65° Puccini Festival: presente La Compagnia Nazionale di Danza Storica

di Laura Frigerio

Il 9 e il 10 agosto La Compagnia Nazionale di Danza Storica di Nino Graziano Luca parteciperà al 65° Puccini Festival, a Viareggio.

Il 9 agosto, presso Villa Paolina, si terrà il Gran Ballo dell’800; mentre il 10 agosto il Gran Ballo aprirà le danze ed a seguire si terrà la Bohème con Angela Gheorghiu con la Regia di Alfonso Signorini.

Nato nel 1930, il Festival Pucciniano con gli anni è diventato un appuntamento che richiama migliaia di spettatori provenienti da tutto il mondo per ascoltare le più grandi stelle della lirica, sotto la direzione di importanti direttori d’orchestra ed ammirare straordinari allestimenti curati dai più famosi registi dei capolavori pucciniani. 

Le opere di Puccini vanno in scena in un grande teatro all’aperto di 3.400 posti, in riva al lago di Massaiuccoli, circondato dal verde proprio davanti alla Casa Museo del maestro Puccini dove sono custodite le spoglie del musicista e dove si possono ammirare reperti e cimeli della vita e della gloriosa vicenda artistica di Puccini.

Un Festival immerso in una natura mozzafiato che parla di amore - per la Vita e per il Bello-, di passioni, che esalta la migliore cultura italiana nella consapevolezza che il passato può aiutarci moltissimo a vivere meglio il presente ed il futuro.

Fatte queste considerazioni, la Compagnia Nazionale di Danza Storica diretta da Nino Graziano Luca merita questo Festival e questi luoghi, non solo per il curriculum (che la vede reduce da numerosi successi internazionali, dallo spettacolo con Roberto Bolle alla Pinacoteca Ambrosiana di Milano, dalle esibizioni in Cartellone allo Sferisterio di Macerata, a Taormina Arte), ma lo merita in quanto, da sempre, non è solo una compagnia di danza: è soprattutto un modo di essere.

È l’espressione dell’amore per la vita e le sue passioni, dell’arte della speranza, dell’amore per il Bello, ponendo la massima attenzione al rapporto armonico tra uomo-natura e uomo-cultura, il tutto all’interno di un paradigma di lettura della tradizione e del passato in costante, proficuo dialogo con l’attualità e la contemporaneità. 

Il recupero del passato in Compagnia Nazionale di Danza Storica non cede mai il passo ad una lettura romantica e nostalgica della storia e dei fatti ma li ri-significa nel presente, senza perdere di vista gli ideali base della Civiltà europea. Ogni spettacolo e Gran Ballo non ripropone dunque solo un sapere di tempi lontani, ma tende a condividere principi e valori dal cui rispetto dipende anche il nostro presente ed il nostro domani.  

L’omaggio alla grande Opera, all’Operetta ed al Balletto prevederà: Gianni Schicchi – O Mio Babbino Caro (Circle Waltz); La Boheme – Quando m’en vo; Aida – Marcia Trionfale; La Traviata – Valzer;  Rigoletto - Questa o Quella; Il Pipistrello - Quadrille 2, 3, 4, 5; Il Fazzoletto di Pizzo della Regina - Rose dal Sud; Coppelia – Valzer delle Ore. Il viaggio nell’Unione Europea della Danza Storica ci porterà dall’Austria, alla Francia, dall’Italia all’Inghilterra e la Russia con: Fächer Polonaise; Contraddanza dal Gattopardo; Mazurka dal Gattopardo; Hole in the Wall; The Comical Fellow; Mr Beveridge’s Maggot; St. Bernard Waltz; Moscow Polka; Musen Polka;  I Lancieri - Debut Quadrille; Russian Figure Waltzny; Radetsky March.

leggi di più

Martini racconta 80 anni di musica, in scatti

di Laura Frigerio

Da 80 anni la storia di Martini si è intrecciata con quella della musica. E a testimoniarlo la mostra “Terrazze Martini. Uno sguardo sul mondo”, in corso fino al 26 agosto a Casa Martini, a Pessione di Chieri.

La mostra è organizzata da Casa Martini e Archivio Storico Martini & Rossi, con il Patrocinio di Città di Chieri, ANAI Gruppo Italiano Archivisti di Impresa, Museimpresa e con la collaborazione di Associazione Abbonamento Musei e Turismo Torino e Provincia.


