Le abitudini degli italiani in ferie: il sondaggio di American Pistachio Growers

di Redazione

American Pistachio Growers (associazione no profit che unisce i coltivatori di pistacchi americani) ha voluto indagare, attraverso un sondaggio veicolato online, come e quanti italiani si sono già organizzati l’estate e le loro abitudini alimentari durante le vacanze.

LA SCELTA DELLA DESTINAZIONE
Nemmeno quest’anno gli italiani rinunceranno alle loro amate ferie estive, infatti, secondo il sondaggio, l’80% dei nostri connazionali staccherà la spina e cercherà di rilassarsi partendo per le vacanze. In particolare, la meta più gettonata – scelta influenzata anche dal periodo – è l’Italia: addirittura 9 italiani su 10 hanno scelto il Bel Paese, le sue meravigliose coste e alture mozzafiato, come destinazione. Si sa, c’è chi ama prendere il sole in spiaggia e fare lunghe passeggiate sul bagnasciuga e chi invece predilige i paesaggi montani e le loro particolari escursioni. Ma quale, tra mare e montagna, quest’anno sarà la meta preferita dagli italiani? Ben 8 intervistati su 10 hanno scelto di passare le ferie all’insegna del relax sugli incantevoli litorali della Penisola, con la giusta privacy e libertà che si può avere soggiornando in una casa vacanza (scelta dal 70% degli italiani) al posto che in una comoda camera d’albergo (preferita dal 32%).

L’ALIMENTAZIONE DURANTE LE FERIE
Il mangiare bene, ormai è risaputo, è sinonimo di good mood. Ma, dopo un anno intero a stare attenti a quali cibi mangiare e alla linea, il 74% degli italiani ha dichiarato che durante il break estivo la dieta non sa nemmeno cosa sia! Dunque, oltre a staccare la spina dal mondo del lavoro, i vacanzieri preferiscono liberarsi anche dalla preoccupazione dell’alimentazione corretta quotidiana e lasciarsi tentare dagli sgarri locali, pur sempre rispettando gli orari dei pasti: quasi 7 intervistati su 10, infatti, affermano di riuscire a scandire i momenti quotidiani legati al cibo anche in vacanza.
Mentre si aspettano le tanto amate ferie, bisogna mantenere la linea in vista appunto, degli strappi alla regola e, come calmare la fame tra un pasto e l’altro, se non con degli ottimi pistacchi americani? 9 italiani su 10, infatti, li preferiscono ad una normale barretta proteica: sono al corrente che i pistacchi tostati coltivati negli Stati Uniti sono una "proteina completa", ovvero contengono tutti e 9 gli aminoacidi essenziali in quantità adeguate e apportano i giusti benefici nutritivi all’interno di una dieta equilibrata. Infine, il 70% degli intervistati ha affermato che utilizza i pistacchi come snack da aperitivo…

Dunque, non resta altro che armarsi di pazienza e aspettare che arrivino le tanto attese vacanze ma, nel frattempo per ingannare l’attesa, ci si può sbizzarrire con moltissime ricette originali e sfiziose a base di pistacchi americani da condividere con amici e parenti.

Tantissime idee si trovano su americanpistachios.it.







crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Il campo di girasoli di Garden Steflor, a Vimodrone

di Redazione

Alle porte di Milano, per la precisione a Vimodrone, è possibile ammirare lo splendido campo di Girasoli di Garden Steflor.

Oltre 35.000 fiori in un ettaro di terreno in cui il giallo dei petali e il verde delle foglie creano uno scenario mozzafiato che ricorda le opere di Vincent van Gogh.

Nel linguaggio dei fiori e delle piante, il girasole simboleggia la solarità, la vivacità e l’allegria, quindi ammirarlo non è solo un piacere per gli occhi, ma anche per il cuore e l'umore.

Nel campo sono presenti dieci varietà di girasoli, coccolate da un’infinità di fiori da campo che dal basso le ammirano. Si crea così un ambiente floreale adatto al ripopolamento di api, farfalle e altri insetti attraverso l'impollinazione. Un contesto che favorisce la biodiversità, da sempre uno degli obiettivi primari di Steflor.

