Fashion Film Festival Milano, la settima edizione

di Laura Frigerio

Si inaugura oggi, con una diretta Instagram (alle ore 18), la settima edizione del Fashion Film Festival Milano che terminerà il 18 gennaio e avrà un format interamente digitale.

La manifestazione, fondata e diretta da Constanza Cavalli Etro, pur ribadendo la sua complementarietà alla Milano Fashion Week Collezione Uomo (che si terrà dal 15 al 19 gennaio), assume una identità culturale propria ed entra nelle case di tutti quelli che vorranno seguirlo.
Allo stesso tempo il Festival, in questo modo e in questo particolare periodo, riporta la moda a essere espressione e linguaggio sociale e culturale. Specchio democratico e collettivo della società e non più solo mondo affascinante ma distante ed elettivo.

Nel corso del Fashion Film Festival Milano verranno presentate, nelle varie sezioni, più di 200 opere provenienti da 60 paesi.

Quelle in concorso verrano giudicate da una giuria internazionale composta da: Tim Yip, Lachlan Watson, Marcelo Burlon, Anna Dello Russo, Milovan Farronato, Javier Goyeneche, Margherita Missoni, Paolo Roversi, Elizabeth Von Guttman e Tamu McPherson.
Ultimo giurato d’eccezione sarà il pubblico, che (su fffmilano.com) potrà votare per il proprio fashion film preferito decretando il vincitore del People’s Choice Award.

Altre opere verranno presentate fuori concorso. Ci sarà una sezione speciale dedicata al Made in Italy e alla creatività italiana “The World of Italian Fashion Films”, a cui si aggiungo cinque première di lungometraggi e progetti speciali come #FFFMilanoForGreen (dove il festival continua la sua missione di promuovere ed educare verso la sostenibilità per il quinto anno, dando spazio alle realtà, ai designer e alle istituzioni che sono in prima linea per supportare uno stile di vita sostenibile) e #FFFMilanoForWomen (dove si promuove e sostiene il talento femminile, dando spazio e voce a progetti sociali, registe, designer, imprenditrici e attiviste).
Inoltre si terranno sei conversazioni con personaggi di spicco.

Dove sarà possibile seguire il Fashion Film Festival Milano? Su tre piattaforme in contemporanea: fashionfilmfestivalmilano.cameramoda.it, fffmilano.com e MyMovies.it.

 

 





crediti foto: ufficio stampa

Un look cosmico con HTC Los Angeles (gallery)

di Laura Frigerio

Lo sappiamo: attualmente le occasioni per uscire sono poche, però questo non significa che si debba rinunciare ad essere alla moda, anche quando ci si collega per delle riunioni via Zoom.

Così, se per caso vi sentiate in un mood cosmico, vi consigliamo di dare un’occhiata alle proposte di HTC Los Angeles.

Continua infatti la ricerca del brand sul guardaroba per una nuova civiltà nomade interstellare, tra visioni e futuri omaggiati o immaginati.

Esploratrici intergalattiche e rockstar, tra la California e la costellazione dell’acquario, in uno spazio attraversato da radiazioni psichedeliche e polvere di stelle.

Il tema del viaggio si sviluppa in un’ampia selezione di borse, bagaglio minimo ma fondamentale per affrontare la traversata. Su tutte la LA Bag con maxi logo metallico in versione Cosmo, All Over Print e Leo, presente anche in una nuova variante micro.

Guardate la gallery!





crediti foto: ufficio stampa

Atelier Emé e gli appuntamenti virtuali per le future spose

di Redazione

Atelier Emé da sempre ha a cuore le future spose e studia per loro progetti ed iniziative esclusive volte a soddisfare i desideri di tutte le Bride To Be. È

per questo che ha attivato gli appuntamenti virtuali, il “primo incontro online” tra l’Atelier e la futura sposa. Per prenotare il proprio appuntamento virtuale basterà accedere al sito Atelier Emé e registrarsi a questo link.

Una Bridal Assistant ricontatterà telefonicamente la futura sposa per raccogliere le prime macro informazioni e fissare l’appuntamento attraverso una videochiamata.

