Camicissima lancia la sua prima collezione donna

di Laura Frigerio

Una bella notizia per chi ama le camicie. Il noto brand Camicissima, infatti, punta a inaugurare il 2019 con una novità assoluta: il lancio di una capsule collection dedicata alla donna, a gennaio del prossimo anno.

Il palcoscenico scelto per presentarla, è quello del prestigioso premio Afrodite, di cui Camicissima figura tra gli sponsor. In questo contesto di valorizzazione del talento e del mondo delle donne, il presidente del brand Fabio Candido ha annunciato la novità del brand: la capsule, che avrà un proprio nome e logo, sarà presente nei punti vendita Camicissima in corner dedicati.

I capi richiameranno il mondo dei tessuti della camiceria rivisitati in chiave femminile, con camicie, bluse, vestiti e pantaloni dall'appeal moderno, in tessuti di qualità come lino, cotone e viscosa.


Chiamata sul palco del premio a commentare questa nuova avventura, il responsabile dell'ufficio marketing del brand Elena Gandolfo ha dichiarato: «come mai un brand maschile ha deciso di essere partner di questo evento celebrativo tutto al femminile? Dopo 15 anni abbiamo pensato che fosse il momento giusto per avvicinarci anche all’universo femminile, con una capsule collection interamente dedicata alla donna. Quale occasione migliore dunque per annunciarla se non durante il premio Afrodite? Non solo camicie: la capsule permetterà di creare un guardaroba a 360°, adatto a una donna moderna, ma con un dna al 100% Camicissima. Sarà disponibile a fine gennaio in corner nei negozi del nostro brand».

Il premio Afrodite, istituito dall'associazione Donne nell'Audiovisivo Promotion nel 1996 per promuovere la crescita professionale della donna nel mondo del cinema, della cultura, dell'impresa, dello sport, premia figure femminili di spicco, che si sono distinte in questi ambiti. Un premio delle donne, per le donne. Tra le premiate di quest'anno Serena Dandini, Martina Colombari, Micaela Ramazzotti, Matilda De Angelis, Barbara Palombelli, Giorgia Rossi, Barbara Bouchet.

leggi di più

La stilista Alessandra Facchinetti firma i costumi del "Don Carlo" di Giuseppe Verdi

di Laura Frigerio

 

La stilista Alessandra Facchinetti (ex creative director di Tod's) debutta nel mondo dell'opera, come costumista. È stata lei, infatti, ad aver disegnato i costumi per il "Don Carlo" di Giuseppe Verdi che andrà scena il 27 ottobre al Teatro dell’Opera di San Gallen (Svizzera).

Lavoro più volte rimaneggiato dallo stesso Verdi, sarà presentato in una versione che ne combina due, storiche: quella di Parigi e quella di Modena.
La direzione d’orchestra è del lituano Modestas Pitrenas, le scenografie di Fabio Cherstich, la regia di Nicola Berloffa. Ed è stato proprio Berloffa a coinvolgere la stilista.

Già assistente di Luca Ronconi, Berloffa lavora ormai in tutto il mondo e ha voluto Alessandra Facchinetti perché raccontasse le atmosfere di lusso e decadenza descritte nel Don Carlo anche attraverso gli abiti indossati dagli interpreti, un cast internazionale di cui fanno parte, tra gli altri, Alexandrina Pendatchanska, Nikolay Borchev, Tareq Nazmi, Alessandra Volpe.

Lavorando sulla psicologia dei personaggi verdiani, Facchinetti ha disegnato i circa 90 costumi per i ruoli principali, realizzati nell’atelier del Teatro di San Gallen. Si tratta di divise, marsine e mantelle elaborate per gli uomini, abiti sontuosi per le donne. Abiti austeri come è austero il dramma che racconta Verdi. Nella scelta dei colori, è particolarmente sottolineata questa lettura di Don Carlo: sono tonalità cupe e preziose, che vanno dal prugna al verde petrolio. Tra le scelte, rigorose ma anticonvenzionali: il marrone e il nero indossati da re e regina nella scena dell’incoronazione.

