Il film Bohemian Rhapsody su CHILI

di Laura Frigerio

C’è qualcuno tra di voi che si è perso al cinema “Bohemian Rhapsody”, il film diretto da Bryan Singer e dedicato a Freddie Mercury (interpretato magnificamente da Rami Malek)? O semplicemente vorreste rivederlo?

Sappiate che è disponibile sulla piattaforma CHILI, anche in 4 K e con quasi due ore di contenuti extra.

“Bohemian Rhapsody” è il fenomeno dell’ultima stagione cinematografica: non solo ha fatto registrare più di 850 milioni di dollari di incasso nel mondo e 28 milioni di euro al botteghino italiano, ma ha anche vinto ben quattro Premi Oscar.

Per celebrare l’arrivo in digitale del film, CHILI ha organizzato in collaborazione con 20th Century Fox, una serata-evento durante la quale sono stati proiettati due dei molti extra esclusivi che sono disponibili su CHILI insieme al film, con l’intera registrazione del Live Aid del 13 luglio 1985 e uno speciale in cui Rami Malek (premiato con l’Oscar per l’interpretazione) racconta il suo viaggio dentro la vita di una delle icone pop del Novecento.

«Le scene più difficili da girare? Sicuramente quelle del Live Aid» - spiega Malek in uno dei contenuti extra - «perché c’era molto materiale video e la gente avrebbe immediatamente fatto il confronto».

leggi di più

Live - Non è la d'Urso, da stasera su Canale 5

di Laura Frigerio

“Non dormo da settimane” - confessa Barbara d’Urso, stanca ma felice nello studio del suo nuovo programma in prima serata “Live - Non è la d’Urso”, che debutterà questa sera (13 marzo) su Canale 5.

Noi di Pink and Chic siamo stati tra i fortunati che hanno potuto visitarli in anteprima (passate dalla nostra pagina Facebook per vedere qualche chicca) e possiamo dire che se ne vedranno delle belle.

“C’era il desiderio da parte della rete di avere un prime time continuativo, che fosse seguito da casa” - spiega la signora della tv - “L’obiettivo è di raggiungere un ascolto del 12%, però sappiamo che non è facile essendo questo un programma di parola (anche se con delle interazioni), non un varietà, un format o un reality”.

Intanto si parte in bellezza, con alcune grandi esclusive. Tra gli ospiti della prima puntata ci sono Al Bano Carrisi e Loredana Lecciso per la prima volta in tv con i loro figli Jasmine e Albano Junior.

E ancora, Heather Parisi torna in Italia dalla Cina, dove vive con il marito Umberto e i loro gemellini Elizabeth e Dylan, che hanno 9 anni.

La showgirl racconterà tutta la sua verità.

In esclusiva internazionale arriverà in studio anche Thomas Markle Junior, il fratello che la principessa Meghan non vuole più vedere. Thomas non è nemmeno stato invitato al matrimonio di Meghan e Harry, e alla vigilia del parto della sorella vuole farle un appello affinché possa conoscere il royal baby in arrivo.

Oltre tre ore di diretta scandite da interviste a grandi ospiti, dibattiti e sorprese. Personaggi dello spettacolo, dello sport, della politica, si racconteranno e interagiranno con alcune persone in studio con una dinamica molto suggestiva.

Nella trasmissione sarà centrale il ruolo del pubblico a casa che, attraverso un meccanismo inedito, potrà esprimere il “Live Sentiment”, ovvero il proprio gradimento sulle storie raccontate. Potrà farlo attraverso i social, il sito e l’App del programma.

leggi di più

Alexander McQueen - Il genio della moda, al cinema come evento

di Laura Frigerio

Un evento imperdibile sta per arrivare al cinema, dal 10 al 13 marzo. Si tratta del documentario "Alexander McQueen - Il genio della moda", diretto da Ian Bonhôte nonché co-diretto e scritto da Peter Ettedgui.

A distribuirlo nelle sale I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection.

 

Eccentrico, oscuro, radicale, Alexander McQueen è stato uno degli stilisti più innovativi: le sue sfilate erano vere e proprie performance in grado di provocare e ipnotizzare il pubblico.  


Da direttore artistico diGivenchy fino alla creazione del suo inconfondibile marchio, Alexander McQueenè stato capace di portare una vera e propria rivoluzione nell’intero universo della moda.


"Alexander McQueen – Il genio della moda" è uno sguardo molto personale sulla straordinaria vita, carriera e talento artisticodel designer Alexander McQueen. Attraverso interviste esclusive a familiari e amici più intimi, materiale d’archivio, splendide immagini e musiche coinvolgenti, il film vuole essere una sincera celebrazione e un entusiasmante  ritratto di un autentico visionario, tanto geniale quanto tormentato. Dopo essere passato in anteprima alla quattordicesima edizione del Biografilm Festival - International Celebration of Lives, il documentario è stato proiettato al Fashion Film Festival di Milano ricevendo un grande plauso di critica e pubblico.

Cresciuto nell’East London, Alexander McQueen era un semplice ragazzo della working class inglese, senza doti, né prospettive. Ma nel suo intimo, “Lee” ha sempre saputo di non essere come gli altri. Per anni ha coltivato demoni interiori, dalle sembianze eleganti e spaventose. E soltanto controllandoli, forse, è riuscito a diventare uno dei più iconici artisti del nostro secolo. Come ha fatto questo punk ribelle a conquistare l’alta moda parigina? E perché, al picco della sua fama, ha deciso di mettervi un punto (suicidandosi nel 2010)?

Riflettendo sulla savage beauty e la dirompente vivacità del suo design, i registi evocano una figura opaca, tra tortura e ispirazione, per celebrare un genioradicale e ipnotico e la profonda influenza che ha avuto sulla sua epoca.

