Chiara Maci è Personaggio dell'anno 2019

di Redazione

La food blogger e conduttrice Chiara Maci è stata eletta Personaggio dell'anno 2019 – Categoria Opinion Leader grazie all’annuale sondaggio realizzato della prestigiosa rivista del settore culinario “Italia a Tavola”.

 

Con oltre 20mila voti, Chiara si è aggiudicata la vittoria sull’ex Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Gian Marco Centinaio, la docente universitaria Roberta Garibaldi, la food blogger Valentina Boccia, lo chef e conduttore tv Alessandro Borghese e la food blogger Benedetta Rossi.

“Sono molto felice, a distanza di anni, di essere riconfermata vincitrice del sondaggio di Italia a Tavola, dopo averlo vinto insieme ad Angela nel 2014 per Sorelle in pentola” – afferma Chiara Maci“Per me è un onore ricevere questo riconoscimento, considerando anche gli altri nomi candidati legati al mondo food nella categoria, ed è molto importante essere eletta personaggio dell’anno perché questo sondaggio è ormai considerato un’istituzione nel settore enogastronomico”.

 

Giunto alla dodicesima edizione, il sondaggio “Personaggio dell'anno dell'enogastronomia e dell'accoglienza" di “Italia a Tavola” elegge chi ha rappresentato al meglio il settore dell'Horeca e dell'enogastronomia italiana nell’ultimo anno. Oltre agli opinion leader, il pubblico è stato invitato a premiare le personalità di spicco nelle categorie Cuochi, Pizzaioli, Pasticceri, Sala e Hotel e Barman.


Ricordiamo che Chiara Maci è attualmente in onda ogni mercoledì alle ore 22:00 su Food Network (canale 33) con la seconda edizione del programma “L’Italia a morsi”, un viaggio per la penisola alla ricerca dei prodotti tipici e delle tradizioni culinarie italiane in compagnia delle storiche Cesarine, la più antica rete di cuoche casalinghe d’Italia, amanti dell’arte culinaria e delle specialità made in Italy.


crediti foto: Loris T. Zambelli (da ufficio stampa)

leggi di più

Juliana Moreira al Carnevale di Viareggio con Kinder

di Laura Frigerio

Siete mai stati al Carnevale di Viareggio? È uno dei più importanti e più antichi in Italia e nel mondo, tanto che vanta ormai ben 147 anni di tradizione e oltre 500.000 spettatori per ogni edizione.

Una manifestazione che si trova perfettamente in sintonia con Kinder, che per il secondo anno consecutivo ha deciso di animare tutte le giornate dei festeggiamenti del Carnevale di Viareggio, coinvolgendo grandi e piccini in un gioco tipico della tradizione: la Pentolaccia, reso ancora più dolce e divertente grazie alle bontà Kinder.

Sabato, nello spazio situato lungo il percorso di sfilata, è stata avvitata la showgirl Juliana Moreira insieme al marito Edoardo Stoppa con i due figli.


“È bellissimo poter trascorrere una giornata come questa all’insegna dell’allegria, del divertimento e della musica. Una gioia per tutti, grandi e piccini! Ci siamo divertiti a vedere i nostri figli giocare con la Pentolaccia nel tentativo di romperla, e ovviamente anche a mangiare il cioccolato!” - ha dichiarato Juliana - “Il Carnevale di Viareggio non poteva che avere un partner come Kinder, credo ci sia un legame naturale tra loro. Un momento in cui le famiglie possono trascorrere insieme del tempo può essere arricchito solo dalla partecipazione di Kinder, che accompagna grandi e piccini anche in queste occasioni speciali”.

 


crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Giorgia Wurth al Teatro Golden di Roma con "Killer per casa"

di Laura Frigerio

Se vi trovate a Roma e dintorni vi consigliamo di non perdere Giorgia Wurth al Teatro Golden “Killer per casa”, spettacolo che la vede dividere il palco con Stefano Pesce per la regia di Massimo Natale.


Si tratta di una commedia romantico-noir atipica, che racconta un doppio tradimento, un raggiro economico e un omicidio da consumare. E tutto questo permette alla suspence e all’ironia di andare a braccetto insieme.

Lo spettacolo, che sta riscontrando un grande successo, rimarrà in scena fino al 23 febbraio.


Per Giorgia Wurth è l’ennesima prova da attrice promossa a pieni voti, in una carriera fatta non solo di teatro, ma anche di cinema e tv.

Ricordiamo che Giorgia è anche scrittrice e il suo ultimo libro (assolutamente da leggere) si intitola Io, lui e altri affetti collaterali.


crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Ana Mena a Sanremo 2020

di Laura Frigerio

Tra le special guest che sono salite sul palco del Teatro Ariston nel corso della terza serata del Festival di Sanremo, dedicato alle cover, c’è stata anche Ana Mena.

