato il ritiro dalle piste da sci. È una delle sole due sciatrici che si sono aggiudicate quattro Coppe del Mondo e ha vinto otto titoli di Coppa del Mondo nella discesa libera.

 

L'incredibile scalatore cinese Xia Boyu è stato il più votato dal pubblico e si è aggiudicato il Laureus Sporting Moment of the Year. Xia è stato premiato per la tenacia con la quale è divenuto il secondo doppio amputato ad aver scalato l'Everest e il primo a raggiungere la cima dal lato nepalese. Insieme a Xia tra i primi tre candidati al Laureus Sporting Moment of the Year a Monaco erano presenti: Siya Kolisi, primo capitano nero sudafricano a guidare la propria squadra in un Test match e la leggenda del rugby scozzese Doddie Weir, che sta lottando contro la sclerosi laterale amiotrofica.

leggi di più

La Giornata Nazionale del Gatto per Privalia

di Laura Frigerio

Oggi, 17 febbraio, è la Giornata Nazionale del Gatto.
Voi state festeggiando il vostro piccolo felino casalingo?

Lo sapete che sono i gatti ad aggiudicarsi il titolo di star delle case italiane con 7,5 milioni di gatti contro 6,9 milioni di cani?

Se anche voi li amate sarete sicuramente interessati alla curiosa indagine realizzata (coinvolgendo i propri soci) da Privalia, il sito di shopping online leader in Italia e parte del gruppo Veepee, proprio in occasione della Giornata Nazionale del Gatto.

 

VIZIATI E FELICI
Gli italiani considerano i propri amici a quattro zampe veri e propri compagni di vita (87%), sulla scia dell’attuale fenomeno di pet-parenthood, per cui il proprio animale diventa parte integrante della famiglia, quasi assumendo l’importanza di un figlio, con relative responsabilità e attenzioni.

A dimostrazione del valore riconosciuto a questi aspetti, il 55% dei clienti Privalia dichiara di non badare a spese per la cura del proprio gatto, dedicando un budget di oltre 40 euro al mese per l’acquisto di cibo e accessori. L’amore per il proprio micio si traduce anche nell’acquisto di prodotti per soddisfare la sua vanità e quella del padrone. Nel 2018, tra i prodotti pet-care più acquistati sul sito di shopping online emergono le cucce (35%) e i tiragraffi (28%), soprattutto i modelli ‘luxury’ con design ricercati che ben si inseriscono tra gli arredi di casa. I pet-parents prestano molta attenzione anche alle scelte alimentari. Vietato condividere il cibo della propria tavola: gli intervistati prediligono proposte specifiche formulate per garantire il benessere del proprio gatto (62%), rivolgendosi a blog e forum online per informarsi e scoprire nuovi brand. Anche per quanto riguarda l’acquisto, l’online si conferma una scelta vincente (67%), soprattutto per le offerte vantaggiose, la varietà dei prodotti disponibili e anche per la possibilità di farsi recapitare comodamente a casa quantità elevate e pesanti di pet-food.

LA CONQUISTA DEI SOCIAL
Curiosi, avventurieri ma anche teneri pigroni, i gatti oltre al mondo domestico conquistano anche quello digitale. Basta visitare un social qualsiasi per scoprire immagini e video di ogni genere: gattini assonnati, impazziti, che miagolano, che parlano, che si accomodano negli angoli più remoti della casa…

Grazie al loro innato atteggiamento da diva schivo e indipendente, e senza nessuno sforzo, i mici sono protagonisti incontrastati dei social network, conquistando like e followers da fare impallidire anche le star più social del momento. Anche il 48% dei clienti Privalia dichiara di condividere sui social gli scatti più teneri e divertenti del proprio gatto, mentre il 14% gli ha addirittura riservato una pagina intera.

leggi di più

Milano Moda Donna F/W 2019/2020: gli Alumni dell'Istituto Marangoni in passerella

di Laura Frigerio


Manca ormai pochissimo all’inizio della Milano Fashion Week F/W 2019/2020, che animerà il capoluogo lombardo con classe e glamour dal 19 al 25 febbraio.

