L’artigianalità secondo Fiorella Ciaboco

di Laura Frigerio

Negli anni’90 la cura dei dettagli, garantiti da artigianalità e sartorialità, è stata messa da parte per dare il via a una produzione seriale a costi inferiori. Questo ha portato a un abbassamento della qualità dei prodotti, anche se griffati.

E qui la domanda nasce spontanea: è possibile tornare a bei vecchi tempi ed avere dei capi fatti a mano e unici, che ci rappresenti in tutto per tutto?

Lo abbiamo chiesto a Fiorella Ciaboco che ha fatto della sartorialità il suo punto di forza. “Oggi, fortunatamente si sta riscoprendo il gusto del bello, del fatto a mano, dell’andare dal sarto a farsi cucire un abito esclusivo” - dice Fiorella - “Anche il contatto umano e l’esperienza che ne deriva dall’incontro col proprio sarto, per fare le prove preliminari per la realizzazione dell’abito (prendere le misure, scegliere le stoffe, i bottoni, e tutto il resto). Queste sono cose che rendono il capo perfetto ed unico nel suo genere”.

E continua: “Il mio intento, è quello di far capire alle aziende produttrici, ai ragazzi che si affacciano sul mondo del lavoro, alle scuole di formazione di abbigliamento, che bisogna puntare sulla qualità e sulla sartorialità. Bisogna puntare sulla formazione, sia nelle scuole sia in fabbrica, formando nuove personalità che occuperanno il ruolo di tagliatore, modellista, prototipista, ricamatrice, o ricamatore, plissettatore. Le cose più importanti e fondamentali sono la trasmissione del mestiere alle nuove generazioni. Purtroppo gli artigiani di un tempo stanno scomparendo e con loro, i segreti della realizzazione di un buon prodotto manifatturiero”.

“In Francia ad esempio, grazie all’intervento di Valéry Giscard d’Estaing (presidente della Repubblica francese dal 1974 al 1981) che fu promotore di una riforma grazie alla quale ancora oggi i mestieri d’arte (tra cui anche gli artigiani del tessile) hanno uno slancio vitale, l’artigiano è d’importanza vitale e contribuisce per una buona parte al Pil interno del paese” – pone l’accento Fiorella Ciaboco - “La stessa cosa si dovrebbe fare in Italia, dove la crisi della trasmissione dei saperi è ancora molto forte e dove l’artigiano sta via via scomparendo, ahimè”.

Fiorella Ciaboco, una donna forte e sicura di se, che mette amore e passione in ogni sua realizzazione sartoriale ma soprattutto, che spiega a ragazzi e ragazze giovani, la differenza che c’è tra un abito realizzato industrialmente e uno fatto artigianalmente. Ogni giorno Fiorella conduce con passione e amore il suo showroom e laboratorio sartoriale di Milano, situato in una delle più belle zone di Milano, Corso Como (Via De Cristoforis,5) e la sartoria di Jesi, nelle Marche, dove l’artigianalità è ancora ben presente e preferita dalle persone che amano vestire bene ed avere un capo unico e di buona manifattura.

Oltre alla produzione di abiti femminili e maschili, capi spalla e diversi outfit di ottima manifattura, Fiorella tiene corsi collettivi o individuali nei suoi laboratori, sia a Milano che a Jesi. I suo obiettivi sono: oltre quelli di produrre dei bei capi, quello di mantenere viva l’artigianalità e il Made in Italy divulgandoli nel mondo.

Crediti foto: ufficio stampa

Venezia 76: che ne pensate del look sfoggiato da Elettra Lamborghini ?

di Laura Frigerio

La 76esima Mostra del Cinema di Venezia si sta per concludere e, ripensando ai look che abbiamo visto sfilare sul red carpet, possiamo dire che tra i nostri preferiti c’è l’abito rosso indossato da Elettra Lamborghini.

Sensuale al punto giusto, tanto da rendere pienamente la sua natura esplosiva. Insomma, un capo perfetto per lei. Non a caso arriva dalla sua omonima line, ovvero Elettra Lamborghini Couture.
Gli accessori scelti in abbinamento sono invece di JF London.

