British Fashion Awards 2021: le star in Messika

di Redazione

Messika in perfetto stile rock al red carpet dei British Fashion Awards 2021 con Claire Holt, Elena Perminova, Gabrielle Union, Charli XCX, Adriana Lima e Mia Regan.

L'attrice americana Claire Holt, ha illuminato il red carpet con la collezione di Alta Gioielleria Dessert Bloom indossando la collana Born To Be Wild e gli orecchini My Twin.

Elena Perminova, modella russa, splendeva nella collezione di Alta Gioielleria di Messika. Per l'occasione ha indossato la collana e gli anelli della collezione Diamond Catcher insieme all'orecchino Tamara.

L'attrice americana Gabrielle Union, ha scelto di indossare gli orecchini di Alta Gioielleria Saguaro, abbinati all'anello Toi & Moi e l'anello Concorde della collezione privata di Alta Gioielleria, e il bracciale Twisted Wave della collezione Messika by Kate Moss.

La cantante Charli XCX, ha sfilato sul red carpet con gli orecchini Liberated Spirit e l'anello Independent Icon della collezione di Alta Gioielleria Messika by Kate Moss.

Adriana Lima raggiante sul red carpet con gli orecchini Trapézistes della collezione di Alta Gioielleria Voltige.

La modella britannica Mia Regan, accompagnata dal suo fidanzato Romeo Beckham, indossava la collana Bohemian Chic e l'anello della collezione Messika by Kate Moss , abbinato agli orecchini My Twin Trio e Lucky Move Arrow. A completare il look la modella britannica ha scelto il bracciale Glam'Azone.













crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Come sarà il futuro dello shopping secondo Snapchat?

di Redazione

Nonostante l'attrattiva continua del fast fashion e la convenienza on-demand nel settore del retail, i consumatori di tutto il mondo iniziano a interrogarsi sull’impatto sociale e ambientale di questo settore.
Snapchat ha quindi realizzato uno studio denominato “Il futuro dello shopping”, condotto da Foresight Factory in dodici Paesi a livello globale (Italia compresa), per fornire un quadro approfondito del panorama degli acquisti in questo momento critico, delineando uno spaccato delle propensioni dei consumatori e delle potenzialità che la tecnologia offre per indirizzare le sfide imposte dal cambiamento climatico.

È quindi prioritario ripensare l’attuale modello in ottica più sostenibile e circolare. In questo scenario, realtà aumentata (AR) – che si stima avrebbe potuto evitare il 37% dei resi di capi d’abbigliamento acquistati online nell’ultimo anno – e piattaforme di reselling sono due leve a cui guardare con attenzione nel prossimo futuro.

“La crescita dello shopping online ha indubbiamente avuto un impatto sugli acquisti nei negozi tradizionali nel corso degli ultimi anni, tendenza che si è ulteriormente accelerata durante la pandemia. Era importante arrivare a definire una visione oggettiva di quello che sarà il futuro degli acquisti per retailer e consumatori, perché solo riconoscendo e comprendendo le tendenze in atto i retailer di tutti i tipi e dimensioni potranno sfruttare al meglio il cambiamento positivo che si sta verificando nel comparto degli acquisti” - ha commentato Claire Valoti, VP EMEA di Snap Inc.  -“Noi di Snap crediamo che la tecnologia possa essere uno strumento abilitante di grande aiuto, che offre l'opportunità di fare cose che non eravamo in grado di fare prima, o di farle meglio. Vediamo un futuro in cui l'esperienza di shopping nei negozi fisici diventerà sempre più 'connessa' e interattiva, e crediamo che Internet, un tempo considerato come il grande nemico del commercio nei negozi fisici, sarà inteso maggiormente come uno strumento efficace per riportare le persone nei negozi e al tempo stesso aiutare a indirizzare sfide cruciali per il settore del retail e non solo, come quella ambientale”.

IL RESELLING PER RIDURRE LA PRODUZIONE DI RIFIUTI
Con la crescente consapevolezza dell'impatto sociale e ambientale del fast fashion, dei rifiuti elettronici e di altri beni di consumo, le piattaforme di reselling offrono l'ulteriore vantaggio di ridurre i rifiuti e contribuire a un'economia circolare. In totale, il 43% dei consumatori italiani è già preoccupato per l'impatto ambientale dello shopping online - percentuale che arriva al 50% della Gen Z - e 1 acquirente su 5 afferma che le ragioni ambientali sono una motivazione per fare shopping sulle piattaforme di reselling. In Italia le piattaforme di reselling – che consentono ai venditori di creare i propri negozi virtuali e di presentare collezioni uniche, promuovendo anche un'esperienza di shopping più social con messaggi diretti e scambi tra acquirente e venditore – stanno diventando sempre più popolari: basti pensare che il 25% dei consumatori italiani afferma di cercare regolarmente opzioni di seconda mano e il 42% che ha comprato qualcosa attraverso una piattaforma di reselling, percentuale che arriva al 53% tra i millennial. Inoltre, il 34% dei consumatori italiani della Gen Z ha anche venduto un prodotto tramite tali piattaforme, con un ulteriore 43% interessato a farlo in futuro.

I beni di seconda mano e le piattaforme di reselling non vengono percepiti in modo negativo e permettono agli acquirenti esperti di risparmiare denaro e di contribuire all'economia circolare. Inoltre, l'uso crescente di tali piattaforme fornisce opportunità ai retailer consolidati di generare nuovi flussi di reddito attraverso piattaforme raccomandate dai brand, così come alle PMI e ai singoli consumatori di generare un reddito supplementare da articoli che sono stati rivenduti.

QUANTO E PERCHé LA SECONDA MANO RAPPRESENTA LA PRIMA SCELTA
Sebbene la popolarità delle piattaforme di reselling sia in crescita, ci sono alcuni settori in cui cercare opzioni di seconda mano quando si fanno acquisti rappresenta una abitudine consolidata per i consumatori italiani. Automobili (30%), tecnologia (24%) e abbigliamento (23%) sono quelli dove si cercano più opzioni di seconda mano, seppur sporadicamente. Se si guarda invece ai settori in cui si cercano sempre opzioni di usato, la situazione cambia piuttosto radicalmente, con abbigliamento (11%), automobili (10%) e articoli di lusso e accessori (entrambi a 9%) a farla da padroni.

Le piattaforme di reselling offrono un canale di shopping alternativo, peer-to-peer, il cui potenziale è dirompente non solo perché risponde alla sensibilità green delle nuove generazioni, ma anche perché scaturito da un anno con pochi stimoli, ispirazione o interazione sociale, incorporando molteplici elementi di attrattività per i consumatori: la convenienza, ad esempio, rappresenta la motivazione principale per oltre la metà (54%), seguita dalla possibilità di trovare prodotti che sono andati esauriti altrove (33%) e dalla ricerca di pezzi unici (30%). Si tratta in definitiva di uno spazio da esplorare, adocchiato anche dai grandi retailer, che hanno lanciato programmi di riacquisto e rivendita su scala mondiale, spesso per contribuire ai loro obiettivi di sostenibilità piuttosto che per profitto. Ma è anche uno spazio in cui viene valorizzata la dimensione locale, aspetto che ben si sposa con l’approccio dei consumatori italiani, se si considera che 2 su 3 (66%) apprezzano quando i retailer sostengono marchi indipendenti e il 51% afferma di supportare maggiormente le imprese locali dall'inizio della pandemia.

AR E TRY-ON VIRTUALE PER RENDERE LO SHOPPING ONLINE PIU’ SOSTENIBILE
Un’altra leva innovativa a cui l’industry del retail potrebbe guardare per ridurre l’impatto ambientale dello shopping è quello dell’impiego della realtà aumentata e del try-on virtuale, due tecnologie che aspirano a far superare uno dei problemi principali legati al commercio elettronico, ovvero gli errori di taglia, che rappresentano oltre due quinti (43%) dei resi di capi di abbigliamento acquistati online nell’ultimo anno in Italia. Ma non solo: l’impossibilità di provare i prodotti prima di acquistarli rappresenta una criticità per oltre 2 intervistati su 5 (42%). In risposta a queste complessità che contribuiscono a nutrire la pratica dei resi, generando implicitamente dei costi per i retailer e per l’ambiente, il valore aggiunto che i consumatori tricolore vedono nell’AR risiede in primis nella di vedere come starebbero i prodotti (37%), vederli a 360° (34%) e capirne la dimensione esatta (34%). Segue, nel caso di complementi d’arredo, la possibilità di visualizzare i prodotti all’interno dell’ambiente prescelto (28%).

“La realtà aumentata sta diventando una leva critica nel supportare le imprese a raggiungere i propri clienti, nonché a connettersi con loro con nuove modalità che rispondano meglio alle esigenze di questi ultimi anche in termini di sostenibilità, sia nel caso di brand globali, sia in quello di aziende di piccole e medie dimensioni. Industry quali Beauty, Lusso e Moda hanno iniziato a considerare e utilizzare l’AR come uno strumento importante per rendere possibile la visualizzazione dei prodotti da remoto, migliorare l’engagement dei clienti e lo storytelling, abilitando contestualmente un modello di shopping più consapevole e sostenibile” - ha aggiunto Valoti - “Negli ultimi anni l’AR applicato a mondo dello shopping ha rappresentato una delle principali aree di investimento per Snap. Forti dei progressi fatti e dell’esperienza maturata, stiamo ora supportando con la nostra tecnologia brand prestigiosi come Gucci, Prada, Farfetch e molti altri ancora, aiutandoli a plasmare il futuro del retail attraverso il try-on virtuale basato sull’AR”.










crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Il fashion show di Manila Grace celebra le sue muse

di Laura Frigerio

Giovedì 25 novembre, Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, Manila Grace ha deciso di puntare i riflettori sull’altra metà del cielo con una sfilata speciale con protagonista la collezione Spring/Summer 2022.

Parola chiave di quest’ultima è “Musa”: nella cultura classica è una delle figlie di Zeus, incarnazione d’ideale supremo dell’Arte, ma è anche nome che indica una pianta originaria del sud della Cina dalla quale si possono ricavare le fibre naturali e resistenti dei tessuti Manila Grace.

Una femminilità da vivere appieno e senza costrizioni quella di Manila Grace, che da sempre si lascia ispirare da donne forti, indipendenti e intelligenti per disegnare collezioni inclusive, un vero e proprio concentrato di energia positiva e libertà allo stato puro.

Questo show ha voluto celebrare la donna nella sua completezza e poliedricità come commenta l’A.D. Enrico Vanzo: “Manila Grace si rivolge ad una donna contemporanea e multitasking. Le nostre madrine ne sono l’emblema, donne molto differenti ma carismatiche e determinate come coloro che scelgono il nostro brand. Abbiamo voluto presentare la collezione a Milano perché simbolo della ripresa e della ripartenza. È infatti in questa città che è stata ambientata la nostra ultima campagna stampa perché crediamo molto nella forza trainante di questa capitale del business. Ma è all’Italia e in generale al gusto italiano e alle bellezze del Belpaese che ci ispiriamo per realizzare le nostre collezioni che sono da sempre inclusive e versatili”.


LE MUSE DI MANILA GRACE
Tre le muse d’eccezione di questa sfilata. La prima è Elenoire Casalegno, oratrice d’eccezione di un poema introduttivo che racchiude in sé l’essenza dell’identità Manila Grace; un’invocazione in chiave lirica contemporanea della potenza dell’abbigliamento nel comunicare sé stesse, dell’importanza di rimanere fedeli alla propria identità esprimendosi a pieno anche attraverso silhouette e colori, abiti e accessori.

A sottolineare il mood di collezione, l’esclusivo DJ Set firmato Fernanda Lessa, seconda musa Manila Grace per questa Primavera-Estate. Tagli e nuances della SS22 arrivano da lontano, dall’Africa con la sua natura selvaggia, incontaminata e primitiva.
Ecco sfilare una palette che miscela nuances terrose e avvolgenti, bollenti come la sabbia della savana, e tonalità sature e piene come i blu notte e i turchese che richiamano i cieli stellati di quella parte del pianeta. Preziosi i dettagli composti da ricami e intarsi dall’appeal coloniale, mix di silhouette pulite e rigorose e tessuti raffinati, accostate a stampe etno-chic. Bluse ampie, pantaloni morbidi, shorts e chemisier rivivono in una chiave urban safari, per finire con ampi abiti variopinti che racchiudono tutta la joie de vivre di un’estate da vivere con passione. A completare i look sandali colorati, zeppe folk e maxi tacchi da abbinare alle iconiche borse Jasmine e Felicia, e alle nuove shopper di stagione. Il twist in più? Gli occhiali da sole dalle forme sinuose e dalla palette psichedelica inseriti per la prima volta in collezione e realizzati in licenza da Castellani, azienda leader nel settore dell’eyewear.

A chiudere il défilé la terza musa Manila Grace, la splendida Elena Santarelli con un maxi dress gipsy chic a macro balze, con spalline sottili e profondo scollo a V, rosa ciclamino in perfetto stile Manila Grace.

Tra gli ospiti della serata, un parterre d’eccezione composto da Elisabetta Gregoraci, Iva Zanicchi, Costanza Caracciolo, Elettra Lamborghini, Bianca Guaccero, Ludmilla Radchenko, Laura Barriales, , Sonia Bruganelli, Cecilia Capriotti, Francesca Piccinini e Ivana Mrazova.












crediti foto: ufficio stampa 
 


leggi di più

Garden Steflor: letture per bambini a Paderno Dugnano

di Redazione

Da Garden Steflor si respira già aria di Natale, non solo grazie al suo magico reparto a tema, ma anche alla serie di eventi organizzati nella sua sede di Paderno Dugnano (Milano).

Molti sono naturalmente dedicati ai veri protagonisti delle feste: i bambini. Per loro sono stati organizzati dei divertenti lavoratori di cucina intitolati “Mani in pasta”, incentrati su ricette perfette per il Natale.
Non mancano poi le letture animate, per coinvolgerli facendoli volare sulle ali della fantasia. E non è finita qui, perché nei mesi di novembre e dicembre, nell'aria ristoro, i bambini potranno divertirsi salendo su una giostrina di cavalli.

Ecco gli appuntamenti per questo ultimo weekend di novembre:

MANI IN PASTA
Dalle 15:30 alle 16:30 e dalle 17:00 alle 18:00 (massimo 15 bambini x turno) – costo 5€
Laboratori di cucina per bimbi dedicati al Natale
27/11 - COOKIES DECORATI

LETTURE ANIMATE
28/11 Dalle 16:00 alle 18:00 – 6 turni da 20 minuti (massimo 8 bambini x turno)

evento gratuito.



Garden Steflor (in Via Erba 2) è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19.30 (naturalmente con le misure necessarie a garantire la sicurezza).










crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Garden Steflor: eventi pets per l'ultimo weekend di novembre

di Redazione

Non solo green, ma anche pets da Garden Steflor che con l'avvicinarsi del Natale inserisce nel suo calendario ancora più eventi dedicati agli amanti degli animali.

Nella sede di Paderno Dugnano (Milano) il 28 novembre, per la serie di incontri “Educatore cinofilo – Esperto risponde”, si toccherà il tema dell'aggressività si parlerà di socializzazione. Le consulenze, gratuite, si svolgeranno nel reparto Zoo Garden.

