San Valentino: OpenTable svela le 5 mosse per non rovinare un appuntamento galante

di Laura Frigerio

Per stasera, in occasione di San Valentino, avete in programma una cena romantica?
OpenTable (piattaforma leader nella prenotazione di ristoranti a livello globale) ha individuato i 5 motivi che rischiano di trasformare un incontro da sogno in un appuntamento irrecuperabile.

Spesso si dice che per far breccia nel cuore di qualcuno sia importante “saperlo prendere per la gola”. Lo confermano i due terzi degli abitanti del Bel Paese (67%), che ritengono il ristorante la location ottimale per un primo incontro e una mossa strategica di conquista. Eppure, ci si conosce da poco, dubbi e incertezze sono dietro l’angolo, qualcosa potrebbe anche andare storto.

OpenTable ha chiesto a donne e uomini quali sono le 5 mosse da evitare per evitare di mandare all’aria la serata.


PER LEI
1) Essere scortesi con il cameriere
2) Mangiare con la bocca aperta
3) Utilizzare lo smartphone a tavola
4) Criticare le scelte del proprio cibo
5) Ordinare al proprio posto


PER LUI
1) Utilizzare lo smartphone a tavola
2) Essere scortesi con il cameriere
3) Mangiare con la bocca aperta

4) Non toccar quasi cibo

5) Criticare le scelte del proprio cibo

Avete preso appunti?


crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

San Valentino: secondo MioDottore a stare meglio sono i single

di Laura Frigerio


San Valentino si avvicina e in molti si stanno preparando a festeggiare la giornata più romantica dell’anno con la propria dolce metà. Però MioDottore (piattaforma leader in Italia e nel mondo specializzata nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo DocPlanner) ci svela che in realtà i single vivono meglio, attraverso l’indagine del dottor Argo Penovi, psicologo che ha trovato dieci benefici di non avere qualcuno al proprio fianco.

Quali sarebbero quindi i dieci motivi per cui si starebbe bene da soli? Eccoli qui:

1. Più tempo per curare il proprio corpo. Quando si è in coppia i momenti da dedicare a palestra e sport diminuiscono necessariamente: si dà più spazio al partner, magari intensificando cene fuori casa e pranzi con parenti. Non stupirà dunque che, mediamente, le persone single risultano più magre di chi è in dolce compagnia.

2. Maggior spazio per le proprie passioni. Se vissuti appieno, gli interessi preferiti necessitano di una quantità notevole di tempo, che si assottiglia drasticamente quando si è in due, proprio perché il vivere in coppia richiede più tempo di qualsiasi altra attività. Inoltre, qualora i partner non condividano le stesse passioni è probabile che seguirle risulti difficile.


3. Più energia per le amicizie. Come per le passioni, l’approfondimento di rapporti amicali necessita cura; anche in questo caso se tra i partner non ci dovesse essere allineamento tra le amicizie, coltivarle diventa complesso.

4. Meno stress per ordine/disordine. Quando si convive con altre persone bisogna inevitabilmente accettare abitudini che non sempre sono congeniali, una delle più frequenti è l’imposizione dell’ordine o del disordine, mentre quando si è single si può organizzare lo spazio domestico a proprio piacimento.

5. Viaggi più rilassati. Un’attività stimolante come la scoperta di nuovi angoli di mondo, può essere fonte di stress qualora i desideri non combacino. Accordare le esigenze di entrambi non è facile e questo rallenta i processi organizzativi riducendo anche la possibilità di partire all’improvviso.

6. Più tempo per sé. Quando si è in coppia si tende a investire tempo ed energie per far piacere al partner più che pensare al proprio benessere.


7. Disponibilità economica più ampia. Le coppie tendono a spendere molto per regali, cene e sorprese, rimanendo con meno soldi per le proprie passioni; i single invece possono organizzare in maniera diversa e autonoma il proprio budget.

8. Zero regole e giustificazioni. I single hanno la possibilità di gestire i propri orari di uscita e rientro a casa e possono essere più sereni e senza sensi di colpa qualora volessero flirtare, anche innocentemente, con qualcuno.


9. Meno litigi. In un rapporto a due, le discussioni, più o meno ricorrenti, sono normali, tale problematica invece non stressa i single.