Per noi è un si!

crediti foto: ufficio stampa

Matteo Perin firma gli abiti di John Travolta nel nuovo video di Pitbull

di Redazione

Continua la collaborazione tra Matteo Perin e John Travolta. Stavolta lo stilista italiano firma i capi indossati dall'attore in “3 to Tango”, il nuovo videoclip di Pitbull, di cui è protagonista. Un video in cui John torna ad una sua antica passione, ovvero il ballo, scatenandosi in un passionale e vorticoso tango con delle sensuali fanciulle.

L'attore, che si mostra ancora una volta in splendida forma, indossa uno smoking blu notte con camicia bianca e mocassini: il tutto firmato come sempre da Matteo Perin, che ormai da diversi anni crea i capi indossati da John Travolta, sia in scena che nella vita privata.

Perin si definisce un “lifestyle designer” proprio per questo motivo, perché riesce a creare look e guardaroba appositamente per il lifestyle di ogni persona. Da avvocati e imprenditori a star del jet-set internazionali, non ci sono look che Perin non possa creare.

Noe, la vincitrice di AW LAB IS ME

di Laura Frigerio

C’è una nuova giovane artista che si affaccia sul panorama musicale italiano: il suo nome è Noemi Cappello, in arte Noe ed è la vincitrice del contest AW LAB IS ME Music Edition.

A decretare la sua vittoria professionisti del settore musicale e lifestyle tra cui lo stesso Big Fish, Jake La Furia, Anastasio e Chadia Rodriguez.

Ora Noe ha pubblicato “Incancellabile”, il suo primo singolo che si avvale della produzione di Big Fish e la distribuzione di Sony Music Italia. In featuring con Jeik, un giovane artista della nuova scena rap italiana, e la collaborazione dei producer Exynos.

Così Noe parla del brano: “Due artisti si immedesimano in una storia divisa tra il loro amore e i loro sogni. Ci sono scelte che potrebbero dividere le loro strade. Si racconta la speranza di qualcosa che è difficile da dimenticare , un continuo ed altalenante scontro d’amore. Un ricordo che resta incancellabile”.

Il singolo “Incancellabile” é distribuito su Spotify e conta su un videoclip prodotto da Go Lab Agency. Il brano sarà anche on air in tutto il network di store AW LAB.

Pinko: la campagna pubblicitaria A/I 2019

di Redazione

È stata svelata la campagna pubblicitaria di Pinko per la stagione Autunno/Inverno 2019.

Una campagna che mette al centro lo spirito più autentico della donna Pinko, ovvero una creatura curiosa che gioca con la sua spontanea femminilità e sensualità per infondere un ritmo rock‘n’roll e metropolitano alla vita quotidiana.

Un luogo iconico, carico di magia e fascino, serve da sfondo per le immagini che vibrano di energia e fermezza create da un team artistico che include i fotografi Mert Alas & Marcus Piggott, la stylist Vanessa Reid e il direttore creativo Riccardo Ruini.

Sospesa tra il blu intenso di un cielo londinese e le acque oscure del Tamigi, la nave-faro Lightship 93, meravigliosa opera di recupero e restauro navale, con la sua silhouette rossa fiammante diventa il palcoscenico su cui prende vita la femminilità audace e forte della donna Pinko, incarnata dalla bellezza contemporanea e fresca della modella statunitense Madison Headrick.

Yamamay: A touch of Italy – Italian Style

di Laura Frigerio


Per Yamamay è importante sottolineare la sua identità italiana e non stupisce che abbia deciso di intitolare la campagna 2019 “A touch of Italy – Italian Style”.

Scattata nella splendida cornice di Portofino, la campagna è un inno alla bellezza femminile, incarnata in questi scatti da due stupende ragazze italiane: Matilde Rastelli, una delle modelle più richieste del momento e Beatrice Vendramin, attrice, cantante e scrittrice emergente. Mentre Matilde si dedica alle passerelle ed ai servizi fotografici, Beatrice ai set cinematografici e sui social si afferma sempre più come un’icona per la Generazione Z, contando oltre un milione di follower sui propri canali.