Continua inoltre, fino al 28 novembre, la divertente mostra “Autosgatto” dedicata ai vostri teneri amici pelosi.

Garden Steflor (in Via Erba 2) è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19.30 (naturalmente con le misure necessarie a garantire la sicurezza).








crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Siggi presenta le novità abbigliamento del settore ospitalità

di Redazione

In un mondo in cui l’incertezza si impone come protagonista, Siggi mette al centro il lavoratore, qualsiasi sia la professione che svolge. La missione aziendale è dare un abito professionale a chiunque ne abbia la necessità, è di vestire la voglia di fare di uomini e donne che con il proprio mestiere esprimono se stessi e dimostrano la dignità e la motivazione che li mantengono umani, in una società e in un tempo in cui l’umanità è messa a dura prova.

Siggi non si ferma mai e presenta le sue ultime novità per il settore dell’ospitalità: dallo chef agli operatori del benessere fino al personale di servizio, in una struttura dedicata all’accoglienza sono tante e diverse le professionalità. La collezione, presentata in anteprima a Host (Fiera Internazionale dell'Ospitalità), è ampia e risponde alle esigenze di tutti con nuovi modelli di giacche chef, casacche e scamiciati.

Il mood è la voglia di fare, che mai come in questo periodo il brand trova sia adatto e che l'ha spinto a inserire molte novità in termini di numero articoli, ma non solo. In ogni modello comfort e praticità di manutenzione sono la base della qualità garantita ad ogni lavoratore, inoltre si unisce a questo una forte identità in un design italiano dal carattere semplice, ma deciso e inconfondibile. L’identità di un professionista passa attraverso il suo lavoro e la divisa è il suo biglietto da visita.

In particolare nei capi femminili l’Atelier Siggi pone da sempre grande cura nelle linee e nella scelta dei materiali, assicurandosi che risultino confortevoli in tutte le taglie, dalle più piccole a quelle più comode, senza rinunciare ad un look moderno e gradevole. Nasce per questo ‘curvy approved’, una dicitura che accompagna i capi Siggi che meglio si adattano ad ogni forma del corpo. Uno dei temi prioritari finalmente a livello mondiale, è la sostenibilità e la sicurezza. Per rispondere a questa irrinunciabile esigenza, tutti i capi Siggi sono conformi a STANDARD 100 by OEKO-TEX®, un sistema di controllo e certificazione volontaria, indipendente e uniforme a livello internazionale per le materie prime, i semilavorati e i prodotti finiti del settore tessile ad ogni livello di lavorazione e ha lo scopo di garantire l’assenza di sostanze pericolose per l’uomo e per l’ambiente.

Infine, c’è un tocco di poesia nei capi firmati Siggi: in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante, sono stati ricamati due versi sulla manica di due giacche chef, parole che hanno attraversato i secoli e giungono a noi ancora intense e vive come appena uscite dalla penna di Dante. Un omaggio che richiama la forza dell’amore, un sentimento che fa da guida anche nella professione. Siggi dedica le nuove creazioni a tutti coloro che non mollano, che nonostante le difficoltà e con grande senso del dovere continuano a svolgere il proprio lavoro. Nulla è scontato e tutto può fermarsi da un momento all’altro. Siggi rivolge un pensiero anche a chi è stato costretto a non lavorare per lunghi mesi. Quando vivremo nuovamente liberi dal virus, che tanto condiziona ancora le nostre esistenze e le nostre attività professionali, avremo vissuto un’esperienza che ci ha resi più consapevoli di quanto ogni attività vada svolta al meglio perché collegata all’attività di qualcun altro in una catena che ci unisce tutti. Possiamo dire di aver maturato una sincera gratitudine per il lavoro che svolgiamo e abbiamo il dovere di rivalutarne largamente il valore non solo sotto l’aspetto economico, ma anche umano e motivazionale.











crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Gianni Chiarini crea una limited edition della Marcella Club a sostegno di D.i.Re

di Redazione

Gianni Chiarini rinnova il suo impegno a sostegno di D.i.Re, l’associazione nazionale antiviolenza, che comprende 84 organizzazioni di donne su tutto il territorio nazionale.
Una realtà importante e attiva, che gestisce oltre 100 centri antiviolenza e più di 50 case rifugio per accompagnare le donne nei loro percorsi di uscita dalla violenza.

Il brand, da sempre promotore della forza, del talento e della bellezza delle donne, si propone di raccontarle attraverso attività collaterali che ne esaltino le diverse personalità. Marcella Club, la rete sociale di empowering femminile che ruota intorno a Marcella, la shopping bag trasversale e sofisticata di Gianni Chiarini, è nato proprio dal desiderio di mettere in contatto fra loro donne di tutte le età, in tutto il mondo, senza distinzione di genere. Proprio partendo dal valore speciale di Marcella, Gianni Chiarini ha confezionato una limited edition della shopping bag, in un’inedita trama check mélange.

Il progetto Marcella Club Special Edition con D.i.Re si traduce in una nuova versione dell’iconica borsa con i manici e i profili in pelle, corredata ad hoc da un’etichetta che riporta i loghi di Gianni Chiarini e di D.i.Re, a simboleggiare l’unione di intenti fra le due realtà. La shopping bag sarà in vendita a partire da venerdì 19 novembre presso i flagship store Gianni Chiarini di Firenze e Milano e sul sito del brand, al prezzo di €185,00.
Gianni Chiarini si impegnerà a devolvere una percentuale del ricavato di ogni borsa venduta all’associazione D.i.Re, che a sua volta farà confluire le quote nel progetto “Autonomia”.

Questa iniziativa si basa sulla creazione di un fondo destinato alle donne che, al termine di un iter di sostegno presso i centri antiviolenza dell’associazione, sono pronte ad intraprendere un percorso autonomo di riappropriazione di sé, che passa anche attraverso una serie di azioni molto pratiche, come l’affitto di una casa e le spese per acquistare beni di prima necessità. Il progetto “Autonomia” diventa così un aiuto tangibile verso la completa emancipazione delle donne sostenute da D.i.Re. La comunione di intenti fra Gianni Chiarini e l’associazione D.i.Re si traduce così in una seconda iniziativa benefica a sostegno delle donne, un progetto solidale che trova una realizzazione concreta nel supporto alle donne in un percorso attivo, delicato e importante che permetta loro di acquistare consapevolezza, autonomia e serenità.











crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Lady Gaga in Messika alla première di Los Angeles di House of Gucci

di Laura Frigerio

In questo periodo non si fa altro che parlare di Lady Gaga, che veste i panni di Patrizia Reggiani in “House of Gucci”, il nuovo film di Ridley Scott che vedremo al cinema il prossimo 16 dicembre.

Dopo essere stata in promozione in Italia, la pop-star ha presentato il film a Los Angeles e in occasione della première ha indossato dei gioielli Messika.

Lady Gaga ha impreziosito l'abito dorato Valentino con gli orecchini Desert Bloom della Collezione Alta Gioielleria Messika abbinati alla favolosa collana di Alta Gioielleria Diamond Spears e all'iconico anello My Twin Trio, tutto in oro bianco e diamanti.









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Workshop Kokedama da Garden Steflor

di Redazione

Garden Steflor ama stupire con effetti speciali, in particolare a Natale. E così, oltre a farci immergere come sempre nella magia del suo reparto a tema e organizzare eventi per bambini, pensa anche agli adulti con interessanti iniziative green.

In particolare si tratta di laboratori di giardinaggio e decorazione, dedicati ovviamente al Natale. Il 20 novembre, per esempio, si terrà nella sede di Paderno Dugnano (Milano) un Workshop sul Kokedama.

Per chi non lo sapesse, si tratta di un'antica arte giapponese che permette di realizzare delle composizioni in cui le piante non si trovano in un vaso bensì in una sfera ricoperta di muschio. È una tecnica perfetta per dare vita a piccoli giardini pensili o zen, rendendo così speciale la propria casa.

L'appuntamento è dalle 10.30 alle 12.30, per un massimo di 12 persone.









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Vacanze di Natale? Al Dolomiti Wellness Hotel Fanes

di Redazione

State iniziando a pensare alle vostre vacanze di Natale? Vi consigliamo il Dolomiti Wellness Hotel Fanes di San Cassiano, in Val Badia.

La famiglia Crazzolara, che da anni porta avanti lo storico hotel nato da un antico maso del 1500, divenuto oggi esclusiva struttura 5 stelle, desidera accogliere i suoi ospiti così, facendoli sentire a casa propria, avvolti dal calore che solo la famiglia sa trasmettere. Per l’occasione una speciale promozione “Pacchetto Natale al Fanes”, che permette di trascorrere giornate di relax nella magica cornice delle innevate Dolomiti patrimonio dell’Unesco.

Si parla di quattro giorni in camera doppia da trascorrere tra i 5000 mq di area wellness con saune, piscine, sky pool riscaldata di 25 mt e un’ampia rosa di massaggi e trattamenti; in aggiunta, una coccola anche per il palato, grazie all’interessante e ricca proposta culinaria dello chef Claudio De Marc che accompagna gli ospiti per tutte le giornate.
Il Fanes vizia fin dal principio i suoi visitatori, facendogli trovare, al loro arrivo, una bottiglia di vino e un cadeau in camera. Tutti i giorni, successivamente, è prevista una ricca prima colazione a buffet dove si possono degustare prodotti tipici altoatesini, un’abbondante merenda pomeridiana al Lounge Bar della struttura e, per concludere al meglio la giornata, una cena con il menù pensato e creato dallo Chef De Marc che propone una vasta rosa di pietanze sia locali che internazionali.

Venerdì 24, giorno della Vigilia, un aperitivo in compagnia della famiglia Crazzolara nella Hall dell’hotel per poi partecipare tutti insieme alla cena di gala e al concerto con un gruppo folkloristico locale sempre al Lounge Bar.
Al termine del concerto il momento più emozionante e atteso soprattutto dai più piccoli ospiti della struttura: avvolto da un velo di misteriosa magia, l’arrivo di Babbo Natale carico di doni pronto a distribuirli a tutti i piccoli ospiti della struttura. Un altro momento di condivisione da trascorrere in compagnia, dopo la Santa Messa di mezzanotte, è la degustazione dei tradizionali biscotti alla vaniglia fatti in casa: si tratta dei Vanillekipferl, biscotti a forma di cornetto, a base di farina di mandorle, ottimi se abbinati al punch che il personale del Fanes offre a tutti gli ospiti di ritorno dalla celebrazione in chiesa.

Ma non è tutto: i festeggiamenti proseguono anche il 25, giorno di Natale, con dell’ottimo salmone, brindisi a base di Prosecco e tanta altra musica dal vivo.


INFORMAZIONI PER PRENOTARE
Validità dell’offerta: 22/12-26/12
Prezzo: a partire da € 1596,00 a persona (costo variabile a seconda della tipologia di camera).









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Torino Fashion Week: appuntamento con Dress for Success Serbia

di Laura Frigerio

È iniziata la sesta edizione della Torino Fashion Week, che si terrà fino al 21 novembre presso la Camera da letto della Madama, dello storico Palazzo Madama nella centralissima piazza Castello.. Dopo il successo dello scorso anno, la manifestazione torna in formato digitale e sarà possibile seguirla ogni sera, dalle ore 21.00, su https://www.facebook.com/TorinoFashionWeek oppure la web App della TFW www.torino-fashion-week.eu.

Questa è la prima fashion week al mondo a dedicare spazio agli stilisti emergenti ed è stata anche la prima a riportare la moda a Torino: non a caso è inserita tra le principali fashion week mondiali.

Tra gli appuntamenti imperdibili c’è quello del 17 novembre con la sfilata dell'organizzazione Dress for Success Serbia, realizzata in collaborazione con l'organizzazione non governativa tedesca Help-Hilfe zur Selbsthilfe.
I protagonisti sono designer, brand e gruppi socialmente sensibili come donne, giovani, minoranze nazionali, rimpatriati, persone con disabilità e detenuti. In questo senso la Torino Fashion Week ha un ruolo chiave per la Serbia e per i Balcani perché per la seconda volta sono presentate collezioni provenienti da diversi contesti sociali con lo scopo di supportare e promuovere una moda balcanica sostenibile.

Help-Hilfe zur Selbsthilfe è un'organizzazione internazionale tedesca con sede a Bonn che assiste e aiuta le persone in difficoltà. È stata fondata nel 1981 e ad oggi supporta i bisognosi in 23 paesi al fine di migliorare le loro condizioni di vita. Dress for Success Belgrado-Serbia fa parte dell'organizzazione internazionale Dress for Success World Wide fondata nel 1997. Da allora ha sostenuto più di un milione di donne in tutto il mondo con l'obiettivo di responsabilizzare e sostenere coloro che provengono da gruppi economicamente e socialmente vulnerabili in modo che possano raggiungere l'indipendenza economica e l'uguaglianza attraverso il lavoro nel settore moda.

“Torino Fashion Week è un grande evento in quanto offre la possibilità di promuovere i designer giovani ed emergenti e favorisce grandi opportunità di networking, l’internazionalizzazione e la conoscenza della moda balcanica “ sottolinea Sandra Abramovic, Founder ed Executive Director di Dress for Success Serbia.

Alla Torino Fashion Week sfilano 28 designer provenienti da Serbia, Croazia, Kosovo, Emirati Arabi Uniti e diversi gruppi socialmente sensibili composti da donne, giovani, minoranze nazionali e persone con disabilità che presentano la collezione “No Women is Island” pensata per una donna che si divide tra l’attività imprenditoriale, la famiglia, l’attenzione all’ecologia e sceglie l'economia circolare e la cultura di una vita sana senza rinunciare alla moda. Il titolo si rifà romanzo Il gobbo di Notre-Dame e indica che nessuno di noi è completamente solo, ma fa parte di un quadro più ampio nel tempo e nello spazio.

Un modo per guardare alla diversità della moda dell'Occidente e dell'Oriente dal punto di vista degli stilisti di Dress for Success che sono: Sharjah Business Woman Council e Wafa Balaswad e Dress for Success, Extravagance by Dunja, W Dress e Dress for Success e Blackbirdfield by Dragan Smiljanic, MILIMALISM e Vesna Ristic Denateja e Dress for Success e Standing Conference of the Roma Associations of the Citizens - League of Roma, SANA e Alida Miftari_Patchwork e Sladjana Ilic, SANA e Isidora Mirkovic e Rashid Centre for Disabled e Alida Miftari_Patchwork, Ajman Bussines Woman Council – Aroob, International University of Novi Pazar, Dress for Success, Association "Sheild“ e Borrisso Borisav Gasovic, Association "Izvor“ e Serbian Society of Autism, Isabell Prive Fashion Design e Serbian Society of Autism e Dress for Success, International University of Novi Pazar e Serbian Society of Autism, Atelier Sanja Peric, Isabell Prive Fashion Design e Sladjana Ilic, Magnifique by Divna Lazic e Jelena Despotovic, Magnifique by Divna Lazic e Jelena Despotovic, MARIRROMA e DUGME e VENA Candy, Vladana Popovic Atelier e Serbian Society of Autism, Gufo Wear e Mirjana Majstorovic, Vladana Popovic Atelier e Dress for Success e Rashid Centre for Disabled, W Dress e Filoco, Sharjah Bussines Woman Council - Maroon Designs e Blackbirdfield by Dragan Smiljanic.









