Abaué (Morte di un trap boy), il nuovo singolo di Margherita Vicario

di Laura Frigerio

Continuiamo con i nostri primi consigli per gli ascolti di inizio anno. 
Stavolta orecchie puntate sull'attrice-cantante Margherita Vicario, che ha pubblicato un nuovo singolo il cui titolo è tutto un programma: "Abaué (Morte di un trap boy)".

 

LA PAROLA A MARGHERITA VICARIO
"Salutiamo soldi e puttane, droghe e gioielli, depressione, nichilismo, autolesionismo. Ci siamo divertiti tanto, ma adesso basta. Siamo arrivati a un punto di non ritorno, di superamento.  La musica richiede contenuti, vuole conoscere altre culture, altri pensieri sul mondo. Mi prendo la briga di festeggiare la morte della Trap e tutto quello che rappresenta. D’altronde, mentre le ragazze vanno ai concerti dei loro idoli stampandosi sulla maglietta la scritta 'cagna', chi può fare il funerale alla Trap se non una giovane donna? Comunque è una morte felice, arriverà altro, basta guardarsi intorno.  Ho scritto ABAUE’ dopo aver visto un servizio televisivo della TV Svizzera che raccontava di un ragazzino di 16 anni finito in comunità per disintossicarsi dalla codeina, dal Makatussin. Quando l’intervistatore gli ha chiesto ‘Perché hai iniziato a fare questa cosa?’ il ragazzino ha risposto ‘Perchè lo sentivo nelle canzoni’. Allora mi sono affidata a due note di violoncello funeree e mi hanno portato nella testa di un Trap Boy".

CHI E' MARGHERITA VICARIO

Classe 1988, Margherita Vicario è un’attrice e musicista.  Studia all’Accademia Europea di Arte Drammatica e dal 2010 inizia a lavorare come attrice per serie tv e cinema con registi come Marco Pontecorvo, Woody Allen, Lamberto Bava, Fausto Brizzi, Antonio Manzini e altri. Parallelamente porta avanti il suo progetto musicale, girando l’Italia nel 2014, per club e teatri, col suo spettacolo “LEM LEM Liberi Esperimenti Musicali” tratto dal suo primo album “Minimal Musical” prodotto da Roberto Angelini. E’ sempre del 2014 l’EP “Esercizi Preparatori”. Dopo diverse apparizioni in tv come cantautrice (dalla Dandini, da Diego ‘Zoro’ Bianchi, da Mario Sesti) viene scelta come ospite fisso musicale da Massimo Gramellini per la trasmissione di Rai3 “Cyrano”. Approdata in INRI, Margherita sta preparando il suo secondo album prodotto da Davide DADE Pavanello. A lei non piace ripetersi. La libertà creativa è alla base dei suoi prodotti. E Dade l’ha capito. Ci sta lavorando.

leggi di più

Deeply: Ben Edmunds e Felix Treadwell in mostra alla galleria Patricia Armocida

di Laura Frigerio

Torniamo a dare spazio all'arte, quella da scoprire. 
La galleria Patricia Armocida di Milano (in via Filippo Argelati 24) ospiterà dal 23 gennaio (vernissage alle ore 19) al 15 marzo "Deeply", la prima mostra personale in Italia di Ben Edmunds e Felix Treadwell a cura di Tiziana Castelluzzo.


Per l’occasione saranno presentate sei opere di grandi dimensioni a tecnica mista su tela.


Ben Edmunds è interessato alle confluenze tra astrazione e figurazione, tra pittura e grafica, tra creazione d’immagini e marketing.
Nelle sue opere impiega un’ampia varietà di tecniche artistiche associate all’artigianato e alle arti applicate domestiche, come le tinture e il ricamo.

I suoi lavori sono ispirati da molteplici fonti: dagli scritti dei teorici del gioco Johan Huizinga e Roger Caillois dalla musica chill out della storica etichetta londinese Ministry of Sound, dall’astrazione post bellica americana, dalla grafica dell’attrezzatura sportiva e dalle attività del tempo libero che sono al centro del suo lavoro.

La ricerca artistica di Ben Edmunds rispecchia i due tempi di fruizione visiva del consumatore contemporaneo. Il movimento veloce e accelerato, rappresentato con cavi di shock e moschettoni su profili di tele sagomate, si contrappone al ritmo lento e contemplativo dei suoi dipinti che raffigurano spazi senza confini, nebbiosi e dagli allusivi richiami naturali.

Ben Edmunds ricrea sottili strati di tintura su tele di cotone che mutano nel tempo diventando più profondi e ricchi al variare delle luci, delle atmosfere e degli stati d’animo.

Il lavoro di Felix Treadwell invita a una riflessione sull’impatto che la cultura di Internet sta avendo le nuove generazioni, modificandone le interazioni e le relazioni. L’identità con la quale i giovani si confrontano non è più solo fisica e reale ma virtuale e intangibile. Treadwell ritrae l’isolamento e la vulnerabilità degli adolescenti, in bilico tra insicurezza e conformità, rendendo concrete le paure in cui ciascun teenager si riconosce e ciascun genitore rivede i propri figli.

Il giovane artista inglese, nato e cresciuto durante l’ondata dei media giapponesi degli anni ‘90, abbraccia uno stile che riecheggia quello nipponico del dopoguerra, contrapponendo a figure ben caratterizzate e dal puro gusto giapponese kawaii (“carino” in giapponese), scenari fumettistici poco definiti, che suggeriscono allo spettatore una lettura più oscura e profonda. Grazie all’utilizzo dell'aerografo, che conferisce morbidezza e fragilità ai suoi soggetti, Treadwell definisce una sorta di collage narrativo, creando una storia intorno ai suoi personaggi che compiono semplici azioni quotidiane. 

leggi di più

Istituto Marangoni: borse di studio per i Master in collaborazione con prestigiosi brand

di Laura Frigerio

 

L'Istituto Marangoni si conferma già, anche per il 2019, una certezza per chi si vuole formare nel mondo della moda e del design.

 

Il nuovo anno, infatti, si apre con un ricco programma di borse di studio per i Master delle scuole di Milano, Firenze, Londra e Parigi,  realizzate in collaborazione con prestigiosi brand.

Il progetto prevede un totale di circa 40 partnership finalizzate all’assegnazione di altrettante borse di studio per coloro che hanno conseguito una laurea specialistica in fashion, business o marketing, oltre che ai professionisti che hanno già maturato esperienza nel settore.
Grazie all’assegnazione di queste importanti scolarship, i giovani talenti e professionisti potranno ottenere la copertura del 50% del valore dei corsi Master erogati nelle diverse sedi del gruppo.

