Il Campo di Girasoli di Agricola delle Meraviglie di Steflor, con i suoi laboratori

di Redazione

Dopo il successo di Tulipani delle Meraviglie, nasce un nuovo prezioso progetto green nella sede di Vimodrone (Mi) di Garden Steflor. Si tratta di Agricola delle Meraviglie, il cui obiettivo principale è quello di avvicinare a uno stile di vita sano, in armonia con l'ambiente. Questa è diventata ormai un'esigenza sociale, che sta portando a una rinascita green all'interno delle grandi città, con la valorizzazione e la riqualificazione di luoghi abbandonati, ma anche con la creazione di occasioni di incontro che mettano al centro le relazioni umane.

Il 25 giugno è stato inaugurato il Campo di Girasoli, che si estende per oltre un ettaro tanto da essere uno dei più vasti in circolazione.
Qui si potranno ammirare 35.000 girasoli (di dieci varietà diverse) che, convivendo coccolati da un'infinità di altri fiori da campo, avranno modo di mostrare quotidianamente il loro capolino carico di semi al sole. Il fatto che ci siano vari fiori che animano il campo dal basso, favorisce la biodiversità e crea un ambiente floreale adatto per il ripopolamento di api, farfalle e insetti attraverso l'impollinazione.
Visitare il campo sarà come immergersi nella magia di un quadro di Van Gogh: un'esperienza green ad alto impatto emozionale.

Per impreziosire l'esperienza e renderla un must anche per le famiglie, Garden Steflor ha organizzato anche dei laboratori a tema per bambini e adulti.

2 LUGLIO – FESTEGGIAMO I NUOVI CAMPI FIORITI CON GIOCHI D'ACQUA
L’evento è gratuito e si svolgerà in 2 turni: dalle 17:00 alle 17:45 e dalle 18:00 alle 18:45.

9 LUGLIO - LEZIONE DI YOGA NEL CAMPO
Una pratica dedicata alla scoperta di se stessi, immersi nel benessere della natura, lasciandosi travolgere dai colori dei meravigliosi girasoli,in totale libertà e gratitudine. Un'esperienza unica.
dalle 18:45 alle 20:00
evento gratuito

9, 23 e 30 LUGLIO - PIANTA UN GIRASOLE
Seminiamo e prendiamoci dura del girasole (per bambini dai 3 anni in su)
dalle ore 17 alle 19
costo 5 euro (max 30 bambini)

16 e 31 LUGLIO - CORONCINE FIORITE D'ESTATE
Realizziamo la corona dell'estate con fiori e girasoli (per bambini dai 5 anni in su)
dalle ore 17 alle 19
costo 5 euro (max 30 bambini)

Agricola delle Meraviglie di Garden Steflor vi aspetta a Vimodrone (Milano), in Via Pio La Torre 9. Gli orari di apertura sono dalle 9 alle 11 e dalle 17 alle 20 con ultimo ingresso alle 19:30.







crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

È nato Playaut Help, dedicato alle associazioni per le disabilità

di Redazione

A quattro mesi dal lancio di Playaut.it primo network dedicato all'autismo, nasce Playaut Help dedicato alle associazioni per le disabilità.

Playaut Help è un sistema di soluzioni digitali all'avanguardia dedicato alle strutture onlus che, per la maggior parte, sono ancora oggi molto lontane da un asset digitale di sicurezza imposto dalla unione europea regolarizzato da alcuni bandi ufficiali.

Il bando si inserisce nel processo di transizione digitale perseguito dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e si rifà al Nuovo Piano per l'Economia Sociale della Commissione Europea, finalizzato a sviluppare il potenziale di crescita di imprese sociali, cooperative, fondazioni e associazioni non profit.

Sfruttando l'esperienza digital di Zeye, società incubatrice del progetto, Playaut Help è una soluzione eccellente per le onlus che possono differenziarsi e acquisire una migliore reputazione in un mercato effettivamente sovraffollato.

Gabriele Pagliaro co-founder Playaut: «Con Playaut Help vogliamo dare un aiuto concreto a questo mondo. Sempre più associazioni ci chiedono aiuto per questioni mediatiche perchè si rendono conto che il mondo digitale è cambiato notevolmente e non bastano più i sistemi fai-da- te in quanto, pur essendo no-profit, loro sono delle reali piccole imprese. E come tali devono ragionare. Per Zeye è stato automatico mettere a disposizione 20 anni di marketing digitale per tutte le società no profit con valori che non sono comparabili con il mercato attuale».

Il progetto ha il patrocinio del Comune di Bergamo.