Vi piacerebbe portare un pezzetto di questo magico mondo a casa vostra? Sole il Girasole viene raccolto direttamente nel campo e venduto nella sede di Vimodrone di Garden Steflor (in Via Pio La Torre 9). Gli orari di apertura delle casette sono: 9.30 - 13 e 15.30 – 19 (tutti i giorni).










crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

ThermoTherapy presenta Naturelab, che dà sollievo e benessere in modo naturale

di Redazione

Dare sollievo ai dolori muscolari e articolari facendosi aiutare dalla natura. Questo è possibile con ThermoTherapy Naturelab, la nuova linea del brand Diva International.
È un trattamento senza medicinali, con un'azione naturale che offre sollievo e benessere fino a 24 ore.

Alla base di tutti i prodotti della linea c'è l'Erbafit complex, un mix di estratti vegetali dall’azione sinergica e mirata che lavora unitamente alla tecnologia gel, ad alta affinità epidermica.

L’Erbafit complex nasce dopo oltre un anno di studi condotti insieme all’Università degli studi di Perugia. Un approfondimento non solo scientifico, ma anche storiografico che ha analizzato le modalità di utilizzo delle erbe a scopo terapeutico nell’antichità, in sostituzione dei medicinali non ancora esistenti.

Nello specifico Erbafix complex contiene:
-Estratto arnica montana
Un efficace coadiuvante nel trattamento della sintomatologia dolorosa muscolare e articolare, di origine reumatica e traumatica.

-Estratto centella asiatica

Favorisce l’azione drenante dei liquidi dai tessuti.

-Estratto gaultheria procumbens
Dalle sue foglie si estrae l’olio essenziale Wintergreen, ricco di metilsalicilato che contribuisce a lenire la dolorabilità dell’area.

Quello di ThermoTherapy Naturelab è un trattamento a doppia azione: gel e cerotto (sul mercato sono disponibili un astuccio con cinque trattamenti e una confezione monodose con un trattamento). Si applica prima la crema gel che dona un rapido sollievo dal dolore e poi il cerotto gel ad azione prolungata, che continua a trattare la zona dolorosa in maniera discreta e confortevole, garantendo un sollievo fino a 24 ore.

È disponibile anche una versione in tubo gel con applicatore Massage Roll On che effettua un massaggio utile ad alleviare i dolori muscolari e articolari in maniera naturale, contribuendo a ridurre il fastidioso disagio arrecato dal dolore. Non unge, non macchia.










crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Praticare yoga fa bene alla vita sessuale, parola di MioDottore

di Redazione

Sono sempre più persone che praticano yoga e così MioDottore (piattaforma leader nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo Docplanner) ha coinvolto una delle sue esperte, la Dottoressa Jole Rosafio (psicologa che ha aderito al progetto di video consulenza online attivato dalla piattaforma) per indagare come questa disciplina possa influire positivamente sulla sfera sessuale delle persone, fornendo approfondimenti e 5 buone ragioni per iniziare la pratica.


L’antica disciplina indiana dello yoga aiuta a ritrovare l’armonia di corpo, anima e mente, agendo in maniera profonda sulla persona e riducendo lo stress, la sensazione di ansia e anche la depressione. Questa pratica, infatti, apporta molteplici benefici a livello mentale, toccando aspetti intellettivi, spirituali ed emozionali, grazie alle specifiche tecniche di respirazione che aiutano il rilassamento e dunque l’abbassamento degli stati ansiosi.

YOGIN: I PIU’ BRAVI A GESTIRE RELAZIONI INTERPERSONALI E DI COPPIA
Secondo la psicologa di MioDottore, chi pratica yoga (Yogin) ha la possibilità di ottenere una serie di vantaggi per la propria vita quotidiana, tutti collegati tra loro. Alcune pratiche agiscono sul flusso dei pensieri positivi-negativi, stabilendo un equilibrio che porta alla sensazione e al ritrovamento della felicità, raggiungendo così una tranquillità interiore e di conseguenza anche una serenità nei rapporti interpersonali e di coppia. Infatti, la dottoressa commenta: “Percepire, accettare, ascoltare se stessi e assecondare i propri bisogni consente di visualizzare ‘l’Altro’ come ‘Cosa buona’ e non un nemico o una figura sulla quale scaricare frustrazione. Dunque, se l’individuo si assume la responsabilità del proprio stato emotivo, è certo di poter vivere una relazione a due in modo sano, in quanto ogni membro della coppia è responsabile della propria felicità”.

