Marella: Secret Garden Party

di Laura Frigerio

Marella ha festeggiato l’arrivo della primavera con il Secret Garden Party, che si è tenuto scorso 14 Marzo nel flagship store di via Frattina.
Per l’occasione è stata presentata la collezione occasionwear che ha visto protagonisti numerosi special guest.

A dare ritmo alla serata il DJ romano Daniele Greco. Per tutte le ospiti, in omaggio un bracciale floreale creato live da un team di flower designer.

SECRET PARTY COLLECTION
L’eleganza delle forme incontra i mix inaspettati delle fantasie nella proposta occasionwear primavera/estate 2019 firmata Marella.
Long dress monospalla, abiti fluidi e drappeggiati che ricordano gli anni Ottanta, con plissé o ricami, bluse caftano, tute monocolore con dettagli di spacchi, pantaloni ampi da portare con camicie eteree.

La lievità dei tessuti contrasta con i colori decisi del rosa, verde, lampone e terracotta che accendono abiti dai movimenti liberi e tailleur fluidi. La collezione verrà indossata dalle molte attrici presenti al party: Anna Ferzetti, Valentina Romani, Catrinel Marlon, Barbara Chichiarelli, Aurora Ruffini, Claudia Zanella, Daniela Virgilio, Barbara Foria, Elisabetta Pellini.
Sono intervenuti anche Miguel Robbo Diaz e Giorgio Marchesi, Francesca Valtorta.

leggi di più

La youtuber Elisa Maino è la nuova ambassador di Opsobjects

di Laura Frigerio 

 

Opsobjects, celebre brand Made in Italy (specializzato in gioielli e orologi), ha una nuova ambassador: si tratta della sedicenne Elisa Maino, una delle youtuber più seguite del momento.

Giovane, dinamica, curiosa, attiva sui social e sempre attenta alle nuove tendenze, proprio come Opsobjects, Elisa Maino corre dritta verso il successo.

Un successo costruito in poco più di due anni durante i quali dopo aver raggiunto la vetta di Musical.ly (oggi TikTok), diventando la prima muser in Italia e la seconda nella top ten mondiale, giorno dopo giorno ha conquistato un ruolo da protagonista sul palcoscenico del web. È da lì, infatti, che oggi racconta le sue passioni rivolgendosi a quasi 1 milione e mezzo di follower su Instagram e a oltre 600mila persone su Youtube. Ed è sempre da lì che ora narrerà e mostrerà anche il mondo di Opsobjects, con cui condivide lo stesso linguaggio, l'attenzione ai social network, la voglia di emozionare e uno stile contemporaneo che combina pop, glamour e colore senza mai rinunciare a dettagli sofisticati.

Un legame, quello tra il marchio guidato da Diffusione Orologi ed Elisa Maino, che sembra scritto nel destino. Si intitola #Ops, infatti, il libro con cui Elisa ha esordito come scrittrice: un romanzo, edito qualche mese fa da Rizzoli, con cui ha scalato la classifica della narrativa italiana, arrivando alla decima ristampa e superando le 100mila copie vendute, e radunato centinaia di fan per ogni data del tour di presentazione.
#Ops, come uno degli hashtag preferiti di Elisa, quello con cui ha detto di raccontare la sua buffa sbadataggine. #Ops come la canzone del rapper Mr. Rain. #Ops come l’acronimo di una frase legata alla sua famiglia. E, da adesso, #Ops come il marchio di cui è diventata volto.

leggi di più

“GRIDALO”, la t-shirt contro la violenza sulle donne

di Laura Frigerio

“Gridalo - Stop alla violenza sulle donne” è il claim della prima campagna crowd t-shirt a supporto dell’associazione White Mathilda nella lotta contro la violenza sulle donne, disponibile su Wishraiser.com.

 

La campagna di fundraising durerà due mesi, e coloro che donano riceveranno direttamente a casa la t-shirt ufficiale che veicola un forte messaggio da divulgare. 

La scritta sulla maglietta è per l'appunto “Gridalo - Stop alla violenza sulle donne”, che incita a fermare ogni forma di abuso nei confronti delle donne, ed è seguita dalla traduzione del testo in 12 lingue.

Sono già numerosissimi i personaggi famosi che hanno deciso di appoggiare questa causa importante e di sfoggiare la loro maglietta in segno di condivisione, tra i tanti ci sono Laura Pausini, Giorgia, Alessia Marcuzzi, Le Donatella, Laura Molina, Marco Carta e molti altri.

LA CAMPAGNA
Partecipare all’iniziativa è molto semplice. È sufficiente collegarsi al sito www.wishraiser.com/gridalo e fare la propria donazione: tutti quelli che sosterranno White Mathilda potranno ricevere la t-shirt ufficiale della campagna. Ad aderire all’iniziativa di beneficenza anche numerosi volti celebri, come Anna Tatangelo e Arisa, che si schierano a fianco delle donne vittime di aggressioni e soprusi e hanno deciso di appoggiare la causa condividendo sui loro profili social molti messaggi per incoraggiare i fan ad unirsi a loro.
Le donazioni per questa campagna saranno fondamentali per supportare i progetti e le attività di White Mathilda. I donatori non solo potranno contribuire alla raccolta di beneficenza ma con la maglietta personalizzata potranno essere parte di un vero e proprio movimento unito contro la violenza sulle donne.

WHITE MATHILDA
White Mathilda è un’associazione di promozione sociale no profit che nasce dall’esperienza di un gruppo di volontarie che da diversi anni lavorano nel sociale a favore di donne maltrattate e vittime di stalking, nel territorio delle province di Monza e Brianza, Milano e Lombardia in generale.
White Mathilda è in prima linea nella battaglia contro la violenza di genere. L’associazione gestisce attualmente gli Sportelli antiviolenza dei Comuni di Limbiate e Paderno Dugnano e dal 2017 il Centro Antiviolenza a Desio, all’interno della Rete Interistituzionale Artemide. Gli sportelli antiviolenza rappresentano dei luoghi di accoglienza rivolti a tutte le donne vittime di violenza e di abusi, nel pieno rispetto della loro cultura, etnia e religione. L’associazione inoltre promuove la ricerca, il dibattito e la diffusione di conoscenze sul tema della violenza, dello stalking e del mobbing, al fine di stimolare in tal senso anche gli organismi istituzionali. L’obiettivo è stabilire rapporti costruttivi con le istituzioni che operano sul territorio dove è attiva l’associazione, e sensibilizzare gli studenti delle scuole primarie e secondarie sulla prevenzione del fenomeno della violenza.

