Emma Muscat in Calzedonia all'Eurovision

di Laura Frigerio

È passata una settimana dall'Eurovision Song Contest e ne sentite la mancanza? Allora facciamo un piccolo passo indietro per ricordare lo splendido stile dell'affascinante Emma Muscat (ex Amici), alla kermesse per rappresentare la natia Malta.

Alla cerimonia di apertura sul Turquoise Carpet, la cantante ha sfilato avvolta da un abito bianco elegante e sensuale. Il layering di veli donava un effetto fresco e dinamico al look, ma il vero focus dell'abito era il beachwear della capsule esclusiva firmata Calzedonia "Shine Bright Like Summer".
Il due pezzi in pieno stile Bond girl donano sensualità e luminosità al look: bra a balconcino e slip sgambato a vita alta, impreziositi da dettagli sparkling lungo il décolleté e la cintura del pezzo inferiore rendono l'artista maltese la protagonista della cerimonia.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


crediti foto: ufficio stampa

Mini Me, la collezione di Calzedonia per tutta la famiglia

di Laura Frigerio

Vi state proiettando già verso l'estate? Allora dovete scoprire assolutamente Mini Me, la collezione mare Spring-Summer 2022 di Calzedonia per tutta la famiglia.

Costumi da bagno di diverse forme e modelli, sia per la mamma e il papà che per i bambini.

La scelta è davvero varia: si va dalle tinte unite color block alle fantasie, fino alle stampe marine e jungle.

Per questa collezione sono stati usati anche nuovi tessuti tessuti tra cui la spugna e il crochet super di tendenza.

La collezione Mini Me di Calzedonia si arricchisce inoltre di un accessorio esclusivo. Infatti con una spesa minima di 70 euro si riceverà in regalo (fino ad esaurimento scorte) la borsa mare pratica e di tendenza.









crediti foto: ufficio stampa

L'arte internazionale di L7Matrix veste lo Streetwear made in Italy di R4R

di Redazione

La primavera da sempre è il tempo della rinascita e l’azienda comasca Roberta Redaelli ha fatto suo questo motto con un importante restyling della sua linea dedicata allo street style che da questa stagione si pone come mecenate d’arte, divenendo un volano d’eccezione per promuovere la Street Art nazionale e internazionale, con lo scopo di creare un dialogo che possa mostrare quanto arte e moda siano due facce della stessa medaglia.

La nuova collezione P/E 2022 firmata R4R Redaelli’s Family Project si veste, quindi, di arte dall’allure cosmopolita grazie all’esclusiva collaborazione con l’artista di respiro mondiale L7Matrix.

I colori esplosivi delle tinture spray e la texture materica delle pennellate che caratterizzano lo stile di Luis G. Martins e le sue tele, si fanno inedita tavolozza per dipingere i capi della linea di Streetwear R4R.

Le stampe sono decise, dinamiche e di carattere. Le linee semplici e contemporanee perfette per vestire chiunque le indossi esaltandone stile e portamento. Siamo di fronte ad una collezione forte e pervasa di energia vitale che unisce la potenza dei colori all’eleganza del bianco e nero per soddisfare i palati più raffinati in termini di capi must have. Tra felpe, joggers e t-shirts un nuovo modo di concepire la moda è arrivato in città. Siete pronti a farvi conquistare da un’ondata di energia tutta da indossare?

CHI È L7MATRIX
Luis G. Martins alias L7matrix aveva solo 13 anni quando incontrò per la prima volta le vernici spray. Questa esperienza ha aperto le porte ai molti esperimenti che lo hanno reso l’artista di oggi. Mentre esplorava il suo lavoro, Luis ha provato molte tecniche e alla fine ha creato il suo approccio unico utilizzando inchiostro di china, vernice, pastello morbido, pastello a olio e acrilico.
L7matrix è anche arrivato a uno stile unico attraverso la sperimentazione: combina elementi geometrici e blocchi di colore stilizzati con il realismo pittorico. È questa combinazione di semplicità cromatica e geometria libera che risveglia negli spettatori sentimenti contrastanti e potenti.
Questo è frutto anche del fatto che l’artista è ugualmente ispirato dalla bellezza della vita e dal suo dolore. È influenzato dal disordine dell'ambiente che lo circonda e non può fare a meno di generare un mix che unisce caos sofisticato ed eleganza, il tutto magistralmente espresso nei suoi soggetti. I suoi dipinti sono pieni di movimenti come, ad esempio, nel tema degli uccelli, il tema più noto nelle sue opere. Oltre a spettri e volti che ricordano spiriti colorati a meduse bio-luminescenti.
L7Matrix è specializzato in uno stile unico e sorprendente che si è diffuso in vari luoghi del mondo come Francia, dove attualmente vive, Svizzera, Paesi Bassi, Lussemburgo, Portogallo, Spagna, Stati Uniti, Canada, Australia, tra gli altri.