MARTINI E MUSICA
All’inizio erano i “Grandi Concerti Radiofonici Martini & Rossi”, che nel 1936 davano il via a un’iniziativa del tutto innovativa, subito amata dal pubblico e seguitissima per tutte le 352 esecuzioni, andate in onda fino al 1964. Grazie a questi appuntamenti musicali, gli italiani potevano scoprire e apprezzare i più grandi nomi della lirica come la soprano Maria Callas e il tenore Beniamino Gigli

Negli anni Ottanta il legame tra Martini e la musica classica è continuato con il ciclo di concerti dedicati a Wolfang Mozart con il violinista Salvatore Accardo. Da oltre settant’anni, inoltre, le Terrazze Martini fanno da palcoscenico ai nomi più importanti della musica italiana ed internazionale, da quella rock alla pop, passando dal jazz e dalla classica: da Herbert Von Karajan a Luciano Pavarotti, da Amalia Rodriguez a Miriam Makeba, da Bill Haley a Cindy Lauper, da Yves Montand a Charles Aznavour.


Star di fama internazionale scelgono le Terrazze Martini per il lancio delle nuove uscite discografiche: per esempio, i Rolling Stones a Bruxelles nel 1964, provocano una tale affluenza di pubblico da rendere necessario l’intervento della polizia per dirigere il traffico bloccato ai piedi del grattacielo della Terrazza.

La storia continua nel 2019 grazie alla partnership con il Jova Beach Party, l’evento musicale dell’anno, in cui Martini è presente con una speciale Terrazza Martini itinerante. Proprio come ieri, anche oggi prosegue il profondo legame con il mondo della canzone, accompagnando i momenti più importanti e celebrando la musica italiana nel mondo. La Terrazza Martini, che in ciascuna delle tappe si affaccia proprio sul palco principale, diventa dunque il punto di ritrovo di vip e personaggi influenti del panorama musicale italiano che proprio da qui assistono ad un avvenimento che tanto ha a che fare con la musica, ma che nello stesso tempo si presenta come un vero e proprio caso sociale che valica i classici confini del concerto.

crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Lirica e classica in estate con Frasso Musica

di Redazione

Dal 4 Agosto all'11 Agosto il Comune di Frasso Sabino (RI) e la Pro Loco di Frasso Sabino presentano la XXX edizione di "Frasso Musica", kermesse musicale sotto la direzione esperta di Fabrizio Fiorini

"Frasso Musica nasce come un festival lirico culturale per estendersi nel tempo a più realtà musicali"-  racconta lo stesso direttore artistico - "Oltre alla musica classica abbiamo cominciato negli anni a rinnovare la tradizione con spettacoli di tango e musica popolare. L'edizione 2019 si aprirà con l'esibizione dei talentuosi allievi del Conservatorio di Santa Cecilia per concludersi con lo spettacolo dei Terraross, suonatori e Menestrelli della Bassa Murgia, che con la loro musica fatta di tarantelle, pizziche e tammuriate della bellissima Puglia intratterranno e divertiranno i presenti. Non solo. Quest'anno anche serate swing e jazz".

Giunto alla 30esima edizione "Frasso Musica" è il festival di musica classica e moderna che vanta l’anzianità più alta nella Sabina. La manifestazione è diventata un appuntamento consolidato e atteso dal pubblico sabinese ed è ormai considerato tra gli eventi di maggiore richiamo del territorio.

IL PROGRAMMA
4 Agosto - gli Allievi del Conservatorio di Santa Cecilia: Beatrice Zappalenti (violino), Simone Coccia (tromba), Ilaria Violetti (pianoforte), Marzia Marianantoni (sassofono), Veronica Aracri (soprano), Federica Paganini (mezzosoprano accompagnate al pianoforte da Michele Biki Panitti.

5 agosto - “Rosabella Tour 2019”: Lavinia Mancusi (voce, violino, chitarra, percussioni), Monica Neri (organetto, lira calabrese, ciaramella, percussioni), Rita Tumminia (organetto, voce, percussioni), Gabriele Gagliarini (percussioni).

6 Agosto - “Tango del retorno”ad esibirsi: Rubén Peloni (voce), Adrian Fioramonti (chitarra), Dario Polonara (bandoneon), Fabrizio Pieroni (pianoforte), Vincenzo Albini (violino), Virgilio Monti (contrabbasso), Marcelo Álvarez e Sabrina Amato (ballerini).


