CRN ha varato il nuovo megayacht M/Y 135

di Laura Frigerio


CRN ha varato il nuovo megayacht M/Y 135, fully-custom in acciaio e alluminio, con una bella cerimonia che ha visto la partecipazione di oltre mille persone.

La maestosa personalità di questa magnifica nave è stata protagonista insieme alla soddisfazione di chi ha lavorato al progetto e alla costruzione.

Con i suoi 79 metri di lunghezza e un baglio di 13,50 metri, M/Y 135 si distingue per le forme slanciate, ben delineate dalle linee morbide dello scafo, segnando il successo di una nuova collaborazione tra CRN e gli studi di architettura Zuccon International Project, che ha curato le linee esterne, e Laura Sessa, che ne ha disegnato gli interiors.


Costitutito da cinque ponti che accoglieranno 12 ospiti, distribuiti fra cinque cabine vip e una suite armatoriale, oltre a 39 membri dell’equipaggio, il nuovo 79 metri firmato CRN dà forma all’eccellenza del cantiere navale ed è il risultato del sapiente lavoro di un team qualificato di maestranze di altissimo livello, tra cui project manager, project architect, ingegneri, progettisti tecnici e artigiani specializzati.
Quasi 200 persone hanno contribuito con profonda esperienza e professionalità alla realizzazione di questa opera unica.

“Giò Ponti diceva che l’arredamento di una nave racconta il tenore della civiltà che su quella nave esercita l’ospitalità” - ha dichiarato l’Avvocato Alberto Galassi, Presidente e CEO di CRN e CEO del Gruppo Ferretti - “Allargando il discorso al nuovo 79 metri CRN, direi che sia gli esterni che gli interni, e in generale il favoloso progetto di questa nave, sono la viva testimonianza della grande capacità e dell’eccellenza costruttiva tipiche del nostro storico cantiere navale di Ancona. M/Y 135 è un opera d’arte nautica itinerante che porterà ovunque nel mondo l’immagine della sfolgorante maestria che solo il nostro Made in Italy riesce ad esprimere”.

leggi di più

“GRIDALO”, la t-shirt contro la violenza sulle donne

di Laura Frigerio

“Gridalo - Stop alla violenza sulle donne” è il claim della prima campagna crowd t-shirt a supporto dell’associazione White Mathilda nella lotta contro la violenza sulle donne, disponibile su Wishraiser.com.

 

La campagna di fundraising durerà due mesi, e coloro che donano riceveranno direttamente a casa la t-shirt ufficiale che veicola un forte messaggio da divulgare. 

La scritta sulla maglietta è per l'appunto “Gridalo - Stop alla violenza sulle donne”, che incita a fermare ogni forma di abuso nei confronti delle donne, ed è seguita dalla traduzione del testo in 12 lingue.

Sono già numerosissimi i personaggi famosi che hanno deciso di appoggiare questa causa importante e di sfoggiare la loro maglietta in segno di condivisione, tra i tanti ci sono Laura Pausini, Giorgia, Alessia Marcuzzi, Le Donatella, Laura Molina, Marco Carta e molti altri.

LA CAMPAGNA
Partecipare all’iniziativa è molto semplice. È sufficiente collegarsi al sito www.wishraiser.com/gridalo e fare la propria donazione: tutti quelli che sosterranno White Mathilda potranno ricevere la t-shirt ufficiale della campagna. Ad aderire all’iniziativa di beneficenza anche numerosi volti celebri, come Anna Tatangelo e Arisa, che si schierano a fianco delle donne vittime di aggressioni e soprusi e hanno deciso di appoggiare la causa condividendo sui loro profili social molti messaggi per incoraggiare i fan ad unirsi a loro.
Le donazioni per questa campagna saranno fondamentali per supportare i progetti e le attività di White Mathilda. I donatori non solo potranno contribuire alla raccolta di beneficenza ma con la maglietta personalizzata potranno essere parte di un vero e proprio movimento unito contro la violenza sulle donne.