Qui le sale: https://iwonderpictures.com/mcqueen/

leggi di più

Festa della Donna: i Syndone raccontano in musica la "Mysoginia"

di Redazione

In questa Festa della Donna vogliamo puntare l’attenzione anche su una piaga che accompagna da sempre l’umanità, ovvero la misoginia.

A quest’ultima la band torinese Syndone (massima rappresentante della scena progressive italiana) ha incentrato il suo ultimo album “Mysoginia”, che è diventato anche uno spettacolo teatrale che ha debuttato lo scorso 25 novembre al Teatro Piccolo Regio di Torino.

La performance dei Syndone propone interventi di attrici, coreografie, immagini di videoarte sul maxischermo alle spalle dei musicisti durante e tra i singoli brani, tutti dedicati alla figura della donna nella storia e nella contemporaneità. Un luogo dell’inconscio all’interno del quale tornano le eroine del passato, la violenza dei loro drammi e dove si vuole sognare e provare una catarsi, un’evoluzione della misoginia stessa nascosta in ognuno di noi.

Lo spettacolo si apre e si chiude con il video di un'attrice, una sorta di collegamento esterno con “la donna” che potrebbe essere la comune coscienza femminile, ma anche rappresentare un ponte tra la storia e il mondo di oggi.

Il percorso del concerto-spettacolo dei Syndone continuerà anche nel corso del prossimi mesi, in altri teatri italiani e stranieri.

Volete averne un assaggio? Guardate il video qui sotto.

leggi di più

Musicanti, Il musical con le canzoni di Pino Daniele

di Laura Frigerio

Oggi, 7 marzo, “Musicanti. Il musical con le canzoni di Pino Daniele” farà tappa al Teatro degli Arcimboldi di Milano (con inizio alle ore 21).

 

Prodotto da Ingenius Srl e curato nella direzione artistica da Fabio Massimo Colasanti, lo spettacolo è reduce dal successo (con tanto di sold out e standing ovation) ottenuto a Napoli, Bari, Firenze e Torino.

 

Pino Daniele ha saputo restituire le molteplici identità di una città difficile, densa di culture e ricca di contraddizioni. In “Musicanti”, le vicende dei personaggi si intrecciano con le canzoni che hanno emozionato migliaia di persone, tramandate di generazione in generazione, come un patrimonio prezioso. “Na Tazzulella ’e cafè”, “A me me piace ’o blues”, “I say I sto ’ccà”, “Napule è”, “Viento”, “Je so pazzo”, “Cammina cammina”, “Lazzari felici”, “Musica musica”, “Quanno chiove” e alcune canzoni tratte dal repertorio successivo, come “Che soddisfazione” e “Anima”, diventano i quadri in cui si muove un cast di talentuosi artisti.

Di chi parliamo? Noemi Smorra (Anna), Alessandro D’Auria (Antonio), Maria Letizia Gorga (Donna Concetta), Simona Capozzi (Rita), Pietro Pignatelli (Dummì), Enzo Casertano (Tatà), Francesco Viglietti (Teresina), Leandro Amato (‘O Scic), Ciro Capano (Nonno), accompagnato sul palco da una “resident band” d’eccezione, composta da celebri musicisti “amici” di Pino, Fabio Massimo Colasanti, chitarra; Roberto d’Aquino, basso; Alfredo Golino, batteria; Simone Salza, sax; Elisabetta Serio, pianoforte-tastiere.

Un suono sofisticato e fedele alla produzione di Pino Daniele, curato dal sound engineer storico del Lazzaro Felice, Fabrizio Facioni; e uno straordinario disegno luci firmato dal lights engineer Marco Palmieri.

“Un rispettoso omaggio e la celebrazione di un artista immenso, affinché la sua musica e la sua straordinaria forza poetica continuino ad essere conosciute e apprezzate" – afferma il produttore Sergio De Angelis"Al centro di Musicanti c’è l’unicità di un maestro innovatore della tradizione italiana ed è proprio nel rispetto di questa unicità che Musicanti mette insieme tutte le forme di arte da palcoscenico: teatro, musica e danza. Il pubblico sta dando ragione al lunghissimo lavoro fatto con Fabio Massimo Colasanti, stretto collaboratore di Pino per più di vent’anni, musicista in numerose produzioni di prestigio italiane e internazionali ed editore musicale. Una straordinaria ‘Standing ovation’ è diventata la chiusura di ogni spettacolo. Io sono là, in ogni teatro e ogni teatro mi ha regalato la stessa forte emozione!”.


La storia inedita, scritta da Alessandra Della Guardia e Urbano Lione, è quella del giovane Antonio, che torna nella sua Napoli per un lascito testamentario. Il misterioso benefattore è suo padre, di cui non ha mai saputo niente. Sconvolto dalla notizia, vuole liberarsi dell’immobile ma scopre che si tratta di uno storico locale di musica, il “Ue Man”. Il ragazzo è costretto a restare a Napoli e a gestire la situazione, lo farà grazie all’aiuto umano e psicologico di un artista di strada, Dummì. Conoscerà Anna, la cameriera e cantante del locale, e il suo amico Teresina, rincontrerà Rita, si difenderà dai tranelli di un delinquente, ‘O Scic. Resterà ammaliato dai racconti di Donna Concetta e Tatà e aprirà il suo cuore incontrando il nonno di Anna. La presenza di Antonio in questo luogo tanto odiato troverà un perché.

 

Dopo Milano, la tournée proseguirà con le date di Assisi (12 e 13 aprile – Teatro Lyrick) e Roma (dal 7 al 12 maggio – Teatro Olimpico). 

Il calendario aggiornato del tour è disponibile sul sito ufficiale: www.musicanti.show.


I biglietti sono disponibili in prevendita sul circuito Ticketone.