7 Agosto - “Opera che passione”: Tiziana Fabietti (mezzosoprano), Carlo Di Cristoforo (basso), pianoforte Michele Biki Panitti, coro Nova Arcadia, Direttore Piergiorgio Dionisi.

8 Agosto - “Jumpin’Jive Orchestra”(C’era una volta l’Italia dello swing): Romeo Alfredo (batteria), Bochicchio Alfredo (chitarra), Gallinelli Marco (contrabasso), Sanna Agnese (pianoforte), Centofanti Rossano, Ferrazzi Vito, Olimpio Riccardi (sax), Collacchi Enzo, Di cori Stefano (trombe), Coccia Stefano (trombone), Seragusa Laura, Clara Simonoviez, Talone Chiara (voci), Arrangiamenti e direzione - Ciafrei Massimiliano.

9 Agosto - Concerto dell’Art & Jazz Big Band diretta da Felice Porazzini.

10 Agosto - “Musica sotto le stelle”- Arie Classiche e non solo per una notte “lucente”: Maria Rosaria De Rossi (soprano), Selene Fiaschi (soprano), Alessandro Calamai (basso), Sandro Sacco (flauto Traverso), Paolo Paniconi (pianoforte). A seguire osservazione e musiche all’Osservatorio di Frasso Sabino.

11 Agosto - “I Terraross” - Tour 2019

leggi di più

Eleonora Mazzotti partecipa a Queen's Symphonies

di Redazione

Eleonora Mazzotti torna ad esibirsi con l'Orchestra Sinfonica G. Rossini che, insieme al Coro del Teatro della Fortuna “Mezio Agostini”, ha organizzato la rassegna Vitruvio 3.0 (con il sostegno del Comune di Fano – Assessorato alla Cultura e di alcuni sponsor privati ovvero BCC Banca di Credito Cooperativo di Fano, Azimut ed Enereco).

L'appuntamento è per mercoledì 31 luglio, alle ore 21.15 presso Rocca Malatestiana a Fano (provincia di Pesaro e Urbino) con “Queen's Symphonies”. Come si può intuire dal titolo, si tratta di uno spettacolo dedicato al leggendario gruppo inglese, che ripercorrerà la storia della band e la complessa vicenda umana ed artistica di Freddie Mercury.

"Questa estate continua a darmi grandi sorprese: tornerò finalmente a condividere il palco con un'orchestra che stimo molto e che da tempo mi ha dato fiducia. Canteremo e racconteremo, grazie all'importante partecipazione di colleghi attori, la vita di Freddie tra successi, eccessi e genialità”.

CREDITI FOTO
Fotografa: Kasia Art Photography
Location: Labirinto Effimero - Azienda Galassi

Outfit: RUH
Scarpe; La Femme Ravenna
Makeup: Zao - grazie a Bio romance
Make Up Artist: Marina Milandri

leggi di più

A qualcuno piace rock, al Teatro Olimpico di Roma

di Redazione

Torna in scena al Teatro Olimpico di Roma L’Arte nel Cuore Onlus con “A qualcuno piace rock”.

Appuntamento mercoledì 26 giugno alle ore 20.30.

Gli allievi di questa Accademia di formazione Artistica per ragazzi disabili e normo dotati (fondata nel 2005 unica al mondo) saranno protagonisti di questo spettacolo che è ka trasformazione in chiave musicale (con tratteggi ironici e irriverenti) del più celebre successo cinematografico “A Qualcuno Piace Caldo”.

Il campione mondiale di Judo, vincitore dell’ultima Isola dei Famosi, Marco Maddaloni sarà padrone di casa all’Olimpico assieme ad Alex Pacifico, famosissimo manager e talent-scout, da molti anni Ambassador de L’Arte nel Cuore.

Come ogni anno sono anche attesi nelle prime file moltissimi personaggi del mondo dello spettacolo, del cinema e della tv.

Chiaramente saranno presenti alcuni degli attori di “Detective per Caso”, il film presentato alla Festa del Cinema di Roma e proiettato nelle sale cinematografiche lo scorso mese di marzo. Il lungometraggio, com’è ormai noto, è stato interpretato interamente dai ragazzi de L’Arte nel Cuore, un progetto di fortissima integrazione sociale, dove i volti noti del grande schermo hanno solo prestato la loro immagine per qualche cameo. Un film che non parla assolutamente di disabilità, la cui trama è una commedia gialla. Un messaggio sociale importante, quello che L’Arte nel Cuore Onlus continua a lanciare con queste iniziative, occorre dirlo, uniche al mondo. Merito di Daniela Alleruzzo, presidente e ideatrice dell’Accademia, che per prima si è spesa per realizzare questo progetto. 

leggi di più

L'evento MINI FILMLAB a Fuoricinema Fuoriserie

di Laura Frigerio

In occasione della rassegna milanese FuoriCinema FuoriSerie è stato presentato il corto “Una tradizione di famiglia” di MINI FILMLAB, con un evento speciale presso MINI Milano Urban Store, lo showroom che per una sera si è trasformato in un esclusivo cinema d’essai.

