Regali di Natale: la gift card di Milano In Tour

di Redazione

Ogni Natale la scelta dei regali sembra diventare una “mission impossible”. Ci vuole l'idea giusta per fare la differenza e a proporvela è l'Associazione Culturale Milano In Tour. Si tratta di una gift card con cui si regalerà ai propri cari un'esperienza o un tour alla scoperta dei segreti di Milano.


Basta collegarsi a www.milanointour.it, selezionare l’importo preferito e il destinatario potrà scegliere, entro un anno, uno dei numerosi tour presenti sul sito, che viene aggiornato periodicamente. Sarà possibile acquistare il buono con carta di credito, postepay o paypal.

Una volta completato il pagamento, la gift card verrà immediatamente inviata via mail all’indirizzo fornito nella casella “Immetti un indirizzo email per ogni destinatario”. Invece nel caso la si volesse consegnare a mano in un giorno speciale, basta inserire il proprio indirizzo e stampare il buono da casa. Grazie a Milano In Tour potrete così regalare alle persone del cuore un'emozione invece del classico oggetto.

Per prenotare la propria gift card: qui.

 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Swap in the City Milano, torna all'Aspirin

di Redazione

Ultimo e imperdibile appuntamento dell'anno con Swap in the City Milano. Quando? Mercoledì 13 novembre, dalle 18 alle 21.30, presso Aspirin (in Piazza Sportorno 2), ovviamente a Milano. Swap in the City Milano organizza eventi glamour di baratto nel capoluogo lombardo.

Si tratta di eventi speciali a tema, durante i quali è possibile scambiare vestiti e accessori che non si usano più, facendo delle nuove amicizie.

Per lo Swap Party del 13 novembre i posti sono limitati: ce ne sono 50 e l'iscrizione è obbligatoria. La quota di partecipazione 15 euro a persona (anche per accompagnatori, che dovranno iscriversi come tali) ed è previsto un gettone medium in omaggio per le nuove amiche che verranno portate all'evento. Inclusa anche la consumazione con buffet.

Per ricevere il gettone è necessario segnalare tutti i dati al momento dell'iscrizione via mail.
Come farlo? Inviando una mail o compilando il modulo che si trova nella sezione“contatti” del sito www.swapinthecitymilano.it.

leggi di più

Il Natale è già da Steflor

di Redazione

Il 5 ottobre Steflor, leader del mondo green da oltre 30 anni, ha aperto il suo reparto natalizio.
Il tema di quest'anno? Il Natale di ghiaccio.

All'entrata, infatti, troverete un grande igloo, che apre le porte a una vasta esposizione con gli immancabili alberi e presepi, ma anche villaggi, luci, decorazioni e persino cartoleria a tema natalizio.

E non è finita qui: percorrendo le vie di questo magico reparto si troveranno altre tendenze, come l'area dedicata al tradizionale rosso ma anche ai colori pastello e ai glitter, ma soprattutto la natura che permetterà di creare ambientazioni uniche. Sarà quindi uno splendido viaggio che ci proietterà idealmente nelle terre del nord, con i suoi paesaggi incantati. Dal 26 ottobre all'inizio del 2020 ci sarà anche una giostrina per i più piccoli.

Non mancheranno gli eventi.

Ecco il programma:

Tutti i sabati, dal 16 novembre al 21 dicembre – laboratorio “Mani in pasta” per i bambini

Tutte le domeniche di novembre – la dolce cantastorie Martina renderà più vive le belle storie tradizionali del Natale

30 novembre, 7/8 dicembre, 14/15 dicembre – le giornate saranno allietate dalla presenza di Babbo Natale

leggi di più

VinoKilo approda in Italia (e a Milano), per la prima volta

di Laura Frigerio

Fare shopping in modo saggio e consapevole, con etica e sostenibilità. Questo sarà possibile sabato 19 ottobre quando arriverà per la prima volta in Italia, per la precisione a Milano, VinoKilo.

