Favole Arcobaleno, il nuovo libro di Giovanni Ciacci

di Laura Frigerio

Dopo il successo del suo primo romanzo “La contessa -La scandalosa vita di Giò Stajano” Giovanni Ciacci torna nelle librerie con "Favole Arcobaleno. Storie e leggende di persone libere" (edito da Vallardi).

Si tratta di una raccolta di racconti, ispirati alla biografia di persone straordinarie, che hanno scelto di essere libere, si sono battute per scrivere una storia alternativa, più colorata, più libera, affermando con coraggio il diritto di essere se stesse, di amare secondo i propri desideri.

Le favole fanno sognare, a tutte le età. Sono in grado di farci vedere il mondo nelle sue sfumature, varie e meravigliose come quelle dell’arcobaleno. Ma l’arcobaleno è anche un ponte, un passaggio tra realtà spesso lontane, tra mondi diversi, che segna un cammino che unisce superando la diversità, senza annullarla.

Non è un caso perciò che gli eroi e le eroine che troverete in queste pagine siano personaggi tra loro molto diversi: non sono principesse fantastiche o burattini di legno ma persone vere, reali, che hanno lottato per la libertà ogni giorno della loro vita, con il loro modo di essere e di esprimersi, di amare e di sognare.

Chi è Giovanni Ciacci
Personaggio televisivo, costumista, scrittore e speaker radiofonico, è una figura irriverente, ironica e in controtendenza del mondo dello spettacolo italiano. È stato per sette edizioni un protagonista della popolarissima trasmissione tv “Detto fatto”. Attualmente è in onda tutti i giorni su TV8 con il programma “Vite da copertina”.

Ha partecipato a “Ballando con le stelle” ed è stato il primo uomo a portare sugli schermi di tutto il mondo la same sex dance, in cui la coppia è formata da ballerini dello stesso sesso. Nel suo curriculum troviamo anche tre libri di costume.

 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Le Incredibili Curiosità di Padova, un saggio di Silvia Gorgi

di Laura Frigerio


Ogni città nasconde storie, segreti e curiosità. Sono proprio quest’ultime che la giornalista e scrittrice padovana Silvia Gorgi racconta nel suo nuovo saggio Le Incredibili Curiosità di Padova (edito da Newton Compton editori).


Il libro che arriva in un momento importante per Padova, sempre di più al centro dell'attenzione anche a livello nazionale, grazie alla sua candidatura a Patrimonio dell’Unesco nel 2020 con il progetto di “Padova Urbs Picta”, ossia al suo ciclo pittorico del Trecento, che ha come fulcro la cappella degli Scrovegni di Giotto.

Una grande opportunità per la città del Santo, che sta attraversando un momento magico.

Ma quali incredibili curiosità cela nella sua storia lungo i secoli? Si potrebbe iniziare proprio da Giotto, uno dei suoi simboli, o meglio, non solo da lui, ma dal percorso di “salvezza dell’anima” che se Giotto crea attraverso le immagini dei suoi dipinti, Dante plasma nella Divina Commedia. Perché questo parallelo? Perché Dante, Giotto, e Padova, tutti e tre assieme, formano un triangolo assai curioso, dalle mille sorprese. Ed è sempre un triangolo, ma in questo caso d’amore e d’amicizia, quello che, in città, unisce il patrizio veneziano Andrea Memmo, creatore della piazza più nota della città in stile illuministico, Prato della Valle, la nobile veneziana, nonché scrittrice, Giustiniana Wynne, e il grande seduttore Giacomo Casanova che, fra le vie patavine, oltre a spezzare qualche cuore e praticare riti magici, trascorse l’infanzia e il suo periodo di formazione, allo studio, e alla vita.

Un territorio, quello patavino, che sempre ha attirato grandi personalità, come quella di Pierre Jules Théophile Gautier, il “papà” del Capitan Fracassa letterario, che vi arrivò mentre stava facendo il Grand Tour, e non poté esimersi dall’esercitare il suo “spirito critico” anche quando si ritrovò a visitare le bellezze del centro storico: dal Caffè Pedrocchi alla Basilica del Santo. Non fu certo l’unico intellettuale a essere stato spinto attraverso le rotte del Grand Tour a conoscere la città universitaria patavina: prima di lui Goethe, e molti altri intellettuali. Del resto Padova fu una delle mete imprescindibili per la formazione dei giovani del tempo. E la città finì per essere location perfetta anche per uno dei drammi scritti dal grandissimo Victor Hugo.