 

 

 




crediti foto:_ufficio stampa

leggi di più

Milano Design Week: alla scoperta delle collaborazioni home di Alessandro Enriquez

di Laura Frigerio

La Milano Design Week è terminata da pochi giorni, ma noi continuiamo a parlare dei nostri colpi di fulmine. Sapevamo, per esempio, che lo stilista Alessandro Enriquez avrebbe fatto la differenza portando il suo stile pop e colorato nel mondo home e infatti è riuscito ancora una volta a stupirci con effetti speciali presentando le sue collaborazioni con Vispring e Jannelli&Volpi, naturalmente con degli eventi esclusivi a cui hanno partecipato anche varie celebrità (da Benedetta Parodi a Luca Calvani, passando per Csaba dalla Zorza).

ALESSANDRO ENRIQUEZ IN VERSIONE DECOR
Le stampe e i disegni, tipici delle collezioni Enriquez, diventano i leitmotiv che guidano lo stilista nella sperimentazione e nell’approccio al design attraverso le maestranze della moda: un occhio curioso guarda attraverso un fiore che in ogni occasione si colora di nuance diverse, dando vita così al disegno Floreyes. Alessandro firma una capsule di carte da parati per Jannelli & Volpi, una serie di tappeti in seta e lana annodati a mano per Illulian e, dulcis in fundo, una collezione di sedute e letti per Vispring. In quest’ultima i disegni di Alessandro diventano jacquard di seta, realizzati dall’azienda toscana Alibi, con la quale il brand Alessandro Enriquez collabora da diversi anni per sviluppare dei tessuti speciali per la sezione dei capispalla nelle sue collezioni.

Con Jannelli & Volpi Alessandro racconta in anteprima il progetto Casa Enriquez, la sua nuova casa a Milano che farà da cornice a tante nuove attività tra il mondo della moda e quello del design. Seguito dallo Studio Thomas Zangaro, Alessandro, trasforma una casa dei primi del ‘900 in stile liberty e dai tetti affrescati in una dimora unica nel suo genere. Architettura, moda e ricordi si fondono in un mix di emozioni che raccontano il mediterraneo, le terre del cuore dello stilista, la Sicilia natia, la Tunisia e la Spagna delle sue origini ed infine l’amore per la Grecia. Le carte da parati svolgono un ruolo protagonista all’interno di Casa Enriquez e incorniceranno dalla prossima settimana della moda un nuovo capitolo per lo stilista. Alessandro e Illulian da anni collaborano con delle proposte firmate Enriquez all’interno della gamma dei tappeti e, per questa speciale stagione, sviluppano un disegno nuovo “a pois”, dei papaveri e delle viole in seta ed in lana, proposte in diverse colorazioni e completamente annodati a mano, per valorizzare al meglio tutte le case di coloro che li sceglieranno.

Vispring, storica azienda inglese dei primi del ‘900, sceglie l’inconfondibile tratto stilistico di Alessandro per sviluppare un progetto unico che unisce il mondo dei sogni al mondo della moda. Nasce così “FLOREYES”: una collezione di letti e pouff, firmate dal designer, che in occasione del Salone del Mobile verranno presentati all’interno di un allestimento tridimensionale e surreale seguito dall’interior designer Thomas Zangaro. A completamento della collaborazione Alessandro affida l’interpretazione grafica onirica all’illustratore e amico Jacopo Ascari.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Alla scoperta di Agricola delle Meraviglie

di Redazione

Dopo il successo di Tulipani delle Meraviglie, nasce un nuovo prezioso progetto green nella sede di Vimodrone (Mi) di Garden Steflor.

Si tratta di Agricola delle Meraviglie, il cui obiettivo principale è quello di avvicinare a uno stile di vita sano, in armonia con l'ambiente. Questa è diventata ormai un'esigenza sociale, che sta portando a una rinascita green all'interno delle grandi città, con la valorizzazione e la riqualificazione di luoghi abbandonati, ma anche con la creazione di occasioni di incontro che mettano al centro le relazioni umane.

LILLO IL MIRTILLO
L'azienda florovivaistica di Garden Steflor a Vimodrone vi distingue anche per le sue produzioni a KM 0, come Lillo il Mirtillo. Quest'ultimo nasce in questi campi, come se fossero degli immensi orti e ogni pianta di mirtillo viene curata e coltivata con le dovute attenzioni, poi raccolto nel particolare momento della sua maturazione. I visitatori possono quindi ammirare questo spettacolo e cogliere anche l'occasione per fare merenda acquistandoli.

CAMPO DI GIRASOLI
A Vimodrone Steflor ha oltre un ettaro di campo, dove farà sorgere 35.000 girasoli che, convivendo coccolati da un'infinità di altri fiori da campo, avranno modo di mostrare quotidianamente il loro capolino carico di semi al sole. Il fatto che ci siano vari fiori che animeranno il campo dal basso, favorisce la biodiversità e crea un ambiente floreale adatto per il ripopolamento di api, farfalle e insetti attraverso l'impollinazione.

