Milano Moda Donna: la collezione Fall-Winter 2019/2020 di Maryling

di Laura Frigerio

È in corso Milano Moda Donna e i vari brand stanno presentando le loro collezioni Fall-Winter 2019/2010.

A fare centro, ancora una volta, è MARYLING che ci ha trascinato in un viaggio nel cuore della città, attraversando strade, lasciandosi sorprendere dalla street art, con la testa dominata dallo skyline in una dimensione sospesa, in bilico tra passato e futuro, tra vecchio e nuovo, che diventa un vero e proprio patchwork di sensazioni e di emozioni urbane capaci di tracciare il solco dell’ispirazione.


Quella presentata è una collezione urbana che diventa manifesto di una visione artistica intensa, fatta di colori unici e vivaci, all’insegna di un mood underground palpitante, che dai murales arriva fino ai capolavori conservati nei musei e che nelle cromie ha il suo centro ideale e ne diventa espressione couture.

Metropolis Winter Rainbow: tratti e colori dello stile sono traslati dalla rilettura del futuro distopico e a tratti caotico di “Metropolis”, celebre film di Fritz Lang e dall’ intensità e dall’espressionismo della corrente artistica berlinese.

Ne nasce una collezione d’avanguardia in cui la verve espressionista non è solo un affair di tavolozza ma coinvolge le forme e le silhouette dove la purezza dei tagli e delle linee è messa in risalto da tessuti speciali, che contengono l’anima di un espressionismo vibrante e ricco di tinte. Perché sono proprio i colori, i loro intarsi, gli intrecci ricchi di sensazioni visive che diventano tattili grazie alla loro forza intrinseca.


La moda diventa arte e sfila su capolavori del guardaroba femminile di cui le texture sono una signature identificativa e si fanno portavoce di una contemporaneità tout court di stile che ha radici nel passato e nel futuro, rivelando la vera essenza di un’arte nella sua continua evoluzione. Perché se la vera eleganza è la manifestazione di una mente indipendente, lo stile libero che ne deriva ne diventa il veicolo privilegiato.

leggi di più

Alla scoperta di Fiorella Ciaboco e della sua moda

di Laura Frigerio

Nel cuore di Milano (in Via de Cristoforis, 5) si trova lo showroom di Fiorella Ciaboco.

Sviluppato su due piani, è accogliente al punto giusto tanto da sentirsi come a casa propria e non volere più andare via.

Questo è quello che succede quando ti fermi a chiacchierare con Fiorella, una donna piena di grinta e passione per il proprio lavoro, che ha iniziato quando era giovanissima nella sua città di origine, Sassoferrato, un paese che si affaccia nella provincia di Ancona e conta poco più di 1.000 abitanti.

 

Fiorella Ciaboco, ama definirsi “sarta” con una gran passione per la moda e per il made in italy nel senso più puro, anche quello del buon cibo e del buon vino ma, prodotti rigorosamente in Italia. Realizzare abiti su misura capaci di esprimere la personalità di ogni donna.


Questo è quello che ama fare da tanti anni, fin da quando giovanissima, si diploma in modellistica a Perugia e a 21 anni apre il suo primo piccolo laboratorio a Jesi, dove a differenza di Sassoferrato, l’aria che si respirava era quella di una cittadina con ampie risorse e prospettive, una città più “industrializzata” tant’è che sin dalla fine dell’ottocento viene definita la “Milano delle Marche”. Qui Fiorella acquisisce ancora più competenze e si impadronisce per sempre di quella che ancora oggi è la sua arte.


Ogni capo che viene prodotto nella sartoria di Fiorella, ha una sua storia, fatta di scelte accuratissime del tessuto, della confezione, del progetto completo, con una ricerca della perfezione quasi maniacale. I tessuti, i ricami, gli accessori che vengo utilizzati per la confezione di ogni abito, realizzato su misura, vengono messi a disposizione di ogni cliente che li sceglie in sinergia con Fiorella, così da creare un prodotto unico e ineguagliabile.

Quello che distingue Fiorella è proprio il non omologarsi ai dettami che impone la moda, in un determinato periodo. Un’eleganza senza tempo, dettata da forme anche classiche, ma rivisitate nel tempo e rimodellate con nuovi tessuti, anche tecnologici. Fiorella Ciaboco inoltre, si distingue per l’amore e il rispetto per l’ambiente e per l’ecologia. Tante sono le donne che hanno nel proprio armadio una pelliccia che non usano più perché ormai fuori moda. Grazie alla maestria e le competenze della “sarta” Fiorella, è possibile rimettere a modello la propria pelliccia per ritrovare quindi un capo nuovo e con un pelo lucente che altrimenti avrebbe finito il suo corso dentro ad un armadio.

A proposito di Sartoria Fiorella Ciaboco
Fiorella si specializza giovanissima in modellistica e apre il suo primo laboratorio sartoriale sfidando la diffidenza e i pregiudizi di un piccolo paese di provincia. Appassionata, esigente e determinata sviluppa e ingrandisce la sua attività avvalendosi di maestranze specializzate. Oggi i suoi capi su misura, oltre che sul territorio locale, sono conosciuti e apprezzati da clienti di molte altre città come Roma, Milano, Melbourne, Montecarlo, Londra, Perth in Australia. La sartoria Fiorella di Jesi, attiva dal 1986 nel mondo della moda femminile, si distingue per l’elevata qualità del prodotto su misura e per uno stile imprenditoriale creativo e innovativo.
Nel 2002 la sartoria avvia un ponte con il mercato milanese che nel 2010, per soddisfare la domanda crescente di un pubblico alla ricerca dell’abito fatto a mano, si concretizza con l’apertura di una sede in Corso Como, 9. Questo nuovo atelier si trasferisce poi in una sede più grande in Via Carlo de Cristoforis 5, a due passi da Piazza Gae Aulenti. La presenza su Milano rafforza le numerose collaborazioni che Fiorella attiva per realizzare progetti speciali in cui il proprio prodotto artigianale incontra e si confronta con il meglio della cultura della sua regione: la buona tavola, i vini eccellenti, il panorama, il teatro, l’arte, la musica.
L’Atelier diviene anche meta per delegazioni estere che, attraverso giornate workshop, possono vivere un’esperienza a contatto con le maestranze e le tipiche lavorazioni sartoriali. Anche l’organizzazione delle sue sfilate non tradisce il suo bisogno di raccontare la bellezza di un mestiere unico, quello di creare uno stile su misura. 

leggi di più

Milano Moda Donna: Raffaele Tufano presenta la sua collezione

di Laura Frigerio

Milano Moda Donna F/W 2019/2020 (19-25 febbraio) si prospetta piuttosto ricca di eventi. Tra questi “Volkswagen International Fashion Week Autocogliati Milano”, che si terrà domenica 24 febbraio alle ore 15.30 in Via Gallarate 253, durante il quale sarà presentata la nuova collezione dello stilista campano Raffaele Tufano.