Le due ragazze sono state scelte da Yamamay per la loro naturalezza ma allo stesso tempo anche per la capacità di interpretare in modo molto sensuale ma fresco capi di lingerie femminile. Gli scatti dall’allure sofisticata e senza tempo, sono stati realizzati presso Villa Franca a Portofino dal fotografo e regista italiano Francesco Carrozzini, scelto per il suo talento nel catturare il lato più spontaneo e vero delle donne.

Il mood è rilassato e intimo, gli scenari intervallano scorci di interni a paesaggi naturali in cui i colori si fondono armoniosamente con le nuance dei capi della collezione che alternano colori più classici come il nero a toni più accesi come il verde acqua, l’ocra e l’azzurro carta da zucchero.

Queste affascinanti immagini verranno declinate da fine luglio in vari mezzi: cataloghi, nuove vetrine, sito internet e social network.

Federica Pellegrini vince i 200 stile ai mondiali con Jaked

di Laura Frigerio

Abbiamo tutti ammirato la straordinaria performance di Federica Pellegrini che, ai Mondiali di nuoto in Corea del Sud, ha conquistato l’oro nei 200 stile libero.


E in quel momento la nostra campionessa indossava JK-One, la nuova edizione del costume da competizione firmato Jaked che ancora una volta sbalordisce per la sua capacità idrodinamica, regalando all’atleta prestazioni eccellenti, grazie al finissaggio esterno, esclusivo e all’avanguardia, ma soprattutto alla particolare costruzione del costume, che prevede tagli di tessuto orientati longitudinalmente e nastri poliuretanici ad alta tenacità, estremamente elastici.

L'estate 2019 secondo Riviera

di Redazione

Con il suo design elegante, semplice e raffinato, il brand Riviera interpreta l’estate 2019 con tutte le tendenze della moda, portando una ventata di freschezza e di vitalità nella sua collezione di biancheria per la casa e complementi d’arredo.

Il mood è romantico e delicato, con particolare attenzione alle rifiniture e alla qualità dei materiali, caratteristiche che da sempre fanno di Riviera uno dei principali marchi della Angelo Carillo & C.

I toni leggeri, le fantasie raffinate e la ricercatezza dei tessuti permettono di realizzare all’interno della casa un ambiente intimo, accogliente, elegante ed emozionante, un luogo ideale di benessere e appartenenza. La casa diventa così uno scenario in cui vivere emozioni intense, un ambiente in cui trascorrere giorno dopo giorno momenti di romantica condivisione.

Dalle parure letto alle tovaglie, dalle spugne alle tende, fino ai complementi d’arredo, la collezione primavera estate 2019 di Riviera colora con disegni geometrici e floreali ogni ambiente della casa, ricreando un’atmosfera calda ed armonica. La sensazione è quella di sentirsi sempre in vacanza, immergendosi tra le note di colori naturali e la freschezza del bianco e dei blu, senza perdere il contatto con l’intimità e il comfort del proprio ambiente domestico.

Veepee: la best selection dell'estate

di Laura Frigerio


È scattata la voglia di fare un po’ di shopping on-line? Allora collegatevi a Veepee, nuovo sito evoluzione di vente-privee, che per l’estate 2019 propone la sua best selection di must have. Quest’ultima spazia dal beauty alla moda, dall’hi-tech ai complementi d’arredo.

MODA
Veepee propone per la bella stagione abiti chemisier, leggeri e coloratissimi, come quelli di Oltre e kimoni firmati Karl Marc John. Eleganti giacche in San Gallo, ampi pantaloni e top con volant, rigorosamente bianchi, sono invece ideali per un look che esalta l’abbronzatura, anche in città. Per l’uomo, Veepee propone semplici ed eleganti polo dalle tinte accese oppure camicie dai motivi floreali che in un attimo ci portano alle calde atmosfere delle vacanze.