Oltre al link per connettersi alla video call, alla futura sposa verrà data la possibilità di selezionare dal sito Atelier Emé i 3 abiti della collezione sposa che più la rappresentano e che rispecchiano i suoi gusti. Durante l’appuntamento virtuale la Bridal Assitant mostrerà le 3 creazioni scelte dalla sposa illustrando i dettagli, i tessuti e le lavorazioni, la vestibilità e non ultimo le possibilità di personalizzazione che rendono ogni abito Atelier Emé assolutamente unico.

Le Bridal Assistant saranno inoltre disponibili per fornire alla sposa consigli di styling: sapranno consigliarvi su accessori e veli più adatti da abbinare ad ogni modello.

Gli appuntamenti avranno una durata massima di 40 minuti e potranno partecipare (sempre virtualmente) anche i familiari e le amiche della futura sposa per assisterla e in un momento tanto importante e emozionante come la scelta dell’abito da sposa. Non appena la sposa si sentirà pronta, la Bridal Assistant sarà a disposizione per accoglierla in Atelier e farle vivere un’esperienza indimenticabile attraverso un servizio customizzato, accompagnandola nella sua scelta e verso la realizzazione del proprio sogno.




crediti foto: ufficio stampa

Natale secondo Cotonella

di Laura Frigerio

A Natale, si sa, è fortemente consigliato indossare dell’intimo rosso. E lo sa bene Cotonella che, per queste feste, propone dei capi in cui il rosso è il colore dominante.

Un bel modo per sentirsi sexy e dare un pizzico di leggerezza a questo periodo che, a causa dell’emergenza sanitaria, si è fatto grigio e pesante.

Largo quindi a babydoll in tulle stampato in stile very british con disegno tartan rosso/nero, ma anche top evanescenti in tulle leggero e trasparente per un effetto vedo-non-vedo femminile e malizioso. Lacci e laccetti posizionati nei punti strategici decorano top e slip con effetti estetici sorprendenti, inclusa la giarrettiera, ovviamente sexy.

La trasversalità della collezione passa anche attraverso una serie di modelli basici ma fedeli al tradizionale colore rosso. Lo slip e il brasiliano in cotone elasticizzato rifinito da bordi piatti extra comfort e le minuscole panty in morbido e confortevole pizzo, oppure la stampa non troppo appariscente con motivi grafici ispirati al Natale.

Cotonella ha pensato anche agli uomini di casa con una linea maschile che disegna, su una base di tessuto in cotone elasticizzato, parole e pensieri ironici e allusivi, stampati su slip e boxer o con lavorazione jacquard sull’elastico vita. Alcuni capi osano il contrasto del rosso con il grigio, giocato sull’alto bordo in vita con elastico inserito e sul bordo gamba più sottile e confortevole. L’effetto bicolore è molto gradevole. Una collezione di buon auspicio per l’anno a venire, pensata con l’amore per la qualità che caratterizza il brand.

Dove potete trovare questa collezione? Naturalmente su https://shop.cotonella.com/it/.

 

 

 



crediti foto: ufficio stampa

Per Natale Intimissimi veste (anche) le It Girl

di Laura Frigerio

In occasione di Natale Intimissimi ha lanciato una capsule collection a tema, romantica e al tempo stesso sensuale, destinata a conquistare tutte le donne.

Tra di loro numerose It Girl amiche del celebre brand di underwear, che hanno indossato alcuni best seller della collezione: parliamo di Chiara Ferragni, Paola Turani, Giulia Valentina, Beatrice Valli, Giulia Gaudino, Francesca Chillemi, Elisabetta Canalis e Benedetta Mazza.

Le loro follower hanno così avuto qualche dritta per gli outfit da indossare in questo Natale casalingo.
Nella collezione si spazia dalla corsetteria e lingerie in pizzo, ai pigiami con taglio maschile in seta, o alle varianti più comfy, fino alle maglie in lana e seta e ultralight with cashmere.