SESSO PIU’ SODDISFACENTE: CON LO YOGA MENO TABU’ E INIBIZIONI
Direttamente collegato, anche l’ambito sessuale viene coinvolto in tale processo di miglioramento e le esperienze erotiche diventano più appaganti. Ma come avviene esattamente questo ulteriore passaggio? Per raggiungere il piacere è importante trovarsi in uno stato di relax, più si è rilassati e più intensa sarà la percezione del godimento. Inoltre, praticare yoga permette di lavorare sui propri “blocchi interni” e facilita la ricerca del benessere personale, oltre ad aiutare a sciogliere le problematiche legate a preconcetti imposti e assimilati, assecondando in modo armonico le necessità individuali.
L’esperta di MioDottore spiega: “Una vita sessuale soddisfacente si ottiene attraverso una profonda conoscenza di se stessi, quando si è in grado di assecondare i propri bisogni e desideri senza paura di essere giudicati dall’altro. È fondamentale capire il proprio corpo attraverso la sperimentazione e il contatto per comprendere il suo funzionamento ‘meccanico’ e ‘sensoriale’, saper trovare la strada per provare piacere e riuscire a comunicarlo al partner senza tabù e inibizioni”.
Infine, dal punto di vista fisiologico esistono alcuni ulteriori plus per le donne e gli uomini che intraprendono questa disciplina. Per il gentil sesso, l’attività apporta benefici su ovaie, ipofisi (che produce l’ossitocina, provocando eccitamento e piacere), tiroide e un aumento della produzione di estrogeni (ormoni sessuali femminili). Mentre per i maschi, il controllo della respirazione e gli esercizi di tonificazione perineale permettono di prolungare l’erezione e l’eiaculazione e intensificano il godimento.

5 MOTIVI PER CUI LO YOGA CONTRIBUISCE A MIGLIORARE LA PROPRIA VITA SESSUALE
Quindi, secondo la psicologa di MioDottore, la pratica della disciplina orientale aiuta notevolmente corpo e mente, tanto da consentire esperienze sessuali di gran lunga più appaganti. Ecco i 5 perché:

1. Praticare yoga attenua ansia e stress.
2. Le energie spirituale e fisica vengono (ri)attivate.
3. L’umore migliora, in quanto si riduce il flusso di pensieri positivi-negativi, riportando un equilibrio tra essi.
4. Viene favorita una migliore percezione di se stessi, che porta a un incremento dell’autostima.
5. Lo yoga agisce sulla produzione di estrogeni, migliora l’erezione e l’eiaculazione.

COME CONSULTARE MIODOTTORE
Per ricevere consigli relativi ai benefici dello yoga in ambito relazionale e sessuale, ma non solo, MioDottore mette a disposizione degli utenti la funzionalità di consulenza online, con circa 7.000 esperti disponibili. Nato per far fronte alle esigenze sorte con il primo lockdown, il progetto consente di incontrare via video gli specialisti della piattaforma, sia che si tratti di un primo colloquio o di appuntamenti di consueto monitoraggio del proprio benessere.






crediti foto: Adobe Stock

leggi di più

I consigli di Marco Montagnani per l’alimentazione in estate

di Redazione

“La malattia penetra all’interno del corpo attraverso la bocca”. In Cina è uno dei presupposti per impostare una corretta dieta in tutte le stagioni, soprattutto in quella estiva quando caldo e alta pressione condizionano fortemente lo stato psicofisico di tutti.

Le quattro stagioni hanno insomma caratteristiche Yin e Yang (gli opposti che caratterizzano la Medicina Tradizionale Cinese) e l’estate rappresenta il massimo dello Yang, sinonimo di caldo e calore, associato all’elemento fuoco e all’organo del cuore. Il calore è infatti un elemento importante a patto che sia assorbito con attenzione: se in estate non abbiamo sudorazione rischiamo di non eliminare l’umidità interna presente nel nostro organismo che abbiamo accumulato nei mesi invernali. Il rischio è quello che nei mesi autunnali si possano manifestare patologie di umidità (catarri, muco ecc…).