KIDSWEAR
Quest’anno l’estate si colora di un fuxia acceso con i mocassini firmati Oca Loca, brand che propone anche i sandaletti con frange multicolor, che seguono il trend delle calzature da donna. L’ampiezza dell’offerta per il bambino è un valore aggiunto importante per le mamme digitali di oggi che trovano proprio nell’online l’alleato fondamentale per le esigenze dei figli: un bisogno che diventa anche divertimento per le socie di Veepee che possono anche acquistare giocosi complementi d’arredo per la cameretta.

ACCESSORI

Quest’estate, per ravvivare con un tocco di colore anche i look volutamente minimal, Veepee consiglia sneakers dai cromatismi fluo o décollté dalle tinte pastello. E non si possono dimenticare, per una festa estiva o per una gita fuori porta, le coloratissime espadrillas da indossare con borse di paglia o con le iconiche O Bag.

ARREDAMENTO
Veepee suggerisce alcuni accorgimenti sempre validi per scaldare l’atmosfera domestica all’insegna del motto ‘Home sweet home’: una stampa divertente da appendere alle pareti o lampade a forma di banana e ancora divertenti lettere luminose.

HI-TECH
Per la corsa al parco Veepee ha selezionato le cuffie wireless Fresh ‘n Rebel, mentre per chi ama immergersi nelle acque cristalline, la maschera a immersione con telecamera sportiva è l’alleato ideale!


BEAUTY
I consigli firmati Veepee per l’inizio dell’estate? Creme solari per grandi e piccini sono il must-have per le ‘fughe’ al mare o al lago, mentre per la sera Veepee suggerisce una leggera crema idratante che esalti l’abbronzatura e ci permetta di abbandonare il make up per un look ‘very fresh’: i cofanetti di Shiseido con creme e fragranze sono ideali per i viaggi e i weekend fuori porta.

FOOD-WINE
I soci di Veepee possono ora curiosare anche fra molte proposte Food and Wine, dove trovare vini dai bouquet profumati, dolci, delicatessen e preparati per tisane. Perché non sorprendere i propri ospiti con un vino speciale da servire durante una cena all’aperto?

AltaRoma: successo per la sfilata di Antonio Martino

di Laura Frigerio

Si è concluso da pochi giorni AltaRoma, che ha visto sfilare anche le collezione SS20 di Antonio Martino. La sua Urban Park Volume 3, la linea ready to wear, presentata nell’ambito del progetto Showcase e sulla passerella di Rome is my runway #1, ha avuto un notevole successo.

I capispalla sfruttano la natura di tessuti diversi, come la morbidezza del cotone, la durezza della pelle e la fluidità della seta.

Ci sono poi pezzi unici, creati con una fibra in tela di cotone spalmata che dà origine a vere e proprie “nuvole” da indossare.

Una collezione donna che unisce un tocco di femminilità, tratto distintivo dello stilista campano, a uno stile street, che punta sulla geometria delle linee e sulla malleabilità dei tessuti.

Ecco allora che felpe oversize si abbinano perfettamente a lunghe gonne a sirena in paillettes; abiti strutturati in pizzo trasparente si sposano con capispalla destrutturati in tela di cotone con una spalmatura iridescente effetto aurora boreale.

Una capsule collection che coniuga il rigore delle forme con la leggerezza dell’essere, trovando così una giusta sintesi tra il desiderio di nascondersi e la voglia di apparire.

080 Barcelona Fashion: i premiati

di Laura Frigerio

Si è conclusa, con una grande cerimonia alla presenza del Ministro della Presidenza Meritxell Budó, la 24esima edizione del 080 Barcelona Fashion che ha visto numerosi premiati tra cui il brand Brain & Beast che si è aggiudicato con la sua collezione “Premiere” il 080 Best Collection.

Eñaut, designer emergente (con la sua collezione “Newfoundland”) e Sonia Carrasco (con la sua proposta “33.394759, 124.969482”) si aggiudicano, ex aequo, gli Emerging Design Award.