Nel Novecento delle guerre mondiali, il Bo, l’ateneo patavino si distinse, cercando di mantenere, fin quando fu possibile, ciò su cui era stato creato: la libertà. Una Resistenza, quella veneta, messa a dura prova in città, dalla presenza della Banda Carità, nel corso del secondo conflitto mondiale. Il terrore prese forma a Palazzo Giusti, dove torture e nefandezze si materializzano in maniera agghiacciante. Fatti, personaggi, relazioni che hanno segnato il passato di una città che s’appresta a vivere un momento magico, fra “Padova Urbs Picta” e gli 800 anni del Bo.

“Le Incredibili Curiosità di Padova” è il quarto saggio patavino scritto da Silvia Gorgi e arriva dopo il successo di “Forse non tutti sanno che a Padova…”, “Storie segrete della storia di Padova” e “I Luoghi e i racconti più strani di Padova”.


PRESENTAZIONI
Silvia Gorgi vi aspetta per delle presentazioni del suo libro. Quando? Ecco i vari appuntamenti:
- 10 novembre Libreria Mondadori Bookstore di Piazza Insurrezione a Padova alle 18. Moderano Giacomo Brunoro e Maxi Sabbion

- 13 novembre OCP Officine Creative Pathos, via Cavalletto 26/28 a Padova alle 18. Modera Damiana Schirru
- 22 novembre, reading all'interno dell'800 Padova Festival, Caffè Pedrocchi, Sala Rossini ore 17
- 30 novembre Libreria di Cultura di Conselve, piazza XX settembre n. 62, Conselve (PD) ore 18

 

 

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Presentata La stoffa della mia vita, la biografia di Martino Midali

di Laura Frigerio

È stato presentato, presso la Maison Martino Midali di Milano, la biografia del celebre stilista intitolato “La Stoffa della Mia Vita” – Un intreccio di trama e ordito.

L’evento, che ha avuto un grande successo, è stato presentato da Jo Squillo portavoce della battaglia contro la violenza sulle donne, che con Midali condivide l’impegno sociale che le riguarda da vicino e con la partecipazione della scrittrice Cinzia Alibrandi, letterata, diplomata in arti drammatiche, che ha saputo restituire sulla carta stampata, le memorie e il percorso di un vero self made man. Una presentazione conviviale con personaggi e figure storiche che hanno da sempre supportato Martino Midali.

Il momento più emozionante? Vedere la commozione di Jo Squillo, nel ricordare la madre, scomparsa di recente, anch'essa grande estimatrice dello stilista. Tra gli applausi finali, si è creata una lunga fila per ricevere un autografo sulla copia appena acquistata.

A seguire si è tenuto un cocktail party con degustazione speciale di Rose Gold Spumante Brut. L’azienda vinicola Bottega Spa ha offerto Bottega Rose Gold, un vino spumante Brut ottenuto dalla vinificazione in rosato delle uve Pinot Nero. Durante la serata, è stato possibile gustare le “sinfonie” di Enrico Rizzi - Milano, il rinomato nome milanese, con la sua boutique di Via Correnti 5 ha proposto Macarons realizzati con le proprie miscele, vere e proprie composizioni di sapori ancora più esclusivi e raffinati.

leggi di più

Le città che leggono di più, secondo Amazon

di Laura Frigerio

Anche quest’anno Amazon.it ha stilato la classifica delle città italiane che acquistano più libri, prendendo in esame il numero di titoli in formato cartaceo e digitale acquistati durante l’ultimo anno su base pro capite nei centri abitati con più di 90.000 abitanti.

Lo scettro, per il settimo anno consecutivo, va a Milano seguita da Padova, Pisa, Bologna e Roma. A completare la top ten Torino, Verona, Firenze. Bergamo e Vicenza.

I generi prediletti?
Milano è la città che maggiormente apprezza differenti generi letterari, aggiudicandosi il primo posto in 7 su 8 delle classifiche divise per generi. Milano è infatti la città in cui si leggono più testi dei generi non-fiction, cucina, fantascienza e fantasy, viaggio, motivazionali, economia e finanza, benessere. Il capoluogo lombardo scivola però sul romanticismo dove al primo posto per la lettura di romanzi rosa si posiziona Bolzano. Bologna si conferma amante della buona tavola arrivando seconda nella classifica dei libri di cucina, Firenze invece conquista la medaglia d’argento per i libri dedicati ai viaggi. Pisa è seconda per il genere non fiction ma anche fantascienza e fantasy dove la medaglia di bronzo se la aggiudica Trieste.