Un’ampia proposta di capi che accompagneranno le feste al femminile in tutti i momenti della giornata. Nella corsetteria il rosso viene abbinato al tono Ivory, metafora cromatica delle feste. I pizzi sono lavorati con dettagli tono su tono o a contrasto, impreziositi da laccetti, incroci e fiocchi in raso. Non manca l’eleganza del nero con una capsule la cui principale caratteristica sono gli accessori ricercati e sensuali.
Le nuove versatili fibre della maglieria Intimissimi, da best seller basico, vengono riviste in chiave elegante, aggiungendo alla collezione tre varianti colore lurex perfette per vestire i momenti di festa.

Non manca la proposta dedicata ai momenti di coccole casalinghe: pigiami e vestaglie calde e confortevoli, ma anche nella variante in seta profilata in pizzo. E non dimentichiamo che Intimissimi è eco friendly. Con il nuovo percorso, infatti, #intimissimicares il marchio si sta impegnando a favore dell’ambiente riducendo l’utilizzo di plastica e privilegiando all’interno della sua filiera shopping bag e gift box 100% riciclate. Finora sono oltre 400 le tonnellate di carta riciclata impiegata all’interno della filiera produttiva.







crediti foto: ufficio stampa

Manila Grace attende il Natale con Chiara Maci

di Laura Frigerio

Ci prepariamo a un Natale diverso, che però non deve perdere (nonostante tutto) la sua magia…e la sua dolcezza. Per questo il brand Manila Grace ha deciso di chiamare all’appello Chiara Maci che, grazie alla sua esperienza, dà consigli su come preparare dei biscotti natalizi di frolla glassata, oltre ad essere gustosi donano un tocco di colore a tutta la casa.

Uno stile variopinto e dinamico, proprio come quello di Manila Grace, che non rinuncia alla sua femminilità e all’eleganza nemmeno in un contesto più domestico.


#xmasathome è il progetto di Manila Grace volto a portare tanto calore e affetto in questo Natale.

Il 9 dicembre Chiara Maci ha fatto una diretta sul suo profilo Instagram @chiarainpentola, durante la quale ha invitato tutte le mamme a passare le feste natalizie sperimentando ai fornelli anche con i più piccoli e di giocare con la fantasia e creatività in cucina ma anche con i propri look e con proposte mini me mamma e figlia.
Una collezione in pieno mood Manila Grace, eclettica e contemporanea, per vivere con stile anche questa occasione.

Chiara ha inoltre suggerito di sfruttare questo particolare Natale per passare dei momenti di qualità con chi sarà con noi, di creare, amare e sperimentare per trascorrere esperienze autentiche e di qualità in cucina e non solo.

Ricordiamo che Manila Grace propone tanti capi per i look delle feste tra cui quello indossato da Chiara tramite una Gift Guide presente sull’ecommerce del brand.





crediti foto: ufficio stampa

Mara Sattei in Des Phemmes a X Factor 2020

di Laura Frigerio

Nel corso della finale di X Factor 2020, la cantante Mara Sattei è stata special guest in una speciale performance del giudice Hell Raton.

Affascinante ed elegante come sempre, l’artista ha indossato un total look della collezione SS21 di Des Phemmes.

Per la precisione, ha sfoggiato una camicia tie-dye in seta gialla con profili in pietre Swarovski e ricamo splash Swarovski, insieme a un paio di pantaloni in denim giapponese bianco con ricami in pietre Swarovski.

Salvo Rizza, designer e fondatore del brand, ha infatti come obiettivo quello di sostenere le donne nel loro percorso professionale e artistico, vestendole con capi che le facciano sentire speciali e che ne esaltino la femminilità.





crediti foto: ufficio stampa/Instagram

The Maptique per Atelier Emé: gli appuntamenti digitali

di Redazione

Atelier Emé ha dimostrato la propria proattività e il desiderio di restare connesso alla propria community sin dall’inizio di questo anno. Mettendo in campo tutta la propria expertise, nel corso dei mesi ha organizzato diversi appuntamenti digitali: ultimo di questi il lancio della collezione Sposa 2021 in diretta streaming con il direttore creativo Raffaella Fusetti.