“Ringrazio molto Nicola Berloffa per avermi dato questa opportunità e avermi guidato.” - ha detto Alessandra Facchinetti -  “Ammiro la sua visione contemporanea ma al tempo stesso rispettosa dell’opera. Abbiamo avuto un bellissimo scambio professionale”.
Appassionata di musica, cinema e teatro, da sempre, Alessandra Facchinetti ha pensato che prima o poi, avrebbe voluto cimentarsi nel disegnare costumi. “Ora che è successo, a maggior ragione, cercherò di farlo ancora. Lo considero un percorso parallelo al mio lavoro nella moda: ciascuna di queste esperienze nutre e arricchisce l’altra”.

leggi di più

Anna Dello Russo nuova Brand Ambassador e Direttore Scientifico di Istituto Marangoni

di Laura Frigerio

Nuovo e prestigioso ingresso all'Istituto Marangoni. Dal mese di ottobre Anna Dello Russo, indiscussa icona internazionale della moda, sarà Fashion Brand Ambassador e Direttore Scientifico di Istituto Marangoni, leader internazionale nell’alta formazione privata in ambito fashion, arte e design.

Figura riconosciuta nel fashion system internazionale, del giornalismo e dei social media, Anna Dello Russo sarà ambasciatrice di Istituto Marangoni attraverso una serie di attività finalizzate alla promozione dei valori, dell’eredità e dei programmi della scuola, ispirando i giovani talenti che desiderano intraprendere una carriera nel mondo della moda.

Nel ruolo di Brand Ambassador e Direttore Scientifico sarà anche promotrice e protagonista di seminari e incontri, dove rappresenterà il volto di Istituto Marangoni, e coinvolgerà l’industry e gli studenti, proponendo stimoli per uno sviluppo moderno e creativo dell’offerta formativa.

Descritta da Helmut Newton come "fashion maniac", Anna Dello Russo è direttrice creativa di Vogue Japan, dopo essere stata Fashion Editor di Vogue Italia e dal 2000 al 2006 direttrice de L’ Uomo Vogue. Italiana di origini ma internazionale nello spirito, la giornalista e fashion editor, nonché tra le prime influencer della rete e icona dello street style, ha percorso il mondo e assorbito stimoli e tendenze che vanno oltre la moda, cercando di renderla democratica e spettacolarizzata.

Per celebrare i suoi 30 anni di carriera e raccontare un percorso di vita e professionale del tutto eccezionale, Anna Dello Russo sta realizzando un docu-film in cui, tra gli altri, sarà protagonista anche Istituto Marangoni.

leggi di più

Tutte pazze per le t-shirt Sciurami

di Laura Frigerio

Non tutte le capsule collection sono uguali. Ce ne sono alcune, infatti, veramente imperdibili, come quella di Sciurami  incentrata sul mood sciura milanese.

Quella che vive la città ogni giorno, correndo tra eventi, vernissage e mostre,ma anche pronta ad un caffè con le amiche dopo lo shopping o una serata fatta di buon cibo e calici tintinnanti.

Una serie di tre T-SHIRT, di cotone elasticizzato d facilissimo da stirare, con scritte e disegni glam adatta alle donne di tutte le età e inseribile in mille look diversi: da abbinare con jeans, gonne di tulle o giacche sciancrate.

 

Come acquistarle? È possibile farlo on line sul sito Toro e Moro:
https://www.toroemoro.com/categoria-prodotto/sciura-di-manuela-zito/

Potete poi ispirarvi agli outfit proposti da Sciuramibrand, visitando: https://instagram.com/sciuramibrand.shop.


Adesso non vi resta che far parte anche voi dello #sciurateam.

leggi di più

Antonelli Firenze: il primo flagship store a Milano

di Laura Frigerio

Nel corso della Milano Fashion Week è stato inaugurato il primo flagship store di Antonelli Firenze, in Corso Venezia 12. Parliamo della celebre azienda fondata nel 2001 da Roberta e Enrica Antonelli a Castelfiorentino che ha lanciato un codice stilistico dove il lusso non è mai gridato.