10. Impegnarsi in un progetto. Maggior tempo e libertà garantiscono la possibilità di impegnarsi in un’idea o un obiettivo specifico che possa dare soddisfazione personale.

I benefici dell’essere single cambiano naturalmente in base all’età. Scopriamo qualcosa in più in merito.

SINGLE A 20 ANNI
Non essere in coppia e dunque avere più tempo da dedicare al proprio percorso di studi, allo sport e alla carriera è senza dubbio uno dei vantaggi più significativi della singletudine in questa fascia d’età. Molti tra coloro che non hanno avuto relazioni amorose per lunghi periodi tra i 20 e i 30 anni, spesso oggi ricoprono posizioni lavorative di maggiore prestigio. Questo perché ogni relazione amorosa richiede una quantità di energie, denaro e compromessi che non possono essere incanalati nella costruzione di progetti privati.
L’assenza di un partner fisso durante questo periodo di vita non necessariamente stimola la sperimentazione sessuale, in quanto sono soprattutto il tessuto sociale e l’ambiente culturale a giocare un ruolo chiave. Infatti ragazzi e ragazze (indipendentemente dal genere, che non è un indicatore di comportamento) qui strutturano personalità e convinzioni. Ad esempio, se un giovane cresce in un ambiente disinibito dove il rapporto sessuale è normalizzato, è più probabile che sia predisposto alla sperimentazione, al contrario chi vive dove l’idea primaria è desiderare una relazione stabile, è probabile che lo sia molto meno.

SINGLE TRA I 30 E I 40 ANNI

I trentenni di oggi sono molto differenti rispetto a quelli di 10 anni fa perché la società è cambiata molto, sia per il protrarsi della fase adolescenziale sia per il prolungarsi del percorso di studi necessario a diventare professionisti affermati. Infine, l’attuale situazione economica non ha permesso a tutti di essere indipendenti e avere un’abitazione altra dalla famiglia di origine. Molti di loro, dovendo rimanere a casa dei genitori, non si pongono l’obiettivo primario di costruire una famiglia propria, ma preferiscono investire in hobby e svaghi.
Tale situazione genera una seconda adolescenza priva dei difetti della precedente (dove molte insicurezze sono state affrontate, si ha denaro per propri piaceri e la libertà di un adulto) portando a preferire l’indipendenza rispetto alla creazione di un’unione consolidata. Anche a livello sessuale, i trentenni single dei nostri giorni sono più attivi e disinibiti rispetto ai coetanei di 10 anni fa: per attitudine adolescenziale, potere economico e per le nuove tecnologie e app di incontri che facilitano l’avvicinamento a più partner.

SINGLE A 40 ANNI
Si potrebbe pensare che la non creazione di un nucleo familiare sia una sorta di “progetto mancato”, ma questo può essere fonte di malessere solo per chi lo desidera e non ha ancora avuto modo di raggiungerlo. In realtà, secondo l’esperto di MioDottore, sono sempre di più gli italiani che preferiscono uno stile di vita votato alla libertà individuale. Per loro la decade tra i 40 e i 50 anni è il momento perfetto: infatti chi aspirava ad essere un professionista in ambito lavorativo ha avuto modo di diventarlo, i guadagni economici sono cospicui, la maturazione psicologica è raggiunta e la sessualità può essere libera e senza compromessi.


SINGLE A 50 ANNI
La principale differenza riscontrabile nei cinquantenni è tra chi vive questa età da single senza figli e chi con prole al seguito e magari nipoti. L’aspetto positivo dell’essere single senza ragazzi in questo periodo della vita si traduce con l’avere meno preoccupazioni e scontri generazionali, oltre a non sentirsi “prigionieri” di quella che nel corso degli anni può essersi trasformata in una famiglia disfunzionale. Diversamente, chi è single ma con figli e magari nipoti, può godersi l’affetto dei propri cari (che ha sempre enormi benefici dal punto di vista emotivo, soprattutto quando ci sono nipotini) ma senza condividere gli spazi e i tempi di una famiglia da gestire in prima persona.



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

San Valentino: idee regalo by Cheerz

di Laura Frigerio

I momenti più belli della nostra vita vengono spesso immortalati da delle foto, compresi quelli romantici. E così, per il San Valentino 2020, Cheerz ha decido di far spazio a quelle foto segrete, nascoste, scambiate in privato, quelle che a loro modo dicono il "ti amo" più sincero.