«A questo proposito l’alimentazione è il fulcro fondamentale per mantenere il giusto equilibrio, per mitigare quindi l’eccessivo calore delle temperature estive ma consentire anche l’eliminazione di questa umidità “nociva” per l’organismo che arrecherebbe patologie nei mesi futuri – spiega il Maestro di filosofia Taoista, Marco Montagnani - per questo nella dietetica cinese sono consigliati cibi di natura fresca, così da mitigare l’eccesso di calore estivo, ma da consentire anche di far penetrare nel corpo una parte di Yang necessario a riscaldare e dissipare l’umidità di cui parlavamo prima».

La giusta dieta da seguire per stare meglio in estate, ma anche in autunno. Per la MTC nel periodo estivo sarebbe meglio evitare cibi e bevande di frigo e di freezer, ma preferire piuttosto bevande tiepide o a temperatura ambiente con fiori di sambuco o foglie di menta dalle proprietà rinfrescanti. Molto utile anche il thè verde e il limone. Sempre da evitare, ma per ragioni di caratteristiche opposte, i crostacei e il pesce di fiume, l’aglio e la cipolla, alcool e vino. Tutti questi cibi e bevande hanno infatti caratteristiche che apportano un eccessivo calore che per il periodo estivo diventa dannoso. Così come anche le cotture alla griglia e al forno, che cedono al cibo un surplus di calore, di cui non necessitiamo.

Ci sono invece dei cibi “ideali” su cui orientarci in estate, volti a mantenere questo equilibrio. Per quanto riguarda le carni per esempio coniglio e anatra; per i cereali invece miglio, orzo e grano integrale; per i sostituti dei latticini ci sono latte di soia e tofu; poi pesce azzurro, ostrica, vongola, seppia e calamaro; tra le verdure il cavolo cinese, carciofo, bietola, spinaci, sedano, zucchine, insalate, cetriolo, pomodoro e come frutta mela, fragola, mirtillo, ananas, anguria, melone, banana, arancia.

«È quindi il caso di dire che nel contesto della medicina energetica, il cibo è veramente considerato una terapia: si mangia ciò di cui necessità il proprio corpo e non ciò che desidera la propria gola – continua Montagnani – e uno degli errori più madornali in fatto di alimentazione è senza dubbio quello di ingurgitare qualsiasi cosa senza preoccuparci troppo delle sue qualità organolettiche ed energetiche, e di conseguenza terapeutiche e questo non significa rinunciare al piacere della tavola, si può mangiare tutto, con la riserva di farlo nel momento e nel periodo corretti».









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Giornata Internazionale dello Yoga: l'indagine di Wiko

di Redazione

Il 21 giugno è la Giornata Internazionale dello Yoga, disciplina che nell’ultimo anno e mezzo (causa lockdown e restrizioni) è stato praticato sempre più spesso in casa. Wiko (brand franco-cinese di telefonia da sempre attento a cogliere trend e fenomeni che animano la rete e interessano gli utenti) ha voluto scoprire qualcosa in più su questa antichissima disciplina, ora divenuta digitale, attraverso il coinvolgimento di Yoga-Smart.

Yoga-Smart, come suggerisce la parola, è una piattaforma online per seguire live da casa (come al parco) le lezioni o le registrazioni di yoga, pilates, meditazione e mindfulness. Elisa, uno dei soci fondatori di Yoga-Smart, ha effettivamente confermato la tendenza virtuosa degli ultimi mesi, con iscrizioni in costante crescita, dovute proprio a una libertà di fruizione “smart” che è sempre più un valore aggiunto del quale in tanti non riescono a fare a meno.

