Pinko, la campagna pubblicitaria autunno-inverno 2020/2021

di Laura Frigerio

È stata svelata la campagna pubblicitaria di Pinko per l’autunno-inverno 2020/2021.

La parola chiave? Love. È infatti una celebrazione dell’amore, in tutte le sue forme. L’amore per se stessi e per gli altri. L’amore che ci tiene uniti e che ci fa guardare avanti. L’amore che ci dà energia e che ci fa lottare per un futuro migliore.

Pinko riparte con un messaggio di positività e ottimismo. E lo fa rendendo tributo ad uno dei valori fondanti del brand, l’amore, attraverso una campagna pubblicitaria dall’immagine forte e precisa.  

Un team tutto italiano di creativi, guidato dall’art director Riccardo Ruini e dal fotografo Federico De Angelis, ha dato vita a delle immagini che esprimono un messaggio chiaro ed inequivocabile: un maxi neon accende nel cielo della notte di Roma la parola LOVE.

In questo scenario suggestivo e entusiasmante, la modella danese Nadja Bender incarna lo spirito indipendente, audace ed eternamente femminile della donna Pinko, che gioca con la moda per affermare la propria personalità e il proprio stile individuale.  

Sofisticata e glamour, il suo stile è eclettico e versatile. Il nuovo sartoriale si mixa all’esuberanza delle paillette, mini abiti ricamati richiamano lo spirito rilassato degli anni Settanta, stampe e motivi grafici introducono un intrigante gioco di geometrie.

Le Pinko Love Bags sono protagoniste, rubando la scena con l’iconica fibbia ad anello arricchita dagli immancabili uccellini. La Love Puff seduce con la sua assoluta morbidezza, mentre la Love Camera Case realizzata in un’ampia varietà di materiali combina una moderna praticità con linee sinuose dallo spirito vintage.



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Silvia Siravo a teatro con Prometeo

di Laura Frigerio

L’estate ci ha ridato la gioia di tornare a teatro, dopo i duri mesi di lockdown. Certo, l’emergenza non è ancora rientrata e le limitazioni sono tante (in particolare per la cultura e lo spettacolo), ma non c’è da arrendersi. Ce lo dimostra l’attrice Silvia Siravo, che interpreta il ruolo di Io nel “Prometeo” di Eschilo, nell’adattamento di Patrick Rossi Gastaldi con Eduardo Siravo, Ruben Rigillo, Gabriella Casali e Alessandro D’Ambrosi.


Le prossime date della tournée di “Prometeo”? Il 7 agosto alle 21:30 a Volterra nell’ambito del Festival Internazionale del Teatro Romano di Volterra; il 12 agosto presso l’arena plautina di Sarsina nell’ambito del Plautus Festival; il 13 agosto ore 21.15 Calvi Teatro nell’ambito del Calvi Festival; il 21 agosto Festival del Teatro Classico “Tra Mito e Storia” di Portigliola; il 24 agosto a Segesta; il 25 agosto a Selinunte; il 26 agosto a Gela; il 27 agosto a Tindari.

“Io, il personaggio che sto interpretando nel Prometeo di Eschilo è doppiamente vittima: degli abusi di Zeus e dei suoi stratagemmi per coprire quegli stessi abusi” – racconta Silvia Siravo - “Trasformata in giovenca, condannata ad errare pungolata da un tafano, il personaggio pone senza dubbio delle difficoltà. Spontaneamente ho immaginato il tafano come una paura interna che non si può scacciare, quella corsa come una ossessione distonica, cioè incoerente con tutto il suo essere. I movimenti convulsi e afinalistici di Io, mi hanno fatto pensare ad un disturbo mentale provocato da un forte trauma. Sarà per me una sfida complessa ma sicuramente interessante portare in scena un personaggio perennemente in fuga che vaga senza requie e meta e così colmo di dolore”.

 




crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Italia, il nuovo romanzo di Alessandro Cona

di Redazione


Dopo il successo del suo romanzo d'esordio “Passato Prossimo”, un vero e proprio caso editoriale paragonato per il suo mood a Dylan Dog, Alessandro Cona torna ad affascinare con una nuova opera. Si tratta di “Italia”, romanzo breve pubblicato (in forma indipendente) sulla piattaforma per scrittori StreetLib Write, disponibile in formato ebook (in tutti i negozi digitali).
Questo sarà sono l'inizio del percorso di questo libro, che uscirà a breve in versione cartacea e anche in audiolibro.


LA TRAMA
Italia è una giovane cubana con il belpaese nel destino e nel grembo. Quando il frutto della passione con un avventuriero italico conosciuto mesi prima viene improvvisamente alla luce, anche i suoi piani di raggiungere la terra promessa e lasciare Cuba finiscono per stravolgersi completamente. Italia è un viaggio di uno strano trio formatosi casualmente nella hall di un fatiscente ostello dell'Avana, e che prende corpo passo dopo passo in un labirinto di gioie, frustrazioni, demoni privati, colori sgargianti e sapori speziati verso una destinazione ignota che appare via via sempre più irrilevante.

Perché nel viaggio ciò che conta davvero è come arrivare e non dove.

 



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Fiorella Ciaboco firma i look di Topless dei Soul System

di Laura Frigerio

La stylist Fiorella Ciaboco ha realizzato i capi indossati dai Soul System in “Topless”, il loro nuovo videoclip. Si tratta di una vera e propria capsule collection in canapa dipinta a mano, che mettono in risalto la personalità di ogni componente della band (Ainoo Joel, Alberto Patuzzo, Leslie NKum, Samuel Nyame Bismarck Jr in arte “Don Jiggy”, David Anokye Yeboah).


Importante è stato il contributo di artisti del pennello come Maurizio Cariati e Piero Guerriero. Questi capi hanno un occhio di riguardo nei confronti dell’ambiente, fondamentale per Fiorella Ciaboco.

La canapa è il must di questa capsule collection che sottolinea come anche i Soul System amino il nostro pianeta e lo rispettino, oltre all’argomento razzismo che li vede in prima linea in questo loro nuovo singolo. Una canapa fresca come sono freschi i componenti della band e poi colori vivaci e disegni geometrici, che rappresentano stati d’animo giocosi e felici e pieni d’amore e voglia di pace tra i popoli.

Le mascherine, divenute di moda e d’obbligo grazie al Covid-19, sono anche quelle realizzate in canapa e sono sormontate da cerniere apribili, quasi a voler dire che c’è una grande voglia di esprimersi artisticamente e cantando e una voglia di dire tutto quello che proviamo dentro, nell’anima, con amore e soprattutto la voglia di dire “basta razzismo!”. Anche le tinte vivaci e geometriche sono fortemente volute dalla stilista. E poi l’argomento “Made in Italy” che difende con forza, infatti, ha creato appositamente per l’occasione l’hashtag: #difendiamoilmadeinitaly



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Diva International tutela l’igiene della casa con Brawn

di Redazione


Negli ultimi mesi, a causa dell'emergenza sanitaria causata dal Covid-19, si è amplificata l'attenzione per la pulizia e l'igiene, non solo della persona ma anche degli oggetti e della casa.

La ricerca dei prodotti più idonei ha portato, di conseguenza, ad una crescita del settore e alla conferma della leadership di Diva International (già proprietaria del brand FRIA) che ha visto aumentare esponenzialmente la richiesta dei suoi panni Brawn per la cura e l'igienizzazione degli spazi domestici e non solo.

Brawn accompagna gli italiani da più di vent'anni con i suoi prodotti dedicati alla pulizia e all'igiene della casa e ora si sta rivelando ancora di più un alleato, in particolare delle donne che devono destreggiarsi in una nuova quotidianità resa più complessa proprio dai vari accorgimenti portati dal Covid-19.

I panni Brawn possono essere utilizzati non solo tra le mura domestiche per igienizzare gli oggetti come i giochi dei piccoli di casa, ma anche fuori per pulire le proprie borse o le superfici su cui si deve lavorare. E ora che è scattata per molti l'ora delle vacanze potrebbero essere utili in qualunque momento di svago e di relax, per sentirsi più sicuri anche quando si va al bar o al ristorante.

Ricordiamo che Diva International Srl, con oltre 30 anni di esperienza nei mercati igiene e benessere, utilizza infatti, nelle sue 35 linee di produzione, il 100% delle materie prime controllate all’origine. Il controllo qualità manuale è al 100%, mentre sono oltre 6000 le analisi microbiologiche effettuate internamente. Tutti dati che sottolineano la qualità e la sicurezza di prodotti che, nel corso degli anni, hanno accompagnato anche il percorso della donna moderna, sempre più protagonista di una società dai ritmi frenetici e sempre più multitasking, divisa tra lavoro, casa e passioni.



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

L'estate di Assunta Madre al Billionaire Porto Cervo

di Redazione

È iniziata una nuova avventura per Assunta Madre: sarà infatti il ristorante di pesce al piano superiore di Billionaire Porto Cervo, in Sardegna.


Un accordo ha così unito, per la prima volta, queste due eccellenze Made in Italy per garantire a tutti gli ospiti un'estate all'insegna del buon cibo e del divertimento. In un periodo così particolare, che segue i difficili mesi del lockdown, l'intenzione è quella di curare ancora di più l'offerta, all'insegna della qualità e dell'attenzione al dettaglio, da sempre dei must per i ristoranti Assunta Madre che, dopo Roma e Milano, approda a Porto Cervo ovvero una delle mete turistiche più prestigiose del nostro paese. E anche al Billionaire il capo brigata sarà lo chef Franco Bloisi, il quale sarà presente per tutta la stagione.

«Con Flavio Briatore e il suo staff del Billionaire è stato semplice raggiungere l'accordo. Volevamo entrambi offrire l'eccellenza. Noi porteremo la migliore qualità del pescato del Mediterraneo: abbiamo già avvertito le nostre barche di portarci solo il meglio, come sempre. Ho visto subito un grande entusiasmo da parte dei nostri pescatori e dello staff. Quindi noi caliamo le reti e vi aspettiamo ad Assunta madre al Billionaire Porto Cervo per offrirvi le migliori serate della Costa Smeralda!» - dichiara Franco Bloisi.


 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Luca Guidara spiega con Hitachi Cooling & Heating la pulizia del climatizzatore

di Laura Frigerio

Probabilmente molti di voi, in questi giorni caldissimi, stanno facendo un largo uso del climatizzatore. Però siete consapevoli del fatto che va tenuto pulito, anche al suo interno e non solo sul fronte filtri?

 

Ce lo spiega anche Luca Guidara, clean influencer (seguito da oltre 70mila follower), che ha avviato una collaborazione con Hitachi Cooling & Heating, brand giapponese di sistemi di climatizzazione di qualità.

Dal loro incontro sono nate delle stories sul tema dell’igiene e dell’efficienza del climatizzatore e la nuova rubrica #Lucaspiegacose, in cui Guidara spiega perché la pulizia è fondamentale per il corretto funzionamento di tutti gli elettrodomestici e soprattutto del condizionatore.

“Con l’uso e il trascorrere del tempo muffe, batteri, allergeni e impurità si depositano sullo scambiatore dell’unità interna del condizionatore e lì rimangono, accumulandosi” - racconta Paolo Caimi, Marketing Manager di Hitachi Cooling & Heating Italia. E prosegue: “Per questo Hitachi Cooling & Heating ha sviluppato FrostWash, non un semplice sistema di filtrazione e purificazione dell’aria ma una tecnologia innovativa che cattura, congela e lava via polvere, muffe e impurità per garantire massima igiene al climatizzatore prima ancora che l’aria arrivi ai filtri. Integrato nei nostri nuovi climatizzatori per la casa, FrostWash permette di eliminare il 91% di batteri e l’87% delle muffe, e di migliorare l’efficienza energetica del climatizzatore di oltre il 10%”.

Per chi poi non possiede un climatizzatore intelligente che si pulisce da solo, il coach dell’ordine e del pulito dispensa comunque i suoi preziosissimi tips & tricks per la pulizia dei filtri, ma ci ricorda anche che quest’operazione non basta per respirare aria pulita.

 

 

 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

AW LAB IS ME Music Edition, la finale

di Laura Frigerio

È tutto pronto per il gran finale della seconda edizione di AW LAB IS ME Music Edition, il contest ideato da AW LAB, il primo nel suo genere totalmente gestito in live streaming.

In solo tre mesi gli aspiranti artisti che hanno aderito, tra Italia e Spagna, sono stati ben 5000.

Ora questo martedì, dalle ore 18 alle 19, si potrà assiste alla finale, ripresa in diretta streaming da un innovativo studio che,grazie ad una particolare scenografia, renderà immersiva l’esperienza dei protagonisti e degli spettatori.

I nove finalisti, di cui 5 ragazze, si sfideranno in diretta davanti ad una giuria d’eccezione composta dagli special guest dell’evento Dani Faiv, Ensi e Low Kidd, dai manager dei top brand internazionali di sneaker adidas, Diadora, Nike, Puma e dal management di Sony Music.

I concorrenti verranno giudicati anche dal pubblico collegato in streaming, una vera e propria giuria popolare che potrà dire la sua tramite un link web che sarà comunicato in diretta, incidendo sul risultato finale. Oltre al premio principale, si concorrerà per il Premio #PLAYWITHSTYLE, che consentirà al pubblico di votare il miglior video tra tutti i partecipanti al contest, e per la nuova categoria #LOUDER nata dall’iniziativa promossa da AW LAB durante il Pride.

Cosa vincerà il primo classificato? Potrà produrre il proprio singolo grazie all’art direction di Low Kidd, che verrà poi distribuito con il supporto di SONY MUSIC e promosso insieme ad AW LAB che si occuperà della produzione del video clip.

Questi i finalisti: Malalingua, Cleo, Matteo Sica, Adrianaiè, Gabriel Jonah, Giordana Petralia, Rosie Neko, Zangel e Aroxa (in collegamento dalla Spagna).

I loro singoli sono già ascoltabili su Spotify nella play list IS ME targata Sony: https://bit.ly/awlab_isme.

Per seguire la finale in diretta basta collegarsi alla pagina instagram di AW LAB @awlab



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Ruinart Food for Art sul Lago di Como

di Laura Frigerio

Questa estate è un piacere stare in Lombardia e godere le sue bellezze, oltre alle sue eccellenze.

Il mercoledì (fino al 13 settembre), per esempio, Ruinart dà appuntamento agli appassionati e gourmand alla Langosteria Lago di Como, una terrazza sul lago nella splendida cornice del Mandarin Oriental, Lago di Como, per una cena Food for Art, dove arte e gastronomia si fondono in un menu dedicato alle cuvée emblematiche della Maison, Ruinart Blanc de Blancs, Ruinart Rosé e R de Ruinart Brut.  