CAMPI FIORITI DI ZINNIE
Il ripopolamento attraverso l'impollinazione è uno dei primari e fondamentali obiettivi di Steflor, tanto che a Vimodrone ha deciso di dedicare anche un vasto terreno alle zinnie. La zinnia è un fiore semplice, colorato e che mette allegria. La fioritura è prevista per giugno-luglio e i visitatori avranno la possibilità di raccoglierli.

E IN AUTUNNO "PUMPKIN PATCH"
Agricola delle Meraviglie non smetterà di stupirci con gli effetti speciali della natura nemmeno in autunno. Verrà infatti dedicato un immenso campo alle zucche per poter fare il "pumpkin patch" tipico della tradizione americana. Sarà possibile addentrarsi e camminare nelle coltivazioni, scegliendo la zucca da intagliare e decorare per Halloween.

LE ATTIVITA' PER TUTTE LE ETA'
È ciò che si farà ad Agricola delle Meraviglie, dove verranno proposte numerose attività didattiche e rurali per tutte le età, per riavvicinare sia i bambini che gli adulti al mondo green e portare a una nuova consapevolezza del legame tra esseri umani e Madre Terra. Si imparerà a riconoscere i cicli della natura e le biodiversità: step fondamentali per contribuire a preservare il nostro patrimonio naturale. Il progetto didattico è stato pensato da Garden Steflor non solo per gli appassionati e le famiglie, ma anche per le scuole, gli oratori e i campus estivi.

Agricola delle Meraviglie di Garden Steflor vi aspetta a Vimodrone (Milano), in Via Pio La Torre 9.

Per saperne di più: https://agricoladellemeraviglie.steflor.it/


 

 

 

 

 

 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Spiderwash conquista anche le car-lovers e le professioniste del retailing

di Redazione

Come gli appassionati di auto già sapranno, è in corso la 29esima edizione di Autopromotec, la Biennale internazionale delle attrezzature e dell'aftermarket automobilistico.
Presente anche Spiderwash (al Pad. 25 Stand A 1 SpareWash), che per l'occasione presenta la nuova macchina Evolution Mitt Carwash Professional Line (per centri di lavaggio manuali e centri detailing) distribuita dal nuovo partner SpareWash (azienda leader nella distribuzione di ricambio accessori per autolavaggi).

Evolution Mitt Carwash Professional Line garantisce un metodo di lavaggio esclusivo ed unico al mondo che reinventa il concetto di “car wash”. Un dispositivo brevettato costruito appositamente per l’utilizzo nei centri di lavaggio con operatore e presso i centri detailing, con gettoniera e guanto personale.
Per una resa ottimale dell'Evolution Mitt Carwash Professional Line si consiglia l'uso del guanto SpiderWash. Completamente Made in Italy e costruito artigianalmente in morbida lana sintetica antigraffio spessa circa 2,5 cm per garantire ancora più morbidezza al contatto con la carrozzeria (è disponibile anche in microfibra).

E a dimostrazione del fatto che il rapporto tra donne e motori è più forte di quanto si possa pensare, possiamo dirvi che Spiderwash ha fatto breccia anche nel cuore di molte car-losers e addette ai lavori. Tra di loro c'è anche Desirée Civello, una formidabile detailer di Genova (città dove ha sede il suo famoso centro detailing) che crede molto nel progetto e ha deciso di dare il suo prezioso contributo alla sua crescita.

 

 

 

 

 

 

 

 

 


crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Chiara Ferragni al talk Forti Insieme con Pantene e Unobravo

di Laura Frigerio

Nel luglio 2021 Pantene ha lanciato con Chiara Ferragni la campagna "Forti Insieme", con l'obiettivo di supportare le start up femminili in collaborazione con Women’s Forum for the Economy & Society e LVenture Group.

Il progetto prosegue sempre all'insegna dell'empowerment femminile ed è stato anche organizzato un talk dal titolo "Forti Insieme" a cui hanno partecipato Valeria Consorte (Vice President Beauty Care P&G Italia), Chiara Ferragni e Danila De Stefano (CEO & Founder della startup vincitrice Unobravo). Tre voci di donne in prima linea sul tema del gender gap, che hanno portato le loro testimonianze per condividere con il pubblico i risultati ottenuti e i progetti messi in atto da Unobravo, grazie al supporto economico di € 75.000 ricevuto dalla call "Forti Insieme".