Per partecipare all’assegnazione della borsa di studio sono stati studiati dei concorsi insieme ai partner aziendali coinvolti nell’iniziativa.
A firmare le prime collaborazioni saranno Ermanno Scervino, Etro, Balmain, Chantal Thomass e Poliform, che coinvolgeranno i candidati nell’ideazione di concept innovativi e strategici in differenti aree: dalla realizzazione vera e propria di outfit, fino allo studio di progetti digital e marketing per questi marchi internazionali che hanno segnato l’evoluzione della moda e del fashion system in tutto il mondo.

Reinventing a collection’ è la sfida lanciata dalla School of Fashion & Art di Firenze di Istituto Marangoni insieme a Ermanno Scervino. I partecipanti dovranno proporre dei digital print con tre total look per rappresentare un tributo alla collezione donna Spring-Summer 2019.

Traditional motifs, innovative prints’, l’accattivante titolo del progetto di scholarship sviluppato con Etro, da sempre riconosciuto nel mondo per la sua capacità di fondere sapienza artigianale a innovazione. Gli interessati sono invitati a presentare cinque grafiche contemporanee, ispirate ai motivi tradizionali del marchio da reinterpretare in chiave attuale.

Non poteva mancare un tema rivolto al mondo del social media marketing, ‘Digital audience: a strategy for monetization’, dedicato alla borsa di studio assegnata dalla storica e iconica maison francese Balmain Paris, che chiede di identificare una serie di attività marketing in grado di implementare la digital audience del brand.

The Paris School of Fashion, in collaborazione con Chantal Thomass, brand giocoso e irriverente che rappresenta la boutique chic di lingerie per eccellenza, presenterà la prima edizione del concorso ‘Brand extension for the contemporary consumer‘. L'obiettivo dato è quello di sviluppare idee innovative per estensioni future del marchio.

La scuola di Londra invece sigla una partnership con Poliform UK, una realtà industriale tra le più significative nel settore dell’arredamento internazionale, che con il contest ‘Shaping innovation through adaptive products’. Per aderire al progetto, si dovranno disegnare una serie di prodotti facilmente adattabili e malleabili, traendo ispirazione dalle collezioni del brand.

Oltre a queste prime prestigiose collaborazioni sono previste nuove borse di studio in partnership con brand internazionali di altissimo livello sia in ambito moda che design.

Importante: tutte le proposte vanno presentate entro il 21 gennaio 2019.
I corsi Master partiranno a febbraio 2019.
Per maggiori informazioni: https://scholarships.istitutomarangoni.com/

leggi di più

Huawei P Smart 2019: cosa c'è da sapere

di Laura Frigerio

 

Anche quest'anno Huawei ha intenzione di mantenere la sua posizione di leader mondiale nell’industria tecnologica e lo dimostra lanciando Huawei P Smart 2019,  il nuovo smartphone che coniuga alte prestazioni tecnologiche ad un’ottima esperienza d’uso.

Dal suo predecessore eredita le eccellenti performance racchiuse in un design ricercato che le migliora in ogni aspetto: dotato di ampio display Dewdrop, del potente processore Octa-Core Kirin 710 e di una doppia fotocamera potenziata dall’Intelligenza Artificiale, questo modello è pensato per essere l’alleato perfetto dei giovani che cercano uno smartphone conveniente, senza rinunciare ad una user experience di qualità e ad un design trendy. Scommettiamo che diventerà un best-seller del 2019?

 

UN DISPLAY DA TOP DI GAMMA
Tratto distintivo del nuovo Huawei P Smart Plus 2019 è il display Huawei Dewdrop da 6.21” con schermo 19.5:9 edge to edge, che regala al device un’ampiezza e una definizione visiva senza precedenti. Oltre al display fisicamente più ampio, il nuovo smartphone Huawei sostituisce la banda superiore con un notch per nulla invasivo, che racchiude la fotocamera frontale in un elegante design a forma di goccia, e rimuove completamente la mascherina inferiore, donando allo smartphone un aspetto ancora più moderno ed innovativo. Inoltre, l'elevata densità di pixel da 415ppi del display offre una risoluzione FHD+ (2340x1080) di qualità superiore che, combinata con il supporto dell'85% della gamma colore NTSC, rende l'esperienza visiva davvero coinvolgente.
Però non è finita qui: Huawei P Smart 2019 include la nuova modalità Eye Comfort certificata TÜV Rheinland, in grado di filtrare efficacemente le luci blu ad alta energia e alleviare l'affaticamento degli occhi durante le sessioni d’uso prolungate, così da soddisfare le esigenze di utilizzo di ogni utente.  

UN LOOK NATURALMENTE ELEGANTE
Oltre a un display eccellente, HUawei P Smart 2019 vanta una fotocamera anteriore ed una posteriore ancora più performanti. La fotocamera frontale da 8 megapixel e apertura f / 2.0 supporta le nuove funzionalità AI e AR, insieme al controllo gestuale. La modalità Ritratto consente, inoltre, agli utenti di applicare molto facilmente i filtri bellezza, così da poter modificare i propri scatti immediatamente e renderli davvero stupendi. Infine, la fotocamera anteriore riconosce e ottimizza otto categorie di sfondi, in modo che gli utenti possano sentirsi liberi di scattare ovunque si trovino, realizzando selfie invidiabili.  

UNA POTENTE DOPPIA FOTOCAMERA CON AI
Huawei è riconosciuta e apprezzata in particolar modo per l’eccellente qualità delle fotocamere presenti nei suoi dispositivi. In Huawei P Smart 2019 troviamo una fotocamera principale da 13 MP e una secondaria da 2 MP. Quella principale ad alta risoluzione è dotata di un obiettivo con apertura f/1.8 e apertura virtuale f/0,95-16, mentre la fotocamera secondaria raccoglie informazioni sulla profondità del soggetto per  un'accurata segmentazione e per la creazione di effetti bokeh autentici. L’Intelligenza Artificiale opera in background per riconoscere in modo smart oltre 500 scenari e ottimizzare gli scatti in tempo reale, realizzando foto di alta qualità, quasi paragonabili a quelle di un fotografo professionista. Inoltre, Huawei AI Image Stabilization, insieme all'obiettivo ad ampia apertura, produce foto notturne luminose e dettagliate, quasi prive di rumore, eliminando la necessità di un treppiede.  


PRESTAZIONI OTTIMIZZATE PER L'USO QUOTIDIANO
Huawei P Smart 2019 è dotato del processore octa-core Kirin 710. Realizzato grazie ad un processo costruttivo a 12 nm, Kirin 710 ha una velocità di clock fino a 2,2 GHz, che assicura una risposta del sistema naturale e fluida, prestazioni di gioco coinvolgenti e un'eccellente efficienza energetica. Il processore di immagine (ISP) e il processore di segnale digitale (DSP) migliorano le immagini e incrementano ulteriormente la qualità del risultato.  