Firmato dagli Chef di Langosteria in collaborazione con Mandarin Oriental, Lago di Como, il menu Luminous Pop si ispira in particolare alla fantasia creativa della giovane fotografa Elsa Leydier, vincitrice del Premio Maison Ruinart 2019, a cui la più antica Maison de Champagne ha commissionato un servizio fotografico celebrativo della cuvée Ruinart Rosé, l’espressione più golosa del gusto Ruinart. Un omaggio alla Maison, che è stata la prima a commercializzare uno champagne Rosé nel1764.   


Tradizione e sperimentazione consentono a Elsa di realizzare fotografie dove le bottiglie di Ruinart Rosé sono catturate tra l’eternità dei paesaggi naturali dei vigneti e i colori, la luce e i motivi che evocano la contemporaneità dell’era digitale.


Insomma, quella proposta è una splendida experience immersiva, da provare!



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

La maschera Detox-Reset di MyFormula per i capelli

di Redazione


In estate proteggere i capelli dalle aggressioni dei raggi solari, salsedine, cloro, vento, lavaggi frequenti è fondamentale per mantenerli sempre sani e splendenti ed evitare un taglio drastico al rientro dalle vacanze.

 

“Myformula” propone la maschera personalizzata ideale per la cura di ogni tipo di capello nella stagione più calda. La maschera Detox-Reset pre shampoo è un trattamento ricostituente del capello da utilizzare durante le vacanze estive come prevenzione, e al rientro in città dopo la frequente esposizione al sole e all’acqua di mare, o anche come mantenimento almeno una volta al mese per assorbire le impurità e mantenere il PH della cute equilibrato ed in salute.

La maschera contiene ingredienti di prima qualità naturali e personalizzati in base ai benefici che si vogliono ottenere: idratazione, protezione dal calore, anticrespo, morbidezza, lucentezza, volume. Alcuni degli ingredienti attivi utilizzati sono:argilla gialla, estratto di aloe vera, miele, camelia giapponese, olio di argan, estratto di oliva, estratti di melograno, olio di mandorle e coumarina. La maschera ha una consistenza vellutata e cremosa per via degli innovativi ingredienti naturali utilizzati, lasciando una piacevole sensazione di fresco e di idratato. Inoltre, il suo utilizzo prepara il cuoio capelluto e il capello a uno stato di balance ideale.

COME SI USA
Si utilizza prima dello shampoo applicando una generosa quantità sui capelli umidi e distribuendo il prodotto con le dita uniformemente sulle lunghezze partendo dal cuoio capelluto. Dopo 6/7 minuti si risciacqua lentamente con un getto di acqua tiepida a “cascata”. Procedere poi al lavaggio con lo shampoo. Non è un sostituto del balsamo.



COME ORDINARE
Ciascun prodotto “Myformula” è sviluppato“su misura” in base ai bisogni del singolo cliente grazie alle informazioni fornite con una consultazione online disponibile su my-formula.it. Attraverso un algoritmo proprietario, che si traduce in una consulenza online di 12 specifiche domande, è possibile ottenere una formula composta da ingredienti unici e personalizzati. Il questionario tiene in considerazione fattori quali età, genere, lifestyle, tipologia di capelli e strumenti utilizzati per curarli, obbiettivi e fattori esterni come temperatura e durezza dell’acqua. Alla fine del test, una volta creato il proprio prodottosi può personalizzare anche il packaging, scegliendo il colore del contenitore della maschera e assegnandogli il proprio nome. La maschera Detox-Reset è disponibile in package da 200 ml al costo di 28,00 euro (spese di spedizione gratuite).



MYFORMULA
Myformula è una start up e-commerce made in Italy che ricerca e sviluppa prodotti di Hair Care su misura in base alle necessità di ogni singolo cliente. Tutti i prodotti sono Nickel tested, paraben free, non sono testati sugli animali e Made in Italy. Attualmente la linea è composta da 3 prodotti base: shampoo, balsamo e maschera, acquistabili singolarmente o in cofanetto con 2 o 3 referenze, su www.my-formula.it




crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Babbel festeggia il World Emoji Day

di Laura Frigerio

Se un tempo erano soprattutto i più giovani a usare le emoji (da non confondere con le emoticon) nei loro messaggi e sui social network, ora è ormai abitudine diffusa per tutte le età.

D’altra parte emoji semplificano la comunicazione: sono immediate, universalmente comprese e abbattono le barriere linguistiche.
Però bisogna anche dire che, tra le 1600 emoji in codice Unicode Consortium, ne esistono alcune soggette a fraintendimento.

È per questo che, in occasione del World Emoji Day del 17 luglio, Babbel (la celebre che porta le abilità linguistiche ad un livello superior), ha deciso di fornire agli internauti una vera e propria guida all’utilizzo delle emoji.


-Una delle emoji più dibattute è quella della faccina sorridente capovolta. Potrebbe sembrare una semplice alternativa dello smile, ma nel suo utilizzo corretto, mostra un doppio significato, che si tratti di sarcasmo o di un eufemismo.

-L’emoji della faccina con la goccia dal naso ha un significato ben diverso da quello che si potrebbe pensare. Potrebbe trattarsi di un'immagine che rappresenta una faccia raffreddata, ma il suo vero significato arriva dal Giappone, dove è stata inventata: questa emoji esprime la noia.

-L’emoji “leggermente sorridente” non è usata come segno di felicità in tutti i Paesi. In Cina, per esempio, implica sfiducia, incredulità o qualcuno che ti umilia. Può anche trasmettere un tono ironico di voce in altri contesti.


-A sollevare dubbi non sono solo le faccine. In Oriente e Occidente, l’emoji del battito di mani ha due significati ben diversi: mostra elogi e congratulazioni nei paesi occidentali, mentre in Cina simboleggia fare l’amore.

-Similmente, nei paesi occidentali, questa emoji molto utilizzata indica che tutto va bene. In Giappone, invece, è un gesto utilizzato come rappresentazione del denaro. E ancora, In Brasile e Turchia il gesto “OK” è considerato un insulto, equivalente al dito medio.

-Anche questa emoji sembra avere significati differenti a seconda del Paese in cui ci si trova. Per molti, simboleggia il rock o l’espressione “rock on”, ma come in Italia occorre prestare particolare attenzione all’utilizzo dell’emoji in Brasile, Grecia, Portogallo, Spagna, Colombia e Argentina, in quanto significa che il partner della persona che riceve il messaggio lo/la tradisce. La stessa emoji significa anche “ti amo” secondo la Lingua dei segni Americana.

-Altre emoji richiedono una particolare attenzione nell’utilizzo. È il caso della melanzana, della banana e della pesca. Per quanto riguarda le prime due, sono spesso usate a sfondo sessuale. Mentre la pesca ultimamente viene utilizzata per rappresentare i glutei nelle foto fitness delle più sportive influencer. In realtà, la melanzana simboleggia la buona fortuna in Giappone.


-L’emoji del fuoco ha molteplici significati: può rappresentare sia forza e orgoglio, sia qualcosa di “figo”, quindi è tendenzialmente considerata una emoji molto positiva. Ma può anche diventare il pittogramma di sexy.


-L’emoji delle mani giunte è forse la più controversa. Qualche anno fa cominciò a diffondersi online la teoria secondo cui queste sarebbero mani che si danno il cinque. Non è così: sono sempre state mani giunte, tanto che, nelle versioni più definite si vede che si tratta di mani che hanno i mignoli dalla stessa parte, cosa che non succede se ci si dà un cinque con la stessa mano. Le mani giunte sono utilizzate anche come una preghiera, un richiamo al “namaste” indiano, ma in realtà provengono da “per favore” o “grazie” nella cultura giapponese. Altre due interpretazioni comunemente errate sono le emoji giapponesi “persona che si inchina”, conosciuta come “dogeza” in Giappone, che viene utilizzata per esprimereuna sincera scusa o un profondo favore, ma che molti hanno interpretato come “persona che fa flessioni”, “eccitato”, “persona carina”, “sdraiato per il massaggio” e “Kin no unko” o “cacca d’oro”, un segno di buona fortuna e una delle emoji più popolari in Giappone, molto dibattuta nel mondo occidentale.

-Contrariamente a quanto si ritiene comunemente, questa non è una donna che tiene una mano a mezz’aria per dire qualcosa con tono insolente, oppure toccandosi i capelli. In realtà rappresenta una donna (Ma ne esiste anche una versione maschile) di un banco informazioni mentre fa un gesto come per dire: “come posso aiutarla?”.



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

MNcomm firma la comunicazione integrata di Buddyfit

di Redazione

È firmata da MNComm, la società di comunicazione e media relation con sede a Roma e Milano, la campagna di comunicazione integrata realizzata per Buddyfit la nuova app di home fitness lanciata sul mercato e che ha Zlatan Ibrahimovic come Global Brand Ambassador del gruppo e Diletta Leotta, Brand Ambassador per l’Italia.


Digital strategy, content video e media relation sono questi i tre elementi chiave che hanno caratterizzato la comunicazione di MNcomm per Buddyfit, start up nata nel 2020 come iniziativa imprenditoriale di 3 giovani co-fondatori, Giovanni Ciferri, il CEO, Stefano Manzoni e Stefano Cortese. Per raccontare la rivoluzione in atto nel mercato delle app di fitness, MNcomm in un lavoro sinergico realizzato con il team di Buddyfit ha elaborato una strategia di comunicazione che avesse come core dell’attività il mondo dell’online, tra app e social media.

Dopo una fase teaser, affidata agli oltre 100 trainer professionisti che hanno coinvolto e catturato singolarmente gli utenti, si è giunti ad una fase di prelancio che ha visto come attori i due volti della campagna. Azioni teaser declinate su instagram attraverso post feed e stories hanno lasciato presagire con un tono ironico e scherzoso, una relazione tra Zlatan e Diletta, simile a quella che si può creare tra un trainer professionista e un utente a caccia di nuova ispirazione per allenarsi. In poche ore, le azioni social realizzate dalle due star hanno fatto il giro della rete, facendo crescere così la curiosità sulle loro prossime mosse.

Il launch day del 9 luglio è stato affidato al un video emozionale creato da Level33, società di produzione del gruppo MNcomm, che in soli 60 secondi, con un ritmo serrato e avvincente, ha trasmesso attraverso la forza espressiva di Diletta Leotta e Zlatan Ibrahimovic, il senso di costanza, di determinazione e il raggiungimento degli obiettivi, possibile solo grazie a Buddyfit. Nel video rilasciato sulle property ufficiali di Buddyfit e sostenuto dai due ambassador si vede Diletta intenta ad allenarsi, anche se a tratti svogliata, e Zlatan inamovibile nel suo ruolo di personal trainer.
A sostenere la comunicazione sui media generalisti, MNcomm ha realizzato delle azioni mirate costituite da anticipazioni su media tradizionali, che hanno raggiunto la loro massima espressione nel lancio ufficiale dell’app ad una rete di contatti media segmentati per: sport, lifestyle ed economico.



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Giacomo Milano e i suoi dehors, per l'estate in città

di Redazione

Se state passando buona parte dell’estate in città, non potrete fare a meno di cercare di passare dei momenti piacevoli in qualche locale, meglio se con un bel dehors.

I dehors sono quei luoghi meravigliosi che in questa stagione, soprattutto in una città come Milano, sembrano delle vere e proprie oasi incantate dove trascorrere momenti spensierati in compagnia di amici, colleghi o in coppia.

Luoghi freschi e di tendenza che nascondono un proprio intimo fascino, quasi un lusso da concedersi senza riserve per affrontare i mesi più caldi sorseggiando drink sfiziosi accompagnati da piatti gourmet invitanti, preparati con ingredienti di stagione della cucina di terra e di mare. Un plus, quello della terrazza all’aperto che rappresenta soprattutto in questo periodo dell’anno, il cuore pulsante del Ristorante Giacomo Arengario, uno degli indirizzi immancabili del capoluogo meneghino, che si affaccia direttamente su Piazza Duomo.

Un luogo che svela le sue mille funzioni: ideale per un business lunch veloce a oppure per un rendez-vous o, ancora, una sosta meritata dopo essersi rifatti gli occhi con le meraviglie esposte nel Museo Novecento. La carta prevede una selezione di impareggiabili piatti e squisite leccornie della tradizione classica che hanno reso famosa la cucina di Giacomo, dal Gran Crudo di Giacomo, allo spaghetto al pomodoro, alla cotoletta (solo per citarne alcuni) fino agli impareggiabili dessert. Immancabile la degustazione della “Bomba”.

E per l’aperitivo? La sosta è d’obbligo ed ancora più invitante se si considera l’ultima novità di casa Giacomo: una linea di miscelati a bassa gradazione alcolica, ispirata al “Milanese Imbruttito”, dove i luoghi comuni sugli abitanti del capoluogo lombardo vengono declinati in chiave drink con cinque nuove ed inedite proposte di cocktail tutti da provare.

Il milanese imbruttito: campari, sciroppo allo zafferano e prosecco.
Il Bauscia: base di cognac, triple sec, succo di limone, zucchero.
Sta su de doss: vermouth rosso, amaro Tolsolini, soda. Taac: mirtillo bianco, succo di limone, zucchero.
F*&fatturato: amaro di betulle e ribes, liquore al bergamotto ed acqua tonica aromatizzata agli agrumi.

I presupposti per un’estate al top ci sono tutti: vista Piazza Duomo, terrazza all’aperto in pieno centro, location che ricorda uno stile vagamente retrò ispirato agli anni ’30 di grande classe e sul tavolo un cocktail fresco ghiacciato da gustare godendosi un po’ di relax! Diversa, invece, ma altrettanto invitante, l’atmosfera informale che si respira nel piccolo giardino da Giacomo Rosticceria in Via Pasquale Sottocorno n. 36 (zona Cinque Giornate, ad una cinquantina di metri da Giacomo Milano), un angolo di verde animato da un pergolato di vite e pochi tavolini in cui trovare ristoro degustando piatti tipici cucinati seguendo la vecchia tradizione di Giacomo.


Un luogo “nascosto” che appare come un ritrovo tra i più esclusivi del quartiere, animato da uffici, mercatini, mostre, negozietti, dove si può pranzare o cenare sentendosi come a “casa”, accompagnando le specialità del posto (come per esempio: lasagne alla bolognese, pollo allo spiedo francese con patate al forno, vitello tonnato, roastbeef all’inglese, insalata di pollo, e tante sfiziosità come le pizzette di Giacomo) con una scelta di vini bianchi e rossi di buona qualità. Uno stile classico ed intramontabile che si sente ovunque. Tutti i piatti sono anche disponibili per l’asporto, qualora non ci fosse tempo (questa volta) per degustarli comodamente seduti.

 




crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Jo Squillo presenta la Portofino Fashion Night

di Laura Frigerio

Sono tornati gli eventi live (naturalmente in sicurezza) e così anche le sfilate.
Sabato 11 luglio (alle ore 21.00), nella meravigliosa piazzetta di Portofino (località ben nota per il suo fascino e il mood glamour), Jo Squillo presenterà la Portofino Fashion Night.