La boutique si estende su centocinquanta metri, su due piani e con tre grandi vetrine sulla strada che permettono la visione totale dell'interno.

"Partiamo da Milano perché riteniamo che la città sia un punto di riferimento importante per quel pubblico internazionale, attento all'eccellenza e alla qualità del made in Italy" -  affermano le fondatrici Enrica Antonelli, presidente e direttore creativo, Roberta Antonelli vicepresidente e direttore amministrativo e finanziario; insieme a Marco Berni, terza generazione, amministratore delegato, direttore commerciale e sviluppo strategico - "E' un valore nel quale crediamo fermamente, per questo manteniamo la nostra filiera in Italia, con una significativa concentrazione nel territorio toscano".

"L'investimento su Milano - aggiungono - si inserisce all'interno di un piano industriale di più ampio respiro che prevede l'apertura di altri 5 Flagship Stores in Europa e Italia".

L'azienda ha archiviato Il 2017 con un fatturato di 12,5mln di euro e prevede di chiudere il 2018 con 15 milioni di euro. La quota export è pari al 65%, ma con la prospettiva di arrivare al 73 per cento nel 2018.

Realizzato dall'architetto Cristiano Baldinotti dello studio Archibald, il concept progettuale è stato sviluppato seguendo i codici stilistici del Brand, con il Dogma della pulizia di linee e della semplicità dove i veri protagonisti sono i capi . "Vogliamo far sentire i clienti come a casa e regalargli una rilassante esperienza d'acquisto".

I materiali usati sono lasciati tutti al naturale come la lamiera cruda e la quarzite grigia e il colore dominante è il bianco . Il pavimento è in legno di rovere grigio scuro posato a spina di pesce "alla francese" con un formato originale, lungo e stretto, che ricorda la tessitura della stoffa . Un videowall di grande impatto, posto sul vano scala ma visibile anche dall' esterno, anima lo store con il filmato delle campagna FW 18 girato in Islanda.

All’evento di inaugurazione hanno partecipato numerosi vip come Federica Fontana, Ludovica Sauer, Federica Torti, Ivan Zazzaroni, Monica Gasparini, Cristina e Giulia Capozzo.
Il cocktail era a cura dello Chef Carlo Cracco.

A fare da sottofondo il dj set di Emilie Fouilloux.

leggi di più

MFW S/S 2019: la collezione di Alberto Zambelli

di Laura Frigerio

Nel corso della Milano Fashion Week appena terminata sono state presentate le collezioni Spring-Summer 2019. Tra le più belle e luminose di Alberto Zambelli.

Nei suoi capi tutto ha origine dal principio, da una natura pura e incontaminata che viene lavorata e levigata fino talvolta a diventare marmorea, così perfetta da riflettere la luce in riverberi materici. Ogni abito acquisisce una purezza primigenia, nuova, bianca celebrando in tutte le sfumature questa tinta che cambia e muta, mai uguale a se stessa come nelle opere di Antonio Canova.

Le anatomie sono perfette e i gesti misurati come se fossimo davanti a delle statue neoclassiche. Le forme e i volumi così slegati dalla presenza di colore si sviluppano liberi e il bianco distillato ne esalta ogni movimento. La sartorialità emerge in tutta la sua forza e dà vita a strutture elaborate che non costruiscono rigide architetture ma che ad ogni passo riescono a conferire anima all’abito. Tutto sembra preannunciare un qualcosa, e ogni elemento si carica di attesa.