Di cosa si tratta? È il nuovo concept di shopping vintage eco-friendly. VinoKilo è un’alternativa sostenibile ed eco-friendly al Fast-Fashion e si propone come seria occasione di shopping.

L'azienda con sede a Magonza, in Germania, recupera vecchi abiti in disuso e smantellati e vi dona nuova vita.
L’e-commerce tedesco arriva con l’esclusivo evento di presentazione e vendita a presso l’elegante Spazio di SuperStudio Group in Via Tortona 27, dalle 10.00 alle 18.00. E sono attesi più di mille visitatori.

I capi vintage, più di 4.000 pezzi, saranno circa 3 tonnellate di pezzi unici, esposti su cremagliere e presentati al pubblico in maniera innovativa. Oltre a centinaia di tesori vintage, infatti, l’esperienza sarà impreziosita dalla possibilità di degustare un calice di vino locale con l’intrattenimento di musica live.

ALTRE INFORMAZIONI SU VINOKILO
I capi, dimenticati in vere e proprie discariche tessili in ogni lato del globo, vengono inseriti in un meticoloso processo di riqualificazione, e solo allora rimessi nel ciclo di consumo attraverso speciali eventi pop-up organizzati nelle maggiori città d’Europa ed online su vinokilo.com.

In poco più di 4 anni di attività, Vinokilo è riuscita ad ottenere notevoli risultati in fatto di vendite, i quali sono solo l’inizio di una storia rivoluzionaria. Con 194 eventi all’attivo, l’impatto ambientale è sempre più concreto e significativo. Le emissioni di co2 necessarie alla produzione di 150 tonnellate di abbigliamento equivalgono a 29.4 milioni di km alla guida di un’automobile (circa 38 volte andata e ritorno verso la luna).
Il risparmio energetico è altrettanto sorprendente: più di 3,5 milioni di cicli di lavatrice risparmiati, che tradotto in impatto idrico, sono pari all'acqua necessaria per riempire 2.3 milioni di vasche da bagno!

"Con ogni chilo venduto, riportiamo in vita quelli che sarebbero stati i rifiuti tessili, nonché la più grande fonte di inquinamento dopo l'industria petrolifera" - afferma Robin Balser, CEO e fondatore di VinoKilo - "Finora, siamo riusciti a rimettere 154 tonnellate di vestiti negli armadi dei nostri clienti, ma il nostro obbiettivo è ben maggiore, considerando che esiste un potenziale di circa 800 milioni di tonnellate di abbigliamento inutilizzabile in tutto il mondo"

L'obiettivo è quello di stimolare un ciclo di vita infinito per questi indumenti, rendendoli accessibili al grande pubblico.

 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Paola Caronni e la sua Milano in Tour

di Redazione

Le donne sono da sempre piene di idee e di iniziative di successo. Lo testimoniano le belle storie di imprenditoria femminile come quella di Paola Caronni, che ha trasformato una sua passione in un'attività che nel corso del tempo è riuscita a conquistare sempre più persone. Parliamo di Milano In Tour, che ogni week-end organizza delle vere e proprie experience alla ricerca dei lati nascosti e più affascinanti del capoluogo lombardo.

«Come dico spesso, Milano non è una città dalla bellezza ostentata, ma dalle mille meraviglie nascoste» - spiega Paola Caronni - «Numerosi sono infatti gli angoli della città, sconosciuti ai più o spesso sottovalutati, che nascondono storie di passioni, tradimenti, vendette, imprese pionieristiche o artistiche. Mi sono buttata nell’avventura emozionante di Milano In Tour proprio per ridare Milano ai milanesi. Far riscoprire la città è infatti la mia mission: attraverso tour pieni di curiosità ed aneddoti, riporto alla vita la Milano del passato, nascosta sotto le spoglie della quotidianità e della routine lavorativa, e regalo angoli della Milano futura che verrà.
Una sfida quotidiana che si nutre della bellezza di questa città e delle mille curiosità che racconto, anche attraverso i social, ai miei “esploratori urbani”, infaticabili avventurieri di questo nuovo rinascimento che sta vivendo Milano!».