Tra i presenti: Geppi Cucciari, Victoria Cabello, Giovanni Caccamo, Mia Ceran, Silvio Soldini, Paola Marella, Syria e Pierpaolo Peroni, Diego Passoni, Rosa Fanti, Erica Del Bianco, Alessandro Sampaoli, Stefano Ronzoni (Direttore MINI Italia), Maurizio Ambrosino (AD BMW Milano), Roberto Olivi (Direttore Comunicazione BMW Italia).

COS’E’ MINI FILMLAB
Questo è stato il primo appuntamento ufficiale per MINI FILMLAB, il progetto di MINI sviluppato in partnership con OffiCine, (progetto culturale nato dalla collaborazione di Anteo e IED Istituto Europeo di Design), dedicato a giovani filmmaker con la Supervisione Artistica dell’illustre regista italiano Silvio Soldini. MINI FILMLAB rappresenta il contenuto principale dell’attività MINI MOVES CINEMA che celebra, per il secondo anno consecutivo, la rinascita del legame tra il cinema e il brand britannico. Dopo il successo dello scorso anno, il 2019 vedrà MINI protagonista di importanti manifestazioni cinematografiche italiane, con un cortometraggio che vuole festeggiare un anniversario importante per il brand.
“Il legame di MINI con il cinema è sempre stato forte" - dichiara Stefano Ronzoni, Direttore MINI Italia - "In sessant’anni di storia MINI ha collezionato svariate apparizioni cinematografiche e televisive e contribuito a sostenere, valorizzare e premiare il cinema e i nuovi talenti. Lo scorso anno abbiamo realizzato il progetto MINI FILMLAB, insieme ad OffiCine, supportando la realizzazione di tre cortometraggi e siamo molto felici dei numerosi successi riscossi. Quest’anno, in occasione del sessantesimo compleanno del brand, MINI ha deciso di rinnovare il progetto MINI FILMLAB, supportando la realizzazione di un cortometraggio celebrativo di questo importante avvenimento”.

UNA TRADIZIONE DI FAMIGLIA
“Una tradizione di famiglia” è il cortometraggio che racconta nei toni freschi e attuali quel mondo di emozioni e valori che costituisce l'essenza stessa di MINI. Il film è ispirato a “60 years of now”, il sessantesimo anniversario dal lancio della piccola auto britannica, divenuta nel tempo un’icona tradizionalmente contemporanea. Nel corto, diretto da Giuseppe Cardaci, due sorelle, dopo la scomparsa prematura della madre, litigano in occasione del sessantesimo compleanno del padre, non sapendo se proseguire o abolire la tradizione di famiglia. Finiranno per aggiornarla in un modo buffo e irrituale. Nel cast una giovane promessa del cinema italiano, Matilde Gioli, insieme a lei Ivano Marescotti ed Erica Del Bianco.

PREMI MINI FILMLAB - LA PRIMA EDIZIONE
Durante la sua prima edizione il progetto MINI FILMLAB, che ha visto la realizzazione e produzione di 3 cortometraggi (Pepitas, Battiti, Tutta colpa di Rocky) si è rivelato un successo inaspettato, diventando uno dei protagonisti più acclamati dei Festival dedicati agli short movie. In occasione di Cortinametraggio 2019 il corto Pepitas del regista Alessandro Sampaoli, con la partecipazione degli attori Lino Guanciale e Ariella Reggio si è aggiudicato diversi riconoscimenti tra cui: Premio Del Pubblico - Farecantine; Premio Rai Cinema Channel per il “corto più web”; il Premio Augustus Color; il Premio Miglior Corto Commedia, assegnato dall’ospite d’onore del Festival Barbara Bouchet e il Premio Miglior Attrice - Dolomia per l’interpretazione di Ariella Reggio. Sempre Pepitas si è aggiudicato il Premio Miglior Regia e il Premio Miglior Cast a Inferenze Short Film Festival 2019, Battiti invece, del regista Michele Bizzi, con Vinicio Marchioni ed Erica Del Bianco, si è distinto per la Miglior Sceneggiatura, realizzata da Alessia Rotondo.