Numerosi gli stilisti che presenteranno le loro collezioni. Tra di loro molti gli Alumni di Istituto Marangoni.


Talenti protagonisti del fashion system internazionale, con cifre stilistiche e percorsi di carriera differenti, ma tutti accomunati da un’esperienza formativa di alto profilo, maturata nelle aule e nei laboratori della storica School of Fashion di Milano.

È qui che ogni anno migliaia di studenti, provenienti da ogni parte del mondo, condividono esperienze, sfide impegnative, e soprattutto, un sogno: quello di costruirsi un futuro nel mondo della moda.  


Tra questi giovani ambiziosi e capaci, ritroviamo Alberto Zambelli, stilista dallo stile deciso e raffinato, che aprirà con la sua sfilata la Fashion Week, e RicoManchit Au, fondatrice del brand cinese Ricostru, che coniuga eleganza rigorosa, ricchezza di materiali e dettagli ricercati.

La sfilata di Moschino, tra i più celebri Alumni di Istituto Marangoni, chiuderà la giornata di martedì.  Il giorno dopo sarà invece il momento delle presentazioni di Martina Cella, che nel 2014 ha creato il brand “Martinacella”, supportato dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, e di Gilda Ambrosio, che, dopo il percorso di studi in Istituto Marangoni, è ora tra le designer ed influencer più famose del momento, anche grazie al successo del suo marchio “Attico”.  
Tra gli allievi di Istituto Marangoni, compaiono anche il designer giapponese Harunobu Murata, che venerdì svelerà al pubblico il suo estro per le creazioni del prossimo autunno inverno e Nicola Brognano, vincitore dell'edizione 2016 di Who's On Next, che sfilerà sabato. Sulle passerelle, anche l’eleganza e lo stile unico di Laura Aparicio, audace fashion designer colombiana che, dopo il diploma in Fashion Design presso Istituto Marangoni nel 2013, ha lanciato con successo il suo brand omonimo.  

Molto attesi anche la presentazione di Plan C, che ha debuttato l’anno scorso sotto la direzione artistica dell’alumna Carolina Castiglioni, e di San Andrès, raffinato brand dallo stile sartoriale e neo-rètro ideato dal messicano Andrès Caballero.  L’Italo-brasiliana Paula Cademartori, da tempo un nome importante e riconosciuto nel fashion system, presenterà la sua ultima collezione dai tratti distintivi e dalle sofisticate linee geometriche.  

Riflettori puntati anche su Francesco Alagna, che, dopo il Master in Fashion Buyer in Istituto Marangoni, fonda il marchio indipendente Comeforbreakast.  La fashion week segnerà inoltre il debutto dall’alumnus Rodolfo Paglialunga come nuovo direttore creativo di VGrass Studio, giungendo a questo nuovo progetto dopo una brillante carriera in Romano Gigli, Prada, Vionnet e Jil Sander.  

Infine, tra i 12 brand emergenti selezionati da Camera Nazionale della Moda Italiana all’interno del Fashion Hub Market che presenteranno le loro collezioni prêt-à-porter e accessori, compaiono Angelia Ami, brand ideato e lanciato dalla fashion designer e alumna Angelia Corno, lo stilista indiano Dhruv Kapoor, fondatore dell’omonimo brand, e Emma Raphaelle Rotenberg, ideatrice del label Rowen Rose.

leggi di più

Easy’n Rose Free Life by Aida Yespica, su QVC

di Laura Frigerio

Aida Yespica diventa designer e collabora con l’azienda di calzature veronese Relaxshoe (leader dagli anni '60 nel settore delle calzature femminili) per creare la collezione Easy’n Rose Free Life by Aida Yespica.

Sneakers, e sandali con zeppe con inserti laminati per donne moderne e dinamiche, attente alla moda che non rinunciano a sentirsi bene con le scarpe che indossano!

 

Dove potete trovare la linea? Dal 26 febbraio sui canali QVC (canale 32 Digitale Terrestre e tivùsat e 475 di Sky) e sul sito www.qvc.it.

