Ci baceremo tra il filo spinato, il ritorno di Valentina Gravili

di Laura Frigerio


Tra i singoli di nuova uscita che meritano di essere inseriti nelle vostre playlist c’è sicuramente “Ci baceremo tra il filo spinato” (edito da Maqueta Records e distribuito da Artist First), che segna il ritorno in grande stile di Valentina Gravili.

La cantautrice pugliese ha all’attivo tre album, tanti concerti e festival, nonché riconoscimenti e ora torna sulla scena musicale con una nuova visione del suo processo creativo.

Decisa ad abbandonare la “concezione tradizionale” del fare musica collegata obbligatoriamente all’esibizione dal vivo, guarda oggi alle sue canzoni come farebbe un Pittore con la sua Opera: “quello che resta dopo ore ed ore di lavoro, ricerca e ispirazione è il Quadro, la performance svanisce per far parlare esclusivamente l’Opera.

Il messaggio che “Ci baceremo tra il filo spinato” ci scaraventa addosso è potentissimo: rompere le acque, tagliare fili spinati con un bacio, abbattere le barriere che nel mondo i nazionalismi, la delegittimazione della cultura e l’individualismo sfrenato continuano sciaguratamente a costruire.

Tra preghiera e canzone, tra politica e cronaca, Valentina Gravili con questo suo nuovo singolo ci invita a riflettere e in qualche modo ad agire. Nell’artista e nella sua opera c’è un ritorno al mestiere del Cantautore che porta in primo piano il suo pensiero, il suo impegno.

Un sound rock metropolitano, innovativo nella forma e nella costruzione armonica, fatto di suoni acustici ed elettronici che punta direttamente al cuore di ognuno di noi e ci trascina in mezzo al mare, fra le scene immerse nel magma d’odio che continua a ribollire sotto i nostri piedi, dal Mediterraneo alla playa di  Tijuana.

leggi di più

Regali di Natale: la gift card di Milano In Tour

di Redazione

Ogni Natale la scelta dei regali sembra diventare una “mission impossible”. Ci vuole l'idea giusta per fare la differenza e a proporvela è l'Associazione Culturale Milano In Tour. Si tratta di una gift card con cui si regalerà ai propri cari un'esperienza o un tour alla scoperta dei segreti di Milano.


Basta collegarsi a www.milanointour.it, selezionare l’importo preferito e il destinatario potrà scegliere, entro un anno, uno dei numerosi tour presenti sul sito, che viene aggiornato periodicamente. Sarà possibile acquistare il buono con carta di credito, postepay o paypal.

Una volta completato il pagamento, la gift card verrà immediatamente inviata via mail all’indirizzo fornito nella casella “Immetti un indirizzo email per ogni destinatario”. Invece nel caso la si volesse consegnare a mano in un giorno speciale, basta inserire il proprio indirizzo e stampare il buono da casa. Grazie a Milano In Tour potrete così regalare alle persone del cuore un'emozione invece del classico oggetto.

Per prenotare la propria gift card: qui.

 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Rougj presenta la linea ProBiotic Haircare Innovation

di Laura Frigerio

Per essere belli fuori, bisogna stare bene dentro. È da questo principio basilare che nasce la nuova linea per capelli di Rougj ovvero ProBiotic Haircare Innovation. Si tratta di un rivoluzionario trattamento anticaduta a base di probiotici, assolutamente innovativo.

QUALCHE INFORMAZIONE SUI PROBIOTICI

Il probiotico è un supplemento dietetico a base di microbi vivi (i cosiddetti “fermenti lattici”) che, se assunto nella quantità adeguata, ha un effetto benefico sull’organismo poiché riequilibra la flora batterica intestinale.
Quest’ultima può venire alterata da vari fattori, come una dieta sregolata, un eccesso di zuccheri o di proteine animali, o ancora una scarsa assunzione di fibre alimentari.
Un’alterazione della flora batterica ha ripercussioni su tutto l’organismo, poiché il microbioma intestinale influenza le funzioni metaboliche, immunitarie ed infiammatorie dell’organismo. Tra i diversi strumenti nutrizionali a disposizione per agire sulla composizione e l’efficacia del microbioma intestinale vi sono: cambiamenti nei regimi alimentari e trattamenti a base di probiotici e prebiotici.

ROUGJ PROBIOTIC HAIRCARE INNOVATION
I probiotici alla base della nuova linea di Rougj ProBiotic Haircare Innovation servono nello specifico a riequilibrare l’ecosistema batterico della pelle e del cuoio capelluto, fondamentale per il mantenimento di una cute sana e forte. Se si verifica uno squilibrio nell’ecosistema batterico, la cute può risultare danneggiata o malata. Per prevenire e combattere tutti i disagi che ne possono conseguire, Rougj ha studiato e formulato la linea di prodotti ProBiotic Haircare Innovation con tecnologia brevettata di microincapsulazione.

Fanno parte della linea gli integratori orosolubili a base di probiotici microincapsulati, lo spray rinvigorente e protettivo, il detergente universale ideale per rinforzare la fibra del capello. Inoltre la linea ProBiotic prevede tre trattamenti urto in fiale, per contrastare la caduta e l’assottigliamento dei capelli, per curare fenomeni di forfora secca o grassa, e per trattare la cute con problemi di sebo. Per completare i trattamenti urto, l’offerta di Rougj comprende anche tre shampoo: anti-caduta, anti-forfora e sebo-regolatore.

GLI EFFETTI DELLA LINEA
I fermenti microincapsulati risultano essere cinque volte più attivi (e di conseguenza più efficaci) rispetto a quelli non microincapsulati poiché non risentono del passaggio gastro-duodenale (mentre di solito solo il 20% dei fermenti non microincapsulati sopravvivono agli acidi gastrici). Inoltre l’utilizzo di questa tecnologia garantisce una maggiore shelf life del prodotto.

Questo trattamento, pensato per un consumatore che desidera prendersi cura di sé dall’esterno ma anche e soprattutto dall’interno, consente di proteggere le cellule dei capelli dallo stress ossidativo e, grazie all’uso dei probiotici, permette un intervento naturale, sano ed efficace, che assicura il 47,27% in meno di capelli persi già dopo il primo mese, e fino al 68,15% in meno dopo 60 giorni.

ROUGJ
L’azienda Rougj opera da oltre trent’anni anni con successo nell’ambito della cosmesi haut de gamme distribuita in farmacia. Ancora oggi si si conferma un brand leader nei cosmetici all’avanguardia e hi-tech, estremamente performanti e di altissima qualità. Oggi l’offerta dell’azienda di prodotti funzionali, di derivazione naturale e non testati sugli animali, si arricchisce di questa rivoluzionaria linea di referenze specifiche per il benessere dei capelli e del cuoio capelluto.

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Lucia Heffernan firma una capsule collection per Pinko

di Laura Frigerio


Pinko torna a stupirci con effetti speciali, stavolta grazie a una speciale capsule realizzata in collaborazione con l’artista americana Lucia Heffernan, ispirata all’amore per la vita, agli animali e a un mondo più verde.


Si tratta di una collezione unica grazie ai design di Caterina Negra e ai famosi ritratti di Lucia Heffernan, che rappresentano i suoi iconici animaletti nelle vesti della donna Pinko.

Ironiche e divertenti, queste stampe multicolor ritraggono, per esempio, una gatta sorniona in stile “Colazione da Tiffany,” una timida coniglietta che si prepara ad un incontro galante, una topolina in versione Cappuccetto Rosso, “Lil Mime” coniglio con T-shirt marinier e foularino rosso, l’agguerrito coniglio a cavallo della zebra, lo sportivo gatto “Etsy” e “Hillary,” l’adorabile asinella Made in U.S. che sfoggia una collana di perle dal gusto bon-ton. Questi simpaticissimi personaggi campeggiano su T-shirt, felpe e mini abiti in cotone con cappuccio dove il logo Pinko impreziosito da ricami e micro studs viene abbinato a grafiche tipiche della cultura a stelle e strisce, come motivi college e righe football.

“La mia opera è un'espressione e un'esplorazione della mia attrazione che ho per gli animali. Nei miei quadri, cerco di dare agli animali una voce e una personalità, come se fossero esseri umani. Questa collisione tra sensibilità animale e umana crea un mondo stravagante, teatrale e spesso umoristico a cui gli spettatori non possono che relazionarsi emotivamente. Come Graphic designer e pittrice ad olio, sto sperimentando continuamente diversi stili di realismo contemporaneo, che bilanciano la mia sensibilità artistica, con il mio senso spiccato dell’umorismo. Nel mio lavoro, rimane costante il rispetto per gli animali che si unisce sempre al mio desiderio di portare un sorriso sul viso di ogni spettatore” - ha dichiarato Lucia Heffernan.

Questa capsule (composta da 5 t-shirt, 6 felpe e 4 borse) è molto speciale, anche sul fronte della sostenibilità. Un esempio? Le borse sono realizzate con materiale riciclato da 21 bottiglie d’acqua.

Contraddistinta da un logo speciale che riunisce tutti i personaggi protagonisti della capsule, la collezione Lucia Heffernan X Pinko (distribuita con una esclusiva shopping bag dedicata) sarà in vendita a partire dal Novembre nei negozi Pinko e in una serie di punti vendita multibrand dedicati.

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Le Incredibili Curiosità di Padova, un saggio di Silvia Gorgi

di Laura Frigerio


Ogni città nasconde storie, segreti e curiosità. Sono proprio quest’ultime che la giornalista e scrittrice padovana Silvia Gorgi racconta nel suo nuovo saggio Le Incredibili Curiosità di Padova (edito da Newton Compton editori).


Il libro che arriva in un momento importante per Padova, sempre di più al centro dell'attenzione anche a livello nazionale, grazie alla sua candidatura a Patrimonio dell’Unesco nel 2020 con il progetto di “Padova Urbs Picta”, ossia al suo ciclo pittorico del Trecento, che ha come fulcro la cappella degli Scrovegni di Giotto.

Una grande opportunità per la città del Santo, che sta attraversando un momento magico.

Ma quali incredibili curiosità cela nella sua storia lungo i secoli? Si potrebbe iniziare proprio da Giotto, uno dei suoi simboli, o meglio, non solo da lui, ma dal percorso di “salvezza dell’anima” che se Giotto crea attraverso le immagini dei suoi dipinti, Dante plasma nella Divina Commedia. Perché questo parallelo? Perché Dante, Giotto, e Padova, tutti e tre assieme, formano un triangolo assai curioso, dalle mille sorprese. Ed è sempre un triangolo, ma in questo caso d’amore e d’amicizia, quello che, in città, unisce il patrizio veneziano Andrea Memmo, creatore della piazza più nota della città in stile illuministico, Prato della Valle, la nobile veneziana, nonché scrittrice, Giustiniana Wynne, e il grande seduttore Giacomo Casanova che, fra le vie patavine, oltre a spezzare qualche cuore e praticare riti magici, trascorse l’infanzia e il suo periodo di formazione, allo studio, e alla vita.

Un territorio, quello patavino, che sempre ha attirato grandi personalità, come quella di Pierre Jules Théophile Gautier, il “papà” del Capitan Fracassa letterario, che vi arrivò mentre stava facendo il Grand Tour, e non poté esimersi dall’esercitare il suo “spirito critico” anche quando si ritrovò a visitare le bellezze del centro storico: dal Caffè Pedrocchi alla Basilica del Santo. Non fu certo l’unico intellettuale a essere stato spinto attraverso le rotte del Grand Tour a conoscere la città universitaria patavina: prima di lui Goethe, e molti altri intellettuali. Del resto Padova fu una delle mete imprescindibili per la formazione dei giovani del tempo. E la città finì per essere location perfetta anche per uno dei drammi scritti dal grandissimo Victor Hugo.

Nel Novecento delle guerre mondiali, il Bo, l’ateneo patavino si distinse, cercando di mantenere, fin quando fu possibile, ciò su cui era stato creato: la libertà. Una Resistenza, quella veneta, messa a dura prova in città, dalla presenza della Banda Carità, nel corso del secondo conflitto mondiale. Il terrore prese forma a Palazzo Giusti, dove torture e nefandezze si materializzano in maniera agghiacciante. Fatti, personaggi, relazioni che hanno segnato il passato di una città che s’appresta a vivere un momento magico, fra “Padova Urbs Picta” e gli 800 anni del Bo.

“Le Incredibili Curiosità di Padova” è il quarto saggio patavino scritto da Silvia Gorgi e arriva dopo il successo di “Forse non tutti sanno che a Padova…”, “Storie segrete della storia di Padova” e “I Luoghi e i racconti più strani di Padova”.


PRESENTAZIONI
Silvia Gorgi vi aspetta per delle presentazioni del suo libro. Quando? Ecco i vari appuntamenti:
- 10 novembre Libreria Mondadori Bookstore di Piazza Insurrezione a Padova alle 18. Moderano Giacomo Brunoro e Maxi Sabbion

- 13 novembre OCP Officine Creative Pathos, via Cavalletto 26/28 a Padova alle 18. Modera Damiana Schirru
- 22 novembre, reading all'interno dell'800 Padova Festival, Caffè Pedrocchi, Sala Rossini ore 17
- 30 novembre Libreria di Cultura di Conselve, piazza XX settembre n. 62, Conselve (PD) ore 18

 

 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Samuel veste Tom Rebl a X Factor

di Laura Frigerio

State seguendo la nuova edizione di X Factor? E cosa ne pensate dei giudici?
Noi li troviamo veramente cool, in particolare Samuel (noto anche come frontman dei Subsonica) che pare particolarmente attento al look.

Ieri sera, durante il terzo live del talent, ha per esempio ha indossato una delle creazioni dello stilista tedesco Tom Rebl. Salendo sul palco ha esibito un completo con giacca arancione. Da sempre Samuel segue lo stile di Tom Rebl scegliendolo spesso per interpretare la sua anima rock.

crediti foto: ufficio stampa Tom Rebl

leggi di più

Torna IF! Festival internazionale della creatività

di Laura Frigerio

Torna, con una nuova e ricca edizione, IF! Festival internazionale della creatività. L’appuntamento è al Base di Milano, dal 7 al 9 novembre.

Tra gli ospiti Enrico Mentana, La Pina, Valentina Ricci, Linus, Nino Frassica, Massimo Recalcati e altri guru della creatività. Tra gli appuntamenti di quest’anno segnaliamo in particolare il lunch in compagnia di La Pina e la presenza di Valentina Ricci, “La Vale” di Radio Deejay, che parlerà di storytelling femminile del sesso. Inoltre, si discuterà anche di moda insieme a Paola Marazzini, Director Agency and Strategic Partnerships di Google.

Creatività, networking, formazione, tecnologia e entertainment sono i pilastri intorno ai quali, dal 2014, creativi provenienti da tutto il mondo, aziende, agenzie di comunicazione, centri media, case di produzione, editori, istituzioni, associazioni e scuole di formazione, si ritrovano per presentare scenari di riferimento e confrontarsi su esempi di innovazione e nuove tendenze. Organizzato e promosso da ADCI e UNA, IF! Italians Festival si focalizza sulla creatività come elemento chiave del successo di una industry e di un Paese che a questa deve agganciare il proprio sviluppo.

Qui il programma: https://2019.italiansfestival.it/programma/.

leggi di più

Wiko: View3 Lite nel colore Artic Bleen

di Laura Frigerio

Pronte per entrare nel mood invernale? Wiko, il brand di telefonia portavoce del “lusso democratico”, vi dà una mano proponendo lo smartphone View3 Lite nell’inedito colore Arctic Bleen. La sua back cover è un gioco di sfumature glaciali, dal grigio al bleen (fusione di blue e green), che richiamano gli innevati paesaggi incontaminati.


Fratello minore della serie View3, questo smartphone dal display full screen da 6” regala un'esperienza di totale immersione nei propri contenuti preferiti e racchiude 32GB di ROM e 2GB di RAM per archiviare fino a 4000 immagini, 50 episodi delle proprie serie preferite, 300 album musicali o 140 videogiochi. Grazie alla doppia fotocamera posteriore con sensore principale da 13MP sarà possibile scattare immagini nitide e brillanti in ogni condizione e con il secondo obiettivo da 2MP per l’effetto profondità, le foto saranno anche a prova di “alta quota”! Inoltre, i 5MP della fotocamera anteriore promettono scatti “da brivido” e acchiappa like.

Altro plus? Una batteria da 4000 mAh che garantisce fino a due giorni di autonomia con una solo carica.

Il prezzo consigliato? 129,99€.

leggi di più

Milady è il nuovo singolo di Patrizio Santo feat. Mic Champion

di Redazione

Un brano da inserire assolutamente nella propria playlist? “Milady”, il nuovo singolo di Patrizio Santo (uscito per Ondesonore Records) che vanta il featuring con il rapper americano Mic Champion.