Anche in questo momento Atelier Emé ha deciso di coinvolgere le sue bride to be in 4 appuntamenti speciali prima del Natale, organizzati insieme a The Maptique, per ispirare le proprie spose in attesa del giorno del matrimonio!

I Lab sono un format molto particolare nato dal genio di Agnese e Paola, le co-founder di The Maptique, boutique agency specializzata in strategie digitali legate al settore del travel, pensati per ingaggiare la community offrendo un servizio creativo ed originale che unisce il mondo offline con quello online. I

LAB sono un’opportunità per esplorare il mondo Atelier Emé attraverso 4 appuntamenti digitali previsti ogni giovedì alle 18.30 fino al 17 dicembre.

Per partecipare ai 4 lab basterà iscriversi gratuitamente qui: https://www.themaptique.com/explore-detail/the-maptique-lab.

Le partecipanti riceveranno a casa qualche giorno prima una special box contenente uno special kit con tutto il necessario per partecipare al lab al quale si sono iscritte e che potranno seguire online attraverso la piattaforma ZOOM.


Ogni Lab sarà dedicato ad un particolare tema legato al mondo Wedding e coordinato da partner d’eccezione e professionisti del settore.






crediti foto: ufficio stampa

Safe Expression: Kaspersky e KRAKATAU lanciano una collezione con l’ “impronta digitale”

di Laura Frigerio

Capi con la vostra “impronta digitale”. Ci avete mai pensato? Lo hanno fatto Kaspersky e KRAKATAU (brand internazionale di abbigliamento tecnico), che hanno appena lanciato Safe_expression, una collezione di capi che possono essere personalizzati con l'impronta digitale di chi li acquista.


L’idea nasce da una recente ricerca di Kaspersky, dalla quale è emerso che il 43% dei millennials italiani pensa di essere troppo noioso per attirare l’attenzione dei criminali informatici.

Però l’analisi degli esperti di Kaspersky su diversi mercati Darknet, ha dimostrato che tutti i dati possono essere preziosi non solo per gli utenti a cui appartengono, ma anche per i criminali informatici. Infatti, tra i dati più ambiti dai cybercriminali e che vengono venduti su questi mercati ci sono: la condivisione di selfie con i documenti come passaporti o patenti di guida (fino a 40-60 dollari), le cartelle cliniche (fino a 30 dollari), i dati della carta di credito (fino a 20 dollari), i conti PayPal (fino a 500 dollari), e le informazioni complete della carta d’identità (fino a 10 dollari).

Queste informazioni possono essere utilizzate per vari scopi malevoli, dallo sfruttamento in cambio di denaro alle richieste di ricatto. Internet e i servizi online ci offrono diverse opportunità per condividere le nostre opinioni e per connetterci con altre persone in tutto il mondo e proprio per questo è fondamentale che sia un luogo sicuro, in cui è consentito agli utenti di potersi esprimere liberamente.

La collezione Safe_expression è pensata proprio in questa ottica, tanto che consente di creare capi in grado di esaltare la personalità di ognuno, rivelando anche il livello di sicurezza della propria privacy. Infatti i capi possono essere personalizzati con l’impronta digitale di ognuno.

Come funziona? Durante l’acquisto dovrete rispondere ad alcune semplici domande, rivolte da uno speciale chat bot in merito al comportamento tenuto online e alle abitudini rispetto alla privacy, verrà realizzata un’impronta unica. La stampa verrà realizzata con algoritmi unici che analizzano i problemi di privacy degli utenti. Più l’utente è attento alla propria privacy, più complessa o armoniosa sarà la stampa.

Volete provare? Collegatevi al sito ufficiale: https://safe-expression.krakatauwear.com.




crediti foto: ufficio stampa

Alla scoperta di GIADA Caffè

di Redazione

Il brand italiano di moda donna GIADA ha recentemente inaugurato GIADA Caffè, un innovativo spazio posto al secondo piano di GIADA House, il global flagship store del brand collocato in Via Montenapoleone 15 a Milano.

GIADA Caffè, progettato dallo Studio M2Atelier, è uno spazio artistico minimale e ricercato, con arredo realizzato a mano in Italia.