E per farlo ha lanciato un nuovo prodotto, la Very Little Box: una stupenda box per conservare tutti i momenti più preziosi del quotidiano.


VERY LITTLE BOX
La grande novità Contiene da 30 a 70 mini stampe (5,9 x 8,9 cm)
Layout delle stampe a scelta: a cuore, vintage, terracotta
(A partire da 13 €)

FOTOLIBRO

Da 26 a 96 pagine 100% personalizzabili
Dalla copertina ai layout delle pagine
(A partire da 24 €)

STAMPE SU TELA VINTAGE
Stampa su tela con una piccola frase personalizzata
4 formati a scelta
(A partire da 26 € )

CALAMITE A CUORE
Confezione da 10 calamite personalizzate
A forma di cuore (7 x 7 cm)

(A partire da 20 €)

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Firenze Home Texstyle: Angelo Carillo & C. e i suoi tessuti ecofriendly

di Redazione

Alla seconda edizione di Firenze Home Texstyle (la più importante fiera di biancheria per la casa, tessile per l’arredamento e la nautica in Italia) sarò presente anche la Angelo Carillo & C., azienda leader nel settore tessile casa, con i suoi tessuti ecofriendly.


Presso la Fiera di Firenze, Fortezza da Basso, l’azienda accoglierà gli operatori del settore, presso lo stand F20/G23 nel padiglione Spadolini, piano inferiore. Un grande evento, preannunciato dai numeri della scorsa edizione, che consentirà alla Angelo Carillo & C. di far conoscere ancor di più i suoi brand a livello nazionale ed internazionale, partendo proprio dall’Italia per la realizzazione di nuovi progetti anche oltre confine.

All’interno di questo prestigioso scenario l’azienda presenterà in anteprima tutte le novità per l’A/I 2020-21 dei marchi Reevèr, Riviera e Linea Oro. Ogni collezione è un mondo affascinante, dove stili e colori si intrecciano. Raso, velluto, ecopelliccia e broccato ne esaltano il valore, in un mix di moda e design, con un occhio all’ambiente.

Questo mood, per il brand Reevèr, si esprime nei tendaggi biologici, nati da coltivazioni 100% bio, che rispettano gli standard più esigenti di salute, sicurezza e sostenibilità ambientale. I nuovi tessuti in cotone organico sono coltivati senza l’uso di pesticidi e sostanze chimiche, con tecnologie produttive che riducono l’utilizzo di acqua e le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera.

La collezione trova ispirazione nel ritorno dell’Art Nouveau, nel fascino della vegetazione, selvaggia e misteriosa, nelle geometrie che si contrappongono come specchi riflessi. Tessuti e tendaggi preziosi che esaltano ogni stile di arredamento, personalizzando ogni ambiente della casa e rendendolo armonico ed equilibrato, in chiave eco-chic. Anche per la collezione Riviera è chiaro il rimando all’arte, l’art Decò in questo caso, ispirata al Giappone e alla natura, fatta di foliage e fiori delicati, un tocco esotico reso unico dal mix con stampe animalier, camouflage e geometriche. Lo stile country, autentico must di stagione, si esprime con stampe tartan ed effetto lana che lo rendono materico e caldo. All’interno della collezione presente anche la nuova capsule Reload, composta da tovaglie e accessori per la cucina realizzata interamente con tessuti ricavati da plastica riutilizzata.


La continua ricerca e lo sviluppo di prodotti dallo stile originale e tessuti innovativi hanno portato alla realizzazione, anche per Linea Oro, di una collezione ecosostenibile, composta al 100% da tessuti ricavati da bottiglie di plastica riciclate. Una scelta ecofriendly che si combina con lo stile assolutamente unico della collezione, realizzata con tessuti che si mixano per creare spazi rilassanti. Dalla scelta dei colori, a quella dei tessuti soft touch, anche a metro, l’intera proposta esalta il concetto di confort assoluto, in grado di dare agli ambienti della casa una nota delicata e femminile.