Questa collaborazione è nata sui Social con una stima reciproca nell’ascolto dei loro brani fino a portarli alla creazione di un singolo dal sapore internazionale.
Le riprese del videoclip sono state girate tra la Florida e l’Italia, nonostante la grande distanza geografica, i due artisti hanno amalgamato i loro diversi stili e le loro culture musicali creando un sound unico nel suo genere.

Patrizio Santo è reduce da un altro importante featuring con Luca Abete l’inviato di Striscia La Notizia con la canzone “Non ci ferma nessuno” grazie alla quale sono stati donati 10.000 pasti completi al Banco Alimentare. La canzone è diventata la colonna sonora della campagna sociale motivazionale ideata dallo stesso Luca Abete giunta quest’anno alla quinta edizione. La scorsa estate Patrizio è stato tra i protagonisti del Deejay on Stage a Riccione nel contest per emergenti con il suo brano “Ancora”.

Il suo primo album è quasi pronto... sui Social Patrizio ha una ricca Fanbase che lo segue e con la quale interagisce quotidianamente. C’è tanta energia positiva con l’obiettivo di trasmettere emozioni e costruire un lungo filo costante.

leggi di più

Treatwell: Belén Rodriguez e David Beckham beauty guru

di Laura Frigerio

Capita spesso di ispirarsi alle star per il proprio look. Ma quali sono le icone che oggi vanno per la maggiore? Treatwell (il più grande portale in Europa per la prenotazione di trattamenti di bellezza e benessere) ha fatto un sondaggio all’interno dei saloni che fanno parte del suo network per individuare i nuovi punti di riferimento degli italiani in fatto di styling dei capelli.

Per quanto riguarda i look femminili, le showgirl della tv battono le star del firmamento hollywoodiano, mentre gli uomini attingono a piene mani dai campi di calcio, guardando sia ai campioni di ieri che ai talenti attualmente sulla cresta dell’onda. Le star preferite? Belén Rodriguez e David Beckham.

NON SOLO TEENAGER
I parrucchieri intervistati da Treatwell confermano la forte propensione degli italiani a ispirarsi ai vip per le proprie acconciature (70%). Oltre un terzo dei professionisti (37,5%) rivela che circa una volta alla settimana almeno un cliente si presenta in salone chiedendo allo stylist di riprodurre fedelmente il look di una specifica celebrity, mentre il 10% sostiene di ricevere questo tipo di richieste addirittura ogni giorno. Sorprendentemente non sono i teenager a lasciarsi maggiormente influenzare dai look di pop star, sportivi e attori.

Chi arriva in salone con la foto di una celebrity come riferimento, infatti, in un terzo dei casi ha tra i 36 e i 45 anni (32,5%). Seguono a ruota i millennial di età compresa tra i 26 e i 35 anni (27,5%), mentre la percentuale si abbassa tra i clienti dai 21 ai 25 anni (22,5%). Nel 15% dei casi, invece, sono gli over 45 a non resistere al fascino delle star. Per la serie “go big or go home”, quando si ritrova seduto sulla poltrona del parrucchiere, un italiano su due (52,5%) opta per il “pacchetto completo” per veder riflesso nello specchio in modo assolutamente fedele il look del vip prescelto, dal taglio al colore, senza tralasciare la piega. Un quarto dei clienti, invece, preferisce concentrarsi esclusivamente sul taglio del proprio beniamino (27,5%), optando per tinte o styling differenti “dall’originale”.
Il 15% degli italiani, di contro, si presenta dal parrucchiere chiedendo specificamente di riprodurre il colore dei capelli sfoggiato dalla star di riferimento, per poi sbizzarrirsi in fatto di taglio e acconciatura.

LO SHATUSH DI BELEN E IL CIUFFO DI DAVID BECKHAM
Ma quali sono le celebrity che gli italiani prendono a modello quando vanno dal parrucchiere? Per la clientela femminile sono il piccolo e il grande schermo le principali fonti di ispirazione: Treatwell ha rilevato che una donna su due (50%) desidera imitare i look soprattutto di conduttrici e personaggi tv, mentre oltre un terzo (35%) punta ad acconciature da red carpet, orientando le proprie scelte in base a quelle sfoggiate dalle attrici di Hollywood. Blogger e Instagrammer influenzano a colpi di post il 30% delle donne.

Entrando nel dettaglio, i look più copiati dalle italiane sono molto diversi tra loro, ma ugualmente iconici. Sono infatti il balayage di Belén Rodriguez (45%) e il long bob dell’eterea Cate Blanchett (42,3%) a dettare legge in salone. Chiudono il podio i capelli lunghi e leggermente mossi con riga laterale dell’imprenditrice digitale Chiara Ferragni, che batte la lunghezza media e bon ton di Kate Middleton.


Le icone di stile maschili sono invece in larga parte sportivi (57,5%), seguiti da attori di Hollywood (27,5%) e italiani (17,5%), mentre blogger e influencer sembrano avere meno potere (7,5%) nell’ispirare le scelte davanti allo specchio del barbiere. In generale, gli uomini attingono soprattutto al mondo del calcio quando sono in cerca di ispirazione per la propria immagine. In Italia i look più richiesti sono infatti quelli di un famosissimo ex campione e del bomber più temuto della Serie A: al primo post spicca il ciuffo pettinato all’indietro di David Beckham (50%), seguito a ruota dall'undercut di Cristiano Ronaldo (47,5%). Dopo il mondo del pallone, è il cinema Made in Italy a ispirare gli uomini: nel 22,5% dei casi fanno il nome di un talento nostrano, chiedendo al barbiere capelli corti e barba folta e curata come quella di Alessandro Borghi (22,5%).


“Che si voglia ricreare un beauty look particolare o si decida di affidarsi ai consigli del parrucchiere per valorizzare i propri tratti distintivi, su Treatwell è possibile trovare sempre quello che si cerca. Non solo taglio e piega: con migliaia di trattamenti e saloni tra cui scegliere, basta un click per prenotare in qualunque momento, anche on-the-go, il servizio più adatto alle proprie esigenze, dalla manicure alla ceretta, passando per acconciature, massaggi e coccole alla spa” - spiega Chiara Cassani, Marketing Manager Italy di Treatwell.

leggi di più

Swap in the City Milano, torna all'Aspirin

di Redazione

Ultimo e imperdibile appuntamento dell'anno con Swap in the City Milano. Quando? Mercoledì 13 novembre, dalle 18 alle 21.30, presso Aspirin (in Piazza Sportorno 2), ovviamente a Milano. Swap in the City Milano organizza eventi glamour di baratto nel capoluogo lombardo.

Si tratta di eventi speciali a tema, durante i quali è possibile scambiare vestiti e accessori che non si usano più, facendo delle nuove amicizie.

Per lo Swap Party del 13 novembre i posti sono limitati: ce ne sono 50 e l'iscrizione è obbligatoria. La quota di partecipazione 15 euro a persona (anche per accompagnatori, che dovranno iscriversi come tali) ed è previsto un gettone medium in omaggio per le nuove amiche che verranno portate all'evento. Inclusa anche la consumazione con buffet.

Per ricevere il gettone è necessario segnalare tutti i dati al momento dell'iscrizione via mail.
Come farlo? Inviando una mail o compilando il modulo che si trova nella sezione“contatti” del sito www.swapinthecitymilano.it.

leggi di più

La mostra Dona le tue rughe, a Milano fino all'8 novembre

di Laura Frigerio

Se vi trovate a Milano vi consigliamo di passare nello Spazio Solferino 19, dove fino all’8 novembre (dalle ore 17.30 alle 21.00) potrete visitare la mostra “Dona le tue rughe”.
Quest’ultima è frutto della campagna di L’Oréal Paris ideata da McCann Worldgroup Italia, insieme a Fondazione Umberto Veronesi, lanciata lo scorso giugno e che ora prosegue con un nuovo capitolo. 

 

GLI ARTISTI
Tredici giovani promettenti artisti dell’Accademia di Belle Arti di Brera hanno voluto omaggiare il tema delle donne, della malattia, della lotta, della bellezza, ciascuno con una propria opera: fotografie, installazioni, disegni e altre forme d’arte.
Maria Cristina Galli, Vice-Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Brera, spiega: “Il progetto che gli studenti di Brera sono stati chiamati a interpretare si relaziona con qualcosa che misura e trattiene il tempo, che segna il passo della vita e della forza necessaria che occorre a tracciarne il percorso. Tempo che è attore fondamentale insieme alle protagoniste di questa formidabile iniziativa, che è quello di un processo, di una rinascita quotidiana, dell’annuncio di una nuova avventura”.

IL CONCEPT
Da sempre le donne non amano invecchiare e nella società moderna non è spesso facile accettare i cambiamenti del passare del tempo. Ma non c’è niente di più bello che vedere negli occhi e sul viso la storia di una persona. Le rughe fanno parte di noi, del nostro vissuto e del nostro essere. Sono il frutto delle tante esperienze provate ogni giorno sulla propria pelle, il risultato di situazioni ed emozioni, più o meno belle. Ma non per tutte le donne le rughe sono considerate un taboo, anzi hanno qualcosa di speciale che fa ricordare loro come sia bella la vita, ogni giorno.
Donne straordinarie, come quelle che hanno combattuto o stanno combattendo il cancro, che sognano di avere le rughe perché significa che hanno sconfitto con forza e coraggio la loro malattia e che sono desiderose di accogliere a braccia aperte tutto ciò che il futuro potrà regalare loro.

“Da anni lavoriamo in sinergia con L’Oréal Paris e McCann Worldgroup Italia per realizzare campagne di sensibilizzazione rivolte al mondo femminile affinché ogni donna non dimentichi quanto sia fondamentale la prevenzione contro i tumori. Raccontare le storie delle nostre Pink Ambassador vuol dire raccontare l’esperienza di tutte le donne che hanno combattuto la malattia e l’hanno sconfitta grazie alla ricerca scientifica d’eccellenza. Proprio per questo, Fondazione è da sempre impegnata nel finanziare i migliori medici e ricercatori che hanno deciso di dedicare la propria vita allo studio e alla cura dei tumori” - dichiara Monica Ramaioli, Direttore Generale di Fondazione Umberto Veronesi.

“Crediamo profondamente nel grande valore della ricerca e della prevenzione e anche quest’anno abbiamo voluto promuovere questo progetto dal forte impatto sociale. L’Oréal Paris fonda le sue radici nella ricerca scientifica al cui sviluppo sente il dovere di contribuire con un impegno concreto per il sostegno di tutte le donne. Essere donna è un cammino difficile e pieno di responsabilità e il nostro brand vuole essere al fianco di ognuna perché tutte possano guardare con serenità e fiducia verso il futuro” - afferma Guillaume Perrin, Brand Director L’Oréal Paris.

LE PROTAGONISTE
Gabriella, Angela, Laura, Clizia, Dorka e Chiara, ossia le Pink Ambassador di Fondazione Umberto Veronesi, sono le 6 protagoniste del video ufficiale della campagna, realizzato dall’agenzia creativa McCann Worldgroup Italia, che vedono nella possibilità di occuparsi delle proprie rughe qualcosa in più, un privilegio. Quelle stesse rughe testimoniano la vittoria sul cancro, per loro la malattia non ha avuto la meglio, la vita va avanti e hanno un futuro che le aspetta anche se sul loro volto c’è qualche ruga che assume un significato completamente diverso.

“Ho superato la mia malattia con forza, determinazione e coraggio, immaginandola come un gioco e nello stesso tempo una sfida che dovevo vincere. Ho imparato che anche da una situazione difficile e devastante, si può uscire più forti di prima” - afferma Dorka Feliz, 46 anni, Pink Ambassador di Fondazione Umberto Veronesi.


“La malattia è qualcosa che ti capita e non puoi farci nulla. Devi affrontarla a viso aperto. Sicuramente a me ha cambiato le priorità e mi ha ridato una grande gioia di vivere!” commenta Clizia Branchi, 50 anni, anche lei Pink Ambassador di Fondazione Umberto Veronesi.

Sono alcune delle testimonianze delle donne coinvolte nel progetto che, con le loro parole ed esperienze, hanno ispirato i 13 talenti dell’Accademia di Brera. Ogni anno, in Italia, oltre 52.000 donne si ammalano di tumore al seno, 10.600 di tumori dell’utero e 5.200 di tumore all’ovaio. I risultati ottenuti fino a oggi dalla ricerca scientifica sono incoraggianti e dimostrano come la diagnosi anticipata e le nuove terapie possano salvare la vita a moltissime donne. Per questo promuovere campagne di prevenzione e sensibilizzazione su questo tema è fondamentale.

IL MESSAGGIO
L’importante messaggio della campagna “Dona le tue rughe” è che dobbiamo impegnarci ogni giorno nel sostenere la ricerca scientifica contro il cancro. E oggi è possibile farlo con un semplice gesto: dal 15 ottobre al 30 novembre 2019 acquista un prodotto L’Oréal Paris nei punti vendita aderenti all’iniziativa (Il Gigante, Interspar, Italmark, Iperal, Mercatò, Aliper). L’Oréal Paris devolve, per ogni suo prodotto acquistato, 50 centesimi a favore di Fondazione Umberto Veronesi che finanzierà una borsa di ricerca annuale ad una ricercatrice di altissimo profilo che ha deciso di dedicare la propria vita allo studio e alla cura dei tumori femminili.


LA MOSTRA
Ogni opera coglie l’oggi. Anche quando è carica di memoria, anche se, come un veggente, l’artista legge il domani. Legata alla vita, l’arte indica la direzione dello sguardo e traccia un territorio denso e intenso, nel trattamento dei limiti della conoscenza. Presuppone un sapere che consente di osservare, disegnare e comprendere il vivente, l’ora e qui, che l’opera riconsegna alla materia. Ogni volta che una donna correggerà le proprie rughe con i trattamenti L’Oréal Paris, le donerà simbolicamente ad un’altra che sogna di averle. Si rafforza così l’obiettivo della campagna sulla sensibilizzazione: si crea un ponte di solidarietà tra le donne che lottano contro i segni del tempo e quelle che combattono contro un cancro che potrebbe non farle invecchiare.
McCann Worldgroup Italia è l’agenzia creativa che ha tenuto le fila del progetto creativo di tutta la campagna che include: un video digital in due formati (20 sec e 45 sec), una campagna stampa, materiali punto vendita e la partecipazione di alcuni influencer che contribuiranno a rafforzare il messaggio. Chi vorrà potrà condividere l’iniziativa utilizzando l’hashtag ufficiale #DonaLeTueRughe.
L’ingresso alla mostra è libero.

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

LR Wonder lancia la linea notte Wonder Night

di Laura Frigerio

LR Wonder, luxury brand della cosmesi, torna a sperimentare e a stupire confermandosi una realtà importante del panorama italiano.

L’ultima novità è Wonder Night, la nuova linea notte.

 

Al suo interno troviamo Wonder Night Crema notte e Wonder Night Mask che, in una formulazione esclusiva, abbinano le proprietà rigeneranti del veleno di vipera (considerato un vero e proprio elisir di bellezza) alle proprietà lenitive della camomilla, per offrire una combinazione di prodotti destinati a rivoluzionare il concetto di benessere notturno della pelle.

È proprio durante la notte che la pelle cambia caratteristiche rispetto al giorno, rigenerandosi e ossigenandosi: il mix crema notte, maschera (e buon riposo) può dunque fare la differenza. Grazie alla sua formula, la prima beauty sleep LR Wonder offre alla pelle l’azione quasi botulinica del veleno di vipera, che agisce a livello locale contrastando la formazione di radicali liberi, e le proprietà addolcenti e lenitive della camomilla: l’utilizzo costante nel tempo rende la pelle reidratata, distesa, omogenea.

Già conosciuto e apprezzato oltreoceano da influencer e celeb, il veleno di vipera utilizzato nella linea Wonder Night può essere utilizzato in tutta sicurezza: è infatti ricreato sinteticamente con la tecnologia SYN®-AKE che, esattamente come il veleno di vipera naturale, aiuta a contrastare linee sottili e rughe del viso riducendo la contrazione dei muscoli facciali (ma senza comprometterne i movimenti) e restituendo sin dai primi utilizzi una pelle liscia, morbida e compatta.

LA FORMULAZIONE DELLA LINEA WONDER NIGHT COMPRENDE:  

VITAMINA E - potente antiossidante, contrasta la formazione dei radicali liberi e rallenta l'invecchiamento cellulare. BURRO DI KARITÈ: proprietà emollienti, idratanti e rigeneranti.

CAMOMILLA - addolcente e lenitiva.

MELATONINA - ha effetti antiossidanti, combatte i radicali liberi, impedendo alla pelle di invecchiare. Nutre i fibroblasti favorendo la produzione di collagene endogeno.

SYN®-AKE - è un composto tripeptidico che mima l'effetto del Waglerin-1, peptide contenuto nel veleno di vipera. Molto efficace nella rapida attenuazione delle rughe di espressione.