CREDITS
Fashion brand: R4R Redaelli’s Family Project
International artist: L7Matrix
Shop: r4rshop.robertaredaelli.com
Photo: Yvonne Vionnet
Make up & Hair: Vania Todino

Leonie Hanne x Liu Jo, la capsule collection che illuminerà le vostre giornate

di Redazione

La Spring/Summer 2022 di Liu Jo si accende di tonalità candy, elettriche e super cool grazie alla capsule collection Leonie Hanne x Liu Jo che celebra la passione femminile per gli accessori. L’estro e lo stile, propri di Leonie, sono stati i driver che hanno portato alla creazione della capsule collection con Liu Jo, brand italiano simbolo di glamour e dinamismo a livello internazionale.

Leonie Hanne, influencer tedesca dall’anima cosmopolita, ha interpretato bags&shoes dal design essenziale secondo una ricetta cromatica che mixa abilmente tonalità differenti, dando vita ad una proposta speciale, in grado di rappresentare il contemporaneo con un tocco unico nel suo genere. La hobo bag, iconica borsa a mezzaluna, è il modello interpretato da Leonie Hanne x Liu Jo in chiave ironic glam in due differenti dimensioni, small e mini, in perfetta linea con i trend del momento.

Una bag dalle linee essenziali. L’attento studio della forma si accompagna a quello di una ricercata palette colori che spazia da un’ampia gamma di nuances pastello come il menta a quelle più accese come l’orchidea. Non mancano poi le proposte speciali tutte declinate in versione mini: quattro varianti colore in nappa laminata, per un effetto lucido assolutamente magnetico, e una luminosa versione ricoperta all over da una pioggia di strass ton sur ton.

Stivali e pump, che hanno già conquistato i cuori di tante fashion victimis, vengono riproposti anche per la Spring/Summer 2022, insieme a sandali con tacco dal design essenziale. Se le linee sono pulite e semplici, la proposta di palette è invece un gioco senza fine di tonalità pastel neon, dal color ghiaccio al turchese. Liu Jo come sempre è attento ai dettagli e non manca di proporre sandali arricchiti da piume colorate e shoes in brillanti versioni in full strass e glitter, fino ad arrivare ad un’originale versione oleografica capace di attirare ogni riflesso creando un’affascinante connubio di luci ed ombre che cambia passo dopo passo.

Leonie Hanne x Liu Jo si presenta come la quintessenza del vivere contemporaneo, accessori curati nei minimi particolari e dall’allure glamourous con quel tocco di vivacità regalato da una palette colori creata a regola d’arte. La spensieratezza del vivere quotidiano tanto desiderata parte dalle piccole cose, siano esse anche uno speciale accessorio.



 

 

 

 

 

 

 

 


crediti foto: ufficio stampa

Coachella style: alcuni spunti (gallery)

di Laura Frigerio

Dopo due anni è tornato uno degli appuntamenti internazionali più attesi dagli amanti della musica, ma anche della moda. Parliamo del Coachella Music Festival, che si tiene all'Empire Polo Club di Indio, in California.
Molte le band che fino al 24 aprile si esibiranno, da Harry Styles ai nostri Maneskin. E come da tradizione non mancano le star anche sotto il palco, che sfoggiando look dallo stile diventato iconico. Ormai, infatti, è nato un vero e proprio Coachella style, che è rigorosamente boho-chic e fortemente ispirato agli anno'70.

Volete entrare nel mood anche se non siete riuscite a volare negli Stati Uniti?
Ecco una bella gallery con alcuni suggerimenti di capi e accessori firmati da Chiara Boni Le Petite Robe, Simone Guidarelli, Camomilla, Bomboogie, Ahirain, Not After Ten, 2Star, Livincool, Silhouette, Luisa Spagnoli, Calzedonia, Manila Grace, Motivi, NaraCamicie e Oltre.








 

 

crediti foto: ufficio stampa

Lorella Cuccarini in Post Scriptum

di Laura Frigerio

Avete visto l'ultima puntata di "Amici di Maria De Filippi"? Se la risposta è "si", sicuramente non avrete potuto fare a meno di notare il bel tailleur di qualità sartoriale indossato da Lorella Cuccarini. Un capo unico creato appositamente per lei da Post Scriptum, brand bresciano fondato dalla giovane designer Stefania Pelucchi.
La "Prof" del talent, con questo outfit, si è anche scatenata nella coreografia della sua hit cult "La notte vola" insieme al collega Raimondo Todaro.

"Post Scriptum non è un’insegna sartoriale - spiega Stefania, la designer - bensì un brand che consente di trovare il proprio outfit già pronto, ma creato con una modellistica studiata per rendere versatile, e al tempo stesso puntuale, la vestibilità. A ciò si aggiunge una scelta di tessuti preferibilmente con elastane. Li prediligo, anche se sono più difficili da lavorare, perché tra le mie mission c’è la comodità di chi indossa i miei capi".