WHITE MATHILDA
White Mathilda è un’associazione di promozione sociale no profit che nasce dall’esperienza di un gruppo di volontarie che da diversi anni lavorano nel sociale a favore di donne maltrattate e vittime di stalking, nel territorio delle province di Monza e Brianza, Milano e Lombardia in generale.
White Mathilda è in prima linea nella battaglia contro la violenza di genere. L’associazione gestisce attualmente gli Sportelli antiviolenza dei Comuni di Limbiate e Paderno Dugnano e dal 2017 il Centro Antiviolenza a Desio, all’interno della Rete Interistituzionale Artemide. Gli sportelli antiviolenza rappresentano dei luoghi di accoglienza rivolti a tutte le donne vittime di violenza e di abusi, nel pieno rispetto della loro cultura, etnia e religione. L’associazione inoltre promuove la ricerca, il dibattito e la diffusione di conoscenze sul tema della violenza, dello stalking e del mobbing, al fine di stimolare in tal senso anche gli organismi istituzionali. L’obiettivo è stabilire rapporti costruttivi con le istituzioni che operano sul territorio dove è attiva l’associazione, e sensibilizzare gli studenti delle scuole primarie e secondarie sulla prevenzione del fenomeno della violenza.

WISHRAISER
Wishraiser.com è la prima piattaforma di contest benefici in Europa a permette a personaggi famosi e influencer del web di realizzare campagne di raccolta fondi a favore di associazioni no profit. Sostenendo una grande causa sociale, ai donatori è offerta la possibilità di partecipare ad un’estrazione finale per vivere un’esperienza indimenticabile in compagnia del proprio idolo. Wishraiser ha già alle spalle campagne di successo con testimonial del mondo dello sport, della musica e dello spettacolo, tra i quali Leonardo Bonucci e Christian Vieri, Alessandra Amoroso e tanti altri, che hanno coinvolto decine di migliaia di donatori. 

leggi di più

Fa' la cosa giusta 2019: presente anche eKoala

di Laura Frigerio

Questo week-end si tiene a Milano (per la precisione a Fieramilanocity) l’edizione 2019 di Fa' la cosa giusta, fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili.

Tra i brand presenti anche eKoala, specializzato in accessori di puericultura in bio plastica e cachemire vegetale.

eKoala animerà la nursery della kermesse, con una serie di omaggi per le famiglie in transito e la prova sul campo del nuovo eKaboom, il gioco 3-in-1, pensato per avvicinare i bimbi alla musica e ai travasi.

eKaboom, come tutti gli altri prodotti eKoala, è interamente realizzato in BIOplastica, materiale sicuro per i nostri piccoli e amico del nostro ambiente.

Per saperne di più: www.ekoala.eu.

leggi di più

Festa della Donna: Jaguar festeggia con il video #SheDidIt

di Laura Frigerio

Ci sono aziende come Jaguar così orgogliose delle proprie dipendenti da voler dedicare loro, in occasione della Festa della Donna, un video per raccontarne i percorsi professionali all’interno dell’industria automobilistica.

Il filmato, intitolato #SheDidIt, vede protagoniste alcune lavoratrici che progettano, producono, testano e vendono le auto del brand britannico. Una forza lavoro così diversificata, come lo sono i clienti del brand Jaguar, contribuisce alla creazione delle auto che ogni donna desidera. Le protagoniste di #SheDidIt raccontano una storia tutta al femminile nel mondo Jaguar, a partire dal lavoro di progettazione del modello in argilla di Shamaila Khan fino ad arrivare Jess Monks, una cliente letteralmente innamorata del suo SUV F-PACE ad alte prestazioni.