A fare da palcoscenico alla prima vera sfilata dopo il lockdown sarà una spettacolare passerella strategicamente posizionata, dopo si potranno ammirare creazioni firmate da Missoni, Etro, Ermanno Scervino, Laura Biagiotti, Philosophy ed Elisabetta Franchi, ma non mancheranno tante altre sorprese.

La serata inizierà con i festeggiamenti a Giorgio Armani per il suo compleanno.

I grandi nomi della moda accompagneranno anche la presentazione dei libri di due donne molto in gamba: "Donne in prigione si raccontano" della giornalista Francesca Carollo (del programma “Quarto Grado” di Rete 4) e "Healty is Beautiful" scritto dalla influencer Giada Todesco.

Le autrici  presenteranno le proprie opere toccando, così come hanno fatto nelle proprie pagine, temi cardine come la vita e la salute.

Come partecipare? L'evento sarà ad inviti per il pubblico.

 



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

VeraLab presenta IDOL ALL-OVER OIL, olio corpo-viso-capelli

di Laura Frigerio

Il brand beauty VeraLab continua a stupirci con effetti speciali.
Oggi vi vogliamo segnalare, per esempio IDOL ALL-OVER OIL.
Di cosa si tratta? È un olio delicato e nutriente, indicato per corpo, viso e capelli, in grado di idratare a fondo senza ungere.

È importante sottolineare che è formulato esclusivamente con preziosi oli di origine vegetale, ottenuti nel pieno rispetto dei criteri ambientali e sociali. L’aggiunta di estratti di passiflora, achillea e camomilla, regalano un effetto “velvet” dal tocco asciutto. Questo lo rende un prodotto unico dalla profumazione discreta e leggera come una carezza.

Come si usa? Il prodotto è da applicare su viso e corpo massaggiando leggermente fino all’assorbimento. Sui capelli utilizzare per idratare e ammorbidire lunghezze e punte, tutte le volte che se ne sente l’esigenza.

Assolutamente da provare!


crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Tradizione e avanguardia nel gelato di Pasticceria Sartori

di Laura Frigerio

In estate il dolce che si gusta più volentieri è indubbiamente il gelato.

Voi avete mai assaggiato quello di Pasticceria Sartori a Erba? È un concertato di tradizione, emozione e avanguardia: principi che stanno alla base di tutta la produzione dolciaria di Anna Sartori.

In particolare il gelato ha 44 varianti diverse, alcune costanti atre disponibili a rotazione: ci sono i gusti rassicuranti di sempre come cioccolato o nocciola, la frutta fresca ed esotica come foglie e frutto di mandarino o frutto della passione e cocco, ma anche novità e abbinamenti inediti e curiosi come panna, peperoncino e croccantino o zenzero e menta. Un gelato che racconta la storia della famiglia Sartori, perché racchiude la tradizione iniziata negli anni ’50 con Francesco Sartori quando aprì la prima gelateria, ma anche tecnica e avanguardia, caratteristiche di Anna che rappresenta la seconda generazione ed è ideatrice del metodo FEIS.

Di cosa si tratta? Il gelato Sartori è FEIS, acronimo di quattro sostantivi: Fisico, Emotività, Intelletto e Spirito, un Metodo secondo cui alla base di tutto ciò che mangiamo esiste un legame profondo tra individuo e alimento, e proprio in base a questo principio Anna Sartori pensa e produce ogni sua creazione.
Per Anna è di fondamentale importanza pensare ad un gelato che sia prima di tutto alimento sano e digeribile oltre che gustoso, così da poterlo consumare anche ogni giorno.
44 gusti differenti,tra creme e frutta, per innamorarsi del gelato Sartori, suddivisi nelle tre categorie del Metodo FEIS di Anna Sartori: tradizionali, emozionali e d’avanguardia. I primi, proprio perché tradizionali, rispettano le ricette originali, supportate dall'utilizzo di macchinari d'avanguardia che contribuiscono a mantenere alto il livello di qualità. Ci sono i gusti di sempre, quelli più amati come panna, cioccolato, nocciola, o ancora caffè, limone, fragola, mirtillo e molti altri. Ci sono poi i gusti emozionali:elaborazioni degli ingredienti più complesse, messe a punto per esaltare aromi o combinazioni particolari di sapori con un ruolo evocativo e sensoriale come il gelato al brandy, marron glacé, stracciatella di pistacchio, frutto della passione e cocco, yogurt e macedonia, etc.
Infine i gusti d’avanguardia, abbinamenti studiati per abituare il palato a ingredienti e materie prime inusuali che potrebbero aprirci un mondo di alternative e quindi uno scenario gastronomico ancora più vasto,Tra questi: zenzero e menta, pistacchio di riso, mandorla di riso, pera e cannella di riso, panna peperoncino e croccantino, carote e timo.

TRADIZIONE E AVANGUARDIA
Da sempre il gelato rappresenta un cavallo di battaglia della produzione Sartori, un dolce che negli anni si è evoluto. Una ricetta che pone le sue radici negli anni ’50, quando Francesco Sartori aprì la sua gelateria a Erba. Ai tempi si utilizzavano solo saccarosio e miele in qualità di zuccheri, ma soprattutto non esistevano addensanti ed emulsionanti. Il gelato di Anna Sartori è originario proprio perché si torna all’origine delle materie prime utilizzate e delle modalità di lavorazione proponendo un dolce freddo, morbido e cremoso ma anche sano e senza aggiunte, che “protegge” chi lo consuma, digeribile e genuino.

Anche oggi il gelato Sartori è privo di qualsiasi stabilizzante o emulsionante chimico, sostituiti da ingredienti naturali come il kudzu, un amido proveniente dalla radice di rampicante di origine giapponese, e fibre come i semi di lino. Per questo è come “quello di una volta”, perché estremamente sano genuino, tanto da definirlo un vero e proprio “dolce freddo” da consumare ogni giorno. “L’originarietà” del Gelato Sartori parte dal laboratorio: Anna Sartori continua sulla scia dell'intuizione avuta da papà Francesco. La scelta di non utilizzare ingredienti tecnici nella produzione del gelato (quali stabilizzanti, emulsionanti, zuccheri raffinati etc.) ma di andare “all’originarietà” dei prodotti impone di dare grande attenzione e importanza alla tecnologia adottata.
Questa la grande intuizione che papà Francesco aveva avuto già oltre 50 anni fa e che oggi Anna segue per produrre un gelato originario. I macchinari utilizzati in laboratorio infatti sono oggiquanto allora una componente fondamentale nella produzione dei gelati Sartori; preziosi strumenti che consentono ad Anna di garantire un prodotto di struttura e conservazione eccellente pur non servendosi di emulsionanti e stabilizzanti.

COME SCOPRIRE IL TUO PROFILO FES
“Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei” è un po’ la filosofia di Anna Sartori e del suo metodo FEIS: in base al gusto di gelato che sceglierai, potrai capire che tipo di persona sei: tradizionale, emozionale o all’avanguardia? Quest’anno però la novità è il gelato servito in coppetta, un contenitore speciale in grado di conservarne al meglio sapore, cremosità e proprietà. Secondo gli studi e il metodo di lavorazione adottati da Anna Sartori, conservando il gelato in questo modo se ne mantengono le caratteristiche ancor meglio che nelle classiche carapine. Non si rinuncia comunque al cono, anzi si gioca a comporlo facendo scivolare al suo interno i tanti gusti di frutta e crema conservati nelle coppette! Ancora una volta Sartori fa una scelta che ha per obiettivo principe quello di soddisfare al meglio i suoi clienti stimolandoli ad avere un nuovo rapporto con il cibo: 44 gusti tra qui scegliere e una modalità di conservazione delle proprietà del gelato straordinaria.

Dove si trova la Pasticceria Sartori? In Via Alessandro Volta, 8B a Erba (provincia di Como).



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Double Kalos, il top del design in bagno

di Redazione

Devon&Devon presenta il secondo frutto della collaborazione avviata nel 2019 con un grande protagonista dell’architettura e del design internazionali: per l’azienda che da trent’anni è un simbolo dell’abitare classico-contemporaneo, Massimo Iosa Ghini ha progettato Double Kalos, un doppio lavabo con specchio che reinterpreta in chiave attuale sofisticate ispirazioni retrò.

Nato da una riflessione sul tema della coppia, il design di Double Kalos è il risultato dell’integrazione armonica di due Kalos (il lavabo singolo presentato in anteprima al Cersaie 2019) i cui specchi circolari si fondono generando un equilibrio formale del tutto nuovo. Il grande specchio doppio che segue il profilo degli invasi si installa direttamente a parete per consentire pulizia e manutenzione ottimali.

“Double Kalos - spiega Massimo Iosa Ghini - traduce in modo particolarmente efficace la funzionalità in bellezza. L’armonia del suo design è stata resa possibile anche dalla capacità di Devon&Devon di impiegare materiali innovativi particolarmente indicati per realizzazioni complesse”.


Il corpo di Double Kalos è in White Tec, una miscela ideata e lavorata in esclusiva per Devon&Devon, che garantisce un’ottima resistenza a urti e segni e il rispetto dei più alti standard in termini di qualità e sostenibilità. All’origine del concept della collezione Kalos c’è l’osservazione del mondo vegetale: l’estetica dei lavabi su colonna ricorda le linee accoglienti e sinuose dei petali dei fiori, perfette per raccogliere la rugiada verso il loro centro e lo stelo. Su richiesta, lo specchio può essere retroilluminato con sorgenti LED che, seguendone il profilo, sottolineano l’esclusività del suo design.





crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

I benefici dello sport outdoor secondo Urban Sports Club

di Laura Frigerio


Durante il lockdown una delle cose che è mancata di più agli sportivi è stata indubbiamente la libertà di allenarsi all’aperto. Ora finalmente tutti hanno potuto riprendere e la voglia di uscire per i propri esercizi è aumentata per via dell’arrivo dell’estate.

I vantaggi dell’allenamento outdoor sono noti a Urban Sports Club (l’applicazione leader in Europa per l’accesso a più di 8.000 centri fitness) e per questo (oltre a proporre molteplici corsi e discipline all’interno di strutture sportive e palestre) prevede anche un’interessante offerta negli spazi esterni dei propri centri affiliati.

Con il supporto del partner Trainect e degli esperti trainer, l’applicazione per tenersi in forma in modo smart, ha esplorato gli aspetti positivi delle attività all’aria aperta e stilato la top 5 di quelle in grado di fornire maggiori vantaggi a mente e corpo, associando per ciascuna uno specifico obiettivo e qualche regola d’oro per massimizzare gli effetti benefici.

Il fil rouge che lega i 5 sport sono la felicità, la diminuzione del livello di stress e l’aumento energetico. Infatti, allenarsi all’aperto migliora l’umore e l’autostima, grazie soprattutto all’assimilazione di vitamina D dai raggi solari. Inoltre, il contatto con la natura ha un vero e proprio effetto calmante e favorisce l’abbassamento del livello di stress, mentre respirare l’aria fresca consente al fisico di ricaricarsi e assorbire maggior energia.

Scoprite insieme a noi 5 sport outdoor associati a obiettivi specifici e benefici su corpo e mente:

1. MEDITAZIONE: RIGENERARSI
Esistono diversi tipi di meditazione, ma in questo caso si tratta di mindfulness, dove è importante assumere una posizione comoda e cercare un luogo tranquillo. Come per ogni pratica, è bene imparare ad allenarsi gradualmente, si consiglia quindi di iniziare con micro sessioni di 5 minuti, per poi arrivare a 10, 15, 30 minuti, fino a un’ora e oltre.
L’ideale è “lavorare” quotidianamente, meglio ancora se sempre alla stessa ora; non esiste una fascia oraria perfetta, ma varia in base a gusti e predisposizione individuale. Quando si parla di meditazione, porsi degli obiettivi non è un’idea propriamente saggia, anzi, l’obiettivo principale è non averne, meglio pensare di esercitarsi con perseveranza e regolarità. Umore e fisico ne guadagneranno in concentrazione, calma, riduzione degli stati di ansia e “riconversione” con il proprio intuito.

2. VIYASA YOGA: ELASTICITA’
Prima di apprestarsi agli esercizi è utile sintonizzarsi sulla filosofia che prescinde dal giudizio di sé. Fondamentale connettere respiro e movimento, non predisporsi alla ricerca della performance, ma concentrarsi sull’osservazione del proprio atteggiamento nelle posture (respiro e pensieri) e cercare la comodità nella “scomodità”, ovvero consentire al corpo di adattarsi alla posizione.
Lo scopo è quello di effettuare una meditazione in movimento e vivere la pratica come una metafora della vita. In questo caso non si conteggiano le ripetizioni, ma i numeri di respiri, è infatti quella la durata per la quale rimanere nella stessa postura.
Per ottenere maggiori benefici, è fondamentale essere regolari più che frequenti e praticare ogni volta che se ne ha la possibilità. Meglio dunque una volta a settimana sempre piuttosto che tre volte a settimana per un mese per poi fermarsi e riprendere dopo tempo. Inoltre ogni fase della giornata è ottima per praticare, basta adattare gli esercizi alle varie fasce orarie. Parole chiave: disciplina, regolarità, determinazione e pazienza. Solo così si possono sviluppare muscolatura profonda, forza fisica, flessibilità ed equilibrio. Mentre a livello mentale ed emotivo, si riuscirà a comprendere i propri punti di forza e di debolezza, accettarli e migliorare la qualità di vita grazie a questa consapevolezza.

3. CROSS TRAINING: ENDURANCE
Si tratta di un’attività composta da movimenti funzionali e complementari, il Cross Training è una disciplina caratterizzata dall’elevata intensità durante tutto il wod. L’approccio migliore e più sicuro, anche per evitare problematiche o eventuali infortuni, è farsi seguire da un coach che possa trasmettere appieno la tecnica e la modalità d’esecuzione di ogni movimento. Potrebbe essere definita come una disciplina dove regna “l’ignoto”. Infatti, il corpo durante le sessioni viene preparato a ogni abilità fisica: forza, resistenza, mobilità, ginnastica, pesistica, dallo spingere al remare, dal correre al sollevare.
Ogni sessione ha un focus ben definito, quali movimenti strict, aumento della forza, capacità aerobica, stamina; tutto insieme aiuterà a raggiungere dei risultati in equilibrio con le capacità dell’atleta. Ciascuno può decidere che tipo di rapporto avere con tale disciplina, se per puro divertimento e sfogo (in questo caso sono sufficienti 2 o 3 allenamenti a settimana) oppure per arrivare a un livello competitivo (necessari 5 giorni di allenamento settimanale con due di recupero). Trattandosi di un’attività eccitante per l’organismo, è suggerito evitare la tarda serata.
Come ne giova il fisico? Il corpo è coinvolto nella sua completezza e ci si sente più rilassati senza dover suddividere i gruppi muscolari per giorni della settimana.