Ci troviamo davanti all’istante prima di un bacio in cui tutto si colma di una nuova energia. Perfino il bianco sembra essere stato investito di un ruolo sovrannaturale e si riempie di riflessi argentei simili a quelli emanati dalla luna.

leggi di più

CHI E’ CHI AWARDS 2018: #MUSICLOVESFASHION

di Laura Frigerio

Chi è Chi Awards, ideati da Cristiana Schieppati e organizzati da Crisalide Press,  hanno inaugurato il 19 settembre  la Milano Fashion Week.

La 18° edizione degli ambiti awards, è stata ospitata nella prestigiosa Sala Alessi a Palazzo Marino , con il Patrocinio di Regione Lombardia e Comune di Milano.

Il tema? Il legame tra moda e musica. I premiati sono stati infatti cantanti, stilisti, imprenditori che valorizzano questa unione,  amplificando la comunicazione della moda italiana  a livello internazionale. 

Ecco i vincitori:
Matteo Ceccarini - sound illustrator/dj/music producer
Fausto Puglisi – direttore creativo  Kenzo Parfums
Kenzo Parfums - Corrado Raimondi - Brand general manager di LVMH Fragrance Brands 
Giuseppe Zanotti - presidente e direttore creativo di Giuseppe Zanotti
Levante – cantautrice e scrittrice
Premio Elio Fiorucci a Claudio Cecchetto – talent scout e produttore discografico
Marica Pellegrinelli - modella 
Barnaba Fornasetti – direttore artistico 
Sabrina Impacciatore – attrice  e conduttrice tv 
Radio Deejay – ritirano il premio Diego Passoni e Valentina Ricci 


Assegnati anche i Premi Barbara Vitti votati attraverso la newsletter Chi è Chi News (13.000 abbonati) a Mariacristina Modonesidi Tod’s, premiata come miglior ufficio stampa moda e Denise Fraccarodi La Mer, Jo Malone London  e Kilian quale miglior ufficio stampa bellezza. I premi sono stati consegnati da Alessandro Calascibetta, direttore di Style Magazine. 

La giuria tecnica che ha assegnato i premi è composta da Benedetta Barzini (ex modella docente ed esperta in cultura della moda), Gian Luca Bauzano (Corriere della Sera), Luciano Bernardini de Pace (Rolling Stone), Mario Boselli (Camera della Moda), Marta Caramelli (Glamour), Francesca Delogu (Cosmopolitan), Emanuele Farneti (Vogue Italia), Michela Gattermayer (Gioia e Elle), Beppe Modenese (Camera della Moda), Cristina Morozzi (giornalista e critica di design), Carlo Mondonico (giornalista e autore televisivo), Nicoletta Polla Mattiot (How to Spend It, Il sole 24 ore), Massimiliano Sortino (Senior Communications Manager Edizioni Condé Nast). 

Hanno consegnato i premi Lucia Lorusso e Gloria Panighel, modelle dell’agenzia di model management Elite Milano, che ha scelto di partecipare con entusiasmo a questa edizione. 

L’evento ha visto la partecipazione di Marlù gioielli che ha realizzato per tutti gli ospiti, vincitori e giuria un ciondolo e un bracciale limited-edition e ha consegnato il premio a Radio Deejay. 

Bellezza e Musica hanno il potere di trascendere il tempo. Laboratoires Filorga, il primo laboratorio francese di medicina estetica, fondato nel 1978, supporta i CHI è CHI Award con la linea di cosmetici Time-Filler®a base di NCEF®, un cocktail rivitalizzante composto da oltre 50 principi attivi e acido ialuronico. Ogni spartito e ogni volto raccontano una storia, fatta dalla successione di accordi nella melodia di un brano e dalla raccolta di esperienze e emozioni che, sovrapposte all’unicità di un viso, creano l’estetica individuale di una donna che Filorga, da sempre, punta a valorizzare con i suoi trattamenti skincare.

Collistar, azienda italiana leader da 15 anni in profumeria, è il make-up partner dell'evento. Per l'occasione ha pensato alle signore presenti offrendo una selezione della nuova collezione trucco per l’autunno-inverno Made in Italy. La nuova tappa del viaggio Ti Amo Italia, il progetto di Collistar che celebra le eccellenze italiane, prende vita in una collezione che è un omaggio alla nostra terra e alle sue città gioiello. 