WISHRAISER
Wishraiser.com è la prima piattaforma di contest benefici in Europa a permette a personaggi famosi e influencer del web di realizzare campagne di raccolta fondi a favore di associazioni no profit. Sostenendo una grande causa sociale, ai donatori è offerta la possibilità di partecipare ad un’estrazione finale per vivere un’esperienza indimenticabile in compagnia del proprio idolo. Wishraiser ha già alle spalle campagne di successo con testimonial del mondo dello sport, della musica e dello spettacolo, tra i quali Leonardo Bonucci e Christian Vieri, Alessandra Amoroso e tanti altri, che hanno coinvolto decine di migliaia di donatori. 

leggi di più

Un party per il lancio di BUONGIORNO e tante belle cose (by Camicissima)

di Laura Frigerio

Quale modo migliore di festeggiare un debutto se non con un  bel party? È quello che è stato organizzato per il lancio 
della nuova capsule collection donna di Camicissima BUONGIORNO e tante belle cose, presso Officine del Volo a Milano.


La capsule non è solo camicie: abiti, chemisier, pantaloni, top, che combinati creano outfit freschi e originali, con la classica impronta dello stile Camicissima e un mood assolutamente trendy.


Ad inaugurare la serata tre testimonial d'eccezione, Cecilia Rodriguez, Nicoletta Larini e Paola Di Benedetto, che con loro fascino e stile hanno valorizzato al meglio i capi della collezione.

La serata è stata animata da un dj set di Gianluca Vacchi, che ha fatto divertire e ballare il numeroso pubblico presente. Erano presenti tanti ospiti tra cui Edoardo Stoppa, Juliana Moreira, Bianca Atzei, Jonathan Kashanian, Patrizia Bonetti, Thais Wiggers, Michele Mainardi di Radio Dj.

leggi di più

Yamamay: Eva Herzigova testimonial #MyConfidentBeauty

di Laura Frigerio

Nel 2019 Yamamay ha deciso di continuare con il concept #MyConfidentBeauty la cui visibilità è affidata ad una donna che bella e confident lo è sempre stata, e ancora lo è oggi, nel pieno della sua maturità: ambassador di questo messaggio è una delle top model più apprezzate di sempre ovvero Eva Herzigova.


I riflettori sono puntati su di lei e la Basic Collection, che attraverso tutti gli elementi di tradizione ed innovazione che ne caratterizzano i prodotti, offre lo spunto per affrontare il tema importante della consapevolezza delle donne moderne.

Una consapevolezza che nasce dalla piena accettazione di sé, del corpo così come della personalità, con i propri pregi e difetti, con la propria unicità, al servizio della quale Yamamay mette a disposizione tutto il suo know how per offrire una gamma di prodotti caratterizzati da contenuti estremamente innovativi e performanti.


Eva Herzigova indossa tre serie composte da capi innovativi e sensuali nei toni del bianco, seta e nero.

Silk Touch - il fascino “evergreen” della seta, la sua morbidezza e la sua lucentezza per top e sottoveste esternabili.

Orchidea - morbida, confortevole, raffinata, con il suo pizzo malizioso e romantico insieme.

Althea - moderna, contemporanea, geometrica in 5 modelli di reggiseno, adatti a tutte le forme.

leggi di più

Moda Estate 2019: per Smarteez sarà a pois

di Laura Frigerio

Siamo entrate nel mese di marzo, tra poco sarà primavera, ma con la mente già voliamo alla prossima estate. E ci piace anche sapere in anticipo come potremo vestirci quando il caldo accompagnerà le nostre giornate.

Il brand SMARTEEZ, per esempio, propone una collezione con abiti kimono, chemisier e maxi gonne a portafoglio con un caleidoscopio di pois ispirato alla forma perfettamente tonda della pallina da tennis.

Questi capi disegnati da Marta Forghieri per Plissé vogliono essere, infatti, un omaggio al mondo del tennis e alla sua elegante energia.

La sua estetica, con chiari riferimenti anche alle aristocratiche atmosfere primi  ‘900, offre il pretesto che accompagna le scelte materiche e cromatiche di tutta la collezione.

leggi di più

Salvatore Ferragamo celebra l'universo Gancini

di Laura Frigerio

 

Salvatore Ferragamo ha dato il via a una serie di iniziative in store con partner internazionali per celebrare l’universo Gancini.

Una selezione di laboratori artigiani, ristoranti e boutique innovative (tra New York, Milano, Londra, Parigi e Shanghai) il cui saper fare a regola d’arte li accomuna coi valori di Ferragamo.

A febbraio e a marzo, una serie di eventi pop up puntano i riflettori sull’affascinante design Gancini: il monogram iconico della Maison è declinato in prodotti unici nel loro genere, in edizione limitata.

A Milano dal 27 febbraio al 13 marzo, la storica cartoleria e tipografia Pettinaroli, con sede nel quartiere di Brera, vede uno speciale takeover delle proprie vetrine all’insegna di una completa immersione nel mondo Gancini.
A celebrare la partnership tra Salvatore Ferragamo e Pettinaroli anche un cocktail che si è svolto ieri sera nei locali della storica bottega.

Ad arricchire la collaborazione, una collezione di album fotografici, kit da lettere e agende personalizzate con l’iconico pattern Ferragamo che il brand fiorentino ha creato appositamente per celebrare questo sodalizio. Dal 1881 punto di riferimento per tutti gli appassionati e i collezionisti di tipografia e stampe d'epoca, l’azienda Pettinaroli è ancora gestita, dopo quattro generazioni, dalla famiglia fondatrice. Costante di tutto il loro lavoro, e fil rouge con Ferragamo, la ricerca e la valorizzazione della preziosa tradizione artigiana italiana.

leggi di più

Lo stilista Matteo Perin alla Milano Fashion Week con le sue creazioni di pelle

di Redazione

Lo stilista Matteo Perin non poteva mancare alla Milano Fashion Week, che anche stavolta è stata la giusta occasione per presentare i capi in pelle dipinti a mano. 
Focus in particolare su una giacca (indossata dallo stesso Matteo) in montone taglio vivo con un meraviglioso leone dipinto sulla schiena.