L’esperienza di vita dell’ultimo anno, aggiunge Elisa di Yoga-Smart, ha inoltre risvegliato negli utenti l’importanza di prendersi cura di sé. Si è imparato a dare priorità alla cura del corpo anche lontano dalle palestre, badando maggiormente alla qualità dell’alimentazione, dedicando più tempo alla preparazione dei cibi in casa, riscoprendo tanti piaceri più “slow”. E non c’è da storcere il naso se lo yoga è divenuto digitale. Si può davvero insegnare anche attraverso uno schermo. Che sia quello di un PC o di uno smartphone con un ampio display come quello del nuovo Power U30 di Wiko da 6,8”, confortevole, ergonomico e facile da trasportare in qualsiasi situazione, l’insegnante può correggere immediatamente e suggerire a ciascuno le posizioni e le varianti più adatte. Con due grandi vantaggi: praticando online, di fronte a uno schermo, nessuno viene distratto dagli altri e non c’è competizione, nessuno si sente scoraggiato vedendo chi è più avanzato come spesso accade quando si è in una sala in presenza. Ma quali sono i grandi miti e pregiudizi da sfatare sullo yoga? Innanzitutto che sia unicamente una pratica rilassante. Lo è, ma è altrettanto tonificante e impegnativa. È una disciplina estremamente completa che richiede una preparazione fisica importante, tanta costanza e soprattutto, ci insegna a respirare.

I risultati sul corpo - e non solo - sono presto evidenti. In secondo luogo, è una pratica democratica e accessibile a tutti. La platea di fruitori Yoga-Smart, ad esempio, è estremamente transgenerazionale, intercettando utenti che vanno dai 18 ai 70 anni. Come iniziare, quindi, a praticare yoga senza scoraggiarsi e coinvolgere anche i più scettici?

L’ostacolo è solo iniziale, solitamente chi prova una volta, poi non molla più. Elisa consiglia di non cimentarsi subito con pratiche avanzate ma di iniziare con sessioni più soft, come classi di Hatha Basic, o comunque classi adatte alla propria preparazione fisica. Una volta scelta la classe giusta, il consiglio è di lasciarsi andare completamente, senza pregiudizi. Il benessere percepito alla fine della pratica sarà ciò che terrà “calamitati” gli allievi alla pratica per sempre.

Qualora non bastassero una connessione, uno smartphone e una dose di buona volontà, lo yoga online può essere arricchito con una colonna sonora a piacimento. Si possono indossare comodamente degli auricolari wireless, come i nuovi Buds Immersion di Wiko, per immergersi nella pratica senza rumori di fondo grazie alla doppia cancellazione del rumore con tecnologia ANC combinata con ENC, o in alternativa posizionare accanto al tappetino gli altoparlanti WiShake Vibes per riprodurre in maniera diffusa una playlist rilassante e mistica. Con la bella stagione, anche i parchi e le spiagge cittadine sono un’alternativa alle mura domestiche, per uno yoga più a contatto con la natura.








crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

AIRC con Giulia Arena per la prevenzione dei tumori della pelle

di Laura Frigerio

Il 21 giugno, in occasione del primo giorno d’estate, Fondazione AIRC ricorda l’importanza della prevenzione dei tumori della pelle e i progressi fatti dalla ricerca in questo campo.

Per amplificare il messaggio è intervenuta l’attrice (ed Ex Miss Italia) Giulia Arena, ambasciatrice AIRC, protagonista della nuova Pillola di Salute con consigli e indicazioni per una corretta esposizione al sole.
Quest’ultimo, infatti, ha molti effetti positivi sull’organismo, ma l’esposizione eccessiva rappresenta il principale fattore di rischio per il melanoma cutaneo, il più aggressivo tra i tumori della pelle, che in Italia rappresenta il terzo tumore più frequente al di sotto dei 50 anni e che solo lo scorso anno ha registrato circa 14.800 nuove diagnosi.

La ricerca ha raggiunto importanti traguardi per la cura dei tumori della pelle: la sopravvivenza a 5 anni è cresciuta fino all’87%, con un aumento del 15% negli ultimi decenni, grazie a diagnosi più precoci e a nuove terapie. Fondazione AIRC ha contribuito a questi risultati con molti dei suoi ricercatori e anche quest’anno rinnova il suo impegno con un investimento di 7,5 milioni di euro per garantire continuità agli scienziati che stanno lavorando per trovare le giuste risposte per tutti i pazienti colpiti da questi tumori.








crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Secondo Pinterest la Generazione Z ama recuperare il tempo perso

di Redazione

Ora che, dopo mesi di restrizioni, si inizia pian piano a riappropriarsi della propria quotidianità, le persone si sentono più ottimiste e sono sempre più motivate a pianificare le spese future. Con l'allentamento delle misure di sicurezza, sono soprattutto le giovani generazioni che iniziano a pianificare come recuperare il tempo trascorso in quarantena.