Quest'ultimo, per la realizzazione degli abiti, si è ispirato alle grandi donne del mondo del cinema e della musica come Madonna, Sophia Loren, Anna Magnani e Monica Vitti. Le sue creazioni rappresentano una donna che ama il bello, in cui la tradizione tessile campana (dai merletti ai pizzi, alle sete di San Leucio) si sposa ai diversi stili che lo stilista partenopeo unisce in maniera armonica, tra classico e contemporaneo.

Una collezione che tra passato e presente ci accompagnerà in un magico mondo di tessuti pregiati, pietre naturali e colori romantici e classici. 
«Poter presentare le mie creazioni nel corso della Milano Fashion Week – commenta Raffaele Tufanoè un sogno che si realizza. Sicuramente questo risultato è il frutto di un lavoro che ho portato avanti negli anni, con amore e dedizione. I miei abiti nascono da esperienze che vivo nel quotidiano, dagli incontri con le persone, da quello che osservo a quello che ascolto. La collezione che proporrò a Milano ha come protagonista la donna, mettendo in risalto la sua bellezza, la semplicità, il fascino che la contraddistingue. Porterò a Milano il meglio dell’artigianato campano. Oltre ai miei abiti, anche gli accessori portano la firma di artigiani partenopei. Questa occasione è molto importante per me. Ringrazio pertanto tutte le persone che ogni giorno mi supportano e mi sopportano, senza le quali non avrei mai raggiunto questo obiettivo. In particolar modo Emanuele Sicignano Management, senza il quale non avrei mai avuto questa grande opportunità di sfilare a Milano. Inoltre ringrazio il mio braccio destro Fulvio Scarpati, le sarte Carmela Maione, Anna Marciano e Maria Palumbo che hanno realizza i miei abiti, il mio sarto e maestro Tammaro Cristiano e il figlio Domenico, che grazie alla loro maestria e professionalità hanno realizzato le giacche».




Anche gli accessori portano la firma di artigiani campani. Albano ha creato una nuova linea di scarpe proprio per Tufano. E ancora Rosanna Bianco Gioielli, brand con più di vent’anni di esperienza, che per l’occasione ha realizzato collane con pietre naturali, giade incastonate e zirconi.
Le borse portano invece la firma di AV Exclusive Creations di Anna Vitolo, che ha creato delle borse in tessuto San Leucio con il manico ad intreccio di metallo, mentre i bustier sono delle creazioni di Rossella Risi della Casa del Busto di Maria Mangieri.

 

CHI E' RAFFAELE TUFANO

Con una passione innata per la moda, Raffaele Tufano si diploma al liceo artistico e studia all’Accademia d’Alta Moda Koefia a Roma. A 18 anni realizza il suo primo abito da sposa, ispirato ad un tulipano, e nel 1997 crea il brand Raffaele Tufano. Nel corso della sua crescita artistica ha frequentato stage da Valentino, Sarli e Capucci, prendendo parte a diverse sfilate tra Roma, Milano e Parigi. Dai grandi maestri ha attinto la forza creativa, la professionalità e l’amore per il suo lavoro.
Tufano si definisce un romantico metropolitano, uno spirito libero che cerca ispirazione in tutto ciò che è bello, dal profumo di un fiore ai colori di un quadro o di un paesaggio, da una bella storia di un libro o da un’emozione o un incontro che vive nel suo quotidiano.

leggi di più

Milano Moda Donna F/W 2019/2020: gli Alumni dell'Istituto Marangoni in passerella

di Laura Frigerio


Manca ormai pochissimo all’inizio della Milano Fashion Week F/W 2019/2020, che animerà il capoluogo lombardo con classe e glamour dal 19 al 25 febbraio.

Numerosi gli stilisti che presenteranno le loro collezioni. Tra di loro molti gli Alumni di Istituto Marangoni.


Talenti protagonisti del fashion system internazionale, con cifre stilistiche e percorsi di carriera differenti, ma tutti accomunati da un’esperienza formativa di alto profilo, maturata nelle aule e nei laboratori della storica School of Fashion di Milano.

È qui che ogni anno migliaia di studenti, provenienti da ogni parte del mondo, condividono esperienze, sfide impegnative, e soprattutto, un sogno: quello di costruirsi un futuro nel mondo della moda.  


Tra questi giovani ambiziosi e capaci, ritroviamo Alberto Zambelli, stilista dallo stile deciso e raffinato, che aprirà con la sua sfilata la Fashion Week, e RicoManchit Au, fondatrice del brand cinese Ricostru, che coniuga eleganza rigorosa, ricchezza di materiali e dettagli ricercati.

La sfilata di Moschino, tra i più celebri Alumni di Istituto Marangoni, chiuderà la giornata di martedì.  Il giorno dopo sarà invece il momento delle presentazioni di Martina Cella, che nel 2014 ha creato il brand “Martinacella”, supportato dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, e di Gilda Ambrosio, che, dopo il percorso di studi in Istituto Marangoni, è ora tra le designer ed influencer più famose del momento, anche grazie al successo del suo marchio “Attico”.  
Tra gli allievi di Istituto Marangoni, compaiono anche il designer giapponese Harunobu Murata, che venerdì svelerà al pubblico il suo estro per le creazioni del prossimo autunno inverno e Nicola Brognano, vincitore dell'edizione 2016 di Who's On Next, che sfilerà sabato. Sulle passerelle, anche l’eleganza e lo stile unico di Laura Aparicio, audace fashion designer colombiana che, dopo il diploma in Fashion Design presso Istituto Marangoni nel 2013, ha lanciato con successo il suo brand omonimo.  

Molto attesi anche la presentazione di Plan C, che ha debuttato l’anno scorso sotto la direzione artistica dell’alumna Carolina Castiglioni, e di San Andrès, raffinato brand dallo stile sartoriale e neo-rètro ideato dal messicano Andrès Caballero.  L’Italo-brasiliana Paula Cademartori, da tempo un nome importante e riconosciuto nel fashion system, presenterà la sua ultima collezione dai tratti distintivi e dalle sofisticate linee geometriche.  

Riflettori puntati anche su Francesco Alagna, che, dopo il Master in Fashion Buyer in Istituto Marangoni, fonda il marchio indipendente Comeforbreakast.  La fashion week segnerà inoltre il debutto dall’alumnus Rodolfo Paglialunga come nuovo direttore creativo di VGrass Studio, giungendo a questo nuovo progetto dopo una brillante carriera in Romano Gigli, Prada, Vionnet e Jil Sander.  