La giacca biker in montone nero taglio vivo, con il cappuccio rovesciato è stata dipinta a mano su disegno unico creato dallo stilista che ama creare pezzi d’arte che si possono indossare. Nella collezione giubbini, giacche, abiti e borse realizzati a mano da artigiani italiani su disegno esclusivo, che si accendono d'arte: Matteo Perin usa infatti il pellame come fosse la tavola di un quadro. Il risultato sono dei capi di abbigliamento unici da indossare, come vere e proprie opere d'arte. 
 Il progetto è firmato dal designer Matteo Perin che tra l'America e l’Asia, passando per l'Italia, realizza abiti, gioielli, scarpe, valigeria e arredamenti d'interni (tutto su misura).

"L'idea alla base del nuovo progetto è quella di remixare l'arte” - dice Matteo Perin - “Quindi abbiamo pensato di portarla sulla pelle da indossare. Chi sceglie di farsi realizzare uno dei nostri capi in pelle dipinto a mano sa di avere un oggetto unico ed esclusivo da vivere e da ammirare, come un manufatto d'arte".

Tutti i capi sono infatti realizzati su misura e personalizzabili sia nel design che nel dipinto. Questa giacca e’ stata realizzata con la collaborazione di JAD.

Crediti foto: Andrea Raffin

leggi di più

Milano Moda Donna: la Corte del Peccato di MaDamm

di Laura Frigerio

All’appello di Milano Moda Donna non è mancata Marta Lanzillotta con il suo brand MaDamm, che non tradiscono la loro storia professionale.

Il concetto di tempo, il viaggio e la musica sono stati infatti i tre principi fondanti che danno vita alla collezione FW1920 “Armonia” (Corte del peccato).

Una collezione dalle linee e dalla cromia in bilico tra seduzione e gioco. Attraverso l’utilizzo mixato di materiali dal grande impatto scenografico con tessuti più classici e preziosi, quali seta e velluti, ci si immerge in un mondo spettacolare.

«Ho pensato questa collezione per far risaltare al meglio la bellezza femminile – sottolinea Marta Lanzillotta –, approfittando del fatto che in questo evento sono stati protagonisti i 5 sensi umani in un'ambiente adatto a raggiungere questo scopo. In questo modo armonia e seduzione risaltano moltissimo».

Questa collezione è strutturata proprio come un racconto scritto con passione dalla stilista Lanzillotta: storie misteriose passate e presenti si intrecciano con la grazia e il fascino dei capi in passerella.

Una sfilata di moda al buio dunque per sperimentare l'effetto “fashion” sui cinque sensi umani: quella di giovedì scorso presso l'hotel Magna Pars Suites di via Forcella, è stata una presentazione davvero originale delle collezioni Donna autunno-inverno 2019/2020.

La quinta edizione di questo evento moda organizzato da Mad Mood, uno dei format più audaci e particolari, ideato da Marianna Miceli, ha avuto grandi ospiti fra il pubblico come la ex top model Valeria Mazza e le influencer Francesca De Andrè, Pamela Camassa e Cecilia Capriotti.

La sfilata ha presentato il lifestyle internazionale raccontando territori e culture provenienti da tutto il mondo attraverso la moda e le collezioni di stilisti internazionali: dal Marocco all'Arabia Saudita, dall'India alla Russia senza dimenticare lo stile italiano che è stato immancabilmente protagonista.

Cinque sensi, ospiti vip, emozioni e partnership internazionali sono state dunque il motore di un evento moda unico nel suo genere: pubblico al buio, sensi e moda internazionale in piena luce per la Milano Fashion Week con MaDamm di Marta Lanzillotta.

leggi di più

Oscar 2019: le star vestite Salvatore Ferragamo

di Laura Frigerio

Stanotte si è tenuta la 91esima edizione degli Oscar e tutti gli occhi erano puntati non solo sui vincitori delle tanto ambite statuette, ma anche sugli outfit sfoggiati dalle celebrities.

Elegantissime anche le star maschili, alcune delle quali hanno indossato dei capi Salvatore Ferragamo.

Sul red carpet, per esempio, Chris Evans ha indossato un completo su misura in velluto blu avio con giacca monopetto a un bottone con scollo a scialle, pantaloni da smoking, camicia e papillon da sera ed un paio di stringate lucide.
Invece Trevor Noah ha indossato uno smoking classico con giacca doppio petto.

Avvistati al Vanity Fair Party Gerard Butler e Zachary Quinto: il primo con un total look composto da smoking classico tre pezzi ed un paio di stringate lucide, mentre il secondo con un total look composto da smoking classico monopetto ed un paio di slip-on lucide.

leggi di più

Milano Moda Donna: la collezione Fall- Winter 2019/2020 di Hui

di Laura Frigerio

Questa edizione di Milano Moda Donna si sta rivelando piena di sorpresa.
Una di queste è la collezione Fall-Winter 2019/2020 di HUI, in cui convivono tradizione e innovazione, costruzione e decostruzione.

La collezione HUI DOMUS esprime come l’architettura protegga l’uomo, la moda sperimenti sul corpo e l’arte nutra la mente. Abbraccia l’essenzialità e la pulizia del design italiano nella sua sofisticata visione minimal, ponendo l’attenzione sul dettaglio che diviene l’emblema della antica tradizione cinese.


La donna Hui diviene icona di uno stile lineare dettato dalla semplificazione delle forme attraverso l’utilizzo della materia. La minuteria metallica diviene chiusura gioiello come se dei piccoli monili raccontassero nella contemporaneità, antiche culture.