La cantate spagnola si è esibita in copia con Riki nella celebre “L’edera” di Nilla Pizzi.

Ana Mena è anche una delle protagoniste della campagna “Selected by Music Edition” di AW LAB con cui proseguirà la collaborazione fino a giugno 2020 per la promozione della seconda edizione del contest musicale “AW LAB IS ME MUSIC EDITION” di cui sarà anche giudice.
Lo scorso anno il contest si avvalse della collaborazione di Anastasio, un altro top player che sta facendo grande questa edizione del Festival di Sanremo.


crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

La cantautrice Valentina Gautier a Sanremo

di Redazione

Tra gli artisti che stanno facendo sentire la propria voce in merito al 70esimo Festival di Sanremo c'è anche Valentina Gautier, che con post al vetriolo, dalle proprie pagine social, esprime tutto il suo dissenso sulla penalizzazione delle artiste sia nel cast in gara che tra gli ospiti, sul messaggio maschilista e sessista generato da queste scelte, sulla patente di “artista” riconosciuta a chi artista non è e tanto meno big.

La cantautrice, che è tuttora in classifica (da oltre due mesi) con Corri che corre il tempo (un brano autobiografico che affronta proprio il tema della ribellione a una condizione di violenza) è da sempre in prima linea sul fronte delle battaglie femminili e il sostegno degli artisti indipendenti.

Invitata a Sanremo dal celebre giornalista Michele Monina ad esibirsi e commentare il Festival in una delle location più ambite, Attico Monina (che ha riscosso già grande successo lo scorso anno, durante la settimana festivaliera), l'artistà sarà impegnata in molti appuntamenti promozionali che prenderanno il via con un party di benvenuto all'insegna della musica d'autore e indipendente che si terrà al Mamely di Sanremo il 3 febbraio. Party in cui l'artista (che è anche presidentessa dell'associazione Caliel Next Generationwww.calielnextgeneration.it) si esibirà live condividendo il palco con gli artisti che rappresenta.

«Ci vado a Sanremo e in classifica da oltre due mesi, ci vado da vincente nella città di un Festival che non mi ha voluta e vado nel luogo che più mi rappresenta “Attico Monina”, ci vado per ringraziare tutte le radio e tv, gli editori che mi hanno sostenuta, ci vado come ogni anno con gli artisti dell'associazione di cui sono presidente per invadere di musica le strade di Sanremo, ci vado per sostenere in tutti i miei appuntamenti la lotta contro la violenza sulle donne che conosco bene, ci vado perchè è un pezzo della mia cultura e ci voglio essere. Sono felice dei risultati ottenuti, felice del riscontro di pubblico e media, sono orgogliosa di me, del team che ho saputo crearmi e che ringrazio, non ho avuto paura di rischiare, non ho aspettato che qualcuno mi mettesse la corona, la corona me la sono messa da sola. Ps.grazie Michele Monina per l'invito». - ha dichiarato l'artista

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Beyoncé indossa un abito di uno studente Ied

di Laura Frigerio

Il Made in Italy è sempre una garanzia, soprattutto quando si parla di moda. L’ultima prova? Un paio di giorni fa la pop-star Beyoncé è apparsa al Roc Nation's pre-Grammys brunch (l’evento annuale che precede in mattinata i prestigiosi premi Grammy Awards) indossando un capo firmato dal giovane designer Francesco Murano, diplomato a luglio 2019 in Fashion Design in IED Milano.

L’abito in questione si chiama Ossimoro Dress e arriva direttamente dalla collezione di tesi di Francesco intitolata appunto "Ossimoro Plastico". Vestita dal low cut grigio dalle forme ondulate e dall'ampia scollatura, Beyoncé è risultata la celebrity più chic all'evento secondo la rivista Harper Bazaar.


Per il 23enne Murano, alumnus dell'Istituto Europeo di Design già vincitore di Milano Moda Graduate, non è il primo successo: le calzature della stessa collezione di tesi erano state indossate ancora da Beyoncé nel videoclip del brano "Spirit".


La scorsa estate, grazie alla partecipazione dell'Istituto Europeo di Design alla manifestazione di Camera della Moda Italiana dedicata ai giovani talenti, le creazioni di Francesco Murano sono state notate dalla stylist della pop star, Zerina Akers.


crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Altaroma: i vip presenti alla sfilate (gallery)

di Laura Frigerio

Si è conclusa ieri l’ultima edizione di Altaroma, con un ricco calendario di sfilate a cui hanno partecipato numerosi vip come Paola Perego, Stefania Orlandi, Massimiliano Rosolino, Fiona May, Sonia Bergamasco e i Booda (freschi di X Factor).