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Carnevale all'Hilton Molino Stucky di Venezia

di Laura Frigerio

A febbraio non c’è solo San Valentino, ma anche Carnevale. Il più noto? Naturalmente quello di Venezia, che quest’anno sarà dedicato al tema dell’amore e andrà in scena dall’8 al 25 febbraio.

 

Per chi, con l’occasione, volesse passare qualche piacevole giornata veneziana, ci sono location da sogno come Hilton Molino Stucky.

L’hotel apre le danze nel primo weekend del Carnevale proponendo ai propri ospiti (e non solo) un evento imperdibile. Skyline Bar, all’ottavo piano, apre le proprie porte per un evento nel rooftop più cool di Venezia.


Domenica 9 febbraio dalle ore 18.30 alle 22.30 si accenderà l’aperitivo con le note del DJ set in vinile di Fabio Leoni al Rooftop Carnival, un Happy Hour sintesi di glam e stile veneziano in piena atmosfera di Carnevale, in collaborazione con Casamigos tequila. Skyline Rooftop Bar invita gli ospiti ad indossare la propria maschera!
Ingresso 15 Euro, con consumazione inclusa.

Le sorprese del Carnevale, ovviamente, non finiscono qui. Per chiudere in bellezza il periodo di festa più colorato dell’anno gli ospiti potranno lasciarsi ammaliare dall’esplosione di sapori e colori della creatività dei nostri bartender.


Dal 20 al 25 febbraio salendo all’ottavo piano si potrà gustare una creazione d’eccezione a base di acqua di cedro Nardini e Midori, un cocktail unico come i 21 parte del Signature Menu del locale.


Con la “migliore vista di Venezia” secondo Lonely Planet lo Skyline Rooftop Bar è una location unica dove sorseggiare un cocktail diventa un’esperienza affascinante.


crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Amazon lancia Lifelong Grain Free Recipe, la nuova linea di cibo per animali domestici

di Laura Frigerio

Chi di voi ha un gatto o un cane? Sappiate che Amazon ha lanciato una nuova linea di alimenti secchi per animali domestici: Lifelong Grain Free Recipe.

La sua particolarità? Non solo è di alta qualità, ma è anche senza cereali, realizzata con carne fresca e quindi fonte di proteine.


I prodotti sono anche senza aromi, coloranti o conservanti artificiali, con ingredienti e antiossidanti naturali.

 

Lifelong Grain Free cibo secco senza cereali è disponibile in tre diversi gusti: pollo, salmone o agnello. Con una selezione di verdure ed erbe naturalmente aromatiche, la linea di prodotti senza cereali supporta la naturale digestione degli animali.

 

Inoltre, la biotina e lo zinco favoriscono la salute della pelle e del pelo, mentre la taurina e la calendula supportono la salute di occhi e cuore.

I prodotti Lifelong sono al 100% bilanciati dal punto di vista nutrizionale e a base di ingredienti accuratamente selezionati. Inoltre, tutti i prodotti del marchio Lifelong per animali domestici sono stati sviluppati da nutrizionisti, specializzati nell’alimentazione degli animali, e controllati da veterinari a dimostrazione dell'amore e la cura verso i piccoli amici a quattro zampe.

Tutti i prodotti Lifelong Grain Free sono disponibili su Amazon.it/lifelong con una fascia di prezzo che parte da € 21 per le confezioni da 3 kg di alimenti per gatti e € 29 per le confezioni da 5 kg di alimenti per cani.



I PRODOTTI

Lifelong Grain free Recipe Alimento secco per gatti adulti con pollo fresco, 3kg. Alimento ipoallergenico completo per animali domestici prodotto con una ricetta premium con ingredienti naturali e il 62% di pollo come singola fonte di proteine animali. Senza grano, mais, soia, uova, lattosio o glutine aggiunti.


Lifelong Grain free Recipe Alimento secco completo per cani di razza piccola con agnello fresco, 3kg. Alimento ipoallergenico completo per animali domestici prodotto con una ricetta premium con ingredienti naturali e il 59% di agnello come singola fonte di proteine animali. Senza grano, mais, soia, uova, lattosio o glutine aggiunti.