In queste “esplorazioni urbane” è la stessa Paola ad accompagnare i visitatori, in collaborazione con bravissime guide. Niente visite monotone e piene di date e nomi ridondanti, ma informazioni storiche e artistiche, sempre condite da un pizzico di interessanti dettagli sulla vita quotidiana e su particolari curiosi e divertenti.

Milano In Tour è anche un blog, che si può leggere sul sito ufficiale (costantemente aggiornato con le nuove proposte): www.milanointour.it.


Dove trovarlo sui social?
https://www.facebook.com/MilanoInTour/
https://www.instagram.com/milano_in_tour/

leggi di più

Come superare il back to work secondo Wiko

di Laura Frigerio

Settembre sta per terminare e le vacanze estive sono ormai un lontano ricordo. Ma com’è stato il vostro back to work? Wiko, il brand franco-cinese di telefonia da sempre attento a nuove forme di coinvolgimento della propria community, ha fatto un bel sondaggio tra i suoi follower.

E sapete cosa è emerso? Che il back to work si combatte pensando alle prossime mete, ai primi ponti sul calendario e programmando i primi weekend. Lo sostiene il 57% del campione che ha risposto al sondaggio. Il rimanente 43% preferisce invece superare la tristezza del rientro a suon di serie TV, passando da un nuovo titolo all’altro, con sfidanti maratone davanti al piccolo schermo.

Ed è proprio da questa scrupolosa analisi del calendario che il Ponte di Ognissanti risulta la prima pausa utile per uscire dal proprio nido e iniziare a ragionare su una breve fuga. Lo sostiene il 55% degli intervistati, mentre il restante 45% preferisce attendere il Natale.


Le mete più gettonate? Le capitali europee. Complici le diverse compagnie low cost e le disponibilità di formule smart e flessibili di accomodation, le capitali europee (61%) battono i weekend in spa (39%) all’insegna di relax e benessere. Più stimolanti e accattivanti, le città del Vecchio Continente sono un perfetto mix di cultura e divertimento.


Se si parla quindi di prenotazioni, che siano voli, treni, hotel, come anche esperienze da vivere sul posto, il compagno a cui affidarsi è sempre e solo uno: lo smartphone. Quasi il 70% del campione utilizza infatti abitualmente il device per prenotare le vacanze, prediligendolo ai canali “off line”.

Lo smartphone si conferma garanzia di immediatezza, facilità e accessibilità, a ogni latitudine. Ce lo confermate anche voi?

leggi di più

La Wedding Week di Steflor

di Redazione

Per Steflor, leader del mondo green da oltre 30 anni, è tempo di Wedding Week ovvero una settimana dedicata a tutte le spose per coronare il giorno più importante della loro vita.


L'appuntamento è dal 16 al 22 settembre a Paderno Dugnano, nella loro sede in Via Erba 2. Il tema scelto per questa edizione è lo stile bohémien che ispira matrimoni colorati e liberali, come insegna lo stile hippy, ma anche estremamente chic.


Un matrimonio bohémien è essenzialmente un evento a stretto contatto con la natura, preferibilmente all’aperto e informale, pieno di romanticismo.

Per l'occasione il reparto fioreria sarà allestito tema: ci sarà, per esempio, un tavolo apparecchiato con addobbi floreali e isole a tema allestite per l’evento. Steflor metterà in esposizione bouquet tradizionali e non, centro tavola floreali, fiori per banchetti nuziali e abbellimenti per l’altare, la chiesa e il ricevimento. È prevista anche una nuova postazione, che raccoglierà gli altri elementi fondamentali per l'organizzazione di un matrimonio (dai confetti al noleggio auto, dal fotografo all'agenzia di viaggi).