A inizio anno, GIADA ha intrapreso l’esplorazione del legame tra moda e arte con l’inaugurazione, durante la Settimana della Moda di Febbraio, del suo concept store situato al piano terra di GIADA House.

Il concept store è espressione della filosofia di GIADA, fondere temi artistici con l’identità del brand. È stato da poco allestito un nuovo concept store ispirato al Rinascimento. GIADA celebra la connessione tra il brand e l’arte con un’innovativa installazione video che coinvolge gli spettatori, realizzata da Migliore+Servetto Architects in omaggio a uno tra i più iconici periodi artistici italiani. Attraverso il soft opening di GIADA Caffè e le periodiche installazioni artistiche all’interno del concept store, GIADA House offre un’esperienza versatile e completa ai clienti del lusso e agli esperti d’arte.

 

 



crediti foto: ufficio stampa

Nuovo spot di Natale di Tezenis con Giulia De Lellis

di Laura Frigerio

È tempo di Natale anche per Tezenis, che il 6 dicembre lancerà sui vari canali tv il nuovo spot delle feste che ha come special guest la sua ambassador Giulia De Lellis insieme al suo cagnolino Tommy.

Il cuore pulsante dello spot è la casa, che mai come in questo periodo si è fatta nido e luogo dove passiamo (per forza di cose) la maggior parte della giornata. E dove festeggeremo anche il nostro Natale.

Tezenis ci vuole accompagnare nel periodo più appassionante dell’anno con l’ironia, la positività e la freschezza che da sempre lo contraddistinguono.

A fare da trait d’union una collezione ironica, comfy e di super tendenza, per look da casa ma pronti per essere condivisi con la propria community via social. Pigiameria e abbigliamento homewear con grafiche molto impattanti dedicate al Natale sia per Lei che per Lui, senza dimenticare i più piccoli.

Ad animare ancora di più le proposte si inseriscono i character dei cartoon, tanto teneri e buffi, come Mickey Mouse o la Carica dei 101. Ma anche a Natale non può mancare l’intimo rosso in pizzo.

Il vibes rivisitato di Jingle Bell travolge in una coreografia ritmata e accende le festività con balletti per sfide che si apprestano a diventare virali, a prova di veri tiktoker.

Giulia De Lellis ci dimostra che anche da casa potremo fare esplodere lo spirito natalizio con il giusto mood e look di tendenza dedicati al Natale.

Segnaliamo che è già partita la campagna digital sui canali social e sul sito del brand.



crediti foto: ufficio stampa

Sì Sposaitalia Collezioni, nuova immagine e nuovo format

di Redazione

Inizia dall’immagine il nuovo corso di Sì Sposaitalia Collezioni che intende potenziare il suo ruolo di interlocutore unico e privilegiato in questa importante fase di transizione, accelerata dalla recente emergenza globale che sta cambiando le dinamiche della società e dei mercati internazionali, incluso il momento del matrimonio.

Il concept della nuova visione richiama le celebri opere dell'arte classica, frutto di grande creatività, altissima qualità della materia prima, esclusività delle forme. E sinonimo di una bellezza atemporale e trasversale, che appartiene oggi a tutte le culture e rappresenta un simbolo universale di eccellenza.

La campagna si sviluppa su tre soggetti, che verranno presentati nell’arco delle tre prossime edizioni.
La prima, svelata già nel corso del 2020, mette al centro una statua di Dioniso in marmo bianco, dove il legame tra manifattura del passato e presente è rappresentato dal drappeggio dell'abito da sposa in primo piano. Una tecnica che è anche nelle vesti del celebre dio inventore della vite e simbolo della joie de vivre, tanto evocata nel giorno del Sì.

I valori di Sì Sposaitalia Collezioni sono infatti comuni a quelli di tutte le maison partner che ne hanno permesso negli anni il successo, eleggendo la kermesse a cuore gravitazionale della moda bridal di eccellenza, made-in-Italy e internazionale.