Art. 124892
Sneaker in pelle bianca con inserto colorato laminato
Prezzo: 78.60 euro
Citazione: Easy’n Rose Free Life by Aida Yespica su www.qvc.it


Art. 125739
Sandalo in pelle con inserto laminato e profilo in sughero Zeppa 9.5 cm
Prezzo: 73.87 euro
Citazione: Easy’n Rose Free Life by Aida Yespica su www.qvc.it

leggi di più

"I Am Banksy", un cortometraggio di Samantha Casella con Marco Iannitello

di Redazione

Si intitola I Am Banksy il nuovo cortometraggio firmato dalla regista Samantha Casella.

Un'opera che, come si può intuire dal titolo, è dedicata all'artista cult, massimo esponente della street-art e simbolo di una generazione, la cui identità rimane ancora oggi misteriosa.

Protagonista è Marco Iannitello, nei panni di un giornalista spregiudicato e arrivista, disposto a tutto pur di scoprire l’identità di Banksy. Saranno un ex componente della prima “banda di strada” di Banksy, un professore che sostiene di aver avuto come allievo il leggendario artista, un improponibile “socio” che ha pagato sulla sua pelle l’avventurosa esperienza e un gallerista sornione ad avvicinarlo alla soluzione dell’enigma. Ormai incastrato in un vortice dove verità e menzogna si confondono tra loro, ignaro dei segnali di pericolo emersi lungo il cammino, la discesa negli inferi del protagonista si conclude alla corte di Anubi.

Nel cast anche Caterina Silva, Diego Verdegiglio, Roberto Rizzoni, Mirko Ciociari e Matteo Fiori.


«Il mistero che avvolge l’identità di Banksy ha contribuito a ricoprirne di fascino la figura. Le sue opere denunciano le assurdità della società occidentale, la manipolazione mediatica, l’omologazione degli individui, l’atrocità della guerra, la falsità della politica, l’inquinamento, lo sfruttamento minorile, la brutalità della repressione poliziesca, il feticismo che avvolge il collezionismo. Per veicolare questi messaggi, Banksy utilizza principalmente soggetti quali poliziotti, bambini, umili lavoratori, scimmie e ratti» - spiega Samantha Casella nelle note di regia - «Eppure, per quanto onorevoli siano questi presupposti, non appare così fuori luogo pensare a Banksy come a una mano disposta a veicolare determinati messaggi imposti da una “mente” decisa, se non a combattere, a puntare il dito contro il “sistema” votato al consumismo più sfrenato, ma forse più cinico, solo all’apparenza».

"I Am Banksy" è stato selezionato al Golden State Film Festival di Los Angeles. L'evento si terrà dal 22 al 28 marzo 2019. Si tratta della prima assoluta negli Stati Uniti di "I Am Banksy". La sede è uno dei luoghi più suggestivi di Hollywood: il Chinese Theatre, sulla Hollywood Blvd.

leggi di più

Il risparmio energetico secondo Wiko

di Laura Frigerio

Sapete che il 18 febbraio sarà la Giornata Internazionale del Risparmio Energetico?
Un giorno importante, soprattutto considerando quanto siamo dipendenti dalla tecnologia e, di conseguenza, dall'energia.

Quindi per l'occasione Wiko, il brand di telefonia portavoce della “democratizzazione” della tecnologia, vuole sensibilizzare i consumatori attraverso alcuni semplici

consigli per risparmiare energia. Piccoli gesti che rendono gli utenti più consapevoli dei propri consumi, anche a partire da uno strumento indispensabile e quotidiano come lo smartphone.
Aumentano i vantaggi pratici e diminuisce il rischio di restare senza batteria.

Wiko suggerisce 5 accorgimenti, spesso sottovalutati, per risparmiare energia e allungare la vita alla batteria, evitando di stressarla con ricariche frequenti per uso intensivo.

1-Attivare l’opzione “risparmio energetico”: un modo semplice per avere batterie più performanti, grazie ad un’ottimizzazione dell’uso delle applicazioni che consumano energia per i loro continui backup e aggiornamenti. Può essere attivata anche in modo automatico, scegliendo una percentuale di partenza. Un accorgimento molto semplice che garantirà una maggior autonomia d’uso, mettendo l’utente al sicuro da spegnimenti improvvisi o evitandogli ricerche improbabili di prese di corrente.