Emblematici ricami figurativi sono tradotti in accessori cult dalla spiccata audacia legati alla sostenibilità, tradizione e tutela del valore femminile e delle minoranze etniche cinesi per cui la designer ZHAO HUIZHOU presta particolare attenzione. Nel disegno di purificazione dell’immagine, HUI crea sovrapposizioni di lane cashmere a plissé immateriali quasi evanescenti, sete traslucide a alpache naturali. Femminili asimmetrie in lane tecniche off-white scaldano impalpabili organze mentre velluti iridescenti e paillettes brillanti, illuminano sinuose fluidità.

 

Colori: latte - tortora - silver - acero - caramello - oro - cammello - amaranto - lime - seppia - mastice - muffa.

Forme: A - matita - svasate - vestaglia - tunica Lunghezze: midi - maxi Materiali: organza - seta - lana cashmere - alpaca - paillettes.

Accessori: orecchini collane e spille - bottoni gioiello - borse - cappelli e pantofole ricamate.

Chi è Huizhou Zhao
Dopo due anni di studio al Politecnico di Milano, Miss Zhao acquisisce una nuova consapevolezza del fascino della moda milanese e del potere dell'eredità culturale contenuta nei brand italiani. Pertanto, volendo apprendere da tali brand, persegue continuamente la forza unica del retaggio del marchio HUI.

Per questo, colleziona tutti i tipi di manufatti artistici e culturali, in particolare il ricamo tradizionale cinese. In una visita a remoti villaggi ancora sottosviluppati nella provincia cinese di Guizhou, trova alcuni manufatti primitivi “di eredità intangibile” nei villaggi di queste minoranze, che la toccano profondamente.
I meticolosi ricami recano un mistero nascosto del tempo. Da quel momento, inizia la relazione artistica di HUI con il patrimonio culturale intangibile. L'istituzione del "Fondo HUI - Fondazione per lo sviluppo delle donne e dei bambini di Shenzhen" contribuisce a creare e sponsorizzare workshop per le ricamatrici che iniziano anche ad offrire il loro operato per il nuovo design di HUI.
Con questa innovativa esplorazione e ricerca di HUI, che collega i modelli di totem tradizionali cinesi con la cultura del costume occidentale, nascono molte ispirazioni artistiche e valori estetici, che fanno sì che l'antico totem e il ricamo emanino fascino, mistero e unicità e possiedano un’intrepida ed elegante energia.

leggi di più

Milano Moda Donna: la collezione Fall-Winter 2019/2020 di Maryling

di Laura Frigerio

È in corso Milano Moda Donna e i vari brand stanno presentando le loro collezioni Fall-Winter 2019/2010.

A fare centro, ancora una volta, è MARYLING che ci ha trascinato in un viaggio nel cuore della città, attraversando strade, lasciandosi sorprendere dalla street art, con la testa dominata dallo skyline in una dimensione sospesa, in bilico tra passato e futuro, tra vecchio e nuovo, che diventa un vero e proprio patchwork di sensazioni e di emozioni urbane capaci di tracciare il solco dell’ispirazione.


Quella presentata è una collezione urbana che diventa manifesto di una visione artistica intensa, fatta di colori unici e vivaci, all’insegna di un mood underground palpitante, che dai murales arriva fino ai capolavori conservati nei musei e che nelle cromie ha il suo centro ideale e ne diventa espressione couture.

Metropolis Winter Rainbow: tratti e colori dello stile sono traslati dalla rilettura del futuro distopico e a tratti caotico di “Metropolis”, celebre film di Fritz Lang e dall’ intensità e dall’espressionismo della corrente artistica berlinese.

Ne nasce una collezione d’avanguardia in cui la verve espressionista non è solo un affair di tavolozza ma coinvolge le forme e le silhouette dove la purezza dei tagli e delle linee è messa in risalto da tessuti speciali, che contengono l’anima di un espressionismo vibrante e ricco di tinte. Perché sono proprio i colori, i loro intarsi, gli intrecci ricchi di sensazioni visive che diventano tattili grazie alla loro forza intrinseca.


La moda diventa arte e sfila su capolavori del guardaroba femminile di cui le texture sono una signature identificativa e si fanno portavoce di una contemporaneità tout court di stile che ha radici nel passato e nel futuro, rivelando la vera essenza di un’arte nella sua continua evoluzione. Perché se la vera eleganza è la manifestazione di una mente indipendente, lo stile libero che ne deriva ne diventa il veicolo privilegiato.

leggi di più

Alla scoperta di Fiorella Ciaboco e della sua moda

di Laura Frigerio

Nel cuore di Milano (in Via de Cristoforis, 5) si trova lo showroom di Fiorella Ciaboco.

Sviluppato su due piani, è accogliente al punto giusto tanto da sentirsi come a casa propria e non volere più andare via.

Questo è quello che succede quando ti fermi a chiacchierare con Fiorella, una donna piena di grinta e passione per il proprio lavoro, che ha iniziato quando era giovanissima nella sua città di origine, Sassoferrato, un paese che si affaccia nella provincia di Ancona e conta poco più di 1.000 abitanti.

 

Fiorella Ciaboco, ama definirsi “sarta” con una gran passione per la moda e per il made in italy nel senso più puro, anche quello del buon cibo e del buon vino ma, prodotti rigorosamente in Italia. Realizzare abiti su misura capaci di esprimere la personalità di ogni donna.


Questo è quello che ama fare da tanti anni, fin da quando giovanissima, si diploma in modellistica a Perugia e a 21 anni apre il suo primo piccolo laboratorio a Jesi, dove a differenza di Sassoferrato, l’aria che si respirava era quella di una cittadina con ampie risorse e prospettive, una città più “industrializzata” tant’è che sin dalla fine dell’ottocento viene definita la “Milano delle Marche”. Qui Fiorella acquisisce ancora più competenze e si impadronisce per sempre di quella che ancora oggi è la sua arte.


Ogni capo che viene prodotto nella sartoria di Fiorella, ha una sua storia, fatta di scelte accuratissime del tessuto, della confezione, del progetto completo, con una ricerca della perfezione quasi maniacale. I tessuti, i ricami, gli accessori che vengo utilizzati per la confezione di ogni abito, realizzato su misura, vengono messi a disposizione di ogni cliente che li sceglie in sinergia con Fiorella, così da creare un prodotto unico e ineguagliabile.