Infine, tra i 12 brand emergenti selezionati da Camera Nazionale della Moda Italiana all’interno del Fashion Hub Market che presenteranno le loro collezioni prêt-à-porter e accessori, compaiono Angelia Ami, brand ideato e lanciato dalla fashion designer e alumna Angelia Corno, lo stilista indiano Dhruv Kapoor, fondatore dell’omonimo brand, e Emma Raphaelle Rotenberg, ideatrice del label Rowen Rose.

leggi di più

Le borse Radley London e Ottaviani su QVC

di Laura Frigerio

Vi capita mai di fare degli acquisti via tv? Noi vi consigliamo di provare, perché ne vale la pena. Questo soprattutto su QVC (canali 32 Digitale Terrestre e tivùsat e 475 di Sky), che ogni giorno ha delle meravigliose proposte di vario tipo.


Un esempio? Le borse Primavera Estate 2019 dei brand Radley London e Ottaviani.

Eccole, con i codici per ordinarle (dall'11 febbraio):

Art. 622592
Clutch gioiello in velluto con cristalli e perline. Tracolla con catena.
Prezzo: 244,80 euro
Citazione: Ottaviani su www.qvc.it

Art. 622593
Clutch gioiello con ricami in pizzo con strass e cristalli. Tracolla con catena.
Prezzo: 298,80 euro
Citazione: Ottaviani su www.qvc.it

Art. 622594
Clutch gioiello in tessuto ricoperto da pailettes e cristalli. Fodera in raso.
Prezzo: 179,80 euro
Citazione: Ottaviani su www.qvc.it

Art. 125395
Borsa a mano Kew Palace in pelle con tracolla removibile.
Prezzo: 209,67 euro
Citazione: Radley London su www.qvc.it

Art. 125397
Borsa a mano Palace Street in pelle con tracolla removibile.
Prezzo: 224,46 euro
Citazione: Radley London su www.qvc.it

Art. 125398
Borsa a tracolla Rose Castle in pelle con interno foderato.
Prezzo: 179,60 euro
Citazione: Radley London su www.qvc.it

Art. 125405
Borsa a spalla Fountain Road in pelle con interno foderato.
Prezzo: 239,80 euro
Citazione: Radley London su www.qvc.it

Art. 125399
Zaino Babington in pelle multitasche.
Prezzo: 199,80 euro
Citazione: Radley London su www.qvc.it

Art. 125417
Pouch in pelle Embellished Pouch con ricami floreali e chiusura a zip.
Prezzo: 149,10 euro
Citazione: Radley London su www.qvc.it

Art. 125403
Portafoglio in pelle Kew Palace multitasche. Chiusura a bottone.
Prezzo: 88,80 euro
Citazione: Radley London su www.qvc.it

leggi di più

Grande successo per l'evento World Of Fashion

di Redazione

Si è tenuta nella magnifica cornice di Palazzo Brancaccio la 21esima edizione del World Of Fashion. Crocevia di un incontro, ideato e diretto da Nino Graziano Luca. A sfilare quest’anno sono state le magnifiche creazioni realizzate da importanti stilisti provenienti da tutto il mondo.

Tra i presenti in questa edizione del World Of Fashion:

ADDY VAN DEN KROMMENACKER (OLANDA)
Lo stilista delle celebrities che ha presentato la collezione Out of Africa che trasuda safari, rievoca leopardi, fiori africani selvatici e nuove stampe, combinati con la femminilità e i ricchi tessuti che lo hanno reso celebre. Le stampe sviluppate da Addy sono diventati negli ultimi anni una parte fondamentale del successo della collezione.


MARCELA DE CALA (SPAGNA)
Realizza abiti da sposa di lusso, disponibili in numerose boutique di moda in tutto il mondo. Usa i migliori tessuti di pizzo e seta per design raffinati che esaltano la semplicità e l’eleganza. Magnifici abiti immaginati per la sposa che vuole stupire e stupirsi nel giorno più importante della sua vita.


AZZURRA DI LORENZO (ITALIA)
Giovane stilista votata alla riscoperta della femminilità misurata e mai ostentata. Attualizzare l’eleganza, rispolverare un fascino sofisticato in grado di coinvolgere le clienti più giovani: questa è la nuova sfida in cui si sta impegnando Azzurra Di Lorenzo nel passare dalla “creazione su misura” alla produzione su ampia scala. Testimonial della sua collezione, l’attrice Milena Miconi (attualmente in teatro con lo spettacolo “Anche le formiche cadono”).

RUJJI BY RAJA EL RAYES (LIBIA)
I suoi disegni hanno origine a Tripoli e riflettono più largamente la storia libica, l'orgoglio della sua patria, coniugano passato e presente del suo paese come nella collezione passata dedicata al sito Patrimonio dell’Umanità Unesco di Tadrart Acacus. I tessuti da lei usati presentano ricchi ricami, con pietre preziose. Abiti con l’etichetta "Made in Libia" che era una cosa a lungo sognata da Raja che da sempre desidera che la gente di tutto il mondo possa comprare vestiti fatti in Libia.

Quest’anno, inoltre, sono state introdotte per la prima volta al World Of Fashion, delle splendide creazioni maschili, indossate da quattro attori d’eccezione: Maurizio Matteo Merli (Attore e regista, prossimamente dietro la macchina da presa del suo primo lungometraggio dal titolo “Il primo degli ultimi”); Gilles Rocca (Attore e regista di successo, prossimamente nella fiction Rai “L’Aquila Grandi speranze”); Giuseppe Panebianco (attore di numerose fiction, impegnato come autore in un importante progetto cinematografico ancora Top Secret) e Ballde Bassirou (giovane attore che sarà presente nel prossimo film di Nanni Moretti).

GIORGIA LINGERIE (ITALIA)
Nasce con un concetto di lingerie un po’ fuori dagli schemi. Colore predominante è l’oro, un colore caldo, solare, energico che si abbina alle tinte soft, presenti nella collezione.


MARINA CORAZZIARI GIOIELLI (ITALIA)
Il suo stile eclettico mediterraneo fonde il neo-etnico con il liberty, il barocco con il post-industriale. Bagliori d'oriente e design occidentale si incontrano nei suoi preziosi monili. Gli astratti simbolismi bizantini e le tessiture intreccio tipiche delle aree stilistiche dell'africa nera si fondono con elegante maestria nei suoi gioielli. Intere parure realizzate con coralli, turchesi, topazi e avorio, acquemarine e topazi azzurri, giade ed ambre incastonate in lastre d'argento e d'oro per celebrare linee e colori del mediterraneo multiculturale.