2-Disattivare Wi-Fi, Bluetooth e servizi di geolocalizzazione: tre funzionalità che, se attivate, lavorano h24, ricercando costantemente connessioni di rete, collegamenti Bluetooth disponibili o la posizione dell’utente, anche quando non ne abbiamo bisogno, favorendo così un calo della batteria piuttosto rapido. Con la semplice disattivazione dal menù del proprio smartphone è possibile limitare consumi non necessari.

3-Impostare la sospensione dello schermo: se troppo lunga, infatti, può ridurre sensibilmente l’autonomia dello smartphone. Nella maggior parte dei casi, si utilizza il telefono per azioni molto rapide, come rispondere a un messaggio, controllare una notifica o semplicemente l’ora. Se lo “sleep mode” dello schermo non è impostato correttamente, lo smartphone rimarrà accesso consumando inutilmente batteria.

4-Settare le notifiche sul blocco schermo: è un utile consiglio per evitare di dover continuamente riattivare lo schermo in caso di notifiche in arrivo. Impostare quindi le notifiche sul blocco schermo sarà una pratica virtuosa per salvaguardare l’autonomia del device.

5-Widget sì, ma solo se necessari: se da un lato sono comodi e semplificano la vita, dall’altro hanno un impatto negativo sulla durata della batteria. Se non sono imprescindibili, possono essere eliminati per garantire maggior vita al nostro smartphone.

Tutti questi consigli risultano ancora più efficaci su smartphone con batterie “long lasting”. Gli ultimi smartphone Wiko, come il modello View2 Go e il View2 Plus, ad esempio, con le loro batterie da 4000 mAh assicurano fino a due giorni di autonomia con una sola ricarica[1]. Inoltre, sono dotati di una funzionalità che, in pochi click, permette di ottimizzare le performance dei device. Per attivarla, è necessario accedere alla voce “Batteria” nelle “Impostazioni” e selezionare la modalità “Risparmio energetico intelligente in standby”.

leggi di più

Successo per Casa Sanremo Vitality’s

di Laura Frigerio

Il Festival di Sanremo è terminato ormai da diversi giorni, ma si continua a parlarne. Noi non abbiamo intenzione di tornare sulle polemiche che stanno tenendo banco negli ultimi giorni, ma sottolineare il successo di uno degli eventi collaterali principali della kermesse ovvero Casa Sanremo Vitality’s.

Elevata qualità, variegata offerta e una notevole affluenza di pubblico e addetti ai lavori hanno caratterizzato la dodicesima edizione, che ha avuto Roberta Morise come madrina.

Seguitissimi dibattiti, incontri culturali, live musicali, mostre d’arte, trasmissioni radiofoniche, format televisivi e iniziative sociali sono stati gli ingredienti principali del prestigioso progetto ideato da Vincenzo Russolillo e da Mauro Marino.

Entusiasta il patron Russolillo, presidente Gruppo Eventi: ”L’affetto e la stima dimostrati anche quest’anno nei confronti di Casa Sanremo Vitality’s ci inorgogliscono. Abbiamo lavorato alacremente per elevare e innovare il livello della qualità dell’offerta, regalando a Sanremo e al Festival un insieme di iniziative capaci di attirare l’attenzione di pubblico e addetti ai lavori. Da oggi ci rimettiamo in cammino per festeggiare al meglio, il prossimo anno, la settantesima edizione del Festival. I numeri ottenuti ci confortano sulla bontà del lavoro svolto e per questo non possiamo che ringraziare, per il sostegno nei nostri confronti, le istituzioni come la Regione Liguria nella persona del Presidente Giovanni Toti, gli sponsor e i partner che ci hanno già confermato la propria fiducia in vista del prossimo anno”.

Oltre agli artisti in gara al Festival, sono intervenuti a Casa Sanremo Vitality’s: Ligabue, Enzo Iacchetti, Peppe Vessicchio, Fiorella Mannoia, Alessandra Amoroso, Roberta Morise, Ignazio Moser, Cecilia Rodriguez, Elisabetta Gregoraci, Valeria Marini, Francesco Facchinetti, Diletta Leotta, Bob Sinclar, Veronica Maya, Ernest Knam, Anna Bischi Graziani, Red Ronnie, Vince Tempera, Grazia Di Michele e Nathaly Caldonazzo.

leggi di più

San Valentino: attenzione al phishing romantico

di Laura Frigerio


Gli esperti di Kaspersky Lab hanno rilevato un forte aumento delle attività di phishing da parte di cybercriminali che offrono agli utenti vari regali romantici in occasione di San Valentino.

