Amaranta Sbardella e Melody Bach insieme per il libro “Barcellona Desnuda”

di Laura Frigerio

Martedì 26 giugno, intorno alle ore 19, siete a Milano? Se la risposta è si, vi consigliamo di farvi un salto presso la libreria Verso di corso di Porta Ticinese 40 di Milano.
Il motivo? Ci sarà la presentazione del libro “Barcellona Desnuda” di Amaranta Sbardella. Con lei ci sarà anche Melody Bach con qualche pezzo a tema armata del suo pianoforte.

Presenterà Claudio Visentin, esperto di viaggi e turismo, intervallando i momenti dell'evento.

Il centro della serata sarà rappresentato dalla presentazione della scrittrice romana, che racconterà con il suo garbo il libro sulla capitale catalana. Mentre la pianista di Vaprio d'Adda suonerà qualche pezzo per rendere l'atmosfera vicina allo spirito dell'ambientazione.

leggi di più

Barbara Maso presenta "Né morti, né più vivi"

di Laura Frigerio

Se amate il genere horror e domani, 3 marzo, vi trovate dalle parti di Lecco, vi consigliamo di non perdere la presentazione di "Né morti, né più vivi" di Barbara Maso.

L'appuntamento è alle ore 17.30 presso Ibs + Libraccio.

 

Il romanzo di questa giovane scrittrice  (edito da Il Seme Bianco, all'interno della collana Laserpizio)ha avuto un grande successo, sia di critica che di pubblico.

 

Questa la trama: Una terribile epidemia aleggia nell'Ohio, i non-morti sono risorti dalle tenebre. Aiden, Connor, Olli, Owen, immersi in un luogo oscuro, dovranno farsi coraggio, piangendo i loro figli, i loro amici, dovranno sopravvivere alle aggressioni sanguinose degli zombie. Tanti i colpi di scena, assedi, smembramenti, fughe e azzannamenti. È la paura il sentimento su cui si basano le storie originali e mai raccontate dei protagonisti. Ogni pagina del romanzo è scioccante, questa non è la solita epidemia di zombie, qui i non-morti sono più furbi e più veloci. Sembra non esserci scampo per nessuno. Ognuno dei protagonisti ha una storia dannata, in cui anche i migliori sentimenti vengono sedotti dal fascino della morte e del sangue. Il mondo, all'improvviso, non è più dell'essere umano. Fin dove saranno disposti ad arrivare, per riappropriarsene?

Chi è Barbara Maso: Nata a Lecco, classe 1982, è appassionata di letteratura horror fin da piccola tanto da passare da lettrice a scrittrice.

leggi di più

Elena Ballerini pubblica il libro "Come non darla...vinta"

di Laura Frigerio

Elena Ballerini, nota conduttrice Rai (da quattro anni nel cast del programma “Mezzogiorno in famiglia”), esordisce come scrittrice con il libro “Come non darla...vinta” (edito da Imprimatur).

Autrice e interprete dei suoi testi, Elena Ballerini si cimenta per la prima volta in un saggio brillante affrontando, con una scrittura vivace, il tema dell'affermazione delle donne nel mondo dello spettacolo e, più in generale, del lavoro.

Quelle che ci dà sono delle vere e proprie istruzioni per godere dei vantaggi di certe conoscenze evitando approcci indesiderati. “Avevo scritto questo saggio mesi prima che esplodesse il caso Weinstein” - precisa l'autrice - “Nel mio libro non c’è alcun riferimento alla morale o alla separazione fra giusto e sbagliato. È una linea che ciascuno tratteggia secondo la propria etica".

E continua: "Visto che ogni cosa ha un prezzo perché c’è un prima, un dopo, ma soprattutto un durante, in questo manuale ho descritto alcuni espedienti di fuga per sottrarsi a situazioni imbarazzanti attraverso l’individuazione di strategie da attuare nei confronti delle principali tipologie di uomini potenti, analizzate con un po’ di umorismo, con cui può capitare di imbattersi quando si cerca il proprio posto nel mondo. Perché questo posto si può raggiungere sempre quando si crede in un grande valore come la meritocrazia".