Durante il talk (trasmesso in diretta su @capellipantene e su @unobravo_net) si è parlato anche di salute mentale, in un momento in cui quest'ultima sta diventando sempre più un tema importante, non solo sul piano personale ma sociale, rappresentando un fattore essenziale per il benessere ed equilibrio di ogni persona, di qualsiasi età e genere.

DICHIARAZIONI DAL TALK
“Insieme le donne sono più forti – ha sostenuto Chiara Ferragni - insieme si sostengono, riescono ad emergere, a costruire. La sorellanza ha questo enorme potere, rende ognuna di noi più consapevole delle proprie capacità e sicuramente più determinata. Anche attraverso i social vedo sempre più questo bisogno di sorellanza e unione, e il web rappresenta uno strumento che fa community anche in questo.”

“La forza è il punto di partenza
– ha sottolineato Valeria Consortee la mission di Pantene è proprio quella di dare piu “great hair days” alle donne trasformando i capelli in capelli sani e forti. Perché quando ci si sente bene con i propri capelli, ci si sente meglio con se stesse, più determinate a raggiungere i propri obiettivi. Questo è quanto è emerso da una ricerca condotta dall’Università di Yale. Ma non ci limitiamo solo ai capelli, Pantene vuole trasformare anche la cultura della nostra societa’ per renderla piu’ inclusiva e quindi migliore. L’iniziativa Forti Insieme è nata proprio con l’obiettivo di sensibilizzare sul gender gap nel mondo lavorativo ed aiutare l’imprenditoria femminile in Italia con un aiuto concreto. Aver ricevuto più di 1700 candidature da parte di start femminili alla call di Forti Insieme è indicativo del grande fermento in atto nell’imprenditoria femminile dove certamente non mancano preparazione e capacita’ ma piuttosto pari opportunità e azioni concrete da parte di tutti. Sostenere Unobravo è molto significativo per Pantene perché non solo significa supportare l’imprenditoria femminile ma anche promuovere l’importanza del benessere psicologico che e’ alla base della Forza”.

“Sin dalla sua fondazione, Unobravo - ha spiegato Danila De Stefanooffre un servizio di psicologia online accessibile e lavora per abbattere lo stigma che ancora persiste attorno al tema della salute mentale e per creare un mondo in cui andare dallo psicologo sia considerato normale. Grazie al contributo avuto dall’iniziativa Forti Insieme abbiamo potuto finanziare progetti di awareness dedicati ai temi di salute mentale che ci stanno molto a cuore.Attraverso i social,ad esempio, abbiamo lanciato diverse campagne di comunicazione come "Dillo Liberamente", nella quale abbiamo incoraggiato, anche con il coinvolgimento di influencer, più persone possibili e dire liberamente di andare dallo psicologo, così da sdoganare il tabù e abbattere il pregiudizio. Credo che parte del nostro ruolo sia anche quello di supportare uno shift culturale in Italia su questi temi. Il Team Clinico della nostra azienda è composto per il 93% da donne professioniste e ha tra gli obiettivi quello dell’equità, di dare cioè lo stesso spazio alle donne e agli uomini come opportunità e crescita professionale”.

TEMI E RIFLESSIONI
Durante l’incontro, un forte impulso a parlare senza pregiudizi di questa problematica è stato dato da Chiara Ferragni che attraverso una platea di followers molto ampia, affronta spesso di tematiche legate alla salute mentale, raccontando con estrema normalità e semplicità i suoi percorsi di terapia, incoraggiando le persone a farsi sostenere da professionisti. Un altro dato importante è emerso da Unobravo che, a causa della pandemia e dall’ulteriore instabilità geo-politica, ha stimato un peggioramento considerevole della salute mentale in Italia e nel mondo.
Prima si ipotizzava che circa un 10% sul totale di individui riportasse un malessere psicologico, oggi alcuni studi indicano addirittura una casistica tre volte maggiore di sofferenze tra le persone, quali depressione, ansia e stress cronico. E nonostante l’amplificarsi del fenomeno, permane negli italiani una forte resistenza a rivolgersi ad uno psicologo. Al contrario, l’offerta di opzioni di benessere mentale è sempre più vicina a noi, dalla terapia in videochiamata individuale a quella di coppia e di gruppo, quest’ultima forse meno conosciuta ma con un enorme potenziale per intervenire soprattutto sulle problematiche più richieste come ansia e autostima. Un segnale di successo sulla strada intrapresa dalla campagna Forti Insieme, una conferma che far sentire "vicine" le donne crea un circolo virtuoso perché INSIEME si è sempre più FORTI, in qualunque ambito.