Questo è quanto emerge da un recente studio condotto da Pinterest che evidenzia come, grazie anche alle prospettive più positive del mondo post-pandemia, i giovani desiderino fare tutto ciò a cui hanno dovuto rinunciare per mesi, cercando attivamente l'ispirazione per, ritornare a viaggiare, per l’organizzazione di feste e occasioni future in cui sfoggiare look e makeup audaci.

La Generazione Z è il segmento di pubblico che, più degli altri, è alla guida delle ultime tendenze. Le ricerche di questa fascia di utenti sono quasi raddoppiate rispetto all'anno scorso (+96%), mentre quelle per utente sono aumentate del 31%. Le ricerche riflettono il desiderio dei giovani di “cogliere l’attimo” e tornare a vivere.
Di seguito le ricerche più rilevanti individuate da Pinterest.

Pianificare la vacanza della vita. Tra gli utenti della generazione Z, le ricerche di "destinazioni vacanze da sogno" sono aumentate di 13 volte, quelle di "vacanze di lusso" di 6 volte e quelle di "consigli per fare le valigie" sono quadruplicate. Che sia per il breve o per il lungo termine, i più giovani stanno pianificando la prossima vacanza e i prodotti da acquistare come "zainetti carini" (+2x) e "look da viaggio per ragazza" (+20x).

Organizzare una festa indimenticabile. Tra le persone c'è tanta voglia di socialità e la generazione Z, in particolare, sta cercando nuovi modi per divertirsi con gli amici e organizzare feste memorabili. Gli utenti di questa fascia di età investono tempo ed energie in feste a tema, come "idee festa a tema Euphoria" (+43x), "feste a tema eccezionali" (+8x) e "festa cena con delitto" (+7x). Cercano anche idee di outfit per ogni occasione. Le ricerche di "outfit per cena romantica" sono aumentate di 30 volte, quelle di "outfit appuntamento al bar" di 9 volte e quelle di "acconciature per feste" di 6 volte.

Cosa indossare al posto della tuta. Mentre si fa sempre più concreta la possibilità di superare la pandemia, gli utenti della Generazione Z esprimono tutta la propria gioia e positività attraverso il look. Durante il lockdown, hanno avuto modo di scoprire il proprio vero stile, ma è adesso che mostrano di voler trasformare le proprie idee in realtà. Tra le ricerche che vanno per la maggiore ci sono articoli di moda come "pantaloni zebrati" (+14x), "gonna scozzese" (+12x) e "gioielli hippie" (+16x).

Via libera ai makeup audaci. La bellezza è da sempre una delle categorie più popolari di Pinterest e la generazione Z non fa eccezione. I suoi utenti sono alla ricerca di idee e prodotti per dare vita a makeup che non passino inosservati. Le ricerche di "makeup e-girl" sono aumentate di 45 volte, quelle di "trucco alternativo" di 60 volte e quelle di "makeup occhi creativo" di 24 volte.









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Il Bridal Beauty in tempo di Covid secondo Treatwell e Uala

di Redazione

Sembra essere stabilita l’attesa data per la ripartenza del comparto wedding, uno dei settori più duramente colpiti dagli effetti della pandemia. Ma quali sono state le ripercussioni di questo fermo nel mondo della bellezza? Alle porte della stagione che ben si presta a celebrare l’amore, se lo sono domandato Treatwell e Uala, leader in Europa nella prenotazione online di servizi beauty e wellness, che hanno analizzato le spese degli sposi nel corso degli ultimi 14 mesi caratterizzati dal Covid.

La fotografia che ne emerge è quella di una evidente riduzione, pari al 63%, del numero delle prenotazioni di tutti i servizi per la bellezza delle spose dal 2019 a oggi. A fronte di una domanda in netto calo, restano fermi rispetto agli anni precedenti i prezzi medi del make up e dell’acconciatura per uno degli appuntamenti più importanti di tutta la vita: 173€ per il trucco e 300€ per l’acconciatura.
In compenso i saloni sembrano adeguarsi a una nuova normalità, che contempla il fattore di rischio rinvio o addirittura cancellazione: ecco allora che alcuni professionisti includono nel prezzo del trattamento una copertura assicurativa, parziale o totale, nel caso in cui i piani dovessero cambiare.