 

 

leggi di più

Kim – Il Musical, ispirato alle serie animate degli anni'80

di Laura Frigerio

 

Avete voglia di andare a teatro e vedere qualcosa di diverso dal solito? Allora vi consigliamo vivamente “Kim – Il Musical”, che debutterà al Teatro Pime di Milano l'8 marzo e rimarrà in scena anche nei giorni 9, 15 e 16.

Ispirato al genere Majokko lo spettacolo è un’avvincente commedia musicale completamente inedita che tra realtà, finzione e magia svela la duplice vita degli artisti e degli addetti ai lavori dello spettacolo, divisi tra ruolo pubblico e vita privata, in una Milano di oggi in cui tutti sembrano nascondersi dietro ad un alter ego.

LA TRAMA
Protagonista è Kim, una ragazza come tante che per merito di un video postato su Instagram viene lanciata dalla Fantastic Music, l’etichetta discografica delle star. Grazie al grande lavoro del suo staff diventa una vera e propria stella della musica, ma quello che fa presa sul pubblico è la sua estrema naturalezza. Kim è timida, a tratti buffa e impacciata, non compare sulle riviste di gossip e non si atteggia a diva. È una star perfetta e al contempo anomala, perché nasconde un grande segreto... Kim infatti non esiste!
E non vi sveliamo altro, perché dovrete scoprire il seguito direttamente a teatro.

PARLANO I PROTAGONISTI
“È tutta colpa dell'Incantevole Creamy!” - dice Thomas Centaro, autore e regista di “Kim – Il Musical” (dove interpreta il personaggio di Jack Larsen) - “Mettere in scena un personaggio come Kim, che in realtà è un alter ego, è un escamotage narrativo per mettere in luce quanto nel mondo dello spettacolo esista la spaccatura tra persona e personaggio. Tutti sono nascosti dietro a una maschera e ormai, con l'avvento dei social network, questo succede in tutti gli ambiti”.

A interpretare Kim è la giovanissima Chiara Cremascoli: “È solare, divertente e simpatica, ma nasconde un segreto che il pubblico scoprirà alla fine del primo atto. Farà un sacco di gaffe e tutti si accorgeranno che è un po' fuori luogo”.

Nel cast di “Kim – Il Musical” troviamo anche Nikolas Lucchini (Kevin), Beatrice Mariani (Melissa), Sara Sironi (Isabel Martinez), Daniel Friggi (Mito Young), Alessandra Ruta (Barbara Grant) ed Elena Centaro (Giada Mori).

Quest'ultima è anche autrice delle musiche originali (raccolte anche in un cd). “Realizzare la colonna sonora è stata per me una grande responsabilità, ma è sempre stato il mio sogno più grande” - racconta - “Ogni brano è vero, vissuto e le ispirazioni sono state varie, anche perché i protagonisti del musical ha ognuno il proprio genere. Io mi sono occupata della parte compositiva, poi i testi li ha scritti Thomas”.

Da segnalare la partecipazione dello stilista Andrea Tosetti, che ha firmato alcuni costumi, in particolare quelli di Kim.

INFORMAZIONI VARIE

Inizio spettacolo: ore 20.45
Indirizzo Teatro Pime - Via Mosè Bianchi, 94 (Milano)

Prevendite biglietti Vivaticket

Prezzi: Intero € 18,00 + prevendita | Ridotto € 16,00 + prevendita
Gruppi: € 16,00 + prevendita (online e nei punti vendita da 15 persone in su)
Promo Donne: € 16,00 (riduzione valida l’8 marzo online, nei punti vendita e in cassa a teatro)
Promo Cosplayers: € 16,00 (riduzione valida l’8 e il 9 marzo solo in cassa a teatro, presentandoti in costume che tu arrivi dal Cartoomics o in occasione del Carnevale sei il benvenuto)

leggi di più

I Pinhdar e il singolo Toy, con un video ispirato da Yoko Ono

di Redazione 

"Sono qui fermo, seduto sulla poltrona dove siedi sempre tu. C'è silenzio ma ti sento sempre parlare, non riesco a farti stare zitta. Sei tu che devi ascoltarmi. Guardo a terra e la macchia scura si muove, si allarga e riempie gli spazi. Hai voluto rovinare tutto rompendo il mio giocattolo...”


Queste sono alcune parole tratte da “Toy”, il primo singolo del duo milanese PINHDAR, che parla di una relazione dove l’ossessione prende il sopravvento su tutto. La narrazione è sotto forma di flashback perché inizia dall'epilogo tragico della loro storia: l'assassinio come forma estrema di possesso.


L’alienazione dalla realtà che porta a considerare l’altro come un oggetto è solo una delle forme di abuso che nel videoclip vengono invece rappresentate in modo più ampio e metaforico. Ad accompagnarlo un videoclip diretto da Alessandro Nassiri Tabibzadeh e Samuele Romano.

Ispirato alla performance "Cut Piece" di Yoko Ono ma inserito nel contemporaneo, mette in scena l’aggressività insita in molte relazioni della nostra società. L’incapacità di comprendere i sentimenti e di provare empatia, la competizione (anche fra donne), più forti della solidarietà e dell’attenzione all’altro.

Al tempo stesso, l’atto di lasciarsi tagliare gli abiti e sfogliare è un atto performativo di grande intensità; una sorta di inno all’autenticità che rende lo spettatore partecipe della fragilità umana messa a nudo: mentre cadono i brandelli del vestito si crea proprio quell’empatia con la performer (Francesca Lolli) che nel quotidiano spesso non si riesce a provare. Il video è stato girato tutto in pianosequenza, amplificandone l'impatto, visivo ed emotivo.