 

 

 

 

 

 




crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

I consigli di Urban Sports Club per conciliare alimentazione vegana e attività sportiva

di Redazione

Mangiare in maniera salutare e svolgere attività fisica sono un connubio vincente e imprescindibile per raggiungere buone performance sportive e mantenere il proprio stato di benessere corporeo. Tuttavia, con la crescente diffusione di stili alimentari che escludono del tutto o in parte le proteine animali – secondo il Rapporto Italia 2021 di Eurispes sono oltre 1 milione gli italiani che seguono una dieta vegana, ovvero il 2,4% della popolazione – spesso emergono dubbi su quale sia l’equilibrio corretto per combinare questa scelta con l’attività fisica, anche a livello amatoriale, preservando la propria salute.

Urban Sports Club, la piattaforma leader in Europa per l’accesso a più di 10.000 centri sportivi e di fitness, ha coinvolto una delle esperte del suo network di partner, la Dottoressa Alessandra Petti Nutrizionista di Fit And Go, che oltre a lezioni di personal training con tecnologia EMS offre un servizio di educazione alimentare ai propri clienti, per fare chiarezza sul tema e fornire agli atleti che seguono una dieta vegan utili consigli e indicazioni alimentari da seguire, soprattutto nelle giornate di workout.

SPORTIVI E VEGAN: OTTIME PERFORMANCE CON VITAMINA B12, PASTI PIU' FREQUENTI, SEMI E FRUTTA SECCA
Secondo la dottoressa Petti, è bene ricordare che qualsiasi stile alimentare va adattato e potenziato a seconda della tipologia di attività che si pratica. Ma non solo: anche l’intensità e la durata dell’allenamento vanno considerati quando si struttura un regime dietetico. Nello specifico, la Dott.ssa Petti spiega: “Tale approccio è sempre valido, anche per chi segue una dieta vegana. Chi sceglie uno stile alimentare di questo tipo può senza dubbio fare sport, seguendo però delle importanti linee guida, al fine di assicurare la salute del corpo e una performance fitness di qualità.”

A questo proposito, la specialista ha identificato 5 regole d’oro da tenere a mente.
1. Integrare correttamente i micronutrienti - È possibile che le persone che seguono una dieta vegana presentino carenze di alcuni elementi nutritivi; per questo è bene pensare a una corretta quanto personalizzata integrazione di Vitamina B12 e Vitamina D, Ferro, Zinco e Calcio.
2. Scegliere in maniera ponderata e accurata le proteine – Al fine di realizzare una “giornata alimentare” equilibrata è fondamentale non tralasciare alcun aspetto nutrizionale, compresa la scelta delle proteine: quelle vegetali possono infatti risultare povere di alcuni amminoacidi essenziali, per cui la corretta combinazione dei cibi è essenziale per un pasto equilibrato, anche dal punto di vista micronutritivo.
3. Assumere meno fibre nei giorni di workout – Le diete vegane sono conosciute per l’elevato potere saziante, dovuto al consumo di numerose fibre. Questo aspetto può avere un duplice risvolto: positivo per chi segue percorsi dimagranti, negativo per chi fa attività sportiva, perché è più faticoso mangiare il necessario per recuperare effettivamente quanto consumato. Quindi nei giorni di allenamento si consiglia di scegliere alimenti meno ricchi di fibre, come riso, pasta e patate, oppure legumi decorticati. Questi accorgimenti potrebbero anche favorire il processo digestivo.
4. Optare per pasti più frequenti – I menù vegan sono tendenzialmente a bassa densità energetica, per cui talvolta non è immediato compensare l’elevato consumo calorico dovuto all’attività sportiva. Un consiglio utile può essere quello di organizzare pasti più frequenti, evitando un accumulo calorico concentrato in un’unica volta.
5. Fare un boost di energia – Un consiglio furbo e naturale per ricaricare il proprio corpo con una dose extra di energia è quello di optare per alimenti ad alta densità energetica come semi, frutta secca e olii, soprattutto nelle giornate di workout.

Quando si pratica sport e si segue un regime alimentare vegano bisogna però anche prestare attenzione ad alcuni aspetti specifici, spiega la nutrizionista: “Non fare di testa propria e affidarsi a professionisti in grado di guidare e comprendere le proprie esigenze è la prima regola d’oro. Servono consigli personalizzati che mirano al benessere e al potenziamento della performance, mentre il fai-da-te può provocare complicazioni a volte non facilmente risolvibili. Inoltre, chi sta seguendo anche un percorso ipocalorico finalizzato al dimagrimento, deve ricordare che nei giorni di allenamento l’apporto calorico non può essere lo stesso di una giornata sedentaria”. Sbagliare, infatti, è semplice e sono tre gli errori più comuni che sarebbe meglio evitare in concomitanza al workout. In particolare: Evitare di abusare di alimenti integrali, per chi ha sensibilità intestinale, problematiche collegate al colon irritabile e difficoltà digestive. Evitare la monotonia alimentare, seguendo schemi di rotazione dei cibi durante la giornata e in settimana. Bere meno perché si mangiano alimenti più fibrosi o più verdure. Infatti, bere adeguatamente è basilare per aiutare il fisico a recuperare i sali minerali e ripristinare l’equilibrio idrico corporeo.