4. GAG: TONIFICAZIONE
L’attività coinvolge gambe, addominali e glutei per 50 minuti, ai quali aggiungere 10 di recupero, alternando squat, affondi, skip e plank. È consigliato mantenere un ritmo di allenamento di 2 o 3 volte alla settimana. Benché non esista un momento migliore, si suggerisce di fissare la sessione nella propria agenda mattutina. Perché ci si sente meglio? La parte inferiore del corpo è rassodata e traggono benefici anche le capacità cardiache e respiratorie.


5. TRAINING AUTOGENO: CONSAPEVOLEZZA
Sono molteplici gli esercizi che rientrano in questa categoria, ma si può iniziare da un’azione che interessi il respiro di pancia. È sufficiente assumere una posizione comoda, ignorare i rumori esterni, si inspira e si immette l’aria nella pancia, mentre espirando la si svuota lentamente.
Per questa pratica non ci sono tempistiche predefinite, è importante invece dedicare il tempo che ciascuno reputa idoneo, una buona indicazione è inspirare ed espirare per almeno 5 volte in maniera lenta e profonda. Al fine di massimizzarne i benefici si dovrebbe chiudere visualizzando un’immagine personale positiva e rasserenante e praticare quotidianamente, di mattina, così da aiutare animo e corpo alla riduzione di rabbia e stress.

 



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Nasce Milano Loves Italy

di Redazione

WHITE Milano (punto di riferimento per la moda contemporary e le PMI italiane) e BEST SHOWROOM (la nuova associazione che raccoglie oltre 50 tra le più importanti showroom milanesi) uniscono le forze insieme alle Istituzioni per ridare slancio a Milano, la capitale da cui deve ripartire la rinascita economica del settore moda.

Una situazione di grande difficoltà, come quella dettata dal Covid-19, diventa una straordinaria opportunità per investire sul nostro Paese e sulla moda italiana, che rappresenta uno dei valori fondanti dell’economia e della cultura italiana. L’obiettivo del progetto è proprio scommettere su Milano, responsabilizzando tutti gli imprenditori italiani a unire le forze concentrandole sulla capitale meneghina che da sempre li rappresenta.

Nasce così il progetto MILANO LOVES ITALY frutto di una collaborazione tra le Istituzioni (in particolare il Comune di Milano), WHITE e BEST SHOWROOM che hanno condiviso l’emergenza di puntare su Milano e sulla sua fashion week di settembre, che rappresenta un momento complesso ma di centrale importanza per tutto il sistema moda e in particolare le PMI italiane.


MILANO LOVES ITALY | INSIEME SIAMO PIÙ FORTI vuole supportare la filiera italiana con tutte le sue aziende per rassicurare soprattutto gli operatori stranieri che Milano sta lavorando ed è pronta per settembre con rinnovata energia ed entusiasmo. Un’iniziativa e un movimento inclusivo e corale che vede concretamente uniti operatori. Un messaggio di positività e coraggio per gli operatori nel pensare a una strategia unica sulla città volta a far crescere il valore del saper fare italiano all’estero.

Come sottolinea Massimiliano Bizzi, fondatore di WHITE: “È proprio grazie all’unione e coesione tra diverse realtà si potrà mostrare la nostra forza e leadership nel settore moda. Il vero cambiamento è proprio questo: l’unione. Con un obiettivo unico Milano e l’Italia. Grazie alla collaborazione con BEST SHOWROOM e le Istituzioni possiamo creare un movimento inclusivo; aspettiamo quindi altri operatori che possano collaborare con noi per dare vita a un un nuovo capitolo anche economico della città”.

 


Nella foto: Installazione di Angelo Cruciani in Piazza Duomo - crediti foto Manuel Scrima (da ufficio stampa)

leggi di più

Mascherine: le proposte di PINKO

di Laura Frigerio

Sappiamo che fa tanto caldo e l’idea di indossare la mascherina non è per nulla allettante.
Però per il momento è importante continuare a metterla, per tutelare la nostra salute e quella di chi ci sta intorno. Per fortuna molti di noi hanno iniziato a considerare la mascherina un accessorio imprescindibile e alla moda.

Lo confermano anche i vari brand con le loro varie proposte. Noi, per esempio, vi consigliamo di dare un’occhiata ai nuovi modelli di PINKO.

MASCHERINA "ITALIA TI AMO"
Mascherina di forma "chirurgica" con pieghe realizzata in popeline di cotone elasticizzato, per cui naturalmente traspirante, facilmente lavabile, trattato con un prodotto anti-batterico e reso idrorepellente tramite un processo di rifinizione che non comporta rilascio di agenti inquinanti.
È una mascherina pensata per l'uso individuale, può essere usata in tutti gli ambienti per proteggere noi stessi e altri da possibili infezioni. Una dichiarazione d'amore da indossare: Italia ti amo!

MASCHERINA "I AM SMILING!"

Mascherina di forma "chirurgica" con pieghe realizzata in popeline di cotone elasticizzato, per cui naturalmente traspirante, facilmente lavabile, trattato con un prodotto anti-batterico e reso idrorepellente tramite un processo di rifinizione che non comporta rilascio di agenti inquinanti. È una mascherina pensata per l'uso individuale, può essere usata in tutti gli ambienti per proteggere noi stessi e altri da possibili infezioni. Fai sapere a tutti che, sotto la mascherina, stai sorridendo come sempre!

MASCHERINA SAGOMATA LEOPARDATA
Mascherina sagomata realizzata in popeline di cotone elasticizzato, per cui naturalmente traspirante, facilmente lavabile, trattato con un prodotto anti-batterico e reso idrorepellente tramite un processo di rifinizione che non comporta rilascio di agenti inquinanti. È una mascherina pensata per l'uso individuale, può essere usata in tutti gli ambienti per proteggere noi stessi e altri da possibili infezioni. La stampa maculata aggiunge un inconfondibile tocco PINKO!




crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Pinko, la campagna pubblicitaria autunno-inverno 2020/2021

di Laura Frigerio

È stata svelata la campagna pubblicitaria di Pinko per l’autunno-inverno 2020/2021.

La parola chiave? Love. È infatti una celebrazione dell’amore, in tutte le sue forme. L’amore per se stessi e per gli altri. L’amore che ci tiene uniti e che ci fa guardare avanti. L’amore che ci dà energia e che ci fa lottare per un futuro migliore.

Pinko riparte con un messaggio di positività e ottimismo. E lo fa rendendo tributo ad uno dei valori fondanti del brand, l’amore, attraverso una campagna pubblicitaria dall’immagine forte e precisa.  

Un team tutto italiano di creativi, guidato dall’art director Riccardo Ruini e dal fotografo Federico De Angelis, ha dato vita a delle immagini che esprimono un messaggio chiaro ed inequivocabile: un maxi neon accende nel cielo della notte di Roma la parola LOVE.

In questo scenario suggestivo e entusiasmante, la modella danese Nadja Bender incarna lo spirito indipendente, audace ed eternamente femminile della donna Pinko, che gioca con la moda per affermare la propria personalità e il proprio stile individuale.  

Sofisticata e glamour, il suo stile è eclettico e versatile. Il nuovo sartoriale si mixa all’esuberanza delle paillette, mini abiti ricamati richiamano lo spirito rilassato degli anni Settanta, stampe e motivi grafici introducono un intrigante gioco di geometrie.

Le Pinko Love Bags sono protagoniste, rubando la scena con l’iconica fibbia ad anello arricchita dagli immancabili uccellini. La Love Puff seduce con la sua assoluta morbidezza, mentre la Love Camera Case realizzata in un’ampia varietà di materiali combina una moderna praticità con linee sinuose dallo spirito vintage.



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Silvia Siravo a teatro con Prometeo

di Laura Frigerio

L’estate ci ha ridato la gioia di tornare a teatro, dopo i duri mesi di lockdown. Certo, l’emergenza non è ancora rientrata e le limitazioni sono tante (in particolare per la cultura e lo spettacolo), ma non c’è da arrendersi. Ce lo dimostra l’attrice Silvia Siravo, che interpreta il ruolo di Io nel “Prometeo” di Eschilo, nell’adattamento di Patrick Rossi Gastaldi con Eduardo Siravo, Ruben Rigillo, Gabriella Casali e Alessandro D’Ambrosi.


Le prossime date della tournée di “Prometeo”? Il 7 agosto alle 21:30 a Volterra nell’ambito del Festival Internazionale del Teatro Romano di Volterra; il 12 agosto presso l’arena plautina di Sarsina nell’ambito del Plautus Festival; il 13 agosto ore 21.15 Calvi Teatro nell’ambito del Calvi Festival; il 21 agosto Festival del Teatro Classico “Tra Mito e Storia” di Portigliola; il 24 agosto a Segesta; il 25 agosto a Selinunte; il 26 agosto a Gela; il 27 agosto a Tindari.

“Io, il personaggio che sto interpretando nel Prometeo di Eschilo è doppiamente vittima: degli abusi di Zeus e dei suoi stratagemmi per coprire quegli stessi abusi” – racconta Silvia Siravo - “Trasformata in giovenca, condannata ad errare pungolata da un tafano, il personaggio pone senza dubbio delle difficoltà. Spontaneamente ho immaginato il tafano come una paura interna che non si può scacciare, quella corsa come una ossessione distonica, cioè incoerente con tutto il suo essere. I movimenti convulsi e afinalistici di Io, mi hanno fatto pensare ad un disturbo mentale provocato da un forte trauma. Sarà per me una sfida complessa ma sicuramente interessante portare in scena un personaggio perennemente in fuga che vaga senza requie e meta e così colmo di dolore”.

 




crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Italia, il nuovo romanzo di Alessandro Cona

di Redazione


Dopo il successo del suo romanzo d'esordio “Passato Prossimo”, un vero e proprio caso editoriale paragonato per il suo mood a Dylan Dog, Alessandro Cona torna ad affascinare con una nuova opera. Si tratta di “Italia”, romanzo breve pubblicato (in forma indipendente) sulla piattaforma per scrittori StreetLib Write, disponibile in formato ebook (in tutti i negozi digitali).
Questo sarà sono l'inizio del percorso di questo libro, che uscirà a breve in versione cartacea e anche in audiolibro.


LA TRAMA
Italia è una giovane cubana con il belpaese nel destino e nel grembo. Quando il frutto della passione con un avventuriero italico conosciuto mesi prima viene improvvisamente alla luce, anche i suoi piani di raggiungere la terra promessa e lasciare Cuba finiscono per stravolgersi completamente. Italia è un viaggio di uno strano trio formatosi casualmente nella hall di un fatiscente ostello dell'Avana, e che prende corpo passo dopo passo in un labirinto di gioie, frustrazioni, demoni privati, colori sgargianti e sapori speziati verso una destinazione ignota che appare via via sempre più irrilevante.

Perché nel viaggio ciò che conta davvero è come arrivare e non dove.

 



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Fiorella Ciaboco firma i look di Topless dei Soul System

di Laura Frigerio

La stylist Fiorella Ciaboco ha realizzato i capi indossati dai Soul System in “Topless”, il loro nuovo videoclip. Si tratta di una vera e propria capsule collection in canapa dipinta a mano, che mettono in risalto la personalità di ogni componente della band (Ainoo Joel, Alberto Patuzzo, Leslie NKum, Samuel Nyame Bismarck Jr in arte “Don Jiggy”, David Anokye Yeboah).


Importante è stato il contributo di artisti del pennello come Maurizio Cariati e Piero Guerriero. Questi capi hanno un occhio di riguardo nei confronti dell’ambiente, fondamentale per Fiorella Ciaboco.

La canapa è il must di questa capsule collection che sottolinea come anche i Soul System amino il nostro pianeta e lo rispettino, oltre all’argomento razzismo che li vede in prima linea in questo loro nuovo singolo. Una canapa fresca come sono freschi i componenti della band e poi colori vivaci e disegni geometrici, che rappresentano stati d’animo giocosi e felici e pieni d’amore e voglia di pace tra i popoli.

Le mascherine, divenute di moda e d’obbligo grazie al Covid-19, sono anche quelle realizzate in canapa e sono sormontate da cerniere apribili, quasi a voler dire che c’è una grande voglia di esprimersi artisticamente e cantando e una voglia di dire tutto quello che proviamo dentro, nell’anima, con amore e soprattutto la voglia di dire “basta razzismo!”. Anche le tinte vivaci e geometriche sono fortemente volute dalla stilista. E poi l’argomento “Made in Italy” che difende con forza, infatti, ha creato appositamente per l’occasione l’hashtag: #difendiamoilmadeinitaly



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Diva International tutela l’igiene della casa con Brawn

di Redazione


Negli ultimi mesi, a causa dell'emergenza sanitaria causata dal Covid-19, si è amplificata l'attenzione per la pulizia e l'igiene, non solo della persona ma anche degli oggetti e della casa.

La ricerca dei prodotti più idonei ha portato, di conseguenza, ad una crescita del settore e alla conferma della leadership di Diva International (già proprietaria del brand FRIA) che ha visto aumentare esponenzialmente la richiesta dei suoi panni Brawn per la cura e l'igienizzazione degli spazi domestici e non solo.

Brawn accompagna gli italiani da più di vent'anni con i suoi prodotti dedicati alla pulizia e all'igiene della casa e ora si sta rivelando ancora di più un alleato, in particolare delle donne che devono destreggiarsi in una nuova quotidianità resa più complessa proprio dai vari accorgimenti portati dal Covid-19.

I panni Brawn possono essere utilizzati non solo tra le mura domestiche per igienizzare gli oggetti come i giochi dei piccoli di casa, ma anche fuori per pulire le proprie borse o le superfici su cui si deve lavorare. E ora che è scattata per molti l'ora delle vacanze potrebbero essere utili in qualunque momento di svago e di relax, per sentirsi più sicuri anche quando si va al bar o al ristorante.

Ricordiamo che Diva International Srl, con oltre 30 anni di esperienza nei mercati igiene e benessere, utilizza infatti, nelle sue 35 linee di produzione, il 100% delle materie prime controllate all’origine. Il controllo qualità manuale è al 100%, mentre sono oltre 6000 le analisi microbiologiche effettuate internamente. Tutti dati che sottolineano la qualità e la sicurezza di prodotti che, nel corso degli anni, hanno accompagnato anche il percorso della donna moderna, sempre più protagonista di una società dai ritmi frenetici e sempre più multitasking, divisa tra lavoro, casa e passioni.



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

L'estate di Assunta Madre al Billionaire Porto Cervo

di Redazione

È iniziata una nuova avventura per Assunta Madre: sarà infatti il ristorante di pesce al piano superiore di Billionaire Porto Cervo, in Sardegna.


Un accordo ha così unito, per la prima volta, queste due eccellenze Made in Italy per garantire a tutti gli ospiti un'estate all'insegna del buon cibo e del divertimento. In un periodo così particolare, che segue i difficili mesi del lockdown, l'intenzione è quella di curare ancora di più l'offerta, all'insegna della qualità e dell'attenzione al dettaglio, da sempre dei must per i ristoranti Assunta Madre che, dopo Roma e Milano, approda a Porto Cervo ovvero una delle mete turistiche più prestigiose del nostro paese. E anche al Billionaire il capo brigata sarà lo chef Franco Bloisi, il quale sarà presente per tutta la stagione.