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Elena Sanchi incanta con Diavoli notturni

di Redazione

Tra i singoli più belli usciti in questi giorni c’è sicuramente “Diavoli notturni” della cantautrice Elena Sanchi.

Il pezzo, che si muove tra songwriting e indie pop, si nutre di un sound elettronico frutto della collaborazione con il producer e dj Alberto Melloni.

Passione, desiderio, vertigine, libertà, speranza e ricerca di salvezza sono dunque gli ingredienti di questo affascinante brano. “Diavoli notturni” ci porta in una metro abbandonata ai confini del mondo, dove due sconosciuti si trovano inermi senza più maschere l’uno di fronte all’altra e si lasciano travolgere dalla magia dell’incontro, la scintilla da dove tutto ha inizio e che fa battere forte il cuore. Sono due anime solitarie che trovano il coraggio di riscattare un passato difficile e di abbandonarsi al desiderio di essere felici, perché l’amore è ancora l’unica ancóra di salvezza per una nuova rinascita.

“La pandemia ci ha messo di fronte alla parte di noi più fragile e di riflesso anche a quella più forte. Nella separazione con il fuori abbiamo imparato a conoscerci di più dentro e siamo tornati, stiamo tornando con una consapevolezza diversa… Il nostro corpo ha voglia di ballare, la nostra voce di cantare, urlare al mondo l’Amore vero!” - spiega Elena Sanchi.

L'uscita del singolo è accompagnata da un videoclip diretto da Michelangelo Baffoni e “Diavoli notturni” anticipa l’album “La lingua del bacio”, la cui uscita è prevista il 26 novembre.


 

 









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

HiPRO presenta il programma The Upgrade

di Redazione

Migliorare le proprie performance di allenamento non è sempre facile, spesso mancano la giusta motivazione e soprattutto consigli adeguati di esperti autorevoli che non si limitino all’esercizio fisico, ma che abbiano una visione globale. Proprio per questo HiPRO, brand di Danone che dal 2019 è al fianco di tutti gli sportivi, presenta HiPRO The Upgrade, un programma di allenamento completo della durata di 5 settimane, a partire dal 6 novembre, che si fonda su tre pilastri: il workout, i consigli nutrizionali e un percorso body&mind.

Il progetto, che vivrà sul canale Instagram di HiPRO @hipro.italia e ha l’obiettivo di condividere una serie di consigli utili a migliorare le proprie performance e a integrare la routine di allenamento giornaliera, è l’ultimo di una serie di iniziative dedicate agli appassionati di fitness.

Dall’inizio dell’anno, infatti, HiPRO è stato al fianco della community prima con un programma per supportare i personal trainer durante i mesi di lockdown, “HiPRO Supports Trainers”, continuando poi con “HiPRO Booster Program” con contenuti di allenamento e nutrizione, e infine con la partecipazione all’evento di fitness più importante d’Italia, RiminiWellness.
Alice Mastriani, punto di riferimento del mondo del crossfit in Italia e Brand Ambassador di HiPRO, guiderà la parte workout del progetto The Upgrade con una serie di allenamenti HIIT (High Intensity Training): 5 video di workout completi, uno per ogni settimana di programma, verranno postati sul feed del canale Instagram di HiPRO insieme a stories e IG reel.

 

Ad affiancare Alice Mastriani ci sarà inoltre il fitness coach Emanuele Mauti che sarà il protagonista di “Workout a tempo di cottura”, una rubrica a cavallo tra esercizio fisico e alimentazione all’interno della quale troveranno spazio video di ricette e workout pensati nello stesso tempo realizzazione.

Al biologo nutrizionista Giuliano Ubezio il compito di condividere i consigli nutrizionali che andranno a integrarsi alla perfezione al programma di allenamento. In particolare, nella rubrica “Il pasto giusto al momento giusto” fornirà una vera e propria guida sulle basi di cosa mangiare e quando, ad esempio prima e dopo l’allenamento, a colazione o prima di andare a dormire.
La rubrica “Sgarra ma nel modo giusto” sarà invece incentrata sui giorni off dell’allenamento e quindi su una serie di ricette gustose, ma comunque bilanciate dal punto di vista nutrizionale, che rappresenteranno un piccolo sgarro concesso all’interno della routine di allenamento. I dettagli, si sa, fanno spesso la differenza e il benessere del proprio corpo gioca un ruolo fondamentale.

All’interno del programma HiPRO The Upgrade la trainer Carol Enrico condividerà video di consigli ed esercizi che uniscono diverse discipline come la meditazione, lo yoga e lo stretching così da fondere in un’unica pratica la giusta intensità e forza per aiutare corpo e mente a riequilibrarsi e a essere più sani.


“Sono felice di continuare la collaborazione con HiPRO per questo nuovo progetto studiato nei minimi dettagli per tutti gli appassionati di fitness. Spesso sono i piccoli gesti a fare la differenza e The Upgrade nasce proprio per rispondere a un’esigenza specifica: quella di portare le proprie performance fisiche a un livello superiore. Per questo io e il team di esperti abbiamo strutturato una serie di contenuti workout, nutrizionali e body&mind a 360° pensati per migliorare la routine quotidiana e trarre il massimo beneficio per il proprio corpo” - afferma Alice Mastriani, Brand Ambassador di HiPRO.








crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

La Superstar WWE Drew McIntyre ha premiato i Maneskin agli MTV EMAs 2021

di Laura Frigerio

Gli MTV EMAs 2021 sono stati speciali, perché hanno visto i Maneskin raggiungere un altro traguardo: sono infatti i primi artisti italiani a vincere nella categoria Best Rock, tra l’altro sconfiggendo big internazionali.


A premiarli è stata la Superstar WWE Drew McIntyre, che poi si è anche intrattenuto nel backstage con i nostri connazionali, complimentandosi nuovamente per il successo.

McIntyre, ex WWE Champion, è stato fra i presentatori dell’evento e ha portato un po’ del magico mondo della WWE sul palco di Budapest, premiando la band italiana, già vincitrice del Festival di Sanremo 2021 e dell’Eurovision Song Contest qualche mese fa.










crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Diletta Leotta protagonista dello spot Intimissimi Uomo

di Laura Frigerio

È stato lanciato oggi il nuovo spot di Intimissimi Uomo, che vede protagonista l’ambassador Diletta Leotta.

Per questa nuova campagna 2021 il brand punta nuovamente sul suo best seller, ovvero il boxer basic, un prodotto di altissima qualità a un prezzo unico (7.90 euro).

La campagna racconta questo campo underwear attraverso le sue caratteristiche principali: comfort, traspirabilità e resistenza. Nello spot (che possiamo vedere in tv e sul web) un cliente, entrato in un negozio Intimissimi Uomo, si trova improvvisamente catapultato in un laboratorio segreto, dove testerà il prodotto in prima persona, seguito da una scienziata d’eccezione, l’ambassador del brand Diletta Leotta.

Scienza e moda risultano essere il mix perfetto che Intimissimi Uomo usa in modo ironico e brillante per comunicare la vera scienza del boxer, da indossare o da regalare. Intimissimi Uomo non è solo sinonimo di qualità, ma anche di trasparenza, attraverso un profondo controllo della filiera produttiva: il 94% degli articoli presenti nei negozi Intimissimi Uomo, infatti, è prodotto in fabbriche di proprietà, in Italia e all’estero.

L’approccio trasparente si concretizza ancora di più nello shop online intimissimi.com grazie alla presenza di una sezione denominata “tracciabilità” nella scheda prodotto di ogni capo, dove vengono riportati i dettagli delle strutture in cui tale capo è stato fabbricato.










crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

La festa delle castagne da Garden Steflor

di Redazione

Il mese di novembre è particolarmente movimentato da Garden Steflor. Sarà che si sente già aria di Natale e scatta la voglia di immergersi nel mood magico del reparto a tema, che come ogni anno viene allestito nella sede di Paderno Dugnano (Milano).
Però oltre alla vasta gamma di prodotti in vendita (dagli alberi ai presepi, passando per le decorazioni e l'oggettistica) c'è di più ovvero una serie di eventi, per grandi e piccini.

Tra i più gustosi c'è indubbiamente la festa delle castagne, evento gratuito che si terrà domenica 14 novembre alle ore 15.30.

Assolutamente da non perdere!

Ricordiamo che Garden Steflor (in Via Erba 2) è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19.30 (naturalmente con le misure necessarie a garantire la sicurezza).

 

 








crediti foto: Adobe Stock

leggi di più

5 singoli italiani per la vostra playlist del weekend

di Redazione

Sta per iniziare il weekend e la ricerca di un po’ di sano relax è d’obbligo.
Voglia di un po’ di musica nuova da inserire nella vostra playlist? Vi consigliamo 5 singoli di artisti italiani che vi stupiranno con effetti speciali.

“No Trouble” di Ellynora: artista a tutto tondo (è infatti cantante, autrice, producer, arrangiatrice, compositrice e regista dei suoi videoclip), Ellynora mischia in questo brano le sue origini partenopee a un sound vicino alla scena statunitense. “No Trouble”, come dice l’artista, è “voglia di divertirsi e di reagire alla forzata mancanza di spensieratezza a cui siamo sottoposti. È la storia di un party a casa finito con l’irruzione delle forze dell’ordine che però non trovano nulla al di fuori di ragazzi che amano ballare e cantare”.

“Come una star” di Saint: il rapper è tornato con un sound dal ritmo accattivante (frutto della collaborazione con DAFOUR, celebre collettivo di produttori) e un testo dalle suggestioni autobiografiche. Dice infatti: “Parla della mia vita e della mia attitudine ad affrontarla. C'è il mio io, la voglia che ho da sempre di vivere come una vera rockstar”.

“Caramelle” di Marla: un pezzo dalle influenze R’n’B molto raffinato e suadente per questa giovane artista già nota per aver scritto e interpretato il brano della campagna globale di FURLA #FurlaPoseChallenge. “Caramelle” parla di consapevolezza. “Con questa canzone mi sono guardata in uno specchio e mi sono semplicemente detta la verità, ho risposto alle domande che nascondevo da troppo tempo. Non bisogna aver paura di raccontarsi e di parlare di quello che non va, non dobbiamo sentirci sbagliati o inadeguati, non dobbiamo dimenticarci di noi stessi” - dice.

“Frenami” di In arte Agnese: un perfetto connubio tra sonorità fresche e moderne e la voce potente della giovane cantautrice. Il brano racconta una storia d’amore finita in cui la parte lesa rifiuta di lasciarsi andare alla tristezza o dal senso di colpa, ma affronta la rottura da un’altra prospettiva per trovare un proprio modo per superarla.

“Con un mazzo di rose” dei Fuoricentro: un pezzo pop dal testo importante, che vuole essere un grido di denuncia nei confronti di una mondo che preferisce non ascoltare, ma semplicemente risolvere con soluzioni superficiali e di apparenza. “Spesso le donne vengono maltrattate, non solo fisicamente ma anche psicologicamente. Sono vittime di body shaming, se il loro aspetto non è in linea con gli attuali canoni di bellezza, ma anche di age shaming e quindi accantonate se non più giovanissime. Talvolta si pensa che per sistemare le cose basti poco, come un mazzo di rose, ma in realtà serve molto di più. È la visione del mondo e delle relazioni umane che deve cambiare” - dice Maurizio Camuti, frontman della band.









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Francesca Valeria Poli presenta il suo romanzo a Milano

di Redazione

Immergersi in una realtà che sembra diversa dalla nostra, lasciarsi trasportare dalle sensazioni e vivere un'esperienza totalizzante. Di solito questo fa la lettura: consente di evadere dalla quotidianità per scavare nel nostro io più profondo. Un obiettivo magistralmente raggiunto da Francesca Valeria Poli, che con il suo romanzo “Les Chambres noires” (edito da L’Erudita – Giulio Perrone Editore) ha saputo e voluto raccontare, senza filtri, il piacere. Un viaggio attraverso sette stanze, che coinvolge sette personaggi, ognuno con la propria storia. Un unico trait d’union: appunto, il piacere. Le stanze diventano così non un luogo fisico, ma un luogo della mente, dove si annidano desideri e sogni a cui si può accedere solo con una chiave di cui non esistono copie.

La narrazione segue le vicende di Valeria, Andrea, Nua, Luca, Ilana, Miléne, Flavio: persone tra loro molto diverse e insieme così simili, personaggi reali ma con nomi di finzione.

Avremo modo di conoscerli meglio nel corso della presentazione del romanzo, che si terrà a Milano il 13 novembre alle ore 16.30, presso il Leà Studio Atelier (Piazza XXIV Maggio, 12).
Non un semplice reading, ma una vera e propria esperienza immersiva, con musica e recitazione. A moderare l’incontro ci sarà Giulia Piscina, ex concorrente di Miss Italia e oggi modella e presentatrice; nell’interpretazione di alcuni passaggi del libro si alterneranno invece le voci degli attori teatrali Giulia Melis, direttrice artistica del Leà Studio Atelier, e Giacomo Buccheri, musicista.
Parteciperà all’evento anche Milena De Martino, fashion designer e pittrice che per l’evento ha creato delle magliette di Les Chambres noires ispirate al romanzo con il suo logo Miladyartist.

Come spiega l’autrice e organizzatrice Francesca Valeria Poli: “L’originalità nasce da questa sinergia di talenti artistici locali in tutte le città dove verrà organizzata la presentazione. La prima è stata in Umbria, dove ho studiato e dove ho scritto il libro, e poi dopo Milano seguiranno Roma, Bologna, ed altre città. Perché Les Chambres noires non sia solo un libro ma un progetto di collaborazione artistica”.







crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Madalina Ghenea in Moschino alla première di House of Gucci

di Laura Frigerio

Il 9 novembre si è tenuta a Londra la première di “House of Gucci”, il nuovo film di Ridley Scott che racconta la vera storia della famiglia che ha dato vita a uno dei più celebri imperi del mondo della moda.

Nel cast anche Madalina Ghenea, che interpreta la mitica Sophia Loren e ha sfilato sul red carpet con un total look Moschino.
L'attrice ha indossato un abito bustier custom made, in moiré di seta nero con ampia gonna strutturata e spalline in tulle nero.










crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Mon Chéri Cherry Club Vodka, in limited edition

di Redazione

Il croccante del cioccolato fondente, il calore del liquore e la dolcezza della ciliegia. Questo è da sempre Mon Chéri che, a novembre, arriva sul mercato con una nuova Limited Edition pronta a sorprendere tutti i palati: Mon Chéri Cherry Club Vodka. Per questa occasione, infatti, il cioccolatino dalla forma a scrigno cambia “anima” e sostituisce il liquore classico con la vodka, creando così un nuovo ed inaspettato gusto.