II premio Modacc Award per i designer and i brand con il maggiore potenziale commerciale a livello internazionale è andato a Menchén Tomàs con la sua collezione “Cotton Club”.

Durante la cerimonia di chiusura, il Ministro Budó ha sottolineato che “la moda è un settore strategico basato sull’innovazione che richiede un training maggiore e soprattutto una riconoscibilità internazionale”.

Budó ha anche rimarcato il grande sostegno della presidenza della Generalitat della Catalogna nel rendere il comparto sempre più competitivo, assicurando la visibilità dei progetti. Budó ha infine enfatizzato l’impegno di molti marchi nei confronti di una moda sempre più sostenibile, attraverso l’economia circolare e la fash-tech per un approccio alla produzione e al consumo più responsabile.

I vincitori sono stati giudicati da una giuria professionale composta da Carlo Puig Padilla, fashion consultant, insegnante e fotografo; Charo Mora, fashion culture specialist; Mireia Gonzalez, designer e fashion consultant; Mireia Ruiz, artista e art director dello studio Cocolia; and Carlo Kamchis, editor del magazine Wonderland, Man About Town e Rollacoaster.  

La 24° edizione di 080 Barcelona Fashion ha accolto 25,000 ospiti Hanno preso parte a questa edizione 1,400 professionisti della comunicazione da circa 500 organi di stampa, inclusi giornalisti, blogger, influencer di cui il 20% provenienti dall’estero. 

GIADA: la campagna Autunno-Inverno 2019

di Laura Frigerio

Abbiamo appena salutato l’arrivo dell’estate, ma la moda è sempre proiettata verso il futuro.

GIADA, per esempio, ha presentato la sua campagna pubblicitaria Autunno-Inverno 2019 con protagonista la modella russa Sasha Pivovarova, firmata dai fotografi Inez e Vinoodh.

Si tratta di uno studio sulle sottigliezze della femminilità contemporanea, ambientato in uno sfondo completamente bianco e nero, omaggio alla classica tavolozza dei colori GIADA. In questo spazio minimalista, Sasha si muove con un senso di sicurezza e raffinatezza.

I suoi movimenti sono sia ariosi che impavidi, evocando un'impressione da ballerina, ispirazione primaria della collezione. I materiali pregiati, la manifattura fluida e i dettagli intricati si manifestano all'occhio dell'osservatore, incarnando un’eleganza femminile intrisa di forza.

 

crediti foto: ufficio stampa

Sofia Alemani veste Antonella Ferrara, presidente e ideatrice di Taobuk

di Laura Frigerio

La designer Sofia Alemani ha deciso di vestire Antonella Ferrara, presidente e fondatrice di Taobuk - Taormina International Book Festival.


La manifestazione si è inaugurata sabato scorso, nella splendida cornice del Teatro Antico di Taormina, con una serata-evento di gala che il 13 luglio verrà trasmessa da Rai 3. Espressamente per l'occasione, la designer Sofia Alemani ha creato l'abito "prêt a couture" indossato da Antonella Ferrara, presidente e fondatrice del festival dedicato all'incontro tra la letteratura e il cinema, l'arte, l'attualità e la memoria, passando per la musica e la grande cucina.

Traendo ispirazione dal tema del festival di quest'anno, "Il Desiderio", Sofia Alemani ha quindi creato un sontuoso peplum dress in tessuto jacquard con fili oro e argento, ampia gonna fluttuante a ruota, corpino con profondo scollo a V e fusciacca a sottolineare il giro vita.

Una creazione studiata perché il desiderio di luce sia pienamente appagato nel dare risalto alla figura nel contesto del Teatro Antico di Taormina.

Nel corso delle giornate del festival la stilista di Lecco ha inoltre studiato gli outfit per il day by day di Antonella Ferrara. Le diverse soluzioni, sempre declinate in tonalità chiare tra l'avorio, l'oro e l'argento, comprendono gonne tubino, bolerini, camicie con rouches e gli ormai iconici pantaloni privi di cucitura laterale che Sofia Alemani ha creato sovvertendo le classiche regole sartoriali.