EMUI 9.0 è di serie su Huawei P Smart 2019. L'interfaccia personalizzata Huawei è basata su AndroidTM 9 Pie e ottimizza l'allocazione dei processi per migliorare l'utilizzo della CPU. GPU Turbo 2.0, l'ultima iterazione della soluzione di elaborazione grafica basata sull'AI di Huawei, raddoppia l'efficienza energetica della GPU e offre prestazioni fino al 30% superiori. Questa funzione consente a Huawei P smart 2019 di offrire un'esperienza senza paragoni, veloce e stabile.  

Inoltre, la batteria da 3400 mAh supporta fino a 10 ore di navigazione su reti 4G, 18 ore di riproduzione video e un'eccezionale riproduzione musicale continua di 96 ore. Il sistema di gestione intelligente della batteria applica diverse misure per estenderne ulteriormente la durata, tra cui la sospensione di app non utilizzate.  

Huawei P Smart 2019 introduce anche un innovativo file di sistema EROFS (Extendable Read-Only File System) per ottenere maggiori prestazioni e velocità del disco, grazie alla funzionalità di compressione dei file che consente agli utenti di sfruttare al massimo la memoria disponibile nel dispositivo.  

BELLO E POTENTE ALLO STESSO TEMPO
Disponibile in tre colorazioni (Midnight Black, Aurora Blue e Sapphire Blue), Huawei P Smart 2019 è incredibilmente ergonomico. Il design curvo 3D è unito ad un retro lucido in ceramica che conferisce al dispositivo un aspetto elegante e una sensazione confortevole al tatto.  Gli smartphone sono diventati parte integrante dello stile di vita moderno e devono essere progettati per resistere all'usura dovuta all’utilizzo quotidiano.
Per questo Huawei ha realizzato Huawei P smart 2019 per renderlo estremamente resistente. I vari componenti del dispositivo sono stati rigorosamente testati nelle strutture di collaudo Huawei. Ad esempio, sia il pulsante di accensione che il sensore di impronte digitali possono resistere a 200.000 input.  

DISPONIBILITA', PREZZO, PROMO

Huawei P Smart 2019 è disponibile al prezzo consigliato al pubblico di 249 €. Inoltre,  dal 10 gennaio al 10 febbraio, acquistando P Smart 2019 sarà possibile ottenere gratuitamente Huawei Soundstone (previa registrazione su huaweipromo.it). Se il precedente smartphone è Huawei, i clienti potranno usufruire di un ulteriore codice promozionale per HUAWEI Video, del valore commerciale fino a € 50.
Per partecipare, è necessario registrarsi sull’apposito form, attivo dalle 00.00 del 10.01.2019, al seguente link: https://www.huaweipromo.it/promo/psmart2019/home.  

HUAWEI P SMART 2019 DOUBLETAP
In occasione del lancio di Huawei P Smart 2019, l’azienda ha siglato una partnership con il tour DoubleTap, diventando Title Sponsor del live contest che vede gli utenti Tik Tok e Instagram esibirsi dal vivo e mostrare il proprio talento sul palcoscenico e che l’anno scorso ha radunato oltre 25 mila giovanissimi in tutta Italia.
L’edizione 2019 prevede anche la nuova categoria “Huawei Challenge”, un’esibizione realizzata in onore di Huawei P Smart 2019 , e la partecipazione fissa delle star del web Virginia Montemaggi, Marta Losito e TelJ, vincitore dell’edizione 2017 e ideatore della performance Huawei. I ragazzi, insieme ad un pool di altrettanti noti volti popolari tra i giovanissimi, saranno presenti durante tutte le tappe che porteranno alla selezione dei vincitori. E non solo: i due vincitori della Huawei Challenge avranno la possibilità di entrare a far parte di Huawei Brand Lover, la piattaforma che premia gli amanti del brand con prodotti in anteprima, partecipazione ad eventi esclusivi e molto altro. Tutti i dettagli, le date e le location del tour  verranno annunciati nelle prossime settimane. Huawei P Smart 2019 DoubleTap partirà nelle prossime settimane e durerà circa 9 mesi.  

DESIGN IT POSSIBLE
Per il lancio di Huawei P Smart 2019 è prevista la collaborazione con Antoni Tudisco, affermato 3D Artist & Art Director tedesco, per la creazione di video e grafiche che saranno utilizzati per i canali social Huawei e di accattivanti cover e temi in grado di incontrare il gusto dei più giovani. In particolare l’artista contaminerà con i suoi colori vivaci e la sua originalità il mondo audace e fresco di Huawei P Smart 2019. Questa collaborazione si inserisce all’interno di Design It Possible, il progetto pluriennale creato dall’azienda con l’obiettivo di valorizzare e portare alla luce le idee, il talento e la creatività.
Design it Possible vive offline e online anche grazie alla collaborazione con artisti d’eccellenza in grado di portare il proprio stile all’interno del mondo Huawei e arricchendo così l’esperienza di consumo dei propri utenti.  
Dal 10 gennaio le esclusive cover firmate Antoni Tudisco saranno disponibili presso Huawei Experience Store di Milano Citylife e online sul sito https://shop.huaweiexperiencestore.com/, mentre i temi saranno disponibili gratuitamente nell’AppGallery di Huawei.

leggi di più

Vuoi l'amante, il nuovo singolo di Romina Falconi

di Laura Frigerio

Eccoci tornati con i nostri consigli musicali. Oggi al centro vogliamo mettere una delle artiste più interessanti del panorama italiano, ovvero Romina Falconi.

Lei fa parte della schiera (purtroppo ristretta) di coloro che riescono a fare la differenza e a lasciare il segno.
Originale, intensa, intelligente, seducente e mai banale, Romina ha iniziato da qualche tempo a tracciare in musica la sua “mappa emozionale”.

E così, dove aver toccato i temi dolenti del pessimismo e dell’abbandono (con i singoli “Cadono saponette” e “Le 5 fasi del dolore”), affronta la dipendenza affettiva con “Vuoi L’Amante” (Freak & Chic/Artist First), già disponibile in digital download (https://artistfirst.lnk.to/VuoiLAmante) e su Vevo con un videoclip girato dal regista Saverio Corriero.

Il nuovo singolo, con la produzione di Francesco “Katoo” Catitti,  aggiunge un nuovo tassello alla “mappa emozionale” che l’artista vuole rappresentare nel nuovo disco di inediti atteso per marzo 2019.