GB Thermae hotels e Villa La Massa offriranno un soggiorno nelle prestigiose strutture ai vincitori del premio Barbara Vitti . 

Edizioni Condè Nast, presente con il numero di settembre di Vogue Italia, omaggia vincitori e giuria di un abbonamento annuale. 

leggi di più

Faye Dunaway e SoKo per Gucci

di Laura Frigerio

Lo stile di vita dei ricchi e famosi di Hollywood è stato a lungo fonte di materiale per i cineasti, ed è proprio questo genere cinematografico che ispira il video per l’ultima campagna di Gucci.

Viali soleggiati costeggiati da palme, i negozi Rodeo Drive, le piscine private e le ville recintate fanno da sfondo a questa campagna dedicata ad una borsa di punta della Maison: la Sylvie.

Facendo riferimento al rapporto tra le madri e le figlie di Hollywood, la campagna presenta la pluripremiata attrice Faye Dunaway e la cantante, autrice e attrice francese SoKo, che interpreta sua figlia Il personaggio di Dunaway trascorre le sue giornate girando su una limousine con autista, firmando autografi, facendo acquisti su Rodeo Drive, rilassandosi a bordo piscina, giocando a tennis e vivendo una vita di svaghi lussuosi.

Il tutto è visto attraverso gli occhi di sua figlia, che spesso si unisce a lei. Il terzo personaggio in queste scene è l'immancabile borsa Sylvie della madre. Il film si conclude con la madre che consegna a sua figlia una borsetta Sylvie, come regalo simbolico, da custodire attraverso le generazioni.

La campagna è stata lanciata su Gucci.com e sulle piattaforme on-line in formato digitale. In versione stampa la si troverà sulle riviste a partire da settembre.

L'hashtag è: #GucciSylvie

FOTO & VIDEO
Creative Director: Alessandro Michele
Art Director: Christopher Simmonds
Photographer & Director: Petra Collins
Talent: Faye Dunaway Talent: Soko

MUSICA
Telescope, composed by Pino Donaggio
Published by EMI Golden Torch Music Corp.
c/o Sony/ATV Music Publishing

leggi di più

Istituto di Moda Burgo apre una sede a Lecce

di Redazione

 

Dopo il successo della scuola a Roma, l'Istituto di Moda Burgo aprirà anche una sede a Lecce. È la prima volta che una scuola di moda così importante e famosa in tutto il mondo apre un distaccamento nel Sud Italia. La scelta è caduta sulla Puglia, terra natia del fondatore Fernando Burgo e in particolare su Lecce, città giovane e dinamica, aperta a nuovi input creativi e soprattutto da una decisa connotazione fashion. Il corpo docente sarà lo stesso di Milano, come i programmi e la metodologia di insegnamento, che da sempre fa la differenza.

Ricordiamo che il metodo didattico dell'Istituto di Moda Burgo, punta sull'apprendimento individuale e prevede ben l'80% di lezioni pratiche. Una formazione che, ad oggi, ha permesso a più di 100.000 studenti di trovare un lavoro nel mondo della moda. Gli iscritti della nuova sede di Lecce avranno delle riduzioni sulla retta, rispetto a qulle di Milano e Roma. La sede sarà in via 140° Reggimento Fanteria, 16 (angolo Piazza Mazzini).

leggi di più

Fashion Show per l'Istituto di Moda Burgo

di Redazione

 

Si è tenuto al The Beach di Milano il Fashion Show Spring Summer 2018 dell'Istituto di Moda Burgo. Questa è stata la 37esima edizione per uno degli eventi più seguiti in periodo di Fashion Graduate.

In passerella hanno sfilato i 76 capi creati dagli studenti che hanno seguito i corsi dell'anno scolastico 2018 all'Istituto di Moda Burgo a Milano, ma anche nelle altre sedi italiane ed estere. Il tema scelto quest'anno è l'acqua, a cui ognuno ha dato la sua personale interpretazione, con un taglio giovane, fresco, originale ma soprattutto elegante.