La ricetta originale di Mon Chéri è molto complessa, a partire dallo studio della forma della conchiglia esterna di cioccolato fondente creata per contenere comodamente la ciliegia ed il liquore che, al morso, deve invadere tutto il palato. La complessità raddoppia quando si sceglie di sostituire il liquido all’interno. Trovarne uno in grado di dare il giusto corpo e la giusta intensità al cioccolatino senza snaturare la ciliegia, infatti, non è facile. Solo dopo tanti test di assaggio e prove all’interno dei laboratori Ferrero si è arrivati alla combinazione perfetta: la vodka con il suo sapore neutro e limpido, unito ad una varietà di ciliegia dal gusto meno dolce ed intenso. Tutto per creare un piccolo capolavoro di gusto adatto ad accompagnare i consumatori durante i propri momenti speciali oppure da condividere nelle serate tra amici.

Le particolarità di questa Limited Edition sono state svelate in anteprima durante l’evento di lancio aperto al pubblico che ieri, 28 ottobre, ha riunito tanti appassionati a Milano nel cocktail bar Carico– vincitore del premio Bar d’Italia 2021 del Gambero Rosso – per un viaggio multisensoriale in tre sale alla scoperta della novità targata Mon Chéri. I partecipanti hanno affrontato un percorso che ha coinvolto tutti i sensi: dall’esperienza immersiva creata grazie a uno shot studiato ad hoc, un video-racconto e l’assaggio del prodotto, sono poi passati alla degustazione di cocktail e finger food perfettamente abbinati a Mon Chéri Cherry Club Vodka. La serata è terminata con un quiz che ha associato ogni invitato ad uno dei 3 ingredienti distintivi della novità, in base alle sensazioni e reazioni osservate durante tutto l’evento.

Volete provare nuove combinazioni di gusto? Allora sappiate che dall'8 al 22 novembre sarà attivo un concorso instant win dove (per 60 minuti al giorno) si potrà vincere un premio esclusivo: un kit da mixologist e la nuova confezione Mon Chéri Cherry Club Vodka. Partecipare è davvero facile. Ogni giorno sulle pagine social del brand verrà svelata l’ora “X” in cui, collegandosi al sito www.gustalattimo.moncheri.it e registrandosi, si potrà scoprire se si è tra i 4 fortunati vincitori della giornata.

La Limited Edition sarà disponibile, fino ad esaurimento scorte, in tutti i canali della GDO solo per il mese di novembre e dicembre.











crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

British Fashion Awards 2021: le star in Messika

di Redazione

Messika in perfetto stile rock al red carpet dei British Fashion Awards 2021 con Claire Holt, Elena Perminova, Gabrielle Union, Charli XCX, Adriana Lima e Mia Regan.

L'attrice americana Claire Holt, ha illuminato il red carpet con la collezione di Alta Gioielleria Dessert Bloom indossando la collana Born To Be Wild e gli orecchini My Twin.

Elena Perminova, modella russa, splendeva nella collezione di Alta Gioielleria di Messika. Per l'occasione ha indossato la collana e gli anelli della collezione Diamond Catcher insieme all'orecchino Tamara.

L'attrice americana Gabrielle Union, ha scelto di indossare gli orecchini di Alta Gioielleria Saguaro, abbinati all'anello Toi & Moi e l'anello Concorde della collezione privata di Alta Gioielleria, e il bracciale Twisted Wave della collezione Messika by Kate Moss.

La cantante Charli XCX, ha sfilato sul red carpet con gli orecchini Liberated Spirit e l'anello Independent Icon della collezione di Alta Gioielleria Messika by Kate Moss.

Adriana Lima raggiante sul red carpet con gli orecchini Trapézistes della collezione di Alta Gioielleria Voltige.

La modella britannica Mia Regan, accompagnata dal suo fidanzato Romeo Beckham, indossava la collana Bohemian Chic e l'anello della collezione Messika by Kate Moss , abbinato agli orecchini My Twin Trio e Lucky Move Arrow. A completare il look la modella britannica ha scelto il bracciale Glam'Azone.













crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Come sarà il futuro dello shopping secondo Snapchat?

di Redazione

Nonostante l'attrattiva continua del fast fashion e la convenienza on-demand nel settore del retail, i consumatori di tutto il mondo iniziano a interrogarsi sull’impatto sociale e ambientale di questo settore.
Snapchat ha quindi realizzato uno studio denominato “Il futuro dello shopping”, condotto da Foresight Factory in dodici Paesi a livello globale (Italia compresa), per fornire un quadro approfondito del panorama degli acquisti in questo momento critico, delineando uno spaccato delle propensioni dei consumatori e delle potenzialità che la tecnologia offre per indirizzare le sfide imposte dal cambiamento climatico.

È quindi prioritario ripensare l’attuale modello in ottica più sostenibile e circolare. In questo scenario, realtà aumentata (AR) – che si stima avrebbe potuto evitare il 37% dei resi di capi d’abbigliamento acquistati online nell’ultimo anno – e piattaforme di reselling sono due leve a cui guardare con attenzione nel prossimo futuro.

“La crescita dello shopping online ha indubbiamente avuto un impatto sugli acquisti nei negozi tradizionali nel corso degli ultimi anni, tendenza che si è ulteriormente accelerata durante la pandemia. Era importante arrivare a definire una visione oggettiva di quello che sarà il futuro degli acquisti per retailer e consumatori, perché solo riconoscendo e comprendendo le tendenze in atto i retailer di tutti i tipi e dimensioni potranno sfruttare al meglio il cambiamento positivo che si sta verificando nel comparto degli acquisti” - ha commentato Claire Valoti, VP EMEA di Snap Inc.  -“Noi di Snap crediamo che la tecnologia possa essere uno strumento abilitante di grande aiuto, che offre l'opportunità di fare cose che non eravamo in grado di fare prima, o di farle meglio. Vediamo un futuro in cui l'esperienza di shopping nei negozi fisici diventerà sempre più 'connessa' e interattiva, e crediamo che Internet, un tempo considerato come il grande nemico del commercio nei negozi fisici, sarà inteso maggiormente come uno strumento efficace per riportare le persone nei negozi e al tempo stesso aiutare a indirizzare sfide cruciali per il settore del retail e non solo, come quella ambientale”.

IL RESELLING PER RIDURRE LA PRODUZIONE DI RIFIUTI
Con la crescente consapevolezza dell'impatto sociale e ambientale del fast fashion, dei rifiuti elettronici e di altri beni di consumo, le piattaforme di reselling offrono l'ulteriore vantaggio di ridurre i rifiuti e contribuire a un'economia circolare. In totale, il 43% dei consumatori italiani è già preoccupato per l'impatto ambientale dello shopping online - percentuale che arriva al 50% della Gen Z - e 1 acquirente su 5 afferma che le ragioni ambientali sono una motivazione per fare shopping sulle piattaforme di reselling. In Italia le piattaforme di reselling – che consentono ai venditori di creare i propri negozi virtuali e di presentare collezioni uniche, promuovendo anche un'esperienza di shopping più social con messaggi diretti e scambi tra acquirente e venditore – stanno diventando sempre più popolari: basti pensare che il 25% dei consumatori italiani afferma di cercare regolarmente opzioni di seconda mano e il 42% che ha comprato qualcosa attraverso una piattaforma di reselling, percentuale che arriva al 53% tra i millennial. Inoltre, il 34% dei consumatori italiani della Gen Z ha anche venduto un prodotto tramite tali piattaforme, con un ulteriore 43% interessato a farlo in futuro.

I beni di seconda mano e le piattaforme di reselling non vengono percepiti in modo negativo e permettono agli acquirenti esperti di risparmiare denaro e di contribuire all'economia circolare. Inoltre, l'uso crescente di tali piattaforme fornisce opportunità ai retailer consolidati di generare nuovi flussi di reddito attraverso piattaforme raccomandate dai brand, così come alle PMI e ai singoli consumatori di generare un reddito supplementare da articoli che sono stati rivenduti.

QUANTO E PERCHé LA SECONDA MANO RAPPRESENTA LA PRIMA SCELTA
Sebbene la popolarità delle piattaforme di reselling sia in crescita, ci sono alcuni settori in cui cercare opzioni di seconda mano quando si fanno acquisti rappresenta una abitudine consolidata per i consumatori italiani. Automobili (30%), tecnologia (24%) e abbigliamento (23%) sono quelli dove si cercano più opzioni di seconda mano, seppur sporadicamente. Se si guarda invece ai settori in cui si cercano sempre opzioni di usato, la situazione cambia piuttosto radicalmente, con abbigliamento (11%), automobili (10%) e articoli di lusso e accessori (entrambi a 9%) a farla da padroni.

Le piattaforme di reselling offrono un canale di shopping alternativo, peer-to-peer, il cui potenziale è dirompente non solo perché risponde alla sensibilità green delle nuove generazioni, ma anche perché scaturito da un anno con pochi stimoli, ispirazione o interazione sociale, incorporando molteplici elementi di attrattività per i consumatori: la convenienza, ad esempio, rappresenta la motivazione principale per oltre la metà (54%), seguita dalla possibilità di trovare prodotti che sono andati esauriti altrove (33%) e dalla ricerca di pezzi unici (30%). Si tratta in definitiva di uno spazio da esplorare, adocchiato anche dai grandi retailer, che hanno lanciato programmi di riacquisto e rivendita su scala mondiale, spesso per contribuire ai loro obiettivi di sostenibilità piuttosto che per profitto. Ma è anche uno spazio in cui viene valorizzata la dimensione locale, aspetto che ben si sposa con l’approccio dei consumatori italiani, se si considera che 2 su 3 (66%) apprezzano quando i retailer sostengono marchi indipendenti e il 51% afferma di supportare maggiormente le imprese locali dall'inizio della pandemia.

AR E TRY-ON VIRTUALE PER RENDERE LO SHOPPING ONLINE PIU’ SOSTENIBILE
Un’altra leva innovativa a cui l’industry del retail potrebbe guardare per ridurre l’impatto ambientale dello shopping è quello dell’impiego della realtà aumentata e del try-on virtuale, due tecnologie che aspirano a far superare uno dei problemi principali legati al commercio elettronico, ovvero gli errori di taglia, che rappresentano oltre due quinti (43%) dei resi di capi di abbigliamento acquistati online nell’ultimo anno in Italia. Ma non solo: l’impossibilità di provare i prodotti prima di acquistarli rappresenta una criticità per oltre 2 intervistati su 5 (42%). In risposta a queste complessità che contribuiscono a nutrire la pratica dei resi, generando implicitamente dei costi per i retailer e per l’ambiente, il valore aggiunto che i consumatori tricolore vedono nell’AR risiede in primis nella di vedere come starebbero i prodotti (37%), vederli a 360° (34%) e capirne la dimensione esatta (34%). Segue, nel caso di complementi d’arredo, la possibilità di visualizzare i prodotti all’interno dell’ambiente prescelto (28%).

“La realtà aumentata sta diventando una leva critica nel supportare le imprese a raggiungere i propri clienti, nonché a connettersi con loro con nuove modalità che rispondano meglio alle esigenze di questi ultimi anche in termini di sostenibilità, sia nel caso di brand globali, sia in quello di aziende di piccole e medie dimensioni. Industry quali Beauty, Lusso e Moda hanno iniziato a considerare e utilizzare l’AR come uno strumento importante per rendere possibile la visualizzazione dei prodotti da remoto, migliorare l’engagement dei clienti e lo storytelling, abilitando contestualmente un modello di shopping più consapevole e sostenibile” - ha aggiunto Valoti - “Negli ultimi anni l’AR applicato a mondo dello shopping ha rappresentato una delle principali aree di investimento per Snap. Forti dei progressi fatti e dell’esperienza maturata, stiamo ora supportando con la nostra tecnologia brand prestigiosi come Gucci, Prada, Farfetch e molti altri ancora, aiutandoli a plasmare il futuro del retail attraverso il try-on virtuale basato sull’AR”.










crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Il fashion show di Manila Grace celebra le sue muse

di Laura Frigerio

Giovedì 25 novembre, Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, Manila Grace ha deciso di puntare i riflettori sull’altra metà del cielo con una sfilata speciale con protagonista la collezione Spring/Summer 2022.

Parola chiave di quest’ultima è “Musa”: nella cultura classica è una delle figlie di Zeus, incarnazione d’ideale supremo dell’Arte, ma è anche nome che indica una pianta originaria del sud della Cina dalla quale si possono ricavare le fibre naturali e resistenti dei tessuti Manila Grace.

Una femminilità da vivere appieno e senza costrizioni quella di Manila Grace, che da sempre si lascia ispirare da donne forti, indipendenti e intelligenti per disegnare collezioni inclusive, un vero e proprio concentrato di energia positiva e libertà allo stato puro.

Questo show ha voluto celebrare la donna nella sua completezza e poliedricità come commenta l’A.D. Enrico Vanzo: “Manila Grace si rivolge ad una donna contemporanea e multitasking. Le nostre madrine ne sono l’emblema, donne molto differenti ma carismatiche e determinate come coloro che scelgono il nostro brand. Abbiamo voluto presentare la collezione a Milano perché simbolo della ripresa e della ripartenza. È infatti in questa città che è stata ambientata la nostra ultima campagna stampa perché crediamo molto nella forza trainante di questa capitale del business. Ma è all’Italia e in generale al gusto italiano e alle bellezze del Belpaese che ci ispiriamo per realizzare le nostre collezioni che sono da sempre inclusive e versatili”.


LE MUSE DI MANILA GRACE
Tre le muse d’eccezione di questa sfilata. La prima è Elenoire Casalegno, oratrice d’eccezione di un poema introduttivo che racchiude in sé l’essenza dell’identità Manila Grace; un’invocazione in chiave lirica contemporanea della potenza dell’abbigliamento nel comunicare sé stesse, dell’importanza di rimanere fedeli alla propria identità esprimendosi a pieno anche attraverso silhouette e colori, abiti e accessori.

A sottolineare il mood di collezione, l’esclusivo DJ Set firmato Fernanda Lessa, seconda musa Manila Grace per questa Primavera-Estate. Tagli e nuances della SS22 arrivano da lontano, dall’Africa con la sua natura selvaggia, incontaminata e primitiva.
Ecco sfilare una palette che miscela nuances terrose e avvolgenti, bollenti come la sabbia della savana, e tonalità sature e piene come i blu notte e i turchese che richiamano i cieli stellati di quella parte del pianeta. Preziosi i dettagli composti da ricami e intarsi dall’appeal coloniale, mix di silhouette pulite e rigorose e tessuti raffinati, accostate a stampe etno-chic. Bluse ampie, pantaloni morbidi, shorts e chemisier rivivono in una chiave urban safari, per finire con ampi abiti variopinti che racchiudono tutta la joie de vivre di un’estate da vivere con passione. A completare i look sandali colorati, zeppe folk e maxi tacchi da abbinare alle iconiche borse Jasmine e Felicia, e alle nuove shopper di stagione. Il twist in più? Gli occhiali da sole dalle forme sinuose e dalla palette psichedelica inseriti per la prima volta in collezione e realizzati in licenza da Castellani, azienda leader nel settore dell’eyewear.

A chiudere il défilé la terza musa Manila Grace, la splendida Elena Santarelli con un maxi dress gipsy chic a macro balze, con spalline sottili e profondo scollo a V, rosa ciclamino in perfetto stile Manila Grace.