Il numero totale dei tentativi degli utenti di visitare siti web fraudolenti a tema romantico rilevati e bloccati durante la prima metà di febbraio è più che raddoppiato rispetto allo stesso periodo del 2018, il che evidenzia come i truffatori siano sempre alla ricerca di un motivo per rubare dati e soldi agli utenti.

Il phishing è una delle tecniche di ingegneria sociale più popolari e più semplici per sfruttare gli utenti online. Si tratta di un tipo di frode in cui i cybercriminali acquisiscono con l’inganno le credenziali degli utenti, dalle password ai numeri di carta di credito, dalle coordinate bancarie ad altre informazioni finanziarie importanti.

Le email e i siti web di phishing vengono di solito camuffati come siti non sospetti in modo da incoraggiare un destinatario, per un motivo o per l’altro, a inserire senza esitazione i propri dati personali. Spesso sfruttano le notizie di attualità, come grandi eventi sportivi o di vacanze a tema.

San Valentino non fa eccezione. Il numero complessivo dei tentativi degli utenti di visitare siti web fraudolenti rilevati e bloccati dalle soluzioni Kaspersky Lab nella prima metà di febbraio 2019 (i giorni precedenti al 14 febbraio) ha raggiunto un picco drammatico, passando da oltre due milioni nel 2018 agli oltre 4,3 milioni di quest’anno. Secondo le statistiche, i paesi più colpiti sono stati il Brasile (con una percentuale di incidenza superiore al 6,4%), il Portogallo (oltre il 5,8%) e il Venezuela (5,5%). Seguono Grecia (5,3%) e Spagna (5,1%).

Un’analisi più approfondita delle email inviate ha mostrato che i truffatori sfruttano in particolare gli articoli regalo in pre-ordine e i farmaci per migliorare le prestazioni amorose per indurre gli utenti a condividere le proprie credenziali al fine di piacere a coloro che amano. Questo conferma ancora una volta i risultati dell’indagine di Kaspersky Lab, che evidenziano come, quando si tratta di amore, gli utenti tendano ad abbassare la guardia.

“La nostra ricerca ha dimostrato che non c’è differenza tra attività di phishing che sfruttano grandi eventi sportivi, falsi pagamenti o un pretesto più romantico. Basta guidare le emozioni degli utenti, che si tratti di frenesia, stress o amore. Così, qualsiasi cosa o quasi può diventare uno strumento di attacco nelle mani dei truffatori informatici. Il picco rilevato ricorda che si dovrebbe sempre essere cauti quando si naviga sul web, anche se si sta solo comprando fiori per la persona amata” - segnala Andrey Kostin, Senior Web-Content Analyst di Kaspersky Lab.

I consigli di Kaspersky Lab per difendersi:
. Fare attenzione al phishing poiché spesso i cybercriminali sfruttano le emozioni, comprese quelle legate alle relazioni e all’amore. Segnali che potrebbero esserci attività di phishing che mirano a sfruttare le vostre aspettative romantiche includono messaggi che richiedono un’azione immediata, grandi quantità di informazioni molto personali e apparentemente irrilevanti, o che semplicemente suonano troppo belli per essere veri.

• Prestare particolare attenzione alle email che propongono occasioni “solo per oggi” di vari prodotti gratuiti. Se le email provengono da persone o aziende che non si conoscono o gli indirizzi sono sospetti o insoliti, è bene pensarci due volte prima di aprire. Non cliccare sui link finché non si è sicuri che siano legittimi e che comincino con “https”, specialmente quando vengono richieste informazioni personali o finanziarie.

• Avere una carta di credito e un conto bancario separati con una quantità limitata di denaro, in particolare per l’acquisto di fiori o per effettuare una prenotazione al ristorante. Questo aiuterà ad evitare gravi danni economici in caso di furto delle vostre coordinate bancarie.