Fiona Pargeter, Jaguar Land Rover Customer Experience Director, commenta: “Nella progettazione e nello sviluppo dei nostri prodotti mettiamo i clienti sempre al primo posto. Per questo motivo, la diversità della nostra forza lavoro è un elemento fondamentale. Abbiamo triplicato la quota femminile nei ruoli dirigenziali e abbiamo superato di tre volte la media nazionale nell’assunzione di ingegneri apprendisti donne. Le donne sono sempre più protagoniste di una gratificante carriera nel settore automobilistico e speriamo che il nostro video possa essere d’ispirazione anche per la prossima generazione di talenti al femminile”

Jaguar Land Rover è ben fiera della sua impostazione family-friendly riservata ai propri dipendenti, che comprende dei generosi e omnicomprensivi congedi di maternità e paternità, almeno 25 giorni di ferie in un anno, un competitivo regime pensionistico e modalità di lavoro flessibili.

leggi di più

Festa della Donna: #staggati dalle etichette! (Lo consiglia Wiko)

di Laura Frigerio

La Festa della Donna è l’occasione anche per riflettere, per esempio sulle varie (anzi troppe) etichette-tag che vengono affibbiate alle donne. Qualche esempio? “Bella ma comunque intelligente”, “zitella”, “sesso debole”. E ancora, “ma quando ti sposi?”, “ma i figli?”, “non sa parcheggiare”.
Non trovate tutto ciò riduttivo se non addirittura offensivo?

In occasione dell'8 marzo, Wiko (il brand di smartphone portavoce della democratizzazione della tecnologia, da sempre un outsider della telefonia per irriverenza e voglia di “rompere le regole”) è sceso in strada a Milano, per raccogliere le testimonianze video di tante donne di tutte le età.

La call to action? Chiedere loro di staggarsi da queste spiacevoli etichette, liberandosene, lanciandole letteralmente in aria, invitandole a immaginare i tag che davvero potessero rappresentare la loro persona. Un gesto simbolico, accompagnato da sorrisi, curiosità e anche dal supporto degli stessi uomini (amici, colleghi, partner) che hanno voluto sostenerle. La zitella così lasciava lo spazio alla creativa, alla sensibile, alla femminista. Perché la donna è unica proprio perché donna.

Tutti i contributi sono visibili sui canali Instagram e Facebook di Wiko Italia (@wikoitalia), rintracciabili dall’hashtag #staggati. Sulla pagina Facebook di Wiko Italia l’attività continuerà invitando utenti e community a staggarsi.

leggi di più

Festa della Donna: secondo Cia la mimosa è un top-trend da 15 mln di euro

di Laura Frigerio

 

Quante di voi oggi, in occasione della Festa della Donna, hanno ricevuto una mimosa? Probabilmente in molte.

 

Ce lo dice anche Cia-Agricoltori Italiani, con dati alla mano l’8 marzo, da solo, vale infatti  l’85% degli acquisti di stagione. Quest’anno, complice l’andamento climatico favorevole che ne ha favorito la fioritura e prezzi stabili rispetto al 2018, si stima un aumento delle vendite del 7% in Italia, con quasi 13 milioni di “mazzetti” di mimose pronte a essere acquistate domani e regalate a compagne, amiche, colleghe.

Inoltre Cia ricorda quanto il mercato florovivaistico nazionale sia tuttora legato al valore delle ricorrenze. Più in dettaglio, i costi dei “mazzetti” di mimosa, che vanno in base al peso, partono da un euro fino ad arrivare a 10 euro, mentre le piante, il cui prezzo va in base alla grandezza del vaso, variano dai 6, 7 euro fino ai 60 euro.

In particolare nella Riviera dei Fiori e in provincia di Savona, che è il polo principale per la mimosa in Italia e in Europa -sottolinea Cia Liguria- le previsioni sono di circa 15 milioni di euro di giro d’affari (90% provincia di Imperia, 10% provincia di Savona).

In più, le vendite di mimosa hanno sempre un effetto trainante per la commercializzazione di altre specie di fiori recisi primaverili, come anemoni, ranuncoli, margherite. Un trend che Donne in Campo-Cia, sostiene e rilancia ogni anno, in occasione dell’8 marzo, con la campagna “Piantiamola!”.