“Do più amore di quanto ne riceva io”. "Mi ama ma non lo sa". “Questo è uno dei temi più delicati che abbia mai affrontato”- racconta Romina - “Mi sono sentita l'amante del mio stesso fidanzato, un’ospite nella mia stessa casa. Il problema non è innamorarsi di una persona impegnata sentimentalmente o libera; il problema è innamorarsi di una persona che non è libera di amare, di una passione triste. Forse perché, in fondo, credi di meritarti solo quello. Almeno una volta nella vita, la nostra crocerossina interiore prende il controllo e allora, anziché lasciare andare chi ci rifiuta, ci facciamo i codini, ci mettiamo un procione sulla spalla e lo inseguiamo perché, poverino, ha bisogno di qualcuno che gli insegni ad amare"

“Ridendo e scherzando” - continua Romina - “descrivo un'ombra molto comune e, ancora una volta, ho deciso di farlo nel mio modo grottesco. Perché non importa quello che ci hanno insegnato le favole o l’adattamento italiano di Candy Candy. Quel procione non è un gatto, ma un cazzo di procione. E quello non si chiama amore, ma dipendenza affettiva”.


Romina Falconi sta sviluppando il nuovo disco di inediti con il preciso intento di coinvolgere il pubblico nella creazione interattiva e quindi emozionale di questo percorso artistico. Recentemente Romina ha infatti rappresentato la sua musica con una performance collettiva di spose abbandonate in tutta Italia oltre che aprire un Centro d’Ascolto per Cuori Infranti sotto Piazza Duomo a Milano.

leggi di più

Gucci celebra l'Anno del Maiale con una collezione

di Laura Frigerio

Conoscete l’oroscopo cinese? Ebbene, il 5 febbraio inizierà l’Anno del Maiale e Gucci ha deciso di celebrarlo con una speciale collezione ricca di capi e accessori.

I motivi con maiali che decorano la collezione sono vari: in alcuni casi il soggetto è una rappresentazione disegnata da Gucci, in altri si tratta dei personaggi Walt Disney del cartone animato I Tre Porcellini del 1933.

Gli animali decorano un’ampia selezione di articoli creati appositamente per la collezione, che comprende capi d’abbigliamento da donna e da uomo, calzature, valigeria, piccola pelletteria e accessori.

L’immagine del maiale creata da Gucci spicca su pigiami da donna dai colori vivaci, un maglione intarsiato, t-shirt, felpe, berretti, calze, cardigan e magliette da uomo. Patch con il disegno de I tre porcellini di Walt Disney sono usati invece per decorare le sneaker ACE, zaini in tessuto Gucci Supreme, borse tote e portafogli, oltre ad una camicia oversize da donna in denim, una camicia da uomo e una blusa leggera.
L’immagine de I tre porcellini è raffigurata anche sul quadrante di un orologio.

Il poster originale Disney, inoltre, è stato stampato su una t-shirt bianca di cotone e su una felpa. Completa l’offerta un esclusivo modello di occhiali, nei toni del rosso, creato reinterpretando una delle forme esagonali della Maison.

Infine, giocando con il modo di dire “i maiali possono volare”, sono stati realizzati tre articoli di gioielleria (due spille e un bracciale) a forma di maiale con le ali in resina colorata e metallo con finiture oro anticato.

A partire da gennaio, la collezione, composta da 35 pezzi, sarà promossa attraverso i canali digital di Gucci e in selezionati negozi in tutto il mondo. Il 7 gennaio è stata lanciata in Cina, Hong Kong, Macau e su Gucci.com un borsa esclusiva. Tutti gli articoli verranno distribuiti con un packaging dedicato al capodanno cinese.

Anche le vetrine di alcuni selezionati negozi in Asia daranno risalto alla collezione: le pareti e i pavimenti verranno interamente rivestiti con tappezzerie in matelassé rosso con motivi a forma di maiale.


Il lancio della collezione sarà supportato da una campagna ad hoc. Scattate dal fotografo Frank Lebon, le immagini della campagna mostrano vari personaggi che conducono vite lussuose a New York in compagnia dei loro maiali domestici. Le foto, scattate nelle strade di Manhattan, a Central Park e in appartamenti riccamente decorati, vogliono risultare rilassate e spensierate, evidenziando il legame naturale tra uomo e animali.

Sulla App Gucci saranno disponibili speciali contenuti interattivi che daranno vita al personaggio del maiale: gli utenti avranno la possibilità di scattare selfie o filmare video ballandoci insieme.

leggi di più

Golden Globe 2019: l'hairlook dell’attrice Rosamund Pike con i prodotti Moroccanoil

di Laura Frigerio

 

Anche voi siete rimaste incantate ad ammirare le star sul red carpet della 76esima edizione dei Golden Globe Awards?

 

Tra di loro anche l'attrice Rosamund Pike, che ha sfoggiato un'acconciatura elegante e contemporanea creata dal Moroccanoil Celebrity Hairstylist Bryce Scarlett.

Rosamund Pike è stata nominata come miglior attrice nel film drammatico "The Private War".  

Parlando di ispirazione, Bryce Scarlett ha dichiarato: "Il look è stato ispirato dall'abito Givenchy Couture personalizzato nero e argento di Rosamund. Il suo abito dettagliato era moderno e super grafico, e volevamo assicurarci che i suoi capelli fossero eleganti e sofisticati per accompagnare il suo splendido vestito".

Come ricreare l'hairlook?

• Sui capelli umidi, utilizzare una piccola quantità di Moroccanoil Treatment Light per ottenere la base perfetta per lo styling.

• Successivamente, applicare Moroccanoil Volumizing Mousse alle radici e Morccocanoil Blow Dry Concentrate sulle punte per creare un look liscio ed elegante.

• Creare una partitura centrale e raccogliere i capelli in una coda bassa; fissarli con Moroccanoil Luminous Hairspray Strong.

• Vaporizzare la lunghezza della coda di cavallo con Moroccanoil Luminous Hairspray Strong e lavorare i capelli umidi formando un piccolo chignon molto stretto.

• Infine, un velo di Moroccanoil Glimmer Shine per completare il look e dare lucentezza.

leggi di più

Il futuro in bilico, il libro-saggio di Elisabetta Di Minico

di Redazione

Dopo aver conquistato la critica, sta intrigando sempre più lettori “Il futuro in bilico - Il mondo contemporaneo tra controllo, utopia e distopia”, il libro-saggio firmato da Elisabetta Di Minico (edito da Meltemi).