Anche se l'esordio letterario è arrivato solo ora, passione per la scrittura è nata in Elena molto presto. "Nel mio subconscio ho iniziato a fare spettacolo per diventare un giorno una scrittrice” racconta - “Quando avevo 7 anni scrivevo su alcuni foglietti dei pensieri che chiamavo canzoni. Poi li accartocciavo per tenerli nascosti. Erano talmente importanti per me che pensavo che l’unico modo per custodirli fosse non leggerli a nessuno. In realtà mia mamma li aveva trovati tutti e mi iscrisse ad un concorso letterario dopo averli trascritti. Lo vinsi ma provai imbarazzo quando le mie poesie furono lette ad alta voce. Da quel giorno ho scritto ancora e di nuovo solo per me. Fino ad oggi, quando ho capito quanto sia giusto e significativo per me scrivere del tema che mi tocca più da vicino: l’autodeterminazione”.

leggi di più

Alla scoperta del romanzo Cinemascope

di Laura Frigerio

Uno dei romanzi più cool di questa nuova stagione che dovete assolutamente leggere? "Cinemascope", la nuova "creatura" nata dalle penne di Arosio & Maimone, edito da Tea.

Se siete di Milano e volete saperne di più potete andare alla presentazione del romanzo, che si terrà domenica 15 ottobre alle ore 11 presso la Libreria Centofiori, Piazza Dateo 5.


"Cinemascope" rappresenta un nuovo caso per l’avvocato Greta Morandi e il detective Mario Longoni (Marlon), la coppia che indaga nella Milano degli anni Sessanta, dove il boom cede il passo alla congiuntura, i lavori per la metropolitana non finiscono mai e la Dolce vita e la passione per il cinema iniziano a sbarcare anche sui Navigli.

La trama:
Milano, autunno 1963. I giornali strillano in prima pagina l’assassinio di John Kennedy. Relegata nella cronaca locale, invece, la notizia della morte di Edilio Borghini, un industriale che viene trovato impiccato nella propria villa. Omicidio? Suicidio? Gioco erotico finito male? La morte di Borghini avrà radici nella sua litigiosa famiglia, dove l’algida moglie è ai ferri corti col cognato invidioso ed è odiata dal cugino giocatore, oppure nella sua industria di elettrodomestici, retta con pugno d’acciaio dal direttore Piergiorgio Coda? O sarà nascosta nei suoi filmini da regista dilettante, protagoniste le tante donne di cui si circondava? La strada per la soluzione del mistero è lunga e costellata di cadaveri.

leggi di più

"Domina", il nuovo romanzo di Lisa Hilton

di Laura Frigerio


Oggi parliamo di libri e in particolare di "Domina", il secondo capitolo della trilogia della scrittrice inglese Lisa Hilton (edito da Longanesi), che uscirà in Italia il 2 maggio e in contemporanea anche in Francia, Germania e Regno Unito. Il precedente romanzo, "Maestra" (2016), è stato un best seller pubblicato in 42 paesi del mondo e ha venduto solo in Italia oltre 100.000 copie.

Judith Rashleigh, l’originale protagonista della serie, è stata definita dai critici britannici come un Mr. Ripley al femminile (The Times) e una moderna Becky Sharp (The Sunday Telegraph).

Considerata la risposta femminista all’Anastasia Steele di "Cinquanta sfumature di grigio", la protagonista di Domina si conferma un’antieroina decisa e senza scrupoli. Anche in questo nuovo romanzo Lisa Hilton, storica dell’arte, laureata a Oxford, torna a rivelare i retroscena più oscuri e pericolosi del mondo dell’arte, trascinando nuovamente i suoi lettori nelle vicende di Judith, dove male e bene si confondono e la bellezza si intreccia ai traffici illeciti della mafia internazionale.

Se il libro precedente aveva portato alla luce le truffe milionarie delle grandi case d’asta, Domina, ambientato in buona parte in Italia e immerso nel fascino misterioso e ambiguo della laguna di Venezia, rivela il legame esistente tra il mercato delle collezioni private e la criminalità organizzata, la malavita serba e i grandi oligarchi russi. L’autrice, con una narrazione dai toni cupi e dal ritmo serrato e tagliente, utilizza ancora una volta un grande maestro della pittura di ogni tempo come pigmalione artistico per il suo romanzo: dove Maestra aveva illuminato i tratti di modernità delle opere e dell’esistenza di Artemisia Gentileschi, Domina indaga i lati oscuri e perversi dell’animo umano attraverso le tele e la vita di Caravaggio.

Vivamente consigliato!

leggi di più 0 Commenti