Per confezionare il "rigoroso" doppiopetto con pantaloni svasati e top coordinato si è quindi partiti dalla scelta del tessuto, attuata in collaborazione con i costumisti del programma, Anahi Ricca e Federico Zaccone, che avrebbe poi contribuito a risolvere in un unico outfit tutte le esigenze della puntata serale assicurando un outfit che fosse autorevole, grazie alla fantasia maschile, femminile e da sera, grazie alla pioggerella di paillettes e infine comodissimo e performante per accompagnare ogni movimento di Lorella durante il "guanto di sfida" tra Prof.

Il tailleur pantalone indossato da Lorella Cuccarini sabato 2 aprile è per ora un pezzo unico, ma dato il grande successo, Stefania sta già valutando la fattibilità di repliche per le fan più appassionate che l'hanno contattata durante la serata di "Amici" su Instagram.














crediti foto: ufficio stampa

Sì Sposaitalia Collezioni: tutto sulla nuova edizione

di Redazione


È partita la nuova edizione di Sì Sposaitalia Collezioni, la manifestazione di rilievo internazionale è infatti pronta al suo come back in presenza, fissato a fieramilanocity_MIco (Milano) dall’1 al 4 Aprile.

Punto di riferimento internazionale per addetti ai lavori e atelier, la kermesse è da sempre considerata uno degli appuntamenti irrinunciabili dell’universo bridal. In questa cornice vestita di bianco, glamour ed eleganza si fondono in un calendario ricco di eventi e sfilate, ben dodici infatti le passerelle previste nelle prime tre giornate con l’obiettivo di offrire uno specchio reale su quelle che sono le prossime tendenze di stagione e i must-have dell’universo wedding.

Grande attesa però non solo per i défilé, ma anche per i numerosi brand e le case che avranno la possibilità di mettere sotto i riflettori le proprie collezioni, dagli abiti agli accessori, fornendo un vero métissage di ispirazioni e contaminazioni artistiche. Tradizione e innovazione si potranno ammirare nella nuova collezione “Nodo d’amore” di scarpe Danira, realizzata pensando all’amore e curando ogni singolo particolare di tutta la linea bride, dalla selezione dei tessuti agli accessori romantici.

A introdurre grandi novità sono anche la firma Claudio Mari, che a Sì Sposaitalia Collezioni porterà non solo i suoi abiti made in Sicily ma anche una capsule collection di abiti da sposa serali sempre sartoriali e Avaro Figlio che presenterà la linea Bianca, tra tessuti, volumi e ricami che strizzano l’occhio alle spose moderne.

Attese new entry anche nello spazio dell’atelier Luisa Sposa che amplia la sua offerta secondo un approccio ancora più orientato a soddisfare le richieste di ogni cliente.
«Il nostro punto di forza, oltre che novità, è l’abito intercambiabile a due pezzi che può assumere nuove identità: in questo modo la sposa può avere un abito sia personale che personalizzabile. La sposa del 2023 ha bisogno di novità e di distacco, per questo nelle nostre creazioni manteniamo l’identità legata alla tradizione ma guardando sempre al futuro» -  ha spiegato Rossella Iacovelli, pr e responsabile comunicazione dell’etichetta.

Mentre la maison Maria Pia ammalierà i presenti con una ventata di freschezza fatta di tessuti nuovi e insoliti per l’universo wedding, volumi XL e dettagli couture, sempre senza però tradire il suo Dna fatto di linee pulite e manifattura delle lavorazioni magistrale.
Chic e classicità 2.0 saranno invece all’insegna dell’internazionalità per l’uomo di Versali, che per la sua collezione Ceremony 2023 si rifà alle atmosfere notturne di Dubai, introducendo tessuti illuminati dai riflessi dei filati in lurex all-over e jacquard che, uniti alle silhouette degli abiti dalle forme che delineano il corpo, creano una forte, personale e briosa immagine.

Il lusso world-wide sarà però rappresentato anche dalla griffe Gali Karten, un’azienda guidata da un management giovane, dinamico, moderno che grazie al talento della stilista Gali porta a Milano l’eccellenza sartoriale israeliana, fatta di tocchi vintage e tagli tipici dell’alta moda.

Alla kermesse all’insegna del «vissero felici e contenti» non poteva mancare un esperto del settore come Enzo Miccio. Lo stilista e trend setter, infatti, rivelerà ai presenti la sua nuova collezione Enchanten Garden, una parola che sottolinea la cura e la magia dedicata alla realizzazione delle silhouette di bianco vestite e, naturalmente, made in Italy.
«I miei abiti sono sempre un inno alla bellezza, vogliono esaltare le mie spose nel loro giorno più bello. Mi piace creare abiti che parlano di un mondo incantato e onirico ma sempre contemporaneo e femminile» - ha spiegato Enzo Miccio.