Nel corso dell’evento sono stati consegnati, inoltre, i World Of Fashion Award agli stilisti partecipanti ed agli Enti e personalità impegnati nella promozione della moda, dell’arte e dei progetti etici.
I premi come sempre sono realizzati dal Maestro Orafo del Festival di Sanremo Michele Affidato. Tra coloro che hanno ricevuto il World Of Fashion Award, oltre gli stilisti presenti, anche la Prof.ssa Maria Rita Parsi per la Cultura; Antonio Preziosi (direttore di Rai Parlamento) per il Giornalismo.

Il World of Fashion è uno gli appuntamenti più seguiti e attesi del Calendario Ufficiale di Altaroma con oltre cinquecento ospiti che assistono mediamente all’evento ideato e diretto da Nino Graziano Luca.

Personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo, ambasciatori, giornalisti, buyer, imprenditori ed esponenti della nobiltà per una passerella d’eccezione che fa della moda un catalizzatore di costumi, usanze, tradizioni e ideali. «Il World of Fashion – ha commentato Nino Graziano Luca - lancia un messaggio di speranza: il dialogo tra le culture è possibile se si usano linguaggi della moda e più in generale delle arti». Una filosofia confermata dal backstage alla scena. Dalla perfetta interazione tra gli stilisti all’atmosfera in platea. Un ricco parterre entusiasta ha assistito alla serata.

Tra i presenti: Biancamaria Caringi Lucibelli (organizzatrice del Galà delle Margherite che quest’anno – ha annunciato Nino Graziano Luca durante la serata – arriverà alla sua 30^ edizione), Cinzia Malvini di La7, le attrici Michelle Carpente, Miriam Galanti, Katia Greco, Jennifer Mischiati, Erika Marconi, Marilù De Nicola, gli attori Raffaello Balzo, Andrea Vico, la Principessa Maria Pia Ruspoli, la fashion blogger Camilla Sentuti, il Principe Guglielmo Marconi Giovanelli, Fanny Cadeo, Sante Orrico Patron di Moda Movie, lo stilista Anton Giulio Grande, il regista Rai Giuseppe Sciacca, la giornalista Emanuela Gentilin di Canale 5, Susanna Lemma giornalista del tg1, la Principessa Irma Capece Minutolo, Lara Comi direttrice della scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma, N. H. avv. Antonio Lazzarino De Lorenzo, il parlamentare Felice Mariani, il Prefetto Fulvio Rocco, la giornalista Dina De Fina, Samya Abbary conduttrice di Non Solo Moda Il giornalista del Corriere della Sera Max Pucciariello, Chiara Beghelli de Il Sole 24 ore, Dewi van de Weerd Ambasciatrice del Regno dei Paesi Bassi in Italia, Bernadette Klosch, ministro plenipotenziario dell'ambasciata d'Austria, Dagmar Schmidt Tartagli Ministro dell'Ambasciata della Svizzera in Italia, l’Ambasciatore del Kuwait Sheikh Ali Khaled Al Sabah e la consorte Dr.ssa Sarah Al Rakayan, l'Ambasciatore dell'Arabia Saudita H.R.H. Prince Sheikh Faisal bin Sattam bin Abdulaziz Al Saud e la consorte HRH Princess Jawaher bint Mohammed N Al Saud, Rocio e Cinzia Ana Cortejosa editori di Ufashon, Barbara Molinario di Fashion News Magazine, l’Avvocato Antonio Capparelli, Direttore Generale dell’Università degli Studi di Cassino, Josephine Alessio di RaiNews24, Eva Crosetta, conduttrice su Rai2 del programma Sulla Via di Damasco.

leggi di più

AltaRoma: la 21a edizione del World of Fashion

di Laura Frigerio

Uno degli eventi clou di AltaRoma è la 21esima edizione del World of Fashion (crocevia di un incontro, ideato e diretto da Nino Graziano Luca), che si terrà domenica 27 gennaio nella magnifica cornice di Palazzo Brancaccio.


A sfilare quest’anno saranno magnifiche creazioni realizzate da importanti stilisti provenienti da tutto il mondo.

Tra quelli che saranno presenti in questa edizione: Addy Van Den Krommenacker (Olanda); Azzurra Di Lorenzo (Italia); Giorgia Lingerie (Italia);  Marcela De Cala  (Spagna);  Marina Corazziari Gioielli (Italia);  Rujji by Raja El Rayes (Libia).

L'obiettivo del World of Fashion è il sostegno dei giovani talenti della moda. Si tratta di un evento realmente internazionale visto che in questi anni ha ospitato circa sessanta stilisti provenienti da 25 paesi: Egitto, Libia, Dubai, Qatar, Libano, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Giordania, Bahrain, Kuwait, Colombia, Paraguay, Argentina, Albania, Cipro, Bulgaria, Thailandia, Sudafrica, Tunisia, Cina, India, Palestina, Malta, Olanda e ovviamente dall’Italia. 


Presenti ogni anno circa cinquecento ospiti: personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo, ambasciatori, giornalisti, buyer, imprenditori ed esponenti della nobiltà per una passerella d’eccezione che fa della moda un catalizzatore di costumi, usanze, tradizioni e ideali.

«Il World of Fashion lancia un messaggio di speranza: il dialogo tra le culture è possibile se si usano linguaggi della moda e più in generale delle arti» - ha commentato Nino Graziano Luca.
Una filosofia confermata dal backstage alla scena. Dalla perfetta interazione tra gli stilisti all’atmosfera in platea.


Nel corso dell’evento vengono abitualmente consegnati i World of Fashion Award agli stilisti partecipanti ed agli Enti e personalità impegnati nella promozione della moda, dell’arte e dei progetti etici. I premi come sempre sono realizzati dal Maestro Orafo del Festival di Sanremo Michele Affidato.

leggi di più

AltaRoma: presentata la collezione FW 19/20 di Angelia Ami

di Laura Frigerio

È attualmente in corso AltaRoma e, tra i brand protagonisti, c'è anche Angelia Ami che ha presentato la sua collezione Fall Winter 2019.

Una collezione che prende vita a New York, inaugurando con questo viaggio un nuovo capitolo.


“90 Riverside Drive” introduce infatti l’evoluzione nomade ed internazionale del brand: un luogo molo caro alla designer, oggi giunta alla sua quinta collezione.

La collezione, da un punto di vista ironico ed attuale, trae ispirazione delle icone di stile della socialité newyorkese (da Carolyn Kennedy-Bassette a Louise Melhado, da Nina Grissom a Marella Agnelli) ricercando, in questi archetipi dell’immaginario precious, una sofisticatezza che superi l’effimero. Capispalla dalle vestibilità over si abbinano a pantaloni classici con pence, camicie dai tagli maschili convivono con disegni animalier in trasparenza, accompagnati da sneakers e perle dalle forme irregolari.