Quello che distingue Fiorella è proprio il non omologarsi ai dettami che impone la moda, in un determinato periodo. Un’eleganza senza tempo, dettata da forme anche classiche, ma rivisitate nel tempo e rimodellate con nuovi tessuti, anche tecnologici. Fiorella Ciaboco inoltre, si distingue per l’amore e il rispetto per l’ambiente e per l’ecologia. Tante sono le donne che hanno nel proprio armadio una pelliccia che non usano più perché ormai fuori moda. Grazie alla maestria e le competenze della “sarta” Fiorella, è possibile rimettere a modello la propria pelliccia per ritrovare quindi un capo nuovo e con un pelo lucente che altrimenti avrebbe finito il suo corso dentro ad un armadio.

A proposito di Sartoria Fiorella Ciaboco
Fiorella si specializza giovanissima in modellistica e apre il suo primo laboratorio sartoriale sfidando la diffidenza e i pregiudizi di un piccolo paese di provincia. Appassionata, esigente e determinata sviluppa e ingrandisce la sua attività avvalendosi di maestranze specializzate. Oggi i suoi capi su misura, oltre che sul territorio locale, sono conosciuti e apprezzati da clienti di molte altre città come Roma, Milano, Melbourne, Montecarlo, Londra, Perth in Australia. La sartoria Fiorella di Jesi, attiva dal 1986 nel mondo della moda femminile, si distingue per l’elevata qualità del prodotto su misura e per uno stile imprenditoriale creativo e innovativo.
Nel 2002 la sartoria avvia un ponte con il mercato milanese che nel 2010, per soddisfare la domanda crescente di un pubblico alla ricerca dell’abito fatto a mano, si concretizza con l’apertura di una sede in Corso Como, 9. Questo nuovo atelier si trasferisce poi in una sede più grande in Via Carlo de Cristoforis 5, a due passi da Piazza Gae Aulenti. La presenza su Milano rafforza le numerose collaborazioni che Fiorella attiva per realizzare progetti speciali in cui il proprio prodotto artigianale incontra e si confronta con il meglio della cultura della sua regione: la buona tavola, i vini eccellenti, il panorama, il teatro, l’arte, la musica.
L’Atelier diviene anche meta per delegazioni estere che, attraverso giornate workshop, possono vivere un’esperienza a contatto con le maestranze e le tipiche lavorazioni sartoriali. Anche l’organizzazione delle sue sfilate non tradisce il suo bisogno di raccontare la bellezza di un mestiere unico, quello di creare uno stile su misura. 

leggi di più

Milano Moda Donna: Raffaele Tufano presenta la sua collezione

di Laura Frigerio

Milano Moda Donna F/W 2019/2020 (19-25 febbraio) si prospetta piuttosto ricca di eventi. Tra questi “Volkswagen International Fashion Week Autocogliati Milano”, che si terrà domenica 24 febbraio alle ore 15.30 in Via Gallarate 253, durante il quale sarà presentata la nuova collezione dello stilista campano Raffaele Tufano.

Quest'ultimo, per la realizzazione degli abiti, si è ispirato alle grandi donne del mondo del cinema e della musica come Madonna, Sophia Loren, Anna Magnani e Monica Vitti. Le sue creazioni rappresentano una donna che ama il bello, in cui la tradizione tessile campana (dai merletti ai pizzi, alle sete di San Leucio) si sposa ai diversi stili che lo stilista partenopeo unisce in maniera armonica, tra classico e contemporaneo.

Una collezione che tra passato e presente ci accompagnerà in un magico mondo di tessuti pregiati, pietre naturali e colori romantici e classici. 
«Poter presentare le mie creazioni nel corso della Milano Fashion Week – commenta Raffaele Tufanoè un sogno che si realizza. Sicuramente questo risultato è il frutto di un lavoro che ho portato avanti negli anni, con amore e dedizione. I miei abiti nascono da esperienze che vivo nel quotidiano, dagli incontri con le persone, da quello che osservo a quello che ascolto. La collezione che proporrò a Milano ha come protagonista la donna, mettendo in risalto la sua bellezza, la semplicità, il fascino che la contraddistingue. Porterò a Milano il meglio dell’artigianato campano. Oltre ai miei abiti, anche gli accessori portano la firma di artigiani partenopei. Questa occasione è molto importante per me. Ringrazio pertanto tutte le persone che ogni giorno mi supportano e mi sopportano, senza le quali non avrei mai raggiunto questo obiettivo. In particolar modo Emanuele Sicignano Management, senza il quale non avrei mai avuto questa grande opportunità di sfilare a Milano. Inoltre ringrazio il mio braccio destro Fulvio Scarpati, le sarte Carmela Maione, Anna Marciano e Maria Palumbo che hanno realizza i miei abiti, il mio sarto e maestro Tammaro Cristiano e il figlio Domenico, che grazie alla loro maestria e professionalità hanno realizzato le giacche».




Anche gli accessori portano la firma di artigiani campani. Albano ha creato una nuova linea di scarpe proprio per Tufano. E ancora Rosanna Bianco Gioielli, brand con più di vent’anni di esperienza, che per l’occasione ha realizzato collane con pietre naturali, giade incastonate e zirconi.
Le borse portano invece la firma di AV Exclusive Creations di Anna Vitolo, che ha creato delle borse in tessuto San Leucio con il manico ad intreccio di metallo, mentre i bustier sono delle creazioni di Rossella Risi della Casa del Busto di Maria Mangieri.

 

CHI E' RAFFAELE TUFANO

Con una passione innata per la moda, Raffaele Tufano si diploma al liceo artistico e studia all’Accademia d’Alta Moda Koefia a Roma. A 18 anni realizza il suo primo abito da sposa, ispirato ad un tulipano, e nel 1997 crea il brand Raffaele Tufano. Nel corso della sua crescita artistica ha frequentato stage da Valentino, Sarli e Capucci, prendendo parte a diverse sfilate tra Roma, Milano e Parigi. Dai grandi maestri ha attinto la forza creativa, la professionalità e l’amore per il suo lavoro.
Tufano si definisce un romantico metropolitano, uno spirito libero che cerca ispirazione in tutto ciò che è bello, dal profumo di un fiore ai colori di un quadro o di un paesaggio, da una bella storia di un libro o da un’emozione o un incontro che vive nel suo quotidiano.

leggi di più

Milano Moda Donna F/W 2019/2020: gli Alumni dell'Istituto Marangoni in passerella

di Laura Frigerio


Manca ormai pochissimo all’inizio della Milano Fashion Week F/W 2019/2020, che animerà il capoluogo lombardo con classe e glamour dal 19 al 25 febbraio.