Un evento ricco di appuntamenti e tantissime novità quello di Sì Sposaitalia Collezioni, che mai come quest’anno conferma l’importanza del segmento bridal all’interno del panorama moda internazionale, offrendo nuove visioni e tendenze al passo con i tempi e con la new generation. A partire con la piattaforma digitale #iamsposaitalia che rimane attiva a supporto dell’edizione fisica, permettendo a espositori e buyer da tutto il mondo di entrare in contatto diretto prima e durante la Fiera.









crediti foto: ufficio stampa

Bride in the City, l'aperitivo glamour di Sì Sposaitalia Collezioni

di Laura Frigerio

Dal 1° al 4 aprile si terrà a fieramilanocity_Mico la nuova edizione di Sì Sposaitalia Collezioni, la manifestazione dedicata alle eccellenze del bridal.

Per entrare nel giusto mood, siamo salite su un bus in stile city sightseeing insieme a dieci modelle vestite da sposa (con abiti a dir poco meravigliosi, molto diversi tra di loro e quindi adatti per tutti i gusti e gli stili delle future spose) per condividere con loro una divertente Bridal Experience in giro per il quadrilatero della moda.


Quale modo migliore per portare in città lo spirito dell’appuntamento internazionale riservato all’abbigliamento e agli accessori per la sposa, per lo sposo e per la cerimonia?

Gli abiti da sposa indossati dalle modelle erano di  Mysecret Sposa, Giuseppe Papini, Diamond Couture, Michela Ferriero, Luisa Sposa, Elisabetta Polignano, Maison Signore,  Dalin Italian Atelier, Amelia Casablanca e Creazioni Maria Pia. I gioielli invece, sono stati selezionati da HOMI Fashion&Jewels Exhibition tra i suoi espositori e saranno offerti da: Ultima Edizione, Carlo Zini, Venticelesti bijoux e Ornella Bijoux.

Risultato: un album di nozze "milanese style" con sosta nei luoghi iconici e immancabili della città, dove le ragazze si sono messe in posa tra i passanti, proprio come delle vere spose per delle ‘foto cartolina’ esclusive. Un’esperienza che anche i visitatori di Sì Sposaitalia Collezioni possono rivivere in fiera grazie all’allestimento dello spazio Bride in the city, dove sono esposti i dieci abiti indossati e alcune delle foto scattate durante l’evento on the road gli faranno da cornice.











crediti foto: ufficio stampa

Camomilla Italia: la collezione Spring/Summer 2022

di Redazione

Pareti affrescate, grandi vetrate da cu filtra la luce chiara, scalinate maestose, stucchi e pavimenti in marmo fanno da cornice alla sfilata Camomilla Italia Spring/Summer 2022. La storica e lussuosa villa sulle rive del Lario è la location perfetta per accogliere ed esaltare proposte molto diverse tra loro che spaziano da abiti dai tagli iconici a look più aggiornati in stile bohemien e safari.

Tante le ispirazioni portate in passerella da Camomilla Italia, come diversi per attitude, esperienze e storia personale i volti scelti dal marchio per rappresentare il suo universo femminile, sempre al centro della sua filosofia e della sua comunicazione.

Donne accomunate da un desiderio di rivincita, che Camomilla Italia vuole prendere per mano e accompagnare in un percorso di riappropriazione del proprio mondo e della propria femminilità, che vogliono ricominciare a vivere pienamente ogni giornata, ogni momento, ad apprezzare le piccole gioie del quotidiano.

Camomilla Italia si fa portavoce di un nuovo stile di vita sereno e gioioso, lasciandosi ispirare da quella donna che ha bisogno di ritrovare le proprie abitudini e che ama lasciarsi andare e sentirsi liberamente sé stessa.

In un’ottica di inclusione e complementarità – valori intorno a cui da sempre ruotano le collezioni Camomilla Italia- il marchio attraverso un progetto di engagement nei confronti della propria community ha scelto di celebrare la bellezza femminile e la diversità come valore dell’unicità in tutte le sue sfaccettature. Attraverso uno street casting on the go a Milano, Camomilla Italia – insieme ad un casting director professionista- ha selezionato 3 giovani donne che hanno potuto vivere un’esperienza unica e sfilare insieme a 6 modelle professioniste e alla talent - ambassador del brand per questa occasione- Valentina Melpignano. La Creative Director, Giorgia Pierro, insieme al suo team ha intrapreso proprio uno studio stilistico per rivolgersi ad ogni donna che ama essere raffinata e di tendenza e che cerca look che l’accompagnino durante i differenti impegni della giornata.

Leitmotiv della sfilata Camomilla Italia Spring/Summer 2022 la capsule Couture per rendere indimenticabili i momenti speciali. Protagonisti sono gli abiti in raso, di varie lunghezze per valorizzare le diverse fisicità senza rinunciare all’eleganza e alla femminilità. Così anche i nomi degli outfit richiamano personalità di spicco del jet-set internazionale, vere e proprie icone di stile, sempre attuali: Diana, Elizabeth, Marilyn, Stephanie, Alexandra, Carolina. Preziosi drappeggi, bustini couture, scolli ricercati, ampie gonne che lasciano spazio anche a silhouette più asciutte, sono tra le caratteristiche principali degli abiti della capsule Couture firmata Camomilla Italia.