La settimana della moda romana, che si è tenuta dal 23 al 26 gennaio all’Ex Caserma Guido Reni, ha avuto un grande successo. Il processo di riposizionamento portato avanti negli ultimi anni ha consentito infatti ad Altaroma di affermarsi come l’istituzione italiana della moda dedicata a studenti, designer emergenti e giovani talenti, delineando più nitidamente la sua identità di piattaforma dello scouting dedicata alla selezione, alla promozione, al sostegno e al tutoraggio dei giovani della moda italiana.

“Oggi Altaroma agisce di fatto come un incubatore creando,attraverso i propri progetti un circuito virtuoso, volto alla scoperta e alla promozione dei nuovi talenti del Made in Italy. Sempre di più siamo percepiti come punto di riferimento e opportunità concreta di visibilità e crescita per tantissimi giovani designer alle prime armi e, in molti casi, rappresentiamo una porta di accesso al mondo del lavoro e ai mercati, soprattutto per giovani creativi provenienti dal centro-sud Italia. Nell’ultimo triennio Altaroma, affinando meglio il suo nuovo ruolo, è riuscita anche a dare più efficacemente il suo contribuito nell’introdurre nuova linfa nel sistema moda italiano, ottimizzando le sinergie con Firenze e Milano” - afferma Silvia Venturini Fendi.

Di seguito la gallery con i vari personaggi che hanno partecipato ad Altaroma.



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Gianluca Grignani è la prima sorpresa musicale del 2020

di Laura Frigerio

Come sarà il 2020 sul fronte musicale? Un piccolo assaggio possiamo averlo stanotte, con lo scoccare della mezzanotte, sintonizzandoci su RTL 102.5 dove avremo il piacere di ascoltare il nuovo singolo di Gianluca Grignani dal titolo “Tu che ne sai di me”.

“Scrivere una canzone è come scalare una montagna. Amo mettermi continuamente alla prova. È per questo che ho provato a comporre questa canzone mettendomi al pianoforte, da neofita. Poi ovviamente ci trovate le chitarre suonate da me, ispirandomi ad artisti come Eric Clapton, con lo stile più profondo che mi contraddistingue" - dichiara Gialuca Grignani, che definisce “Tu che ne sai di me” un “pezzo rock heavy”.

Questo sarà solo il primo assaggio del 2020 targato Grignani, che ha in programma la pubblicazione di una trilogia di album dal titolo “Verde Smeraldo” e inizierà una nuova avventura come talent scout con il suo studio di registrazione Fabbrica di Plastica e la sua etichetta Falco a metà.


crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Valentina Gautier e il suo messaggio alle donne, in musica

di Redazione

È un ritorno dirompente quello di Valentina Gautier che, con il suo nuovo singolo “Corri che corre il tempo” (edito da Caliel e che anticipa il nuovo album in uscita la prossima primavera), sta conquistando le classifiche dell'airplay radiofonico e a solo due settimane dalla pubblicazione è in 24esima posizione.

Era da tempo che la cantautrice mancava dalle scene, ma ora la ritroviamo pronta a lasciare nuovamente il segno con la sua voglia di sperimentare e di fare la differenza, anche con le parole.


“Corri che corre il tempo” è una power ballad dal riff accattivante e dall'intensa carica emotiva, che al primo ascolto appare come un dialogo interiore con il proprio sé che esprime tutta la sua rabbia per lo scandire inesorabile del tempo vissuto come un demone, quando si prende coscienza di vivere una vita che non ci appartiene e ci si trova a un bivio: da un lato c'è una quotidianità senza significato, in cui si è ciechi prigionieri delle proprie regole, dall'altro la possibilità di cambiare ed essere se stessi riappropriandosi della propria identità, dei propri sogni e valori.

Come nella migliore tradizione del cantautorato italiano, indubbiamente un tema universale in cui molti si possono identificare attribuendo al testo i significati che più si adattano alle proprie esperienze personali e proprio perciò “Corri che corre il tempo” ben si addice al processo di identificazione di donne che hanno un vissuto di violenza domestica e psicologica, che subiscono in silenzio, alla loro lotta interiore tra sentimenti ambivalenti. Con questo brano l'artista, da donna, vuole fare un omaggio al mondo femminile in occasione del 25 novembre, ricorrenza emblema della lotta contro la violenza sulle donne, un tema che ha molto a cuore.