Lifelong Grain free Recipe Alimento secco completo per cani adulti, Salmone fresco, 5kg. Alimento ipoallergenico secco completo per cani prodotto con una ricetta premium con ingredienti naturali e 58% di salmone come singola fonte di proteine animali. Senza grano, mais, soia, uova, lattosio o glutine aggiunti.


crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Blue Monday: Les Enderlin ci dà dei consigli per combatterlo

di Laura Frigerio


Oggi vi sentite con il morale a terra? Tranquilli, è tutto normale e condivisibile: è infatti il Blue Monday, il terzo lunedì di gennaio considerato il più triste dell’anno (dopo una ricerca del 2005 dello psicologo americano Cliff Arnald).


Perché proprio questo lunedì è una giornata triste ed emotivamente difficile? In base a un'equazione tra le ferie finite, il conto azzerato da vacanze e regali, il rientro burrascoso e il tempo gelido.


Però attenzione possiamo salvarci, grazie a qualche coccola. A darci dei preziosi e golosi suggerimenti è Les Enderlin. Scopriteli insieme a noi!



UNA COCCOLA AD ALTA QUOTA O A GRADAZIONE ALCOLICA. CON UN BUON TRATTAMENTO BENESSERE
Un po’ di sport, solo se poi c’è il menù degustazione di Paolo Griffa: il Grand Hotel Royal e Golf A Courmayeur ti aspetta il Grand Hotel Royal e Golf con Spa, tre ristoranti, circuiti di guida sul ghiaccio e bellissime camere attrezzate anche per gli amici a quattro zampe. Il promettente chef neo stellato Paolo Griffa ti aspetta!

Tra un massaggio, qualche sauna e un menù degustazione, la visione delle cose prenderà subito una piega diversa. Amati bevendo Amarone della Valpolicella, quello di Santa Sofia Wines: il vino giusto quando si è un po’ giù esiste. Uno di questi è sicuramente il perfetto Amarone invecchiato di una delle cantine più storiche delle colline veronesi.

Bava di lumaca, veleno d’api, caviale per una pelle perfetta!Il viso non ti sarà mai sembrato così luminoso dopo aver usato i prodotti di S’Agapò, la linea cosmetica dell’Istituto Internazionale di Elicicoltura di Cherasco. Le loro chiocciole sono vegetariane e cresciute con amore. Un tocco dei loro prodotti per sorridere allo specchio!

Doppia chance: uscire e degustare un buon drink, o cimentarti nella mixology casalinga. Entrambe le cose cambieranno il tuo umore! Lasciarsi andare alla grande tradizione dei cocktail, in un luogo senza tempo: al ristorante Da Giacomo,in via Sottocorno, potrai rivivere la grande Milano degli anni ‘70 tra un Negroni o un Manhattan molto chic seduti sugli sgabelli del nuovo bancone bar del ristorante. Insieme ai drink, deliziosi finger food, crudi di mare e ostriche a volontà. Immergiti nell'universo del Noir con un drink!In zona Porta Romana ti aspetta The Spirit - un locale intimo, trendy ed elegante, che propone una drink list stagionale dedicata al genere Noir.

Tra i vari cocktail che racchiudono tutti i principali character del noto genere la Femme Fatale, donna predatrice, manipolatrice, e pronta a fare di tutto per ottenere ciò che vuole. Cocktail di colore rosso sgargiante, ha una base di gin e bollicine cui si aggiunge un cordiale di frutti rossi e l'amaro di rabarbaro che ne bilanciano il gusto. La donna è così rappresentata nella sua duplice veste di dolcezza e amarezza. Lasciati tentare! Farsi un cocktail a casa è catartico, soprattutto con Casta la prima grappa pensata per la mixology: direttamente da una delle migliori distillerie d’Italia, Castagner ha realizzato il sogno di tanti amanti del celebre distillato, che ora potremo usare ben tanti buoni cocktail casalinghi, Negroni?

ZUCCHERI E CALORIE, CHE STIMOLANO LE ENDORFINE (SENZA PENSARE ALLA DIETA)
Il cioccolato è l’ingrediente della felicità – i Bodratini, piccole gioie di intensa dolcezza: piccole sfere formate da un sottile e croccante guscio di cioccolato che riserva all’interno una doppia sorpresa: un primo strato morbido e poi un nucleo cremoso e avvolgente. Le confezioni, a doppio fiocco rosso, sono di vivaci colori diversi a seconda del gusto: pistacchio, fondente, nocciola e bonet, il dolce tipico piemontese prodotto con cacao e amaretto. L’azienda dolciaria artigianale di Novi Ligure vende i suoi prodotti a Milano in Rinascente, fiondatevi!