Camomilla italia sceglie di portare in passerella anche una delle novità più importanti della stagione: il progetto YOU&ME dedicato alla bambina, rivolto alle clienti del futuro. La nuova tendenza mini-me si fa strada nella nuova stagione. Il brand la interpreta proponendo look raffinati che vestono uguali mamme e bambine per un risultato matchy matchy dal carattere dolce. Il senso di appartenenza e l’amore diventano i valori di questo progetto. Abiti in colori chiari e pastello con profili di pizzo estremamente ricercati si alternano a completi blusa-gonna in fantasie floreali adatte alle clienti del brand e ovviamente alle loro piccole.

Chiudono la sfilata Camomilla Italia Spring/Summer 22 le proposte dal mood vacanziero, spensierato e rilassato, pensate per accompagnare le donne nel periodo più piacevole dell’anno: l’estate. Sono le atmosfere felliniane, i look d’ispirazione anni 50, le giornate lunghissime da trascorrere in riva al mare e le passeggiate al chiaro di luna ad ispirare questo mood per vere dive moderne. La proposta è ampia, ma ciò che rende unici i capi Holiday è la combinazione di colori e fantasie armoniose.

I kaftani, gli abiti fluttuanti, i coordinati, caratterizzati da colori vitaminici, saranno i perfetti alleati durante tutte le attività vacanziere, da quelle più dinamiche alle più eleganti. Immancabile nel guardaroba estivo la stampa maiolica, proposta da Camomilla Italia nei colori turchese e mais in versione all over o come dettaglio. I colori e la vivacità della penisola sorrentina, i toni dell’ibiscus in versione tye dye, la stampa allover floreale su fondo white e fiori di rubino, la stampa tropical, serpentine, carribean, accendono di glam i summer look perfetti per il giorno ma anche per un aperitivo al tramonto. Non può mancare in questo tema l’intramontabile sangallo di cotone, proposto da Camomilla Italia in combinazione con il pizzo per un minidress lezioso. Il viaggio estivo di Camomilla Italia si conclude con proposte di costumi e copricostumi raffinate e di tendenza nei pattern più roar.












 

 

crediti foto: Vittorio La Fata

Curvy Approved, un must per Siggi

di Redazione

Sempre più spesso si sente parlare di donne “curvy”, ma cosa significa veramente questo aggettivo? Il termine talvolta viene usato per descrivere genericamente donne in sovrappeso, ma in realtà questo utilizzo è sbagliato e fuorviante.

Curvy, infatti, designa le donne che si sentono a proprio agio con se stesse e con le proprie curve formose e abbondanti, considerate bellissime ed estremamente sensuali, senza dover nascondere le proprie imperfezioni o rincorrere stereotipi imposti dalla società.

Curvy rappresenta quindi lo sdoganamento della negatività di un corpo diverso da quello delle modelle snelle e slanciate che la moda ha imposto negli ultimi decenni, per proporre invece un fisico sinuoso, morbido e prosperoso che la donna può sfoggiare in modo ugualmente orgoglioso. Un corpo letteralmente formoso e curvoso, in salute, che viene valorizzato attraverso la moda dedicata al mondo curvy mettendo in risalto l’armonia delle curve abbondanti, liberandole al contempo dai pesanti stereotipi di una società “perfetta” a cui le donne non vogliono più conformarsi.

La moda curvy diventa in questo modo una tematica inclusiva, che invita le donne ad amare le proprie maniglie dell’amore e sentirsi belle in ogni occasione, senza crucciarsi per un po’ di cellulite o rinunciare ai pantaloncini corti in estate. In altre parole, libere, libere di essere sé stesse e di esprimere la propria personalità anche attraverso gli abiti. 


Le origini della moda curvy sono da ricercare nelle rivoluzioni degli anni Sessanta, che gettano le basi per i cambiamenti di atteggiamento e di mentalità che si sono susseguiti nei decenni successivi. Già negli anni Ottanta gli stilisti di fascia alta, tra cui Valentino e Givenchy, iniziano a porre attenzione al mondo delle cosiddette taglie forti, e il 1997 vede la nascita della rivista Mode, dedicata interamente alla moda “plus-size”, dando visibilità a diversi designer e modelli di settore che altrimenti non sarebbero mai stati notati. Nel primo decennio del nuovo millennio iniziano a nascere le prime community virtuali sulla moda dedicata alla plus-size, arrivando nel 2009 alla prima Full Figured Fashion Week.

Tra il 2010 e il 2011, poi, inizia a venire usato il termine “body positive” grazie alle donne e ragazze che vogliono proporre un messaggio positivo e innovativo, che vuole includere tutti i tipi di bellezza non standardizzata, accettando le diversità personali e spronando il miglioramento dei punti deboli della persona. Al giorno d’oggi, il termine curvy è entrato nel linguaggio comune della moda, con modelle formose che compaiono sulle copertine delle riviste e camminano in passerella, senza dimenticare i tantissimi blogger di settore che ogni giorno propongono articoli e discussioni costruttive per promuovere l’accettazione di tutti i tipi di corporatura e, soprattutto, l’amore per se stessi. 