Un invito a tutti i cittadini a recarsi nei tanti vivai italiani per comprare un seme, una pianta aromatica, un alberello da frutta. Per fare un gesto green, ma anche per dire basta alle discriminazioni di genere. Disparità che per fortuna, almeno in agricoltura, appaiono superate. C'è infatti una bella notizia: tra vignaiole, allevatrici, imprenditrici ortofrutticole, le aziende femminili in agricoltura sono quasi il 30% del totale, pari a 214.857 imprese (fonte Unioncamere). 


E non è finta qui le donne sono a capo di più di un agriturismo su tre in Italia (il 36,2%) con 8.500 strutture turistiche in campagna -conclude Cia- mentre le lavoratrici rappresentano quasi il 40% della forza lavoro complessiva del comparto.

 

 

Crediti foto: Instagram di Garden Steflor

leggi di più

È nata in Italia la Wedding Industry Accademy

di Redazione

Si è tenuto a Roma, presso l’esclusivo Lounge Bar "Chez Moi" (della catena Luxury Le Rêve de Naim), a pochi passi da Piazza di Spagna, il Cocktail di presentazione della Wedding Industry Accademy.

Presenti all’evento numerosi personaggi del mondo dello spettacolo che hanno arricchito la serata.
Tra questi: Jimmy Ghione con l’attrice Daria Baykalova (sua compagna), Benedetta Valanzano e le attrici Katia Greco, Aurora Cossio e Maria Monsè, la stilista Vanessa Villafane e l’attore Andrea Vico.

Ad accogliere gli ospiti le due padrone di casa: la flower designer di fama internazionale, Flavia Bruni, con esperienza ventennale nella didattica e autrice di libri in ambito floreale e l’eclettica Giulia Sonnino, giornalista e wedding planner specializzata nell’organizzazione di matrimoni di lusso e già docente del master in Event Management presso la Luiss Business School.

Queste due audaci imprenditrici hanno colto in maniera chiara l’esigenza di creare un unico istituto dedicato, in maniera verticale, alla formazione professionale di tutte le figure facenti capo all’"Industria del Matrimonio”. Hanno così unito il loro knowhow, fondando un istituto pluridisciplinare, dove a fare la differenza è la completezza dell’offerta formativa.

«L’accademia nasce dall’idea di creare un unico luogo di formazione in cui siano riunite le varie categorie di settore, in un mercato verticale come quello del matrimonio» - ci spiegano all’unisono le due - «Finalità dell’Istituto è portare chiarezza e garantire l’eccellenza in un ambito in cui troppo spesso i diversi ruoli non hanno chiari confini e le sovrapposizioni sono frutto di improvvisazione».

Con l'espressione "Industria del Matrimonio" ci si riferisce a un settore di cui fanno parte migliaia di aziende, che costituiscono una vera e propria filiera dedicata, in forte crescita, nonostante la diminuzione del numero di unioni convenzionali.

Si tratta di un mercato composto da una coraggiosissima miriade di piccole e micro imprese. Tra le principali attività che operano in questo settore, organizzatori, location, catering, fioristi, fotografi e numerose altre, che costituiscono un tessuto di addetti unico in Europa, capace di dar vita a un mercato da 7 miliardi di euro l’anno! Ma, nonostante l’affermarsi negli ultimi anni di figure professionali dedicate, quali wedding planner e designer di eventi, ed il contestuale proliferare di numerosi corsi ad esse rivolti, mancava finora nel panorama nazionale una realtà che si ponesse come polo unico per la formazione di tutti quei ruoli che concorrono alla realizzazione di un evento di successo.

La W.I.A. infatti si presenta sul mercato come l’istituto con la più vasta offerta formativa in Italia nell’ambito Wedding. Attraverso corsi di altissimo livello e una rosa di docenti selezionati in tutta Italia tra i più rinomati di ciascuna categoria, la mission dell’Academy è fornire a ciascuno gli strumenti idonei ad acquisire la giusta preparazione nel proprio ambito di competenza e creare un forte sistema di Network tra i diversi protagonisti di quest’industria.