Colori chiari e tenui che variano dal giallo al verde, fino a colorazioni più decise come il rosso e il nero, tutti proposti con varie sfumature. In un gioco di silhouettes contrapposte, si snoda con un ritmo raffinato: tagli decisi e geometrici si alternano a linee affusolate e sensuali, per esplodere in vaporosi trionfi di chiffon e satin leggeri come l'acqua. Il tutto investito da un nero sacrale, profondo e mistico, dal quale fuoriesce il brillio dei minuziosi ricami haute couture, realizzati in classe a telaio. Ogni studente è stato seguito nelle varie fasi, dall'ideazione alla realizzazione, dal corpo docente della scuola. Tutti i capi, realizzati completamente dagli allievi della scuola, sono pezzi unici, curati in ogni minimo particolare e frutto di un'ottimo lavoro sartoriale, com'è nella tradizione “Made in Italy”.

crediti foto: Matteo Malavasi

leggi di più

Istituto di Moda Burgo: tutto pronto per la sfilata di fine anno scolastico

di Redazione

Si sta per chiudere un nuovo anno scolastico e l'Istituto di Moda Burgo si prepara alla sua tradizionale sfilata, che si terrà a Milano il 28 giugno, presso il The Beach.

Un evento importante, non solo per la scuola ma anche per gli addetti ai lavori alla continua ricerca di nuovi talenti. In passerella, infatti, sfileranno le creazioni degli studenti che hanno frequentato i corsi di stilista, designer, sartoria professionale e modellista sartoriale. Si tratta di un centinaio di partecipanti, tra cui 11 provenienti da scuole esterne (italiane e straniere). Nel corso dei mesi gli insegnanti hanno coltivato il loro talento, stimolandone la creatività e preparandoli ad affrontare il mondo del lavoro.

Questo grazie al metodo didattico dell'Istituto di Moda Burgo, che punta sull'apprendimento individuale e prevede ben l'80% di lezioni pratiche. Risultato: ad oggi sono più di 100.000 gli ex studenti che hanno trovato lavoro nel mondo della moda. La scuola, fondata sessant'anni fa da Fernando Burgo, conta ad oggi svariate sedi e partnership all'estero ma continua ad essere al 100% Made in Italy.

«In questi mesi abbiamo avuto, ancora una volta, la soddisfazione di vedere crescere dei talenti. Giovani appassionati e determinati, che hanno studiato e lavorato sodo per migliorarsi, superare i loro limiti e affinare le proprie competenze» - raccontano Stefano e Monica Burgo - «Noi e gli insegnanti li abbiamo seguiti passo a passo, venendo a nostra volta ispirati dall'energia e freschezza creativa di questi ragazzi. Ora è arrivato per loro il momento di trasformare i sogni in realtà e siamo sicuri che il mondo della moda sarà ben felice di accoglierli».

leggi di più

Martino Midali apre un nuovo store a Milano

di Laura Frigerio

 

Martino Midali ora ha un nuovo concept-store a Milano, situato questa volta nell’esclusivo contesto dell’Isola District.: un nuovo inizio nella città che l’ha accompagnato sin dai suoi esordi.

Colori naturali, dal parquet di rovere chiaro, e con l’aggiunta di elementi distintivi.  Lo store di Via Borsieri 22, con ingresso su Piazza Minniti, è stato inaugurato mercoledì 30 maggio con un cocktail-party, e ora è pronto a segnare un nuovo capitolo nella storia del brand.

Sette vetrine allestite racconteranno le collezioni Martino Midali, Midali Toujours e la linea young Martino.   Una nuova, esclusiva meta a pochi passi dal cuore della città!

leggi di più

Tutte pazze per Le Capresi proposte da L'Arabesque

di Laura Frigerio

 

L'arrivo della bella stagione con le sue giornate di sole, fanno scattare la voglia di outfit leggeri con le calzature giuste.