Siggi, azienda di abbigliamento professionale, pensa al mondo del lavoro e allo stile di chi per la propria professione ha necessità di un abito adatto. Siggi pone da sempre grande cura nelle linee e nella scelta dei materiali, assicurandosi che risultino confortevoli in tutte le taglie, dalle più piccole a quelle più comode, senza rinunciare a un look moderno e gradevole. Nasce per questo la dicitura “curvy approved”, una garanzia che accompagna i capi Siggi che meglio si adattano ad ogni forma del corpo femminile e impreziosiscono le curve armoniose delle taglie più abbondanti. Indossando i capi Siggi curvy-approved, ogni donna potrà essere orgogliosa delle proprie forme e amare la femminilità del proprio corpo senza rinunciare alla comodità, alla funzionalità e all’eleganza nel tempo dedicato alla propria professione.



 

 

 

 

 

 



crediti foto: ufficio stampa

Maria Luca ha sfilato alla New York Fashion week con Markarian

di Redazione

Maria Luca ha lanciato il suo primo progetto di co-design con il luxury brand Markarian, presentando in anteprima la collezione durante la sfilata Autunno/Inverno 2022 della designer americana Alexandra O’Neil, lo scorso 14 febbraio a New York.

Il background e i gusti che legano le due designer sono molto simili, per questo motivo si è creta una collaborazione davvero molto affiata: introdotte da un amico in comune, si sentono legate per aver lanciato brand ispirati alle loro nonne. La collezione consiste in 4 modelli – una sligback, un sandalo, uno stivale e una ballerina bassa,- ognuno dei quali mixa la silhouette iconica di Maria Luca con gli incredibili tessuti di Markarian.

“Maria Luca è dedicato a mia nonna e al suo amore per la bellezza. Lei era un vero esempio dell’eleganza italiana della Dolce Vita romana. I disegni di Markarian mi hanno subito fatto pensare alla Dolce Vita e alla joie de vivre" – dice Carlotta De Luca, designer e fondatrice di Maria Luca.

“Markarian è caratterizzato da un design classico con tocchi stravaganti, per questo motivo la collaborazione con Maria Luca è stata del tutto naturale. Adoro come il vintage ispiri le forme e i dettagli delle scarpe di Carlotta e il fatto che lei sia così ispirata da sua nonna. La mia, Gigi, mi ha insegnato a cucire e ha incoraggiato il mio amore per il fashion design” - dice Alexandra O’Neil, designer e fondatrice di Markarian.










crediti foto: ufficio stampa

Il San Valentino di Fila Underwear è all’insegna del matchy matchy

di Redazione

Il San Valentino di Fila Underwear è all’insegna del matchy matchy: la tendenza a due, nata in Sud Corea e approdata in tutto il mondo, oggi conquista anche il mondo della lingerie e loungewear.

Per un couple twining confortevole e di tendenza. Quest’anno le coppie saranno ancora più affiatate anche in tema di stile, indossando nei momenti più cozy e a tu per tu set coordinati per festeggiare il giorno degli innamorati.

Fila Underwear propone capi e set coordinati per un comfort all day long. Nel guardaroba maschile spiccano boxer e slip dai pattern ricercati e funny e grafiche accattivanti: Pollock, videogames, ma anche motivi geometriche e lettering.

Per lei i set di declinano in svariati modelli riproponendo i colori cult del brand: dal bra top al body canotta, dal push up all’immancabile fascia. E poi ancora culotte, slip a vita alta dalla sgambatura profonda e brasiliane.
L’iconico elastico logato e lo stile pratico e funzionale dell’underwear firmato Fila rispondono perfettamente alla tendenza matchy matchy sempre più ricercata, soprattutto in occasione del San Valentino.












crediti foto: ufficio stampa

Tananai ha portato a Sanremo 2022 la linea The Nick dello stylist Nick Cerioni

di Laura Frigerio

Nel corso del 72esimo Festival di Sanremo non abbiamo potuto fare a meno di apprezzare le scelte di look al maschile. Non è passato di certo inosservato Tananai, in gara con “Sesso occasionale” che ha accompagnato il debutto della linea The Nick del celebrity stylist e art director Nick Cerioni.

The Nick è un progetto che desidera definire un nuovo standard per la creatività, la manifattura e la moda italiana nell’ambito dell’entertainment e dello star system internazionale. Un progetto che vanta la collaborazione con le eccellenze manifatturiere italiane Estro Lab e Goretti, oltre alla partecipazione speciale di Swarovski. In partnership con Taboo.


Nel corso della quarta serata dedicata alle cover, Tananai ha indossato una giacca Spencer portata su una T-Shirt limited edition di Taboo per The Nick e pantaloni sartoriali a vita alta con doppia pences e carrot fit. Una preziosa chicca: l'applicazione di 30.000 cristalli Swarovski.










crediti foto: ufficio stampa

Siggi continua a vestire i concorrenti di MasterChef Italia

di Redazione

Siggi Group, impresa vicentina del mercato di abbigliamento professionale, è partner consolidato di “MasterChef Italia” sin dalla prima edizione.