• Utilizzare una soluzione di sicurezza affidabile con funzionalità anti-phishing e di pagamento sicuro, come Kaspersky Security Cloud.

leggi di più

Eleonora Mazzotti special guest alla Cena di San Valentino di Happyning

di Redazione

Eleonora Mazzotti si esibirà all'esclusiva e suggestiva Cena a Teatro organizzata per San Valentino da Happyning di Giuseppina Di Napoli e Rosita Pisacane, che anche quest'anno hanno scelto come location lo splendido Teatro Comunale di San Giovanni in Persiceto (in provincia di Bologna). Ed è già sold-out.

Sul palco, insieme a lei, Michelangelo Nari (voce) e Luca Bombardi (pianoforte).

“Sono emozionata ed entusiasta di poter tornare a cantare live a teatro in un contesto così elegante come quello organizzato da Giuseppina e Rosita, per di più con una squadra giovane e tutta al femminile” - ha dichiarato Eleonora - “Sono lusingata di condividere nuovamente il palco con solidi compagni d'avventura come Michelangelo e Luca, con i quali abbiamo pensato un repertorio ispirato alle colonne sonore dei più bei film d'amore. Ovviamente in un teatro all'italiana così suggestivo non può mancare anche un richiamo al musical!”.

Il make-up di Eleonora Mazzotti sarà realizzato con i prodotti di Zao, brand di prodotti cosmetici bio a bassissimo impatto ambientale di cui l'artista è testimonial.
Gli abiti saranno di Dress You Can.

Biografia di Eleonora Mazzotti
Si avvicina al canto fin da bambina, cominciando a studiare presto anche dizione e recitazione. Nel 2007 duetta con Giorgia durante il programma "Il treno dei desideri", in onda in prima serata su Rai 1. Nel 2010 è finalista della 53° edizione del Festival di Castrocaro (andato sempre in onda su Rai 1). Nel 2014 pubblica il suo primo Ep "Battiti". Collabora con Matteo Mancini e Gianni Bindi, già autori per la cantante Mina, che scrivono per lei "È tardi ormai, singolo che precede l'uscita dell'album e che resta in top ten per due mesi nella classifica Rockol Airplay.
Michael Baker, music director e batterista di Whitney Houston e Michael Jackson, compone e suona per lei il brano "L'amore non invecchia mai", presentato in anteprima su RAI Radio 1. Nel 2017 pubblica il singolo "Among the waves in the sky", tema portante della colonna sonora del docu-film "Tra le onde nel cielo" scritto e diretto da Francesco Zarzana, presentato al Doc Corner del Festival di Cannes 2016 e trasmesso in prima serata su Rai Storia. La canzone è contenuta anche nello spettacolo teatrale "In a better world", scritto e diretto in lingua inglese da Francesco Zarzana, che a maggio 2016 ha debuttato al Theatre de L'Archipel di Parigi e che ha fatto tappa in altre 10 città europee fino a dicembre 2017. Sul palco anche Eleonora, in veste sia di cantante che di attrice.
Nell'estate 2018 esce la hit estiva "Todo Rainbow", realizzata in collaborazione con Dj Besford. Attualmente è anche conduttrice radiofonica del programma Coffee'n'Chips in diretta ogni mattina in radio visione sulle frequenze di Radio Italia Vision.

Per saperne di più sulla Cena a Teatro: www.happyning-italia.it.

Sponsor dell'evento: Pastificio Setaro, Casa Modena e Senfter, Hotel Real Fini Baia Del Re, Stefanini Formaggi, Hotel Suisse

leggi di più

San Valentino: Amazon ci consiglia di passarlo con Alexa

di Laura Frigerio

Avete intenzione di passare il vostro San Valentino a casa, con la vostra dolce metà? Allora seguite il suggerimento di Amazon e fatevi dare una mano da Alexa per rendere tutto ancora più romantico.

Alexa crea la perfetta atmosfera facendoti ascoltare musica romantica e rendendo le luci soffuse, basta dire “Alexa, abbassa le luci” (con i servizi musicali supportati e i dispositivi per Casa Intelligente compatibili come le lampadine smart Philips Hue).