Scaldati con lo zabaione di Ciacco Gelato, da mangiare a cucchiaiate dopo averlo sciolto in un pentolino caldo, o più semplicemente letteralmente riversato sulle palline dei deliziosi gusti, creazioni iniminabili di Stefano Guizzetti: cioccolato in mille versioni, frutta di stagione, creme morbide e gustose. La crema pasticcera e la sua potenza curativa – Il Krapfen che sorride di Pasticceria Martesana: fritto il giusto, ricco di farcitura e ricoperto da finissimo zucchero a velo è d’obbligo sporcarsi le mani. Oltre ad essere goduriosissimo, è anche sorridente. Unica difficoltà scegliere tra le farciture di cioccolato, crema al pistacchio, crema pasticceria o confettura di albicocca.

Si trovano nelle tre pasticcerie Martesana: in via Cagliero, in piazza Sant’Agostino o in via Paolo Sarpi. Doppia porzione di panna per il maritozzo più speciale di Milano – siamo da Gelsomina,la pasticceria che ha (finalmente) portato il dolce più godurioso della tradizione romana in città. Soffice, leggerissimo, dà soddisfazioni al primo morso. Uno o due maritozzi assicurano un doppio sorriso che durerà per tutto il giorno.

Contrasta il freddo e la tristezza di questo lunedì con una calda emozione: ci pensa Pasticceria Sartori Una cioccolata extra fondente servita calda con panna semi-montata aromatizzata con buccia di arancia lasciata in infusione e spolverata da un velo sottilissimo di cannella. Il tutto accompagnato dalla favola che racconta la nascita della Cioccolata Sartori per coccolare fisico, cuore e mente.


I RIMEDI PIU’ GOURMAND
Un piatto che a 50 anni sorprende ancora: l’Uovo in Raviolo del San Domenico di Imola, se sei da quelle parti regalati il piatto icona del ristorante bi stellato, un raviolo immerso nel burro di malga, il Parmigiano Reggiano e il tartufo bianco che schiude il rosso intenso dell’uovo. Subrime e inaspettato, oltre che indimenticabile. Che sia aperitivo, pranzo o cena, la vista sul Duomo di Giacomo Arengario ti solleverà dalla frenesia milanese al settimo cielo. Se hai voglia di rimanere nel cuore di Milano ma lontano dal frastorno del centro e da una routine sfiancantecoccolati con un aperitivo al bancone di Giacomo Arengario o con una cena nella suggestiva loggia, un ambiente che segue il mood dei grandi ristoranti e Cafés dei più importanti musei del mondo.

Lo chef Emanuele Sette, oltre ai grandi classici della cucina di pesce, rivisita in chiave moderna i grandi piatti della tradizione meneghina. Ricca, ben condita, alta quanto basta per creare dipendenza: la pizza di Giolina Giolina è allegria e convivialità, il locale ideale che racchiude l’anima della Grande Milano e il suo spirito dandy mentropolitano. La soddisfazione è assicurata dal primo morso della sua pizza, una napoletana golosa, elegante e singolare, piena di materie prime rare che sono micro-eccellenze italiane. Un’autentica gioia per lo spirito e il palato! Dal classico al frizzante, un bicchiere di Buttafuoco Storico o di Bonarda de La Mossa Perfetta non può che aprire alle porte della gioia!

Siamo in Oltrepò Pavese dove i produttori del Distretto del Vino di Qualità stappano il meglio del territorio. Il Buttafuoco Storico, rosso intenso, Festeggia, con un brindisi: preferibilmente con Elisa, la Barbera tortonese di La Colombera, perché il buon vino rosso è anti-ossidante e fa bene all’umore.