Tra gli ospiti della serata, un parterre d’eccezione composto da Elisabetta Gregoraci, Iva Zanicchi, Costanza Caracciolo, Elettra Lamborghini, Bianca Guaccero, Ludmilla Radchenko, Laura Barriales, , Sonia Bruganelli, Cecilia Capriotti, Francesca Piccinini e Ivana Mrazova.












crediti foto: ufficio stampa 
 


leggi di più

Garden Steflor: letture per bambini a Paderno Dugnano

di Redazione

Da Garden Steflor si respira già aria di Natale, non solo grazie al suo magico reparto a tema, ma anche alla serie di eventi organizzati nella sua sede di Paderno Dugnano (Milano).

Molti sono naturalmente dedicati ai veri protagonisti delle feste: i bambini. Per loro sono stati organizzati dei divertenti lavoratori di cucina intitolati “Mani in pasta”, incentrati su ricette perfette per il Natale.
Non mancano poi le letture animate, per coinvolgerli facendoli volare sulle ali della fantasia. E non è finita qui, perché nei mesi di novembre e dicembre, nell'aria ristoro, i bambini potranno divertirsi salendo su una giostrina di cavalli.

Ecco gli appuntamenti per questo ultimo weekend di novembre:

MANI IN PASTA
Dalle 15:30 alle 16:30 e dalle 17:00 alle 18:00 (massimo 15 bambini x turno) – costo 5€
Laboratori di cucina per bimbi dedicati al Natale
27/11 - COOKIES DECORATI

LETTURE ANIMATE
28/11 Dalle 16:00 alle 18:00 – 6 turni da 20 minuti (massimo 8 bambini x turno)

evento gratuito.



Garden Steflor (in Via Erba 2) è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19.30 (naturalmente con le misure necessarie a garantire la sicurezza).










crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Garden Steflor: eventi pets per l'ultimo weekend di novembre

di Redazione

Non solo green, ma anche pets da Garden Steflor che con l'avvicinarsi del Natale inserisce nel suo calendario ancora più eventi dedicati agli amanti degli animali.

Nella sede di Paderno Dugnano (Milano) il 28 novembre, per la serie di incontri “Educatore cinofilo – Esperto risponde”, si toccherà il tema dell'aggressività si parlerà di socializzazione. Le consulenze, gratuite, si svolgeranno nel reparto Zoo Garden.

Continua inoltre, fino al 28 novembre, la divertente mostra “Autosgatto” dedicata ai vostri teneri amici pelosi.

Garden Steflor (in Via Erba 2) è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19.30 (naturalmente con le misure necessarie a garantire la sicurezza).








crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Siggi presenta le novità abbigliamento del settore ospitalità

di Redazione

In un mondo in cui l’incertezza si impone come protagonista, Siggi mette al centro il lavoratore, qualsiasi sia la professione che svolge. La missione aziendale è dare un abito professionale a chiunque ne abbia la necessità, è di vestire la voglia di fare di uomini e donne che con il proprio mestiere esprimono se stessi e dimostrano la dignità e la motivazione che li mantengono umani, in una società e in un tempo in cui l’umanità è messa a dura prova.

Siggi non si ferma mai e presenta le sue ultime novità per il settore dell’ospitalità: dallo chef agli operatori del benessere fino al personale di servizio, in una struttura dedicata all’accoglienza sono tante e diverse le professionalità. La collezione, presentata in anteprima a Host (Fiera Internazionale dell'Ospitalità), è ampia e risponde alle esigenze di tutti con nuovi modelli di giacche chef, casacche e scamiciati.

Il mood è la voglia di fare, che mai come in questo periodo il brand trova sia adatto e che l'ha spinto a inserire molte novità in termini di numero articoli, ma non solo. In ogni modello comfort e praticità di manutenzione sono la base della qualità garantita ad ogni lavoratore, inoltre si unisce a questo una forte identità in un design italiano dal carattere semplice, ma deciso e inconfondibile. L’identità di un professionista passa attraverso il suo lavoro e la divisa è il suo biglietto da visita.

In particolare nei capi femminili l’Atelier Siggi pone da sempre grande cura nelle linee e nella scelta dei materiali, assicurandosi che risultino confortevoli in tutte le taglie, dalle più piccole a quelle più comode, senza rinunciare ad un look moderno e gradevole. Nasce per questo ‘curvy approved’, una dicitura che accompagna i capi Siggi che meglio si adattano ad ogni forma del corpo. Uno dei temi prioritari finalmente a livello mondiale, è la sostenibilità e la sicurezza. Per rispondere a questa irrinunciabile esigenza, tutti i capi Siggi sono conformi a STANDARD 100 by OEKO-TEX®, un sistema di controllo e certificazione volontaria, indipendente e uniforme a livello internazionale per le materie prime, i semilavorati e i prodotti finiti del settore tessile ad ogni livello di lavorazione e ha lo scopo di garantire l’assenza di sostanze pericolose per l’uomo e per l’ambiente.

Infine, c’è un tocco di poesia nei capi firmati Siggi: in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante, sono stati ricamati due versi sulla manica di due giacche chef, parole che hanno attraversato i secoli e giungono a noi ancora intense e vive come appena uscite dalla penna di Dante. Un omaggio che richiama la forza dell’amore, un sentimento che fa da guida anche nella professione. Siggi dedica le nuove creazioni a tutti coloro che non mollano, che nonostante le difficoltà e con grande senso del dovere continuano a svolgere il proprio lavoro. Nulla è scontato e tutto può fermarsi da un momento all’altro. Siggi rivolge un pensiero anche a chi è stato costretto a non lavorare per lunghi mesi. Quando vivremo nuovamente liberi dal virus, che tanto condiziona ancora le nostre esistenze e le nostre attività professionali, avremo vissuto un’esperienza che ci ha resi più consapevoli di quanto ogni attività vada svolta al meglio perché collegata all’attività di qualcun altro in una catena che ci unisce tutti. Possiamo dire di aver maturato una sincera gratitudine per il lavoro che svolgiamo e abbiamo il dovere di rivalutarne largamente il valore non solo sotto l’aspetto economico, ma anche umano e motivazionale.











crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Gianni Chiarini crea una limited edition della Marcella Club a sostegno di D.i.Re

di Redazione

Gianni Chiarini rinnova il suo impegno a sostegno di D.i.Re, l’associazione nazionale antiviolenza, che comprende 84 organizzazioni di donne su tutto il territorio nazionale.
Una realtà importante e attiva, che gestisce oltre 100 centri antiviolenza e più di 50 case rifugio per accompagnare le donne nei loro percorsi di uscita dalla violenza.

Il brand, da sempre promotore della forza, del talento e della bellezza delle donne, si propone di raccontarle attraverso attività collaterali che ne esaltino le diverse personalità. Marcella Club, la rete sociale di empowering femminile che ruota intorno a Marcella, la shopping bag trasversale e sofisticata di Gianni Chiarini, è nato proprio dal desiderio di mettere in contatto fra loro donne di tutte le età, in tutto il mondo, senza distinzione di genere. Proprio partendo dal valore speciale di Marcella, Gianni Chiarini ha confezionato una limited edition della shopping bag, in un’inedita trama check mélange.

Il progetto Marcella Club Special Edition con D.i.Re si traduce in una nuova versione dell’iconica borsa con i manici e i profili in pelle, corredata ad hoc da un’etichetta che riporta i loghi di Gianni Chiarini e di D.i.Re, a simboleggiare l’unione di intenti fra le due realtà. La shopping bag sarà in vendita a partire da venerdì 19 novembre presso i flagship store Gianni Chiarini di Firenze e Milano e sul sito del brand, al prezzo di €185,00.
Gianni Chiarini si impegnerà a devolvere una percentuale del ricavato di ogni borsa venduta all’associazione D.i.Re, che a sua volta farà confluire le quote nel progetto “Autonomia”.

Questa iniziativa si basa sulla creazione di un fondo destinato alle donne che, al termine di un iter di sostegno presso i centri antiviolenza dell’associazione, sono pronte ad intraprendere un percorso autonomo di riappropriazione di sé, che passa anche attraverso una serie di azioni molto pratiche, come l’affitto di una casa e le spese per acquistare beni di prima necessità. Il progetto “Autonomia” diventa così un aiuto tangibile verso la completa emancipazione delle donne sostenute da D.i.Re. La comunione di intenti fra Gianni Chiarini e l’associazione D.i.Re si traduce così in una seconda iniziativa benefica a sostegno delle donne, un progetto solidale che trova una realizzazione concreta nel supporto alle donne in un percorso attivo, delicato e importante che permetta loro di acquistare consapevolezza, autonomia e serenità.











crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Lady Gaga in Messika alla première di Los Angeles di House of Gucci

di Laura Frigerio

In questo periodo non si fa altro che parlare di Lady Gaga, che veste i panni di Patrizia Reggiani in “House of Gucci”, il nuovo film di Ridley Scott che vedremo al cinema il prossimo 16 dicembre.

Dopo essere stata in promozione in Italia, la pop-star ha presentato il film a Los Angeles e in occasione della première ha indossato dei gioielli Messika.

Lady Gaga ha impreziosito l'abito dorato Valentino con gli orecchini Desert Bloom della Collezione Alta Gioielleria Messika abbinati alla favolosa collana di Alta Gioielleria Diamond Spears e all'iconico anello My Twin Trio, tutto in oro bianco e diamanti.









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Workshop Kokedama da Garden Steflor

di Redazione

Garden Steflor ama stupire con effetti speciali, in particolare a Natale. E così, oltre a farci immergere come sempre nella magia del suo reparto a tema e organizzare eventi per bambini, pensa anche agli adulti con interessanti iniziative green.

In particolare si tratta di laboratori di giardinaggio e decorazione, dedicati ovviamente al Natale. Il 20 novembre, per esempio, si terrà nella sede di Paderno Dugnano (Milano) un Workshop sul Kokedama.

Per chi non lo sapesse, si tratta di un'antica arte giapponese che permette di realizzare delle composizioni in cui le piante non si trovano in un vaso bensì in una sfera ricoperta di muschio. È una tecnica perfetta per dare vita a piccoli giardini pensili o zen, rendendo così speciale la propria casa.

L'appuntamento è dalle 10.30 alle 12.30, per un massimo di 12 persone.









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Vacanze di Natale? Al Dolomiti Wellness Hotel Fanes

di Redazione

State iniziando a pensare alle vostre vacanze di Natale? Vi consigliamo il Dolomiti Wellness Hotel Fanes di San Cassiano, in Val Badia.

La famiglia Crazzolara, che da anni porta avanti lo storico hotel nato da un antico maso del 1500, divenuto oggi esclusiva struttura 5 stelle, desidera accogliere i suoi ospiti così, facendoli sentire a casa propria, avvolti dal calore che solo la famiglia sa trasmettere. Per l’occasione una speciale promozione “Pacchetto Natale al Fanes”, che permette di trascorrere giornate di relax nella magica cornice delle innevate Dolomiti patrimonio dell’Unesco.

Si parla di quattro giorni in camera doppia da trascorrere tra i 5000 mq di area wellness con saune, piscine, sky pool riscaldata di 25 mt e un’ampia rosa di massaggi e trattamenti; in aggiunta, una coccola anche per il palato, grazie all’interessante e ricca proposta culinaria dello chef Claudio De Marc che accompagna gli ospiti per tutte le giornate.
Il Fanes vizia fin dal principio i suoi visitatori, facendogli trovare, al loro arrivo, una bottiglia di vino e un cadeau in camera. Tutti i giorni, successivamente, è prevista una ricca prima colazione a buffet dove si possono degustare prodotti tipici altoatesini, un’abbondante merenda pomeridiana al Lounge Bar della struttura e, per concludere al meglio la giornata, una cena con il menù pensato e creato dallo Chef De Marc che propone una vasta rosa di pietanze sia locali che internazionali.

Venerdì 24, giorno della Vigilia, un aperitivo in compagnia della famiglia Crazzolara nella Hall dell’hotel per poi partecipare tutti insieme alla cena di gala e al concerto con un gruppo folkloristico locale sempre al Lounge Bar.
Al termine del concerto il momento più emozionante e atteso soprattutto dai più piccoli ospiti della struttura: avvolto da un velo di misteriosa magia, l’arrivo di Babbo Natale carico di doni pronto a distribuirli a tutti i piccoli ospiti della struttura. Un altro momento di condivisione da trascorrere in compagnia, dopo la Santa Messa di mezzanotte, è la degustazione dei tradizionali biscotti alla vaniglia fatti in casa: si tratta dei Vanillekipferl, biscotti a forma di cornetto, a base di farina di mandorle, ottimi se abbinati al punch che il personale del Fanes offre a tutti gli ospiti di ritorno dalla celebrazione in chiesa.

Ma non è tutto: i festeggiamenti proseguono anche il 25, giorno di Natale, con dell’ottimo salmone, brindisi a base di Prosecco e tanta altra musica dal vivo.


INFORMAZIONI PER PRENOTARE
Validità dell’offerta: 22/12-26/12
Prezzo: a partire da € 1596,00 a persona (costo variabile a seconda della tipologia di camera).









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Torino Fashion Week: appuntamento con Dress for Success Serbia

di Laura Frigerio

È iniziata la sesta edizione della Torino Fashion Week, che si terrà fino al 21 novembre presso la Camera da letto della Madama, dello storico Palazzo Madama nella centralissima piazza Castello.. Dopo il successo dello scorso anno, la manifestazione torna in formato digitale e sarà possibile seguirla ogni sera, dalle ore 21.00, su https://www.facebook.com/TorinoFashionWeek oppure la web App della TFW www.torino-fashion-week.eu.

Questa è la prima fashion week al mondo a dedicare spazio agli stilisti emergenti ed è stata anche la prima a riportare la moda a Torino: non a caso è inserita tra le principali fashion week mondiali.

Tra gli appuntamenti imperdibili c’è quello del 17 novembre con la sfilata dell'organizzazione Dress for Success Serbia, realizzata in collaborazione con l'organizzazione non governativa tedesca Help-Hilfe zur Selbsthilfe.
I protagonisti sono designer, brand e gruppi socialmente sensibili come donne, giovani, minoranze nazionali, rimpatriati, persone con disabilità e detenuti. In questo senso la Torino Fashion Week ha un ruolo chiave per la Serbia e per i Balcani perché per la seconda volta sono presentate collezioni provenienti da diversi contesti sociali con lo scopo di supportare e promuovere una moda balcanica sostenibile.

Help-Hilfe zur Selbsthilfe è un'organizzazione internazionale tedesca con sede a Bonn che assiste e aiuta le persone in difficoltà. È stata fondata nel 1981 e ad oggi supporta i bisognosi in 23 paesi al fine di migliorare le loro condizioni di vita. Dress for Success Belgrado-Serbia fa parte dell'organizzazione internazionale Dress for Success World Wide fondata nel 1997. Da allora ha sostenuto più di un milione di donne in tutto il mondo con l'obiettivo di responsabilizzare e sostenere coloro che provengono da gruppi economicamente e socialmente vulnerabili in modo che possano raggiungere l'indipendenza economica e l'uguaglianza attraverso il lavoro nel settore moda.