Al centro, la distopia, ossia sul “luogo cattivo”, tanto nella finzione letteraria, fumettistica e cinematografica, quanto nei percorsi storici e socio-politici degli ultimi 150 anni.

Avete presente “1984”, “Mondo Nuovo” e “The Handmaid's Tale” piuttosto che “V per Vendetta” o “Fahrenheit 451”?
Elisabetta parte proprio da qui: “La distopia racconta descrive mondi terribili, dominati dalle iperboliche evoluzioni dei peggiori incubi della storia e della contemporaneità, tra cui disastri ecologici, dittature e consumismo esasperato. Io utilizzo provocatoriamente romanzi, fumetti e film distopici per svelare i sistemi di controllo e i processi repressivi e patriarcali che caratterizzano la società contemporanea”.

Il discorso vira in particolare sulla distopia che attacca il diverso, da un punto di vista razziale, ideologico o di genere. Molta attenzione è data alla violenza contro le donne perché “Nelle distopie il genere femminile rischia di essere vittima due volte. I corpi delle donne possono essere “terreno di guerra” sia per un potere politico repressivo, sia per un’autorità patriarcale e sessista”.

Alla fine ci si rende conto che non c’è bisogno di aspettare mondi lontani nel tempo o nello spazio per trovare delle realtà da incubo. La distopia è già presente nella nostra società, con forme più o meno gravi di violenza e controllo. “La distopia non è semplice intrattenimento. Questo genere può aiutarci a capire l’attuale stato “di salute” del nostro mondo perché la letteratura, il cinema e i fumetti di una data comunità riflettono la società a cui appartengono. Se il sistema è infetto, la cultura riconoscerà, assimilerà e denuncerà l’infezione”.

Chi è Elisabetta Di Minico
Elisabetta Di Minico ha studiato Letteratura e Storia Contemporanea presso la Sapienza Università di Roma e ha conseguito Cum Laude un dottorato in Storia Contemporanea presso l’Università di Barcellona. Fa attualmente parte del gruppo di ricerca HISTOPIA, coordinato dall’Università Autonoma di Madrid. Si occupa prevalentemente di distopia, controllo e violenza. I suoi studi hanno originato alcuni capitoli e articoli accademici e sono stati presentati in diverse conferenze presso università e istituti italiani e stranieri (Harvard University, University of Cambridge, University College Cork, etc.).

leggi di più

La Rinascente dedica tre vetrine a Eleventy

di Laura Frigerio

 

Se in questi giorni vi capita di passare per il centro di Milano vi consigliamo di dare un'occhiata alla Rinascente, che ha deciso di dedicare tre vetrine alla collezione uomo Eleventy SS19 durante la Milano Fashion Week dall'11 al 21 gennaio.

Il pubblico internazionale, gli amanti del brand e la città potranno apprezzare lo stile Eleventy, che racconta la migliore tradizione manifatturiera italiana.

"Sono onorato di poter presentare i nostri prodotti in un contesto così importante, soprattutto in un momento di forte crescita della nostra azienda. Ci riteniamo ambasciatori nel mondo di un lusso responsabile, dell'artigianalità italiana e di uno stile sobrio, elegante, ma soprattutto moderno" - dichiara Marco Baldassari, CEO e direttore creativo uomo di Eleventy.

Ad oggi il brand Eleventy è distribuito in oltre 30 paesi tra i quali Stati Uniti, Russia, Turchia e Far East, grazie ad accordi commerciali con importanti partner locali. Le più recenti aperture hanno riguardato Istanbul, New York e Selfridges a Londra, dove Eleventy ha un proprio spazio dedicato.

A partire da fine gennaio, inoltre, il brand sarà presente da Harrods, altro traguardo prestigioso.

La partnership con Rinascente vede Eleventy già protagonista di uno spazio dedicato, di circa 90mq, all'interno del department store di Milano ed una presenza consolidata a Roma.
Le prossime aperture riguarderanno i punti vendita di Firenze e Torino.

leggi di più

Le nuove maschere di VERALAB, by L'Estetica Cinica

di Laura Frigerio

Vi abbiamo già parlato di VERALAB, il brand beauty de L'Estetista Cinica.
Ebbene, ha lanciato delle nuove maschere, che meritano di essere provate.

Scoprite insieme a noi quali sono:
- BRIGHTENING EYE MASK
Maschera contorno occhi schiarente e decongestionante (Prezzo: 25 euro)

- HAPPY SKIN MASK
Maschera in mousse con effetto riequilibrante
(Prezzo: 25 euro)

- JELLY LIFT MASK
Maschera gel con effetto tensore
(Prezzo: 25 euro)
- RELAXING OIL MASK
Maschera in Olio Nutriente
(Prezzo: 25 euro)

leggi di più

Pitti Uomo 95: l'influencer Ludovica Pagani allo stand Kejo

di Laura Frigerio

Tra le persone note di passaggio a Pitti Immagine Uomo 95 (in corso a Firenze) anche Ludovica Pagani. L’8 gennaio l’influencer è stata protagonista con foto, video e interviste allo stand Kejo. Nello stesso spazio, il 9 gennaio in tarda mattinata, invece è stata la volta di Christian Vieri. Anche Vieri, come Ludovica Pagani, collabora con Futura Management

Chi è Ludovica Pagani? 
Ludovica Pagani è considerata una delle principali influencer italiane. Su Instagram ha oltre un milione e 700.000 fan, in crescita costante. Ognuna delle sue stories viene visualizzata mediamente da 350.000 persone, mentre i suoi post generano qualcosa come 47 milioni di impression alla settimana con una copertura media di 1.600.000. Nata a Bergamo il 25 giugno del 1995, ha frequentato il Liceo Linguistico ad indirizzo Giuridico ed Economico per poi iscriversi all'università di Management a Milano. Nel 2016 ha iniziato l'attività di influencer sui social collaborando con diversi brand di moda. Ha poi condotto una serie web serie, We live shopping e co-condotto Milanonow, un programma in onda su Telelombardia. E' da sempre legata all'universo dello sport.
Nel 2017 ha iniziato la co-conduzione del programma sportivo Gokartv su Sportitalia e a fine 2018 ha partecipato più volte come inviata a Quelli che il Calcio (Raidue). Il suo canale YouTube, creato a metà maggio 2018, all'inizio di settembre ha già totalizzato oltre 5 milioni di visualizzazioni e ha oltre 190.000 iscritti. 

leggi di più

Talisker Whisky Atlantic Challenge: quote rosa raddoppiate

di Laura Frigerio

 

Avete mai sentito parlare della Talisker Whisky Atlantic Challenge? È la gara di canottaggio più dura al mondo, la cui ultima edizione vede raddoppiate le presenze femminili.