Tra i docenti che faranno parte dell’Academy, tanti nomi di primo piano: dall'event designer delle Celebrities Jean Paul Troili alla storica giornalista Rai Mariella Milani, dalla bellissima attrice Michelle Carpente al Beauty Designer internazionale Raffaele Squillace, passando per tante altre figure eccellenti del panorama Wedding, come Paola Pettinelli, Elisa Guidarelli, Angela Orecchio, Diego Taroni, Paola Azzolina, Nico Celano, Andrea Tommasini, Yuliya Shevchenko, etc.

Numerosi i percorsi proposti: da quello per acquisire competenze come banquet manager al bridal imagine consultant, dai più originali dedicati al wedding dog-sitting e paper flowers, ai più tradizionali per flower designer e wedding photographer, passando ovviamente per i percorsi più propriamente legati all’organizzazione del grande giorno, come quello per divenire un wedding planner o event designer professionista.

Novità assoluta è il corso dedicato al giornalismo di settore, il cosiddetto wedding journalism, una branca editoriale già molto affermata nella pratica, ma per la quale finora non esisteva uno specifico approfondimento didattico. E ancora, destination wedding planner, cerimoniere, light&sound designer, cake designer, etc… Se è vero che non si finisce mai di imparare, la W.I.A. è senz’altro la risposta giusta per chi ambisce a livelli sempre maggiori di specializzazione, aggiornamento e condivisione.

Aziende selezionate, leader in diversi settori, hanno scelto di sostenere la W.I.A. nel perseguimento della sua mission. Tra queste: White Sposa, Relais Le Jardin, Spazio Margutta, Giada Curti, Mesauda Milano, Photo 27, Villa Miani, Global Fashion System, Le Rêve de Naim, italents, Wedding Dog Sitter.

leggi di più

Profumi & Balocchi, la 2a edizione

di Laura Frigerio


Seconda edizione per Profumi & Balocchi - Beauty Revolution, l’evento (aperto a tutti) dedicato allo shopping solidale, che si terrà dal 15 al 17 marzo a Milano presso La Posteria (Via Giuseppe Sacchi, nel cuore di Brera).

Anche stavolta parteciperanno numerosi brand di prestigio dei settori profumeria e giocattoli, con l’obiettivo di aiutare la Onlus Missioni Sogni a sostenere e finanziare gli orti terapeutici già presenti nei reparti pediatrici di sei strutture ospedaliere di Milano.

Queste le strutture: Ospedale Luigi Sacco, Clinica Pediatrica De Marchi, Fondazione IRCCS – Istituto Nazionale dei Tumori, Spazio Vita Niguarda, Casa Archè- Fondazione Archè, Ospedale Fatebenefratelli – Casa Pediatrica).


All’evento ci saranno brand come: Armani Beauty, Lierac, Sisley Paris, Shiseido, Weleda, Bulgari, Clinique, Elisabeth Arden, Culti, Sara Hilow, Collistar, YSL, Lancome, Kiehl’s, Shiseido, Dior, Guerlain, Cartier, Proraso, Babyliss, Cielo Alto, Estetista Cinica, Missoni, Tommy Hillfiger, La Mer, Ferragamo...e molti altri!


Chi è MISSIONE SOGNI Onlus
Missione Sogni, la Onlus presieduta da Antonella Camerana, dal 2003 si occupa di realizzare, a scopo terapeutico, gli Orti dei Sogni, destinati ai bambini degenti delle pediatrie dei principali ospedali milanesi. Ad oggi sono sei le strutture di Milano presso le quali è attivo il progetto e sono: Ospedale Luigi Sacco, Clinica Pediatrica De Marchi, Fondazione IRCCS – Istituto Nazionale dei Tumori, Spazio Vita Niguarda, Casa Archè- Fondazione Archè, Ospedale Fatebenefratelli – Casa Pediatrica.