«Con Flavio Briatore e il suo staff del Billionaire è stato semplice raggiungere l'accordo. Volevamo entrambi offrire l'eccellenza. Noi porteremo la migliore qualità del pescato del Mediterraneo: abbiamo già avvertito le nostre barche di portarci solo il meglio, come sempre. Ho visto subito un grande entusiasmo da parte dei nostri pescatori e dello staff. Quindi noi caliamo le reti e vi aspettiamo ad Assunta madre al Billionaire Porto Cervo per offrirvi le migliori serate della Costa Smeralda!» - dichiara Franco Bloisi.


 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Luca Guidara spiega con Hitachi Cooling & Heating la pulizia del climatizzatore

di Laura Frigerio

Probabilmente molti di voi, in questi giorni caldissimi, stanno facendo un largo uso del climatizzatore. Però siete consapevoli del fatto che va tenuto pulito, anche al suo interno e non solo sul fronte filtri?

 

Ce lo spiega anche Luca Guidara, clean influencer (seguito da oltre 70mila follower), che ha avviato una collaborazione con Hitachi Cooling & Heating, brand giapponese di sistemi di climatizzazione di qualità.

Dal loro incontro sono nate delle stories sul tema dell’igiene e dell’efficienza del climatizzatore e la nuova rubrica #Lucaspiegacose, in cui Guidara spiega perché la pulizia è fondamentale per il corretto funzionamento di tutti gli elettrodomestici e soprattutto del condizionatore.

“Con l’uso e il trascorrere del tempo muffe, batteri, allergeni e impurità si depositano sullo scambiatore dell’unità interna del condizionatore e lì rimangono, accumulandosi” - racconta Paolo Caimi, Marketing Manager di Hitachi Cooling & Heating Italia. E prosegue: “Per questo Hitachi Cooling & Heating ha sviluppato FrostWash, non un semplice sistema di filtrazione e purificazione dell’aria ma una tecnologia innovativa che cattura, congela e lava via polvere, muffe e impurità per garantire massima igiene al climatizzatore prima ancora che l’aria arrivi ai filtri. Integrato nei nostri nuovi climatizzatori per la casa, FrostWash permette di eliminare il 91% di batteri e l’87% delle muffe, e di migliorare l’efficienza energetica del climatizzatore di oltre il 10%”.

Per chi poi non possiede un climatizzatore intelligente che si pulisce da solo, il coach dell’ordine e del pulito dispensa comunque i suoi preziosissimi tips & tricks per la pulizia dei filtri, ma ci ricorda anche che quest’operazione non basta per respirare aria pulita.

 

 

 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

AW LAB IS ME Music Edition, la finale

di Laura Frigerio

È tutto pronto per il gran finale della seconda edizione di AW LAB IS ME Music Edition, il contest ideato da AW LAB, il primo nel suo genere totalmente gestito in live streaming.

In solo tre mesi gli aspiranti artisti che hanno aderito, tra Italia e Spagna, sono stati ben 5000.

Ora questo martedì, dalle ore 18 alle 19, si potrà assiste alla finale, ripresa in diretta streaming da un innovativo studio che,grazie ad una particolare scenografia, renderà immersiva l’esperienza dei protagonisti e degli spettatori.

I nove finalisti, di cui 5 ragazze, si sfideranno in diretta davanti ad una giuria d’eccezione composta dagli special guest dell’evento Dani Faiv, Ensi e Low Kidd, dai manager dei top brand internazionali di sneaker adidas, Diadora, Nike, Puma e dal management di Sony Music.

I concorrenti verranno giudicati anche dal pubblico collegato in streaming, una vera e propria giuria popolare che potrà dire la sua tramite un link web che sarà comunicato in diretta, incidendo sul risultato finale. Oltre al premio principale, si concorrerà per il Premio #PLAYWITHSTYLE, che consentirà al pubblico di votare il miglior video tra tutti i partecipanti al contest, e per la nuova categoria #LOUDER nata dall’iniziativa promossa da AW LAB durante il Pride.

Cosa vincerà il primo classificato? Potrà produrre il proprio singolo grazie all’art direction di Low Kidd, che verrà poi distribuito con il supporto di SONY MUSIC e promosso insieme ad AW LAB che si occuperà della produzione del video clip.

Questi i finalisti: Malalingua, Cleo, Matteo Sica, Adrianaiè, Gabriel Jonah, Giordana Petralia, Rosie Neko, Zangel e Aroxa (in collegamento dalla Spagna).

I loro singoli sono già ascoltabili su Spotify nella play list IS ME targata Sony: https://bit.ly/awlab_isme.

Per seguire la finale in diretta basta collegarsi alla pagina instagram di AW LAB @awlab



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Ruinart Food for Art sul Lago di Como

di Laura Frigerio

Questa estate è un piacere stare in Lombardia e godere le sue bellezze, oltre alle sue eccellenze.

Il mercoledì (fino al 13 settembre), per esempio, Ruinart dà appuntamento agli appassionati e gourmand alla Langosteria Lago di Como, una terrazza sul lago nella splendida cornice del Mandarin Oriental, Lago di Como, per una cena Food for Art, dove arte e gastronomia si fondono in un menu dedicato alle cuvée emblematiche della Maison, Ruinart Blanc de Blancs, Ruinart Rosé e R de Ruinart Brut.  

Firmato dagli Chef di Langosteria in collaborazione con Mandarin Oriental, Lago di Como, il menu Luminous Pop si ispira in particolare alla fantasia creativa della giovane fotografa Elsa Leydier, vincitrice del Premio Maison Ruinart 2019, a cui la più antica Maison de Champagne ha commissionato un servizio fotografico celebrativo della cuvée Ruinart Rosé, l’espressione più golosa del gusto Ruinart. Un omaggio alla Maison, che è stata la prima a commercializzare uno champagne Rosé nel1764.   


Tradizione e sperimentazione consentono a Elsa di realizzare fotografie dove le bottiglie di Ruinart Rosé sono catturate tra l’eternità dei paesaggi naturali dei vigneti e i colori, la luce e i motivi che evocano la contemporaneità dell’era digitale.


Insomma, quella proposta è una splendida experience immersiva, da provare!



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

La maschera Detox-Reset di MyFormula per i capelli

di Redazione


In estate proteggere i capelli dalle aggressioni dei raggi solari, salsedine, cloro, vento, lavaggi frequenti è fondamentale per mantenerli sempre sani e splendenti ed evitare un taglio drastico al rientro dalle vacanze.

 

“Myformula” propone la maschera personalizzata ideale per la cura di ogni tipo di capello nella stagione più calda. La maschera Detox-Reset pre shampoo è un trattamento ricostituente del capello da utilizzare durante le vacanze estive come prevenzione, e al rientro in città dopo la frequente esposizione al sole e all’acqua di mare, o anche come mantenimento almeno una volta al mese per assorbire le impurità e mantenere il PH della cute equilibrato ed in salute.

La maschera contiene ingredienti di prima qualità naturali e personalizzati in base ai benefici che si vogliono ottenere: idratazione, protezione dal calore, anticrespo, morbidezza, lucentezza, volume. Alcuni degli ingredienti attivi utilizzati sono:argilla gialla, estratto di aloe vera, miele, camelia giapponese, olio di argan, estratto di oliva, estratti di melograno, olio di mandorle e coumarina. La maschera ha una consistenza vellutata e cremosa per via degli innovativi ingredienti naturali utilizzati, lasciando una piacevole sensazione di fresco e di idratato. Inoltre, il suo utilizzo prepara il cuoio capelluto e il capello a uno stato di balance ideale.

COME SI USA
Si utilizza prima dello shampoo applicando una generosa quantità sui capelli umidi e distribuendo il prodotto con le dita uniformemente sulle lunghezze partendo dal cuoio capelluto. Dopo 6/7 minuti si risciacqua lentamente con un getto di acqua tiepida a “cascata”. Procedere poi al lavaggio con lo shampoo. Non è un sostituto del balsamo.



COME ORDINARE
Ciascun prodotto “Myformula” è sviluppato“su misura” in base ai bisogni del singolo cliente grazie alle informazioni fornite con una consultazione online disponibile su my-formula.it. Attraverso un algoritmo proprietario, che si traduce in una consulenza online di 12 specifiche domande, è possibile ottenere una formula composta da ingredienti unici e personalizzati. Il questionario tiene in considerazione fattori quali età, genere, lifestyle, tipologia di capelli e strumenti utilizzati per curarli, obbiettivi e fattori esterni come temperatura e durezza dell’acqua. Alla fine del test, una volta creato il proprio prodottosi può personalizzare anche il packaging, scegliendo il colore del contenitore della maschera e assegnandogli il proprio nome. La maschera Detox-Reset è disponibile in package da 200 ml al costo di 28,00 euro (spese di spedizione gratuite).



MYFORMULA
Myformula è una start up e-commerce made in Italy che ricerca e sviluppa prodotti di Hair Care su misura in base alle necessità di ogni singolo cliente. Tutti i prodotti sono Nickel tested, paraben free, non sono testati sugli animali e Made in Italy. Attualmente la linea è composta da 3 prodotti base: shampoo, balsamo e maschera, acquistabili singolarmente o in cofanetto con 2 o 3 referenze, su www.my-formula.it




crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Babbel festeggia il World Emoji Day

di Laura Frigerio

Se un tempo erano soprattutto i più giovani a usare le emoji (da non confondere con le emoticon) nei loro messaggi e sui social network, ora è ormai abitudine diffusa per tutte le età.

D’altra parte emoji semplificano la comunicazione: sono immediate, universalmente comprese e abbattono le barriere linguistiche.
Però bisogna anche dire che, tra le 1600 emoji in codice Unicode Consortium, ne esistono alcune soggette a fraintendimento.

È per questo che, in occasione del World Emoji Day del 17 luglio, Babbel (la celebre che porta le abilità linguistiche ad un livello superior), ha deciso di fornire agli internauti una vera e propria guida all’utilizzo delle emoji.


-Una delle emoji più dibattute è quella della faccina sorridente capovolta. Potrebbe sembrare una semplice alternativa dello smile, ma nel suo utilizzo corretto, mostra un doppio significato, che si tratti di sarcasmo o di un eufemismo.

-L’emoji della faccina con la goccia dal naso ha un significato ben diverso da quello che si potrebbe pensare. Potrebbe trattarsi di un'immagine che rappresenta una faccia raffreddata, ma il suo vero significato arriva dal Giappone, dove è stata inventata: questa emoji esprime la noia.

-L’emoji “leggermente sorridente” non è usata come segno di felicità in tutti i Paesi. In Cina, per esempio, implica sfiducia, incredulità o qualcuno che ti umilia. Può anche trasmettere un tono ironico di voce in altri contesti.


-A sollevare dubbi non sono solo le faccine. In Oriente e Occidente, l’emoji del battito di mani ha due significati ben diversi: mostra elogi e congratulazioni nei paesi occidentali, mentre in Cina simboleggia fare l’amore.

-Similmente, nei paesi occidentali, questa emoji molto utilizzata indica che tutto va bene. In Giappone, invece, è un gesto utilizzato come rappresentazione del denaro. E ancora, In Brasile e Turchia il gesto “OK” è considerato un insulto, equivalente al dito medio.

-Anche questa emoji sembra avere significati differenti a seconda del Paese in cui ci si trova. Per molti, simboleggia il rock o l’espressione “rock on”, ma come in Italia occorre prestare particolare attenzione all’utilizzo dell’emoji in Brasile, Grecia, Portogallo, Spagna, Colombia e Argentina, in quanto significa che il partner della persona che riceve il messaggio lo/la tradisce. La stessa emoji significa anche “ti amo” secondo la Lingua dei segni Americana.

-Altre emoji richiedono una particolare attenzione nell’utilizzo. È il caso della melanzana, della banana e della pesca. Per quanto riguarda le prime due, sono spesso usate a sfondo sessuale. Mentre la pesca ultimamente viene utilizzata per rappresentare i glutei nelle foto fitness delle più sportive influencer. In realtà, la melanzana simboleggia la buona fortuna in Giappone.


-L’emoji del fuoco ha molteplici significati: può rappresentare sia forza e orgoglio, sia qualcosa di “figo”, quindi è tendenzialmente considerata una emoji molto positiva. Ma può anche diventare il pittogramma di sexy.


-L’emoji delle mani giunte è forse la più controversa. Qualche anno fa cominciò a diffondersi online la teoria secondo cui queste sarebbero mani che si danno il cinque. Non è così: sono sempre state mani giunte, tanto che, nelle versioni più definite si vede che si tratta di mani che hanno i mignoli dalla stessa parte, cosa che non succede se ci si dà un cinque con la stessa mano. Le mani giunte sono utilizzate anche come una preghiera, un richiamo al “namaste” indiano, ma in realtà provengono da “per favore” o “grazie” nella cultura giapponese. Altre due interpretazioni comunemente errate sono le emoji giapponesi “persona che si inchina”, conosciuta come “dogeza” in Giappone, che viene utilizzata per esprimereuna sincera scusa o un profondo favore, ma che molti hanno interpretato come “persona che fa flessioni”, “eccitato”, “persona carina”, “sdraiato per il massaggio” e “Kin no unko” o “cacca d’oro”, un segno di buona fortuna e una delle emoji più popolari in Giappone, molto dibattuta nel mondo occidentale.

-Contrariamente a quanto si ritiene comunemente, questa non è una donna che tiene una mano a mezz’aria per dire qualcosa con tono insolente, oppure toccandosi i capelli. In realtà rappresenta una donna (Ma ne esiste anche una versione maschile) di un banco informazioni mentre fa un gesto come per dire: “come posso aiutarla?”.



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

MNcomm firma la comunicazione integrata di Buddyfit

di Redazione

È firmata da MNComm, la società di comunicazione e media relation con sede a Roma e Milano, la campagna di comunicazione integrata realizzata per Buddyfit la nuova app di home fitness lanciata sul mercato e che ha Zlatan Ibrahimovic come Global Brand Ambassador del gruppo e Diletta Leotta, Brand Ambassador per l’Italia.


Digital strategy, content video e media relation sono questi i tre elementi chiave che hanno caratterizzato la comunicazione di MNcomm per Buddyfit, start up nata nel 2020 come iniziativa imprenditoriale di 3 giovani co-fondatori, Giovanni Ciferri, il CEO, Stefano Manzoni e Stefano Cortese. Per raccontare la rivoluzione in atto nel mercato delle app di fitness, MNcomm in un lavoro sinergico realizzato con il team di Buddyfit ha elaborato una strategia di comunicazione che avesse come core dell’attività il mondo dell’online, tra app e social media.