RETINOLO - svolge un'ottima azione antiossidante. migliora la luminosità cutanea, contribuisce a ridurre le rughe, in particolare sulla pelle danneggiata dai raggi UV.


ACIDO JALURONICO - idratante, rassodante e setificante.

Crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Origo, il film di Tom Rebl e Matteo Bittante al Fashion Film Festival

di Laura Frigerio

“Origo”, il film nato dalla collaborazione artistica tra lo stilista Tom Rebl e il coreografo e art director Matteo Bittante, verrà proiettato dal 7 al 10 novembre nella sezione Oddity del Fashion Film Festival di Milano.

In seguito, per la precisione dal 9 al 10 novembre, sarà al Fashion Film Festival di Istanbul e poi al Dance on Screen Festival a Graz in Austria (dal 15 al 17 Novembre).

COSA C’E’ DA SAPERE SUL FILM
“Origo” è il nome dell’uomo e della donna che in ogni epoca fugge da se stesso e dalla sua storia. Origo s’è svegliato dentro a un sogno selvatico, rapito in una corsa mascherata di satiri danzanti. Le loro pelli sono primitive e i costumi ibridati hanno le tinte del sacrificio tragico e dell’ora del tramonto che incendia trame di terra senza inizio e senza fine.
Loro è il regno dei boschi, dei pascoli e delle montagne e a Origo chiedono di essere riconosciuti come le divinità amiche di un tempo. Calata la maschera, Origo rivede gli antichi fratelli, “pastori immersi in tanta solitudine e immense distanze” e rivede il suo volto di sfinge sdoppiato in una smorfia di sorriso che rivela la ferita del suo dolore. Una vertigine improvvisa che tutto muove conduce l’uomo del mito a una nuova rivelazione, forse una nuova divinità. Origo reca in mano due galli d’oro, simbolo del risveglio, della rinascita, del sole.

Ha inizio una nuova danza, un nuovo corso che cancella il tramonto per fare spazio a una nuova luce metallica in cui tutto riverbera. L’ultima epifania è la donna ridotta alla sua essenza, “colei che appare come l’alba, bella come la luna, pura come il sole”. [Cantico dei Cantici 6:10] Non conosciamo i suoi pensieri ma intuiamo il suo destino. Anche lei è Origo. I satiri la osservano da lontano fasciati nelle loro stoffe preziose e seducenti come vene dorate nell’aspra roccia. Studiano le geometrie e le distanze di quel corpo esile e occidentale, lo desiderano, lo vogliono possedere. Origo non fa resistenza, le sue carni bianche cadono preda di quell’antico sortilegio, si sveglierà poco dopo in fuga da sé stessa.

LA COLLABORAZIONE TRA TOM REBL E MATTEO BITTANTE
Nel 2013, Tom Rebl ha lavorato per la prima volta con Matteo Bittante coinvolgendolo come performer per la sua sfilata durante la Milano Fashion Week. Da quel momento sino ad oggi hanno collaborato su numerosi progetti di performance, video art e sfilate sia nel mondo della danza contemporanea che della moda. Oggi Matteo Bittante è direttore artistico di tutti gli eventi, le presentazioni e produzioni di foto e video del brand Tom Rebl.
Per il fashion film “Origo”, Matteo e Tom hanno scelto Matera, la capitale Europea della cultura 2019, come set ideale. Pochi giorni dopo le riprese, alcuni estratti del film sono stati proiettati al Palazzo Lanfranchi di Matera durante uno spettacolo di danza contemporanea prodotto dal Centro Nazionale di Produzione della danza DANCEHAUSpiù, di cui Matteo Bittante è co-direttore.

leggi di più

Pinko: Dream on Mountain Top

di Laura Frigerio

Con l’inoltrarsi dell’autunno e l’avvicinarsi dell’inverno chi non ha voglia di farsi una gita o anche un bel week-end in montagna?

Però ci vuole l’outfit giusto, che sia a tema e colorato (anche per aiutare l’umore, tendente al plumbeo in questo periodo dell’anno).

 

È per questo che vi presentiamo, con una bella gallery, le proposte di Pinko. Cosa ne pensate?


crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Johnnie Walker Song of Ice e Song of Fire, i whisky ispirati a Game of Thrones

di Redazione

Metalupo o Drago? Johnnie Walker, il blended scotch whisky più famoso al mondo, omaggia l’acclamata serie TV "Game of Thrones" con due nuove referenze ispirate alle Casate protagoniste dell’ultima stagione: Casa Stark e Casa Targaryen.

Con i due whisky in edizione limitata Song of Ice e Song of Fire, Johnnie Walker invita i fan a schierarsi, in un confronto che ancora divide il pubblico a distanza di mesi dall’epico finale di stagione: chi era davvero degno del Trono di Spade? Daenerys Targaryen, la regina di fuoco, o uno degli Stark, signori di Grande Inverno?

Accostando le bottiglie, l’iconico Striding Man di Johnnie Walker della versione Song of Fire affronta il suo omonimo della versione Song of Ice, sullo sfondo delle zanne del Metalupo e del respiro infuocato del Drago. Insieme, le bottiglie danno vita alla relazione tumultuosa tra Casa Targaryen e Casa Stark raffigurando i simboli delle casate fianco a fianco, il Metalupo e il Drago.

Quale idea migliore per brindare ad Halloween?

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Cristiana Verardo è la vincitrice del Premio Bianca d’Aponte

di Laura Frigerio

Si è conclusa ieri la 15esima edizione del Premio Bianca d’Aponte, l’appuntamento annuale con la canzone d’autrice, tenutosi al Teatro Cimarosa di Aversa.

A vincere è stata la leccese Cristiana Verardo, a cui andrà una borsa di studio di 1000 euro offerta dalla cooperativa Doc Servizi e che avrà diritto anche a un tour di otto concerti realizzato grazie al NuovoImaie (progetto realizzato con i fondi dell’art.7 L. 93/92).

A Lamine (da Trapani) sono andati invece il premio della critica “Fausto Mesolella” e il premio per la migliore interpretazione. Invece il riconoscimento per il miglior testo se l’è aggiudicato Chiara Bruno da Palermo, quello per la miglior composizione La Tarma da Reggio Emilia.

Molti i premi da parte di enti e associazioni esterni all’organizzazione. A ChiaraBlue da Rieti va quello dell’etichetta Suoni dall’Italia di Mariella Nava, con la proposta di una possibile collaborazione artistica, e quello del Virus Studio, chiamato “Premio ’Na stella”, per incidere in studio un brano con la produzione artistica di Ferruccio Spinetti.


A Rebecca Fornelli da Bari vanno quello di XO la factory (consistente in produzione, registrazione e promozione di un singolo) e quello dell’Associazione Virginia Vita, con una borsa di studio di 500 euro.

A Cristiana Verardo anche quello di Soundinside Basement Records, con la realizzazione di un video live in studio. Erano in lizza anche Eleonora Betti da Arezzo, Jole da Manfredonia (Foggia), Martina Jozwiak da Ancona e Giulia Ventisette da Firenze.

Nel festival diretto da Ferruccio Spinetti, a salire sul palco nella serata finale ci sono stati, oltre alle finaliste del contest, importanti nomi del panorama musicale italiano, come Enzo Gragnaniello e la madrina di questa edizione, Tosca, che ha interpretato “Anima scalza” di Bianca d'Aponte insieme ad alcuni brani del suo nuovissimo album “Morabeza”.
Ed inoltre: il collettivo AdoRiza, Elena Ledda, Carlo Marrale, Mariella Nava, Mauro Palmas e i Suonno d’Ajere. A questi ultimi è stato consegnato il Premio Bianca d’Aponte international.

Venerdì invece era toccato a Ginevra Di Marco & Cristina Donà, Giuseppe Anastasi, Gabriele Avogadro, Tony Canto, Kaballà e Pilar. Ad aprire entrambe le serate è stata la vincitrice dello scorso anno, Francesca Incudine. La conduzione era affidata a Ottavio Nieddu e Carlotta Scarlatto.

I momenti più significativi della manifestazione saranno inseriti in due speciali televisivi trasmessi nelle prossime settimane sull’emittente Sardegna1 (anche in streaming), curati da Ottavio Nieddu, con la realizzazione televisiva e la regia di Nino Gravino.

leggi di più

Nascono i Nutella Biscuits, che puoi assaggiare in anteprima a Milano

di Laura Frigerio

Siete golosi? Se la risposta è positiva, vi consigliamo di farvi un giro in Piazza Gae Aulenti, a Milano, dove fino al 31 ottobre sarà possibile assaggiare in anteprima i nuovi Nutella Buscuits (croccanti biscotti con un irresistibile cuore cremoso di Nutella).

Quella che potrete vivere in Casa Nutella (allestita per l’occasione) è una vera e propria experience, tecnologica e coinvolgente. Le emozioni suscitate dall’assaggio saranno rilevate e contribuiranno ad alimentare un counter che ha la forma del cuore di Nutella Biscuits.

Il counter sarà alimentato anche grazie alla partecipazione degli utenti online attraverso le interazioni social, le visite al sito Nutella, le Search su Google inerenti Nutella Biscuits. Nutella Biscuits sarà il primo biscotto lanciato insieme alle persone: tutti gli utenti potranno partecipare attivamente e diventare ambassador di Ferrero per supportare l’arrivo di Nutella® Biscuits in Italia.
Al termine dell’evento di Milano potremo leggere sul counter quanto grande sarà stato il coinvolgimento delle persone, sia a Casa Nutella che online, nei giorni che precedono l’arrivo di Nutella Biscuits negli scaffali in tutta Italia.

leggi di più

Miky Degni omaggia Leonardo

di Redazione

Miky Degni è stato invitato a un’importante mostra collettiva per le celebrazioni di Leonardo Da Vinci, che potrete ammirare al Mumi Ecomuseo Ex Fornace di Milano fino al 24 ottobre.

“L'eredità di Leonardo Da Vinci” (questo il titolo) è un evento artistico patrocinato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e per l'occasione Miky Degni ha realizzato una grafica di grande formato raffigurante il ritratto del Genio di Leonardo. Un ritratto che l’artista milanese ha trasformato in un’icona contemporanea dal gusto pop.

“Partecipare alle celebrazioni di Leonardo da Vinci con una mia opera è per me un grande onore. Un pò perchè si svolge nella mia città e un pò perchè mi sento parte integrante della location prescelta, i Navigli, cuore pulsante della creatività milanese, luogo in cui svolgo la mia attività da 30 anni” - ha dichiarato Miky Degni.

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Parfois lancia la campagna di solidarietà Butterfly Effect

di Laura Frigerio


Ottobre è il mese di prevenzione del tumore al seno e, per l’occasione, Parfois lancia la seconda edizione della campagna di solidarietà Butterfly Effect.

Il marchio portoghese di accessori è convinto che i piccoli gesti possano cambiare il mondo e quindi ha scelto come simbolo un foulard costellato di motivi ispirati alle farfalle, la cui vendita (sia in negozi fisici che on-line) sarà devoluta interamente alla Fondazione Umberto Veronesi per il progetto Pink is Good, nato per finanziare la ricerca scientifica d’eccellenza contro il tumore al seno.

L’iniziativa sarà presente in altri quattro paesi e cioè Portogallo, Francia, Spagna e Polonia.

Per maggiori informazioni: parfoisbutterflyeffect.com.

leggi di più

Ci baceremo tra il filo spinato, il ritorno di Valentina Gravili

di Laura Frigerio


Tra i singoli di nuova uscita che meritano di essere inseriti nelle vostre playlist c’è sicuramente “Ci baceremo tra il filo spinato” (edito da Maqueta Records e distribuito da Artist First), che segna il ritorno in grande stile di Valentina Gravili.

La cantautrice pugliese ha all’attivo tre album, tanti concerti e festival, nonché riconoscimenti e ora torna sulla scena musicale con una nuova visione del suo processo creativo.

Decisa ad abbandonare la “concezione tradizionale” del fare musica collegata obbligatoriamente all’esibizione dal vivo, guarda oggi alle sue canzoni come farebbe un Pittore con la sua Opera: “quello che resta dopo ore ed ore di lavoro, ricerca e ispirazione è il Quadro, la performance svanisce per far parlare esclusivamente l’Opera.

Il messaggio che “Ci baceremo tra il filo spinato” ci scaraventa addosso è potentissimo: rompere le acque, tagliare fili spinati con un bacio, abbattere le barriere che nel mondo i nazionalismi, la delegittimazione della cultura e l’individualismo sfrenato continuano sciaguratamente a costruire.

Tra preghiera e canzone, tra politica e cronaca, Valentina Gravili con questo suo nuovo singolo ci invita a riflettere e in qualche modo ad agire. Nell’artista e nella sua opera c’è un ritorno al mestiere del Cantautore che porta in primo piano il suo pensiero, il suo impegno.

Un sound rock metropolitano, innovativo nella forma e nella costruzione armonica, fatto di suoni acustici ed elettronici che punta direttamente al cuore di ognuno di noi e ci trascina in mezzo al mare, fra le scene immerse nel magma d’odio che continua a ribollire sotto i nostri piedi, dal Mediterraneo alla playa di  Tijuana.

leggi di più

Regali di Natale: la gift card di Milano In Tour

di Redazione

Ogni Natale la scelta dei regali sembra diventare una “mission impossible”. Ci vuole l'idea giusta per fare la differenza e a proporvela è l'Associazione Culturale Milano In Tour. Si tratta di una gift card con cui si regalerà ai propri cari un'esperienza o un tour alla scoperta dei segreti di Milano.


Basta collegarsi a www.milanointour.it, selezionare l’importo preferito e il destinatario potrà scegliere, entro un anno, uno dei numerosi tour presenti sul sito, che viene aggiornato periodicamente. Sarà possibile acquistare il buono con carta di credito, postepay o paypal.

Una volta completato il pagamento, la gift card verrà immediatamente inviata via mail all’indirizzo fornito nella casella “Immetti un indirizzo email per ogni destinatario”. Invece nel caso la si volesse consegnare a mano in un giorno speciale, basta inserire il proprio indirizzo e stampare il buono da casa. Grazie a Milano In Tour potrete così regalare alle persone del cuore un'emozione invece del classico oggetto.

Per prenotare la propria gift card: qui.

 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Rougj presenta la linea ProBiotic Haircare Innovation

di Laura Frigerio

Per essere belli fuori, bisogna stare bene dentro. È da questo principio basilare che nasce la nuova linea per capelli di Rougj ovvero ProBiotic Haircare Innovation. Si tratta di un rivoluzionario trattamento anticaduta a base di probiotici, assolutamente innovativo.

QUALCHE INFORMAZIONE SUI PROBIOTICI

Il probiotico è un supplemento dietetico a base di microbi vivi (i cosiddetti “fermenti lattici”) che, se assunto nella quantità adeguata, ha un effetto benefico sull’organismo poiché riequilibra la flora batterica intestinale.
Quest’ultima può venire alterata da vari fattori, come una dieta sregolata, un eccesso di zuccheri o di proteine animali, o ancora una scarsa assunzione di fibre alimentari.
Un’alterazione della flora batterica ha ripercussioni su tutto l’organismo, poiché il microbioma intestinale influenza le funzioni metaboliche, immunitarie ed infiammatorie dell’organismo. Tra i diversi strumenti nutrizionali a disposizione per agire sulla composizione e l’efficacia del microbioma intestinale vi sono: cambiamenti nei regimi alimentari e trattamenti a base di probiotici e prebiotici.

ROUGJ PROBIOTIC HAIRCARE INNOVATION
I probiotici alla base della nuova linea di Rougj ProBiotic Haircare Innovation servono nello specifico a riequilibrare l’ecosistema batterico della pelle e del cuoio capelluto, fondamentale per il mantenimento di una cute sana e forte. Se si verifica uno squilibrio nell’ecosistema batterico, la cute può risultare danneggiata o malata. Per prevenire e combattere tutti i disagi che ne possono conseguire, Rougj ha studiato e formulato la linea di prodotti ProBiotic Haircare Innovation con tecnologia brevettata di microincapsulazione.

Fanno parte della linea gli integratori orosolubili a base di probiotici microincapsulati, lo spray rinvigorente e protettivo, il detergente universale ideale per rinforzare la fibra del capello. Inoltre la linea ProBiotic prevede tre trattamenti urto in fiale, per contrastare la caduta e l’assottigliamento dei capelli, per curare fenomeni di forfora secca o grassa, e per trattare la cute con problemi di sebo. Per completare i trattamenti urto, l’offerta di Rougj comprende anche tre shampoo: anti-caduta, anti-forfora e sebo-regolatore.

GLI EFFETTI DELLA LINEA
I fermenti microincapsulati risultano essere cinque volte più attivi (e di conseguenza più efficaci) rispetto a quelli non microincapsulati poiché non risentono del passaggio gastro-duodenale (mentre di solito solo il 20% dei fermenti non microincapsulati sopravvivono agli acidi gastrici). Inoltre l’utilizzo di questa tecnologia garantisce una maggiore shelf life del prodotto.