 

In gara 22 donne, 22 storie diverse ma unite dalla stessa voglia di mettersi alla prova e sfidare gli elementi.

Chi in solitaria, chi in equipaggi misti o in team totalmente al femminile, le donne della Talisker Whisky Atlantic Challenge fanno parte del gruppo di 88 spiriti audaci provenienti da 12 paesi e partiti il 12 dicembre da La Gomera, nelle isole Canarie, alla volta di Antigua, su una rotta di oltre 3.000 miglia in mezzo all’Oceano che cambierà per sempre le loro vite, mettendoli a dura prova nel superare i propri limiti e vincere la forza degli elementi.

I team affronteranno la traversata più dura del mondo, imbarcandosi in un viaggio alla scoperta di se stessi e della libertà, dove il coraggio e lo spirito di adattamento saranno indispensabili. In solitaria, in coppia, in equipaggi da tre o in quattro, queste 22 donne sfidano con coraggio e spirito d’avventura tutte le insidie che il mare può offrire, passando da calamità come tempeste tropicali e onde di 12 metri al caldo più asfissiante: questo mare sarà la loro casa per almeno 30-90 giorni.

leggi di più

San Valentino: si festeggia con i Cuori Ferrero

di Laura Frigerio

 

Ci siamo lasciati alle spalle le feste di Natale e ora si inizia a parlare già di San Valentino. L'ideale è festeggiare il giorno più romantico dell'anno in dolcezza, quindi Ferrero ha pensato a dei Cuori molto speciali.

 

Si tratta di tre confezioni a forma di cuore che racchiudono le inimitabili specialità Mon Chéri, Ferrero Rocher e Raffaello, caratterizzate dai colori iconici delle praline contenute al loro interno: rosso, il colore intenso della passione, per il cuore Mon Chéri; oro per il prezioso e inconfondibile Ferrero Rocher e bianco come il piacere puro per Raffaello.

Mon Chéri offre un’esperienza di gusto unica in grado di stupire sempre. Ha un sapore originale ed inimitabile che nasce dall’armonia di tre preziosi elementi: il croccante cioccolato fondente, il liquore intenso e la polposa ciliegia.

Ferrero Rocher, grazie all' inconfondibile incarto dorato che esalta la sua preziosa bellezza, è un momento di bontà da donare a chi si ama. Con la sua perfetta armonia di ingredienti e consistenze, combinati in una ricetta unica grazie all’expertise Ferrero nell’esaltare la nocciola, seduce tutti i sensi.

Raffaello è una specialità unica nel suo genere: con il suo aspetto di candore e di purezza grazie alle scaglie di cocco che cela il gusto incredibilmente delicato della morbida crema e della croccante mandorla, rappresenta il pensiero ideale da regalare come simbolo di puro amore.

All’interno dei punti vendita le novità a forma di cuore Ferrero si troveranno in un espositore che non potrà passare inosservato!

leggi di più

Pitti Immagine Uomo 95: IED e Detox lanciano il progetto The Time is Now!

di Laura Frigerio

A Pitti Immagine Uomo 95 si parlerà anche di moda sostenibile grazie all’Istituto Europeo di Design che avvia insieme al Consorzio Italiano Implementazione Detox - CID e Greenpeace Italia il progetto "The Time is Now!".

L'obiettivo è quello di sensibilizzare i grandi brand del settore a lavorare in sinergia con i propri fornitori e rendere la moda libera da sostanze tossiche.

"The Time is Now!" nasce con la selezione di un gruppo di studenti IED del 3° anno dei Corsi di Fashion Design e Fashion Stylist delle sedi di Milano, Roma, Firenze, Torino e Como.

I giovani designer sono stati scelti in occasione di un casting organizzato in IED Firenze e presieduto da una giuria composta da Andrea Cavicchi Presidente Consorzio Detox, Igor Zanti Direttore IED Firenze, Sara Azzone Direttore IED Moda Milano, Paola Pattacini Direttore IED Moda Roma, Giovanni Ottonello Art Director IED e Sara Sozzani Maino Vice Direttore Progetti Speciali Moda Vogue Italia e responsabile del progetto editoriale di Vogue Talents.

La giuria ha valutato gli studenti tenendo conto della loro sensibilità e propensione verso il tema della sostenibilità, della capacità di sviluppare collezioni uomo, del livello qualitativo degli elaborati e dei book presentati e dell’attitudine a saper raccontare per immagini al fine di comunicare la propria visione creativa.

È stato così formato un gruppo di 16 designer che, sotto la Direzione Creativa di David Parisi e Alessia Crea, ex studenti IED e co-fondatori del brand Casamadre, sono stati guidati in un primo brainstorming lo scorso dicembre e che durante i giorni di Pitti parteciperanno ad un workshop creativo per lo sviluppo di 5 capsule collection eco-friendly moda uomo.

Obiettivo finale la presentazione delle collezioni in occasione di Pitti Immagine Uomo di giugno.

“IED ha scelto un partner d’eccellenza come il Consorzio Italiano Implementazione Detox per raccontare il proprio impegno nei confronti della sostenibilità" - dichiara Sara Azzone, Direttore IED Moda Milano. "Riteniamo che il nostro dovere sia quello di formare progettisti in grado di considerare la sostenibilità dei processi all’interno dei propri progetti. I futuri designer formati da IED avranno in questo senso una consapevolezza e una maggiore cultura legata alla sostenibilità”.

“L’obiettivo del Consorzio Detox è promuovere un modello di produzione tessile sostenibile ed innovativo a livello nazionale ed internazionale. Il consorzio è composto da imprese italiane che svolgono varie fasi della filiera produttiva, non solo del distretto pratese, e che sono impegnate in progetti di sostenibilità nel processo di produzione tessile, a partire dall’impegno di eliminazione delle sostanze pericolose dai propri cicli produttivi secondo i principi Detox di Greenpeace" - commenta Andrea Cavicchi, Presidente del Consorzio Italiano Implementazione Detox e Presidente della sezione Sistema Moda di Confindustria Toscana Nord. "Il progetto con IED è stato fin da subito ritenuto interessante, perché confrontarsi con i futuri designer, che andranno a lavorare in azienda, è un aspetto fondamentale per raggiungere l’obiettivo di una moda veramente sostenibile. Desideriamo contribuire attivamente, mettendo a disposizione tutta la nostra esperienza produttiva, affinché si possa finalmente progettare capi o accessori realmente ecosostenibili. Abbiamo inoltre l’impegno di promuovere una vera economia circolare, attraverso l’utilizzo di materie di recupero e nell’utilizzo di capi rigenerati da riprogettare. Sarà fondamentale che la progettazione nel futuro sia sempre più orientata al riuso degli stessi o delle materie prime utilizzate”.