 

Crediti foto: Carmine Conte e Giovanni Mocchetti (da ufficio stampa)

leggi di più

Il Double Decker di Tannico nel parco della Martesana (Milano)

di Laura Frigerio

Un consiglio: se siete a Milano, non dovreste assolutamente prendere impegni il 5, 6, 7 luglio. Dovete infatti sapere che Tannico, l’enoteca online di vini italiani più grande del mondo, porta il suo Double Decker, l’iconico bus inglese a due piani, nel verde del parco della Martesana.

Il bus, adibito a bar e area di ristoro, sarà al centro di una serie di eventi a ritmo di musica. Dalla colazione, al Brit-Nic, alle animazioni per i più piccoli, fino all’aperitivo e dj set notturno, il Double Decker di Tannico rinfrescherà i caldi weekend meneghini con la musica dei dj dell’Atomic fino all’1 di notte.

Tra le varie attività anche l’eclettico karaoke di Ariele Frizzante, con un repertorio per giovanissimi e non, che spazia dal Britpop a pezzi evegreeen.

leggi di più

Lorenzo Riva chiude Moda Movie

di Redazione

La 23esima edizione di Moda Movie, evento dedicato alla moda, si è conclusa in eleganza e bellezza con la collezione L’Or di Lorenzo Riva.

Gli abiti del celebre stilista hanno impreziosito la premiazione dei vincitori del concorso per fashion designer, che da anni fa di Cosenza, per qualche giorno, la capitale della moda italiana.

La sfilata delle creazioni di Lorenzo Riva è stata il coronamento di una serata improntata sulla sobrietà, condotta con verve ed altissima professionalità da Nino Graziano Luca (che dell’evento è stato anche il regista moda), Valeria Oppenheimer e Claudia Andreatti. Lorenzo Riva ha presentato una collezione di abiti strutturati strepitosi con i tessuti più prestigiosi nelle nuance verdi, crema, rosa antico ma anche neri.

Nel corso della sua premiazione Lorenzo Riva si è complimentato pubblicamente con Nino Graziano Luca affermando: “In sessant’anni di carriera internazionale questa è stata la più bella regia moda di una mia sfilata. Nino Graziano Luca ha realizzato delle coreografie ritmate e poetiche che coniugate alla preziosità dei miei abiti hanno finito per creare un tutt’uno armonico e poetico”.

Grandi nomi dell’Alta Moda sono giunti in Calabria negli anni grazie al progetto dell’associazione Creazione e Immagine presieduta da Sante Orrico: da Addy van den Krommenaker a Raffaella Curiel, da Giada Curti a Sabrina Persechino, e ancora Cangiari, Nino Lettieri, Tony Ward e tanti altri.

Ad aggiudicarsi il premio Moda Movie 2019 il duo siciliano composto da Chiara Vinci e Maria Francesca Miccichè; al secondo e terzo posto Alessandra Pucci, di Acri ed Eralda Muca, di Vercelli. Il premio della giuria Junior è invece andato a Salvatore Scardina, giovane stilista palermitano. Durante la kermesse sono stati inoltre assegnati il Press Award alla giornalista del Sole 24 Ore Chiara Beghelli, lo Special Award all’esperto di comunicazione Antonio Gallo e il premio Jacqueline al direttore di ottoetrenta.it Fiorenza Gonzales. All’azienda Amarelli di Rossano il premio Cultura e Imprenditoria, ritirato dall’amministratore delegato Fortunato Amarelli.

Hanno calcato il palcoscenico del teatro Rendano anche l’attrice Jennifer Mischiati, la storica dell’arte Alessandra Cesselon, l’imprenditrice di moda Ino Mantilla, lo stilista Mauro Gala, il dirigente della Soprintenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio Marco Pagano, il direttore vendite Kemon Giovanni Barbieri, il prefetto di Cosenza Paola Galeone, l’assessore regionale alla Cultura Maria Francesca Corigliano, l’assessore comunale al Marketing territoriale Rosaria Succurro e il presidente dell’Asit Rachele Celebre. Apprezzata l’esibizione delle danzatrici Anna Chiara Gallo e Valentina Militano della compagnia Balletto di Calabria.