“La violenza nella violenza è ciò che facciamo a noi stesse se non ne usciamo e come tossiche rimandiamo il momento dell'ultima dose”.

“Nulla sarà mai più come prima quando hai attraversato l'inferno, ma porterai fiera i tuoi lividi indelebili in ricordo della leonessa che sei”.

“Non voglio essere guardata con commiserazione, sono una guerriera. Voglio essere guardata con ammirazione, sono un eroe che ha saputo battersi e ha vinto”.

 

(Valentina Gautier)

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Angelique Cavallari alla 35esima edizione dell’Alexandria International Film Festival

di Redazione

Angelique Cavallari è stata tra i protagonisti della 35esima edizione dello storico Alexandria International Film Festival, che si è tenuto dall'8 al 13 ottobre.

L'attrice, poetessa e artista italo-francese è stata Presidente di Giuria della sezione cortometraggi per i Paesi del Mediterraneo.

Presidente della giuria per i lungometraggi invece Pierre-Henri Deleau, selezionatore storico della Quinzaine des réalisateurs del Festival di Cannes. Questa è la seconda volta che, in rappresentanza dell'Europa, Angelique viene invitata a questo prestigioso festival che definisce “Un meraviglioso incontro di culture tra Medio Oriente, Europa e Africa del Nord, unite al Festival di Alexandria d Egitto dal Mar Mediterraneo per celebrare insieme la 7°arte : il Cinema!”. Tutti i paesi che si affacciano sul Mar Mediterraneo, infatti, partecipano alla kermesse che si svolge nella città di Alexandria d'Egitto in cui si trova la storica Libreria e il meraviglioso Teatro dell'Opera appena ristrutturato, dove si sono svolte quest'anno le cerimonie di apertura e di chiusura (con premiazione) del festival.

La giuria presieduta da Angelique Cavallari, composta da 7 membri tra cui produttori, scrittori, registi e attori provenienti da Egitto, Croazia, Libia, Algeria e Malta ha premiato questi film: “The Van” di Erenik Beqiri, “My Tyson” di Claudio Casale, “Pierre's Heart” di Olivier Binder e “The Old Man and the Mountain” di Mohamed Rida Gueznai. “Siamo arrivati a questo responso dopo aver visto quaranta film, provenienti da Siria, Libia, Montenegro, Italia, Francia, Tunisia, Marocco, Algeria, Spagna, Grecia, Croazia, Bosnia& Erzegovina, Egitto, Turchia , Giordania..” - spiega Angelique. L'attrice, amata in Europa ma anche in Medio Oriente, è stata anche una delle invitate d'onore al Consolato di Francia ad Alexandria d'Egitto, proprio in quanto attrice italo-francese.

Il cinema italiano e francesce, infatti, godono infatti di grande popolarità in Egitto. Per quanto riguarda i prossimi progetti di Angelique Cavallari, possiamo anticipare che presto tornerà a girare per l'Italia e non solo con il poetico e profondo “La Nuit”, un film breve firmato da Stefano Odoardi di cui é protagonista dove interpreta la musicista Lelé affiancata da Alessandro Intini . In questa nuova opera filmica potremo ascoltare anche alcuni dei brani inediti da lei composti per “Collection A”, progetto tra elettronica e poesia.

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Venezia 76: che ne pensate del look sfoggiato da Elettra Lamborghini ?

di Laura Frigerio

La 76esima Mostra del Cinema di Venezia si sta per concludere e, ripensando ai look che abbiamo visto sfilare sul red carpet, possiamo dire che tra i nostri preferiti c’è l’abito rosso indossato da Elettra Lamborghini.

Sensuale al punto giusto, tanto da rendere pienamente la sua natura esplosiva. Insomma, un capo perfetto per lei. Non a caso arriva dalla sua omonima line, ovvero Elettra Lamborghini Couture.
Gli accessori scelti in abbinamento sono invece di JF London.

Per noi è un si!

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Gianluca Mech alla 76esima Mostra del Cinema di Venezia

di Laura Frigerio


In questi giorni, sul red carpet della 76esima Mostra del Cinema di Venezia, abbiamo visto passare molti volti noti anche italiani.


Tra di loro l’opinion maker ed esperto in nutrizione Gianluca Mech, che è stato avvistato in compagnia della madrina del Festival Alessandra Mastronardi e di Elvia Llauder, attrice, giornalista e presentatrice tv spagnola.

D’altra parte il rapporto tra Gianluca Mech e il cinema è molto stretto. Ha infatti partecipato, come attore, ai film “Natale al Sud” e “Loro chi?” regalandoci poi un bel cameo nella fiction “Il bello delle donne”. Recentemente invece ha partecipato alle riprese del film “Stay Calm” accanto alla star hollywoodiana Billy Zane.