“Torino Fashion Week è un grande evento in quanto offre la possibilità di promuovere i designer giovani ed emergenti e favorisce grandi opportunità di networking, l’internazionalizzazione e la conoscenza della moda balcanica “ sottolinea Sandra Abramovic, Founder ed Executive Director di Dress for Success Serbia.

Alla Torino Fashion Week sfilano 28 designer provenienti da Serbia, Croazia, Kosovo, Emirati Arabi Uniti e diversi gruppi socialmente sensibili composti da donne, giovani, minoranze nazionali e persone con disabilità che presentano la collezione “No Women is Island” pensata per una donna che si divide tra l’attività imprenditoriale, la famiglia, l’attenzione all’ecologia e sceglie l'economia circolare e la cultura di una vita sana senza rinunciare alla moda. Il titolo si rifà romanzo Il gobbo di Notre-Dame e indica che nessuno di noi è completamente solo, ma fa parte di un quadro più ampio nel tempo e nello spazio.

Un modo per guardare alla diversità della moda dell'Occidente e dell'Oriente dal punto di vista degli stilisti di Dress for Success che sono: Sharjah Business Woman Council e Wafa Balaswad e Dress for Success, Extravagance by Dunja, W Dress e Dress for Success e Blackbirdfield by Dragan Smiljanic, MILIMALISM e Vesna Ristic Denateja e Dress for Success e Standing Conference of the Roma Associations of the Citizens - League of Roma, SANA e Alida Miftari_Patchwork e Sladjana Ilic, SANA e Isidora Mirkovic e Rashid Centre for Disabled e Alida Miftari_Patchwork, Ajman Bussines Woman Council – Aroob, International University of Novi Pazar, Dress for Success, Association "Sheild“ e Borrisso Borisav Gasovic, Association "Izvor“ e Serbian Society of Autism, Isabell Prive Fashion Design e Serbian Society of Autism e Dress for Success, International University of Novi Pazar e Serbian Society of Autism, Atelier Sanja Peric, Isabell Prive Fashion Design e Sladjana Ilic, Magnifique by Divna Lazic e Jelena Despotovic, Magnifique by Divna Lazic e Jelena Despotovic, MARIRROMA e DUGME e VENA Candy, Vladana Popovic Atelier e Serbian Society of Autism, Gufo Wear e Mirjana Majstorovic, Vladana Popovic Atelier e Dress for Success e Rashid Centre for Disabled, W Dress e Filoco, Sharjah Bussines Woman Council - Maroon Designs e Blackbirdfield by Dragan Smiljanic.









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Elena Sanchi incanta con Diavoli notturni

di Redazione

Tra i singoli più belli usciti in questi giorni c’è sicuramente “Diavoli notturni” della cantautrice Elena Sanchi.

Il pezzo, che si muove tra songwriting e indie pop, si nutre di un sound elettronico frutto della collaborazione con il producer e dj Alberto Melloni.

Passione, desiderio, vertigine, libertà, speranza e ricerca di salvezza sono dunque gli ingredienti di questo affascinante brano. “Diavoli notturni” ci porta in una metro abbandonata ai confini del mondo, dove due sconosciuti si trovano inermi senza più maschere l’uno di fronte all’altra e si lasciano travolgere dalla magia dell’incontro, la scintilla da dove tutto ha inizio e che fa battere forte il cuore. Sono due anime solitarie che trovano il coraggio di riscattare un passato difficile e di abbandonarsi al desiderio di essere felici, perché l’amore è ancora l’unica ancóra di salvezza per una nuova rinascita.

“La pandemia ci ha messo di fronte alla parte di noi più fragile e di riflesso anche a quella più forte. Nella separazione con il fuori abbiamo imparato a conoscerci di più dentro e siamo tornati, stiamo tornando con una consapevolezza diversa… Il nostro corpo ha voglia di ballare, la nostra voce di cantare, urlare al mondo l’Amore vero!” - spiega Elena Sanchi.

L'uscita del singolo è accompagnata da un videoclip diretto da Michelangelo Baffoni e “Diavoli notturni” anticipa l’album “La lingua del bacio”, la cui uscita è prevista il 26 novembre.


 

 









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

HiPRO presenta il programma The Upgrade

di Redazione

Migliorare le proprie performance di allenamento non è sempre facile, spesso mancano la giusta motivazione e soprattutto consigli adeguati di esperti autorevoli che non si limitino all’esercizio fisico, ma che abbiano una visione globale. Proprio per questo HiPRO, brand di Danone che dal 2019 è al fianco di tutti gli sportivi, presenta HiPRO The Upgrade, un programma di allenamento completo della durata di 5 settimane, a partire dal 6 novembre, che si fonda su tre pilastri: il workout, i consigli nutrizionali e un percorso body&mind.

Il progetto, che vivrà sul canale Instagram di HiPRO @hipro.italia e ha l’obiettivo di condividere una serie di consigli utili a migliorare le proprie performance e a integrare la routine di allenamento giornaliera, è l’ultimo di una serie di iniziative dedicate agli appassionati di fitness.

Dall’inizio dell’anno, infatti, HiPRO è stato al fianco della community prima con un programma per supportare i personal trainer durante i mesi di lockdown, “HiPRO Supports Trainers”, continuando poi con “HiPRO Booster Program” con contenuti di allenamento e nutrizione, e infine con la partecipazione all’evento di fitness più importante d’Italia, RiminiWellness.
Alice Mastriani, punto di riferimento del mondo del crossfit in Italia e Brand Ambassador di HiPRO, guiderà la parte workout del progetto The Upgrade con una serie di allenamenti HIIT (High Intensity Training): 5 video di workout completi, uno per ogni settimana di programma, verranno postati sul feed del canale Instagram di HiPRO insieme a stories e IG reel.

 

Ad affiancare Alice Mastriani ci sarà inoltre il fitness coach Emanuele Mauti che sarà il protagonista di “Workout a tempo di cottura”, una rubrica a cavallo tra esercizio fisico e alimentazione all’interno della quale troveranno spazio video di ricette e workout pensati nello stesso tempo realizzazione.

Al biologo nutrizionista Giuliano Ubezio il compito di condividere i consigli nutrizionali che andranno a integrarsi alla perfezione al programma di allenamento. In particolare, nella rubrica “Il pasto giusto al momento giusto” fornirà una vera e propria guida sulle basi di cosa mangiare e quando, ad esempio prima e dopo l’allenamento, a colazione o prima di andare a dormire.
La rubrica “Sgarra ma nel modo giusto” sarà invece incentrata sui giorni off dell’allenamento e quindi su una serie di ricette gustose, ma comunque bilanciate dal punto di vista nutrizionale, che rappresenteranno un piccolo sgarro concesso all’interno della routine di allenamento. I dettagli, si sa, fanno spesso la differenza e il benessere del proprio corpo gioca un ruolo fondamentale.

All’interno del programma HiPRO The Upgrade la trainer Carol Enrico condividerà video di consigli ed esercizi che uniscono diverse discipline come la meditazione, lo yoga e lo stretching così da fondere in un’unica pratica la giusta intensità e forza per aiutare corpo e mente a riequilibrarsi e a essere più sani.


“Sono felice di continuare la collaborazione con HiPRO per questo nuovo progetto studiato nei minimi dettagli per tutti gli appassionati di fitness. Spesso sono i piccoli gesti a fare la differenza e The Upgrade nasce proprio per rispondere a un’esigenza specifica: quella di portare le proprie performance fisiche a un livello superiore. Per questo io e il team di esperti abbiamo strutturato una serie di contenuti workout, nutrizionali e body&mind a 360° pensati per migliorare la routine quotidiana e trarre il massimo beneficio per il proprio corpo” - afferma Alice Mastriani, Brand Ambassador di HiPRO.








crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

La Superstar WWE Drew McIntyre ha premiato i Maneskin agli MTV EMAs 2021

di Laura Frigerio

Gli MTV EMAs 2021 sono stati speciali, perché hanno visto i Maneskin raggiungere un altro traguardo: sono infatti i primi artisti italiani a vincere nella categoria Best Rock, tra l’altro sconfiggendo big internazionali.


A premiarli è stata la Superstar WWE Drew McIntyre, che poi si è anche intrattenuto nel backstage con i nostri connazionali, complimentandosi nuovamente per il successo.

McIntyre, ex WWE Champion, è stato fra i presentatori dell’evento e ha portato un po’ del magico mondo della WWE sul palco di Budapest, premiando la band italiana, già vincitrice del Festival di Sanremo 2021 e dell’Eurovision Song Contest qualche mese fa.










crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Diletta Leotta protagonista dello spot Intimissimi Uomo

di Laura Frigerio

È stato lanciato oggi il nuovo spot di Intimissimi Uomo, che vede protagonista l’ambassador Diletta Leotta.

Per questa nuova campagna 2021 il brand punta nuovamente sul suo best seller, ovvero il boxer basic, un prodotto di altissima qualità a un prezzo unico (7.90 euro).

La campagna racconta questo campo underwear attraverso le sue caratteristiche principali: comfort, traspirabilità e resistenza. Nello spot (che possiamo vedere in tv e sul web) un cliente, entrato in un negozio Intimissimi Uomo, si trova improvvisamente catapultato in un laboratorio segreto, dove testerà il prodotto in prima persona, seguito da una scienziata d’eccezione, l’ambassador del brand Diletta Leotta.

Scienza e moda risultano essere il mix perfetto che Intimissimi Uomo usa in modo ironico e brillante per comunicare la vera scienza del boxer, da indossare o da regalare. Intimissimi Uomo non è solo sinonimo di qualità, ma anche di trasparenza, attraverso un profondo controllo della filiera produttiva: il 94% degli articoli presenti nei negozi Intimissimi Uomo, infatti, è prodotto in fabbriche di proprietà, in Italia e all’estero.

L’approccio trasparente si concretizza ancora di più nello shop online intimissimi.com grazie alla presenza di una sezione denominata “tracciabilità” nella scheda prodotto di ogni capo, dove vengono riportati i dettagli delle strutture in cui tale capo è stato fabbricato.










crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

La festa delle castagne da Garden Steflor

di Redazione

Il mese di novembre è particolarmente movimentato da Garden Steflor. Sarà che si sente già aria di Natale e scatta la voglia di immergersi nel mood magico del reparto a tema, che come ogni anno viene allestito nella sede di Paderno Dugnano (Milano).
Però oltre alla vasta gamma di prodotti in vendita (dagli alberi ai presepi, passando per le decorazioni e l'oggettistica) c'è di più ovvero una serie di eventi, per grandi e piccini.

Tra i più gustosi c'è indubbiamente la festa delle castagne, evento gratuito che si terrà domenica 14 novembre alle ore 15.30.

Assolutamente da non perdere!

Ricordiamo che Garden Steflor (in Via Erba 2) è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19.30 (naturalmente con le misure necessarie a garantire la sicurezza).

 

 








crediti foto: Adobe Stock

leggi di più

5 singoli italiani per la vostra playlist del weekend

di Redazione

Sta per iniziare il weekend e la ricerca di un po’ di sano relax è d’obbligo.
Voglia di un po’ di musica nuova da inserire nella vostra playlist? Vi consigliamo 5 singoli di artisti italiani che vi stupiranno con effetti speciali.

“No Trouble” di Ellynora: artista a tutto tondo (è infatti cantante, autrice, producer, arrangiatrice, compositrice e regista dei suoi videoclip), Ellynora mischia in questo brano le sue origini partenopee a un sound vicino alla scena statunitense. “No Trouble”, come dice l’artista, è “voglia di divertirsi e di reagire alla forzata mancanza di spensieratezza a cui siamo sottoposti. È la storia di un party a casa finito con l’irruzione delle forze dell’ordine che però non trovano nulla al di fuori di ragazzi che amano ballare e cantare”.

“Come una star” di Saint: il rapper è tornato con un sound dal ritmo accattivante (frutto della collaborazione con DAFOUR, celebre collettivo di produttori) e un testo dalle suggestioni autobiografiche. Dice infatti: “Parla della mia vita e della mia attitudine ad affrontarla. C'è il mio io, la voglia che ho da sempre di vivere come una vera rockstar”.

“Caramelle” di Marla: un pezzo dalle influenze R’n’B molto raffinato e suadente per questa giovane artista già nota per aver scritto e interpretato il brano della campagna globale di FURLA #FurlaPoseChallenge. “Caramelle” parla di consapevolezza. “Con questa canzone mi sono guardata in uno specchio e mi sono semplicemente detta la verità, ho risposto alle domande che nascondevo da troppo tempo. Non bisogna aver paura di raccontarsi e di parlare di quello che non va, non dobbiamo sentirci sbagliati o inadeguati, non dobbiamo dimenticarci di noi stessi” - dice.

“Frenami” di In arte Agnese: un perfetto connubio tra sonorità fresche e moderne e la voce potente della giovane cantautrice. Il brano racconta una storia d’amore finita in cui la parte lesa rifiuta di lasciarsi andare alla tristezza o dal senso di colpa, ma affronta la rottura da un’altra prospettiva per trovare un proprio modo per superarla.

“Con un mazzo di rose” dei Fuoricentro: un pezzo pop dal testo importante, che vuole essere un grido di denuncia nei confronti di una mondo che preferisce non ascoltare, ma semplicemente risolvere con soluzioni superficiali e di apparenza. “Spesso le donne vengono maltrattate, non solo fisicamente ma anche psicologicamente. Sono vittime di body shaming, se il loro aspetto non è in linea con gli attuali canoni di bellezza, ma anche di age shaming e quindi accantonate se non più giovanissime. Talvolta si pensa che per sistemare le cose basti poco, come un mazzo di rose, ma in realtà serve molto di più. È la visione del mondo e delle relazioni umane che deve cambiare” - dice Maurizio Camuti, frontman della band.









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Francesca Valeria Poli presenta il suo romanzo a Milano

di Redazione

Immergersi in una realtà che sembra diversa dalla nostra, lasciarsi trasportare dalle sensazioni e vivere un'esperienza totalizzante. Di solito questo fa la lettura: consente di evadere dalla quotidianità per scavare nel nostro io più profondo. Un obiettivo magistralmente raggiunto da Francesca Valeria Poli, che con il suo romanzo “Les Chambres noires” (edito da L’Erudita – Giulio Perrone Editore) ha saputo e voluto raccontare, senza filtri, il piacere. Un viaggio attraverso sette stanze, che coinvolge sette personaggi, ognuno con la propria storia. Un unico trait d’union: appunto, il piacere. Le stanze diventano così non un luogo fisico, ma un luogo della mente, dove si annidano desideri e sogni a cui si può accedere solo con una chiave di cui non esistono copie.

La narrazione segue le vicende di Valeria, Andrea, Nua, Luca, Ilana, Miléne, Flavio: persone tra loro molto diverse e insieme così simili, personaggi reali ma con nomi di finzione.

Avremo modo di conoscerli meglio nel corso della presentazione del romanzo, che si terrà a Milano il 13 novembre alle ore 16.30, presso il Leà Studio Atelier (Piazza XXIV Maggio, 12).
Non un semplice reading, ma una vera e propria esperienza immersiva, con musica e recitazione. A moderare l’incontro ci sarà Giulia Piscina, ex concorrente di Miss Italia e oggi modella e presentatrice; nell’interpretazione di alcuni passaggi del libro si alterneranno invece le voci degli attori teatrali Giulia Melis, direttrice artistica del Leà Studio Atelier, e Giacomo Buccheri, musicista.
Parteciperà all’evento anche Milena De Martino, fashion designer e pittrice che per l’evento ha creato delle magliette di Les Chambres noires ispirate al romanzo con il suo logo Miladyartist.