Questo trattamento, pensato per un consumatore che desidera prendersi cura di sé dall’esterno ma anche e soprattutto dall’interno, consente di proteggere le cellule dei capelli dallo stress ossidativo e, grazie all’uso dei probiotici, permette un intervento naturale, sano ed efficace, che assicura il 47,27% in meno di capelli persi già dopo il primo mese, e fino al 68,15% in meno dopo 60 giorni.

ROUGJ
L’azienda Rougj opera da oltre trent’anni anni con successo nell’ambito della cosmesi haut de gamme distribuita in farmacia. Ancora oggi si si conferma un brand leader nei cosmetici all’avanguardia e hi-tech, estremamente performanti e di altissima qualità. Oggi l’offerta dell’azienda di prodotti funzionali, di derivazione naturale e non testati sugli animali, si arricchisce di questa rivoluzionaria linea di referenze specifiche per il benessere dei capelli e del cuoio capelluto.

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Lucia Heffernan firma una capsule collection per Pinko

di Laura Frigerio


Pinko torna a stupirci con effetti speciali, stavolta grazie a una speciale capsule realizzata in collaborazione con l’artista americana Lucia Heffernan, ispirata all’amore per la vita, agli animali e a un mondo più verde.


Si tratta di una collezione unica grazie ai design di Caterina Negra e ai famosi ritratti di Lucia Heffernan, che rappresentano i suoi iconici animaletti nelle vesti della donna Pinko.

Ironiche e divertenti, queste stampe multicolor ritraggono, per esempio, una gatta sorniona in stile “Colazione da Tiffany,” una timida coniglietta che si prepara ad un incontro galante, una topolina in versione Cappuccetto Rosso, “Lil Mime” coniglio con T-shirt marinier e foularino rosso, l’agguerrito coniglio a cavallo della zebra, lo sportivo gatto “Etsy” e “Hillary,” l’adorabile asinella Made in U.S. che sfoggia una collana di perle dal gusto bon-ton. Questi simpaticissimi personaggi campeggiano su T-shirt, felpe e mini abiti in cotone con cappuccio dove il logo Pinko impreziosito da ricami e micro studs viene abbinato a grafiche tipiche della cultura a stelle e strisce, come motivi college e righe football.

“La mia opera è un'espressione e un'esplorazione della mia attrazione che ho per gli animali. Nei miei quadri, cerco di dare agli animali una voce e una personalità, come se fossero esseri umani. Questa collisione tra sensibilità animale e umana crea un mondo stravagante, teatrale e spesso umoristico a cui gli spettatori non possono che relazionarsi emotivamente. Come Graphic designer e pittrice ad olio, sto sperimentando continuamente diversi stili di realismo contemporaneo, che bilanciano la mia sensibilità artistica, con il mio senso spiccato dell’umorismo. Nel mio lavoro, rimane costante il rispetto per gli animali che si unisce sempre al mio desiderio di portare un sorriso sul viso di ogni spettatore” - ha dichiarato Lucia Heffernan.

Questa capsule (composta da 5 t-shirt, 6 felpe e 4 borse) è molto speciale, anche sul fronte della sostenibilità. Un esempio? Le borse sono realizzate con materiale riciclato da 21 bottiglie d’acqua.

Contraddistinta da un logo speciale che riunisce tutti i personaggi protagonisti della capsule, la collezione Lucia Heffernan X Pinko (distribuita con una esclusiva shopping bag dedicata) sarà in vendita a partire dal Novembre nei negozi Pinko e in una serie di punti vendita multibrand dedicati.

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Le Incredibili Curiosità di Padova, un saggio di Silvia Gorgi

di Laura Frigerio


Ogni città nasconde storie, segreti e curiosità. Sono proprio quest’ultime che la giornalista e scrittrice padovana Silvia Gorgi racconta nel suo nuovo saggio Le Incredibili Curiosità di Padova (edito da Newton Compton editori).


Il libro che arriva in un momento importante per Padova, sempre di più al centro dell'attenzione anche a livello nazionale, grazie alla sua candidatura a Patrimonio dell’Unesco nel 2020 con il progetto di “Padova Urbs Picta”, ossia al suo ciclo pittorico del Trecento, che ha come fulcro la cappella degli Scrovegni di Giotto.

Una grande opportunità per la città del Santo, che sta attraversando un momento magico.

Ma quali incredibili curiosità cela nella sua storia lungo i secoli? Si potrebbe iniziare proprio da Giotto, uno dei suoi simboli, o meglio, non solo da lui, ma dal percorso di “salvezza dell’anima” che se Giotto crea attraverso le immagini dei suoi dipinti, Dante plasma nella Divina Commedia. Perché questo parallelo? Perché Dante, Giotto, e Padova, tutti e tre assieme, formano un triangolo assai curioso, dalle mille sorprese. Ed è sempre un triangolo, ma in questo caso d’amore e d’amicizia, quello che, in città, unisce il patrizio veneziano Andrea Memmo, creatore della piazza più nota della città in stile illuministico, Prato della Valle, la nobile veneziana, nonché scrittrice, Giustiniana Wynne, e il grande seduttore Giacomo Casanova che, fra le vie patavine, oltre a spezzare qualche cuore e praticare riti magici, trascorse l’infanzia e il suo periodo di formazione, allo studio, e alla vita.

Un territorio, quello patavino, che sempre ha attirato grandi personalità, come quella di Pierre Jules Théophile Gautier, il “papà” del Capitan Fracassa letterario, che vi arrivò mentre stava facendo il Grand Tour, e non poté esimersi dall’esercitare il suo “spirito critico” anche quando si ritrovò a visitare le bellezze del centro storico: dal Caffè Pedrocchi alla Basilica del Santo. Non fu certo l’unico intellettuale a essere stato spinto attraverso le rotte del Grand Tour a conoscere la città universitaria patavina: prima di lui Goethe, e molti altri intellettuali. Del resto Padova fu una delle mete imprescindibili per la formazione dei giovani del tempo. E la città finì per essere location perfetta anche per uno dei drammi scritti dal grandissimo Victor Hugo.

Nel Novecento delle guerre mondiali, il Bo, l’ateneo patavino si distinse, cercando di mantenere, fin quando fu possibile, ciò su cui era stato creato: la libertà. Una Resistenza, quella veneta, messa a dura prova in città, dalla presenza della Banda Carità, nel corso del secondo conflitto mondiale. Il terrore prese forma a Palazzo Giusti, dove torture e nefandezze si materializzano in maniera agghiacciante. Fatti, personaggi, relazioni che hanno segnato il passato di una città che s’appresta a vivere un momento magico, fra “Padova Urbs Picta” e gli 800 anni del Bo.

“Le Incredibili Curiosità di Padova” è il quarto saggio patavino scritto da Silvia Gorgi e arriva dopo il successo di “Forse non tutti sanno che a Padova…”, “Storie segrete della storia di Padova” e “I Luoghi e i racconti più strani di Padova”.


PRESENTAZIONI
Silvia Gorgi vi aspetta per delle presentazioni del suo libro. Quando? Ecco i vari appuntamenti:
- 10 novembre Libreria Mondadori Bookstore di Piazza Insurrezione a Padova alle 18. Moderano Giacomo Brunoro e Maxi Sabbion

- 13 novembre OCP Officine Creative Pathos, via Cavalletto 26/28 a Padova alle 18. Modera Damiana Schirru
- 22 novembre, reading all'interno dell'800 Padova Festival, Caffè Pedrocchi, Sala Rossini ore 17
- 30 novembre Libreria di Cultura di Conselve, piazza XX settembre n. 62, Conselve (PD) ore 18

 

 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Samuel veste Tom Rebl a X Factor

di Laura Frigerio

State seguendo la nuova edizione di X Factor? E cosa ne pensate dei giudici?
Noi li troviamo veramente cool, in particolare Samuel (noto anche come frontman dei Subsonica) che pare particolarmente attento al look.

Ieri sera, durante il terzo live del talent, ha per esempio ha indossato una delle creazioni dello stilista tedesco Tom Rebl. Salendo sul palco ha esibito un completo con giacca arancione. Da sempre Samuel segue lo stile di Tom Rebl scegliendolo spesso per interpretare la sua anima rock.

crediti foto: ufficio stampa Tom Rebl

leggi di più

Torna IF! Festival internazionale della creatività

di Laura Frigerio

Torna, con una nuova e ricca edizione, IF! Festival internazionale della creatività. L’appuntamento è al Base di Milano, dal 7 al 9 novembre.

Tra gli ospiti Enrico Mentana, La Pina, Valentina Ricci, Linus, Nino Frassica, Massimo Recalcati e altri guru della creatività. Tra gli appuntamenti di quest’anno segnaliamo in particolare il lunch in compagnia di La Pina e la presenza di Valentina Ricci, “La Vale” di Radio Deejay, che parlerà di storytelling femminile del sesso. Inoltre, si discuterà anche di moda insieme a Paola Marazzini, Director Agency and Strategic Partnerships di Google.

Creatività, networking, formazione, tecnologia e entertainment sono i pilastri intorno ai quali, dal 2014, creativi provenienti da tutto il mondo, aziende, agenzie di comunicazione, centri media, case di produzione, editori, istituzioni, associazioni e scuole di formazione, si ritrovano per presentare scenari di riferimento e confrontarsi su esempi di innovazione e nuove tendenze. Organizzato e promosso da ADCI e UNA, IF! Italians Festival si focalizza sulla creatività come elemento chiave del successo di una industry e di un Paese che a questa deve agganciare il proprio sviluppo.

Qui il programma: https://2019.italiansfestival.it/programma/.

leggi di più

Wiko: View3 Lite nel colore Artic Bleen

di Laura Frigerio

Pronte per entrare nel mood invernale? Wiko, il brand di telefonia portavoce del “lusso democratico”, vi dà una mano proponendo lo smartphone View3 Lite nell’inedito colore Arctic Bleen. La sua back cover è un gioco di sfumature glaciali, dal grigio al bleen (fusione di blue e green), che richiamano gli innevati paesaggi incontaminati.


Fratello minore della serie View3, questo smartphone dal display full screen da 6” regala un'esperienza di totale immersione nei propri contenuti preferiti e racchiude 32GB di ROM e 2GB di RAM per archiviare fino a 4000 immagini, 50 episodi delle proprie serie preferite, 300 album musicali o 140 videogiochi. Grazie alla doppia fotocamera posteriore con sensore principale da 13MP sarà possibile scattare immagini nitide e brillanti in ogni condizione e con il secondo obiettivo da 2MP per l’effetto profondità, le foto saranno anche a prova di “alta quota”! Inoltre, i 5MP della fotocamera anteriore promettono scatti “da brivido” e acchiappa like.

Altro plus? Una batteria da 4000 mAh che garantisce fino a due giorni di autonomia con una solo carica.

Il prezzo consigliato? 129,99€.

leggi di più

Milady è il nuovo singolo di Patrizio Santo feat. Mic Champion

di Redazione

Un brano da inserire assolutamente nella propria playlist? “Milady”, il nuovo singolo di Patrizio Santo (uscito per Ondesonore Records) che vanta il featuring con il rapper americano Mic Champion.

Questa collaborazione è nata sui Social con una stima reciproca nell’ascolto dei loro brani fino a portarli alla creazione di un singolo dal sapore internazionale.
Le riprese del videoclip sono state girate tra la Florida e l’Italia, nonostante la grande distanza geografica, i due artisti hanno amalgamato i loro diversi stili e le loro culture musicali creando un sound unico nel suo genere.

Patrizio Santo è reduce da un altro importante featuring con Luca Abete l’inviato di Striscia La Notizia con la canzone “Non ci ferma nessuno” grazie alla quale sono stati donati 10.000 pasti completi al Banco Alimentare. La canzone è diventata la colonna sonora della campagna sociale motivazionale ideata dallo stesso Luca Abete giunta quest’anno alla quinta edizione. La scorsa estate Patrizio è stato tra i protagonisti del Deejay on Stage a Riccione nel contest per emergenti con il suo brano “Ancora”.

Il suo primo album è quasi pronto... sui Social Patrizio ha una ricca Fanbase che lo segue e con la quale interagisce quotidianamente. C’è tanta energia positiva con l’obiettivo di trasmettere emozioni e costruire un lungo filo costante.

leggi di più

Treatwell: Belén Rodriguez e David Beckham beauty guru

di Laura Frigerio

Capita spesso di ispirarsi alle star per il proprio look. Ma quali sono le icone che oggi vanno per la maggiore? Treatwell (il più grande portale in Europa per la prenotazione di trattamenti di bellezza e benessere) ha fatto un sondaggio all’interno dei saloni che fanno parte del suo network per individuare i nuovi punti di riferimento degli italiani in fatto di styling dei capelli.

Per quanto riguarda i look femminili, le showgirl della tv battono le star del firmamento hollywoodiano, mentre gli uomini attingono a piene mani dai campi di calcio, guardando sia ai campioni di ieri che ai talenti attualmente sulla cresta dell’onda. Le star preferite? Belén Rodriguez e David Beckham.

NON SOLO TEENAGER
I parrucchieri intervistati da Treatwell confermano la forte propensione degli italiani a ispirarsi ai vip per le proprie acconciature (70%). Oltre un terzo dei professionisti (37,5%) rivela che circa una volta alla settimana almeno un cliente si presenta in salone chiedendo allo stylist di riprodurre fedelmente il look di una specifica celebrity, mentre il 10% sostiene di ricevere questo tipo di richieste addirittura ogni giorno. Sorprendentemente non sono i teenager a lasciarsi maggiormente influenzare dai look di pop star, sportivi e attori.

Chi arriva in salone con la foto di una celebrity come riferimento, infatti, in un terzo dei casi ha tra i 36 e i 45 anni (32,5%). Seguono a ruota i millennial di età compresa tra i 26 e i 35 anni (27,5%), mentre la percentuale si abbassa tra i clienti dai 21 ai 25 anni (22,5%). Nel 15% dei casi, invece, sono gli over 45 a non resistere al fascino delle star. Per la serie “go big or go home”, quando si ritrova seduto sulla poltrona del parrucchiere, un italiano su due (52,5%) opta per il “pacchetto completo” per veder riflesso nello specchio in modo assolutamente fedele il look del vip prescelto, dal taglio al colore, senza tralasciare la piega. Un quarto dei clienti, invece, preferisce concentrarsi esclusivamente sul taglio del proprio beniamino (27,5%), optando per tinte o styling differenti “dall’originale”.
Il 15% degli italiani, di contro, si presenta dal parrucchiere chiedendo specificamente di riprodurre il colore dei capelli sfoggiato dalla star di riferimento, per poi sbizzarrirsi in fatto di taglio e acconciatura.

LO SHATUSH DI BELEN E IL CIUFFO DI DAVID BECKHAM
Ma quali sono le celebrity che gli italiani prendono a modello quando vanno dal parrucchiere? Per la clientela femminile sono il piccolo e il grande schermo le principali fonti di ispirazione: Treatwell ha rilevato che una donna su due (50%) desidera imitare i look soprattutto di conduttrici e personaggi tv, mentre oltre un terzo (35%) punta ad acconciature da red carpet, orientando le proprie scelte in base a quelle sfoggiate dalle attrici di Hollywood. Blogger e Instagrammer influenzano a colpi di post il 30% delle donne.

Entrando nel dettaglio, i look più copiati dalle italiane sono molto diversi tra loro, ma ugualmente iconici. Sono infatti il balayage di Belén Rodriguez (45%) e il long bob dell’eterea Cate Blanchett (42,3%) a dettare legge in salone. Chiudono il podio i capelli lunghi e leggermente mossi con riga laterale dell’imprenditrice digitale Chiara Ferragni, che batte la lunghezza media e bon ton di Kate Middleton.


Le icone di stile maschili sono invece in larga parte sportivi (57,5%), seguiti da attori di Hollywood (27,5%) e italiani (17,5%), mentre blogger e influencer sembrano avere meno potere (7,5%) nell’ispirare le scelte davanti allo specchio del barbiere. In generale, gli uomini attingono soprattutto al mondo del calcio quando sono in cerca di ispirazione per la propria immagine. In Italia i look più richiesti sono infatti quelli di un famosissimo ex campione e del bomber più temuto della Serie A: al primo post spicca il ciuffo pettinato all’indietro di David Beckham (50%), seguito a ruota dall'undercut di Cristiano Ronaldo (47,5%). Dopo il mondo del pallone, è il cinema Made in Italy a ispirare gli uomini: nel 22,5% dei casi fanno il nome di un talento nostrano, chiedendo al barbiere capelli corti e barba folta e curata come quella di Alessandro Borghi (22,5%).