TENDENZE 2021
Per i capelli torna in auge lo stile neoromantico che rievoca l’atmosfera elegante tipica delle corti ottocentesche. Lo riporta Luca Bartorelli, titolare del salone Bartorelli Hair Couture, che per le sue clienti che convoleranno a nozze questa stagione mette da parte chiome sciolte e acconciature semplici e propone svariate forme di raccolto d’ispirazione retrò, sebbene rivisitato in chiave moderna.

STILE CLASSICO MA SOFISTICATO
Che sia basso sotto la nuca, oppure alto come le ballerine, lo chignon rimane morbido, lasciando alcuni ciuffi liberi di cadere sul collo e sul volto della sposa.

TECNICA E ARMONIA
Sempre della famiglia degli chignon ma dalla realizzazione decisamente più complessa, ci sono poi il Messy Wavy Bun fatto di ciocche disposte a “S” che ricreano uno stile finto spettinato lungo tutta la pettinatura, e il raccolto arioso-sciolto che ospita in un’unica acconciatura elementi come treccine e torchon che rendono voluminoso, oltre che armonioso, il risultato finale.

“DIAMONDS ARE A GIRL’S FEST FRIEND”
La voglia di riscattarsi dal buio degli ultimi tempi e di arrivare all’altare radiose e piene di luce parte proprio dalla testa: l’accessorio must-have per dare un tocco decisamente glam a tutta la capigliatura è infatti il collier incastonato tra le ciocche. Rigorosamente abbinati allo stile dell’abito, i gioielli vengono inseriti tra le onde dei capelli in modo da formare una linea di punti luce che definisce e risalta il movimento di tutta l’acconciatura. E per il make up e la manicure? Monica Pallazzesi, nail teacher e titolare di Momò Beauty Loft racconta quelle che saranno le opzioni più gettonate.

FOCUS SUGLI OCCHI
Spinte anche dalla proposta di molti atelier di inserire la mascherina nel pacchetto abito, le parole d’ordine per il trucco sposa 2021 sono “risaltare lo sguardo”. Oltre a sopracciglia classiche ma molto curate, i protagonisti del make up sono infatti gli occhi, sui quali si osa con uno smokey eyes o con l’utilizzo di un eyeliner applicato in forma grafica e definita. Il risultato finale viene spesso addolcito con un leggero, quasi impercettibile, punto luce sulla palpebra.

LABBRA NUDE
Le labbra passano quindi in secondo piano: si abbandonano le tinte forti per fare spazio a quelle nude e naturali, prediligendo rossetti mat a lunga tenuta e no-transfer.

BABY BOOMER, MA CON UN PIZZICO DI ORIGINALITA’
Per quanto riguarda le unghie, il baby boomer si riconferma la tendenza principale anche per il giorno delle nozze, con colori neutri o al massimo pastello in pendant con i fiori del bouquet. Si sceglie la forma a mandorla e la realizzazione avviene tramite la tecnica dell’allungamento anziché della ricostruzione completa. Fermo restante il desiderio di avere nel complesso mani sobrie ed eleganti, qualche sposa si concede la fantasia di personalizzare il solo anulare che accoglierà le fede nuziale con l’effetto vetro e piccoli richiami di luce. Parola d’ordine: risplendere.







crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

MioDottore: ricerca sul rapporto degli italiani con la propria madre

di Redazione

MioDottore (piattaforma leader nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo DocPlanner )  ha voluto indagare il rapporto tra gli italiani e le loro madri, esplorando le abitudini quotidiane, i punti di incontro e le divergenze, soprattutto quando si parla di salute.

Inoltre, MioDottore ha coinvolto una delle sue esperte, la Dottoressa Maria Carmela Rosa, psicologa, che ha aderito al progetto di video consulenza online attivato dalla piattaforma, per commentare alcune interessanti evidenze emerse.