Come spiega l’autrice e organizzatrice Francesca Valeria Poli: “L’originalità nasce da questa sinergia di talenti artistici locali in tutte le città dove verrà organizzata la presentazione. La prima è stata in Umbria, dove ho studiato e dove ho scritto il libro, e poi dopo Milano seguiranno Roma, Bologna, ed altre città. Perché Les Chambres noires non sia solo un libro ma un progetto di collaborazione artistica”.







crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Madalina Ghenea in Moschino alla première di House of Gucci

di Laura Frigerio

Il 9 novembre si è tenuta a Londra la première di “House of Gucci”, il nuovo film di Ridley Scott che racconta la vera storia della famiglia che ha dato vita a uno dei più celebri imperi del mondo della moda.

Nel cast anche Madalina Ghenea, che interpreta la mitica Sophia Loren e ha sfilato sul red carpet con un total look Moschino.
L'attrice ha indossato un abito bustier custom made, in moiré di seta nero con ampia gonna strutturata e spalline in tulle nero.










crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Mon Chéri Cherry Club Vodka, in limited edition

di Redazione

Il croccante del cioccolato fondente, il calore del liquore e la dolcezza della ciliegia. Questo è da sempre Mon Chéri che, a novembre, arriva sul mercato con una nuova Limited Edition pronta a sorprendere tutti i palati: Mon Chéri Cherry Club Vodka. Per questa occasione, infatti, il cioccolatino dalla forma a scrigno cambia “anima” e sostituisce il liquore classico con la vodka, creando così un nuovo ed inaspettato gusto.

La ricetta originale di Mon Chéri è molto complessa, a partire dallo studio della forma della conchiglia esterna di cioccolato fondente creata per contenere comodamente la ciliegia ed il liquore che, al morso, deve invadere tutto il palato. La complessità raddoppia quando si sceglie di sostituire il liquido all’interno. Trovarne uno in grado di dare il giusto corpo e la giusta intensità al cioccolatino senza snaturare la ciliegia, infatti, non è facile. Solo dopo tanti test di assaggio e prove all’interno dei laboratori Ferrero si è arrivati alla combinazione perfetta: la vodka con il suo sapore neutro e limpido, unito ad una varietà di ciliegia dal gusto meno dolce ed intenso. Tutto per creare un piccolo capolavoro di gusto adatto ad accompagnare i consumatori durante i propri momenti speciali oppure da condividere nelle serate tra amici.

Le particolarità di questa Limited Edition sono state svelate in anteprima durante l’evento di lancio aperto al pubblico che ieri, 28 ottobre, ha riunito tanti appassionati a Milano nel cocktail bar Carico– vincitore del premio Bar d’Italia 2021 del Gambero Rosso – per un viaggio multisensoriale in tre sale alla scoperta della novità targata Mon Chéri. I partecipanti hanno affrontato un percorso che ha coinvolto tutti i sensi: dall’esperienza immersiva creata grazie a uno shot studiato ad hoc, un video-racconto e l’assaggio del prodotto, sono poi passati alla degustazione di cocktail e finger food perfettamente abbinati a Mon Chéri Cherry Club Vodka. La serata è terminata con un quiz che ha associato ogni invitato ad uno dei 3 ingredienti distintivi della novità, in base alle sensazioni e reazioni osservate durante tutto l’evento.

Volete provare nuove combinazioni di gusto? Allora sappiate che dall'8 al 22 novembre sarà attivo un concorso instant win dove (per 60 minuti al giorno) si potrà vincere un premio esclusivo: un kit da mixologist e la nuova confezione Mon Chéri Cherry Club Vodka. Partecipare è davvero facile. Ogni giorno sulle pagine social del brand verrà svelata l’ora “X” in cui, collegandosi al sito www.gustalattimo.moncheri.it e registrandosi, si potrà scoprire se si è tra i 4 fortunati vincitori della giornata.

La Limited Edition sarà disponibile, fino ad esaurimento scorte, in tutti i canali della GDO solo per il mese di novembre e dicembre.











crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

British Fashion Awards 2021: le star in Messika

di Redazione

Messika in perfetto stile rock al red carpet dei British Fashion Awards 2021 con Claire Holt, Elena Perminova, Gabrielle Union, Charli XCX, Adriana Lima e Mia Regan.

L'attrice americana Claire Holt, ha illuminato il red carpet con la collezione di Alta Gioielleria Dessert Bloom indossando la collana Born To Be Wild e gli orecchini My Twin.

Elena Perminova, modella russa, splendeva nella collezione di Alta Gioielleria di Messika. Per l'occasione ha indossato la collana e gli anelli della collezione Diamond Catcher insieme all'orecchino Tamara.

L'attrice americana Gabrielle Union, ha scelto di indossare gli orecchini di Alta Gioielleria Saguaro, abbinati all'anello Toi & Moi e l'anello Concorde della collezione privata di Alta Gioielleria, e il bracciale Twisted Wave della collezione Messika by Kate Moss.

La cantante Charli XCX, ha sfilato sul red carpet con gli orecchini Liberated Spirit e l'anello Independent Icon della collezione di Alta Gioielleria Messika by Kate Moss.

Adriana Lima raggiante sul red carpet con gli orecchini Trapézistes della collezione di Alta Gioielleria Voltige.

La modella britannica Mia Regan, accompagnata dal suo fidanzato Romeo Beckham, indossava la collana Bohemian Chic e l'anello della collezione Messika by Kate Moss , abbinato agli orecchini My Twin Trio e Lucky Move Arrow. A completare il look la modella britannica ha scelto il bracciale Glam'Azone.













crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Come sarà il futuro dello shopping secondo Snapchat?

di Redazione

Nonostante l'attrattiva continua del fast fashion e la convenienza on-demand nel settore del retail, i consumatori di tutto il mondo iniziano a interrogarsi sull’impatto sociale e ambientale di questo settore.
Snapchat ha quindi realizzato uno studio denominato “Il futuro dello shopping”, condotto da Foresight Factory in dodici Paesi a livello globale (Italia compresa), per fornire un quadro approfondito del panorama degli acquisti in questo momento critico, delineando uno spaccato delle propensioni dei consumatori e delle potenzialità che la tecnologia offre per indirizzare le sfide imposte dal cambiamento climatico.

È quindi prioritario ripensare l’attuale modello in ottica più sostenibile e circolare. In questo scenario, realtà aumentata (AR) – che si stima avrebbe potuto evitare il 37% dei resi di capi d’abbigliamento acquistati online nell’ultimo anno – e piattaforme di reselling sono due leve a cui guardare con attenzione nel prossimo futuro.

“La crescita dello shopping online ha indubbiamente avuto un impatto sugli acquisti nei negozi tradizionali nel corso degli ultimi anni, tendenza che si è ulteriormente accelerata durante la pandemia. Era importante arrivare a definire una visione oggettiva di quello che sarà il futuro degli acquisti per retailer e consumatori, perché solo riconoscendo e comprendendo le tendenze in atto i retailer di tutti i tipi e dimensioni potranno sfruttare al meglio il cambiamento positivo che si sta verificando nel comparto degli acquisti” - ha commentato Claire Valoti, VP EMEA di Snap Inc.  -“Noi di Snap crediamo che la tecnologia possa essere uno strumento abilitante di grande aiuto, che offre l'opportunità di fare cose che non eravamo in grado di fare prima, o di farle meglio. Vediamo un futuro in cui l'esperienza di shopping nei negozi fisici diventerà sempre più 'connessa' e interattiva, e crediamo che Internet, un tempo considerato come il grande nemico del commercio nei negozi fisici, sarà inteso maggiormente come uno strumento efficace per riportare le persone nei negozi e al tempo stesso aiutare a indirizzare sfide cruciali per il settore del retail e non solo, come quella ambientale”.

IL RESELLING PER RIDURRE LA PRODUZIONE DI RIFIUTI
Con la crescente consapevolezza dell'impatto sociale e ambientale del fast fashion, dei rifiuti elettronici e di altri beni di consumo, le piattaforme di reselling offrono l'ulteriore vantaggio di ridurre i rifiuti e contribuire a un'economia circolare. In totale, il 43% dei consumatori italiani è già preoccupato per l'impatto ambientale dello shopping online - percentuale che arriva al 50% della Gen Z - e 1 acquirente su 5 afferma che le ragioni ambientali sono una motivazione per fare shopping sulle piattaforme di reselling. In Italia le piattaforme di reselling – che consentono ai venditori di creare i propri negozi virtuali e di presentare collezioni uniche, promuovendo anche un'esperienza di shopping più social con messaggi diretti e scambi tra acquirente e venditore – stanno diventando sempre più popolari: basti pensare che il 25% dei consumatori italiani afferma di cercare regolarmente opzioni di seconda mano e il 42% che ha comprato qualcosa attraverso una piattaforma di reselling, percentuale che arriva al 53% tra i millennial. Inoltre, il 34% dei consumatori italiani della Gen Z ha anche venduto un prodotto tramite tali piattaforme, con un ulteriore 43% interessato a farlo in futuro.

I beni di seconda mano e le piattaforme di reselling non vengono percepiti in modo negativo e permettono agli acquirenti esperti di risparmiare denaro e di contribuire all'economia circolare. Inoltre, l'uso crescente di tali piattaforme fornisce opportunità ai retailer consolidati di generare nuovi flussi di reddito attraverso piattaforme raccomandate dai brand, così come alle PMI e ai singoli consumatori di generare un reddito supplementare da articoli che sono stati rivenduti.

QUANTO E PERCHé LA SECONDA MANO RAPPRESENTA LA PRIMA SCELTA
Sebbene la popolarità delle piattaforme di reselling sia in crescita, ci sono alcuni settori in cui cercare opzioni di seconda mano quando si fanno acquisti rappresenta una abitudine consolidata per i consumatori italiani. Automobili (30%), tecnologia (24%) e abbigliamento (23%) sono quelli dove si cercano più opzioni di seconda mano, seppur sporadicamente. Se si guarda invece ai settori in cui si cercano sempre opzioni di usato, la situazione cambia piuttosto radicalmente, con abbigliamento (11%), automobili (10%) e articoli di lusso e accessori (entrambi a 9%) a farla da padroni.

Le piattaforme di reselling offrono un canale di shopping alternativo, peer-to-peer, il cui potenziale è dirompente non solo perché risponde alla sensibilità green delle nuove generazioni, ma anche perché scaturito da un anno con pochi stimoli, ispirazione o interazione sociale, incorporando molteplici elementi di attrattività per i consumatori: la convenienza, ad esempio, rappresenta la motivazione principale per oltre la metà (54%), seguita dalla possibilità di trovare prodotti che sono andati esauriti altrove (33%) e dalla ricerca di pezzi unici (30%). Si tratta in definitiva di uno spazio da esplorare, adocchiato anche dai grandi retailer, che hanno lanciato programmi di riacquisto e rivendita su scala mondiale, spesso per contribuire ai loro obiettivi di sostenibilità piuttosto che per profitto. Ma è anche uno spazio in cui viene valorizzata la dimensione locale, aspetto che ben si sposa con l’approccio dei consumatori italiani, se si considera che 2 su 3 (66%) apprezzano quando i retailer sostengono marchi indipendenti e il 51% afferma di supportare maggiormente le imprese locali dall'inizio della pandemia.

AR E TRY-ON VIRTUALE PER RENDERE LO SHOPPING ONLINE PIU’ SOSTENIBILE
Un’altra leva innovativa a cui l’industry del retail potrebbe guardare per ridurre l’impatto ambientale dello shopping è quello dell’impiego della realtà aumentata e del try-on virtuale, due tecnologie che aspirano a far superare uno dei problemi principali legati al commercio elettronico, ovvero gli errori di taglia, che rappresentano oltre due quinti (43%) dei resi di capi di abbigliamento acquistati online nell’ultimo anno in Italia. Ma non solo: l’impossibilità di provare i prodotti prima di acquistarli rappresenta una criticità per oltre 2 intervistati su 5 (42%). In risposta a queste complessità che contribuiscono a nutrire la pratica dei resi, generando implicitamente dei costi per i retailer e per l’ambiente, il valore aggiunto che i consumatori tricolore vedono nell’AR risiede in primis nella di vedere come starebbero i prodotti (37%), vederli a 360° (34%) e capirne la dimensione esatta (34%). Segue, nel caso di complementi d’arredo, la possibilità di visualizzare i prodotti all’interno dell’ambiente prescelto (28%).

“La realtà aumentata sta diventando una leva critica nel supportare le imprese a raggiungere i propri clienti, nonché a connettersi con loro con nuove modalità che rispondano meglio alle esigenze di questi ultimi anche in termini di sostenibilità, sia nel caso di brand globali, sia in quello di aziende di piccole e medie dimensioni. Industry quali Beauty, Lusso e Moda hanno iniziato a considerare e utilizzare l’AR come uno strumento importante per rendere possibile la visualizzazione dei prodotti da remoto, migliorare l’engagement dei clienti e lo storytelling, abilitando contestualmente un modello di shopping più consapevole e sostenibile” - ha aggiunto Valoti - “Negli ultimi anni l’AR applicato a mondo dello shopping ha rappresentato una delle principali aree di investimento per Snap. Forti dei progressi fatti e dell’esperienza maturata, stiamo ora supportando con la nostra tecnologia brand prestigiosi come Gucci, Prada, Farfetch e molti altri ancora, aiutandoli a plasmare il futuro del retail attraverso il try-on virtuale basato sull’AR”.










crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Il fashion show di Manila Grace celebra le sue muse

di Laura Frigerio

Giovedì 25 novembre, Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, Manila Grace ha deciso di puntare i riflettori sull’altra metà del cielo con una sfilata speciale con protagonista la collezione Spring/Summer 2022.

Parola chiave di quest’ultima è “Musa”: nella cultura classica è una delle figlie di Zeus, incarnazione d’ideale supremo dell’Arte, ma è anche nome che indica una pianta originaria del sud della Cina dalla quale si possono ricavare le fibre naturali e resistenti dei tessuti Manila Grace.

Una femminilità da vivere appieno e senza costrizioni quella di Manila Grace, che da sempre si lascia ispirare da donne forti, indipendenti e intelligenti per disegnare collezioni inclusive, un vero e proprio concentrato di energia positiva e libertà allo stato puro.

Questo show ha voluto celebrare la donna nella sua completezza e poliedricità come commenta l’A.D. Enrico Vanzo: “Manila Grace si rivolge ad una donna contemporanea e multitasking. Le nostre madrine ne sono l’emblema, donne molto differenti ma carismatiche e determinate come coloro che scelgono il nostro brand. Abbiamo voluto presentare la collezione a Milano perché simbolo della ripresa e della ripartenza. È infatti in questa città che è stata ambientata la nostra ultima campagna stampa perché crediamo molto nella forza trainante di questa capitale del business. Ma è all’Italia e in generale al gusto italiano e alle bellezze del Belpaese che ci ispiriamo per realizzare le nostre collezioni che sono da sempre inclusive e versatili”.