L'ALIMENTAZIONE GIUSTA PER I GIORNI DI WORKOUT

Durante le giornate di allenamento è suggeribile adattare i pasti in termini di quantità, tipologia di cibi, combinazione di alimenti e orari dei pasti per aumentare l’introito calorico e compensare il più alto consumo energetico. Secondo l’esperta è preferibile incrementare l’apporto di carboidrati sia nella giornata di allenamento, sia il giorno successivo, per favorire la ricostituzione muscolare e ridurre il naturale stress ossidativo dovuto all’attività, e di alimenti dall’elevato valore biologico e calorico come frutta secca ed essiccata, cereali, legumi e semi oleosi.

Inoltre, anche l’orario dei pasti gioca un ruolo strategico: infatti, se l’allenamento è schedulato in mattinata o nel pomeriggio, è necessario fare uno spuntino completo un’ora e mezza o due ore prima. Questo consentirà al fisico di avere il tempo necessario per avviare buona parte del processo digestivo e, al tempo stesso, mettere a disposizione le energie per iniziare la sessione e gli elementi indispensabili alla fase di ricostituzione muscolare post training. Diversamente, quando si prende come riferimento la colazione o il pranzo, bisognerebbe attendere almeno due ore, soprattutto se si ha l’esigenza di consumare alimenti ricchi di fibre e carboidrati a catena lunga, come legumi o alimenti integrali, poiché questi rendono il processo digestivo più lento.

La Dott.ssa Alessandra Petti spiega: “Nelle giornate di allenamento, i tre pasti principali devono essere completi ed equilibrati, sia dal punto di vista dei micro che dei macronutrienti; quindi, si dovrebbe partire da una buona quota di carboidrati (cereali, riso, pane e patate) per dare la giusta energia e proteggere il corpo dallo stress ossidativo, grazie al contenuto in fibre. A questa vanno poi abbinate le proteine (legumi, tofu, semi oloesi, quinoa) che fungono da elemento elastico e strutturale, e la componente lipidica (semi oleosi, frutta a guscio, olio extravergine di oliva), altra importante forma di riserva energetica. Non devono mancare naturalmente le verdure, fonte di acqua e micronutrienti. Se necessario, è possibile utilizzare integratori, che vadano effettivamente a compensare le eventuali carenze. Infine, pensare a un giusto apporto di acqua; non si deve mai dimenticare di idratare il proprio corpo, a maggior ragione prima, durante e dopo l’allenamento, per compensare quanto perduto attraverso la sudorazione e la traspirazione”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Il decalogo per arredare la camera da letto ideale secondo Emma - The Sleep Company

di Redazione

Pensare all’organizzazione ottimale degli spazi della stanza da letto non è sempre semplice, ma una possibile chiave di volta può fornirla il Feng shui, l’antica arte geomantica taoista che trova anche alcuni concreti riscontri scientifici.

Lo conferma Emma – The Sleep Company, tra le aziende a più rapida crescita in Europa nella produzione di sistemi per il sonno, che ha coinvolto una delle sue esperte, la Dottoressa Verena Senn, neurobiologa e responsabile della ricerca sul sonno per approfondire la tematica e svelare le 10 regole d’oro al fine di arredare la propria stanza creando un “tempio di armonia”, favorire sonni rigeneranti e dare il via a giornate produttive e soddisfacenti.

Feng shui in camera da letto: simmetria, ordine, arredamento minimal e pulizia. Secondo l’antica filosofia cinese, la posizione di ogni oggetto può influenzare l’esperienza vissuta in casa, camera da letto compresa; questa, in particolare dovrebbe essere considerata come un “santuario”, un luogo di pace per riposare e trovare equilibrio.