“Che si voglia ricreare un beauty look particolare o si decida di affidarsi ai consigli del parrucchiere per valorizzare i propri tratti distintivi, su Treatwell è possibile trovare sempre quello che si cerca. Non solo taglio e piega: con migliaia di trattamenti e saloni tra cui scegliere, basta un click per prenotare in qualunque momento, anche on-the-go, il servizio più adatto alle proprie esigenze, dalla manicure alla ceretta, passando per acconciature, massaggi e coccole alla spa” - spiega Chiara Cassani, Marketing Manager Italy di Treatwell.

leggi di più

Swap in the City Milano, torna all'Aspirin

di Redazione

Ultimo e imperdibile appuntamento dell'anno con Swap in the City Milano. Quando? Mercoledì 13 novembre, dalle 18 alle 21.30, presso Aspirin (in Piazza Sportorno 2), ovviamente a Milano. Swap in the City Milano organizza eventi glamour di baratto nel capoluogo lombardo.

Si tratta di eventi speciali a tema, durante i quali è possibile scambiare vestiti e accessori che non si usano più, facendo delle nuove amicizie.

Per lo Swap Party del 13 novembre i posti sono limitati: ce ne sono 50 e l'iscrizione è obbligatoria. La quota di partecipazione 15 euro a persona (anche per accompagnatori, che dovranno iscriversi come tali) ed è previsto un gettone medium in omaggio per le nuove amiche che verranno portate all'evento. Inclusa anche la consumazione con buffet.

Per ricevere il gettone è necessario segnalare tutti i dati al momento dell'iscrizione via mail.
Come farlo? Inviando una mail o compilando il modulo che si trova nella sezione“contatti” del sito www.swapinthecitymilano.it.

leggi di più

La mostra Dona le tue rughe, a Milano fino all'8 novembre

di Laura Frigerio

Se vi trovate a Milano vi consigliamo di passare nello Spazio Solferino 19, dove fino all’8 novembre (dalle ore 17.30 alle 21.00) potrete visitare la mostra “Dona le tue rughe”.
Quest’ultima è frutto della campagna di L’Oréal Paris ideata da McCann Worldgroup Italia, insieme a Fondazione Umberto Veronesi, lanciata lo scorso giugno e che ora prosegue con un nuovo capitolo. 

 

GLI ARTISTI
Tredici giovani promettenti artisti dell’Accademia di Belle Arti di Brera hanno voluto omaggiare il tema delle donne, della malattia, della lotta, della bellezza, ciascuno con una propria opera: fotografie, installazioni, disegni e altre forme d’arte.
Maria Cristina Galli, Vice-Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Brera, spiega: “Il progetto che gli studenti di Brera sono stati chiamati a interpretare si relaziona con qualcosa che misura e trattiene il tempo, che segna il passo della vita e della forza necessaria che occorre a tracciarne il percorso. Tempo che è attore fondamentale insieme alle protagoniste di questa formidabile iniziativa, che è quello di un processo, di una rinascita quotidiana, dell’annuncio di una nuova avventura”.

IL CONCEPT
Da sempre le donne non amano invecchiare e nella società moderna non è spesso facile accettare i cambiamenti del passare del tempo. Ma non c’è niente di più bello che vedere negli occhi e sul viso la storia di una persona. Le rughe fanno parte di noi, del nostro vissuto e del nostro essere. Sono il frutto delle tante esperienze provate ogni giorno sulla propria pelle, il risultato di situazioni ed emozioni, più o meno belle. Ma non per tutte le donne le rughe sono considerate un taboo, anzi hanno qualcosa di speciale che fa ricordare loro come sia bella la vita, ogni giorno.
Donne straordinarie, come quelle che hanno combattuto o stanno combattendo il cancro, che sognano di avere le rughe perché significa che hanno sconfitto con forza e coraggio la loro malattia e che sono desiderose di accogliere a braccia aperte tutto ciò che il futuro potrà regalare loro.

“Da anni lavoriamo in sinergia con L’Oréal Paris e McCann Worldgroup Italia per realizzare campagne di sensibilizzazione rivolte al mondo femminile affinché ogni donna non dimentichi quanto sia fondamentale la prevenzione contro i tumori. Raccontare le storie delle nostre Pink Ambassador vuol dire raccontare l’esperienza di tutte le donne che hanno combattuto la malattia e l’hanno sconfitta grazie alla ricerca scientifica d’eccellenza. Proprio per questo, Fondazione è da sempre impegnata nel finanziare i migliori medici e ricercatori che hanno deciso di dedicare la propria vita allo studio e alla cura dei tumori” - dichiara Monica Ramaioli, Direttore Generale di Fondazione Umberto Veronesi.

“Crediamo profondamente nel grande valore della ricerca e della prevenzione e anche quest’anno abbiamo voluto promuovere questo progetto dal forte impatto sociale. L’Oréal Paris fonda le sue radici nella ricerca scientifica al cui sviluppo sente il dovere di contribuire con un impegno concreto per il sostegno di tutte le donne. Essere donna è un cammino difficile e pieno di responsabilità e il nostro brand vuole essere al fianco di ognuna perché tutte possano guardare con serenità e fiducia verso il futuro” - afferma Guillaume Perrin, Brand Director L’Oréal Paris.

LE PROTAGONISTE
Gabriella, Angela, Laura, Clizia, Dorka e Chiara, ossia le Pink Ambassador di Fondazione Umberto Veronesi, sono le 6 protagoniste del video ufficiale della campagna, realizzato dall’agenzia creativa McCann Worldgroup Italia, che vedono nella possibilità di occuparsi delle proprie rughe qualcosa in più, un privilegio. Quelle stesse rughe testimoniano la vittoria sul cancro, per loro la malattia non ha avuto la meglio, la vita va avanti e hanno un futuro che le aspetta anche se sul loro volto c’è qualche ruga che assume un significato completamente diverso.

“Ho superato la mia malattia con forza, determinazione e coraggio, immaginandola come un gioco e nello stesso tempo una sfida che dovevo vincere. Ho imparato che anche da una situazione difficile e devastante, si può uscire più forti di prima” - afferma Dorka Feliz, 46 anni, Pink Ambassador di Fondazione Umberto Veronesi.


“La malattia è qualcosa che ti capita e non puoi farci nulla. Devi affrontarla a viso aperto. Sicuramente a me ha cambiato le priorità e mi ha ridato una grande gioia di vivere!” commenta Clizia Branchi, 50 anni, anche lei Pink Ambassador di Fondazione Umberto Veronesi.

Sono alcune delle testimonianze delle donne coinvolte nel progetto che, con le loro parole ed esperienze, hanno ispirato i 13 talenti dell’Accademia di Brera. Ogni anno, in Italia, oltre 52.000 donne si ammalano di tumore al seno, 10.600 di tumori dell’utero e 5.200 di tumore all’ovaio. I risultati ottenuti fino a oggi dalla ricerca scientifica sono incoraggianti e dimostrano come la diagnosi anticipata e le nuove terapie possano salvare la vita a moltissime donne. Per questo promuovere campagne di prevenzione e sensibilizzazione su questo tema è fondamentale.

IL MESSAGGIO
L’importante messaggio della campagna “Dona le tue rughe” è che dobbiamo impegnarci ogni giorno nel sostenere la ricerca scientifica contro il cancro. E oggi è possibile farlo con un semplice gesto: dal 15 ottobre al 30 novembre 2019 acquista un prodotto L’Oréal Paris nei punti vendita aderenti all’iniziativa (Il Gigante, Interspar, Italmark, Iperal, Mercatò, Aliper). L’Oréal Paris devolve, per ogni suo prodotto acquistato, 50 centesimi a favore di Fondazione Umberto Veronesi che finanzierà una borsa di ricerca annuale ad una ricercatrice di altissimo profilo che ha deciso di dedicare la propria vita allo studio e alla cura dei tumori femminili.


LA MOSTRA
Ogni opera coglie l’oggi. Anche quando è carica di memoria, anche se, come un veggente, l’artista legge il domani. Legata alla vita, l’arte indica la direzione dello sguardo e traccia un territorio denso e intenso, nel trattamento dei limiti della conoscenza. Presuppone un sapere che consente di osservare, disegnare e comprendere il vivente, l’ora e qui, che l’opera riconsegna alla materia. Ogni volta che una donna correggerà le proprie rughe con i trattamenti L’Oréal Paris, le donerà simbolicamente ad un’altra che sogna di averle. Si rafforza così l’obiettivo della campagna sulla sensibilizzazione: si crea un ponte di solidarietà tra le donne che lottano contro i segni del tempo e quelle che combattono contro un cancro che potrebbe non farle invecchiare.
McCann Worldgroup Italia è l’agenzia creativa che ha tenuto le fila del progetto creativo di tutta la campagna che include: un video digital in due formati (20 sec e 45 sec), una campagna stampa, materiali punto vendita e la partecipazione di alcuni influencer che contribuiranno a rafforzare il messaggio. Chi vorrà potrà condividere l’iniziativa utilizzando l’hashtag ufficiale #DonaLeTueRughe.
L’ingresso alla mostra è libero.

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

LR Wonder lancia la linea notte Wonder Night

di Laura Frigerio

LR Wonder, luxury brand della cosmesi, torna a sperimentare e a stupire confermandosi una realtà importante del panorama italiano.

L’ultima novità è Wonder Night, la nuova linea notte.

 

Al suo interno troviamo Wonder Night Crema notte e Wonder Night Mask che, in una formulazione esclusiva, abbinano le proprietà rigeneranti del veleno di vipera (considerato un vero e proprio elisir di bellezza) alle proprietà lenitive della camomilla, per offrire una combinazione di prodotti destinati a rivoluzionare il concetto di benessere notturno della pelle.

È proprio durante la notte che la pelle cambia caratteristiche rispetto al giorno, rigenerandosi e ossigenandosi: il mix crema notte, maschera (e buon riposo) può dunque fare la differenza. Grazie alla sua formula, la prima beauty sleep LR Wonder offre alla pelle l’azione quasi botulinica del veleno di vipera, che agisce a livello locale contrastando la formazione di radicali liberi, e le proprietà addolcenti e lenitive della camomilla: l’utilizzo costante nel tempo rende la pelle reidratata, distesa, omogenea.

Già conosciuto e apprezzato oltreoceano da influencer e celeb, il veleno di vipera utilizzato nella linea Wonder Night può essere utilizzato in tutta sicurezza: è infatti ricreato sinteticamente con la tecnologia SYN®-AKE che, esattamente come il veleno di vipera naturale, aiuta a contrastare linee sottili e rughe del viso riducendo la contrazione dei muscoli facciali (ma senza comprometterne i movimenti) e restituendo sin dai primi utilizzi una pelle liscia, morbida e compatta.

LA FORMULAZIONE DELLA LINEA WONDER NIGHT COMPRENDE:  

VITAMINA E - potente antiossidante, contrasta la formazione dei radicali liberi e rallenta l'invecchiamento cellulare. BURRO DI KARITÈ: proprietà emollienti, idratanti e rigeneranti.

CAMOMILLA - addolcente e lenitiva.

MELATONINA - ha effetti antiossidanti, combatte i radicali liberi, impedendo alla pelle di invecchiare. Nutre i fibroblasti favorendo la produzione di collagene endogeno.

SYN®-AKE - è un composto tripeptidico che mima l'effetto del Waglerin-1, peptide contenuto nel veleno di vipera. Molto efficace nella rapida attenuazione delle rughe di espressione.

RETINOLO - svolge un'ottima azione antiossidante. migliora la luminosità cutanea, contribuisce a ridurre le rughe, in particolare sulla pelle danneggiata dai raggi UV.


ACIDO JALURONICO - idratante, rassodante e setificante.

Crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Origo, il film di Tom Rebl e Matteo Bittante al Fashion Film Festival

di Laura Frigerio

“Origo”, il film nato dalla collaborazione artistica tra lo stilista Tom Rebl e il coreografo e art director Matteo Bittante, verrà proiettato dal 7 al 10 novembre nella sezione Oddity del Fashion Film Festival di Milano.

In seguito, per la precisione dal 9 al 10 novembre, sarà al Fashion Film Festival di Istanbul e poi al Dance on Screen Festival a Graz in Austria (dal 15 al 17 Novembre).

COSA C’E’ DA SAPERE SUL FILM
“Origo” è il nome dell’uomo e della donna che in ogni epoca fugge da se stesso e dalla sua storia. Origo s’è svegliato dentro a un sogno selvatico, rapito in una corsa mascherata di satiri danzanti. Le loro pelli sono primitive e i costumi ibridati hanno le tinte del sacrificio tragico e dell’ora del tramonto che incendia trame di terra senza inizio e senza fine.
Loro è il regno dei boschi, dei pascoli e delle montagne e a Origo chiedono di essere riconosciuti come le divinità amiche di un tempo. Calata la maschera, Origo rivede gli antichi fratelli, “pastori immersi in tanta solitudine e immense distanze” e rivede il suo volto di sfinge sdoppiato in una smorfia di sorriso che rivela la ferita del suo dolore. Una vertigine improvvisa che tutto muove conduce l’uomo del mito a una nuova rivelazione, forse una nuova divinità. Origo reca in mano due galli d’oro, simbolo del risveglio, della rinascita, del sole.

Ha inizio una nuova danza, un nuovo corso che cancella il tramonto per fare spazio a una nuova luce metallica in cui tutto riverbera. L’ultima epifania è la donna ridotta alla sua essenza, “colei che appare come l’alba, bella come la luna, pura come il sole”. [Cantico dei Cantici 6:10] Non conosciamo i suoi pensieri ma intuiamo il suo destino. Anche lei è Origo. I satiri la osservano da lontano fasciati nelle loro stoffe preziose e seducenti come vene dorate nell’aspra roccia. Studiano le geometrie e le distanze di quel corpo esile e occidentale, lo desiderano, lo vogliono possedere. Origo non fa resistenza, le sue carni bianche cadono preda di quell’antico sortilegio, si sveglierà poco dopo in fuga da sé stessa.

LA COLLABORAZIONE TRA TOM REBL E MATTEO BITTANTE
Nel 2013, Tom Rebl ha lavorato per la prima volta con Matteo Bittante coinvolgendolo come performer per la sua sfilata durante la Milano Fashion Week. Da quel momento sino ad oggi hanno collaborato su numerosi progetti di performance, video art e sfilate sia nel mondo della danza contemporanea che della moda. Oggi Matteo Bittante è direttore artistico di tutti gli eventi, le presentazioni e produzioni di foto e video del brand Tom Rebl.
Per il fashion film “Origo”, Matteo e Tom hanno scelto Matera, la capitale Europea della cultura 2019, come set ideale. Pochi giorni dopo le riprese, alcuni estratti del film sono stati proiettati al Palazzo Lanfranchi di Matera durante uno spettacolo di danza contemporanea prodotto dal Centro Nazionale di Produzione della danza DANCEHAUSpiù, di cui Matteo Bittante è co-direttore.

leggi di più

Pinko: Dream on Mountain Top

di Laura Frigerio

Con l’inoltrarsi dell’autunno e l’avvicinarsi dell’inverno chi non ha voglia di farsi una gita o anche un bel week-end in montagna?

Però ci vuole l’outfit giusto, che sia a tema e colorato (anche per aiutare l’umore, tendente al plumbeo in questo periodo dell’anno).

 

È per questo che vi presentiamo, con una bella gallery, le proposte di Pinko. Cosa ne pensate?


crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Johnnie Walker Song of Ice e Song of Fire, i whisky ispirati a Game of Thrones

di Redazione

Metalupo o Drago? Johnnie Walker, il blended scotch whisky più famoso al mondo, omaggia l’acclamata serie TV "Game of Thrones" con due nuove referenze ispirate alle Casate protagoniste dell’ultima stagione: Casa Stark e Casa Targaryen.

Con i due whisky in edizione limitata Song of Ice e Song of Fire, Johnnie Walker invita i fan a schierarsi, in un confronto che ancora divide il pubblico a distanza di mesi dall’epico finale di stagione: chi era davvero degno del Trono di Spade? Daenerys Targaryen, la regina di fuoco, o uno degli Stark, signori di Grande Inverno?

Accostando le bottiglie, l’iconico Striding Man di Johnnie Walker della versione Song of Fire affronta il suo omonimo della versione Song of Ice, sullo sfondo delle zanne del Metalupo e del respiro infuocato del Drago. Insieme, le bottiglie danno vita alla relazione tumultuosa tra Casa Targaryen e Casa Stark raffigurando i simboli delle casate fianco a fianco, il Metalupo e il Drago.

Quale idea migliore per brindare ad Halloween?

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Cristiana Verardo è la vincitrice del Premio Bianca d’Aponte

di Laura Frigerio

Si è conclusa ieri la 15esima edizione del Premio Bianca d’Aponte, l’appuntamento annuale con la canzone d’autrice, tenutosi al Teatro Cimarosa di Aversa.

A vincere è stata la leccese Cristiana Verardo, a cui andrà una borsa di studio di 1000 euro offerta dalla cooperativa Doc Servizi e che avrà diritto anche a un tour di otto concerti realizzato grazie al NuovoImaie (progetto realizzato con i fondi dell’art.7 L. 93/92).