Un cortocircuito tra ieri e oggi sintetizzato nella campagna visiva di Sì Sposaitalia Collezioni: fil rouge la bellezza che nasce dal passato e si rinnova, confermandosi sempre contemporanea. Così come deve essere una buona strategia, fondata su solide basi ma flessibile e capace di guardare, con intuito e determinazione, al futuro.

La manifestazione si terrà a Fieramilanocity dal 9 al 12 aprile 2021.

Per maggiori info: www.sposaitaliacollezioni.it.




crediti foto: ufficio stampa

Federica Panicucci indossa un abito di Antonella Sica a Mattino 5

di Redazione


Federica Panicucci ha indossato un capo firmato Antonella Sica, nella puntata del 19 novembre di “Mattino 5”, celebre morning show (di Canale 5) di cui è conduttrice.

La scelta è andata su un abito azzurro a doppio petto, elegante e grintoso, che fa parte della nuova collezione del brand.

Questa non è la prima volta che lo stile di Antonella Sica conquista il mondo dello spettacolo: in passato anche Anna Falchi e Veronica Maya hanno indossato le sue creazioni. Antonella Sica ha anche partecipato all'ultima edizione del Social World Film Festival, durante il quale hanno sfoggiato dei suoi capi la giornalista Roberta Nardi, la cantante Lavinia Voltolina Boffi e l’attrice-regista Noemi Cusato.

Tutti i capi di Antonella Sica sono studiati e realizzati con estrema cura fin dei minimi dettagli, compresi gli interni. Una sapiente manifattura, espressione della eccellente sartoria napoletana. Il brand Antonella Sica nasce dalla passione per la moda di una donna, madre, professionista, imprenditrice e dal suo desiderio di creare abiti che la rispecchiassero, facendola sentire elegante, raffinata, femminile e sicura di sé. Capi unici, realizzati artigianalmente da mani esperte, con amore.




crediti foto: screenshot da ufficio stampa

Oltre punta sull'upcycling A/GAIN

di Laura Frigerio

Sostenibilità: una delle parole chiave di questo nuovo corso della moda. Lo dimostra, ancora una volta, Oltre che ha deciso di puntare sull’upcycling creativo e ha lanciato la nuova capsule A Green Story: A/GAIN.

A firmarla è Gilberto Calzolari (premiato come Best Emerging Designer ai Green Carpet Fashion Awards nel 2018), che ha ripensato con consapevolezza, intelligenza e gentilezza i capi invenduti della P/E 2020.

“Questa iniziativa mi è sembrata fin da subito un’ottima opportunità per mettere in pratica in maniera creativa il motto: reduce, reuse, recycle. È stato molto stimolante partire da capi appartenenti a precedenti collezioni e ricomporli in modo creativo, donando loro una seconda vita in una nuova, originale capsule collection che rispettasse il DNA della donna Oltre” - ha dichiarato lo stilista.

Nella capsule troviamo nove capi, tra camicie, pantaloni e pull. Per evitare qualunque tipo di spreco, ogni capo è un pezzo unico, cucito appositamente su richiesta e in esclusiva.




crediti foto: ufficio stampa

Tommaso Zorzi veste Alessandro Enriquez al Grande Fratello Vip

di Laura Frigerio

Seguite il Grande Fratello Vip? Se la risposta è positiva, avrete sicuramente notato l’outfit di Tommaso Zorzi, influencer e showman, che ha indossato una una camicia “illustrata” oversize con stampa “Paradiso” dello stilista Alessandro Enriquez.

La camicia del designer ricorda forme e proporzioni d'ispirazione ‘90s e fa parte della capsule realizzata in collaborazione con il colosso giapponese Sanrio.



crediti foto: ufficio stampa

Cotonella si fa più ecosostenibile con Purity

di Laura Frigerio

La moda si sta facendo sempre più ecosostenibile, grazie a brand che mostrano una certa sensibilità a questa filosofia con le loro collezioni.
Cotonella, per esempio, lancia Purity realizzata con cotone biologico certificato “Gots”.