Performer: Francesca Lolli
Regia: Alessandro Nassiri - Samuele Romano (www.samueleromano.com)
Fotografia: Giuseppe Bonasia - Federico Tarchini

Il singolo “Toy” è disponibile sulle principali piattaforme.

leggi di più

Donatella Rettore in dvd nel film Strepitosamente...flop

di Laura Frigerio

Questa sera, su Rai 1, si terrà il gran finale del talent show canoro “Ora o mai più” e i riflettori sono puntati soprattutto su Donatella Rettore (cantante di hit come “Kobra” o “Lamette”).
Il motivo? Sono tutti curiosi non solo di ascoltare i suoi commenti al vetriolo (ma il più delle volte saggi) nei confronti dei concorrenti, ma anche di scoprire se deciderà di cantare insieme a Donatella Milani, che segue come coach, dopo gli scontri avuti nelle scorse puntate.

In attesa di scoprire come andrà a finire, vi segnaliamo che in questo mese di marzo esce in dvd (con CG Entertainment) una vera chicca: si tratta di "Strepitosamente…flop", film del 1989 scritto e diretto da Pierfrancesco Campanella e che vede tra i principali interpreti Donatella Rettore.

Pochi infatti sanno che, prima di diventare una acclamata rockstar, giovanissima, era partita dal teatro, essendo oltretutto figlia d’arte (la mamma era una nota interprete goldoniana).

Una volta raggiunta la grande popolarità grazie al brano “Splendido splendente”, era stata protagonista del film “Cicciabomba”, diretto da Umberto Lenzi, diventato, poi, un vero e proprio cult-movie per i suoi innumerevoli fan. Altre sue prove di attrice sono rappresentate da un episodio della serie tv “Aeroporto internazionale”, in onda su Rai 1, e “Paganini”, opera registica del “maledetto” Klaus Kinski, in entrambi le quali era stata affiancata dalla bellissima Dalila Di Lazzaro.

Per coincidenza, anche “Strepitosamente… flop” le include ambedue nel cast artistico. All’epoca dell’uscita nelle sale, il film di Campanella fece molto parlare la stampa per la sua freschezza e originalità e partecipò a diverse importanti manifestazioni cinematografiche, tra cui le Grolle d’Oro di Saint Vincent, il Festival Internazionale di Annecy e la Rassegna EuroMediterranea di Sangineto, condotta da Pippo Baudo.

Grazie a questo film, la cantante nel 1991 venne insignita in Campidoglio del prestigioso Premio Personalità Europea, dopo che alcuni critici avevano accostato la sua verve brillante a quella della grande diva americana Shirley MacLaine.

In “Strepitosamente… flop” Rettore veste i panni di una bizzarra funzionaria televisiva spietatissima nella professione quanto fragile nel privato, rivelando spiccata simpatia e grande autoironia.


Tra gli altri interpreti del film vanno ricordati Urbano Barberini, Yvonne Sciò, Adriana Russo, Gabriele Gori, Claudia Cavalcanti e Aichè Nanà, la ballerina turca balzata alla notorietà ai tempi della “Dolce Vita” per uno scandaloso strip in un noto locale della capitale.

Da segnalare, inoltre, che “Strepitosamente… flop”, al suo primo passaggio televisivo su ReteQuattro, nell’ambito del ciclo “I Bellissimi”, ha riscosso uno share di ascolto molto alto, superiore alla abituale media della emittente. L’uscita in dvd della pellicola di Pierfrancesco Campanella è stata a lungo sollecitata proprio dagli irriducibili ammiratori della Rettore che, riuniti nel fan club a lei dedicato, si sono fatti promotori dell’iniziativa di recupero di un’opera, a detta di molti, ancora valida e attuale.

leggi di più

Oscar 2019: le star vestite Salvatore Ferragamo

di Laura Frigerio

Stanotte si è tenuta la 91esima edizione degli Oscar e tutti gli occhi erano puntati non solo sui vincitori delle tanto ambite statuette, ma anche sugli outfit sfoggiati dalle celebrities.

Elegantissime anche le star maschili, alcune delle quali hanno indossato dei capi Salvatore Ferragamo.

Sul red carpet, per esempio, Chris Evans ha indossato un completo su misura in velluto blu avio con giacca monopetto a un bottone con scollo a scialle, pantaloni da smoking, camicia e papillon da sera ed un paio di stringate lucide.
Invece Trevor Noah ha indossato uno smoking classico con giacca doppio petto.

Avvistati al Vanity Fair Party Gerard Butler e Zachary Quinto: il primo con un total look composto da smoking classico tre pezzi ed un paio di stringate lucide, mentre il secondo con un total look composto da smoking classico monopetto ed un paio di slip-on lucide.

leggi di più

Charlotte Ferradini presenta il suo Arcobaleno

di Redazione


Intensa, emozionante, affascinante. Tre parole che ben racchiudono l'essenza di Charlotte Ferradini e di “Arcobaleno”, il suo nuovo singolo uscito il 22 febbraio per Ondesonore Records di Francesco Altobelli con la coproduzione di Valentino Forte.

Sia la musica che le parole portano la firma della cantautrice, che ha poi arrangiato il brano insieme al padre Marco Ferradini e a Valerio Gaffurini al Cromo Studio di Brescia.

“Arcobaleno è un brano che parla di quel fenomeno tanto diffuso ma spesso taciuto che è l'inquinamento emozionale” - spiega Charlotte - “A volte ci alziamo con la luna storta e magari trattiamo male una persona che non ci ha fatto nulla. Quest'ultima si sentirà aggredita e magari a sua volta si sfogherà su un'altra 'vittima innocente'. Si crea insomma una sorta di circolo vizioso che genera un ambiente emotivamente inquinato. Ecco perché il leit motiv sul perdono: abbiamo tutti qualcosa da perdonarci”.