Per gli aspiranti chef il grembiule non è solo un fondamentale strumento durante le prove in Masterclass, ma un segno tangibile di stile, comfort e sicurezza, oltre che ormai icona del cooking show più seguito e amato. L’esperienza di Siggi con “MasterChef Italia” ha permesso all’azienda di acquisire un’ampia popolarità, diventando punto di riferimento per il settore dell’Horeca e non solo.

La vasta proposta di abbigliamento professionale dedicato al settore dell’ospitalità si è distinta grazie ad uno stile tutto italiano firmato Atelier Siggi, reparto aziendale dedicato alla creazione e progettazione delle collezioni. A breve nei punti vendita saranno disponibili le nuove proposte per il 2022: giacche cuoco innovative, dalla polo chef al modello con un richiamo alla poesia di Dante.

Siggi veste anche il settore dedicato alla bellezza e al benessere e presenta novità eleganti, confortevoli e ricche di dettagli che si distinguono. L’abbigliamento professionale Siggi è Curvy approved, quindi con un fit adatto in tutte le taglie e una particolare attenzione a valorizzare la femminilità. Novità anche per le casacche, prodotto intramontabile, ma dallo stile sempre rinnovato, dedicato ad un utilizzo trasversale in diversi settori e per questo il più versatile.

Infine, la certificazione Oekotex Standard 100 garantisce a chi indossa un capo Siggi, l’assenza in ogni materiale utilizzato di sostanze nocive per la salute. Un obiettivo raggiunto dall’azienda grazie ad una attenta selezione di materiali e fornitori. Lo scopo è di offrire a chi cerca un abito adatto alla propria professione, la soluzione migliore in termini di funzionalità, design, sicurezza e impatto sull’ambiente e sulla società.






crediti foto: ufficio stampa

Sanremo 2022: La Rappresentante di Lista in Moschino sul palco del Teatro Ariston

di Laura Frigerio

Nel corso della prima serata del 72esimo Festival di Sanremo non è di certo passato inosservato il look de La Rappresentante di Lista firmato Moschino, ispirato al significato della fine del mondo, che è il tema del brano “Ciao Ciao” con cui si presenta in gara.

La Rappresentante di Lista ha collaborato con Jeremy Scott nella scelta dei look, infatti gli abiti sono stati creati su misura o selezionati dall’archivio dal direttore creativo di Moschino.

Veronica ha indossato un tuxedo in grain de poudre nero con revers in satin e bottoni gemelli oro,gilet bianco e shorts, della collezione Moschino Resort 2019. Completano il look stivaletti in raso nero con lacci in satin.

Invece per Dario un frac nero con code di rondine lunghe 2 metri, camicia bianca da smoking con plastron, papillon e fascia in satin.
Completano il look pantofole nere e tracolla porta chitarra in raso nero. Look ispirato alla collezione Moschino Autunno/Inverno 2018.

 

Rimaniamo in attesa di scoprire le scelte di stile delle prossime serate!


 

 

 

 

 





crediti foto: ufficio stampa

Sanremo 2022: Atelier Emé veste l'orchestra del Festival

di Redazione

La classe non è acqua e non c’è da stupirsi se Atelier Emé ha deciso di essere sul prestigioso palco del 72esimo Festival di Sanremo vestendo con quattro creazioni della collezione sposa (abiti continuativi, disponibili in tutti gli atelier del marchio, finemente personalizzati per l’occasione) le diciotto musiciste e le quattro coriste dell'orchestra.

Ancora una volta la Maison regala la sua magia, un incanto di tessuti preziosi, ricami ricercati e texture speciali in grado di far sentire ogni donna bellissima e speciale. Un concentrato di autentico fatto con amore in Italia che si traduce in abiti principeschi perfetti per sottolineare la femminilità e la raffinatezza delle professioniste sul palco di Sanremo.

Per le coriste Atelier Emé ha proposto il modello Azzurra, un robe de mariée composto da un corpetto sensuale interamente doppiato di tulle con profondo scollo a V e applicazioni ton-sur ton, su ampia gonna in organza di seta leggera mossa da drappeggi a regola d’arte. Regale e fiabesco, perfetto per valorizzare ancora di più il loro talento vocale. Un modello personalizzato con maniche lunghe è inoltre stato studiato per una delle coriste.

Per le musiciste, un corpino nero -personalizzato per l’occasione- da indossare su due diversi modelli di gonna; una maxi skirt in organza di pura seta con sottogonna di crine e cintura di cady dall’elegante effetto glossy, oppure la long jupe sartoriale in raso di seta con delicate pieghe e tasche. Per la tastierista invece – sul corpino– verranno abbinati morbidi pantaloni a palazzo in crêpe couture fluida con pinces e cintura asimmetrica a fiocco. Una combo ideale questa per permetterle movimenti fluidi durante le sue performance.