Dopo una fase teaser, affidata agli oltre 100 trainer professionisti che hanno coinvolto e catturato singolarmente gli utenti, si è giunti ad una fase di prelancio che ha visto come attori i due volti della campagna. Azioni teaser declinate su instagram attraverso post feed e stories hanno lasciato presagire con un tono ironico e scherzoso, una relazione tra Zlatan e Diletta, simile a quella che si può creare tra un trainer professionista e un utente a caccia di nuova ispirazione per allenarsi. In poche ore, le azioni social realizzate dalle due star hanno fatto il giro della rete, facendo crescere così la curiosità sulle loro prossime mosse.

Il launch day del 9 luglio è stato affidato al un video emozionale creato da Level33, società di produzione del gruppo MNcomm, che in soli 60 secondi, con un ritmo serrato e avvincente, ha trasmesso attraverso la forza espressiva di Diletta Leotta e Zlatan Ibrahimovic, il senso di costanza, di determinazione e il raggiungimento degli obiettivi, possibile solo grazie a Buddyfit. Nel video rilasciato sulle property ufficiali di Buddyfit e sostenuto dai due ambassador si vede Diletta intenta ad allenarsi, anche se a tratti svogliata, e Zlatan inamovibile nel suo ruolo di personal trainer.
A sostenere la comunicazione sui media generalisti, MNcomm ha realizzato delle azioni mirate costituite da anticipazioni su media tradizionali, che hanno raggiunto la loro massima espressione nel lancio ufficiale dell’app ad una rete di contatti media segmentati per: sport, lifestyle ed economico.



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Giacomo Milano e i suoi dehors, per l'estate in città

di Redazione

Se state passando buona parte dell’estate in città, non potrete fare a meno di cercare di passare dei momenti piacevoli in qualche locale, meglio se con un bel dehors.

I dehors sono quei luoghi meravigliosi che in questa stagione, soprattutto in una città come Milano, sembrano delle vere e proprie oasi incantate dove trascorrere momenti spensierati in compagnia di amici, colleghi o in coppia.

Luoghi freschi e di tendenza che nascondono un proprio intimo fascino, quasi un lusso da concedersi senza riserve per affrontare i mesi più caldi sorseggiando drink sfiziosi accompagnati da piatti gourmet invitanti, preparati con ingredienti di stagione della cucina di terra e di mare. Un plus, quello della terrazza all’aperto che rappresenta soprattutto in questo periodo dell’anno, il cuore pulsante del Ristorante Giacomo Arengario, uno degli indirizzi immancabili del capoluogo meneghino, che si affaccia direttamente su Piazza Duomo.

Un luogo che svela le sue mille funzioni: ideale per un business lunch veloce a oppure per un rendez-vous o, ancora, una sosta meritata dopo essersi rifatti gli occhi con le meraviglie esposte nel Museo Novecento. La carta prevede una selezione di impareggiabili piatti e squisite leccornie della tradizione classica che hanno reso famosa la cucina di Giacomo, dal Gran Crudo di Giacomo, allo spaghetto al pomodoro, alla cotoletta (solo per citarne alcuni) fino agli impareggiabili dessert. Immancabile la degustazione della “Bomba”.

E per l’aperitivo? La sosta è d’obbligo ed ancora più invitante se si considera l’ultima novità di casa Giacomo: una linea di miscelati a bassa gradazione alcolica, ispirata al “Milanese Imbruttito”, dove i luoghi comuni sugli abitanti del capoluogo lombardo vengono declinati in chiave drink con cinque nuove ed inedite proposte di cocktail tutti da provare.

Il milanese imbruttito: campari, sciroppo allo zafferano e prosecco.
Il Bauscia: base di cognac, triple sec, succo di limone, zucchero.
Sta su de doss: vermouth rosso, amaro Tolsolini, soda. Taac: mirtillo bianco, succo di limone, zucchero.
F*&fatturato: amaro di betulle e ribes, liquore al bergamotto ed acqua tonica aromatizzata agli agrumi.

I presupposti per un’estate al top ci sono tutti: vista Piazza Duomo, terrazza all’aperto in pieno centro, location che ricorda uno stile vagamente retrò ispirato agli anni ’30 di grande classe e sul tavolo un cocktail fresco ghiacciato da gustare godendosi un po’ di relax! Diversa, invece, ma altrettanto invitante, l’atmosfera informale che si respira nel piccolo giardino da Giacomo Rosticceria in Via Pasquale Sottocorno n. 36 (zona Cinque Giornate, ad una cinquantina di metri da Giacomo Milano), un angolo di verde animato da un pergolato di vite e pochi tavolini in cui trovare ristoro degustando piatti tipici cucinati seguendo la vecchia tradizione di Giacomo.


Un luogo “nascosto” che appare come un ritrovo tra i più esclusivi del quartiere, animato da uffici, mercatini, mostre, negozietti, dove si può pranzare o cenare sentendosi come a “casa”, accompagnando le specialità del posto (come per esempio: lasagne alla bolognese, pollo allo spiedo francese con patate al forno, vitello tonnato, roastbeef all’inglese, insalata di pollo, e tante sfiziosità come le pizzette di Giacomo) con una scelta di vini bianchi e rossi di buona qualità. Uno stile classico ed intramontabile che si sente ovunque. Tutti i piatti sono anche disponibili per l’asporto, qualora non ci fosse tempo (questa volta) per degustarli comodamente seduti.

 




crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Jo Squillo presenta la Portofino Fashion Night

di Laura Frigerio

Sono tornati gli eventi live (naturalmente in sicurezza) e così anche le sfilate.
Sabato 11 luglio (alle ore 21.00), nella meravigliosa piazzetta di Portofino (località ben nota per il suo fascino e il mood glamour), Jo Squillo presenterà la Portofino Fashion Night.

A fare da palcoscenico alla prima vera sfilata dopo il lockdown sarà una spettacolare passerella strategicamente posizionata, dopo si potranno ammirare creazioni firmate da Missoni, Etro, Ermanno Scervino, Laura Biagiotti, Philosophy ed Elisabetta Franchi, ma non mancheranno tante altre sorprese.

La serata inizierà con i festeggiamenti a Giorgio Armani per il suo compleanno.

I grandi nomi della moda accompagneranno anche la presentazione dei libri di due donne molto in gamba: "Donne in prigione si raccontano" della giornalista Francesca Carollo (del programma “Quarto Grado” di Rete 4) e "Healty is Beautiful" scritto dalla influencer Giada Todesco.

Le autrici  presenteranno le proprie opere toccando, così come hanno fatto nelle proprie pagine, temi cardine come la vita e la salute.

Come partecipare? L'evento sarà ad inviti per il pubblico.

 



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

VeraLab presenta IDOL ALL-OVER OIL, olio corpo-viso-capelli

di Laura Frigerio

Il brand beauty VeraLab continua a stupirci con effetti speciali.
Oggi vi vogliamo segnalare, per esempio IDOL ALL-OVER OIL.
Di cosa si tratta? È un olio delicato e nutriente, indicato per corpo, viso e capelli, in grado di idratare a fondo senza ungere.

È importante sottolineare che è formulato esclusivamente con preziosi oli di origine vegetale, ottenuti nel pieno rispetto dei criteri ambientali e sociali. L’aggiunta di estratti di passiflora, achillea e camomilla, regalano un effetto “velvet” dal tocco asciutto. Questo lo rende un prodotto unico dalla profumazione discreta e leggera come una carezza.

Come si usa? Il prodotto è da applicare su viso e corpo massaggiando leggermente fino all’assorbimento. Sui capelli utilizzare per idratare e ammorbidire lunghezze e punte, tutte le volte che se ne sente l’esigenza.

Assolutamente da provare!


crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Tradizione e avanguardia nel gelato di Pasticceria Sartori

di Laura Frigerio

In estate il dolce che si gusta più volentieri è indubbiamente il gelato.

Voi avete mai assaggiato quello di Pasticceria Sartori a Erba? È un concertato di tradizione, emozione e avanguardia: principi che stanno alla base di tutta la produzione dolciaria di Anna Sartori.

In particolare il gelato ha 44 varianti diverse, alcune costanti atre disponibili a rotazione: ci sono i gusti rassicuranti di sempre come cioccolato o nocciola, la frutta fresca ed esotica come foglie e frutto di mandarino o frutto della passione e cocco, ma anche novità e abbinamenti inediti e curiosi come panna, peperoncino e croccantino o zenzero e menta. Un gelato che racconta la storia della famiglia Sartori, perché racchiude la tradizione iniziata negli anni ’50 con Francesco Sartori quando aprì la prima gelateria, ma anche tecnica e avanguardia, caratteristiche di Anna che rappresenta la seconda generazione ed è ideatrice del metodo FEIS.

Di cosa si tratta? Il gelato Sartori è FEIS, acronimo di quattro sostantivi: Fisico, Emotività, Intelletto e Spirito, un Metodo secondo cui alla base di tutto ciò che mangiamo esiste un legame profondo tra individuo e alimento, e proprio in base a questo principio Anna Sartori pensa e produce ogni sua creazione.
Per Anna è di fondamentale importanza pensare ad un gelato che sia prima di tutto alimento sano e digeribile oltre che gustoso, così da poterlo consumare anche ogni giorno.
44 gusti differenti,tra creme e frutta, per innamorarsi del gelato Sartori, suddivisi nelle tre categorie del Metodo FEIS di Anna Sartori: tradizionali, emozionali e d’avanguardia. I primi, proprio perché tradizionali, rispettano le ricette originali, supportate dall'utilizzo di macchinari d'avanguardia che contribuiscono a mantenere alto il livello di qualità. Ci sono i gusti di sempre, quelli più amati come panna, cioccolato, nocciola, o ancora caffè, limone, fragola, mirtillo e molti altri. Ci sono poi i gusti emozionali:elaborazioni degli ingredienti più complesse, messe a punto per esaltare aromi o combinazioni particolari di sapori con un ruolo evocativo e sensoriale come il gelato al brandy, marron glacé, stracciatella di pistacchio, frutto della passione e cocco, yogurt e macedonia, etc.
Infine i gusti d’avanguardia, abbinamenti studiati per abituare il palato a ingredienti e materie prime inusuali che potrebbero aprirci un mondo di alternative e quindi uno scenario gastronomico ancora più vasto,Tra questi: zenzero e menta, pistacchio di riso, mandorla di riso, pera e cannella di riso, panna peperoncino e croccantino, carote e timo.

TRADIZIONE E AVANGUARDIA
Da sempre il gelato rappresenta un cavallo di battaglia della produzione Sartori, un dolce che negli anni si è evoluto. Una ricetta che pone le sue radici negli anni ’50, quando Francesco Sartori aprì la sua gelateria a Erba. Ai tempi si utilizzavano solo saccarosio e miele in qualità di zuccheri, ma soprattutto non esistevano addensanti ed emulsionanti. Il gelato di Anna Sartori è originario proprio perché si torna all’origine delle materie prime utilizzate e delle modalità di lavorazione proponendo un dolce freddo, morbido e cremoso ma anche sano e senza aggiunte, che “protegge” chi lo consuma, digeribile e genuino.

Anche oggi il gelato Sartori è privo di qualsiasi stabilizzante o emulsionante chimico, sostituiti da ingredienti naturali come il kudzu, un amido proveniente dalla radice di rampicante di origine giapponese, e fibre come i semi di lino. Per questo è come “quello di una volta”, perché estremamente sano genuino, tanto da definirlo un vero e proprio “dolce freddo” da consumare ogni giorno. “L’originarietà” del Gelato Sartori parte dal laboratorio: Anna Sartori continua sulla scia dell'intuizione avuta da papà Francesco. La scelta di non utilizzare ingredienti tecnici nella produzione del gelato (quali stabilizzanti, emulsionanti, zuccheri raffinati etc.) ma di andare “all’originarietà” dei prodotti impone di dare grande attenzione e importanza alla tecnologia adottata.
Questa la grande intuizione che papà Francesco aveva avuto già oltre 50 anni fa e che oggi Anna segue per produrre un gelato originario. I macchinari utilizzati in laboratorio infatti sono oggiquanto allora una componente fondamentale nella produzione dei gelati Sartori; preziosi strumenti che consentono ad Anna di garantire un prodotto di struttura e conservazione eccellente pur non servendosi di emulsionanti e stabilizzanti.

COME SCOPRIRE IL TUO PROFILO FES
“Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei” è un po’ la filosofia di Anna Sartori e del suo metodo FEIS: in base al gusto di gelato che sceglierai, potrai capire che tipo di persona sei: tradizionale, emozionale o all’avanguardia? Quest’anno però la novità è il gelato servito in coppetta, un contenitore speciale in grado di conservarne al meglio sapore, cremosità e proprietà. Secondo gli studi e il metodo di lavorazione adottati da Anna Sartori, conservando il gelato in questo modo se ne mantengono le caratteristiche ancor meglio che nelle classiche carapine. Non si rinuncia comunque al cono, anzi si gioca a comporlo facendo scivolare al suo interno i tanti gusti di frutta e crema conservati nelle coppette! Ancora una volta Sartori fa una scelta che ha per obiettivo principe quello di soddisfare al meglio i suoi clienti stimolandoli ad avere un nuovo rapporto con il cibo: 44 gusti tra qui scegliere e una modalità di conservazione delle proprietà del gelato straordinaria.

Dove si trova la Pasticceria Sartori? In Via Alessandro Volta, 8B a Erba (provincia di Como).



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Double Kalos, il top del design in bagno

di Redazione

Devon&Devon presenta il secondo frutto della collaborazione avviata nel 2019 con un grande protagonista dell’architettura e del design internazionali: per l’azienda che da trent’anni è un simbolo dell’abitare classico-contemporaneo, Massimo Iosa Ghini ha progettato Double Kalos, un doppio lavabo con specchio che reinterpreta in chiave attuale sofisticate ispirazioni retrò.

Nato da una riflessione sul tema della coppia, il design di Double Kalos è il risultato dell’integrazione armonica di due Kalos (il lavabo singolo presentato in anteprima al Cersaie 2019) i cui specchi circolari si fondono generando un equilibrio formale del tutto nuovo. Il grande specchio doppio che segue il profilo degli invasi si installa direttamente a parete per consentire pulizia e manutenzione ottimali.

“Double Kalos - spiega Massimo Iosa Ghini - traduce in modo particolarmente efficace la funzionalità in bellezza. L’armonia del suo design è stata resa possibile anche dalla capacità di Devon&Devon di impiegare materiali innovativi particolarmente indicati per realizzazioni complesse”.


Il corpo di Double Kalos è in White Tec, una miscela ideata e lavorata in esclusiva per Devon&Devon, che garantisce un’ottima resistenza a urti e segni e il rispetto dei più alti standard in termini di qualità e sostenibilità. All’origine del concept della collezione Kalos c’è l’osservazione del mondo vegetale: l’estetica dei lavabi su colonna ricorda le linee accoglienti e sinuose dei petali dei fiori, perfette per raccogliere la rugiada verso il loro centro e lo stelo. Su richiesta, lo specchio può essere retroilluminato con sorgenti LED che, seguendone il profilo, sottolineano l’esclusività del suo design.





crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

I benefici dello sport outdoor secondo Urban Sports Club

di Laura Frigerio


Durante il lockdown una delle cose che è mancata di più agli sportivi è stata indubbiamente la libertà di allenarsi all’aperto. Ora finalmente tutti hanno potuto riprendere e la voglia di uscire per i propri esercizi è aumentata per via dell’arrivo dell’estate.