Numerosi gli stilisti che presenteranno le loro collezioni. Tra di loro molti gli Alumni di Istituto Marangoni.


Talenti protagonisti del fashion system internazionale, con cifre stilistiche e percorsi di carriera differenti, ma tutti accomunati da un’esperienza formativa di alto profilo, maturata nelle aule e nei laboratori della storica School of Fashion di Milano.

È qui che ogni anno migliaia di studenti, provenienti da ogni parte del mondo, condividono esperienze, sfide impegnative, e soprattutto, un sogno: quello di costruirsi un futuro nel mondo della moda.  


Tra questi giovani ambiziosi e capaci, ritroviamo Alberto Zambelli, stilista dallo stile deciso e raffinato, che aprirà con la sua sfilata la Fashion Week, e RicoManchit Au, fondatrice del brand cinese Ricostru, che coniuga eleganza rigorosa, ricchezza di materiali e dettagli ricercati.

La sfilata di Moschino, tra i più celebri Alumni di Istituto Marangoni, chiuderà la giornata di martedì.  Il giorno dopo sarà invece il momento delle presentazioni di Martina Cella, che nel 2014 ha creato il brand “Martinacella”, supportato dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, e di Gilda Ambrosio, che, dopo il percorso di studi in Istituto Marangoni, è ora tra le designer ed influencer più famose del momento, anche grazie al successo del suo marchio “Attico”.  
Tra gli allievi di Istituto Marangoni, compaiono anche il designer giapponese Harunobu Murata, che venerdì svelerà al pubblico il suo estro per le creazioni del prossimo autunno inverno e Nicola Brognano, vincitore dell'edizione 2016 di Who's On Next, che sfilerà sabato. Sulle passerelle, anche l’eleganza e lo stile unico di Laura Aparicio, audace fashion designer colombiana che, dopo il diploma in Fashion Design presso Istituto Marangoni nel 2013, ha lanciato con successo il suo brand omonimo.  

Molto attesi anche la presentazione di Plan C, che ha debuttato l’anno scorso sotto la direzione artistica dell’alumna Carolina Castiglioni, e di San Andrès, raffinato brand dallo stile sartoriale e neo-rètro ideato dal messicano Andrès Caballero.  L’Italo-brasiliana Paula Cademartori, da tempo un nome importante e riconosciuto nel fashion system, presenterà la sua ultima collezione dai tratti distintivi e dalle sofisticate linee geometriche.  

Riflettori puntati anche su Francesco Alagna, che, dopo il Master in Fashion Buyer in Istituto Marangoni, fonda il marchio indipendente Comeforbreakast.  La fashion week segnerà inoltre il debutto dall’alumnus Rodolfo Paglialunga come nuovo direttore creativo di VGrass Studio, giungendo a questo nuovo progetto dopo una brillante carriera in Romano Gigli, Prada, Vionnet e Jil Sander.  

Infine, tra i 12 brand emergenti selezionati da Camera Nazionale della Moda Italiana all’interno del Fashion Hub Market che presenteranno le loro collezioni prêt-à-porter e accessori, compaiono Angelia Ami, brand ideato e lanciato dalla fashion designer e alumna Angelia Corno, lo stilista indiano Dhruv Kapoor, fondatore dell’omonimo brand, e Emma Raphaelle Rotenberg, ideatrice del label Rowen Rose.

leggi di più

Le borse Radley London e Ottaviani su QVC

di Laura Frigerio

Vi capita mai di fare degli acquisti via tv? Noi vi consigliamo di provare, perché ne vale la pena. Questo soprattutto su QVC (canali 32 Digitale Terrestre e tivùsat e 475 di Sky), che ogni giorno ha delle meravigliose proposte di vario tipo.


Un esempio? Le borse Primavera Estate 2019 dei brand Radley London e Ottaviani.

Eccole, con i codici per ordinarle (dall'11 febbraio):

Art. 622592
Clutch gioiello in velluto con cristalli e perline. Tracolla con catena.
Prezzo: 244,80 euro
Citazione: Ottaviani su www.qvc.it

Art. 622593
Clutch gioiello con ricami in pizzo con strass e cristalli. Tracolla con catena.
Prezzo: 298,80 euro
Citazione: Ottaviani su www.qvc.it

Art. 622594
Clutch gioiello in tessuto ricoperto da pailettes e cristalli. Fodera in raso.
Prezzo: 179,80 euro
Citazione: Ottaviani su www.qvc.it

Art. 125395
Borsa a mano Kew Palace in pelle con tracolla removibile.
Prezzo: 209,67 euro
Citazione: Radley London su www.qvc.it

Art. 125397
Borsa a mano Palace Street in pelle con tracolla removibile.
Prezzo: 224,46 euro
Citazione: Radley London su www.qvc.it

Art. 125398
Borsa a tracolla Rose Castle in pelle con interno foderato.
Prezzo: 179,60 euro
Citazione: Radley London su www.qvc.it

Art. 125405
Borsa a spalla Fountain Road in pelle con interno foderato.
Prezzo: 239,80 euro
Citazione: Radley London su www.qvc.it

Art. 125399
Zaino Babington in pelle multitasche.
Prezzo: 199,80 euro
Citazione: Radley London su www.qvc.it

Art. 125417
Pouch in pelle Embellished Pouch con ricami floreali e chiusura a zip.
Prezzo: 149,10 euro
Citazione: Radley London su www.qvc.it

Art. 125403
Portafoglio in pelle Kew Palace multitasche. Chiusura a bottone.
Prezzo: 88,80 euro
Citazione: Radley London su www.qvc.it

leggi di più

Grande successo per l'evento World Of Fashion

di Redazione

Si è tenuta nella magnifica cornice di Palazzo Brancaccio la 21esima edizione del World Of Fashion. Crocevia di un incontro, ideato e diretto da Nino Graziano Luca. A sfilare quest’anno sono state le magnifiche creazioni realizzate da importanti stilisti provenienti da tutto il mondo.