I titoli più apprezzati?
Per quanto riguarda i libri cartacei preferiti dagli italiani, troviamo al primo posto la biografia di un grande campione del calcio italiano, “Un capitano” di Francesco Totti, seguito, in seconda posizione, da “Vivere 120 anni. La verità che nessuno vuole raccontarti” di Adriano Panzironi. Al terzo posto si posiziona invece un grande classico: “Il Piccolo Principe”, di Antoine de Saint-Exupéry. Tra i libri preferiti in formato digitale troviamo al primo posto “Laurie” (versione italiana) di Stephen King, seguito da “Eleonor Oliphant sta benissimo” di Gail Honeyman e al terzo posto “Tre cadaveri” di Raffaele Malavasi.

Letture d’estate
Amazon.it rende disponibile lo store Letture d’estate dedicato alle letture estive e creato grazie ai consigli degli  editori, che sapranno sicuramente ispirare gli amanti dei grandi classici ma anche di gialli, thriller, fumetti e romanzi.

credito foto: ufficio stampa

leggi di più

Le guide turistiche di Morellini per l'estate

di Laura Frigerio

Tra le regole base del buon viaggiatore c’è quella di partire sempre con la guida della località che si andrà a visitare. E Morellini Editore è diventato ormai un vero esperto in materia, tanto che questa estate ha pubblicato nuove guide (e non solo) per le vostre vacanze.
Scopritele insieme a noi.

COLLANA “INSIDER” - ARGENTINA ED ESTONIA “Argentina” di Andrea Battaglini è dedicata all'enigmatico e affascinante Paese del Sud America con i suoi meravigliosi paesaggi naturali, la sua giovane ma florida cultura, il tango, il pato (l'autentico sport nazionale), la sua cucina multietnica capace di mixare ingredienti indios, europei e africani. Con un territorio vasto oltre 18 milioni di kmq, l'Argentina sorprende per la sua varietà, con le smisurate estancias mesopotamiche o con le riduzioni gesuitiche di Misiones, al Selva Misionera e le Cascate di Iguazù. Il Norte invece regala gli scenari più assoluti: la puna, la Quebrada de Humahuaca, le valli Calchaquíes, il Parque Nacional de los Cardones. E poi i vigneti di Mendoza, al Valle de la Luna e infine Cordoba "la dotta", dove si sprigionò la prima riforma democratica universitaria. Ma tutto comincia a Buenos Aires: l'effervescente capital federal cara agli scrittori Luis Borges e Adolfo Bioy Casares, a Juilio Cortázar e al regista Mariano Llinás. Con un ricco apparato fotografico originale dell'autore.

“Estonia”, firmata da Alessio Franconi, è l'unica guida dedicata al più settentrionale degli stati baltici. Indipendente dal 1991, il popolo estone ha saputo lasciarsi alle spalle la lunga dominazione sovietica e rinascere culturalmente, diventando una delle nazioni più avanzate al mondo sul fronte dello sviluppo digitale. Ne è un esempio perfetto Tallinn, una città viva e dinamica, che unisce il fascino medievale a quello della più spiccata modernità. Un Paese attento al rispetto della sua natura e delle sue tradizioni, ricco di attrazioni e attività che renderanno la vostra vacanza qui indimenticabile. Con il candore delle foreste innevate in inverno e rigogliose in estate, con le placide acque dei laghi, con i suoi antichi fari e le sue vivaci città, l’Estonia saprà affascinare tanto chi cerca cultura o divertimento, quanto gli appassionati di sport e i viaggiatori che hanno bisogno di un luogo dove rigenerare il proprio spirito. Segnaliamo che è tornata in libreria anche la seconda edizione di “Armenia e Nagorno Karabakh” di Mauro Morellini, guida di successo a una delle mete dell'Asia occidentale molto apprezzata dai turisti italiani.

COLLANA “GUIDE LOW COST” - SOFIA E ALONISSOS

Anna Masetti torna in libreria con la guida dedicata a "Sofia". Città ancora poco conosciuta dal turismo internazionale, Sofia è dinamica, multiculturale, fatta anche di divertimento e festival culturali. Rapidamente in crescita, guarda sempre più all’Occidente senza però dimenticare le sue radici balcaniche e le influenze orientaliche si riflettono nei sontuosi palazzi del centro, nelle cupole dorate delle chiese ortodosse e nel contrasto che tutto questo ha con i quartieri operai di epoca socialista. Sarà impossibile restarle indifferenti.