Quest’ultimo, per chi non lo sapesse, è un sigillo internazionale che regolamenta e certifica i materiali in cotone organico garantendone la provenienza biologica che esclude la presenza di pesticidi, di metalli pesanti o di trattamenti sbiancanti a base di cloro, ne rappresenta il DNA e la vera essenza. Si tratta quindi di un materiale naturale e sicuro, oltre che anallergico e traspirante, molto morbido sulla pelle.

Purity è caratterizzato da capi underwear raffinati, dal design essenziale, con finiture preziose che garantiscono una vestibilità confortevole, sicura e senza tempo.
I colori sono classici (bianco, nero e nudo) e i modelli adatti a performance all day long. La collezione è composta principalmente di Brasiliani, Mini Slip, Slip, Slip Midi, Slip Maxi e Panties per le parti basse. Per i top, due varianti di top con spalla stretta e una canotta a spalla larga.

Attraverso l’utilizzo di cotone organico, che riduce il consumo di energia, la linea Purity rispetta l’ambiente e promuove un concetto semplice ed immediato di sostenibilità.

Per acquistare online: shop.cotonella.com.



crediti foto: ufficio stampa

La Charity Sale di Vestiaire Collective e Simona Ventura per Bauli In Piazza

di Laura Frigerio

L’emegenza sanitaria ha portato alla chiusura di numerose attività, che hanno bisogno di supporto. È per questo che Vestiaire Collective, la principale platform community globale di abbigliamento firmato di seconda mano, ha deciso di unirsi a Simona Ventura per un’iniziativa di Vendita di Beneficenza Collettiva volta alla raccolta fondi a favore dell’associazione "Bauli in Piazza", organizzatrice della grande manifestazione tenutasi in Piazza Duomo a Milano lo scorso 10 ottobre in favore dei lavoratori dello spettacolo.

Simona Ventura, una delle regine incontrastate della tv italiana e promotrice della moda vintage, ha donato 30 capi esclusivi dal suo importante guardaroba per la Vendita di Beneficenza Collettiva.

 

Tra i capi, una giacca da motocicletta Dolce & Gabbana, un abito da sera rosso firmato Valentino, una pochette da sera argentata di Versace, un abito da sera leopardato Dolce & Gabbana e un paio di tacchi Valentino in satin, oltre a numerosi altri pezzi unici.

 

I ricavi della vendita (incluso il 100% delle commissioni di Vestiaire Collective) saranno devoluti interamente a "Bauli in Piazza”. L’associazione è stata scelta per il suo legame ai fatti di attualità, in supporto e tutela dei lavoratori del mondo dello spettacolo che tanto fanno per la cultura italiana e che aiutano a portare l’eccellenza del “Made in Italy” nel mondo. Un progetto pensato per sostenere centinaia di migliaia di lavoratori che in questo particolare momento hanno bisogno di far valere i propri diritti.


Volete partecipare? Andate sul sito vestiairecollective.com.



crediti foto: ufficio stampa

Motivi lancia la maratona di live shopping

di Redazione


Dopo il debutto ufficiale, lo scorso 10 giugno, e il successo ottenuto dal lancio del canale di live stream shopping, primo formato Retail-into-Digital Sale in Europa, Motivi continua il suo percorso di digitalizzazione dello shopping.

 

Il brand raggiunge un nuovo traguardo nel percorso di rivoluzione dello shopping supportando con passione la sua rete vendita penalizzata dalle chiusure forzate del weekend.

Sabato 31 ottobre dalle ore 10.00 e fino a domenica 1° novembre alle ore 20.00 il cuore di Motivi ha continuato a battere per tutte le sue clienti attraverso una maratona di live shopping in diretta dai punti vendita che, nel rispetto dell’ultimo DPCM, non hanno potuto accoglierle fisicamente.

Un modo innovativo per avvicinare e coinvolgere le utenti in un’esperienza di realismo virtuale a 360°, immediata e personalizzata, che in ultimo prevede la conclusione dell’acquisto e la consegna dei capi in tutta sicurezza e comodità a casa. Gli store del nord Italia, da Mantova ad Arese, fino a Cremona, Varese, Rescaldina, Vittuone, Torino e alti ancora, hanno partecipato attivamente per creare una shopping experience unica ed innovativa, infatti, le addette alle vendite si sono improvvisate streamer e hanno messo in campo tutta la loro esperienza e competenza mostrando i capi fisicamente presenti nello store, proponendo abbinamenti e dispensando consigli di stile.