La ricerca sui capospalla parte dai tessuti classici: panni lana in marrone, beige e fantasia pied de poule, velluti lisci e a coste, spostandosi poi sui toni dell’arancio con nappa e tessuti tecnici, quindi il camoscio bordeaux, lo spalmato lucido e una punta di lilla. La selezione dedicata agli abiti e alla camiceria alterna satin di seta a disegni animalier, stampati e riportati su jacquard, quindi gingham giapponesi accostati a nappe leggere e jersey di viscosa: torna il lilla, con una scala di grigi, marroni, beige e bianchi, chiari e delicati.

Una proposta eterogenea di capi versatili, armonizzati tra loro da un lavoro di layering comune. Manhattan riassume in sé le sfumature della donna Angelia Ami: un punto di vista privilegiato dell’esplorazione del nuovo femminile. Una donna indipendente, eclettica nel pensiero e nello stile ma anche intelligentemente attratta dal nuovo che, grazie ad abbinamenti differenti, esprime il proprio io grazie ad un guardaroba dalla sofisticazione classica.


(Sunglasses support by Retrosuperfuture)

leggi di più

Mara Venier per Luisa Viola

di Laura Frigerio

 

Mara Venier si gode il successo della sua "Domenica In", dove appare sempre elegantissima.

 

D'altra parte la conduttrice non ha mai fatto mistero di avere una certa passione per la moda, tanto che nel 2016 è nato il suo sodalizio con Luisa Viola, che continua ancora oggi.

 

È stata infatti presentata la nuova collezione A/I 2019 della linea "Mara Venier per Luisa Viola", con cui rende onore e giustizia a tutte le donne normali che amano vestirsi con comodità. 

E pare che ancora una volta abbia fatto centro!

leggi di più

Pitti Immagine Bimbo: il brand Monnalisa presenta la collezione Tom e Jerry

di Laura Frigerio

In occasione di Pitti Immagine Bimbo, a Firenze, Monnalisa presenta una collezione ispirata a Tom e Jerry, che unisce il divertimento e la spensieratezza del celebre cartone animato e l’approccio fresco ed esuberante del brand nel design per ragazze.

 

Si tratta della collezione Autunno Inverno 2019/2020 che verrà poi lanciata in 750 store multibrand e 41 boutique Monnalisa da luglio 2019.

Barbara Bertocci, Creative Director di Monnalisa, ha dichiarato : “Tom and Jerry sono divertenti e spensierati, qualità che riflettono perfettamente il valore del nostro brand e il nostro impegno nel creare vestiti stupendi per le ragazze. La nuova collezione è fresca e femminile sebbene conservi una profondità che rappresenta essenzialmente Monnalisa, leader in termini di qualità e design”

La collezione Tom e Jerry comprende jeans, giacche, abiti in jersey, t-shirt, morbidi maglioni e cardigan con la tavolozza di colori guidata da sfumature di crema, blu e miele. Bellissimi dettagli si aggiungono con glitter, stelle splendenti, strass ed effetti 3D.

leggi di più

Istituto Marangoni: borse di studio per i Master in collaborazione con prestigiosi brand

di Laura Frigerio

 

L'Istituto Marangoni si conferma già, anche per il 2019, una certezza per chi si vuole formare nel mondo della moda e del design.

 

Il nuovo anno, infatti, si apre con un ricco programma di borse di studio per i Master delle scuole di Milano, Firenze, Londra e Parigi,  realizzate in collaborazione con prestigiosi brand.

Il progetto prevede un totale di circa 40 partnership finalizzate all’assegnazione di altrettante borse di studio per coloro che hanno conseguito una laurea specialistica in fashion, business o marketing, oltre che ai professionisti che hanno già maturato esperienza nel settore.
Grazie all’assegnazione di queste importanti scolarship, i giovani talenti e professionisti potranno ottenere la copertura del 50% del valore dei corsi Master erogati nelle diverse sedi del gruppo.

Per partecipare all’assegnazione della borsa di studio sono stati studiati dei concorsi insieme ai partner aziendali coinvolti nell’iniziativa.
A firmare le prime collaborazioni saranno Ermanno Scervino, Etro, Balmain, Chantal Thomass e Poliform, che coinvolgeranno i candidati nell’ideazione di concept innovativi e strategici in differenti aree: dalla realizzazione vera e propria di outfit, fino allo studio di progetti digital e marketing per questi marchi internazionali che hanno segnato l’evoluzione della moda e del fashion system in tutto il mondo.

Reinventing a collection’ è la sfida lanciata dalla School of Fashion & Art di Firenze di Istituto Marangoni insieme a Ermanno Scervino. I partecipanti dovranno proporre dei digital print con tre total look per rappresentare un tributo alla collezione donna Spring-Summer 2019.

Traditional motifs, innovative prints’, l’accattivante titolo del progetto di scholarship sviluppato con Etro, da sempre riconosciuto nel mondo per la sua capacità di fondere sapienza artigianale a innovazione. Gli interessati sono invitati a presentare cinque grafiche contemporanee, ispirate ai motivi tradizionali del marchio da reinterpretare in chiave attuale.

Non poteva mancare un tema rivolto al mondo del social media marketing, ‘Digital audience: a strategy for monetization’, dedicato alla borsa di studio assegnata dalla storica e iconica maison francese Balmain Paris, che chiede di identificare una serie di attività marketing in grado di implementare la digital audience del brand.

The Paris School of Fashion, in collaborazione con Chantal Thomass, brand giocoso e irriverente che rappresenta la boutique chic di lingerie per eccellenza, presenterà la prima edizione del concorso ‘Brand extension for the contemporary consumer‘. L'obiettivo dato è quello di sviluppare idee innovative per estensioni future del marchio.

La scuola di Londra invece sigla una partnership con Poliform UK, una realtà industriale tra le più significative nel settore dell’arredamento internazionale, che con il contest ‘Shaping innovation through adaptive products’. Per aderire al progetto, si dovranno disegnare una serie di prodotti facilmente adattabili e malleabili, traendo ispirazione dalle collezioni del brand.

Oltre a queste prime prestigiose collaborazioni sono previste nuove borse di studio in partnership con brand internazionali di altissimo livello sia in ambito moda che design.

Importante: tutte le proposte vanno presentate entro il 21 gennaio 2019.
I corsi Master partiranno a febbraio 2019.
Per maggiori informazioni: https://scholarships.istitutomarangoni.com/

leggi di più

Gucci celebra l'Anno del Maiale con una collezione

di Laura Frigerio

Conoscete l’oroscopo cinese? Ebbene, il 5 febbraio inizierà l’Anno del Maiale e Gucci ha deciso di celebrarlo con una speciale collezione ricca di capi e accessori.