Per questo motivo, secondo il Feng shui tale spazio dovrebbe essere il più pulito e ordinato possibile ed essere caratterizzato da un design minimale e simmetrico, per trasmettere un senso di serenità e relax. Sia il Feng shui che la scienza ritengono che quando si parla del giusto posizionamento dei complementi d’arredo, è importante riuscire a vedere dal letto la porta di ingresso, senza che questa però si trovi direttamente fronte al letto, consentendo di controllare chi entra nella stanza senza essere visti a un primo sguardo. Tale disposizione favorisce una sensazione di protezione e sicurezza psicologica, che predispone al rilassamento e dunque a un più veloce addormentamento. Inoltre, giocano un ruolo fondamentale la quantità di oggetti presenti nello spazio e l’ordine, in quanto il cervello umano elabora costantemente le informazioni tramite i sensi. Di conseguenza, più complessa è la percezione, più tempo, sforzo e attenzione viene richiesta alla mente, sottoponendola a uno stato di stress non necessario.
Infine, sia le neuroscienze che la filosofia orientale sottolineano l'importanza di mantenere la camera da letto priva di dispositivi elettronici, dato che i device impediscono di raggiungere il livello massimo di oscurità nella stanza e possono accrescere problematiche durante il riposo notturno.

FENG SHUI E SCIENZA: I 10 CONSIGLI STRATEGICI PER ARREDARE LA CAMERA DA LETTO
Secondo l’esperta di Emma – The Sleep Company, Feng shui e scienza trovano allineamento su alcune regole auree che possono davvero avere effetti benefici su corpo e mente, aiutando le persone a vivere con maggior vigore la propria quotidianità, canalizzando l’energia positiva per affrontare al meglio le proprie giornate. Ma quali sono?

1. La corretta disposizione del letto: è ideale posizionarlo non troppo a ridosso dalla finestra, per riposare lontano da eventuali rumori esterni ed evitare correnti d’aria qualora si volessero aprire i vetri.

2. Mai più senza comodino: è importante prevedere sempre tale complemento d’arredo per avere accanto a sé una lampada, un bicchiere d’acqua o eventuali altri piccoli oggetti utili.

3. Più punti luce interni: è bene non concentrare in un unico punto tutte le fonti luminose, ma anzi distribuirle per la stanza per creare un’atmosfera soffusa e più piacevole.

4. Tendaggi di qualità: si consiglia di valutare con attenzioni i tessuti e la manifattura delle tende affinché siano realmente in grado di trattenere la luce esterna, supportando correttamente il riposo notturno.

5. Zero device: è basilare tenere lontano dalla camera da letto tutto ciò che non è indispensabile per il sonno, ma anzi può inficiarne la qualità, come TV, tablet e smart phone.

6. No agli specchi: spesso le persone che hanno disturbi del sonno tendono a verificare il proprio viso come prima cosa al mattino, concentrandosi su rughe e dettagli frutto della notte insonne. Tale atteggiamento può causare un aumento dei livelli di ansia e stress.

7. Via libera a cuscini e piumoni: è una buona idea circondarsi di tutto ciò che favorisce un ambiente accogliente e consente di sentirsi coccolati e al sicuro, nel proprio spazio.

8. Un’immagine allegra: optare per una foto, un quadro o un poster che renda sorridenti e spensierati, può contribuire a svegliarsi più felici.

9. No alla scrivania: è importante usare la camera da letto solo per dormire, per questo motivo non dovrebbe essere presente un’area-ufficio, soprattutto se si svolge un lavoro stressante. Questa regola consente di educare la mente a rilassarsi e a non rimuginare sugli eventi della giornata.

10. Luce solare esterna: essendo il miglior sincronizzatore dell’orologio biologico, è strategico pensare di avere le finestre su un lato del letto. Diversamente, se la finestra si trovasse dietro al letto, non sarebbe possibile beneficiare appieno del sole; mentre, se fosse davanti al letto, la luce potrebbe affaticare gli occhi al mattino, disturbando il risveglio.

“Anche se a un primo sguardo scienza e Feng shui possono apparire distanti, in realtà concordano sulla reale possibilità di trovare l’equilibrio giusto nella propria camera da letto, una serenità tale da consentire alle persone di riattivare la versione migliore di se stessi. In particolare, quando la stanza è pulita, priva di device elettronici che emettono luce blu ed è utilizzata al solo scopo di dormire, è possibile sentirsi più calmi e rilassati, vivere sonni riposanti e svegliarsi con maggior energia. Infine, avere una camera da letto ordinata aiuta a mantenere equilibrio mentale; eliminare gli oggetti di cui non si ha bisogno, può essere una buona metafora e un valido input per lasciar andare ricordi e storie che non fanno più sentire a proprio agio e sereni” - commenta la Dottoressa Verena Senn, neurobiologa e responsabile della ricerca sul sonno di Emma - The Sleep Company.

Dormire in un ambiente in ordine migliora il riposo, per questo tra le novità del brand, il Letto Contenitore Emma ben risponde alla necessità di coniugare praticità, comfort e benessere. Dotato di un ampio vano di stoccaggio, con apertura frontale e sistema di sollevamento ammortizzato, è perfetto per chi ha poco spazio. Adattabile ai materassi Emma, versatile per le esigenze e i gusti di ognuno, con un design essenziale (con o senza testiera) e colori neutri (grigio o beige), il letto trasforma la camera in una piccola oasi dove ritrovare la propria energia.