Tra i presenti in questa edizione del World Of Fashion:

ADDY VAN DEN KROMMENACKER (OLANDA)
Lo stilista delle celebrities che ha presentato la collezione Out of Africa che trasuda safari, rievoca leopardi, fiori africani selvatici e nuove stampe, combinati con la femminilità e i ricchi tessuti che lo hanno reso celebre. Le stampe sviluppate da Addy sono diventati negli ultimi anni una parte fondamentale del successo della collezione.


MARCELA DE CALA (SPAGNA)
Realizza abiti da sposa di lusso, disponibili in numerose boutique di moda in tutto il mondo. Usa i migliori tessuti di pizzo e seta per design raffinati che esaltano la semplicità e l’eleganza. Magnifici abiti immaginati per la sposa che vuole stupire e stupirsi nel giorno più importante della sua vita.


AZZURRA DI LORENZO (ITALIA)
Giovane stilista votata alla riscoperta della femminilità misurata e mai ostentata. Attualizzare l’eleganza, rispolverare un fascino sofisticato in grado di coinvolgere le clienti più giovani: questa è la nuova sfida in cui si sta impegnando Azzurra Di Lorenzo nel passare dalla “creazione su misura” alla produzione su ampia scala. Testimonial della sua collezione, l’attrice Milena Miconi (attualmente in teatro con lo spettacolo “Anche le formiche cadono”).

RUJJI BY RAJA EL RAYES (LIBIA)
I suoi disegni hanno origine a Tripoli e riflettono più largamente la storia libica, l'orgoglio della sua patria, coniugano passato e presente del suo paese come nella collezione passata dedicata al sito Patrimonio dell’Umanità Unesco di Tadrart Acacus. I tessuti da lei usati presentano ricchi ricami, con pietre preziose. Abiti con l’etichetta "Made in Libia" che era una cosa a lungo sognata da Raja che da sempre desidera che la gente di tutto il mondo possa comprare vestiti fatti in Libia.

Quest’anno, inoltre, sono state introdotte per la prima volta al World Of Fashion, delle splendide creazioni maschili, indossate da quattro attori d’eccezione: Maurizio Matteo Merli (Attore e regista, prossimamente dietro la macchina da presa del suo primo lungometraggio dal titolo “Il primo degli ultimi”); Gilles Rocca (Attore e regista di successo, prossimamente nella fiction Rai “L’Aquila Grandi speranze”); Giuseppe Panebianco (attore di numerose fiction, impegnato come autore in un importante progetto cinematografico ancora Top Secret) e Ballde Bassirou (giovane attore che sarà presente nel prossimo film di Nanni Moretti).

GIORGIA LINGERIE (ITALIA)
Nasce con un concetto di lingerie un po’ fuori dagli schemi. Colore predominante è l’oro, un colore caldo, solare, energico che si abbina alle tinte soft, presenti nella collezione.


MARINA CORAZZIARI GIOIELLI (ITALIA)
Il suo stile eclettico mediterraneo fonde il neo-etnico con il liberty, il barocco con il post-industriale. Bagliori d'oriente e design occidentale si incontrano nei suoi preziosi monili. Gli astratti simbolismi bizantini e le tessiture intreccio tipiche delle aree stilistiche dell'africa nera si fondono con elegante maestria nei suoi gioielli. Intere parure realizzate con coralli, turchesi, topazi e avorio, acquemarine e topazi azzurri, giade ed ambre incastonate in lastre d'argento e d'oro per celebrare linee e colori del mediterraneo multiculturale.

Nel corso dell’evento sono stati consegnati, inoltre, i World Of Fashion Award agli stilisti partecipanti ed agli Enti e personalità impegnati nella promozione della moda, dell’arte e dei progetti etici.
I premi come sempre sono realizzati dal Maestro Orafo del Festival di Sanremo Michele Affidato. Tra coloro che hanno ricevuto il World Of Fashion Award, oltre gli stilisti presenti, anche la Prof.ssa Maria Rita Parsi per la Cultura; Antonio Preziosi (direttore di Rai Parlamento) per il Giornalismo.

Il World of Fashion è uno gli appuntamenti più seguiti e attesi del Calendario Ufficiale di Altaroma con oltre cinquecento ospiti che assistono mediamente all’evento ideato e diretto da Nino Graziano Luca.

Personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo, ambasciatori, giornalisti, buyer, imprenditori ed esponenti della nobiltà per una passerella d’eccezione che fa della moda un catalizzatore di costumi, usanze, tradizioni e ideali. «Il World of Fashion – ha commentato Nino Graziano Luca - lancia un messaggio di speranza: il dialogo tra le culture è possibile se si usano linguaggi della moda e più in generale delle arti». Una filosofia confermata dal backstage alla scena. Dalla perfetta interazione tra gli stilisti all’atmosfera in platea. Un ricco parterre entusiasta ha assistito alla serata.