A Lamine (da Trapani) sono andati invece il premio della critica “Fausto Mesolella” e il premio per la migliore interpretazione. Invece il riconoscimento per il miglior testo se l’è aggiudicato Chiara Bruno da Palermo, quello per la miglior composizione La Tarma da Reggio Emilia.

Molti i premi da parte di enti e associazioni esterni all’organizzazione. A ChiaraBlue da Rieti va quello dell’etichetta Suoni dall’Italia di Mariella Nava, con la proposta di una possibile collaborazione artistica, e quello del Virus Studio, chiamato “Premio ’Na stella”, per incidere in studio un brano con la produzione artistica di Ferruccio Spinetti.


A Rebecca Fornelli da Bari vanno quello di XO la factory (consistente in produzione, registrazione e promozione di un singolo) e quello dell’Associazione Virginia Vita, con una borsa di studio di 500 euro.

A Cristiana Verardo anche quello di Soundinside Basement Records, con la realizzazione di un video live in studio. Erano in lizza anche Eleonora Betti da Arezzo, Jole da Manfredonia (Foggia), Martina Jozwiak da Ancona e Giulia Ventisette da Firenze.

Nel festival diretto da Ferruccio Spinetti, a salire sul palco nella serata finale ci sono stati, oltre alle finaliste del contest, importanti nomi del panorama musicale italiano, come Enzo Gragnaniello e la madrina di questa edizione, Tosca, che ha interpretato “Anima scalza” di Bianca d'Aponte insieme ad alcuni brani del suo nuovissimo album “Morabeza”.
Ed inoltre: il collettivo AdoRiza, Elena Ledda, Carlo Marrale, Mariella Nava, Mauro Palmas e i Suonno d’Ajere. A questi ultimi è stato consegnato il Premio Bianca d’Aponte international.

Venerdì invece era toccato a Ginevra Di Marco & Cristina Donà, Giuseppe Anastasi, Gabriele Avogadro, Tony Canto, Kaballà e Pilar. Ad aprire entrambe le serate è stata la vincitrice dello scorso anno, Francesca Incudine. La conduzione era affidata a Ottavio Nieddu e Carlotta Scarlatto.

I momenti più significativi della manifestazione saranno inseriti in due speciali televisivi trasmessi nelle prossime settimane sull’emittente Sardegna1 (anche in streaming), curati da Ottavio Nieddu, con la realizzazione televisiva e la regia di Nino Gravino.

leggi di più

Nascono i Nutella Biscuits, che puoi assaggiare in anteprima a Milano

di Laura Frigerio

Siete golosi? Se la risposta è positiva, vi consigliamo di farvi un giro in Piazza Gae Aulenti, a Milano, dove fino al 31 ottobre sarà possibile assaggiare in anteprima i nuovi Nutella Buscuits (croccanti biscotti con un irresistibile cuore cremoso di Nutella).

Quella che potrete vivere in Casa Nutella (allestita per l’occasione) è una vera e propria experience, tecnologica e coinvolgente. Le emozioni suscitate dall’assaggio saranno rilevate e contribuiranno ad alimentare un counter che ha la forma del cuore di Nutella Biscuits.

Il counter sarà alimentato anche grazie alla partecipazione degli utenti online attraverso le interazioni social, le visite al sito Nutella, le Search su Google inerenti Nutella Biscuits. Nutella Biscuits sarà il primo biscotto lanciato insieme alle persone: tutti gli utenti potranno partecipare attivamente e diventare ambassador di Ferrero per supportare l’arrivo di Nutella® Biscuits in Italia.
Al termine dell’evento di Milano potremo leggere sul counter quanto grande sarà stato il coinvolgimento delle persone, sia a Casa Nutella che online, nei giorni che precedono l’arrivo di Nutella Biscuits negli scaffali in tutta Italia.

leggi di più

Miky Degni omaggia Leonardo

di Redazione

Miky Degni è stato invitato a un’importante mostra collettiva per le celebrazioni di Leonardo Da Vinci, che potrete ammirare al Mumi Ecomuseo Ex Fornace di Milano fino al 24 ottobre.

“L'eredità di Leonardo Da Vinci” (questo il titolo) è un evento artistico patrocinato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e per l'occasione Miky Degni ha realizzato una grafica di grande formato raffigurante il ritratto del Genio di Leonardo. Un ritratto che l’artista milanese ha trasformato in un’icona contemporanea dal gusto pop.

“Partecipare alle celebrazioni di Leonardo da Vinci con una mia opera è per me un grande onore. Un pò perchè si svolge nella mia città e un pò perchè mi sento parte integrante della location prescelta, i Navigli, cuore pulsante della creatività milanese, luogo in cui svolgo la mia attività da 30 anni” - ha dichiarato Miky Degni.

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Parfois lancia la campagna di solidarietà Butterfly Effect

di Laura Frigerio


Ottobre è il mese di prevenzione del tumore al seno e, per l’occasione, Parfois lancia la seconda edizione della campagna di solidarietà Butterfly Effect.

Il marchio portoghese di accessori è convinto che i piccoli gesti possano cambiare il mondo e quindi ha scelto come simbolo un foulard costellato di motivi ispirati alle farfalle, la cui vendita (sia in negozi fisici che on-line) sarà devoluta interamente alla Fondazione Umberto Veronesi per il progetto Pink is Good, nato per finanziare la ricerca scientifica d’eccellenza contro il tumore al seno.

L’iniziativa sarà presente in altri quattro paesi e cioè Portogallo, Francia, Spagna e Polonia.

Per maggiori informazioni: parfoisbutterflyeffect.com.

leggi di più

Ci baceremo tra il filo spinato, il ritorno di Valentina Gravili

di Laura Frigerio


Tra i singoli di nuova uscita che meritano di essere inseriti nelle vostre playlist c’è sicuramente “Ci baceremo tra il filo spinato” (edito da Maqueta Records e distribuito da Artist First), che segna il ritorno in grande stile di Valentina Gravili.

La cantautrice pugliese ha all’attivo tre album, tanti concerti e festival, nonché riconoscimenti e ora torna sulla scena musicale con una nuova visione del suo processo creativo.

Decisa ad abbandonare la “concezione tradizionale” del fare musica collegata obbligatoriamente all’esibizione dal vivo, guarda oggi alle sue canzoni come farebbe un Pittore con la sua Opera: “quello che resta dopo ore ed ore di lavoro, ricerca e ispirazione è il Quadro, la performance svanisce per far parlare esclusivamente l’Opera.

Il messaggio che “Ci baceremo tra il filo spinato” ci scaraventa addosso è potentissimo: rompere le acque, tagliare fili spinati con un bacio, abbattere le barriere che nel mondo i nazionalismi, la delegittimazione della cultura e l’individualismo sfrenato continuano sciaguratamente a costruire.

Tra preghiera e canzone, tra politica e cronaca, Valentina Gravili con questo suo nuovo singolo ci invita a riflettere e in qualche modo ad agire. Nell’artista e nella sua opera c’è un ritorno al mestiere del Cantautore che porta in primo piano il suo pensiero, il suo impegno.

Un sound rock metropolitano, innovativo nella forma e nella costruzione armonica, fatto di suoni acustici ed elettronici che punta direttamente al cuore di ognuno di noi e ci trascina in mezzo al mare, fra le scene immerse nel magma d’odio che continua a ribollire sotto i nostri piedi, dal Mediterraneo alla playa di  Tijuana.

leggi di più

Regali di Natale: la gift card di Milano In Tour

di Redazione

Ogni Natale la scelta dei regali sembra diventare una “mission impossible”. Ci vuole l'idea giusta per fare la differenza e a proporvela è l'Associazione Culturale Milano In Tour. Si tratta di una gift card con cui si regalerà ai propri cari un'esperienza o un tour alla scoperta dei segreti di Milano.


Basta collegarsi a www.milanointour.it, selezionare l’importo preferito e il destinatario potrà scegliere, entro un anno, uno dei numerosi tour presenti sul sito, che viene aggiornato periodicamente. Sarà possibile acquistare il buono con carta di credito, postepay o paypal.

Una volta completato il pagamento, la gift card verrà immediatamente inviata via mail all’indirizzo fornito nella casella “Immetti un indirizzo email per ogni destinatario”. Invece nel caso la si volesse consegnare a mano in un giorno speciale, basta inserire il proprio indirizzo e stampare il buono da casa. Grazie a Milano In Tour potrete così regalare alle persone del cuore un'emozione invece del classico oggetto.

Per prenotare la propria gift card: qui.

 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Rougj presenta la linea ProBiotic Haircare Innovation

di Laura Frigerio

Per essere belli fuori, bisogna stare bene dentro. È da questo principio basilare che nasce la nuova linea per capelli di Rougj ovvero ProBiotic Haircare Innovation. Si tratta di un rivoluzionario trattamento anticaduta a base di probiotici, assolutamente innovativo.

QUALCHE INFORMAZIONE SUI PROBIOTICI

Il probiotico è un supplemento dietetico a base di microbi vivi (i cosiddetti “fermenti lattici”) che, se assunto nella quantità adeguata, ha un effetto benefico sull’organismo poiché riequilibra la flora batterica intestinale.
Quest’ultima può venire alterata da vari fattori, come una dieta sregolata, un eccesso di zuccheri o di proteine animali, o ancora una scarsa assunzione di fibre alimentari.
Un’alterazione della flora batterica ha ripercussioni su tutto l’organismo, poiché il microbioma intestinale influenza le funzioni metaboliche, immunitarie ed infiammatorie dell’organismo. Tra i diversi strumenti nutrizionali a disposizione per agire sulla composizione e l’efficacia del microbioma intestinale vi sono: cambiamenti nei regimi alimentari e trattamenti a base di probiotici e prebiotici.

ROUGJ PROBIOTIC HAIRCARE INNOVATION
I probiotici alla base della nuova linea di Rougj ProBiotic Haircare Innovation servono nello specifico a riequilibrare l’ecosistema batterico della pelle e del cuoio capelluto, fondamentale per il mantenimento di una cute sana e forte. Se si verifica uno squilibrio nell’ecosistema batterico, la cute può risultare danneggiata o malata. Per prevenire e combattere tutti i disagi che ne possono conseguire, Rougj ha studiato e formulato la linea di prodotti ProBiotic Haircare Innovation con tecnologia brevettata di microincapsulazione.

Fanno parte della linea gli integratori orosolubili a base di probiotici microincapsulati, lo spray rinvigorente e protettivo, il detergente universale ideale per rinforzare la fibra del capello. Inoltre la linea ProBiotic prevede tre trattamenti urto in fiale, per contrastare la caduta e l’assottigliamento dei capelli, per curare fenomeni di forfora secca o grassa, e per trattare la cute con problemi di sebo. Per completare i trattamenti urto, l’offerta di Rougj comprende anche tre shampoo: anti-caduta, anti-forfora e sebo-regolatore.

GLI EFFETTI DELLA LINEA
I fermenti microincapsulati risultano essere cinque volte più attivi (e di conseguenza più efficaci) rispetto a quelli non microincapsulati poiché non risentono del passaggio gastro-duodenale (mentre di solito solo il 20% dei fermenti non microincapsulati sopravvivono agli acidi gastrici). Inoltre l’utilizzo di questa tecnologia garantisce una maggiore shelf life del prodotto.

Questo trattamento, pensato per un consumatore che desidera prendersi cura di sé dall’esterno ma anche e soprattutto dall’interno, consente di proteggere le cellule dei capelli dallo stress ossidativo e, grazie all’uso dei probiotici, permette un intervento naturale, sano ed efficace, che assicura il 47,27% in meno di capelli persi già dopo il primo mese, e fino al 68,15% in meno dopo 60 giorni.

ROUGJ
L’azienda Rougj opera da oltre trent’anni anni con successo nell’ambito della cosmesi haut de gamme distribuita in farmacia. Ancora oggi si si conferma un brand leader nei cosmetici all’avanguardia e hi-tech, estremamente performanti e di altissima qualità. Oggi l’offerta dell’azienda di prodotti funzionali, di derivazione naturale e non testati sugli animali, si arricchisce di questa rivoluzionaria linea di referenze specifiche per il benessere dei capelli e del cuoio capelluto.

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Lucia Heffernan firma una capsule collection per Pinko

di Laura Frigerio


Pinko torna a stupirci con effetti speciali, stavolta grazie a una speciale capsule realizzata in collaborazione con l’artista americana Lucia Heffernan, ispirata all’amore per la vita, agli animali e a un mondo più verde.


Si tratta di una collezione unica grazie ai design di Caterina Negra e ai famosi ritratti di Lucia Heffernan, che rappresentano i suoi iconici animaletti nelle vesti della donna Pinko.

Ironiche e divertenti, queste stampe multicolor ritraggono, per esempio, una gatta sorniona in stile “Colazione da Tiffany,” una timida coniglietta che si prepara ad un incontro galante, una topolina in versione Cappuccetto Rosso, “Lil Mime” coniglio con T-shirt marinier e foularino rosso, l’agguerrito coniglio a cavallo della zebra, lo sportivo gatto “Etsy” e “Hillary,” l’adorabile asinella Made in U.S. che sfoggia una collana di perle dal gusto bon-ton. Questi simpaticissimi personaggi campeggiano su T-shirt, felpe e mini abiti in cotone con cappuccio dove il logo Pinko impreziosito da ricami e micro studs viene abbinato a grafiche tipiche della cultura a stelle e strisce, come motivi college e righe football.

“La mia opera è un'espressione e un'esplorazione della mia attrazione che ho per gli animali. Nei miei quadri, cerco di dare agli animali una voce e una personalità, come se fossero esseri umani. Questa collisione tra sensibilità animale e umana crea un mondo stravagante, teatrale e spesso umoristico a cui gli spettatori non possono che relazionarsi emotivamente. Come Graphic designer e pittrice ad olio, sto sperimentando continuamente diversi stili di realismo contemporaneo, che bilanciano la mia sensibilità artistica, con il mio senso spiccato dell’umorismo. Nel mio lavoro, rimane costante il rispetto per gli animali che si unisce sempre al mio desiderio di portare un sorriso sul viso di ogni spettatore” - ha dichiarato Lucia Heffernan.

Questa capsule (composta da 5 t-shirt, 6 felpe e 4 borse) è molto speciale, anche sul fronte della sostenibilità. Un esempio? Le borse sono realizzate con materiale riciclato da 21 bottiglie d’acqua.

Contraddistinta da un logo speciale che riunisce tutti i personaggi protagonisti della capsule, la collezione Lucia Heffernan X Pinko (distribuita con una esclusiva shopping bag dedicata) sarà in vendita a partire dal Novembre nei negozi Pinko e in una serie di punti vendita multibrand dedicati.

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Le Incredibili Curiosità di Padova, un saggio di Silvia Gorgi

di Laura Frigerio


Ogni città nasconde storie, segreti e curiosità. Sono proprio quest’ultime che la giornalista e scrittrice padovana Silvia Gorgi racconta nel suo nuovo saggio Le Incredibili Curiosità di Padova (edito da Newton Compton editori).


Il libro che arriva in un momento importante per Padova, sempre di più al centro dell'attenzione anche a livello nazionale, grazie alla sua candidatura a Patrimonio dell’Unesco nel 2020 con il progetto di “Padova Urbs Picta”, ossia al suo ciclo pittorico del Trecento, che ha come fulcro la cappella degli Scrovegni di Giotto.

Una grande opportunità per la città del Santo, che sta attraversando un momento magico.

Ma quali incredibili curiosità cela nella sua storia lungo i secoli? Si potrebbe iniziare proprio da Giotto, uno dei suoi simboli, o meglio, non solo da lui, ma dal percorso di “salvezza dell’anima” che se Giotto crea attraverso le immagini dei suoi dipinti, Dante plasma nella Divina Commedia. Perché questo parallelo? Perché Dante, Giotto, e Padova, tutti e tre assieme, formano un triangolo assai curioso, dalle mille sorprese. Ed è sempre un triangolo, ma in questo caso d’amore e d’amicizia, quello che, in città, unisce il patrizio veneziano Andrea Memmo, creatore della piazza più nota della città in stile illuministico, Prato della Valle, la nobile veneziana, nonché scrittrice, Giustiniana Wynne, e il grande seduttore Giacomo Casanova che, fra le vie patavine, oltre a spezzare qualche cuore e praticare riti magici, trascorse l’infanzia e il suo periodo di formazione, allo studio, e alla vita.