Un modo questo, attraverso il quale Atelier Emé desidera far sentire queste musiciste straordinarie ancor più protagoniste della cinque giorni del costume italiano, grazie a creazioni uniche, come unico e il loro talento e il palco su cui si esibiranno. Atelier Emé, nel gruppo Calzedonia dal 2015, idea, crea e produce abiti da sposa, da cerimonia e per occasioni speciali. Esempio di eccellenza sartoriale coniugata in tessuti ricercati e delicati pizzi, il brand, unisce le migliori materie prime per realizzare capi unici e preziosi, vere opere d’arte, frutto di un’artigianalità sapiente e raffinata, capi dall’eleganza senza tempo destinati ai momenti più importanti.










crediti foto: ufficio stampa

Sanremo 2022: Moschino veste La Rappresentante di Lista

di Redazione

Il Festival di Sanremo non è solo musica, ma anche show, glamour e moda.
Sicuramente in questa 72esima edizione non passeranno inosservati i La Rappresentante di Lista che hanno scelto Moschino.

 

Il giorno prima dell’inizio, sul green carpet, Veronica ha indossato un abito in spugna bianca con drappeggio sul davanti e strass incastonati in oro all over applicati a mano, della collezione Moschino Primavera/Estate 2015.  A completare il look una maxi stola cipria in eco-fur e un turbante in spugna bianca.  

Dario invece ha indossato un pigiama in seta bianca abbinato ad una eco pelliccia oversize color ghiaccio.

 











crediti foto: ufficio stampa    

Gant festeggia il Capodanno Cinese con la Spring-Summer 2022

di Redazione

Il 1° febbraio si festeggia il Capodanno Cinese e il brand di moda Gant ha deciso di celebrare la simbologia cinese propone diversi capi dedicati all'animale guida che accompagna l'inizio del nuovo anno con la maestosità della tigra.

Dalle camicie alle giacche per la linea uomo con varie raffigurazioni del magnifico felino, e felpa e accessori per la donna con il più grande felino vivente, simbolo di maestosità e potenza.









crediti foto: ufficio stampa

Ana Mena in Moschino

di Redazione

In attesa di partecipare al 72esimo Festival di Sanremo, la cantante Ana Mena ha partecipato alla trasmissione televisiva “Idol Kids Spagna” indossando un completo coordinato in check di cotone con bottoni a forma di baby animals della collezione Moschino Donna Primavera/Estate 2022.


Immagini courtesy: Moschino

Capodanno: i party dress di Atelier Emé

di Laura Frigerio

A Capodanno non potremo fare i grandi party affollati che avevamo sperato, ma questo non vuol dire che rinunceremo a festeggiare.
Anzi, anche tra pochi intimi sarà bello attendere lo scoccare della mezzanotte e stappare lo champagne per salutare il 2022.

Naturalmente sarà importante avere l’outfit giusto e per questo vi segnaliamo i party dress della stagione Autunno-Inverno 2021-2022 di Atelier Emé

L'atmosfera di festa viene ad esprimersi a pieno in questa collezione, con proposte eleganti e romantiche ma allo stesso tempo sensuali e super glam. Nero e rosso rimangono ancora i colori prediletti per l’outfit di Capodanno.

Valorizza la figura l’abito a sirena in crêpe couture stretch con scollatura all'americana che mette in evidenza la schiena e sartoriali tagli che esaltano la silhouette disponibile in nero e rosso.

Scenografico l’abito in raso caratterizzato dalla scollatura a top sagomato dai tagli che valorizzano decolletè e punto vita. L'ampia gonna nasconde nelle pieghe spacchi profondi che lasciano intravedere le gambe durante il movimento. 

Una cascata di pailletes va ad impreziosire diversi modelli di long dress total black della collezione Party firmata Atelier Emé. Tante le proposte in grado di accontentare i diversi gusti. Dal modello senza maniche con spalline sparkling, alla variante long sleeves dove le paillettes incorniciano una profonda e raffinatissima scollatura, fino all’elegante modello più accollato con dettaglio luminoso che funge da spalline.

L’eleganza risplende sull’ intramontabile abito lungo trasformabile in jersey lamè, diventato tra le proposte più iconiche di Atelier Emé, ideale per più look ed occasioni. La particolarità dell'abito è la sua parte superiore trasformabile, il corpino può essere adattato per creare 4 tipi di incroci: la scollatura americana allacciata al collo o nel centro, un look monospalla, la scollatura americana incrociata, oppure lo scollo a V con delicate maniche.

Dal fascino senza tempo, ma in grado di stupire in ogni occasione, il sensuale abito a sirena in crêpe stretch con doppie spalline che decorano la schiena e spicchi in chiffon inseriti nei fianchi che donano movimento alla gonna e ampiezza al fondo e il raffinato abito in raso fluido con corpino drappeggiato e seducente scollatura trattenuta da sottili spalline; profondi spacchi davanti esaltano la femminilità e lunghe code di raso nel centro dietro in vita, possono diventare un fiocco o scendere annodate sulla gonna.










crediti foto: ufficio stampa