Evento clou sarà, come sempre, la sfilata di abiti da sposa (donna e uomo) a cura de Le Spose di Monza che si terrà il 22 settembre alle ore 17.00.

leggi di più

Swap in the City Milano: il nuovo party al Frida

di Redazione

È finita l'estate e Swap in the City Milano torna con un nuovo imperdibile appuntamento. Quando? Sabato 21 settembre 2019, dalle 14 alle 18, presso Frida in Via Pollaiuolo 3 (M5 ISOLA + 500 mt a piedi), ovviamente a Milano.

Swap in the City Milano organizza eventi glamour di baratto nel capoluogo lombardo. Si tratta di eventi speciali a tema, durante i quali è possibile scambiare vestiti e accessori che non si usano più, facendo delle nuove amicizie.

Per lo Swap Party del 21 settembre i posti sono limitati: ce ne sono 50 e l'iscrizione è obbligatoria.
La quota di partecipazione 12 euro a persona (anche per accompagnatori, che dovranno iscriversi come tali) ed è previsto un gettone medium in omaggio per le nuove amiche che verranno portate all'evento.

Per ricevere il gettone è necessario segnalare tutti i dati al momento dell'iscrizione via mail.
Come farlo? Inviando una mail o compilando il modulo che si trova nella sezione“contatti” del sito www.swapinthecitymilano.it.

REGOLAMENTO DELLO SWAP PARTY
COSA PORTARE - da 1 a 10 pezzi tra capi e accessori donna (sia estivi che invernali). È importante controllare bene i capi a casa e porta solo ciò che è nuovo o usato in ottimo stato

COSA NON PORTARE - Jeans, pantaloni bianchi, intimo, costumi da bagno, vestiti da bambino/a e da uomo

 

LA SELEZIONE - La selezione avverrà da parte dello staff su max 10 pezzi compresi quelli che vengo scartati (per esempio, se ne arrivano 15 ne vengono visionati solo 10)

LE CATEGORIE - I capi/accessori verranno valutati, accettati e divisi in tre categorie: cheap, medium ed expensive. La valutazione è a discrezione dello staff, se non si è d’accordo è possibile decidere di non lasciare il capo/accessorio. Lo staff si riserva di escludere capi e accessori ritenuti non idonei (es. capi rotti, sporchi, macchiati, di valore esiguo, etc)

I GETTONI e IL VOUCHER - Per ogni capo/accessorio lasciato avrai diritto ad un gettone del valore corrispondente con il quale si potrà scegliere un altro capo/accessorio esposto all’interno della categoria. Se avanzano dei gettoni si potrà richiedere il voucher che ha validità 6 mesi dalla data di emissione

LO SWAP PARTY – Si gira tra i tavoli e gli stand, seleziona ciò che piace, ma è necessario fare una scelta! Se un vestito non interessa è giusto a disposizione, quindi metterlo sul tavolo o consegnalo allo staff. Bisogna sempre tenere presente il numero e il tipo di gettoni che si hanno a disposizione. Una volta fatta la tua scelta, si va al desk per “pagare” gli abiti con i gettoni.

Lo staff si riserva di escludere dalla partecipazione all’evento le persone che non rispettano il regolamento, ivi comprese regole di buona educazione e di buon senso. Durante l’evento si deve un comportamento etico e corretto nei confronti di tutti.