“I nostri studenti vivono già in maniera sostenibile" - commenta Paola Pattacini, Direttore IED Moda Roma - "Sono molto sensibili a questo argomento. Unire la grande creatività alla sostenibilità, dare loro l’opportunità di esprimersi anche in questo senso è un dovere da parte di IED e di riflesso il progetto è stato accolto da loro con grandissimo entusiasmo”.


“Se eliminare le sostanze chimiche pericolose dai nostri vestiti è considerato ormai un must da tanti brand e consumatori è adesso il momento di ridurre ulteriormente l'impatto della produzione tessile, aumentare la qualità, longevità e riciclabilità dei vestiti del futuro. The Time is Now! promette nuove idee e tanta innovazione” - conclude Chiara Campione, Head della Corporate and Consumer Unit di Greenpeace Italia.


In questa prima fase di studio e avvicinamento al tema della moda sostenibile, oggi gli studenti sono stati accompagnati in un tour alla scoperta del distretto della filiera moda di Prato, dove made in Italy vuol dire sostenibilità. In questa occasione hanno visitato alcune aziende impegnate in Detox e selezionate per i processi attenti all’ambiente, come l’impianto di depurazione centralizzato GIDA, il Lanificio Mario Bellucci produttore di tessuti rigenerati e l’azienda di tintoria e rifinizione tessuti Jersey Mode. Gli studenti hanno potuto inoltre scoprire gli spazi del Museo del Tessuto e il laboratorio di analisi Buzzi LAB, specializzato in analisi e ricerche nel settore del tessile e abbigliamento.

leggi di più

Katia Follesa su Real Time con Take Me Out - La rivincita del maschio

di Laura Frigerio

 

Parte ufficialmente il nuovo anno televisivo e su Real Time è tempo di "Take Me Out - La rivincita del maschio".

 

Il dating show (una produzione FremantleMedia per Discovery Italia) ritorna, con tante novità, a partire dall'8 gennaio alle ore 21.10.


Stavolta, come si può intuire dal titolo, toccherà alle ragazze mettersi in gioco davanti a 30 ragazzi single. Si invertono i ruoli, ma l’obiettivo è sempre lo stesso, trovare il vero amore! 

Alla conduzione ci sarà invece Katia Follesa, che aiuterà i ragazzi a trovare l’anima gemella.

Come funziona "Take Me Out"
In questa nuova edizione saranno le ragazze a scendere dal famoso ascensore per cercare di conquistare uno dei 30 ragazzi presenti in studio. Il meccanismo di scelta rimane invariato.
La single si farà conoscere, svelandosi lentamente: dalla prima impressione del suo ingresso in studio, grazie ad una clip di presentazione per raccontare la vita quotidiana, ai commenti di amici o parenti, che racconteranno qualche vizio, fino all’esibizione in studio che metterà in evidenza una sua particolare passione. Se alla fine dei tre round i ragazzi che hanno deciso di conoscerla saranno più di due, sarà la fortunata single a scegliere chi portare con sé fuori dallo studio per un appuntamento nella take me house.
Nell’ipotesi in cui la single non ottenga consensi, si avrà la situazione del blackout: nessuno dei ragazzi vuole uscire con lei! Alla sfortunata Cenerentola non rimarrà che farsi consolare dall’ironia di Katia Follesa, spalla fidata su cui riversare la delusione.

Le puntate saranno disponibili anche su dplay.com.

leggi di più

In viaggio con una valigia firmata da Matteo Perin

di Redazione

In molti sono in procinto di partire per un terminare queste festività in bellezza. Se amate viaggiare con stile, vi consigliamo di scegliere una valigia firmata da Matteo Perin.

Tradizione, pezzi unici e fatti per essere passati di generazione in generazione. Pellami di altissima qualità, design innovativo, dettagli fashion, praticità, resistenza e colore. Sono la cifra distintiva della collezione di valigeria e borse da viaggio firmata da Matteo Perin, il designer che ha portato il meglio dello stile e della moda made in Italy a Hollywood e nel resto del mondo.

Valigie, bauli, borsoni, zaini, borse e accessori da viaggio in pellami pregiati come il coccodrillo ma anche in struzzo, cervo e vitello, tutti personalizzati sia all’esterno che all’interno in base alle esigenze del cliente, vanno ad arricchire il portafoglio creativo di Matteo Perin che dopo gli abiti di alta sartoria indossati da star mondiali, gioielli esclusivi, complementi di arredo di lusso per case, yacht e jet privati, si dedica anche allo stile da viaggio. Perché non c’e’ jet setter che non abbia bisogno di valigie speciali.

Ecco che nasce il modello esclusivo di valigia in grado di contenere smoking e abiti da uomo perfettamente appesi: esterno rigido ed interno organizzato per tutti gli accessori maschili indispensabili per completare il look del businessman di oggi. La potenza dei colori delle Isole del Sud Italia accendono la linea di borse sportive e zaini per chi vuole portare sempre con se un pezzo d’Italia. Lo zaino Stromboli, lo zaino Lipari, lo zaino Vulcano esaltano lo stile deciso di un viaggiatore che ama il colore e i dettagli.

Come accade per gli abiti, i gioielli e le calzature, anche le valigie e le borse da viaggio disegnate da Matteo Perin sono realizzate dai migliori artigiani italiani con materiali selezionati di altissima qualità, personalizzabili in ogni componente e destinati a durare nel tempo. Chi sceglie lo stile da viaggio di Matteo Perin sa che una valigia è per sempre.

 

Sito ufficiale: www.matteoperin.com.

leggi di più

Capodanno in musica, con Federica Panicucci

di Laura Frigerio

 

Tra poche ore diremo addio al 2018 e saluteremo il 2019. Se avete intenzione di passare la vostra serata in casa , vi consigliamo di sintonizzarvi dalle ore 21 su Canale 5.

 

Federica Panicucci ci aspetta con “Capodanno in Musica” in diretta da Piazza della Prefettura a Bari. 

 

Si avvicenderanno sul palco artisti, musicisti e interpreti che hanno fatto la storia della canzone italiana insieme ad altri che negli ultimi anni hanno riempito i palazzetti e dominato le classifiche di vendita.

I nomi: Annalisa, Benji & Fede, Luca Carboni, Elodie, Riccardo Fogli e Roby Facchinetti, Irama, Junior Cally, Elettra Lamborghini, Ermal Meta, Fabrizio Moro, Gué Pequeno, Ron, Fabio Rovazzi, Tiromancino.