 

 

 

 

 





crediti foto: space joy (da pixel)

leggi di più

La sfera fiorita, il laboratorio per adulti di Garden Steflor

di Redazione

Il green non solo da acquistare e coltivare, ma anche da vivere con esperienze divertenti e formative. È ciò che troverete da Garden Steflor, che come ogni settimana ha organizzato nella sua sede di Paderno Dugnano (MI) dei laboratori per adulti molto interessanti.

L'appuntamento di questo sabato 21 maggio è tra le ore 10.30 e 12.20 con "La sfera fiorita, un pomader da apPendere in giardino o in terrazzo".
Il costo è di 25€.



 

 

 

 

 




crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Su Wallapop riscopri la magia delle passate edizioni degli Eurovision Song Contest

di Redazione

È tempo di Eurovision Song Contest e l’Italia farà da cornice a questo evento internazionale, che si terrà infatti nella splendida Torino, dal 10 al 14 maggio.

L’Italia è stata protagonista della manifestazione sin dalla prima edizione tenutasi nel 1956, ma per vedere un italiano salire sul gradino più alto del podio bisognerà aspettare il 1964 con Gigliola Cinquetti che trionferà con il suo brano "Non ho l’età". Il nostro paese si è aggiudicato il primo posto in questa manifestazione per ben tre volte, l’ultima proprio l’anno scorso con il trionfo dei Måneskin che hanno riportato l’evento in Italia, dopo 30 anni dall’ultima vittoria, dove a far primeggiare il Belpaese fu Toto Cutugno con la sua "Insieme: 1992".
L’Eurovision Song Contenst è stata una vetrina importante per molti cantanti internazionali, come gli indimenticabili e iconici ABBA che nel 1974 hanno conquistato il pubblico europeo con il loro brano "Waterloo", una delle canzoni più belle che abbiano mai concorso all’evento.

Per prepararsi al meglio alla serata musicale dell’anno, sarà possibile rivivere le emozioni dei precedenti vincitori grazie a Wallapop. Sulla piattaforma, leader nella compravendita di prodotti second hand, che promuove un modello di consumo responsabile e sostenibile, è possibile trovare oggetti che hanno caratterizzato la manifestazione per vivere in prima persona le emozioni del passato. Così anche le generazioni più giovani, potranno avere la possibilità di riascoltare alcuni dei brani più famosi per prepararsi a questa nuova edizione dell’evento Europeo.

Ma i Millennials e la Generazione Z quanto conoscono i grandi artisti del passato? Secondo una ricerca commissionata a BVA DOXA da Wallapop, emerge che ben il 48% degli intervistati, conoscono i brani classici della musica italiana grazie ai loro genitori, che li ascoltavano quando loro erano bambini. Oggi gli artisti che i ragazzi tra 18-25 ascoltano abitualmente sono, per il 50% dei rispondenti, i nuovi esponenti italiani del genere rap e trap (come Blanco, che insieme a Mahmood porterà "Brividi" all’Eurovision), mentre i Millennials amano ascoltare brani dei cantanti della tradizione melodica italiana (56%), o artisti emergenti che provengono da programmi televisivi (39%).

“In Wallapop pensiamo che la musica sia uno strumento fondamentale di espressione, portatore di messaggi di speranza e di spensieratezza – afferma Giuseppe Montana Head of International di Wallapop – per il lancio in Italia abbiamo infatti chiesto al giovanissimo Tancredi di reinterpretare un classico senza tempo come Splendido Splendente della Rettore, perché anche la musica può vivere una seconda vita grazie alla voce di un nuovo interprete”.

Per rispolverare le grandi hit del passato, nella categoria Cinema, libri e musica si possono trovare CD e vinili dei vincitori passati dell’Eurovision Song Contest, come: un vinile di Toto Cotugno di Insieme, CD e LP di Gigliola Cinquetti, un disco degli intramontabili ABBA, il repertorio dei più recenti Maneskin (che lo scorso febbraio hanno avuto un incremento del 250% nelle ricerche sulla piattaforma rispetto al mese precedente) e perché no tutte le hit delle diverse edizioni, in comodi cofanetti.
Su Wallapop si possono trovare anche moltissimi device tecnologici, a un ottimo prezzo, come uno stereo, o giradischi, per ascoltare le hit del passato e dei giorni d’oggi.

Non resta dunque che collegarsi a Wallapop e scoprire le meraviglie che l’Eurovision Song Contest ha regalato in queste 66 edizioni!









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più