Attualmente Mech è ospite fisso nel programma su Rete4 di Mengacci “Ricette all’Italiana” all’interno della quale dispensa ai telespettatori preziosi consigli legati alla bellezza e al benessere e conduce “Belli dentro, belli fuori” su La7 con Roberta Capua e Margherita De Bac.

Mech nasce come divulgatore scientifico, esperto ed opinion maker in nutrizione e cura del corpo ed erede di una tradizione erboristica antica sulle cui basi ha dato vita al notissimo programma di dimagrimento fitochetogenico Tisanoreica. Recentemente inoltre Mech ha avviato collaborazioni con Ivana Trump e Sarah Ferguson per combattere il problema dell'obesità anche all'estero. E’ appena stato negli Usa per la prima tappa del suo tour in una delle città “più obese” degli Stati Uniti, New Orleans.

Crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Matteo Perin firma gli abiti di John Travolta nel nuovo video di Pitbull

di Redazione

Continua la collaborazione tra Matteo Perin e John Travolta. Stavolta lo stilista italiano firma i capi indossati dall'attore in “3 to Tango”, il nuovo videoclip di Pitbull, di cui è protagonista. Un video in cui John torna ad una sua antica passione, ovvero il ballo, scatenandosi in un passionale e vorticoso tango con delle sensuali fanciulle.

L'attore, che si mostra ancora una volta in splendida forma, indossa uno smoking blu notte con camicia bianca e mocassini: il tutto firmato come sempre da Matteo Perin, che ormai da diversi anni crea i capi indossati da John Travolta, sia in scena che nella vita privata.

Perin si definisce un “lifestyle designer” proprio per questo motivo, perché riesce a creare look e guardaroba appositamente per il lifestyle di ogni persona. Da avvocati e imprenditori a star del jet-set internazionali, non ci sono look che Perin non possa creare.

leggi di più

SodaStream featuring Tori Spelling

di Laura Frigerio

Il 7 agosto, negli Stati Uniti, tornerà la serie tv Beverly Hills 90210 con un revival che prevede la partecipazione del cast originale tra cui Tori Spelling.


L’attrice non ha potuto fare a meno di abbracciare questo mood che ci sta riportando negli anni’90 e ha collaborato con SodaStream alla realizzazione di un gasatore che vuole proprio omaggiare quel decennio, ricordandone il lato più divertente, colorato e innovativo. E al tempo stessa si celebra, in chiave moderna, la lotta alla plastica monouso.

“Con il ritorno degli anni Novanta abbiamo deciso di celebrare questa fantastica decade ricordando però che non tutti i trend dovrebbero tornare di moda e l’uso della plastica monouso è uno di questi!” - ha dichiarato Matti Yahav, Chief Marketing Officer di SodaStream International.

“Alcuni dei miei ricordi, trend e miti arrivano dagli anni Novanta” - ha commentato Tori Spelling - “Sono entusiasta della collaborazione con SodaStream per creare questo prodotto cool con l’obiettivo di accrescere la consapevolezza sul tema della plastica monouso”.

Oltre a rispettare il pianeta, SodaStream è un alleato importante per rimanere idratati in estate. È dimostrato, infatti, che chi usa SodaStream beve più acqua: il 43% in più rispetto agli altri. Ma i benefici non finiscono qui, perchè SodaStream elimina anche inutili viaggi al supermercato, mettendo fine al trasporto di pensati bottiglie d’acqua. I gasatori SodaStream trasformano la comune acqua del rubinetto in deliziosa acqua frizzante in maniera semplice e divertente.

Il gasatore Tori https://sodastream.com/products/tori è in vendita a costo di $90 (per ricordare gli anni Novanta anche nel prezzo) e disponibile su richiesta inviando una mail a info@sodastream.it.

leggi di più

Federica Pellegrini vince i 200 stile ai mondiali con Jaked

di Laura Frigerio

Abbiamo tutti ammirato la straordinaria performance di Federica Pellegrini che, ai Mondiali di nuoto in Corea del Sud, ha conquistato l’oro nei 200 stile libero.


E in quel momento la nostra campionessa indossava JK-One, la nuova edizione del costume da competizione firmato Jaked che ancora una volta sbalordisce per la sua capacità idrodinamica, regalando all’atleta prestazioni eccellenti, grazie al finissaggio esterno, esclusivo e all’avanguardia, ma soprattutto alla particolare costruzione del costume, che prevede tagli di tessuto orientati longitudinalmente e nastri poliuretanici ad alta tenacità, estremamente elastici.

leggi di più