Un territorio, quello patavino, che sempre ha attirato grandi personalità, come quella di Pierre Jules Théophile Gautier, il “papà” del Capitan Fracassa letterario, che vi arrivò mentre stava facendo il Grand Tour, e non poté esimersi dall’esercitare il suo “spirito critico” anche quando si ritrovò a visitare le bellezze del centro storico: dal Caffè Pedrocchi alla Basilica del Santo. Non fu certo l’unico intellettuale a essere stato spinto attraverso le rotte del Grand Tour a conoscere la città universitaria patavina: prima di lui Goethe, e molti altri intellettuali. Del resto Padova fu una delle mete imprescindibili per la formazione dei giovani del tempo. E la città finì per essere location perfetta anche per uno dei drammi scritti dal grandissimo Victor Hugo.

Nel Novecento delle guerre mondiali, il Bo, l’ateneo patavino si distinse, cercando di mantenere, fin quando fu possibile, ciò su cui era stato creato: la libertà. Una Resistenza, quella veneta, messa a dura prova in città, dalla presenza della Banda Carità, nel corso del secondo conflitto mondiale. Il terrore prese forma a Palazzo Giusti, dove torture e nefandezze si materializzano in maniera agghiacciante. Fatti, personaggi, relazioni che hanno segnato il passato di una città che s’appresta a vivere un momento magico, fra “Padova Urbs Picta” e gli 800 anni del Bo.

“Le Incredibili Curiosità di Padova” è il quarto saggio patavino scritto da Silvia Gorgi e arriva dopo il successo di “Forse non tutti sanno che a Padova…”, “Storie segrete della storia di Padova” e “I Luoghi e i racconti più strani di Padova”.


PRESENTAZIONI
Silvia Gorgi vi aspetta per delle presentazioni del suo libro. Quando? Ecco i vari appuntamenti:
- 10 novembre Libreria Mondadori Bookstore di Piazza Insurrezione a Padova alle 18. Moderano Giacomo Brunoro e Maxi Sabbion

- 13 novembre OCP Officine Creative Pathos, via Cavalletto 26/28 a Padova alle 18. Modera Damiana Schirru
- 22 novembre, reading all'interno dell'800 Padova Festival, Caffè Pedrocchi, Sala Rossini ore 17
- 30 novembre Libreria di Cultura di Conselve, piazza XX settembre n. 62, Conselve (PD) ore 18

 

 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Samuel veste Tom Rebl a X Factor

di Laura Frigerio

State seguendo la nuova edizione di X Factor? E cosa ne pensate dei giudici?
Noi li troviamo veramente cool, in particolare Samuel (noto anche come frontman dei Subsonica) che pare particolarmente attento al look.

Ieri sera, durante il terzo live del talent, ha per esempio ha indossato una delle creazioni dello stilista tedesco Tom Rebl. Salendo sul palco ha esibito un completo con giacca arancione. Da sempre Samuel segue lo stile di Tom Rebl scegliendolo spesso per interpretare la sua anima rock.

crediti foto: ufficio stampa Tom Rebl

leggi di più

Torna IF! Festival internazionale della creatività

di Laura Frigerio

Torna, con una nuova e ricca edizione, IF! Festival internazionale della creatività. L’appuntamento è al Base di Milano, dal 7 al 9 novembre.

Tra gli ospiti Enrico Mentana, La Pina, Valentina Ricci, Linus, Nino Frassica, Massimo Recalcati e altri guru della creatività. Tra gli appuntamenti di quest’anno segnaliamo in particolare il lunch in compagnia di La Pina e la presenza di Valentina Ricci, “La Vale” di Radio Deejay, che parlerà di storytelling femminile del sesso. Inoltre, si discuterà anche di moda insieme a Paola Marazzini, Director Agency and Strategic Partnerships di Google.

Creatività, networking, formazione, tecnologia e entertainment sono i pilastri intorno ai quali, dal 2014, creativi provenienti da tutto il mondo, aziende, agenzie di comunicazione, centri media, case di produzione, editori, istituzioni, associazioni e scuole di formazione, si ritrovano per presentare scenari di riferimento e confrontarsi su esempi di innovazione e nuove tendenze. Organizzato e promosso da ADCI e UNA, IF! Italians Festival si focalizza sulla creatività come elemento chiave del successo di una industry e di un Paese che a questa deve agganciare il proprio sviluppo.

Qui il programma: https://2019.italiansfestival.it/programma/.

leggi di più

Wiko: View3 Lite nel colore Artic Bleen

di Laura Frigerio

Pronte per entrare nel mood invernale? Wiko, il brand di telefonia portavoce del “lusso democratico”, vi dà una mano proponendo lo smartphone View3 Lite nell’inedito colore Arctic Bleen. La sua back cover è un gioco di sfumature glaciali, dal grigio al bleen (fusione di blue e green), che richiamano gli innevati paesaggi incontaminati.


Fratello minore della serie View3, questo smartphone dal display full screen da 6” regala un'esperienza di totale immersione nei propri contenuti preferiti e racchiude 32GB di ROM e 2GB di RAM per archiviare fino a 4000 immagini, 50 episodi delle proprie serie preferite, 300 album musicali o 140 videogiochi. Grazie alla doppia fotocamera posteriore con sensore principale da 13MP sarà possibile scattare immagini nitide e brillanti in ogni condizione e con il secondo obiettivo da 2MP per l’effetto profondità, le foto saranno anche a prova di “alta quota”! Inoltre, i 5MP della fotocamera anteriore promettono scatti “da brivido” e acchiappa like.

Altro plus? Una batteria da 4000 mAh che garantisce fino a due giorni di autonomia con una solo carica.

Il prezzo consigliato? 129,99€.

leggi di più

Milady è il nuovo singolo di Patrizio Santo feat. Mic Champion

di Redazione

Un brano da inserire assolutamente nella propria playlist? “Milady”, il nuovo singolo di Patrizio Santo (uscito per Ondesonore Records) che vanta il featuring con il rapper americano Mic Champion.

Questa collaborazione è nata sui Social con una stima reciproca nell’ascolto dei loro brani fino a portarli alla creazione di un singolo dal sapore internazionale.
Le riprese del videoclip sono state girate tra la Florida e l’Italia, nonostante la grande distanza geografica, i due artisti hanno amalgamato i loro diversi stili e le loro culture musicali creando un sound unico nel suo genere.

Patrizio Santo è reduce da un altro importante featuring con Luca Abete l’inviato di Striscia La Notizia con la canzone “Non ci ferma nessuno” grazie alla quale sono stati donati 10.000 pasti completi al Banco Alimentare. La canzone è diventata la colonna sonora della campagna sociale motivazionale ideata dallo stesso Luca Abete giunta quest’anno alla quinta edizione. La scorsa estate Patrizio è stato tra i protagonisti del Deejay on Stage a Riccione nel contest per emergenti con il suo brano “Ancora”.

Il suo primo album è quasi pronto... sui Social Patrizio ha una ricca Fanbase che lo segue e con la quale interagisce quotidianamente. C’è tanta energia positiva con l’obiettivo di trasmettere emozioni e costruire un lungo filo costante.

leggi di più

Treatwell: Belén Rodriguez e David Beckham beauty guru

di Laura Frigerio

Capita spesso di ispirarsi alle star per il proprio look. Ma quali sono le icone che oggi vanno per la maggiore? Treatwell (il più grande portale in Europa per la prenotazione di trattamenti di bellezza e benessere) ha fatto un sondaggio all’interno dei saloni che fanno parte del suo network per individuare i nuovi punti di riferimento degli italiani in fatto di styling dei capelli.

Per quanto riguarda i look femminili, le showgirl della tv battono le star del firmamento hollywoodiano, mentre gli uomini attingono a piene mani dai campi di calcio, guardando sia ai campioni di ieri che ai talenti attualmente sulla cresta dell’onda. Le star preferite? Belén Rodriguez e David Beckham.

NON SOLO TEENAGER
I parrucchieri intervistati da Treatwell confermano la forte propensione degli italiani a ispirarsi ai vip per le proprie acconciature (70%). Oltre un terzo dei professionisti (37,5%) rivela che circa una volta alla settimana almeno un cliente si presenta in salone chiedendo allo stylist di riprodurre fedelmente il look di una specifica celebrity, mentre il 10% sostiene di ricevere questo tipo di richieste addirittura ogni giorno. Sorprendentemente non sono i teenager a lasciarsi maggiormente influenzare dai look di pop star, sportivi e attori.

Chi arriva in salone con la foto di una celebrity come riferimento, infatti, in un terzo dei casi ha tra i 36 e i 45 anni (32,5%). Seguono a ruota i millennial di età compresa tra i 26 e i 35 anni (27,5%), mentre la percentuale si abbassa tra i clienti dai 21 ai 25 anni (22,5%). Nel 15% dei casi, invece, sono gli over 45 a non resistere al fascino delle star. Per la serie “go big or go home”, quando si ritrova seduto sulla poltrona del parrucchiere, un italiano su due (52,5%) opta per il “pacchetto completo” per veder riflesso nello specchio in modo assolutamente fedele il look del vip prescelto, dal taglio al colore, senza tralasciare la piega. Un quarto dei clienti, invece, preferisce concentrarsi esclusivamente sul taglio del proprio beniamino (27,5%), optando per tinte o styling differenti “dall’originale”.
Il 15% degli italiani, di contro, si presenta dal parrucchiere chiedendo specificamente di riprodurre il colore dei capelli sfoggiato dalla star di riferimento, per poi sbizzarrirsi in fatto di taglio e acconciatura.

LO SHATUSH DI BELEN E IL CIUFFO DI DAVID BECKHAM
Ma quali sono le celebrity che gli italiani prendono a modello quando vanno dal parrucchiere? Per la clientela femminile sono il piccolo e il grande schermo le principali fonti di ispirazione: Treatwell ha rilevato che una donna su due (50%) desidera imitare i look soprattutto di conduttrici e personaggi tv, mentre oltre un terzo (35%) punta ad acconciature da red carpet, orientando le proprie scelte in base a quelle sfoggiate dalle attrici di Hollywood. Blogger e Instagrammer influenzano a colpi di post il 30% delle donne.

Entrando nel dettaglio, i look più copiati dalle italiane sono molto diversi tra loro, ma ugualmente iconici. Sono infatti il balayage di Belén Rodriguez (45%) e il long bob dell’eterea Cate Blanchett (42,3%) a dettare legge in salone. Chiudono il podio i capelli lunghi e leggermente mossi con riga laterale dell’imprenditrice digitale Chiara Ferragni, che batte la lunghezza media e bon ton di Kate Middleton.


Le icone di stile maschili sono invece in larga parte sportivi (57,5%), seguiti da attori di Hollywood (27,5%) e italiani (17,5%), mentre blogger e influencer sembrano avere meno potere (7,5%) nell’ispirare le scelte davanti allo specchio del barbiere. In generale, gli uomini attingono soprattutto al mondo del calcio quando sono in cerca di ispirazione per la propria immagine. In Italia i look più richiesti sono infatti quelli di un famosissimo ex campione e del bomber più temuto della Serie A: al primo post spicca il ciuffo pettinato all’indietro di David Beckham (50%), seguito a ruota dall'undercut di Cristiano Ronaldo (47,5%). Dopo il mondo del pallone, è il cinema Made in Italy a ispirare gli uomini: nel 22,5% dei casi fanno il nome di un talento nostrano, chiedendo al barbiere capelli corti e barba folta e curata come quella di Alessandro Borghi (22,5%).


“Che si voglia ricreare un beauty look particolare o si decida di affidarsi ai consigli del parrucchiere per valorizzare i propri tratti distintivi, su Treatwell è possibile trovare sempre quello che si cerca. Non solo taglio e piega: con migliaia di trattamenti e saloni tra cui scegliere, basta un click per prenotare in qualunque momento, anche on-the-go, il servizio più adatto alle proprie esigenze, dalla manicure alla ceretta, passando per acconciature, massaggi e coccole alla spa” - spiega Chiara Cassani, Marketing Manager Italy di Treatwell.

leggi di più

Swap in the City Milano, torna all'Aspirin

di Redazione

Ultimo e imperdibile appuntamento dell'anno con Swap in the City Milano. Quando? Mercoledì 13 novembre, dalle 18 alle 21.30, presso Aspirin (in Piazza Sportorno 2), ovviamente a Milano. Swap in the City Milano organizza eventi glamour di baratto nel capoluogo lombardo.

Si tratta di eventi speciali a tema, durante i quali è possibile scambiare vestiti e accessori che non si usano più, facendo delle nuove amicizie.

Per lo Swap Party del 13 novembre i posti sono limitati: ce ne sono 50 e l'iscrizione è obbligatoria. La quota di partecipazione 15 euro a persona (anche per accompagnatori, che dovranno iscriversi come tali) ed è previsto un gettone medium in omaggio per le nuove amiche che verranno portate all'evento. Inclusa anche la consumazione con buffet.

Per ricevere il gettone è necessario segnalare tutti i dati al momento dell'iscrizione via mail.
Come farlo? Inviando una mail o compilando il modulo che si trova nella sezione“contatti” del sito www.swapinthecitymilano.it.

leggi di più

La mostra Dona le tue rughe, a Milano fino all'8 novembre

di Laura Frigerio

Se vi trovate a Milano vi consigliamo di passare nello Spazio Solferino 19, dove fino all’8 novembre (dalle ore 17.30 alle 21.00) potrete visitare la mostra “Dona le tue rughe”.
Quest’ultima è frutto della campagna di L’Oréal Paris ideata da McCann Worldgroup Italia, insieme a Fondazione Umberto Veronesi, lanciata lo scorso giugno e che ora prosegue con un nuovo capitolo. 

 

GLI ARTISTI
Tredici giovani promettenti artisti dell’Accademia di Belle Arti di Brera hanno voluto omaggiare il tema delle donne, della malattia, della lotta, della bellezza, ciascuno con una propria opera: fotografie, installazioni, disegni e altre forme d’arte.
Maria Cristina Galli, Vice-Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Brera, spiega: “Il progetto che gli studenti di Brera sono stati chiamati a interpretare si relaziona con qualcosa che misura e trattiene il tempo, che segna il passo della vita e della forza necessaria che occorre a tracciarne il percorso. Tempo che è attore fondamentale insieme alle protagoniste di questa formidabile iniziativa, che è quello di un processo, di una rinascita quotidiana, dell’annuncio di una nuova avventura”.

IL CONCEPT
Da sempre le donne non amano invecchiare e nella società moderna non è spesso facile accettare i cambiamenti del passare del tempo. Ma non c’è niente di più bello che vedere negli occhi e sul viso la storia di una persona. Le rughe fanno parte di noi, del nostro vissuto e del nostro essere. Sono il frutto delle tante esperienze provate ogni giorno sulla propria pelle, il risultato di situazioni ed emozioni, più o meno belle. Ma non per tutte le donne le rughe sono considerate un taboo, anzi hanno qualcosa di speciale che fa ricordare loro come sia bella la vita, ogni giorno.
Donne straordinarie, come quelle che hanno combattuto o stanno combattendo il cancro, che sognano di avere le rughe perché significa che hanno sconfitto con forza e coraggio la loro malattia e che sono desiderose di accogliere a braccia aperte tutto ciò che il futuro potrà regalare loro.

“Da anni lavoriamo in sinergia con L’Oréal Paris e McCann Worldgroup Italia per realizzare campagne di sensibilizzazione rivolte al mondo femminile affinché ogni donna non dimentichi quanto sia fondamentale la prevenzione contro i tumori. Raccontare le storie delle nostre Pink Ambassador vuol dire raccontare l’esperienza di tutte le donne che hanno combattuto la malattia e l’hanno sconfitta grazie alla ricerca scientifica d’eccellenza. Proprio per questo, Fondazione è da sempre impegnata nel finanziare i migliori medici e ricercatori che hanno deciso di dedicare la propria vita allo studio e alla cura dei tumori” - dichiara Monica Ramaioli, Direttore Generale di Fondazione Umberto Veronesi.

“Crediamo profondamente nel grande valore della ricerca e della prevenzione e anche quest’anno abbiamo voluto promuovere questo progetto dal forte impatto sociale. L’Oréal Paris fonda le sue radici nella ricerca scientifica al cui sviluppo sente il dovere di contribuire con un impegno concreto per il sostegno di tutte le donne. Essere donna è un cammino difficile e pieno di responsabilità e il nostro brand vuole essere al fianco di ognuna perché tutte possano guardare con serenità e fiducia verso il futuro” - afferma Guillaume Perrin, Brand Director L’Oréal Paris.

LE PROTAGONISTE
Gabriella, Angela, Laura, Clizia, Dorka e Chiara, ossia le Pink Ambassador di Fondazione Umberto Veronesi, sono le 6 protagoniste del video ufficiale della campagna, realizzato dall’agenzia creativa McCann Worldgroup Italia, che vedono nella possibilità di occuparsi delle proprie rughe qualcosa in più, un privilegio. Quelle stesse rughe testimoniano la vittoria sul cancro, per loro la malattia non ha avuto la meglio, la vita va avanti e hanno un futuro che le aspetta anche se sul loro volto c’è qualche ruga che assume un significato completamente diverso.