I vantaggi dell’allenamento outdoor sono noti a Urban Sports Club (l’applicazione leader in Europa per l’accesso a più di 8.000 centri fitness) e per questo (oltre a proporre molteplici corsi e discipline all’interno di strutture sportive e palestre) prevede anche un’interessante offerta negli spazi esterni dei propri centri affiliati.

Con il supporto del partner Trainect e degli esperti trainer, l’applicazione per tenersi in forma in modo smart, ha esplorato gli aspetti positivi delle attività all’aria aperta e stilato la top 5 di quelle in grado di fornire maggiori vantaggi a mente e corpo, associando per ciascuna uno specifico obiettivo e qualche regola d’oro per massimizzare gli effetti benefici.

Il fil rouge che lega i 5 sport sono la felicità, la diminuzione del livello di stress e l’aumento energetico. Infatti, allenarsi all’aperto migliora l’umore e l’autostima, grazie soprattutto all’assimilazione di vitamina D dai raggi solari. Inoltre, il contatto con la natura ha un vero e proprio effetto calmante e favorisce l’abbassamento del livello di stress, mentre respirare l’aria fresca consente al fisico di ricaricarsi e assorbire maggior energia.

Scoprite insieme a noi 5 sport outdoor associati a obiettivi specifici e benefici su corpo e mente:

1. MEDITAZIONE: RIGENERARSI
Esistono diversi tipi di meditazione, ma in questo caso si tratta di mindfulness, dove è importante assumere una posizione comoda e cercare un luogo tranquillo. Come per ogni pratica, è bene imparare ad allenarsi gradualmente, si consiglia quindi di iniziare con micro sessioni di 5 minuti, per poi arrivare a 10, 15, 30 minuti, fino a un’ora e oltre.
L’ideale è “lavorare” quotidianamente, meglio ancora se sempre alla stessa ora; non esiste una fascia oraria perfetta, ma varia in base a gusti e predisposizione individuale. Quando si parla di meditazione, porsi degli obiettivi non è un’idea propriamente saggia, anzi, l’obiettivo principale è non averne, meglio pensare di esercitarsi con perseveranza e regolarità. Umore e fisico ne guadagneranno in concentrazione, calma, riduzione degli stati di ansia e “riconversione” con il proprio intuito.

2. VIYASA YOGA: ELASTICITA’
Prima di apprestarsi agli esercizi è utile sintonizzarsi sulla filosofia che prescinde dal giudizio di sé. Fondamentale connettere respiro e movimento, non predisporsi alla ricerca della performance, ma concentrarsi sull’osservazione del proprio atteggiamento nelle posture (respiro e pensieri) e cercare la comodità nella “scomodità”, ovvero consentire al corpo di adattarsi alla posizione.
Lo scopo è quello di effettuare una meditazione in movimento e vivere la pratica come una metafora della vita. In questo caso non si conteggiano le ripetizioni, ma i numeri di respiri, è infatti quella la durata per la quale rimanere nella stessa postura.
Per ottenere maggiori benefici, è fondamentale essere regolari più che frequenti e praticare ogni volta che se ne ha la possibilità. Meglio dunque una volta a settimana sempre piuttosto che tre volte a settimana per un mese per poi fermarsi e riprendere dopo tempo. Inoltre ogni fase della giornata è ottima per praticare, basta adattare gli esercizi alle varie fasce orarie. Parole chiave: disciplina, regolarità, determinazione e pazienza. Solo così si possono sviluppare muscolatura profonda, forza fisica, flessibilità ed equilibrio. Mentre a livello mentale ed emotivo, si riuscirà a comprendere i propri punti di forza e di debolezza, accettarli e migliorare la qualità di vita grazie a questa consapevolezza.

3. CROSS TRAINING: ENDURANCE
Si tratta di un’attività composta da movimenti funzionali e complementari, il Cross Training è una disciplina caratterizzata dall’elevata intensità durante tutto il wod. L’approccio migliore e più sicuro, anche per evitare problematiche o eventuali infortuni, è farsi seguire da un coach che possa trasmettere appieno la tecnica e la modalità d’esecuzione di ogni movimento. Potrebbe essere definita come una disciplina dove regna “l’ignoto”. Infatti, il corpo durante le sessioni viene preparato a ogni abilità fisica: forza, resistenza, mobilità, ginnastica, pesistica, dallo spingere al remare, dal correre al sollevare.
Ogni sessione ha un focus ben definito, quali movimenti strict, aumento della forza, capacità aerobica, stamina; tutto insieme aiuterà a raggiungere dei risultati in equilibrio con le capacità dell’atleta. Ciascuno può decidere che tipo di rapporto avere con tale disciplina, se per puro divertimento e sfogo (in questo caso sono sufficienti 2 o 3 allenamenti a settimana) oppure per arrivare a un livello competitivo (necessari 5 giorni di allenamento settimanale con due di recupero). Trattandosi di un’attività eccitante per l’organismo, è suggerito evitare la tarda serata.
Come ne giova il fisico? Il corpo è coinvolto nella sua completezza e ci si sente più rilassati senza dover suddividere i gruppi muscolari per giorni della settimana.

4. GAG: TONIFICAZIONE
L’attività coinvolge gambe, addominali e glutei per 50 minuti, ai quali aggiungere 10 di recupero, alternando squat, affondi, skip e plank. È consigliato mantenere un ritmo di allenamento di 2 o 3 volte alla settimana. Benché non esista un momento migliore, si suggerisce di fissare la sessione nella propria agenda mattutina. Perché ci si sente meglio? La parte inferiore del corpo è rassodata e traggono benefici anche le capacità cardiache e respiratorie.


5. TRAINING AUTOGENO: CONSAPEVOLEZZA
Sono molteplici gli esercizi che rientrano in questa categoria, ma si può iniziare da un’azione che interessi il respiro di pancia. È sufficiente assumere una posizione comoda, ignorare i rumori esterni, si inspira e si immette l’aria nella pancia, mentre espirando la si svuota lentamente.
Per questa pratica non ci sono tempistiche predefinite, è importante invece dedicare il tempo che ciascuno reputa idoneo, una buona indicazione è inspirare ed espirare per almeno 5 volte in maniera lenta e profonda. Al fine di massimizzarne i benefici si dovrebbe chiudere visualizzando un’immagine personale positiva e rasserenante e praticare quotidianamente, di mattina, così da aiutare animo e corpo alla riduzione di rabbia e stress.

 



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Nasce Milano Loves Italy

di Redazione

WHITE Milano (punto di riferimento per la moda contemporary e le PMI italiane) e BEST SHOWROOM (la nuova associazione che raccoglie oltre 50 tra le più importanti showroom milanesi) uniscono le forze insieme alle Istituzioni per ridare slancio a Milano, la capitale da cui deve ripartire la rinascita economica del settore moda.

Una situazione di grande difficoltà, come quella dettata dal Covid-19, diventa una straordinaria opportunità per investire sul nostro Paese e sulla moda italiana, che rappresenta uno dei valori fondanti dell’economia e della cultura italiana. L’obiettivo del progetto è proprio scommettere su Milano, responsabilizzando tutti gli imprenditori italiani a unire le forze concentrandole sulla capitale meneghina che da sempre li rappresenta.

Nasce così il progetto MILANO LOVES ITALY frutto di una collaborazione tra le Istituzioni (in particolare il Comune di Milano), WHITE e BEST SHOWROOM che hanno condiviso l’emergenza di puntare su Milano e sulla sua fashion week di settembre, che rappresenta un momento complesso ma di centrale importanza per tutto il sistema moda e in particolare le PMI italiane.


MILANO LOVES ITALY | INSIEME SIAMO PIÙ FORTI vuole supportare la filiera italiana con tutte le sue aziende per rassicurare soprattutto gli operatori stranieri che Milano sta lavorando ed è pronta per settembre con rinnovata energia ed entusiasmo. Un’iniziativa e un movimento inclusivo e corale che vede concretamente uniti operatori. Un messaggio di positività e coraggio per gli operatori nel pensare a una strategia unica sulla città volta a far crescere il valore del saper fare italiano all’estero.

Come sottolinea Massimiliano Bizzi, fondatore di WHITE: “È proprio grazie all’unione e coesione tra diverse realtà si potrà mostrare la nostra forza e leadership nel settore moda. Il vero cambiamento è proprio questo: l’unione. Con un obiettivo unico Milano e l’Italia. Grazie alla collaborazione con BEST SHOWROOM e le Istituzioni possiamo creare un movimento inclusivo; aspettiamo quindi altri operatori che possano collaborare con noi per dare vita a un un nuovo capitolo anche economico della città”.

 


Nella foto: Installazione di Angelo Cruciani in Piazza Duomo - crediti foto Manuel Scrima (da ufficio stampa)

leggi di più

Mascherine: le proposte di PINKO

di Laura Frigerio

Sappiamo che fa tanto caldo e l’idea di indossare la mascherina non è per nulla allettante.
Però per il momento è importante continuare a metterla, per tutelare la nostra salute e quella di chi ci sta intorno. Per fortuna molti di noi hanno iniziato a considerare la mascherina un accessorio imprescindibile e alla moda.

Lo confermano anche i vari brand con le loro varie proposte. Noi, per esempio, vi consigliamo di dare un’occhiata ai nuovi modelli di PINKO.

MASCHERINA "ITALIA TI AMO"
Mascherina di forma "chirurgica" con pieghe realizzata in popeline di cotone elasticizzato, per cui naturalmente traspirante, facilmente lavabile, trattato con un prodotto anti-batterico e reso idrorepellente tramite un processo di rifinizione che non comporta rilascio di agenti inquinanti.
È una mascherina pensata per l'uso individuale, può essere usata in tutti gli ambienti per proteggere noi stessi e altri da possibili infezioni. Una dichiarazione d'amore da indossare: Italia ti amo!

MASCHERINA "I AM SMILING!"

Mascherina di forma "chirurgica" con pieghe realizzata in popeline di cotone elasticizzato, per cui naturalmente traspirante, facilmente lavabile, trattato con un prodotto anti-batterico e reso idrorepellente tramite un processo di rifinizione che non comporta rilascio di agenti inquinanti. È una mascherina pensata per l'uso individuale, può essere usata in tutti gli ambienti per proteggere noi stessi e altri da possibili infezioni. Fai sapere a tutti che, sotto la mascherina, stai sorridendo come sempre!

MASCHERINA SAGOMATA LEOPARDATA
Mascherina sagomata realizzata in popeline di cotone elasticizzato, per cui naturalmente traspirante, facilmente lavabile, trattato con un prodotto anti-batterico e reso idrorepellente tramite un processo di rifinizione che non comporta rilascio di agenti inquinanti. È una mascherina pensata per l'uso individuale, può essere usata in tutti gli ambienti per proteggere noi stessi e altri da possibili infezioni. La stampa maculata aggiunge un inconfondibile tocco PINKO!




crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Pinko, la campagna pubblicitaria autunno-inverno 2020/2021

di Laura Frigerio

È stata svelata la campagna pubblicitaria di Pinko per l’autunno-inverno 2020/2021.

La parola chiave? Love. È infatti una celebrazione dell’amore, in tutte le sue forme. L’amore per se stessi e per gli altri. L’amore che ci tiene uniti e che ci fa guardare avanti. L’amore che ci dà energia e che ci fa lottare per un futuro migliore.

Pinko riparte con un messaggio di positività e ottimismo. E lo fa rendendo tributo ad uno dei valori fondanti del brand, l’amore, attraverso una campagna pubblicitaria dall’immagine forte e precisa.  

Un team tutto italiano di creativi, guidato dall’art director Riccardo Ruini e dal fotografo Federico De Angelis, ha dato vita a delle immagini che esprimono un messaggio chiaro ed inequivocabile: un maxi neon accende nel cielo della notte di Roma la parola LOVE.

In questo scenario suggestivo e entusiasmante, la modella danese Nadja Bender incarna lo spirito indipendente, audace ed eternamente femminile della donna Pinko, che gioca con la moda per affermare la propria personalità e il proprio stile individuale.  

Sofisticata e glamour, il suo stile è eclettico e versatile. Il nuovo sartoriale si mixa all’esuberanza delle paillette, mini abiti ricamati richiamano lo spirito rilassato degli anni Settanta, stampe e motivi grafici introducono un intrigante gioco di geometrie.

Le Pinko Love Bags sono protagoniste, rubando la scena con l’iconica fibbia ad anello arricchita dagli immancabili uccellini. La Love Puff seduce con la sua assoluta morbidezza, mentre la Love Camera Case realizzata in un’ampia varietà di materiali combina una moderna praticità con linee sinuose dallo spirito vintage.



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Silvia Siravo a teatro con Prometeo

di Laura Frigerio

L’estate ci ha ridato la gioia di tornare a teatro, dopo i duri mesi di lockdown. Certo, l’emergenza non è ancora rientrata e le limitazioni sono tante (in particolare per la cultura e lo spettacolo), ma non c’è da arrendersi. Ce lo dimostra l’attrice Silvia Siravo, che interpreta il ruolo di Io nel “Prometeo” di Eschilo, nell’adattamento di Patrick Rossi Gastaldi con Eduardo Siravo, Ruben Rigillo, Gabriella Casali e Alessandro D’Ambrosi.


Le prossime date della tournée di “Prometeo”? Il 7 agosto alle 21:30 a Volterra nell’ambito del Festival Internazionale del Teatro Romano di Volterra; il 12 agosto presso l’arena plautina di Sarsina nell’ambito del Plautus Festival; il 13 agosto ore 21.15 Calvi Teatro nell’ambito del Calvi Festival; il 21 agosto Festival del Teatro Classico “Tra Mito e Storia” di Portigliola; il 24 agosto a Segesta; il 25 agosto a Selinunte; il 26 agosto a Gela; il 27 agosto a Tindari.

“Io, il personaggio che sto interpretando nel Prometeo di Eschilo è doppiamente vittima: degli abusi di Zeus e dei suoi stratagemmi per coprire quegli stessi abusi” – racconta Silvia Siravo - “Trasformata in giovenca, condannata ad errare pungolata da un tafano, il personaggio pone senza dubbio delle difficoltà. Spontaneamente ho immaginato il tafano come una paura interna che non si può scacciare, quella corsa come una ossessione distonica, cioè incoerente con tutto il suo essere. I movimenti convulsi e afinalistici di Io, mi hanno fatto pensare ad un disturbo mentale provocato da un forte trauma. Sarà per me una sfida complessa ma sicuramente interessante portare in scena un personaggio perennemente in fuga che vaga senza requie e meta e così colmo di dolore”.