 

L'Arabesque, a Milano, per esempio propone Le Capresi che sono comode, eleganti e adorabili. Per tutte le età e tutti gli stili.


Realizzate da mani sapienti utilizzando solo materiali naturali e con un processo di lavorazione che solo gli artigiani dell'isola di Capri si tramandano di generazione in generazione, Le Capresi de L'Arabesque,sono declinate nel tipico modello ragno con listini in capretto e camoscio e nelle diverse sfumature dei sette colori dell'arcobaleno e completano una collezione pret-à-porter dove armonia cromatica, linee rigorose che rispettano ed esaltano l’eleganza della femminilità e il richiamo agli elementi della natura si fondono in un linguaggio stilistico per creare una collezione che avvicina e tiene legati mondi lontani solo apparentemente.

leggi di più

BkiB propone un kimono in stile Virginia Woolf

di Laura Frigerio

 

Il kimono è uno dei capisaldi della produzione di Simona Chiaravalle, anima di BkiB, desiderosa di riportare nella moda femminile l’eterea eleganza e il culto del bello degli inizi del ‘900.

Di pizzo candido, raffinato e snob, questo kimono corto che BkiB propone per la Primavera/Estate sarebbe piaciuto tantissimo a Virginia Woolf.

L'’intensa autrice di "Orlando", "La Signora Dalloway", "Gita al faro" (solo per citarne alcuni), che amava mixare e contaminare generi tanto diversi, che adorava abbinare scialli da sera e stivali infangati, grembiuli e stole di pelliccia, cardigan over e bluse di pizzo vittoriano, lo avrebbe indossato su abiti di seta scivolati sul corpo e avrebbe aggiunto scarponcini da giardinaggio e un enorme cappello di paglia decorato di fiori.

Oggi sarebbe considerata una inarrivabile maestra di quello stile geek chic che piace ai designer più colti e alle influencer più sofisticate. Uno stile da imitare, grazie alla versatilità del kimono di BkiB, aperto a mille interpretazioni proprio come una pagina bianca. Lo si può indossare su slip dress di seta come su costumi da bagno, su tubini slim fit e salopette di jeans in un mix&match di stili contrapposti e personali. Tutti da scrivere.

leggi di più

Street Style Rocks by Paquito

di Laura Frigerio

 

Grintosa, dinamica, fashion victim: la donna Paquito sa mettere d’accordo la sua anima più rock e le tendenze street style del momento indossando i capi più trendy della nuova collezione Primavera/Estate 2018 del brand.

I suoi segreti? Il mix & match di tessuti e colori e la scelta di un capo insostituibile per completare ogni look: il giubbino. Nella versione in ecopelle nera, cult dello stile rock, è impreziosito da spille multicolor e gioca di contrasti con il pizzo color lime. Quello a stampa military in cotone invece, abbinato all’abito minimal rosso, è più urban e contemporaneo, arricchito da inserti bandana e divertenti patch.


Per saperne di più: www.paquitoprontomoda.com.

leggi di più

Cos'è successo al Nicole Fashion Show

di Laura Frigerio

Amate gli abiti da sposa? Sappiate che si è svolto domenica a Roma, l’evento di presentazione delle Collezioni Bridal, Evening e Red Carpet 2019 della Maison Nicole.

Amore, musica, moda, letteratura, danza. Suggestioni e forme d’arte si intrecciano, la bellezza prende forma sul catwalk. Emozione pura e nervi a fior di pelle: ecco il Nicole Fashion Show, Romeo & Juliet Edition. Protagoniste della sfilata le linee Nicole e Alessandra Rinaudo, con un omaggio alla Collezione Colet, rappresentata da un raffinato abito indossato soavemente da Giulietta, sulle note di “Ama e cambia il mondo”.