“Ho superato la mia malattia con forza, determinazione e coraggio, immaginandola come un gioco e nello stesso tempo una sfida che dovevo vincere. Ho imparato che anche da una situazione difficile e devastante, si può uscire più forti di prima” - afferma Dorka Feliz, 46 anni, Pink Ambassador di Fondazione Umberto Veronesi.


“La malattia è qualcosa che ti capita e non puoi farci nulla. Devi affrontarla a viso aperto. Sicuramente a me ha cambiato le priorità e mi ha ridato una grande gioia di vivere!” commenta Clizia Branchi, 50 anni, anche lei Pink Ambassador di Fondazione Umberto Veronesi.

Sono alcune delle testimonianze delle donne coinvolte nel progetto che, con le loro parole ed esperienze, hanno ispirato i 13 talenti dell’Accademia di Brera. Ogni anno, in Italia, oltre 52.000 donne si ammalano di tumore al seno, 10.600 di tumori dell’utero e 5.200 di tumore all’ovaio. I risultati ottenuti fino a oggi dalla ricerca scientifica sono incoraggianti e dimostrano come la diagnosi anticipata e le nuove terapie possano salvare la vita a moltissime donne. Per questo promuovere campagne di prevenzione e sensibilizzazione su questo tema è fondamentale.

IL MESSAGGIO
L’importante messaggio della campagna “Dona le tue rughe” è che dobbiamo impegnarci ogni giorno nel sostenere la ricerca scientifica contro il cancro. E oggi è possibile farlo con un semplice gesto: dal 15 ottobre al 30 novembre 2019 acquista un prodotto L’Oréal Paris nei punti vendita aderenti all’iniziativa (Il Gigante, Interspar, Italmark, Iperal, Mercatò, Aliper). L’Oréal Paris devolve, per ogni suo prodotto acquistato, 50 centesimi a favore di Fondazione Umberto Veronesi che finanzierà una borsa di ricerca annuale ad una ricercatrice di altissimo profilo che ha deciso di dedicare la propria vita allo studio e alla cura dei tumori femminili.


LA MOSTRA
Ogni opera coglie l’oggi. Anche quando è carica di memoria, anche se, come un veggente, l’artista legge il domani. Legata alla vita, l’arte indica la direzione dello sguardo e traccia un territorio denso e intenso, nel trattamento dei limiti della conoscenza. Presuppone un sapere che consente di osservare, disegnare e comprendere il vivente, l’ora e qui, che l’opera riconsegna alla materia. Ogni volta che una donna correggerà le proprie rughe con i trattamenti L’Oréal Paris, le donerà simbolicamente ad un’altra che sogna di averle. Si rafforza così l’obiettivo della campagna sulla sensibilizzazione: si crea un ponte di solidarietà tra le donne che lottano contro i segni del tempo e quelle che combattono contro un cancro che potrebbe non farle invecchiare.
McCann Worldgroup Italia è l’agenzia creativa che ha tenuto le fila del progetto creativo di tutta la campagna che include: un video digital in due formati (20 sec e 45 sec), una campagna stampa, materiali punto vendita e la partecipazione di alcuni influencer che contribuiranno a rafforzare il messaggio. Chi vorrà potrà condividere l’iniziativa utilizzando l’hashtag ufficiale #DonaLeTueRughe.
L’ingresso alla mostra è libero.

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

LR Wonder lancia la linea notte Wonder Night

di Laura Frigerio

LR Wonder, luxury brand della cosmesi, torna a sperimentare e a stupire confermandosi una realtà importante del panorama italiano.

L’ultima novità è Wonder Night, la nuova linea notte.

 

Al suo interno troviamo Wonder Night Crema notte e Wonder Night Mask che, in una formulazione esclusiva, abbinano le proprietà rigeneranti del veleno di vipera (considerato un vero e proprio elisir di bellezza) alle proprietà lenitive della camomilla, per offrire una combinazione di prodotti destinati a rivoluzionare il concetto di benessere notturno della pelle.

È proprio durante la notte che la pelle cambia caratteristiche rispetto al giorno, rigenerandosi e ossigenandosi: il mix crema notte, maschera (e buon riposo) può dunque fare la differenza. Grazie alla sua formula, la prima beauty sleep LR Wonder offre alla pelle l’azione quasi botulinica del veleno di vipera, che agisce a livello locale contrastando la formazione di radicali liberi, e le proprietà addolcenti e lenitive della camomilla: l’utilizzo costante nel tempo rende la pelle reidratata, distesa, omogenea.

Già conosciuto e apprezzato oltreoceano da influencer e celeb, il veleno di vipera utilizzato nella linea Wonder Night può essere utilizzato in tutta sicurezza: è infatti ricreato sinteticamente con la tecnologia SYN®-AKE che, esattamente come il veleno di vipera naturale, aiuta a contrastare linee sottili e rughe del viso riducendo la contrazione dei muscoli facciali (ma senza comprometterne i movimenti) e restituendo sin dai primi utilizzi una pelle liscia, morbida e compatta.

LA FORMULAZIONE DELLA LINEA WONDER NIGHT COMPRENDE:  

VITAMINA E - potente antiossidante, contrasta la formazione dei radicali liberi e rallenta l'invecchiamento cellulare. BURRO DI KARITÈ: proprietà emollienti, idratanti e rigeneranti.

CAMOMILLA - addolcente e lenitiva.

MELATONINA - ha effetti antiossidanti, combatte i radicali liberi, impedendo alla pelle di invecchiare. Nutre i fibroblasti favorendo la produzione di collagene endogeno.

SYN®-AKE - è un composto tripeptidico che mima l'effetto del Waglerin-1, peptide contenuto nel veleno di vipera. Molto efficace nella rapida attenuazione delle rughe di espressione.

RETINOLO - svolge un'ottima azione antiossidante. migliora la luminosità cutanea, contribuisce a ridurre le rughe, in particolare sulla pelle danneggiata dai raggi UV.


ACIDO JALURONICO - idratante, rassodante e setificante.

Crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Origo, il film di Tom Rebl e Matteo Bittante al Fashion Film Festival

di Laura Frigerio

“Origo”, il film nato dalla collaborazione artistica tra lo stilista Tom Rebl e il coreografo e art director Matteo Bittante, verrà proiettato dal 7 al 10 novembre nella sezione Oddity del Fashion Film Festival di Milano.

In seguito, per la precisione dal 9 al 10 novembre, sarà al Fashion Film Festival di Istanbul e poi al Dance on Screen Festival a Graz in Austria (dal 15 al 17 Novembre).

COSA C’E’ DA SAPERE SUL FILM
“Origo” è il nome dell’uomo e della donna che in ogni epoca fugge da se stesso e dalla sua storia. Origo s’è svegliato dentro a un sogno selvatico, rapito in una corsa mascherata di satiri danzanti. Le loro pelli sono primitive e i costumi ibridati hanno le tinte del sacrificio tragico e dell’ora del tramonto che incendia trame di terra senza inizio e senza fine.
Loro è il regno dei boschi, dei pascoli e delle montagne e a Origo chiedono di essere riconosciuti come le divinità amiche di un tempo. Calata la maschera, Origo rivede gli antichi fratelli, “pastori immersi in tanta solitudine e immense distanze” e rivede il suo volto di sfinge sdoppiato in una smorfia di sorriso che rivela la ferita del suo dolore. Una vertigine improvvisa che tutto muove conduce l’uomo del mito a una nuova rivelazione, forse una nuova divinità. Origo reca in mano due galli d’oro, simbolo del risveglio, della rinascita, del sole.

Ha inizio una nuova danza, un nuovo corso che cancella il tramonto per fare spazio a una nuova luce metallica in cui tutto riverbera. L’ultima epifania è la donna ridotta alla sua essenza, “colei che appare come l’alba, bella come la luna, pura come il sole”. [Cantico dei Cantici 6:10] Non conosciamo i suoi pensieri ma intuiamo il suo destino. Anche lei è Origo. I satiri la osservano da lontano fasciati nelle loro stoffe preziose e seducenti come vene dorate nell’aspra roccia. Studiano le geometrie e le distanze di quel corpo esile e occidentale, lo desiderano, lo vogliono possedere. Origo non fa resistenza, le sue carni bianche cadono preda di quell’antico sortilegio, si sveglierà poco dopo in fuga da sé stessa.

LA COLLABORAZIONE TRA TOM REBL E MATTEO BITTANTE
Nel 2013, Tom Rebl ha lavorato per la prima volta con Matteo Bittante coinvolgendolo come performer per la sua sfilata durante la Milano Fashion Week. Da quel momento sino ad oggi hanno collaborato su numerosi progetti di performance, video art e sfilate sia nel mondo della danza contemporanea che della moda. Oggi Matteo Bittante è direttore artistico di tutti gli eventi, le presentazioni e produzioni di foto e video del brand Tom Rebl.
Per il fashion film “Origo”, Matteo e Tom hanno scelto Matera, la capitale Europea della cultura 2019, come set ideale. Pochi giorni dopo le riprese, alcuni estratti del film sono stati proiettati al Palazzo Lanfranchi di Matera durante uno spettacolo di danza contemporanea prodotto dal Centro Nazionale di Produzione della danza DANCEHAUSpiù, di cui Matteo Bittante è co-direttore.

leggi di più

Pinko: Dream on Mountain Top

di Laura Frigerio

Con l’inoltrarsi dell’autunno e l’avvicinarsi dell’inverno chi non ha voglia di farsi una gita o anche un bel week-end in montagna?

Però ci vuole l’outfit giusto, che sia a tema e colorato (anche per aiutare l’umore, tendente al plumbeo in questo periodo dell’anno).

 

È per questo che vi presentiamo, con una bella gallery, le proposte di Pinko. Cosa ne pensate?


crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Johnnie Walker Song of Ice e Song of Fire, i whisky ispirati a Game of Thrones

di Redazione

Metalupo o Drago? Johnnie Walker, il blended scotch whisky più famoso al mondo, omaggia l’acclamata serie TV "Game of Thrones" con due nuove referenze ispirate alle Casate protagoniste dell’ultima stagione: Casa Stark e Casa Targaryen.

Con i due whisky in edizione limitata Song of Ice e Song of Fire, Johnnie Walker invita i fan a schierarsi, in un confronto che ancora divide il pubblico a distanza di mesi dall’epico finale di stagione: chi era davvero degno del Trono di Spade? Daenerys Targaryen, la regina di fuoco, o uno degli Stark, signori di Grande Inverno?

Accostando le bottiglie, l’iconico Striding Man di Johnnie Walker della versione Song of Fire affronta il suo omonimo della versione Song of Ice, sullo sfondo delle zanne del Metalupo e del respiro infuocato del Drago. Insieme, le bottiglie danno vita alla relazione tumultuosa tra Casa Targaryen e Casa Stark raffigurando i simboli delle casate fianco a fianco, il Metalupo e il Drago.

Quale idea migliore per brindare ad Halloween?

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Cristiana Verardo è la vincitrice del Premio Bianca d’Aponte

di Laura Frigerio

Si è conclusa ieri la 15esima edizione del Premio Bianca d’Aponte, l’appuntamento annuale con la canzone d’autrice, tenutosi al Teatro Cimarosa di Aversa.

A vincere è stata la leccese Cristiana Verardo, a cui andrà una borsa di studio di 1000 euro offerta dalla cooperativa Doc Servizi e che avrà diritto anche a un tour di otto concerti realizzato grazie al NuovoImaie (progetto realizzato con i fondi dell’art.7 L. 93/92).

A Lamine (da Trapani) sono andati invece il premio della critica “Fausto Mesolella” e il premio per la migliore interpretazione. Invece il riconoscimento per il miglior testo se l’è aggiudicato Chiara Bruno da Palermo, quello per la miglior composizione La Tarma da Reggio Emilia.

Molti i premi da parte di enti e associazioni esterni all’organizzazione. A ChiaraBlue da Rieti va quello dell’etichetta Suoni dall’Italia di Mariella Nava, con la proposta di una possibile collaborazione artistica, e quello del Virus Studio, chiamato “Premio ’Na stella”, per incidere in studio un brano con la produzione artistica di Ferruccio Spinetti.


A Rebecca Fornelli da Bari vanno quello di XO la factory (consistente in produzione, registrazione e promozione di un singolo) e quello dell’Associazione Virginia Vita, con una borsa di studio di 500 euro.

A Cristiana Verardo anche quello di Soundinside Basement Records, con la realizzazione di un video live in studio. Erano in lizza anche Eleonora Betti da Arezzo, Jole da Manfredonia (Foggia), Martina Jozwiak da Ancona e Giulia Ventisette da Firenze.

Nel festival diretto da Ferruccio Spinetti, a salire sul palco nella serata finale ci sono stati, oltre alle finaliste del contest, importanti nomi del panorama musicale italiano, come Enzo Gragnaniello e la madrina di questa edizione, Tosca, che ha interpretato “Anima scalza” di Bianca d'Aponte insieme ad alcuni brani del suo nuovissimo album “Morabeza”.
Ed inoltre: il collettivo AdoRiza, Elena Ledda, Carlo Marrale, Mariella Nava, Mauro Palmas e i Suonno d’Ajere. A questi ultimi è stato consegnato il Premio Bianca d’Aponte international.

Venerdì invece era toccato a Ginevra Di Marco & Cristina Donà, Giuseppe Anastasi, Gabriele Avogadro, Tony Canto, Kaballà e Pilar. Ad aprire entrambe le serate è stata la vincitrice dello scorso anno, Francesca Incudine. La conduzione era affidata a Ottavio Nieddu e Carlotta Scarlatto.

I momenti più significativi della manifestazione saranno inseriti in due speciali televisivi trasmessi nelle prossime settimane sull’emittente Sardegna1 (anche in streaming), curati da Ottavio Nieddu, con la realizzazione televisiva e la regia di Nino Gravino.

leggi di più

Nascono i Nutella Biscuits, che puoi assaggiare in anteprima a Milano

di Laura Frigerio

Siete golosi? Se la risposta è positiva, vi consigliamo di farvi un giro in Piazza Gae Aulenti, a Milano, dove fino al 31 ottobre sarà possibile assaggiare in anteprima i nuovi Nutella Buscuits (croccanti biscotti con un irresistibile cuore cremoso di Nutella).

Quella che potrete vivere in Casa Nutella (allestita per l’occasione) è una vera e propria experience, tecnologica e coinvolgente. Le emozioni suscitate dall’assaggio saranno rilevate e contribuiranno ad alimentare un counter che ha la forma del cuore di Nutella Biscuits.

Il counter sarà alimentato anche grazie alla partecipazione degli utenti online attraverso le interazioni social, le visite al sito Nutella, le Search su Google inerenti Nutella Biscuits. Nutella Biscuits sarà il primo biscotto lanciato insieme alle persone: tutti gli utenti potranno partecipare attivamente e diventare ambassador di Ferrero per supportare l’arrivo di Nutella® Biscuits in Italia.
Al termine dell’evento di Milano potremo leggere sul counter quanto grande sarà stato il coinvolgimento delle persone, sia a Casa Nutella che online, nei giorni che precedono l’arrivo di Nutella Biscuits negli scaffali in tutta Italia.

leggi di più

Miky Degni omaggia Leonardo

di Redazione

Miky Degni è stato invitato a un’importante mostra collettiva per le celebrazioni di Leonardo Da Vinci, che potrete ammirare al Mumi Ecomuseo Ex Fornace di Milano fino al 24 ottobre.

“L'eredità di Leonardo Da Vinci” (questo il titolo) è un evento artistico patrocinato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e per l'occasione Miky Degni ha realizzato una grafica di grande formato raffigurante il ritratto del Genio di Leonardo. Un ritratto che l’artista milanese ha trasformato in un’icona contemporanea dal gusto pop.

“Partecipare alle celebrazioni di Leonardo da Vinci con una mia opera è per me un grande onore. Un pò perchè si svolge nella mia città e un pò perchè mi sento parte integrante della location prescelta, i Navigli, cuore pulsante della creatività milanese, luogo in cui svolgo la mia attività da 30 anni” - ha dichiarato Miky Degni.

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Parfois lancia la campagna di solidarietà Butterfly Effect

di Laura Frigerio


Ottobre è il mese di prevenzione del tumore al seno e, per l’occasione, Parfois lancia la seconda edizione della campagna di solidarietà Butterfly Effect.

Il marchio portoghese di accessori è convinto che i piccoli gesti possano cambiare il mondo e quindi ha scelto come simbolo un foulard costellato di motivi ispirati alle farfalle, la cui vendita (sia in negozi fisici che on-line) sarà devoluta interamente alla Fondazione Umberto Veronesi per il progetto Pink is Good, nato per finanziare la ricerca scientifica d’eccellenza contro il tumore al seno.

L’iniziativa sarà presente in altri quattro paesi e cioè Portogallo, Francia, Spagna e Polonia.

Per maggiori informazioni: parfoisbutterflyeffect.com.

leggi di più