 




crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Italia, il nuovo romanzo di Alessandro Cona

di Redazione


Dopo il successo del suo romanzo d'esordio “Passato Prossimo”, un vero e proprio caso editoriale paragonato per il suo mood a Dylan Dog, Alessandro Cona torna ad affascinare con una nuova opera. Si tratta di “Italia”, romanzo breve pubblicato (in forma indipendente) sulla piattaforma per scrittori StreetLib Write, disponibile in formato ebook (in tutti i negozi digitali).
Questo sarà sono l'inizio del percorso di questo libro, che uscirà a breve in versione cartacea e anche in audiolibro.


LA TRAMA
Italia è una giovane cubana con il belpaese nel destino e nel grembo. Quando il frutto della passione con un avventuriero italico conosciuto mesi prima viene improvvisamente alla luce, anche i suoi piani di raggiungere la terra promessa e lasciare Cuba finiscono per stravolgersi completamente. Italia è un viaggio di uno strano trio formatosi casualmente nella hall di un fatiscente ostello dell'Avana, e che prende corpo passo dopo passo in un labirinto di gioie, frustrazioni, demoni privati, colori sgargianti e sapori speziati verso una destinazione ignota che appare via via sempre più irrilevante.

Perché nel viaggio ciò che conta davvero è come arrivare e non dove.

 



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Fiorella Ciaboco firma i look di Topless dei Soul System

di Laura Frigerio

La stylist Fiorella Ciaboco ha realizzato i capi indossati dai Soul System in “Topless”, il loro nuovo videoclip. Si tratta di una vera e propria capsule collection in canapa dipinta a mano, che mettono in risalto la personalità di ogni componente della band (Ainoo Joel, Alberto Patuzzo, Leslie NKum, Samuel Nyame Bismarck Jr in arte “Don Jiggy”, David Anokye Yeboah).


Importante è stato il contributo di artisti del pennello come Maurizio Cariati e Piero Guerriero. Questi capi hanno un occhio di riguardo nei confronti dell’ambiente, fondamentale per Fiorella Ciaboco.

La canapa è il must di questa capsule collection che sottolinea come anche i Soul System amino il nostro pianeta e lo rispettino, oltre all’argomento razzismo che li vede in prima linea in questo loro nuovo singolo. Una canapa fresca come sono freschi i componenti della band e poi colori vivaci e disegni geometrici, che rappresentano stati d’animo giocosi e felici e pieni d’amore e voglia di pace tra i popoli.

Le mascherine, divenute di moda e d’obbligo grazie al Covid-19, sono anche quelle realizzate in canapa e sono sormontate da cerniere apribili, quasi a voler dire che c’è una grande voglia di esprimersi artisticamente e cantando e una voglia di dire tutto quello che proviamo dentro, nell’anima, con amore e soprattutto la voglia di dire “basta razzismo!”. Anche le tinte vivaci e geometriche sono fortemente volute dalla stilista. E poi l’argomento “Made in Italy” che difende con forza, infatti, ha creato appositamente per l’occasione l’hashtag: #difendiamoilmadeinitaly



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Diva International tutela l’igiene della casa con Brawn

di Redazione


Negli ultimi mesi, a causa dell'emergenza sanitaria causata dal Covid-19, si è amplificata l'attenzione per la pulizia e l'igiene, non solo della persona ma anche degli oggetti e della casa.

La ricerca dei prodotti più idonei ha portato, di conseguenza, ad una crescita del settore e alla conferma della leadership di Diva International (già proprietaria del brand FRIA) che ha visto aumentare esponenzialmente la richiesta dei suoi panni Brawn per la cura e l'igienizzazione degli spazi domestici e non solo.

Brawn accompagna gli italiani da più di vent'anni con i suoi prodotti dedicati alla pulizia e all'igiene della casa e ora si sta rivelando ancora di più un alleato, in particolare delle donne che devono destreggiarsi in una nuova quotidianità resa più complessa proprio dai vari accorgimenti portati dal Covid-19.

I panni Brawn possono essere utilizzati non solo tra le mura domestiche per igienizzare gli oggetti come i giochi dei piccoli di casa, ma anche fuori per pulire le proprie borse o le superfici su cui si deve lavorare. E ora che è scattata per molti l'ora delle vacanze potrebbero essere utili in qualunque momento di svago e di relax, per sentirsi più sicuri anche quando si va al bar o al ristorante.

Ricordiamo che Diva International Srl, con oltre 30 anni di esperienza nei mercati igiene e benessere, utilizza infatti, nelle sue 35 linee di produzione, il 100% delle materie prime controllate all’origine. Il controllo qualità manuale è al 100%, mentre sono oltre 6000 le analisi microbiologiche effettuate internamente. Tutti dati che sottolineano la qualità e la sicurezza di prodotti che, nel corso degli anni, hanno accompagnato anche il percorso della donna moderna, sempre più protagonista di una società dai ritmi frenetici e sempre più multitasking, divisa tra lavoro, casa e passioni.



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

L'estate di Assunta Madre al Billionaire Porto Cervo

di Redazione

È iniziata una nuova avventura per Assunta Madre: sarà infatti il ristorante di pesce al piano superiore di Billionaire Porto Cervo, in Sardegna.


Un accordo ha così unito, per la prima volta, queste due eccellenze Made in Italy per garantire a tutti gli ospiti un'estate all'insegna del buon cibo e del divertimento. In un periodo così particolare, che segue i difficili mesi del lockdown, l'intenzione è quella di curare ancora di più l'offerta, all'insegna della qualità e dell'attenzione al dettaglio, da sempre dei must per i ristoranti Assunta Madre che, dopo Roma e Milano, approda a Porto Cervo ovvero una delle mete turistiche più prestigiose del nostro paese. E anche al Billionaire il capo brigata sarà lo chef Franco Bloisi, il quale sarà presente per tutta la stagione.

«Con Flavio Briatore e il suo staff del Billionaire è stato semplice raggiungere l'accordo. Volevamo entrambi offrire l'eccellenza. Noi porteremo la migliore qualità del pescato del Mediterraneo: abbiamo già avvertito le nostre barche di portarci solo il meglio, come sempre. Ho visto subito un grande entusiasmo da parte dei nostri pescatori e dello staff. Quindi noi caliamo le reti e vi aspettiamo ad Assunta madre al Billionaire Porto Cervo per offrirvi le migliori serate della Costa Smeralda!» - dichiara Franco Bloisi.


 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Luca Guidara spiega con Hitachi Cooling & Heating la pulizia del climatizzatore

di Laura Frigerio

Probabilmente molti di voi, in questi giorni caldissimi, stanno facendo un largo uso del climatizzatore. Però siete consapevoli del fatto che va tenuto pulito, anche al suo interno e non solo sul fronte filtri?

 

Ce lo spiega anche Luca Guidara, clean influencer (seguito da oltre 70mila follower), che ha avviato una collaborazione con Hitachi Cooling & Heating, brand giapponese di sistemi di climatizzazione di qualità.

Dal loro incontro sono nate delle stories sul tema dell’igiene e dell’efficienza del climatizzatore e la nuova rubrica #Lucaspiegacose, in cui Guidara spiega perché la pulizia è fondamentale per il corretto funzionamento di tutti gli elettrodomestici e soprattutto del condizionatore.

“Con l’uso e il trascorrere del tempo muffe, batteri, allergeni e impurità si depositano sullo scambiatore dell’unità interna del condizionatore e lì rimangono, accumulandosi” - racconta Paolo Caimi, Marketing Manager di Hitachi Cooling & Heating Italia. E prosegue: “Per questo Hitachi Cooling & Heating ha sviluppato FrostWash, non un semplice sistema di filtrazione e purificazione dell’aria ma una tecnologia innovativa che cattura, congela e lava via polvere, muffe e impurità per garantire massima igiene al climatizzatore prima ancora che l’aria arrivi ai filtri. Integrato nei nostri nuovi climatizzatori per la casa, FrostWash permette di eliminare il 91% di batteri e l’87% delle muffe, e di migliorare l’efficienza energetica del climatizzatore di oltre il 10%”.

Per chi poi non possiede un climatizzatore intelligente che si pulisce da solo, il coach dell’ordine e del pulito dispensa comunque i suoi preziosissimi tips & tricks per la pulizia dei filtri, ma ci ricorda anche che quest’operazione non basta per respirare aria pulita.

 

 

 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

AW LAB IS ME Music Edition, la finale

di Laura Frigerio

È tutto pronto per il gran finale della seconda edizione di AW LAB IS ME Music Edition, il contest ideato da AW LAB, il primo nel suo genere totalmente gestito in live streaming.

In solo tre mesi gli aspiranti artisti che hanno aderito, tra Italia e Spagna, sono stati ben 5000.

Ora questo martedì, dalle ore 18 alle 19, si potrà assiste alla finale, ripresa in diretta streaming da un innovativo studio che,grazie ad una particolare scenografia, renderà immersiva l’esperienza dei protagonisti e degli spettatori.

I nove finalisti, di cui 5 ragazze, si sfideranno in diretta davanti ad una giuria d’eccezione composta dagli special guest dell’evento Dani Faiv, Ensi e Low Kidd, dai manager dei top brand internazionali di sneaker adidas, Diadora, Nike, Puma e dal management di Sony Music.

I concorrenti verranno giudicati anche dal pubblico collegato in streaming, una vera e propria giuria popolare che potrà dire la sua tramite un link web che sarà comunicato in diretta, incidendo sul risultato finale. Oltre al premio principale, si concorrerà per il Premio #PLAYWITHSTYLE, che consentirà al pubblico di votare il miglior video tra tutti i partecipanti al contest, e per la nuova categoria #LOUDER nata dall’iniziativa promossa da AW LAB durante il Pride.

Cosa vincerà il primo classificato? Potrà produrre il proprio singolo grazie all’art direction di Low Kidd, che verrà poi distribuito con il supporto di SONY MUSIC e promosso insieme ad AW LAB che si occuperà della produzione del video clip.

Questi i finalisti: Malalingua, Cleo, Matteo Sica, Adrianaiè, Gabriel Jonah, Giordana Petralia, Rosie Neko, Zangel e Aroxa (in collegamento dalla Spagna).

I loro singoli sono già ascoltabili su Spotify nella play list IS ME targata Sony: https://bit.ly/awlab_isme.

Per seguire la finale in diretta basta collegarsi alla pagina instagram di AW LAB @awlab



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Ruinart Food for Art sul Lago di Como

di Laura Frigerio

Questa estate è un piacere stare in Lombardia e godere le sue bellezze, oltre alle sue eccellenze.

Il mercoledì (fino al 13 settembre), per esempio, Ruinart dà appuntamento agli appassionati e gourmand alla Langosteria Lago di Como, una terrazza sul lago nella splendida cornice del Mandarin Oriental, Lago di Como, per una cena Food for Art, dove arte e gastronomia si fondono in un menu dedicato alle cuvée emblematiche della Maison, Ruinart Blanc de Blancs, Ruinart Rosé e R de Ruinart Brut.  

Firmato dagli Chef di Langosteria in collaborazione con Mandarin Oriental, Lago di Como, il menu Luminous Pop si ispira in particolare alla fantasia creativa della giovane fotografa Elsa Leydier, vincitrice del Premio Maison Ruinart 2019, a cui la più antica Maison de Champagne ha commissionato un servizio fotografico celebrativo della cuvée Ruinart Rosé, l’espressione più golosa del gusto Ruinart. Un omaggio alla Maison, che è stata la prima a commercializzare uno champagne Rosé nel1764.   


Tradizione e sperimentazione consentono a Elsa di realizzare fotografie dove le bottiglie di Ruinart Rosé sono catturate tra l’eternità dei paesaggi naturali dei vigneti e i colori, la luce e i motivi che evocano la contemporaneità dell’era digitale.


Insomma, quella proposta è una splendida experience immersiva, da provare!



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

La maschera Detox-Reset di MyFormula per i capelli

di Redazione


In estate proteggere i capelli dalle aggressioni dei raggi solari, salsedine, cloro, vento, lavaggi frequenti è fondamentale per mantenerli sempre sani e splendenti ed evitare un taglio drastico al rientro dalle vacanze.

 

“Myformula” propone la maschera personalizzata ideale per la cura di ogni tipo di capello nella stagione più calda. La maschera Detox-Reset pre shampoo è un trattamento ricostituente del capello da utilizzare durante le vacanze estive come prevenzione, e al rientro in città dopo la frequente esposizione al sole e all’acqua di mare, o anche come mantenimento almeno una volta al mese per assorbire le impurità e mantenere il PH della cute equilibrato ed in salute.

La maschera contiene ingredienti di prima qualità naturali e personalizzati in base ai benefici che si vogliono ottenere: idratazione, protezione dal calore, anticrespo, morbidezza, lucentezza, volume. Alcuni degli ingredienti attivi utilizzati sono:argilla gialla, estratto di aloe vera, miele, camelia giapponese, olio di argan, estratto di oliva, estratti di melograno, olio di mandorle e coumarina. La maschera ha una consistenza vellutata e cremosa per via degli innovativi ingredienti naturali utilizzati, lasciando una piacevole sensazione di fresco e di idratato. Inoltre, il suo utilizzo prepara il cuoio capelluto e il capello a uno stato di balance ideale.

COME SI USA
Si utilizza prima dello shampoo applicando una generosa quantità sui capelli umidi e distribuendo il prodotto con le dita uniformemente sulle lunghezze partendo dal cuoio capelluto. Dopo 6/7 minuti si risciacqua lentamente con un getto di acqua tiepida a “cascata”. Procedere poi al lavaggio con lo shampoo. Non è un sostituto del balsamo.



COME ORDINARE
Ciascun prodotto “Myformula” è sviluppato“su misura” in base ai bisogni del singolo cliente grazie alle informazioni fornite con una consultazione online disponibile su my-formula.it. Attraverso un algoritmo proprietario, che si traduce in una consulenza online di 12 specifiche domande, è possibile ottenere una formula composta da ingredienti unici e personalizzati. Il questionario tiene in considerazione fattori quali età, genere, lifestyle, tipologia di capelli e strumenti utilizzati per curarli, obbiettivi e fattori esterni come temperatura e durezza dell’acqua. Alla fine del test, una volta creato il proprio prodottosi può personalizzare anche il packaging, scegliendo il colore del contenitore della maschera e assegnandogli il proprio nome. La maschera Detox-Reset è disponibile in package da 200 ml al costo di 28,00 euro (spese di spedizione gratuite).



MYFORMULA
Myformula è una start up e-commerce made in Italy che ricerca e sviluppa prodotti di Hair Care su misura in base alle necessità di ogni singolo cliente. Tutti i prodotti sono Nickel tested, paraben free, non sono testati sugli animali e Made in Italy. Attualmente la linea è composta da 3 prodotti base: shampoo, balsamo e maschera, acquistabili singolarmente o in cofanetto con 2 o 3 referenze, su www.my-formula.it




crediti foto: ufficio stampa

leggi di più