 

 

Crediti foto: ufficio stampa

Melissa Satta e Giorgia Palmas a Pitti Bimbo 89

di Laura Frigerio

Mai dimenticare che la moda è anche in formato mini, perché i piccoli di casa meritano di essere glamour e trendy tanto quanto i grandi.

Non è quindi casuale il successo di Pitti Bimbo 89, che è stata visitato anche da genitori vip come Melissa Satta (mamma di Maddox, 5 anni) e Giorgia Palmas (mamma di Sofia, 11 anni) che sono state special guest rispettivamente di Gaelle Paris Kids e di Vicolo Girls.

Per sapere com’è andata date un’occhiata alla gallery qui sotto.

Crediti foto: Paolo Lo Debole / Match Picture Italia

Lo shopping Air France firmato Saint James

di Laura Frigerio

C’è una bella novità targata Air France: la compagnia ha infatti deciso di unire le forze con Saint James per una collaborazione estiva, che renderà più piacevole il nostro shopping.

Volete sentirvi il capitano della nave e della cabina di pilotaggio? Ora basta indossare la nuova esclusiva maglia a righe di Air France firmata dal noto designer francese.

Per unire i loro due mondi hanno infatti scelto un indumento francese, emblematico e senza tempo. Realizzata in Francia nei laboratori di Saint James, in cotone di alta qualità, la maglia a righe da marinaio Saint James by Air France è adatta a tutti i tipi di utilizzo.

Il suo taglio dritto unisex può essere indossato sotto una giacca per un look chic o più smart per un'eleganza più casual e naturale.

Il motivo a righe fa riferimento al video trendy delle istruzioni di sicurezza proiettato sui voli Air France, la maglia illustra i codici dell'azienda attraverso la scelta dei colori: blu intenso, azzurro cielo e rosso vivo, che richiamano l'uniforme Air France.

L'accento, simbolo di Air France, è finemente ricamato sulla manica.


Caratteristiche della maglia: 100% cotone spazzolato, taglio dritto, scollo rotondo, maniche lunghe.

Disponibile nei colori blu navy, azzurro cielo, rouge.


Taglia: da XS a XXL.

Il costo? 69 euro, tasse incluse.

Le star presenti a Pitti Uomo

di Laura Frigerio

Nel corso di Pitti Uomo 96 il tasso di vip è stato alto, forse più del solito.

Sarà che questo è diventato ormai uno degli appuntamenti più importanti e imprendibili del calendario nazionale della moda.

Molti i brand che hanno presentato le loro collezioni, con special guest molto amate dal pubblico.

Qualche esempio? Da Effek si è palesata Laura Chiatti, da Gaelle Paris Giulia Salemi, da Pyrex Guè Pequeno e Drefgold, mentre da Favelas De Rio Taylor Mega.

Potete ammirarli tutti nella gallery qui sotto.

Crediti foto: Paolo Lo Debole / Match Picture Italia

Cannes 2019: Catrinel Marlon indossa Yamamay

di Laura Frigerio

Tra le bellezze di passaggio al Festival di Cannes 2019 anche l'attrice Catrinel Marlon, che per l'occasione ha indossato dei look della collezione Yamamay Summer 2019.

Nello specifico:

Crop top Simplicity - fantasia a fiori multicolor per il crop-top dal tocco romantico, perfetto da indossare con un paio di shorts bianchi.

Avril - un costume intero nero mono-spalla, con motivo ad intreccio sul lato, un passe-partout da indossare anche come body.

Cannes 2019: la modella Hana Cross con outfit firmati Salvatore Ferragamo

di Laura Frigerio

Al Festival di Cannes 2019 occhi puntati anche sulla modella Hana Cross, che è comparsa sul red carpet di “C’era una volta a…Hollywood” in compagnia del fidanzato Brooklyn Beckham.

L’affascinante fanciulla ha sfoggiato in quella occasione un abito di pelle nera della collezione FW19 di Salvatore Ferragamo.

Della maison anche gli outfit sfoggiati agli altri eventi glamour a cui ha partecipato.