Per iniziare a riprodurre la tua playlist preferita basta dire “Alexa, metti della musica romantica” e ascoltare i brani in tutta la casa grazie alla funzionalità Musica multistanza. Vuoi ancora più musica? Apri la Skill Pianoforte rilassante dicendo “Alexa, apri Pianoforte rilassante.”

Alexa è anche un’ottima aiuto cuoco e aiuta a cucinare il piatto perfetto o ordinare una cena gourmet per la dolce metà. Usa Alexa per cercare nuove ricette, cucinare seguendo le istruzioni passo dopo passo, o per trovare un abbinamento con un vino. Basta dire “Alexa, suggeriscimi una ricetta” per essere guidati nella preparazione passo dopo passo, oppure “Alexa, suggerisci un vino”. Puoi anche chiedere ad Alexa di impostare un timer per ogni piatto in preparazione o farti aiutare nel  convertire le misure. Se non si è dell’umore di cucinare, puoi ordinare qualcosa di speciale con la Skill di Just Eat, basta dire: “Alexa, apri Just Eat”.

Puoi chiedere ad Alexa anche contenuti in tema “San Valentino”, basta dire “Alexa, recita una poesia d’amore” o “Alexa, canta una canzone d’amore”, per ottenere poesie d’autore o poesie originali Alexa ed una speciale canzone.

A corto di complimenti? Ci pensa la Skill Complimenti Meritati. Vuoi scoprire le migliori attrazioni della tua città per stupire la tua dolce metà? Chiedi alla Skill di Musement: basta dire “Alexa, apri Musement”. Per le coppie più giocherellone, a portare allegria ci pensano le Skill di alcuni dei giochi preferiti dagli utenti Alexa, come ad esempio Trivial Pursuit, Parola Magica, Battaglia Navale, Vero o Falso, Super Quiz e  Domanda del giorno.   

leggi di più

Gran Ballo di Carnevale tra le Epoche, a Roma

di Redazione

Sabato 16 febbraio la Compagnia Nazionale di Danza Storica diretta da Nino Graziano Luca organizza il magico e divertente Gran Ballo di Carnevale tra le Epoche nella prestigiosissima Pinacoteca del Tesoriere, palazzo storico privato del XVII secolo, che custodisce affreschi di epoca barocca e capolavori di inestimabile valore.

Si trova in Piazza San Luigi dei Francesi a Roma, proprio di fronte alla celebre Chiesa che racchiude tre capolavori assoluti del Caravaggio: il Martirio di San Matteo, San Matteo e l'angelo e Vocazione di san Matteo.


Il Gran Ballo di Carnevale tra le Epoche sarà un viaggio nella storia del Costume e della Moda dal Rinascimento ad inizi ‘900 e prevede un Buffet curato da Chef Stellati e il Beverage aperto per tutta la durata del Ballo.

Il programma del Gran Ballo prevede: Carnival Waltz, The Waltzing Cat, Valzer delle Ore da Coppelia, Circassian Circle, Quadrille Il Pipistrello, Valzer da La Traviata, S. Bernard Waltz, The Triumph, Mazurka dal Gattopardo, Auretti’s Dutch Skipper, Childgrove, Musen Polka, National Waltz, Lilli Burlero, Virginia Reel , The Dhoon, Comical Fellow, Rinka, Russian Figure Waltzny, Russian Waltz Quadrille, Moscow Polka, Marcia di Radestzky.


Nel corso dell’evento i danzatori della Compagnia Nazionale di Danza Storica Rome Regency Dancers, coordinati da Giorgia De Luca ed accompagnati al Pianoforte dal M° Gabriele Ceccarelli, danzeranno il Cotillon La Comme're ed il Wilson Waltzes; la costumista teatrale Federica Carone presenterà alcune delle sue creazioni.