Gli Orti Terapeutici sono spazi verdi a cui hanno accesso i piccoli pazienti per dedicarsi alla cura di piante, fiori e ortaggi: lavorando la terra e vedendo crescere i risultati del loro lavoro, possono migliorare la loro permanenza in ospedale e la qualità della loro vita.
Gli orti messi a disposizione da Missione Sogni vedono il coinvolgimento di più di 400 bambini e ragazzi che, con grande dedizione ed entusiasmo, impegnano parte della giornata a curare frutta e ortaggi destinati, una volta maturi, a finire sulle loro tavole.
L'aspetto pedagogico, svolto durante i laboratori, riveste una grande importanza.
La semina nel periodo primaverile (verdure, frutti e piante aromatiche).
I laboratori di conoscenza delle piante e delle loro proprietà, sia nell'orto che nella sala giochi delle pediatrie.
Le attività di conoscenza dei piccoli animali che abitano l'orto.
Laboratori di cucina durante i quali i bambini possono cucinare direttamente i prodotti dell'orto dopo averli colti.
Tutto questo è reso possibile grazie al sostegno di esperti educatori e di orticoltori volontari.
Per finanziare gli Orti dei Sogni, Missione Sogni Onlus ha ideato Profumi & Balocchi.


Che cosa è PROFUMI E BALOCCHI

È un evento con finalità di raccolta fondi, per sostenere MISSIONE SOGNI/ORTI TERAPEUTICI, patrocinato dal Comune di Milano.
Sarà una 3 giorni in cui verrà allestita una mostra mercato di alta profumeria, articoli di bellezza, wellness e piccola gioielleria, che potranno essere acquistati a condizioni speciali ed esclusive.
Profumi e Balocchi si svolgerà nell’esclusiva cornice de La Posteria, in via Giuseppe Sacchi, nel cuore milanese di Brera.
Il tema sarà Beauty Revolution: un evento all’insegna della libertà dal conformismo e dal rigore degli anni ’50, proprio per celebrare i 50 anni trascorsi dal mitico ‘68. La manifestazione sarà dunque caratterizzata da fiori, colori e senso di libertà!

leggi di più

Perlana for Women: al via l'edizione 2019

di Laura Frigerio

Le donne hanno il diritto ad avere una corretta informazione, sicura e attenta su temi importanti e delicati come la prevenzione e la cura del tumore al seno. È proprio per raggiungere questo obiettivo che Perlana, dal 2013, è impegnata in un progetto di responsabilità dedicato alle donne. Parliamo di Perlana for Women, che quest’anno vede il brand accanto a Europa Donna Italia.

Nel concreto? Perlana supporta Europa Donna Italia nella realizzazione del nuovo portale che, forte della competenza di un comitato di esperti, fornisce informazioni attendibili e precise alle donne che vogliono prevenire o che si ritrovano a dover affrontare la malattia. Così da aiutarle a scegliere in maniera consapevole i centri più idonei dove ricevere diagnosi, cura e assistenza in linea con gli standard europei.

In Italia 1 donna su 8 si ammala di tumore al seno durante la propria vita. Non tutte sono informate su quali siano le migliori forme di prevenzione e, una volta scoperta una lesione sospetta, molte non sanno cosa fare e a chi rivolgersi. La ricerca di informazioni rischia di essere controproducente se non supportata da fonti affidabili. Per contro, una corretta informazione, che orienta verso i centri di cura specializzati (breast unit), comporta per la donna con diagnosi di tumore al seno il 18% in più di sopravvivenza alla malattia.

Su europadonna.it accedere alle corrette informazioni diventa più semplice: saranno disponibili consulenze e documenti chiari, comprensibili a tutti. Le donne che devono affrontare la battaglia contro il tumore potranno così essere seguite e accompagnate fin dai primi passi. In particolare il sito prevede un chatbot, cioè un assistente virtuale, affiancato da medici ed esperti che subentreranno nei quesiti più complessi e delicati; uno strumento di geolocalizzazione che permette di individuare le associazioni e i centri di cura più vicini a casa e una guida onnicomprensiva che affronta aspetti pratici della vita quotidiana quali lavoro, alimentazione, attività fisica ed effetti collaterali delle cure.