Voglia di bianco? Ti consigliamo un Gavi sempre amichevole, fresco ed elegante. Vuoi accompagnare i tuoi dolci con il vino giusto? Il sontuoso Recioto di Santa Sofia sarà il tuo partner ideale. Cerca la Sostanza: ideale è Porc Dog, l’inedito l’hot dog di Porcobrado, un wurstel di cinta senese Dop leggermente affumicato e abbinato alle salse “home made” di cremosissimo gorgonzola, jalapeno, vino Syrah, aglione, cipolla, mostarda alla pera Porc Dog e i succulenti panini di Porcobrado vi aspettano nel piccolo e festoso locale situato a Isola, dove poter degustare anche i mitici salumi, direttamente dalla loro personale azienda toscana. Non possono che sollevare il morale!



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

I consigli di Wiko e MKS Milano Fashion School per saldi smart

di Laura Frigerio

Avete già ceduto allo shopping da saldi? Resistere è davvero difficile, anche se bisogna sempre stare attente a non sforare il budget a disposizione. Per facilitarvi le cose Wiko (brand di telefonia portavoce del lusso democratico) ha pensato di redigere insieme agli studenti del MKS - Milano Fashion School (istituto accademico di alta formazione con l’obiettivo di formare i professionisti della moda di domani) una preziosa guida allo shopping democratico.

Una guida che suggerisce alcuni capi must-have, “evergreen”, soluzioni e tips affinché i saldi diventino un’opportunità per fare affari e creare outfit pieni di carattere.

Ecco i 5 consigli per fare acquisti “smart”, senza dimenticare un occhio alle condivisioni social_

1) Il blazer. È il vero must-have per ogni stagione: è indossabile in inverno sotto un cappotto o un trench e in primavera/estate diventa il capo passe-partout per ogni evento. Scuro o nei colori neutri, lungo, corto, strutturato o morbido, è perfetto se abbinato a pantaloni sartoriali per un look più elegante e maschile, oppure ad una gonna plissettata per ricreare un outfit anni Settanta, ma anche a jeans e ballerine per uno stile casual e sempre impeccabile.


2) I pantaloni a vita alta. Versatili in ogni occasione, dal lavoro al cocktail con gli amici, sono un capo su cui investire. Con la piega per dare un’immagine più rigorosa e maschile o senza per uno styling più morbido e femminile possono essere abbinati ad una T-shirt e a delle sneakers oppure ad una camicia e a delle décolleté per contesti più formali o eleganti. Perfetti per ogni donna si prestano ad essere declinati nei vari stili, dal romantico al rock, con l’aiuto di accessori come cinture, foulard o fiocchi. Volete indossarli e fare uno scatto da lookbook? Il consiglio di Wiko è optare per un’inquadratura dal basso verso l’alto: tende a slanciare la figura e a conferire importanza al soggetto.


3) La camicia. Con la primavera-estate 2020 la camicia, in tutte le sue forme e fantasie, torna ad essere la protagonista indiscussa di ogni guardaroba che si rispetti. Durante i saldi invernali si possono trovare occasioni per tutti i gusti e per tutte le tasche: modelli stravaganti e dalle suggestioni vintage oppure super basic, come l’intramontabile versione bianca. Per gli amanti dei grandi classici con un paio di jeans è un match vincente, mentre per chi vuole osare e sfoggiare un look più sofisticato basta sovrapporla a un abito bustier - come suggeriscono molti stilisti nelle sfilate dell’autunno-inverno 2019/2020. Il consiglio per valorizzarla in uno scatto? Se indossate una camicia con un pattern rendetela protagonista della foto portandola in primo piano privilegiando uno sfondo neutro (e per un effetto pancia piatta alzate un braccio sulla testa)!


4) L’abito romantico. Tinta unita, in colori pastello, con stampe floreali o total black, può essere una risorsa sia in inverno che in estate. Con un semplice cambio di accessori e impreziosito da gioielli o bijoux lo stesso capo dà spazio a diverse interpretazioni. Corto, lungo, con trasparenze, con nastri, rouches, balze o dalle linee morbide e scivolate, l’abito romantico diventa grintoso con gli anfibi e una giacca di pelle e invece decisamente più cozy con il maxicardigan. Per una foto di sicuro impatto da condividere sui profili social, il consiglio di Wiko è di dare dinamicità al ritratto privilegiando scatti in movimento o con effetto bokeh.