Il singolo è accompagnato da un videoclip di grande atmosfera, diretto da Namas.

“Arcobaleno” è frutto del talento di Charlotte Ferradini, affinato in anni di lunga gavetta che comprendono prestigiosi progetti come la collaborazione con Bungaro, autore di fama nazionale e internazionale, con il quale ha composto diversi brani tra cui “Martarossa”, canzone che l’ha vista trionfare al Premio Bianca d’Aponte nel 2012. Tra le varie esperienze, Charlotte ha anche partecipato in qualità di interprete al doppio album del padre, “La mia generazione: Marco Ferradini canta Herbert Pagani”, accanto ad importanti artisti come Ron, Eugenio Finardi, Alberto Fortis, Fabio Concato, Eugenio Finardi, Moni Ovadia. “Arcobaleno” segna un nuovo capitolo del suo percorso artistico, che non vede l'ora di far conoscere al grande pubblico.

leggi di più

Martina Attili: tutto è pronto per il “Cherofobia Tour”

di Laura Frigerio

Vi stavate chiedendo che fine avesse fatto Martina Attili, giovanissima rivelazione dell'ultima edizione di X Factor?

Ve lo sveliamo subito: è pronta per far ascoltare la sua musica dal vivo con il “Cherofobia Tour”, che partirà il 4 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma, per poi proseguire il 9 maggio al Teatro Concordia di Torino e il 13 maggio al Teatro dal Verme di Milano.

Queste sono le prime tre importanti date (in location prestigiose) del tour che vedrà impegnata la 17enne romana, che ha colpito tutti con il suo talento espressivo e una personalità fatta di determinazione, sensibilità e inquietudine.

Sul palco sarà accompagna da Margherita Fiore (piano e tastiere), Davide Gobello (chitarra), Matteo Carlini (basso) e Gian Marco " Kicco" Careddu (batteria) e dal corpo di ballo di Patrizio Ratto (ballerino di Amici e del tour di Giorgia nel 2017).

Martina presenterà al pubblico i brani dell’Ep di debutto “Cherofobia”, progetto discografico che porta il nome del brano che già alle audizioni di X Factor 2018 generò una straordinaria standing ovation di pubblico e l’approvazione totale dei quattro giudici. Successo conclamato anche su YouTube dove il nome di Martina Attili è salito in vetta nelle tendenze e il video delle audizioni ha conquistato il podio dei video più popolari del 2018.

Oltre all’inedito “Cherofobia” (certificato disco d’oro), scritto dalla stessa Martina con la produzione di Manuel Agnelli ed Enrico Brun, l’Ep si compone delle 5 celebri cover presentate durante i live di X Factor.

Prima dell'inizio dei concerti Simone Attili, produttore e ingegnere del suono laureato al SAE Institute di Londra, con importanti esperienze al fianco di Justin Berkmann, storico fondatore del Ministry of Sound e quella al Derbe Music festival in Passau (Germania), si esibirà in alcune con alcune sue produzioni musicali e non solo.

 

CHI E' MARTINA ATTILI
Martina Attili “ha prima imparato a cantare e poi a parlare, a ballare e poi a camminare”, racconta il padre.
Cresciuta a pane, acqua e Renato Zero, Martina spiega che: “Sono salita su un palco a un anno (questo è quello che ho visto nei filmini) e semplicemente non sono più scesa. Per me la musica è un po’ come bere l’acqua: non ti chiedi se ti piace ma ne hai bisogno per restare in vita, bevi da sempre e lo fai tutti i giorni; alle volte vorresti non farlo, come quando stai male, ti sei appena lavato i denti o hai masticato una gomma alla menta, però lo fai senza pensarci due volte: facile come bere un bicchier d’acqua, no?”
“No. Assolutamente no. – prosegue – “Infatti, i miei primi ostacoli con il canto sono iniziati a soli cinque anni. C’era il karaoke, quel dannato karaoke. Stavano cantando la mia canzone preferita (“L’isola che non c’è”) e io non potevo farlo perché non sapevo le parole e non sapevo leggere: ‘Quando sarai grande potrai partecipare anche tu’, mi dissero. Forse è stato questo episodio a farmi desiderare di mettermi in gioco nel campo della musica: cantare Edoardo Bennato a una festa”.

Martina così si tuffa nella musica: nel 2016 inizia a studiare con Fulvio Tomaino. A gennaio del 2017 vince “The Voice of The Sea”. A Giugno del 2017 vince il Premio Piero Calabrese con “Cherofobia” (il suo secondo inedito). Ha partecipato a “Fuori Classe” “principalmente perché sapevo che alle finali ci sarebbe stato Beppe Vessicchio”, racconta. Raggiunte le semifinali decide, insieme alla mia famiglia, di ritirarsi per intraprendere al meglio il percorso di AreaSanremo 2017 dove arriva tra gli otto vincitori. Ad Aprile 2018 decide di partecipare alle selezioni di X-Factor 2018, “e sapete tutti come è andata…”

INFO SUI BIGLIETTI
Prezzi per le tre date (Roma, Milano e Torino), incluso prevendita
Vip pack € 60,00, comprende: posti migliori da primo prezzo; possibilità di assistere alle prove e Meet and great con l’artista.
Primo prezzo: € 35,00 / Secondo prezzo: € 30,00 / Terzo prezzo: € 25,00

leggi di più

"I Am Banksy", un cortometraggio di Samantha Casella con Marco Iannitello

di Redazione

Si intitola I Am Banksy il nuovo cortometraggio firmato dalla regista Samantha Casella.

Un'opera che, come si può intuire dal titolo, è dedicata all'artista cult, massimo esponente della street-art e simbolo di una generazione, la cui identità rimane ancora oggi misteriosa.