È vietato:
- tenere in mano un numero eccessivo di capi/accessori nell'attesa di decidere se prenderli o meno e comunque non corrispondente al numero di gettoni che si hanno a disposizione

- tenere in mano capi/accessori di una categoria diversa da quella dei propri gettoni

- utilizzare capi/accessori vostri o di Swap in the city come merce di scambio con le altre partecipanti

- adottare comportamenti che in qualsiasi modo alterano l’atmosfera dell’evento Importante: non lasciare incustoditi effetti personali, lo staff non si assume la responsabilità per lo smarrimento o il furto di qualsiasi oggetto.

leggi di più

MioDottore spiega la Pet-therapy

di Laura Frigerio

Gli animali domestici sono i migliori amici che si possano avere. MioDottore, piattaforma leader in Italia e nel mondo specializzata nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo DocPlanner, ha coinvolto una delle sue specialiste, ovvero la dottoressa Federica Trivelli (psicologa di Torino), per indagare gli aspetti positivi che la compagnia degli animali ha sull’individuo e approfondire l’uso terapeutico degli amici a quattro zampe, ovvero la pet-therapy.


IN COSA CONSISTE E COME VIENE APPLICATA LA PET-THERAPY
La pet-therapy è ritenuta di fondamentale aiuto per i pazienti di tutte le età ed è ormai conosciuta e ampiamente diffusa in numerosi ospedali anche in Italia, da oltre dieci anni. Nel nostro Paese la terapia con il coinvolgimento di animali domestici segue le linee guida nazionali e viene utilizzata per alleviare vari tipi di disagi fisici, mentali e cognitivi con interventi ludico-ricreativi (Attività Assistita con Animali), per curare traumi fisici, neurologici e cognitivi (Terapia Assistita con Animali) e come metodo educativo, individuale o di gruppo (Educazione Assistita con Animali).
Tuttavia, spiega la dottoressa Trivelli:  “essa può affiancare e supportare le tecniche e gli interventi medici tradizionali, ma non può assolutamente essere usata come terapia sostitutiva”.

COME FUNZIONA
Il principio cardine su cui si basa la pet-therapy è principalmente quello emotivo. “L’animale apre un canale affettivo ed emotivo con l’essere umano, senza distinzione d’età e si crea così, in modo del tutto naturale, una relazione sincera e appagante” - illustra la psicologa. “Questo rapporto si basa sull’accettazione assoluta dell’altro con tutte le sue differenze, favorendo la costruzione di un legame empatico e di comprensione reciproca”. L’amico a quattro zampe è a tutti gli effetti uno strumento motivazionale, ma prima di tutto è un essere senziente e diverso da noi e proprio queste diversità permettono un legame unico e speciale, dove l’essere umano può essere libero di esprimere sé stesso senza sentirsi giudicato, di trovare conforto e di ricevere amore incondizionatamente.

TUTTI GLI AMICI PELOSI CHE POSSONO AIUTARCI
Tra gli animali domestici, il cane è quello che più si presta a queste attività, ma negli anni si sono riscontrate anche innate capacità terapeutiche in altri mammiferi di piccole e medie dimensioni. Oltre ai gatti, agli asini, alle capre e alle mucche, anche i criceti e i conigli si sono rivelati molto utili e vengo oggi impiegati sempre di più nella cura di disabilità gravi, così come i cavalli, coinvolti nell’ippoterapia, soprattutto con bambini affetti da autismo e sindrome di Down.

LE 5 COSE DA FARE CON GLI ANIMALI DOMESTICI E CHE FANNO BENE
Accogliere tra le mura domestiche un animale contribuisce non solo a migliorare la propria vita, la salute fisica e il proprio umore, ma anche a superare ansie e paure, favorendo la capacità di socializzazione e la comunicazione. Esistono alcune azioni, nella quotidianità, che, se fatte in compagnia degli animali, possono contribuire a migliorare la vita delle persone, sia di coloro che sono affetti da patologie e disabilità, sia di chi sta semplicemente attraversando un periodo difficile e ha bisogno di sentirsi meglio:

1. Accarezzarli: la stimolazione dei sensi, soprattutto tattile, è importante e aiuta a mantenere una condizione di benessere psicofisico, riducendo ansia e frustrazione
2. Nutrirli: gestire con regolarità gli orari per mangiare, così come quelli per il gioco, aiuta non solo nell’organizzazione della propria quotidianità ma anche a sconfiggere la depressione, creando una distrazione dai propri problemi
3. Accudirli: essere responsabili della vita di un altro essere vivente, aiuta ad acquisire maggiore autonomia e autostima, ad acquisire e applicare comportamenti adeguati al contesto in cui si vive e a contenere impulsività e iperattività
4. Giocare: trascorrere ore a inventare nuovi giochi e sfide aiuta a restare dinamici e attivi, oltre a migliorare la concentrazione e l’insegnamento e l’apprendimento delle regole
5. Passeggiare: le camminate quotidiane con Fido non sono solo un ottimo modo per tenersi in forma, ma stimolano anche le interazioni sociali e la comunicazione con gli altri.

leggi di più

WMNStogether, il manifesto femminile di AW LAB

di Laura Frigerio

Le donne possono “cambiare il mondo una parola alla volta”. E infatti quest’ultima è la nuova missione di AW LAB (il global retailer di riferimento per lo sport-style), che ha pensato bene di creare un Manifesto redatto da donne che vogliono prendere in mano il futuro rendendolo sempre più rosa.

Il nome scelto? WMNS Together.

Le parole chiave intorno alle quali ruoteranno le discussioni? Integrazione, diversità ed eguaglianza.

Il manifesto prenderà vita in tre momenti:
1) Una Call to Action verso tutte le donne d’Europa ad opera di 6 testimonial d’eccezione.
2) Un Forum, grazie a cui discutere dell’attuale società e del suo futuro.
3) Una campagna che darà spazio al Manifesto e alle idee da esso scaturite.

Sei donne hanno deciso di essere le prime firmatarie del Manifesto WMNS Together:

Virgin & Martyr, fondatrici della piattaforma Instagram omonima in cui raccontano per immagini la diversità nel mondo della donna
Sofia Viscardi, scrittrice e youtuber, da sempre sensibile ai temi di integrazione e diversità.
Rossella Fiammingo, campionessa olimpica di scherma, esempio che con dedizione ed impegno si possa raggiungere qualsiasi risultato.
Emma Allegretti, artista ed illustratrice. Esempio di come l’arte possa essere importante veicolo di contaminazione e diffusione di messaggi sociali.
Susana Ramirez, youtuber e fotografa spagnola, talentuosa ed eclettica

Ona Carbonell, campionessa internazionale di nuoto sincronizzato attiva in ambito sociale e culturale.

Il mix delle loro esperienze e riflessioni sul significato di integrazione, unite al loro “ potere”, il valore in più su cui fonda la loro idea di futuro, verranno raccolte nel podcast #WMNStogether di AW LAB, uno spazio condiviso con tutte coloro che vorranno dire la loro e partecipare alla scrittura del Manifesto (wmnstogether.aw-lab.com).

Le ragazze che contribuiranno alla fondazione del Manifesto potranno partecipare all’evento “FORUM di WMNS Together” che si terrà a Milano il 5 ottobre. Le partecipanti che dimostreranno più passione e coinvolgimento alla causa, contribuendo così in modo sostanziale al progetto, saranno scelte come volto e ambasciatrici di AW LAB.

“La generazione che ogni giorno ospitiamo in AW LAB, ha la necessità di trovare spazi, risorse e occasioni, per alzare la voce e raccontare il mondo in cui desidera vivere. AW LAB non è solo un brand retail, è il megafono di una generazione che ha più futuro che passato, di giovani donne che hanno tutto il diritto di vivere nel migliore dei mondi possibili: quello che desiderano. Durante WMNS TOGETHER le ascolteremo, le supporteremo e gli daremo sempre un canale dove esprimersi. Crediamo in un mondo in cui le Donne giocano un ruolo fondamentale nella costruzione del futuro e nei valori fondamentali della società che è e che sarà” - ha dichiarato Domenico Romano, Head of Marketing AW LAB.

leggi di più