Dopo la mezzanotte il dj set di Max Brigante e l’energia del suo show Mamacita faranno ballare la piazza a ritmo di reggaeton, hip-hop & trap e R'n'B.

L’intero evento sarà trasmesso a partire dalle 21.00 in diretta su Canale5 e in contemporanea su Radio 105, R101, Radio Monte Carlo, Radio Subasio e Radionorba.

Firmerà la regia Luigi Antonini.

leggi di più

LG Electronics lancia la versione aggiornata del CLOi SuitBot indossabile

di Laura Frigerio

Ormai la tecnologia sta facendo dei salti da gigante, contribuendo a migliorare la nostra quotidianità, anche a livello fisico.

 

L'ultima dimostrazione arriva da LG Electronics (LG), che al CES 2019 di Las Vegas debutterà con una versione aggiornata del suo CLOi SuitBot indossabile, insieme a una linea di robot di servizio potenziati e in fase di commercializzazione.

LG CLOi SuitBot supporta la parte inferiore del corpo per ridurre lo stress durante i sollevamenti e le flessioni, mentre i robot di servizio CLOi potenziati (PorterBot, ServeBot e CartBot) mostreranno le loro maggiori capacità, rese possibili dalla continua evoluzione nel campo dell’Intelligenza Artificiale di LG e dal suo knowhow nella robotica.

Presentato lo scorso autunno a Berlino, il nuovo LG CLOi SuitBot supporta il torace e aumenta la forza muscolare di chi lo utilizza, riducendo il rischio di infortuni e la fatica nella pratica di attività fisicamente impegnative come il sollevamento e l'abbassamento di carichi pesanti.

SuitBot aumenta la flessibilità, consentendo un'estensione di 50 gradi e una flessione di 90 gradi del girovita; si attiva quando l'utilizzatore si piega con un angolo di 65 gradi e si sgancia quando torna in posizione eretta.

Il robot indossabile funziona per quattro ore con una sola carica e si ricarica in un'ora. Presentati per la prima volta al pubblico al CES 2018, PorterBot, ServeBot e CartBot sono progettati per ambienti come aeroporti, alberghi, supermercati e centri commerciali per assistere i clienti, trasportare bagagli, consegnare i pasti e trasportare bevande e alimenti. I nuovi robot di servizio LG CLOi sono stati aggiornati con un sistema di navigazione autonoma più avanzato e una connettività migliorata per consentire la comunicazione con meccanismi come ascensori e porte automatiche.

Utilizzando la tecnologia IA, i robot LG CLOi analizzano i modelli di utilizzo dei loro utenti per imparare e migliorare costantemente le prestazioni. Dotato di display touch screen e riconoscimento vocale per facilitare la naturale interazione con i clienti, LG CLOi è inoltre in grado di gestire compiti più complessi come rispondere a domande e gestire i pagamenti.

Questi robot intelligenti sono progettati per operare in modo indipendente: si dirigono verso una stazione di ricarica quando la carica è bassa, tornano al lavoro una volta completata la ricarica ed eseguono quotidianamente autodiagnosi e reportistica automatica.

"I progressi compiuti da tutta la nostra gamma di robot riflettono il nostro impegno a fornire una soluzione robotica per il mondo reale nel prossimo futuro" - ha dichiarato il vicepresidente senior Roh Jin-seo, responsabile del settore robotica di LG - "Con la capacità di analizzare e comprendere l'ambiente circostante, i service robot LG CLOi sono l’evidenza concreta dei nostri investimenti in automazione e ricerca e sviluppo nell’ambito dell’intelligenza artificiale".

leggi di più

iCrew, il nuovo talent-show di La5

di Laura Frigerio

 

È partito il 24 dicembre e va in onda su La5, dal lunedì al venerdì alle 12.15 (con repliche in seconda serata) iCrew, il primo talent-show televisivo in cui le crew, i gruppi e le compagnie di danza si sfideranno per determinare chi, secondo il parere di una giuria qualificata, sia stato il migliore nel corso di tutte le varie gare ed esibizioni.

I giovani danzatori, selezionati dopo numerosi casting in tutta Italia, cercheranno di conquistare i ricchi premi in palio e di ritagliarsi un posto nel dorato mondo dello spettacolo, guidati da una giuria tecnico-artistica formata da quattro membri rinomati a livello internazionale: Vanessa Lacedonia (Latini), Mommo Sacchetta (hip hop Contaminazione), Macia Del Prete (Modern Contemporary) e Carlos Kamizele (Afro Hip-Hop). Alla conduzione, i poliedrici Andrea Dianetti e Gabriele Carbotti. Ad occuparsi del backstage, invece, ci sarà Martina Pinto. Direttore artistico è Francesco Vitiello.

Dodici le puntate previste, comprendenti semifinale e finale. Durante il week-end, inoltre, andranno in onda delle maratone delle puntate andate in onda su Mediaset Extra.

iCrew è un programma prodotto dalla Sunshine Production di Alessandro Carpigo e Bruno Frustaci, che negli ultimi tempi ha ottenuto enormi riscontri, sia in termini di ascolti che di gradimento, anche per numerose altre trasmissioni e film.

leggi di più

Amazon Alexa ci aiuta ad evitare le domande scomode durante le feste

di Laura Frigerio

Ci siamo: con il Natale iniziano le numerose riunioni di famiglia tipiche delle Feste. E sappiamo benissimo quando queste possano essere gioiose, ma anche complicate.

Se non si può sempre fare affidamento sul cugino preferito che ci tiri fuori da una conversazione scomoda con un parente, Amazon Alexa può venire in nostro soccorso.

Ecco 4 modi in cui Alexa può aiutarci ad uscire dalle situazioni imbarazzanti:

- Stanca di sentire le zie discutere ancora una volta sulla ricetta originale delle lasagne? Chiedi ad Alexa “Alexa, dammi la ricetta delle lasagne” per avere un’opinione imparziale.

- Intrappolata tra due nonne pettegole che continuano a farti domande sul tuo stato sentimentale? Sposta l’attenzione dei presenti su un gioco come Trivial Pursuit Edizione Famiglia o Vero o Falso per distrarle dalla conversazione.

- Imposta preventivamente alcuni promemoria nell’arco della giornata in modo da muoverti per tutta la casa. Ad esempio, “Alexa, ricordami a mezzogiorno di tirare fuori le lasagna dal forno” oppure “Alexa, ricordami alle 16 di portare fuori il cane”.

- Un gioco in famiglia può aiutare a far scorrere il tempo mentre si aspetta il pranzo. Prova “Alexa, raccontami una barzelletta”, oppure chiedi “Alexa, sai rappare?” per intrattenere i presenti.

leggi di più