Protagonista è Marco Iannitello, nei panni di un giornalista spregiudicato e arrivista, disposto a tutto pur di scoprire l’identità di Banksy. Saranno un ex componente della prima “banda di strada” di Banksy, un professore che sostiene di aver avuto come allievo il leggendario artista, un improponibile “socio” che ha pagato sulla sua pelle l’avventurosa esperienza e un gallerista sornione ad avvicinarlo alla soluzione dell’enigma. Ormai incastrato in un vortice dove verità e menzogna si confondono tra loro, ignaro dei segnali di pericolo emersi lungo il cammino, la discesa negli inferi del protagonista si conclude alla corte di Anubi.

Nel cast anche Caterina Silva, Diego Verdegiglio, Roberto Rizzoni, Mirko Ciociari e Matteo Fiori.


«Il mistero che avvolge l’identità di Banksy ha contribuito a ricoprirne di fascino la figura. Le sue opere denunciano le assurdità della società occidentale, la manipolazione mediatica, l’omologazione degli individui, l’atrocità della guerra, la falsità della politica, l’inquinamento, lo sfruttamento minorile, la brutalità della repressione poliziesca, il feticismo che avvolge il collezionismo. Per veicolare questi messaggi, Banksy utilizza principalmente soggetti quali poliziotti, bambini, umili lavoratori, scimmie e ratti» - spiega Samantha Casella nelle note di regia - «Eppure, per quanto onorevoli siano questi presupposti, non appare così fuori luogo pensare a Banksy come a una mano disposta a veicolare determinati messaggi imposti da una “mente” decisa, se non a combattere, a puntare il dito contro il “sistema” votato al consumismo più sfrenato, ma forse più cinico, solo all’apparenza».

"I Am Banksy" è stato selezionato al Golden State Film Festival di Los Angeles. L'evento si terrà dal 22 al 28 marzo 2019. Si tratta della prima assoluta negli Stati Uniti di "I Am Banksy". La sede è uno dei luoghi più suggestivi di Hollywood: il Chinese Theatre, sulla Hollywood Blvd.

leggi di più

Successo per Casa Sanremo Vitality’s

di Laura Frigerio

Il Festival di Sanremo è terminato ormai da diversi giorni, ma si continua a parlarne. Noi non abbiamo intenzione di tornare sulle polemiche che stanno tenendo banco negli ultimi giorni, ma sottolineare il successo di uno degli eventi collaterali principali della kermesse ovvero Casa Sanremo Vitality’s.

Elevata qualità, variegata offerta e una notevole affluenza di pubblico e addetti ai lavori hanno caratterizzato la dodicesima edizione, che ha avuto Roberta Morise come madrina.

Seguitissimi dibattiti, incontri culturali, live musicali, mostre d’arte, trasmissioni radiofoniche, format televisivi e iniziative sociali sono stati gli ingredienti principali del prestigioso progetto ideato da Vincenzo Russolillo e da Mauro Marino.

Entusiasta il patron Russolillo, presidente Gruppo Eventi: ”L’affetto e la stima dimostrati anche quest’anno nei confronti di Casa Sanremo Vitality’s ci inorgogliscono. Abbiamo lavorato alacremente per elevare e innovare il livello della qualità dell’offerta, regalando a Sanremo e al Festival un insieme di iniziative capaci di attirare l’attenzione di pubblico e addetti ai lavori. Da oggi ci rimettiamo in cammino per festeggiare al meglio, il prossimo anno, la settantesima edizione del Festival. I numeri ottenuti ci confortano sulla bontà del lavoro svolto e per questo non possiamo che ringraziare, per il sostegno nei nostri confronti, le istituzioni come la Regione Liguria nella persona del Presidente Giovanni Toti, gli sponsor e i partner che ci hanno già confermato la propria fiducia in vista del prossimo anno”.

Oltre agli artisti in gara al Festival, sono intervenuti a Casa Sanremo Vitality’s: Ligabue, Enzo Iacchetti, Peppe Vessicchio, Fiorella Mannoia, Alessandra Amoroso, Roberta Morise, Ignazio Moser, Cecilia Rodriguez, Elisabetta Gregoraci, Valeria Marini, Francesco Facchinetti, Diletta Leotta, Bob Sinclar, Veronica Maya, Ernest Knam, Anna Bischi Graziani, Red Ronnie, Vince Tempera, Grazia Di Michele e Nathaly Caldonazzo.

leggi di più

Eleonora Mazzotti special guest alla Cena di San Valentino di Happyning

di Redazione

Eleonora Mazzotti si esibirà all'esclusiva e suggestiva Cena a Teatro organizzata per San Valentino da Happyning di Giuseppina Di Napoli e Rosita Pisacane, che anche quest'anno hanno scelto come location lo splendido Teatro Comunale di San Giovanni in Persiceto (in provincia di Bologna). Ed è già sold-out.

Sul palco, insieme a lei, Michelangelo Nari (voce) e Luca Bombardi (pianoforte).

“Sono emozionata ed entusiasta di poter tornare a cantare live a teatro in un contesto così elegante come quello organizzato da Giuseppina e Rosita, per di più con una squadra giovane e tutta al femminile” - ha dichiarato Eleonora - “Sono lusingata di condividere nuovamente il palco con solidi compagni d'avventura come Michelangelo e Luca, con i quali abbiamo pensato un repertorio ispirato alle colonne sonore dei più bei film d'amore. Ovviamente in un teatro all'italiana così suggestivo non può mancare anche un richiamo al musical!”.

Il make-up di Eleonora Mazzotti sarà realizzato con i prodotti di Zao, brand di prodotti cosmetici bio a bassissimo impatto ambientale di cui l'artista è testimonial.
Gli abiti saranno di Dress You Can.