ITALIANI MAMMONI
Il rapporto che gli italiani hanno con la propria mamma è da sempre molto stretto, ritenuto soprattutto dagli stranieri quasi simbiotico e viscerale, tanto da valere l’appellativo di “mammoni”. Ma è davvero così? Secondo l’indagine di MioDottore, gli italiani faticano a fare a meno della mamma durante la settimana, con il 40% di quanti non vivono sotto lo stesso tetto che la incontra di persona non meno di due volte a settimana – ben il 16% addirittura la vede una o più volte al giorno: di questi la maggior parte vive a massimo 15 minuti di distanza in auto da lei. Gli italiani però non si limitano solo a vedere la mamma, ma avvertono tanto anche il bisogno di comunicare con lei, basti pensare che la metà dei rispondenti (52%) sente la madre più volte nel corso della stessa giornata e un quarto (25%) la contatta almeno una volta nell’arco delle 24 ore. In questo contesto, per quanto la tradizionale telefonata rimanga lo strumento preferito, le mamme paiono particolarmente tecnologiche, il 34% di loro chatta e quasi un quarto (24%) effettua video chiamate.

SULLA SALUTE IL CONFRONTO DIVENTA LITIGIO
Quando gli italiani chiacchierano con la mamma della quotidianità parlano anche di argomenti legati alla salute e, sebbene la maggior parte di loro (81%) si rivolga proprio a lei per confidarsi e per un primissimo confronto, è curioso notare che è proprio questo tema quello che più di tutti è capace di scatenare screzi. In questa speciale classifica, infatti, è il benessere l’argomento motivo di più litigi – lo è per 1 italiano su 4 (25%) – seguito da lavoro e studio (20%) e dalla gestione delle faccende domestiche (18%). Infine, benché il tema salute sia ampiamente dibattuto tra figli e madri italiani, rimangono – nonostante il trascorrere degli anni e l’alternanza delle generazioni – alcuni temi praticamente tabù: quasi la metà degli intervistati (42%) ha ammesso di non riuscire a confrontarsi con mamma su sessualità e contraccezione e oltre 1 italiano su 10 (11%) prova pudore a parlarle di salute intima.

MAMME E APPROCCIO ALLA SALUTE
In base all’indagine condotta da MioDottore, nonostante le discussioni e gli argomenti off limits, l’importanza di prendersi cura della propria salute e di tener costantemente monitorato il personale stato di benessere è un approccio molto comune tra le mamme del Bel Paese, fortemente radicato nel percorso di crescita dei figli. Infatti, la metà dei rispondenti (51%) conferma di essere stato educato dalla propria madre alla prevenzione, da realizzare tramite regolari visite di controllo e check up, mentre 1 figlio su 5 (20%) ha imparato da mamma che per qualunque dubbio o perplessità è importante consultare il medico e rivolgersi a uno specialista. Ma non solo teoria, perché quando si parla di pratica le madri tricolore sono in prima linea da sempre: infatti oltre la metà di loro (61%) ha accompagnato i ragazzi alle visite mediche quando erano più giovani e quasi un quinto (17%) lo fa anche attualmente, nonostante l’età adulta dei figli.

La Dottoressa Maria Carmela Rosa, psicologa di MioDottore, commenta il rapporto mamma-figlio quando si parla di salute, nello specifico circa argomenti “tabù”: “Ritengo che il tema del benessere, nel confronto con la propria madre, inneschi una serie di ulteriori meccanismi correlati. In particolare quando si tratta di sessualità, e prevalentemente per le figlie femmine, emergono ancora oggi molteplici pudori derivati da condizionamenti culturali di origine patriarcale, da stereotipi di genere e schemi mentali basati sulla suddivisione marcata dei ruoli e di conseguenza dei possibili meriti e riconoscimenti sociali. Con grande probabilità anche il ruolo che una madre riveste all’interno della relazione con il proprio figlio/a detiene una certa quantità di timidezza nell’affrontare argomenti legati al sesso; il riscontro concreto di ciò è visibile dalle confidenze che i giovani, sia maschi sia femmine, si scambiano con i propri pari o con il partner”.

Per ricevere consigli relativi alla gestione dei rapporti con la propria mamma, che spesso possono essere complessi, MioDottore mette a disposizione degli utenti la funzionalità di consulenza online, con circa 7.000 esperti disponibili. Nato per far fronte alle esigenze sorte con il primo lockdown, il progetto consente di incontrare via video gli specialisti della piattaforma, sia che si tratti di un primo colloquio o di appuntamenti di consueto monitoraggio del proprio benessere.





crediti foto: ufficio stampa

leggi di più