I motivi con maiali che decorano la collezione sono vari: in alcuni casi il soggetto è una rappresentazione disegnata da Gucci, in altri si tratta dei personaggi Walt Disney del cartone animato I Tre Porcellini del 1933.

Gli animali decorano un’ampia selezione di articoli creati appositamente per la collezione, che comprende capi d’abbigliamento da donna e da uomo, calzature, valigeria, piccola pelletteria e accessori.

L’immagine del maiale creata da Gucci spicca su pigiami da donna dai colori vivaci, un maglione intarsiato, t-shirt, felpe, berretti, calze, cardigan e magliette da uomo. Patch con il disegno de I tre porcellini di Walt Disney sono usati invece per decorare le sneaker ACE, zaini in tessuto Gucci Supreme, borse tote e portafogli, oltre ad una camicia oversize da donna in denim, una camicia da uomo e una blusa leggera.
L’immagine de I tre porcellini è raffigurata anche sul quadrante di un orologio.

Il poster originale Disney, inoltre, è stato stampato su una t-shirt bianca di cotone e su una felpa. Completa l’offerta un esclusivo modello di occhiali, nei toni del rosso, creato reinterpretando una delle forme esagonali della Maison.

Infine, giocando con il modo di dire “i maiali possono volare”, sono stati realizzati tre articoli di gioielleria (due spille e un bracciale) a forma di maiale con le ali in resina colorata e metallo con finiture oro anticato.

A partire da gennaio, la collezione, composta da 35 pezzi, sarà promossa attraverso i canali digital di Gucci e in selezionati negozi in tutto il mondo. Il 7 gennaio è stata lanciata in Cina, Hong Kong, Macau e su Gucci.com un borsa esclusiva. Tutti gli articoli verranno distribuiti con un packaging dedicato al capodanno cinese.

Anche le vetrine di alcuni selezionati negozi in Asia daranno risalto alla collezione: le pareti e i pavimenti verranno interamente rivestiti con tappezzerie in matelassé rosso con motivi a forma di maiale.


Il lancio della collezione sarà supportato da una campagna ad hoc. Scattate dal fotografo Frank Lebon, le immagini della campagna mostrano vari personaggi che conducono vite lussuose a New York in compagnia dei loro maiali domestici. Le foto, scattate nelle strade di Manhattan, a Central Park e in appartamenti riccamente decorati, vogliono risultare rilassate e spensierate, evidenziando il legame naturale tra uomo e animali.

Sulla App Gucci saranno disponibili speciali contenuti interattivi che daranno vita al personaggio del maiale: gli utenti avranno la possibilità di scattare selfie o filmare video ballandoci insieme.

leggi di più

La Rinascente dedica tre vetrine a Eleventy

di Laura Frigerio

 

Se in questi giorni vi capita di passare per il centro di Milano vi consigliamo di dare un'occhiata alla Rinascente, che ha deciso di dedicare tre vetrine alla collezione uomo Eleventy SS19 durante la Milano Fashion Week dall'11 al 21 gennaio.

Il pubblico internazionale, gli amanti del brand e la città potranno apprezzare lo stile Eleventy, che racconta la migliore tradizione manifatturiera italiana.

"Sono onorato di poter presentare i nostri prodotti in un contesto così importante, soprattutto in un momento di forte crescita della nostra azienda. Ci riteniamo ambasciatori nel mondo di un lusso responsabile, dell'artigianalità italiana e di uno stile sobrio, elegante, ma soprattutto moderno" - dichiara Marco Baldassari, CEO e direttore creativo uomo di Eleventy.

Ad oggi il brand Eleventy è distribuito in oltre 30 paesi tra i quali Stati Uniti, Russia, Turchia e Far East, grazie ad accordi commerciali con importanti partner locali. Le più recenti aperture hanno riguardato Istanbul, New York e Selfridges a Londra, dove Eleventy ha un proprio spazio dedicato.

A partire da fine gennaio, inoltre, il brand sarà presente da Harrods, altro traguardo prestigioso.

La partnership con Rinascente vede Eleventy già protagonista di uno spazio dedicato, di circa 90mq, all'interno del department store di Milano ed una presenza consolidata a Roma.
Le prossime aperture riguarderanno i punti vendita di Firenze e Torino.

leggi di più

Pitti Uomo 95: l'influencer Ludovica Pagani allo stand Kejo

di Laura Frigerio

Tra le persone note di passaggio a Pitti Immagine Uomo 95 (in corso a Firenze) anche Ludovica Pagani. L’8 gennaio l’influencer è stata protagonista con foto, video e interviste allo stand Kejo. Nello stesso spazio, il 9 gennaio in tarda mattinata, invece è stata la volta di Christian Vieri. Anche Vieri, come Ludovica Pagani, collabora con Futura Management

Chi è Ludovica Pagani? 
Ludovica Pagani è considerata una delle principali influencer italiane. Su Instagram ha oltre un milione e 700.000 fan, in crescita costante. Ognuna delle sue stories viene visualizzata mediamente da 350.000 persone, mentre i suoi post generano qualcosa come 47 milioni di impression alla settimana con una copertura media di 1.600.000. Nata a Bergamo il 25 giugno del 1995, ha frequentato il Liceo Linguistico ad indirizzo Giuridico ed Economico per poi iscriversi all'università di Management a Milano. Nel 2016 ha iniziato l'attività di influencer sui social collaborando con diversi brand di moda. Ha poi condotto una serie web serie, We live shopping e co-condotto Milanonow, un programma in onda su Telelombardia. E' da sempre legata all'universo dello sport.
Nel 2017 ha iniziato la co-conduzione del programma sportivo Gokartv su Sportitalia e a fine 2018 ha partecipato più volte come inviata a Quelli che il Calcio (Raidue). Il suo canale YouTube, creato a metà maggio 2018, all'inizio di settembre ha già totalizzato oltre 5 milioni di visualizzazioni e ha oltre 190.000 iscritti. 

leggi di più

Pitti Immagine Uomo 95: IED e Detox lanciano il progetto The Time is Now!

di Laura Frigerio

A Pitti Immagine Uomo 95 si parlerà anche di moda sostenibile grazie all’Istituto Europeo di Design che avvia insieme al Consorzio Italiano Implementazione Detox - CID e Greenpeace Italia il progetto "The Time is Now!".

L'obiettivo è quello di sensibilizzare i grandi brand del settore a lavorare in sinergia con i propri fornitori e rendere la moda libera da sostanze tossiche.

"The Time is Now!" nasce con la selezione di un gruppo di studenti IED del 3° anno dei Corsi di Fashion Design e Fashion Stylist delle sedi di Milano, Roma, Firenze, Torino e Como.