Biografia di Eleonora Mazzotti
Si avvicina al canto fin da bambina, cominciando a studiare presto anche dizione e recitazione. Nel 2007 duetta con Giorgia durante il programma "Il treno dei desideri", in onda in prima serata su Rai 1. Nel 2010 è finalista della 53° edizione del Festival di Castrocaro (andato sempre in onda su Rai 1). Nel 2014 pubblica il suo primo Ep "Battiti". Collabora con Matteo Mancini e Gianni Bindi, già autori per la cantante Mina, che scrivono per lei "È tardi ormai, singolo che precede l'uscita dell'album e che resta in top ten per due mesi nella classifica Rockol Airplay.
Michael Baker, music director e batterista di Whitney Houston e Michael Jackson, compone e suona per lei il brano "L'amore non invecchia mai", presentato in anteprima su RAI Radio 1. Nel 2017 pubblica il singolo "Among the waves in the sky", tema portante della colonna sonora del docu-film "Tra le onde nel cielo" scritto e diretto da Francesco Zarzana, presentato al Doc Corner del Festival di Cannes 2016 e trasmesso in prima serata su Rai Storia. La canzone è contenuta anche nello spettacolo teatrale "In a better world", scritto e diretto in lingua inglese da Francesco Zarzana, che a maggio 2016 ha debuttato al Theatre de L'Archipel di Parigi e che ha fatto tappa in altre 10 città europee fino a dicembre 2017. Sul palco anche Eleonora, in veste sia di cantante che di attrice.
Nell'estate 2018 esce la hit estiva "Todo Rainbow", realizzata in collaborazione con Dj Besford. Attualmente è anche conduttrice radiofonica del programma Coffee'n'Chips in diretta ogni mattina in radio visione sulle frequenze di Radio Italia Vision.

Per saperne di più sulla Cena a Teatro: www.happyning-italia.it.

Sponsor dell'evento: Pastificio Setaro, Casa Modena e Senfter, Hotel Real Fini Baia Del Re, Stefanini Formaggi, Hotel Suisse

leggi di più

BAFTA 2019: l'hair-look di Claire Foy e Yalitza Aparicio con i prodotti Moroccanoil

di Laura Frigerio

Si è appena tenuta la 72esima edizione dei British Academy Film Awards (BAFTA).
Molte le attrici che hanno sfilato sul red carpet, tra cui Claire Foy e Yalitza Aparicio che hanno sfoggiato degli hair-look realizzati con i prodotti Moroccanoil.

Claire Foy - Styled by Ben Skervin per Moroccanoil
Come ricreare l'hair-look:
1. Creare la base perfetta per lo styling, distribuendo sui capelli umidi una piccola dose di Moroccanoil Treatment da metà lunghezza alle punte (utilizzare Moroccanoil Treatment Light per i capelli più sottili).

2. Vaporizzare Moroccanoil Perfect Defense per proteggere i capelli dal calore; asciugarli con l’aiuto della spazzola Ceramic 25 mm Round Brush.

3. Per creare struttura sui capelli asciutti, applicare Moroccanoil Dry Texture Spray.

4. Utilizzare un arricciacapelli di medie dimensioni per dare movimento.

5. Tirare indietro i capelli e fissarli appena sopra l’osso occipitale, ottenendo così una coda né alta né bassa. affinare e definire l’acconciatura con due mollette.

6. Per separare i capelli sciolti e dare struttura, scaldare una piccola quantità di Moroccanoil Molding Cream tra le dita e lavorare le ciocche.

7. Per terminare, fissare il look con Moroccanoil Luminous Hairspray Extra Strong.

 


Yalitza Aparicio - Styled by Dayaruci per Moroccanoil
Come ricreare l'hair-look:
1.Per preparare i capelli lunghi  che caratterizzano questo look e  proteggerli dall’umidità, iniziare lavandoli  con Moroccanoil Extra Volume Shampoo & Conditioner. Tamponare con un asciugamano e applicare una piccola quantità di Moroccanoil Treatment (Moroccanoil Treatment Light per i capelli fini) per ottenere la base perfetta per lo styling.

2. Distribuire una noce di Moroccanoil Volumizing Mousse da metà lunghezza alle punte per fornire struttura e tenuta alle onde senza appesantirle.

3. Applicare Moroccanoil Root Boost per dare volume e tenuta, asciugando poi con Moroccanoil 45mm Ceramic Round Brush

4. Arricciare i capelli con un ferro a fasce larghe, sezionando le ciocche e vaporizzando Moroccanoil Luminous Hairspray Medium prima di passare il ferro.  Puntarli per 20 secondi prima di scioglierli per fare in modo che si raffreddino.

5. Rimuovere le pinze e pettinare i capelli con Moroccanoil Ceramic Paddle Brush

6. Prendere una sezione orizzontale di capelli sopra ciascun orecchio e tirala indietro per fissarla nella parte posteriore della testa con il fermaglio desiderato.

7. Terminare il look con un velo di Moroccanoil Glimmer Shine per far risaltare la lucentezza dei capelli.

 

Crediti foto: Getty Images

leggi di più

Sanremo 2019: gioielli Emanuele Bicocchi per Irama e Francesco Renga

di Laura Frigerio

Anche voi fate parte dei milioni di telespettatori che stanno seguendo in tv (e sui social) Sanremo 2019?

Avete notato gli splendidi gioielli indossati da Irama e Francesco Renga? Sono firmati da Emanuele Bicocchi.

Il creativo toscano è amico di Irama e ha pensato di realizzare in esclusiva per il Festival di Sanremo questi orecchini preziosi che reinterpretano la caratteristica piuma indossata dall’artista. Sono due modelli speciali di orecchini-piuma, ciascuno realizzato in due colorazioni diverse, oro e argento naturale ed arricchito da più di quaranta pietre bianche e colorate.