Le clienti collegate alle live hanno potuto chattare in diretta con il personale Motivi e ordinare i loro pezzi preferiti che nei giorni immediatamente successivi riceveranno direttamente a casa. Questa maratona rappresenta l’evoluzione di 2 mesi di live shopping in cui Motivi ha anche realizzato capsule ad hoc per la vendita online. I numeri parlano di un grande successo dall’inizio del lancio del canale: 35mila in totale le clienti che hanno partecipato ai diversi appuntamenti, di cui 10mila sono successivamente atterrate su sito Motivi (di queste 4000 sono state identificate come nuove utenti) generando 30mila interazioni che hanno portato a oltre 400 ordini effettuati solo durante le sessioni di live stream che ricordiamo, hanno una durata di 30 minuti.


“Siamo orgogliosi dei risultati ottenuti fino ad ora da questa operazione straordinaria che parla di progresso tecnologico, di amplificazione della brand loyalty e di vicinanza alle nostre clienti” - dichiara Furio Visentin, Brand Director di Motivi - “Questa modalità di approccio rappresenta un vero e proprio canale aggiuntivo di vendita, complementare agli altri touchpoint del marchio ma ancora più potente per il numero di negozi coinvolti e per il numero di persone che possiamo raggiungere. Come azienda e come brand oggi scegliamo di investire nello stile, nell’innovazione e nell’intrattenimento per allineare la nostra strategia omnichannel a un pubblico estremamente evoluto che ricerca esperienze sempre più dinamiche, immediate e coinvolgenti”.

 

 

 


crediti foto: ufficio stampa

Look da Smart working: le felpe di HTC Los Angeles (gallery)

di Laura Frigerio

Purtroppo ci ritroviamo di nuovo in Lockdown (strong o light in base alla Regione di appartenenza) e questo significa tornare allo Smart working.

Anche per quest'ultimo, naturalmente, ci vuole il look giusto in particolare se ci si ritrova a fare delle video-riunioni nel corso delle nostre giornate lavorative.

Siete tra coloro che preferiscono un abbigliamento casual e comodo? Allora date un'occhiata alle felpe proposte da HTC Los Angeles nella nostra gallery.






crediti foto: ufficio stampa

Antonio Martino partecipa alla mostra-performance ROBOTIZZATI

di Laura Frigerio

Il confine tra arte e moda è sottile e lo dimostra anche la mostra “Robotizzati. Esperimenti di moda”, in scena al WeGil di Trastevere a Roma, a cui parteciperà lo stilista Antonio Martino con due creazioni della collezione Japanese Renaissance.

Nello specifico: la Legenda di Tanabata, ovvero un cappotto blu in lana con fodera vintage in seta stampata e un kimono dress in douchesse rossa di seta stampata con lungo strascico.

“Ringrazio Stefano Dominella e Guillermo Mariotto per il prestigioso invito ricevuto e sono onorato di partecipare con due pezzi unici della mia collezione di alta moda all’esposizione performance che celebra i super robot giapponesi e il Sol Levante, un mondo che mi ha sempre affascinato e che ha ispirato la mia ultima linea, presentata nel calendario ufficiale di Alta Roma. Mi auguro che il periodo difficile che stiamo attraversando finirà presto e spero di poter approdare quanto prima in Giappone con i miei abiti, in un’ottica di internalizzazione e con il supporto delle istituzioni e delle ambasciate italiane” - ha dichiarato Antonio Martino.

Il percorso espositivo, ideato e curato da Stefano Dominella con la direzione artistica di Guillermo Mariotto, è visitabile fino al 24 gennaio presso l’hub culturale della Regione Lazio ed è realizzato da LAZIOCrea e con il patrocinio di Unindustria – Unione degli Industriali e delle Imprese del Lazio.





crediti foto: ufficio stampa