Il Presidente della Compagnia Nazionale di Danza Storica Nino Graziano Luca ha affermato: “In ogni momento del Gran Ballo di Carnevale tra le Epoche, sembrerà di essere saliti su una macchina del tempo. Il vagare avanti e indietro nello spazio e nel tempo, tipico della narrazione letteraria o cinematografica di fantascienza, parrà materializzarsi sotto gli occhi dei partecipanti. Dai costumi alle danze, dalle performance alle opere d’arte della location, si fluttuerà in maniera divertente dall’epoca rinascimentale all’inizio del ‘900”.

leggi di più

BAFTA 2019: l'hair-look di Claire Foy e Yalitza Aparicio con i prodotti Moroccanoil

di Laura Frigerio

Si è appena tenuta la 72esima edizione dei British Academy Film Awards (BAFTA).
Molte le attrici che hanno sfilato sul red carpet, tra cui Claire Foy e Yalitza Aparicio che hanno sfoggiato degli hair-look realizzati con i prodotti Moroccanoil.

Claire Foy - Styled by Ben Skervin per Moroccanoil
Come ricreare l'hair-look:
1. Creare la base perfetta per lo styling, distribuendo sui capelli umidi una piccola dose di Moroccanoil Treatment da metà lunghezza alle punte (utilizzare Moroccanoil Treatment Light per i capelli più sottili).

2. Vaporizzare Moroccanoil Perfect Defense per proteggere i capelli dal calore; asciugarli con l’aiuto della spazzola Ceramic 25 mm Round Brush.

3. Per creare struttura sui capelli asciutti, applicare Moroccanoil Dry Texture Spray.

4. Utilizzare un arricciacapelli di medie dimensioni per dare movimento.

5. Tirare indietro i capelli e fissarli appena sopra l’osso occipitale, ottenendo così una coda né alta né bassa. affinare e definire l’acconciatura con due mollette.

6. Per separare i capelli sciolti e dare struttura, scaldare una piccola quantità di Moroccanoil Molding Cream tra le dita e lavorare le ciocche.

7. Per terminare, fissare il look con Moroccanoil Luminous Hairspray Extra Strong.

 


Yalitza Aparicio - Styled by Dayaruci per Moroccanoil
Come ricreare l'hair-look:
1.Per preparare i capelli lunghi  che caratterizzano questo look e  proteggerli dall’umidità, iniziare lavandoli  con Moroccanoil Extra Volume Shampoo & Conditioner. Tamponare con un asciugamano e applicare una piccola quantità di Moroccanoil Treatment (Moroccanoil Treatment Light per i capelli fini) per ottenere la base perfetta per lo styling.

2. Distribuire una noce di Moroccanoil Volumizing Mousse da metà lunghezza alle punte per fornire struttura e tenuta alle onde senza appesantirle.

3. Applicare Moroccanoil Root Boost per dare volume e tenuta, asciugando poi con Moroccanoil 45mm Ceramic Round Brush

4. Arricciare i capelli con un ferro a fasce larghe, sezionando le ciocche e vaporizzando Moroccanoil Luminous Hairspray Medium prima di passare il ferro.  Puntarli per 20 secondi prima di scioglierli per fare in modo che si raffreddino.

5. Rimuovere le pinze e pettinare i capelli con Moroccanoil Ceramic Paddle Brush

6. Prendere una sezione orizzontale di capelli sopra ciascun orecchio e tirala indietro per fissarla nella parte posteriore della testa con il fermaglio desiderato.

7. Terminare il look con un velo di Moroccanoil Glimmer Shine per far risaltare la lucentezza dei capelli.

 

Crediti foto: Getty Images

leggi di più

I gioielli I LOVE YOU #DILLOCONANGELINA per San Valentino

di Laura Frigerio

Chi per San Valentino non vorrebbe ricevere un gioiello? Romanticamente deliziosi sono quelli di I LOVE YOU dillo con Angelina, la linea di gioielli in Argento 925 che sono tutti pezzi unici realizzati a mano.

Dove potete acquistare i gioielli di Angelina?
In Direct sul profilo Instagram @angelinamadeinmilano

oppure nei seguenti store


Milano
Trovailtempo Atelier dei Sogni - Via Novara, 216
La Bottega di LeonoraNora - Via Piero della Francesca 42

Bergamo
Annarè Abbigliamento - Via G.Paglia 3/E



Bracciano (Roma)
Rêve concept store,Via Agostino Fausti, 23

leggi di più