Crediti foto: ufficio stampa

Cannes 2019: Amber Heard veste Pinko

di Laura Frigerio

Come ben sapete è in corso la 72esima edizione del Festival di Cannes ed è tutto un susseguirsi di splendide attrici.


Tra di loro anche Amber Heard, ex di Johnny Deep, che al suo arrivo ha indossato due look diversi della collezione FW 18-19 di PINKO e una PINKO Love Bad della collezione SS19. Niente male vero?


Crediti foto: ufficio stampa

HOAS - History Of A Style, la grande moda torna a Torino

di Laura Frigerio

 

Siamo abituati a considerare Milano l’ombelico del mondo della moda, almeno in Italia, però non bisogna dimenticare che anche Torino ha sempre giocato un ruolo importante, anche se forse negli ultimi anni alla città è manca un po’ di visibilità su questo fronte.

Ora però i riflettori torneranno ad essere puntati sul capoluogo piemontese grazie a HOAS – History Of A Style una kermesse di eventi Fashion dove l’abito, l’arte e la manifattura verranno celebrati in modo inedito e contemporaneo.

L'appuntamento è dal 22 al 25 maggio, presso OGR (Officine Grandi Riparazioni) e le maison coinvolte saranno Eleventy, Bagutta, Tom Rebl e Carlo Pignatelli. Ci sarà però spazio anche per giovani designer piemontesi e per un calendario ricco, che comprende non solo fashion show, ma anche installazioni e party.

 

Saranno anche numerosi i personaggi dello spettacolo, della tv e naturalmente della moda che interverranno a questo grande appuntamento. Sono attesi tra gli altri Simona Ventura, Roberto Farnesi, Cristina Chiabotto, Giorgia Wurth, Elena Barolo, Jane Alexander, Enrico Silvestrin, Francesco Ferdinandi, Alessia Ventura, Tommaso Zorzi.

 

L’idea di questo nuovo format di evento nasce dall’incontro di Domenico Barbano, imprenditore e creatore del brand Urbanart, una linea dedicata ai giovani, dalle tendenze molto metropolitane e Benny D’Emilio titolare dell’agenzia Freebestudio per prendere forma sotto la direzione artistica di Alex Pacifico della Alex Pacifico Management.

 

"Sono felice di vedere realizzato questo progetto dopo mesi di lavoro" - dichiara Alex Pacifico e gli fa eco Benny D’Emilio: "Si conclude un anno di faticoso lavoro, mirato a raccontare cosa c'è dietro la realizzazione di una collezione".

"È un racconto del nostro Made in Italy" - aggiunge Domenico Barbano - "E non è un caso se alla fine tutti ci copiano: è perché siamo più bravi".

 

ECCO COSA SUCCEDERA' DURANTE HOAS:

 

22 maggio 2019 - Eleventy con la sua inconfondibile cifra wabi sabi, essenziale, urbana e autentica. 

Marco Baldassari, direttore creativo per la linea uomo di Eleventy dichiara “Sono felice di aprire con le nostre creazioni questa nuova Kermesse. Torino è stata una delle prime città a credere nella moda, nell’abilità sartoriale e nell’eccellenza artigianale, che hanno un profondo legame con la vocazione del nostro Brand. La nostra sfida è stata infatti, fin da subito, quella di portare oltre confine la grande tradizione manifatturiera italiana, scegliendo di basare la produzione su una rete di micro imprese artigiane che selezioniamo per eccellenze e specializzazioni. Le mani esperte dei nostri maestri artigiani ci permettono ancora oggi di raccogliere  ampi consensi in tutto il mondo, con l’orgoglio di essere italiani”.

 

23 maggio 2019 - Bagutta con la sua rivisitazione contemporanea della classicità 

Vanna Quattrini, designer della linea donna Bagutta, afferma: "Sono davvero felice di partecipare a questa prima edizione di History Of A Style. Presenteremo la nuova collezione donna di Bagutta che ho realizzato immaginando i desideri delle donne, interpretandoli attraverso capi classici senza tempo che fossero al contempo innovativi e divertenti, giocando con volumi, fit, colori e tessuti, strizzando l'occhio alle nuove tendenze e a una femminilità sempre più evidente ed espressiva".