Ricchissimo il parterre, che ha visto la partecipazione degli attori Giorgio Pasotti, Giulio Berruti, Roberto Farnesi e dell’ex calciatore Nicola Legrottaglie. Tra le donne, oltre alla stilosissima cantautrice Nina Zilli, molti personaggi del cinema e del mondo dello spettacolo hanno sfoggiato le creazioni sartoriali firmate da Alessandra Rinaudo: Serena Autieri, Valeria Solarino, Laura Torrisi, Anna Safroncik, Milena Miconi, Michelle Carpente, la fiorettista Margherita Granbassi, Gloria Guida, Matilde Brandi, Adriana Volpe, Nathalie Caldonazzo, Eleonora Albrecht, Alessia Fabiani, Manila Nazzaro, Giovanna Rei, Kiara Tomaselli, Katia Greco e molti altri.

leggi di più

David di Donatello 2018: Ermanno Scervino ha vestito Isabella Ragonese

di Laura Frigerio

 

In occasione della cerimonia di premiazione dei David di Donatello 2018, che si è tenuta presso gli Studios di via Tiburtina a Roma, c'era anche Isabella Ragonese.

 

L'attrice, candidata come migliore attrice protagonista per la sua interpretazione nel film Sole Cuore Amore, ha indossato un abito in pizzo leggero nero con applicazioni di macramè in tinta, della collezione Ermanno Scervino.

leggi di più

David di Donatello 2018: Martino Midali ha vestito Stefania Sandrelli

di Laura Frigerio

Vera icona femminile, Stefania Sandrelli ha contribuito a segnare la storia del cinema e del costume, ha saputo raccontare con sfolgorante unicità la complessa evoluzione delle donne italiane. 

Nel corso della cerimonia di premiazione della 62^ Edizione dei Premi David di Donatello l'attrice ha ricevuto l’ambito riconoscimento David Speciale.    

Anche in questa importante occasione, Stefania  ha indossato un look firmato Martino Midali,  che ama profondamente, essendo a lui legata da una profonda amicizia e stima.  

Due outfit studiati appositamente in occasione del David: uno per la conferenza stampa, ed uno per la premiazione. Stefania ha indossato un capo spalla della collezione FW 18-19 Martino Midali, in assoluta anteprima durante la conferenza del 20 Marzo, ed un abito in chiffon nero durante la premiazione

leggi di più

La Primavera-Estate di Cristinaeffe Suite

di Laura Frigerio

 

La bella stagione è sempre più vicina, quindi iniziamo a dare un'occhiata alle collezioni Primavera-Estate 2018.

 

Per Cristinaeffe Suite, per esempio, la parola d'ordine è Glow Up.
Preziosi, magnetici, glamour: abiti e tailleur si accendono di riflessi, placcati nelle iridescenti sfumature dell’oro. Il cocktail dress ‘20s, nei toni del rose gold, è ruggente proprio come quegli anni: scivola leggero impreziosito da una texture a rete metal che contrasta ed esalta frange fluide.

Anche il tailleur rigoroso in raso lucido è disinvolto, declinato in una luminosa sfumatura color miele e arricchito da piccole ruches.

La donna Cristinaeffe Suite sceglie di distinguersi con la sua sensualità. E risplende di luce propria.

Per saperne di più: www.cristinaeffe.com

leggi di più

Sara Lorenzon, il volto social di Naf Naf

di Laura Frigerio

Se negli ultimi giorni siete capitate sul profilo Instagram di Naf Naf avrete sicuramente notato che il brand ha un nuovo volto social. Si tratta dell'influencer Sara Lorenzon, vincitrice del concorso “To be Social To be Naf Naf” e quindi eletta #Nafchic Blogger. Alla ragazza è spettato di diritto un viaggio a Parigi e un outfit della nuova collezione Primavera/Estate 2018. Sara rimarrà in carica per un anno e siamo convinti anche noi che rappresenti al meglio il mondo Naf Naf, anche perché molte sue coetanee possono immedesimarsi facilmente in lei.

leggi di più