I giovani designer sono stati scelti in occasione di un casting organizzato in IED Firenze e presieduto da una giuria composta da Andrea Cavicchi Presidente Consorzio Detox, Igor Zanti Direttore IED Firenze, Sara Azzone Direttore IED Moda Milano, Paola Pattacini Direttore IED Moda Roma, Giovanni Ottonello Art Director IED e Sara Sozzani Maino Vice Direttore Progetti Speciali Moda Vogue Italia e responsabile del progetto editoriale di Vogue Talents.

La giuria ha valutato gli studenti tenendo conto della loro sensibilità e propensione verso il tema della sostenibilità, della capacità di sviluppare collezioni uomo, del livello qualitativo degli elaborati e dei book presentati e dell’attitudine a saper raccontare per immagini al fine di comunicare la propria visione creativa.

È stato così formato un gruppo di 16 designer che, sotto la Direzione Creativa di David Parisi e Alessia Crea, ex studenti IED e co-fondatori del brand Casamadre, sono stati guidati in un primo brainstorming lo scorso dicembre e che durante i giorni di Pitti parteciperanno ad un workshop creativo per lo sviluppo di 5 capsule collection eco-friendly moda uomo.

Obiettivo finale la presentazione delle collezioni in occasione di Pitti Immagine Uomo di giugno.

“IED ha scelto un partner d’eccellenza come il Consorzio Italiano Implementazione Detox per raccontare il proprio impegno nei confronti della sostenibilità" - dichiara Sara Azzone, Direttore IED Moda Milano. "Riteniamo che il nostro dovere sia quello di formare progettisti in grado di considerare la sostenibilità dei processi all’interno dei propri progetti. I futuri designer formati da IED avranno in questo senso una consapevolezza e una maggiore cultura legata alla sostenibilità”.

“L’obiettivo del Consorzio Detox è promuovere un modello di produzione tessile sostenibile ed innovativo a livello nazionale ed internazionale. Il consorzio è composto da imprese italiane che svolgono varie fasi della filiera produttiva, non solo del distretto pratese, e che sono impegnate in progetti di sostenibilità nel processo di produzione tessile, a partire dall’impegno di eliminazione delle sostanze pericolose dai propri cicli produttivi secondo i principi Detox di Greenpeace" - commenta Andrea Cavicchi, Presidente del Consorzio Italiano Implementazione Detox e Presidente della sezione Sistema Moda di Confindustria Toscana Nord. "Il progetto con IED è stato fin da subito ritenuto interessante, perché confrontarsi con i futuri designer, che andranno a lavorare in azienda, è un aspetto fondamentale per raggiungere l’obiettivo di una moda veramente sostenibile. Desideriamo contribuire attivamente, mettendo a disposizione tutta la nostra esperienza produttiva, affinché si possa finalmente progettare capi o accessori realmente ecosostenibili. Abbiamo inoltre l’impegno di promuovere una vera economia circolare, attraverso l’utilizzo di materie di recupero e nell’utilizzo di capi rigenerati da riprogettare. Sarà fondamentale che la progettazione nel futuro sia sempre più orientata al riuso degli stessi o delle materie prime utilizzate”.

“I nostri studenti vivono già in maniera sostenibile" - commenta Paola Pattacini, Direttore IED Moda Roma - "Sono molto sensibili a questo argomento. Unire la grande creatività alla sostenibilità, dare loro l’opportunità di esprimersi anche in questo senso è un dovere da parte di IED e di riflesso il progetto è stato accolto da loro con grandissimo entusiasmo”.


“Se eliminare le sostanze chimiche pericolose dai nostri vestiti è considerato ormai un must da tanti brand e consumatori è adesso il momento di ridurre ulteriormente l'impatto della produzione tessile, aumentare la qualità, longevità e riciclabilità dei vestiti del futuro. The Time is Now! promette nuove idee e tanta innovazione” - conclude Chiara Campione, Head della Corporate and Consumer Unit di Greenpeace Italia.


In questa prima fase di studio e avvicinamento al tema della moda sostenibile, oggi gli studenti sono stati accompagnati in un tour alla scoperta del distretto della filiera moda di Prato, dove made in Italy vuol dire sostenibilità. In questa occasione hanno visitato alcune aziende impegnate in Detox e selezionate per i processi attenti all’ambiente, come l’impianto di depurazione centralizzato GIDA, il Lanificio Mario Bellucci produttore di tessuti rigenerati e l’azienda di tintoria e rifinizione tessuti Jersey Mode. Gli studenti hanno potuto inoltre scoprire gli spazi del Museo del Tessuto e il laboratorio di analisi Buzzi LAB, specializzato in analisi e ricerche nel settore del tessile e abbigliamento.

leggi di più

L'Outstanding Achievement Award a Miuccia Prada

di Laura Frigerio

Il 10 dicembre a Londra, presso la prestigiosa Royal Albert Hall, Miuccia Prada ha ricevuto l’Outstanding Achievement Award, presentato da British Fashion Council, per il suo straordinario contributo all’industria mondiale della moda.
Il premio è stato consegnato dall’attrice Uma Thurman e dal regista Steve McQueen.

L'Award celebra l'enorme apporto creativo dato al settore moda da singoli individui che nel corso della loro carriera, abbiano plasmato e rimodellato il mondo della moda grazie al loro spirito innovativo e alla loro creatività.

British Fashion Council ha riconosciuto in Miuccia Prada un originale approccio pioneristico per aver saputo sin dagli inizi mescolare diverse discipline creative come la moda, l’arte, l’architettura e il cinema, oltre a un incredibile anticonformismo e una straordinaria visione del mondo della moda, fonte inesauribile di ispirazione.

"Sono felicissima di essere qui poiché sempre di più mi sento parte di questa comunità. Penso che tutti noi che lavoriamo nella moda dobbiamo assumerci la responsabilità di difendere la libertà e i diritti umani, che in questo momento sono in pericolo. Desidero ringraziare tutti per i numerosi messaggi di affetto e rispetto che ho ricevuto, che ricambio di tutto cuore. Grazie a tutti coloro che lavorano con me, per la loro passione, intelligenza e talento" - ha dichiarato Miuccia Prada.

I Fashion Awards rappresentano la principale occasione di raccolta fondi per il British Fashion Council (BFC), un'organizzazione no profit i cui scopi sono la promozione dell'eccellenza nella moda britannica e il supporto ai futuri canali di rifornimento di talenti creativi. Il lavoro del BFC si svolge attraverso una serie di iniziative a scopo benefico che si concentrano sull'istruzione, l’imprenditoria e i programmi di mentoring a sostegno di talenti a partire già dalla scuola e degli stilisti emergenti, delle start-up di moda e dei marchi già affermati.

leggi di più

Mipel 115, la nuova campagna stampa

di Laura Frigerio

È stata svelata la campagna stampa di Mipel 115, che si terrà dal 10 al 13 febbraio 2019.