 

24 maggio 2019 - Tom Rebl con il suo stile avanguardista e contemporaneo

Tom Rebl dichiara: “Sono molto contento di poter essere uno dei protagonisti qui a Torino perché a differenza dei classici eventi della moda mi da la possibilità di raccontare a 360 gradi la storia e l’identità del mio brand. Grazie a questa stupenda location di OGR e all’unicità dell’organizzazione posso mostrare le peculiarità della mia identità legata alle arti visuali, alla danza e alla creatività".

 

25 maggio - Carlo Pignatelli con i suoi abiti da cerimonia neo romantici

Francesco Pignatelli, creative director Carlo Pignatelli, afferma: “Per noi questo evento è un omaggio a Torino e all’artigianalità pura del vero Made in Italy, che da sempre ispira e fa parte del dna Pignatelli. Per questo ho accolto con entusiasmo l’invito a partecipare al progetto di Hoas. Aprire le porte della maison, facendo immergere gli ospiti in una vera experience farà apprezzare il grande lavoro manifatturiero che sta dietro ogni singola creazione. Suscitare l’emozione dei clienti, riuscire a indirizzare i loro gusti, dare risposte ai loro sogni è il motivo che ci porta a realizzare le nostre collezioni”.

 

 

Quattro grandi firme della moda, per quattro intense giornate, dove ogni maison sarà raccontata con un percorso unico e innovativo, che si svilupperà in ambientazioni digitali, virtuali e sartoriali, fino ai momenti clou del Fashion Show. Gli ospiti entreranno nel mondo di ogni stilista e impareranno dunque a conoscerne le origini, la storia e le caratteristiche percorrendo le tre stanze (room): la Room Multimediale, un viaggio suggestivo nel mondo della maison grazie a 6 maxi schermi di cui uno supportato dalla coinvolgente realtà aumentata; la Room Photo Gallery con un’installazione di grande impatto visivo realizzata con  preziosi tessuti su cui saranno riproposti alcuni scatti che ripercorrono la storia del designer e dell’azienda; la Room Sartoriale una sala che permetterà agli ospiti di ammirare da vicino alcune delle più belle creazioni  degli stilisti.

 

La tecnologia e la moda si fondono anche durante le sfilate per uno spettacolo live davvero unico! Per la prima volta in assoluto, una regia live in realtà virtuale a 360° permetterà a chi potrà collegarsi a Facebook o Youtube di assistere alle sfilate in diretta. Chi possiede un semplice visore avrà addirittura la sensazione di essere lì sul palco e godersi le sfilate in prima fila.

 

Ma HOAS – History Of A Style è anche una vetrina importante per dodici fortunati stilisti piemontesi (di origine o di adozione). Tre diversi esponenti dell’avantgarde della moda made in Turin ogni giorno potranno esporre le loro creazioni per raccontare la propria storia, per sottolineare come anche le piccole realtà locali siano, per la moda, delle vere eccellenze. Questi designer avranno l’onore di confrontarsi ogni giorno con oltre 100 talenti in erba del terzo e del quarto superiore dell’Istituto di Istruzione Superiore Romolo Zerboni e dell’IIS Bodoni Paravia. Gli studenti visiteranno le Officine per conoscere gli stilisti, entreranno in contatto con il loro mondo, cercando così di comprendere quali sono le vere peculiarità di questi maestri dei tessuti piemontesi e quanto sia importante il nostro Made in Italy.

 

COME PARTECIPARE:

L’apertura al pubblico delle Officine è prevista dalle 16:00 alle 24:00, per accedere all’interno dell’area manifestazione basta accreditarsi sul sito www.hoas.it, compilare il form e attendere la conferma dell’avvenuto accredito. È possibile assistere anche alle sfilate, sempre accreditandosi sul sito, i posti sono limitati.