Si parte poi con Ughetta Lacatena verso la più remota delle isole Sporadi Settentrionali, “Alonissos” (l’antica Ikos), asilo e rifugio della foca monaca e di altre specie protette, un’isola dalla natura rigogliosa e dalla temperatura ideale. Grazie alla sua posizione, non è mai troppo affollata ed è perfetta per le attività sportivo-naturalistiche outdoor. Bastano pochi giorni per visitarla tutta, ma conviene fermarsi un po' di più per godere dell'accoglienza della sua gente e delle vie acciottolate della Khora (Old Town), dei profumi che si sprigionano dalle taverne e dai forni, dei negozietti di artigianato locale. Patitiri, il villaggio principale dell'isola, raccoglie le attrazioni principali e offre le soluzioni ricettive più comode. Nella guida, consigli su alloggi, spiagge, attività, festival ed eventi, delizie gastronomiche. Il tutto sempre condito dalla favola più bella che le isole greche possano raccontare: il mito.

COLLANA “ITALIA DA SCOPRIRE” - GENOVA E RAGUSA
Con “Genova. Guida alla città e al territorio” William Dello Russo ci porta alla scoperta di questa perla della Liguria che regala inediti scorci e panorami mozzafiato, così come la costa da Volti e Nervi e ancora oltre, che cela bellezze naturali e architettoniche che non hanno nulla da invidiare alle altre località costiere. Questa guida d'autore intende valorizzare la città e il suo patrimonio attraverso numerosi percorsi cittadini ma non solo: si scopriranno anche l'ottima cucina e i personaggi che più l'hanno rappresentata, come Don Gallo, Fabrizio De André e Renzo Piano. Dei dintorni si conosceranno Nervi, l'Abbazia di San Fruttuoso, Santa Margherita Ligure, Rapallo, il Parco naturale dell'Antola e Pegli, per un viaggio che dai più stretti carruggi porterà il lettore verso l'immensità del mare.

Dolores Carnemolla è invece autrice di “Ragusa e il Val di Noto Ibleo”. Si tratta di un viaggio nei tanti volti della provincia più a sud della nostra penisola, in questa città densa di tradizioni e folclore che offre oggi eventi culturali di risonanza nazionale, locali alla moda e molto altro, anche grazie al successo della serie tv Il commissario Montalbano che ha contribuito a far conoscere questo territorio. Benché piccola, Ragusa nasconde inestimabili tesori, tutti debitamente custoditi dall'Unesco, così come un'interessante produzione artigianale e artistica: pregiati ricami, i tipici maranzano (meglio noto come "scacciapensieri") e il carretto siciliano, ma anche arte e musica. Ragusa è una città nella città, suddivisa in due parti, Ragusa Superiore e Ragusa Ibla ("di sotto" in dialetto), che saprà incantare il visitatore con i monumenti tardo barocchi e i suggestivi Giardini Iblei. Spostandosi di pochi chilometri si possono raggiungere le cittadine di Modica e Scicli, oppure visitare le spiagge di Marina di Ragusa o far tappa nel "triangolo del vino" tra Comiso, Vittoria e Acate.

È poi arrivata in libreria l'originale guida “Siena a modo tuo” firmata a quattro mani dai senesi Lorenzo Bianciardi e Andrea Sguerri. Attraverso 10 punti di vista per altrettanti personaggi, gli autori vi condurranno nella Siena più autentica: si può scegliere di seguire le falcate veloci di uno sportivo o accompagnare passo a passo il religioso nei suoi itinerari sulle orme dei grandi Santi senesi; oppure avvicinarsi allo spirito del Palio in punta di zoccolo, vivendo un dialogo fuori dagli schemi. La guida è dedicata a tutti quei viaggiatori che vogliano immedesimarsi in un personaggio e in un percorso tematico, per poi scegliere a piacimento il proprio cammino, improvvisando sulla base di uno spartito comune.

COLLANA “CITTA’ D’AUTORE” - SICILIA
L’antologia “Sicilia d’autore", a cura di Gabriella Kuruvilla, è un affresco collettivo che si muove tra passato e presente, mare e montagna, paesi e città, castelli e carceri, santuari e bordelli, riti religiosi e feste pagane, diavoli e acque sante. Un viaggio sull’isola tra luci e ombre, geografiche ed emotive, narrate da diverse penne.
Le firme dei racconti: Emanuela Ersilia Abbadessa, Stefano Amato, Vanessa Ambrosecchio, Simona Castiglione, Sal Costa, Gabriella Grasso, Gabriella Kuruvillla, Massimo Laganà, Giusy Norcia, Vito Ribaudo, Lietta Valvo Grimaldi, Gianluca Vittorio.

crediti copertine: ufficio stampa

leggi di più