Tema della manifestazione sarà la sostenibilità, mission a lungo termine per Assopellettieri (promotore di Mipel) che ha intenzione di diventare un volano di sviluppo per tutte le aziende della filiera della pelletteria.

La campagna pubblicitaria è composta da quattro manifesti virtuosi che, grazie alle illustrazioni della designer Irene Ghillani, raccontano i personaggi scelti da Mipel come brand ambassador e i loro slogan.

Protagonisti scelti perché ciascuno nel proprio campo si è fatto portavoce in modo unico dell’impegno sulla sostenibilità:

- Aldo Tempesti, Presidente di TexClubTech, Associazione che si pone come obiettivo prioritario lo sviluppo e la promozione dei tessili tecnici innovativi ed eco-sostenibili


- Bav Tailor, designer dell’omonimo brand di lusso 100% sostenibile nonché membro dell’ Ethical Fashion Forum (EFF), piattaforma globale che accomuna i brand che hanno intrapreso un percorso verso la moda sostenibile

- Enrica Borghi, artista che nelle sue opere trasforma in chiave poetica materiali di recupe- ro quali bottiglie di plastica, vetri, tappi di metallo, cartoni del latte

- Fulvia Bacchi, Direttore Generale del Gruppo Unic e CEO di Lineapelle, da sempre in prima linea nell’impegno per la sostenibilità dell’industria conciaria italiana.

leggi di più

Miuccia Prada riceverà l'Outstanding Achievement Award

di Laura Frigerio


Miuccia Prada riceverà l'Outstanding Achievement Award, per il suo straordinario contributo all'industria mondiale della moda, ai Fashion Awards 2018, organizzati da British Fashion Council.

La cerimonia di premiazione si terrà lunedì 10 dicembre alla Royal Albert Hall a Londra.

A questo prestigiosissimo riconoscimento (andato in passato anche a Donatella Versace, Ralph Lauren e Karl Lagerfeld, solo per citarne alcuni) si aggiungono altre nomination ai Fashion Awards: Miuccia Prada per Prada nella categoria Accessories Designer of the Year e Prada nella categoria Brand of the Year.

Stephanie Phair, Presidente del British Fashion Council, ha commentato: “La capacità di Miuccia Prada di intuire lo zeitgeist e di mescolare sin dagli inizi diverse discipline creative, come la moda, l’arte e l’architettura, ne hanno fatto una pioniera del nostro comparto. Sono molto desiderosa di celebrare il 10 dicembre lo straordinario contributo da lei dato al settore”.

Caroline Rush, CEO del British Fashion Council, ha dichiarato: “Siamo entusiasti di poter conferire a Miuccia Prada l’Outstanding Achievement Award per l’incredibile anticonformismo e l’originalità della sua moda e per essere stata l’artefice dell’evoluzione del Gruppo Prada da azienda di famiglia a marchio globale. Non vediamo l’ora di festeggiare il 10 dicembre insieme a lei e a tutta la famiglia e gli amici del nostro settore”.

Nadja Swarovski, membro dell’Executive Board di Swarovski (Principal Sponsor dell’evento), ha dichiarato: “Miuccia Prada è senza dubbio una degli stilisti più influenti nella storia della moda. La sua straordinaria visione e la sua dedizione alla moda come forma d’arte rappresentano una fonte inesauribile di ispirazione. Siamo lieti di celebrare i suoi straordinari successi ai Fashion Awards di quest’anno”.

Crediti foto: Brigitte Lacombe

 

 

leggi di più

Lana Del Rey e Jared Leto, nuovi volti di Gucci Guilty

di Laura Frigerio

Sono Lana Del Rey e Jared Leto i nuovi volti della fragranza Gucci Guilty.

I loro nomi sono stati annunciati durante uno speciale party organizzato da Gucci al cimitero di Los Angeles Hollywood Forever, giusto per stare in linea con lo spirito anticonvenzionale della campagna che verrà presto lanciata.

I protagonisti della campagna, due celebri abitanti di Los Angeles, il musicista e attore premio Oscar Jared Leto e la pluripremiata cantautrice Lana Del Rey, hanno partecipato all'evento insieme al Direttore Creativo di Gucci, Alessandro Michele.

Nel video e nelle immagini della campagna, che rivelano il design dei nuovi flaconi di Gucci Guilty Pour Femme, i due mettono in mostra il loro carattere enigmatico, eclettico e glamour.

Anche Courtney Love ha preso parte all’evento, documentando la serata sulle Instagram Stories dell’account di Gucci Beauty. L’attrice e cantautrice fa un cameo nella nuova campagna diretta da Glen Luchford con la direzione creativa di Alessandro Michele.

Il cimitero Hollywood Forever ha un legame speciale con la Maison e Alessandro Michele: proprio lì, infatti, il Direttore Creativo partecipò ad un evento in onore di Johnny Ramone, traendone ispirazione per alcuni pezzi della collezione Spring Summer 2017 di Gucci. Questo punto di riferimento fa anche da sfondo ad alcune scene del video della nuova campagna Gucci Guilty, che verrà lanciata a livello globale a Gennaio 2019.

L'hashtag? #ForeverGuilty

Crediti foto: Getty Images (provenienti da ufficio stampa Gucci)

leggi di più

Hanro apre un nuovo store a Dubai

di Laura Frigerio

 

Hanro, marchio premium leader nel mondo per lingerie, nightwear e loungewear di alta qualità, ha aperto un nuovo store  a Dubai, il primo negli Emirati Arabi Uniti.

La boutique si trova nella nuova Fashion Avenue del Dubai Mall, uno dei più grandi e lussuosi centri commerciali del mondo.

Hanro offre una selezione completa di stili dalle sue collezioni donna e uomo su oltre 70 metri quadrati. L'assortimento si rivolge ad una clientela internazionale, a turisti e a viaggiatori d'affari provenienti da tutto il mondo, ma soprattutto alla clientela locale. Il concept del negozio incontra l'elevato standard del centro commerciale: i soffitti alti sei metri trasmettono un senso unico dello spazio. Allo stesso tempo l'illuminazione indiretta crea un'atmosfera piacevole e intima.

Dubai è il tredicesimo fiore all'occhiello di Hanro nel mondo. Gli altri monobrand Hanro sono a Beverly Hills, New York, Londra, Vienna, Zurigo, Amsterdam e Mosca. Stephan Hohmann, amministratore delegato di Hanro, è soddisfatto del primo negozio negli Emirati Arabi: "A Dubai possiamo presentare in modo esauriente ciò che HANRO può offrire sia alle donne che agli uomini con le sue collezioni: Dubai è un'altra importante 'finestra sul mondo' per noi".

leggi di più