5) Tracollina. Un’icona di stile dal 1955 come insegnava Coco Chanel, dando sfogo a giochi di catene e pelle impunturata. È l’accessorio che con stampe, pattern di loghi o floreali, materiali particolari, in tinta unita, in pelle, non deve mai mancare in ogni armadio. Perciò via libera a mini-bag dalla forma particolare e divertente o a tracolle di medie dimensioni - se si predilige la comodità.


crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Passeggiata guidata sui Navigli con Milano in Tour

di Redazione

Continuano le “esplorazioni urbane” dell'Associazione Culturale Milano In Tour (www.milanointour.it), anche nel periodo natalizio. E per l'occasione le location scelte saranno tra le più magiche della città, per entrare nel giusto mood.

Il 21 dicembre, alle ore 16, è prevista una passeggiata guidata tra le luci di natale sui Navigli.
 I Navigli durante le feste natalizie sono uno spettacolo imperdibile: le luminarie natalizie si riflettono nelle acqua dei canali! Una delle zone di Milano più famose per la movida serale fra aperitivi e ristorantini a lume di candela.

I Navigli però non sono solo serate divertenti: racchiudono anche tantissimi segreti e curiosità sulla Milano più autentica, ormai dimenticata. I visitatori verranno portati alla scoperta di questo quartiere ricco di tradizioni e si inizierà la passeggiata dalla Basilica di Sant’Eustorgio, in Corso di Porta Ticinese. Qui sono custodite alcune reliquie dei Re Magi. Si andrà poi a passeggiare sui Navigli, ammirando la Darsena, il vicolo dei lavandai e altri luoghi davvero suggestivi e pittoreschi. Si scopriranno tutti i segreti di questa zona e tante curiosità sulle tradizioni e sui vecchi mestieri dell'antica Milano.

Per prenotazioni: http://bit.ly/2L4IhWw

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Le sorprese di Alexa (Amazon) per Natale

di Laura Frigerio


Avete un dispositivo Alexa (by Amazon) o avete intenzione di acquistarne uno? Allora sappiate che in occasione delle festività natalizie ci sono delle novità.


Basta, per esempio, chiedere “Alexa, cosa c’è nel Calendario dell’avvento?” per scoprire ogni giorno sorprese e curiosità. Inoltre Alexa conosce tante storie nuove, poesie e canzoni, sia classiche che originali e in esclusiva: basta chiedere “Alexa, raccontami il canto di Natale” o “Alexa, canta Jingle bells”.


Quest’anno è possibile ascoltare Alexa e Babbo Natale duettare su alcune delle canzoni natalizie più famose dicendo “Alexa, canta con Babbo Natale”. Babbo Natale è molto impegnato nella preparazione e nella consegna dei regali per tutto il mese.
Grazie ad Alexa è possibile tenersi informati su dove sia Babbo Natale: basta dire “Alexa, dov’è Babbo Natale?”, e Babbo Natale in persona risponderà.


E per coloro che non vedono l’ora che arrivi il Natale, ci si potrà divertire con il conto alla rovescia pronunciando “Alexa, quanto manca a Natale?”. Tutto questo grazie alla Skill “Babbo Natale”, creata in collaborazione con 22HBG, presente sullo Skill Store di Alexa alla seguente pagina. Per accedere a tutti i contenuti, basta chiedere “Alexa, apri Babbo Natale”.


E non finisce qui: i clienti Alexa possono cucinare pranzi e cene delle Feste come veri chef grazie alla Skill di GialloZafferano: basterà dire “Alexa, suggeriscimi una ricetta di Natale”. Oppure divertirsi con tanti giochi: da un classico delle feste come la Tombola (“Alexa, apri panaro della tombola”), a quiz per mettere alla prova le proprie abilità o sfidare parenti e amici. Basta dire “Alexa, apri Domanda del giorno” per lanciare la Skill Domanda del Giorno, arricchita a partire dal 20 dicembre da un set di domande dedicate alle festività, oppure “Alexa, apri Quiz Vero o Falso” per scoprire un quiz divertente. Dicendo “Alexa, apri Trivial Pursuit” si potrà vivere l’esperienza dell’omonimo gioco in formato Alexa Skill, oppure giocare ad una vera e propria Escape Room con “Alexa, apri Escape Room”.


Ci sono tante altre Skill sullo Skill Store di Alexa: basta visitare la pagina amazon.it/skills per scoprirne migliaia.

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più