Tra i presenti: Biancamaria Caringi Lucibelli (organizzatrice del Galà delle Margherite che quest’anno – ha annunciato Nino Graziano Luca durante la serata – arriverà alla sua 30^ edizione), Cinzia Malvini di La7, le attrici Michelle Carpente, Miriam Galanti, Katia Greco, Jennifer Mischiati, Erika Marconi, Marilù De Nicola, gli attori Raffaello Balzo, Andrea Vico, la Principessa Maria Pia Ruspoli, la fashion blogger Camilla Sentuti, il Principe Guglielmo Marconi Giovanelli, Fanny Cadeo, Sante Orrico Patron di Moda Movie, lo stilista Anton Giulio Grande, il regista Rai Giuseppe Sciacca, la giornalista Emanuela Gentilin di Canale 5, Susanna Lemma giornalista del tg1, la Principessa Irma Capece Minutolo, Lara Comi direttrice della scuola di danza del Teatro dell’Opera di Roma, N. H. avv. Antonio Lazzarino De Lorenzo, il parlamentare Felice Mariani, il Prefetto Fulvio Rocco, la giornalista Dina De Fina, Samya Abbary conduttrice di Non Solo Moda Il giornalista del Corriere della Sera Max Pucciariello, Chiara Beghelli de Il Sole 24 ore, Dewi van de Weerd Ambasciatrice del Regno dei Paesi Bassi in Italia, Bernadette Klosch, ministro plenipotenziario dell'ambasciata d'Austria, Dagmar Schmidt Tartagli Ministro dell'Ambasciata della Svizzera in Italia, l’Ambasciatore del Kuwait Sheikh Ali Khaled Al Sabah e la consorte Dr.ssa Sarah Al Rakayan, l'Ambasciatore dell'Arabia Saudita H.R.H. Prince Sheikh Faisal bin Sattam bin Abdulaziz Al Saud e la consorte HRH Princess Jawaher bint Mohammed N Al Saud, Rocio e Cinzia Ana Cortejosa editori di Ufashon, Barbara Molinario di Fashion News Magazine, l’Avvocato Antonio Capparelli, Direttore Generale dell’Università degli Studi di Cassino, Josephine Alessio di RaiNews24, Eva Crosetta, conduttrice su Rai2 del programma Sulla Via di Damasco.

leggi di più

AltaRoma: la 21a edizione del World of Fashion

di Laura Frigerio

Uno degli eventi clou di AltaRoma è la 21esima edizione del World of Fashion (crocevia di un incontro, ideato e diretto da Nino Graziano Luca), che si terrà domenica 27 gennaio nella magnifica cornice di Palazzo Brancaccio.


A sfilare quest’anno saranno magnifiche creazioni realizzate da importanti stilisti provenienti da tutto il mondo.

Tra quelli che saranno presenti in questa edizione: Addy Van Den Krommenacker (Olanda); Azzurra Di Lorenzo (Italia); Giorgia Lingerie (Italia);  Marcela De Cala  (Spagna);  Marina Corazziari Gioielli (Italia);  Rujji by Raja El Rayes (Libia).

L'obiettivo del World of Fashion è il sostegno dei giovani talenti della moda. Si tratta di un evento realmente internazionale visto che in questi anni ha ospitato circa sessanta stilisti provenienti da 25 paesi: Egitto, Libia, Dubai, Qatar, Libano, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Giordania, Bahrain, Kuwait, Colombia, Paraguay, Argentina, Albania, Cipro, Bulgaria, Thailandia, Sudafrica, Tunisia, Cina, India, Palestina, Malta, Olanda e ovviamente dall’Italia. 


Presenti ogni anno circa cinquecento ospiti: personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo, ambasciatori, giornalisti, buyer, imprenditori ed esponenti della nobiltà per una passerella d’eccezione che fa della moda un catalizzatore di costumi, usanze, tradizioni e ideali.

«Il World of Fashion lancia un messaggio di speranza: il dialogo tra le culture è possibile se si usano linguaggi della moda e più in generale delle arti» - ha commentato Nino Graziano Luca.
Una filosofia confermata dal backstage alla scena. Dalla perfetta interazione tra gli stilisti all’atmosfera in platea.


Nel corso dell’evento vengono abitualmente consegnati i World of Fashion Award agli stilisti partecipanti ed agli Enti e personalità impegnati nella promozione della moda, dell’arte e dei progetti etici. I premi come sempre sono realizzati dal Maestro Orafo del Festival di Sanremo Michele Affidato.

leggi di più

AltaRoma: presentata la collezione FW 19/20 di Angelia Ami

di Laura Frigerio

È attualmente in corso AltaRoma e, tra i brand protagonisti, c'è anche Angelia Ami che ha presentato la sua collezione Fall Winter 2019.

Una collezione che prende vita a New York, inaugurando con questo viaggio un nuovo capitolo.


“90 Riverside Drive” introduce infatti l’evoluzione nomade ed internazionale del brand: un luogo molo caro alla designer, oggi giunta alla sua quinta collezione.

La collezione, da un punto di vista ironico ed attuale, trae ispirazione delle icone di stile della socialité newyorkese (da Carolyn Kennedy-Bassette a Louise Melhado, da Nina Grissom a Marella Agnelli) ricercando, in questi archetipi dell’immaginario precious, una sofisticatezza che superi l’effimero. Capispalla dalle vestibilità over si abbinano a pantaloni classici con pence, camicie dai tagli maschili convivono con disegni animalier in trasparenza, accompagnati da sneakers e perle dalle forme irregolari.

La ricerca sui capospalla parte dai tessuti classici: panni lana in marrone, beige e fantasia pied de poule, velluti lisci e a coste, spostandosi poi sui toni dell’arancio con nappa e tessuti tecnici, quindi il camoscio bordeaux, lo spalmato lucido e una punta di lilla. La selezione dedicata agli abiti e alla camiceria alterna satin di seta a disegni animalier, stampati e riportati su jacquard, quindi gingham giapponesi accostati a nappe leggere e jersey di viscosa: torna il lilla, con una scala di grigi, marroni, beige e bianchi, chiari e delicati.

Una proposta eterogenea di capi versatili, armonizzati tra loro da un lavoro di layering comune. Manhattan riassume in sé le sfumature della donna Angelia Ami: un punto di vista privilegiato dell’esplorazione del nuovo femminile. Una donna indipendente, eclettica nel pensiero e nello stile ma anche intelligentemente attratta dal nuovo che, grazie ad abbinamenti differenti, esprime il proprio io grazie ad un guardaroba dalla sofisticazione classica.


(Sunglasses support by Retrosuperfuture)

leggi di più

Mara Venier per Luisa Viola

di Laura Frigerio

 

Mara Venier si gode il successo della sua "Domenica In", dove appare sempre elegantissima.

 

D'altra parte la conduttrice non ha mai fatto mistero di avere una certa passione per la moda, tanto che nel 2016 è nato il suo sodalizio con Luisa Viola, che continua ancora oggi.

 

È stata infatti presentata la nuova collezione A/I 2019 della linea "Mara Venier per Luisa Viola", con cui rende onore e giustizia a tutte le donne normali che amano vestirsi con comodità. 

E pare che ancora una volta abbia fatto centro!

leggi di più