LE MUSE DI MANILA GRACE
Tre le muse d’eccezione di questa sfilata. La prima è Elenoire Casalegno, oratrice d’eccezione di un poema introduttivo che racchiude in sé l’essenza dell’identità Manila Grace; un’invocazione in chiave lirica contemporanea della potenza dell’abbigliamento nel comunicare sé stesse, dell’importanza di rimanere fedeli alla propria identità esprimendosi a pieno anche attraverso silhouette e colori, abiti e accessori.

A sottolineare il mood di collezione, l’esclusivo DJ Set firmato Fernanda Lessa, seconda musa Manila Grace per questa Primavera-Estate. Tagli e nuances della SS22 arrivano da lontano, dall’Africa con la sua natura selvaggia, incontaminata e primitiva.
Ecco sfilare una palette che miscela nuances terrose e avvolgenti, bollenti come la sabbia della savana, e tonalità sature e piene come i blu notte e i turchese che richiamano i cieli stellati di quella parte del pianeta. Preziosi i dettagli composti da ricami e intarsi dall’appeal coloniale, mix di silhouette pulite e rigorose e tessuti raffinati, accostate a stampe etno-chic. Bluse ampie, pantaloni morbidi, shorts e chemisier rivivono in una chiave urban safari, per finire con ampi abiti variopinti che racchiudono tutta la joie de vivre di un’estate da vivere con passione. A completare i look sandali colorati, zeppe folk e maxi tacchi da abbinare alle iconiche borse Jasmine e Felicia, e alle nuove shopper di stagione. Il twist in più? Gli occhiali da sole dalle forme sinuose e dalla palette psichedelica inseriti per la prima volta in collezione e realizzati in licenza da Castellani, azienda leader nel settore dell’eyewear.

A chiudere il défilé la terza musa Manila Grace, la splendida Elena Santarelli con un maxi dress gipsy chic a macro balze, con spalline sottili e profondo scollo a V, rosa ciclamino in perfetto stile Manila Grace.

Tra gli ospiti della serata, un parterre d’eccezione composto da Elisabetta Gregoraci, Iva Zanicchi, Costanza Caracciolo, Elettra Lamborghini, Bianca Guaccero, Ludmilla Radchenko, Laura Barriales, , Sonia Bruganelli, Cecilia Capriotti, Francesca Piccinini e Ivana Mrazova.












crediti foto: ufficio stampa 
 


leggi di più

Garden Steflor: letture per bambini a Paderno Dugnano

di Redazione

Da Garden Steflor si respira già aria di Natale, non solo grazie al suo magico reparto a tema, ma anche alla serie di eventi organizzati nella sua sede di Paderno Dugnano (Milano).

Molti sono naturalmente dedicati ai veri protagonisti delle feste: i bambini. Per loro sono stati organizzati dei divertenti lavoratori di cucina intitolati “Mani in pasta”, incentrati su ricette perfette per il Natale.
Non mancano poi le letture animate, per coinvolgerli facendoli volare sulle ali della fantasia. E non è finita qui, perché nei mesi di novembre e dicembre, nell'aria ristoro, i bambini potranno divertirsi salendo su una giostrina di cavalli.

Ecco gli appuntamenti per questo ultimo weekend di novembre:

MANI IN PASTA
Dalle 15:30 alle 16:30 e dalle 17:00 alle 18:00 (massimo 15 bambini x turno) – costo 5€
Laboratori di cucina per bimbi dedicati al Natale
27/11 - COOKIES DECORATI

LETTURE ANIMATE
28/11 Dalle 16:00 alle 18:00 – 6 turni da 20 minuti (massimo 8 bambini x turno)

evento gratuito.



Garden Steflor (in Via Erba 2) è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19.30 (naturalmente con le misure necessarie a garantire la sicurezza).










crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Garden Steflor: eventi pets per l'ultimo weekend di novembre

di Redazione

Non solo green, ma anche pets da Garden Steflor che con l'avvicinarsi del Natale inserisce nel suo calendario ancora più eventi dedicati agli amanti degli animali.

Nella sede di Paderno Dugnano (Milano) il 28 novembre, per la serie di incontri “Educatore cinofilo – Esperto risponde”, si toccherà il tema dell'aggressività si parlerà di socializzazione. Le consulenze, gratuite, si svolgeranno nel reparto Zoo Garden.

Continua inoltre, fino al 28 novembre, la divertente mostra “Autosgatto” dedicata ai vostri teneri amici pelosi.

Garden Steflor (in Via Erba 2) è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19.30 (naturalmente con le misure necessarie a garantire la sicurezza).








crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Siggi presenta le novità abbigliamento del settore ospitalità

di Redazione

In un mondo in cui l’incertezza si impone come protagonista, Siggi mette al centro il lavoratore, qualsiasi sia la professione che svolge. La missione aziendale è dare un abito professionale a chiunque ne abbia la necessità, è di vestire la voglia di fare di uomini e donne che con il proprio mestiere esprimono se stessi e dimostrano la dignità e la motivazione che li mantengono umani, in una società e in un tempo in cui l’umanità è messa a dura prova.

Siggi non si ferma mai e presenta le sue ultime novità per il settore dell’ospitalità: dallo chef agli operatori del benessere fino al personale di servizio, in una struttura dedicata all’accoglienza sono tante e diverse le professionalità. La collezione, presentata in anteprima a Host (Fiera Internazionale dell'Ospitalità), è ampia e risponde alle esigenze di tutti con nuovi modelli di giacche chef, casacche e scamiciati.

Il mood è la voglia di fare, che mai come in questo periodo il brand trova sia adatto e che l'ha spinto a inserire molte novità in termini di numero articoli, ma non solo. In ogni modello comfort e praticità di manutenzione sono la base della qualità garantita ad ogni lavoratore, inoltre si unisce a questo una forte identità in un design italiano dal carattere semplice, ma deciso e inconfondibile. L’identità di un professionista passa attraverso il suo lavoro e la divisa è il suo biglietto da visita.

In particolare nei capi femminili l’Atelier Siggi pone da sempre grande cura nelle linee e nella scelta dei materiali, assicurandosi che risultino confortevoli in tutte le taglie, dalle più piccole a quelle più comode, senza rinunciare ad un look moderno e gradevole. Nasce per questo ‘curvy approved’, una dicitura che accompagna i capi Siggi che meglio si adattano ad ogni forma del corpo. Uno dei temi prioritari finalmente a livello mondiale, è la sostenibilità e la sicurezza. Per rispondere a questa irrinunciabile esigenza, tutti i capi Siggi sono conformi a STANDARD 100 by OEKO-TEX®, un sistema di controllo e certificazione volontaria, indipendente e uniforme a livello internazionale per le materie prime, i semilavorati e i prodotti finiti del settore tessile ad ogni livello di lavorazione e ha lo scopo di garantire l’assenza di sostanze pericolose per l’uomo e per l’ambiente.

Infine, c’è un tocco di poesia nei capi firmati Siggi: in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante, sono stati ricamati due versi sulla manica di due giacche chef, parole che hanno attraversato i secoli e giungono a noi ancora intense e vive come appena uscite dalla penna di Dante. Un omaggio che richiama la forza dell’amore, un sentimento che fa da guida anche nella professione. Siggi dedica le nuove creazioni a tutti coloro che non mollano, che nonostante le difficoltà e con grande senso del dovere continuano a svolgere il proprio lavoro. Nulla è scontato e tutto può fermarsi da un momento all’altro. Siggi rivolge un pensiero anche a chi è stato costretto a non lavorare per lunghi mesi. Quando vivremo nuovamente liberi dal virus, che tanto condiziona ancora le nostre esistenze e le nostre attività professionali, avremo vissuto un’esperienza che ci ha resi più consapevoli di quanto ogni attività vada svolta al meglio perché collegata all’attività di qualcun altro in una catena che ci unisce tutti. Possiamo dire di aver maturato una sincera gratitudine per il lavoro che svolgiamo e abbiamo il dovere di rivalutarne largamente il valore non solo sotto l’aspetto economico, ma anche umano e motivazionale.











crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Gianni Chiarini crea una limited edition della Marcella Club a sostegno di D.i.Re

di Redazione

Gianni Chiarini rinnova il suo impegno a sostegno di D.i.Re, l’associazione nazionale antiviolenza, che comprende 84 organizzazioni di donne su tutto il territorio nazionale.
Una realtà importante e attiva, che gestisce oltre 100 centri antiviolenza e più di 50 case rifugio per accompagnare le donne nei loro percorsi di uscita dalla violenza.

Il brand, da sempre promotore della forza, del talento e della bellezza delle donne, si propone di raccontarle attraverso attività collaterali che ne esaltino le diverse personalità. Marcella Club, la rete sociale di empowering femminile che ruota intorno a Marcella, la shopping bag trasversale e sofisticata di Gianni Chiarini, è nato proprio dal desiderio di mettere in contatto fra loro donne di tutte le età, in tutto il mondo, senza distinzione di genere. Proprio partendo dal valore speciale di Marcella, Gianni Chiarini ha confezionato una limited edition della shopping bag, in un’inedita trama check mélange.

Il progetto Marcella Club Special Edition con D.i.Re si traduce in una nuova versione dell’iconica borsa con i manici e i profili in pelle, corredata ad hoc da un’etichetta che riporta i loghi di Gianni Chiarini e di D.i.Re, a simboleggiare l’unione di intenti fra le due realtà. La shopping bag sarà in vendita a partire da venerdì 19 novembre presso i flagship store Gianni Chiarini di Firenze e Milano e sul sito del brand, al prezzo di €185,00.
Gianni Chiarini si impegnerà a devolvere una percentuale del ricavato di ogni borsa venduta all’associazione D.i.Re, che a sua volta farà confluire le quote nel progetto “Autonomia”.

Questa iniziativa si basa sulla creazione di un fondo destinato alle donne che, al termine di un iter di sostegno presso i centri antiviolenza dell’associazione, sono pronte ad intraprendere un percorso autonomo di riappropriazione di sé, che passa anche attraverso una serie di azioni molto pratiche, come l’affitto di una casa e le spese per acquistare beni di prima necessità. Il progetto “Autonomia” diventa così un aiuto tangibile verso la completa emancipazione delle donne sostenute da D.i.Re. La comunione di intenti fra Gianni Chiarini e l’associazione D.i.Re si traduce così in una seconda iniziativa benefica a sostegno delle donne, un progetto solidale che trova una realizzazione concreta nel supporto alle donne in un percorso attivo, delicato e importante che permetta loro di acquistare consapevolezza, autonomia e serenità.











crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Lady Gaga in Messika alla première di Los Angeles di House of Gucci

di Laura Frigerio

In questo periodo non si fa altro che parlare di Lady Gaga, che veste i panni di Patrizia Reggiani in “House of Gucci”, il nuovo film di Ridley Scott che vedremo al cinema il prossimo 16 dicembre.

Dopo essere stata in promozione in Italia, la pop-star ha presentato il film a Los Angeles e in occasione della première ha indossato dei gioielli Messika.

Lady Gaga ha impreziosito l'abito dorato Valentino con gli orecchini Desert Bloom della Collezione Alta Gioielleria Messika abbinati alla favolosa collana di Alta Gioielleria Diamond Spears e all'iconico anello My Twin Trio, tutto in oro bianco e diamanti.









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Workshop Kokedama da Garden Steflor

di Redazione

Garden Steflor ama stupire con effetti speciali, in particolare a Natale. E così, oltre a farci immergere come sempre nella magia del suo reparto a tema e organizzare eventi per bambini, pensa anche agli adulti con interessanti iniziative green.

In particolare si tratta di laboratori di giardinaggio e decorazione, dedicati ovviamente al Natale. Il 20 novembre, per esempio, si terrà nella sede di Paderno Dugnano (Milano) un Workshop sul Kokedama.

Per chi non lo sapesse, si tratta di un'antica arte giapponese che permette di realizzare delle composizioni in cui le piante non si trovano in un vaso bensì in una sfera ricoperta di muschio. È una tecnica perfetta per dare vita a piccoli giardini pensili o zen, rendendo così speciale la propria casa.

L'appuntamento è dalle 10.30 alle 12.30, per un massimo di 12 persone.









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Vacanze di Natale? Al Dolomiti Wellness Hotel Fanes

di Redazione

State iniziando a pensare alle vostre vacanze di Natale? Vi consigliamo il Dolomiti Wellness Hotel Fanes di San Cassiano, in Val Badia.

La famiglia Crazzolara, che da anni porta avanti lo storico hotel nato da un antico maso del 1500, divenuto oggi esclusiva struttura 5 stelle, desidera accogliere i suoi ospiti così, facendoli sentire a casa propria, avvolti dal calore che solo la famiglia sa trasmettere. Per l’occasione una speciale promozione “Pacchetto Natale al Fanes”, che permette di trascorrere giornate di relax nella magica cornice delle innevate Dolomiti patrimonio dell’Unesco.

Si parla di quattro giorni in camera doppia da trascorrere tra i 5000 mq di area wellness con saune, piscine, sky pool riscaldata di 25 mt e un’ampia rosa di massaggi e trattamenti; in aggiunta, una coccola anche per il palato, grazie all’interessante e ricca proposta culinaria dello chef Claudio De Marc che accompagna gli ospiti per tutte le giornate.
Il Fanes vizia fin dal principio i suoi visitatori, facendogli trovare, al loro arrivo, una bottiglia di vino e un cadeau in camera. Tutti i giorni, successivamente, è prevista una ricca prima colazione a buffet dove si possono degustare prodotti tipici altoatesini, un’abbondante merenda pomeridiana al Lounge Bar della struttura e, per concludere al meglio la giornata, una cena con il menù pensato e creato dallo Chef De Marc che propone una vasta rosa di pietanze sia locali che internazionali.

Venerdì 24, giorno della Vigilia, un aperitivo in compagnia della famiglia Crazzolara nella Hall dell’hotel per poi partecipare tutti insieme alla cena di gala e al concerto con un gruppo folkloristico locale sempre al Lounge Bar.
Al termine del concerto il momento più emozionante e atteso soprattutto dai più piccoli ospiti della struttura: avvolto da un velo di misteriosa magia, l’arrivo di Babbo Natale carico di doni pronto a distribuirli a tutti i piccoli ospiti della struttura. Un altro momento di condivisione da trascorrere in compagnia, dopo la Santa Messa di mezzanotte, è la degustazione dei tradizionali biscotti alla vaniglia fatti in casa: si tratta dei Vanillekipferl, biscotti a forma di cornetto, a base di farina di mandorle, ottimi se abbinati al punch che il personale del Fanes offre a tutti gli ospiti di ritorno dalla celebrazione in chiesa.

Ma non è tutto: i festeggiamenti proseguono anche il 25, giorno di Natale, con dell’ottimo salmone, brindisi a base di Prosecco e tanta altra musica dal vivo.


INFORMAZIONI PER PRENOTARE
Validità dell’offerta: 22/12-26/12
Prezzo: a partire da € 1596,00 a persona (costo variabile a seconda della tipologia di camera).









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più