La scelta di utilizzare le pietre è intesa a valorizzare la presenza scenica dell’artista e a conferire un tocco eclettico, nonchè glam, ai vari outfit indossati nelle diverse serate. Ricordiamo che Irana presenta sul palco dell’Ariston il brano “La ragazza con il cuore di latta” che farà parte dell’album “Giovani per sempre” (in uscita l’8 febbraio).

Invece Francesco Renga, in gara con “Aspetto che torni”, ha indossato bracciali e anello firmati Emanuele Bicocchi.

Crediti foto:
Irama - Instagram
Francesco Renga - Rai HD

leggi di più

Il Trono di Spade: le prime immagini dell'8a e ultima stagione

di Laura Frigerio

Il 2019 è un anno funesto per i fan de “Il Trono di Spade”, che dovranno dire addio alla serie cult.

L’unica consolazione sarà la visione dell’8a stagione.

Ora, dopo mesi di riserbo assoluto e poco dopo il rilascio del primo, affascinante quanto criptico teaser trailer, sono state diffuse le prime immagini dell’attesissima ultima stagione de "Il Trono di Spade", che debutterà in esclusiva su Sky Atlantic in contemporanea con la messa in onda americana nella notte fra il 14 e il 15 aprile.

Appaiono nelle prime foto tutti i protagonisti dei nuovi sei episodi (ma vale la pena dire chi?), gli ultimi di una saga che ha appassionato milioni di fan in tutto il mondo.

Ecco quindi per la prima volta col look di scena dell’ultima stagione Daenerys (Emilia Clarke), Jon Snow (Kit Harington), Tyrion (Peter Dinklage), Cersei (Lena Headey) e Jaimie Lannister (Nikolaj Coster-Waldau). E ancora gli unici Stark superstiti, Sansa (Sophie Turner), Arya (Maisie Williams) e Bran (Isaac Hempstead-Wright), e tutti gli altri personaggi principali.

Chi, fra tutti gli aspiranti al dominio sui Sette Regni, riuscirà a far suo l’ambito Trono di Spade per cui ormai a decine sono morti nelle scorse stagioni?

leggi di più

Sanremo 2019: Francesco Renga veste Maurizio Miri

di Laura Frigerio

Ad aprire la prima serata di Sanremo 2019 è stato Francesco Renga con “Aspetto che torni”.

Per curare i suoi outfit durante la kermesse l’artista ha scelto Maurizio Miri, designer bresciano come lui con cui collabora già da tempo.

Le scelte di stile sono di fatto un omaggio al gusto e all’’eleganza che il Festival di Sanremo ha proposto attraverso i grandi interpreti che ne hanno calcato le scene nei decenni passati.
Leitmotiv trasversale alla citazione delle diverse epoche e ispirazioni è il design italiano e l’'eccellenza della manifattura sartoriale, da sempre tratto distintivo di Maurizio Miri.

Per la prima serata si è deciso di puntare sull’eleganza degli anni ’80, con un doppio petto grigio rinnovato dal taglio vivo abbinato ad una camicia di shantung di seta altrettanto grigia e ad uno scanzonato stivaletto alla Beatles.

leggi di più

Captain Marvel: le novità sul film

di Laura Frigerio

Il girl power allo stato puro sta per arrivare al cinema. Si tratta di "Captain Marvel", il nuovo film Marvel Studios che arriverà nelle sale italiane il 6 marzo.

Scritto e diretto dai registi/sceneggiatori Anna Boden and Ryan Fleck, ha per protagonista l’attrice premio Oscar Brie Larson nel ruolo della potente supereroina.

La regista Anna Boden, che è la prima donna a dirigere un film dell’Universo Cinematografico Marvel, commenta: “Si tratta di un personaggio femminile potente, interessante, unico e indipendente. Siamo davvero entusiasti di raccontare la storia di una persona dotata di superpoteri ma anche molto complessa e umana”.

“Abbiamo pensato che fosse finalmente arrivato il momento di presentare Captain Marvel al mondo” -  spiega il produttore Kevin Feige - “È uno dei personaggi più amati e potenti dei fumetti e ora diventerà il personaggio più potente dell’Universo Cinematografico Marvel”.

Per ingannare l'attesa è stato lanciato il nuovo poster e, nel corso del Super Bowl, ha debuttato anche il nuovo spot tv che ci anticipa altre immagini del film (lo potete vedere qui sotto).

LA TRAMA
Il film segue le vicende che portano Carol Danvers a diventare uno degli eroi più potenti dell’universo. Quando una guerra galattica tra due razze aliene raggiunge la Terra, Danvers viene coinvolta nel conflitto insieme a un piccolo gruppo di alleati. 

leggi di più

Vi sono piaciuti i Maroon5 al Super Bowl LIII Halftime Show?

di Laura Frigerio

Stanotte eravate anche voi collegati in diretta dagli Stati Uniti per assistere alla 53esima edizione del Super Bowl?
E cosa ne pensate della performance dei MAROON5 durante l’halftime Show? A noi è piaciuta molto!

In 13 minuti di show la band guidata da Adam Levine ha infiammato il Mercedes Benz Stadium di Atlanta, con successi come “Harder to Breathe”, “This Love” (Oro in Italia), l’ultimo singolo “Girls Like You” (che ha superato quota 3.5 miliardi di stream globali) che hanno presentato live accompagnati da un coro Gospel, “She Will Be Loved” (Platino in Italia), “Sugar” (3 dischi di Platino in Italia) e “Moves Like Jagger” (Multiplatino in Italia).

A condividere il palco Travis Scott con “Sicko mode” e Big Boi con “The Way You Move”.

Se ve li siete persi, non preoccupatevi: potete recuperare guardando il video qui sotto!

Crediti foto: Instagram

leggi di più