24 ore su 24, gli utenti potranno quindi ricevere supporto grazie a consigli sulla prevenzione e sulle terapie più moderne. Ma anche consultare le risposte degli specialisti ai dubbi più comuni e leggere le testimonianze di altre donne che hanno già affrontato il percorso. Il supporto è esteso anche ai familiari, che potranno trovare all’interno del portale le indicazioni per poter aiutare in maniera efficace i propri cari.

Perlana sostiene Europa Donna Italia amplificando il messaggio anche con DonnaD, il portale di Henkel con un alto livello di engagement femminile, realizzando video e incontri con testimonianze di donne ed esperti su temi inerenti il tumore al seno. Per tutto il 2019 verranno poi realizzati incontri sul territorio tra esperti e pubblico per far sì che i riflettori su prevenzione e informazione rimangano sempre accesi e si diffonda il passaparola. #Perlanaforwomen

Francesca D’Angelo Valente, Direttore Marketing Laundry, commenta: “Siamo orgogliosi di affiancare Europa Donna e fornire così un aiuto concreto a tutte le donne che hanno bisogno di essere assistite nel percorso di prevenzione, diagnosi e cura del tumore al seno, garantendo un’informazione corretta e dettagliata”.

“Siamo grate a Perlana per il suo supporto a questo nostro ambizioso progetto" - aggiunge Rosanna D’Antona, Presidente di Europa Donna Italia - "un progetto nato dal bisogno delle tante pazienti che ogni giorno si rivolgono a noi e dalla loro oggettiva difficoltà a reperire informazioni e riferimenti nel mare di Internet. Con il suo sostegno Perlana svolge un vero e proprio servizio sociale per il milione circa di pazienti italiane che hanno diritto a un’informazione chiara e completa sulla più diffusa patologia oncologica femminile”

Giunto alla quarta edizione Perlana for Women è un progetto finalizzato a sostenere il mondo femminile. Nella prima edizione (2013) è stato a fianco dell’associazione Susan G. Komen Italia sponsorizzando la corsa podistica Race for the Cure di Roma per raccogliere fondi a favore della lotta contro i tumori al seno; nella seconda edizione (2015) si è focalizzato sull’imprenditoria in rosa sostenendo l’avvio di una microimpresa sul territorio italiano. L’edizione 2017 ha visto Perlana accanto a Telefono Rosa a sostegno delle donne vittime di violenza.

leggi di più

Salvatore Ferragamo celebra l'universo Gancini

di Laura Frigerio

 

Salvatore Ferragamo ha dato il via a una serie di iniziative in store con partner internazionali per celebrare l’universo Gancini.

Una selezione di laboratori artigiani, ristoranti e boutique innovative (tra New York, Milano, Londra, Parigi e Shanghai) il cui saper fare a regola d’arte li accomuna coi valori di Ferragamo.

A febbraio e a marzo, una serie di eventi pop up puntano i riflettori sull’affascinante design Gancini: il monogram iconico della Maison è declinato in prodotti unici nel loro genere, in edizione limitata.

A Milano dal 27 febbraio al 13 marzo, la storica cartoleria e tipografia Pettinaroli, con sede nel quartiere di Brera, vede uno speciale takeover delle proprie vetrine all’insegna di una completa immersione nel mondo Gancini.
A celebrare la partnership tra Salvatore Ferragamo e Pettinaroli anche un cocktail che si è svolto ieri sera nei locali della storica bottega.

Ad arricchire la collaborazione, una collezione di album fotografici, kit da lettere e agende personalizzate con l’iconico pattern Ferragamo che il brand fiorentino ha creato appositamente per celebrare questo sodalizio. Dal 1881 punto di riferimento per tutti gli appassionati e i collezionisti di tipografia e stampe d'epoca, l’azienda Pettinaroli è ancora gestita, dopo quattro generazioni, dalla famiglia fondatrice. Costante di tutto il loro lavoro, e fil rouge con Ferragamo, la ricerca e la valorizzazione della preziosa tradizione artigiana italiana.

leggi di più