I premi di Moda Movie 2019 sono stati realizzati da Silvio Vigliaturo, Orafi Perri, Tonino Gallo e Pierluigi Morimanno. La serata dedicata alla moda è stata preceduta dall’Evento Cinema, al Modernissimo di Cosenza, durante il quale sono stati assegnati i riconoscimenti ai partecipanti del concorso per giovani registi, novità di questa edizione.

leggi di più

Parata di stelle al Novara Dance Experience

di Laura Frigerio

È stata inaugurata ieri l’edizione 2019 del Novara Dance Experience, festival internazionale che prevede una serie di eventi imprendibili fino al 15 giugno.

Obiettivo della manifestazione (realizzata in collaborazione con il Comune di Novara e in co-produzione con il Teatro Coccia di Novara) è valorizzare la danza in Italia, in assoluta controtendenza rispetto a quanto accade nel nostro paese.

Direttore Artistico è Francesco Borelli, già danzatore e direttore editoriale della Testata giornalistica Dance Hall News: “Vorrei, come accade all’estero, che le istituzioni italiane si accorgessero della bellezza della danza, valorizzandola e rispettandola. Il Comune di Novara ha raccolto questa sfida abbracciando questo progetto”.


Ieri è iniziato il concorso che prosegue anche oggi (Categorie: Danza classica, danza di carattere, moderna e contemporanea) con due giurie di grande prestigio, presiedute da Anna Maria Prina, già direttrice della Scuola italiana di ballo del Teatro alla Scala per 32 anni.

Tra i giurati: Gheorghe Iancu, Paola Cantalupo (direttrice artistica e pedagogica del Centre International de Danse Rosella Hightower a Cannes), Laura Comi (direttrice della Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma), Mauro Astolfi, Luciano Cannito, Shirley Essebom. Sono previste inoltre Masterclass con la Sig.ra Prina, con Keldi, Mauro Astolfi, e con la Sig.ra Paola Cantalupo

. Nel Gala di chiusura interverranno grandi nomi della danza italiana e internazionale. Verranno consegnati anche premi alla carriera a Carla Fracci, Lorella Cuccarini e Anna Maria Prina.

E non è finita qui perché sarà possibile vedere in anteprima il Bolero ballato da Luciana Savignano, in una nuovissima versione.

Alcuni tra i grandi nomi presenti: Anbeta, Alessandro Macario, i primi ballerini del Teatro alla Scala, Claudio Coviello e Virna Toppi, Bruno Vescovo (già primo ballerino del Teatro alla Scala), Franco Miseria (coreografo televisivo e teatrale), Kristian Cellini (danzatore e coreografo internazionale), i primi ballerini della Spellbound Contemporary Ballet, Gisella Zilembo (event manager del Premio Maria Antonietta Berlusconi - MAB) e Antonio Desiderio (manager internazionale).

Ricordiamo che alla danza si unisce l’impegno sociale della Lilit Novara Onlus (Lega Italiana per la lotta contro i tumori).

leggi di più

Friends e Brillantina, musical benefico condotto da Enzo Iacchetti

di Laura Frigerio

Una serata di sorrisi e spettacolo, destinata a scaldare il cuore. È quello che andrà in scena a Milano, all’Auditorium Pime, giovedì 30 maggio alle ore 20.30.

Si tratta del musical “Friends e Brillantina”, che sarà presentato da Enzo Iacchetti e vedrà in scena i ragazzi disabili de L’Arte nel Cuore Onlus.

Dopo il grande successo cinematografico di “Detective per Caso”, il primo film al mondo interpretato da ragazzi disabili e normodotati, attualmente candidato con due nomination al Ciak D’Oro, L’arte nel Cuore Onlus (che ha prodotto la pellicola) torna in scena a teatro con uno spettacolo davvero esilarante. “

"Friends e Brillantina” è una storia sull’amicizia e sull’amore. Al centro un gruppo di ragazzi che si incontrano e si aiutano a superare le difficoltà e a realizzare i loro sogni, spronati dai loro insegnanti a dare il meglio e a restare uniti per raggiungere il loro obiettivi. 

La scelta di ambientarlo negli anni ’50 nasce dalla necessità di conservare quell’atmosfera colorata, briosa e romantica che tanto ha fatto sognare quella generazione e rivive in noi,  facendoci sorridere, commuovere e danzare.

“Friends e Brillantina” è il secondo spettacolo teatrale organizzato dalla sede meneghina de L’Arte nel Cuore Onlus, interpretato da giovani artisti portatori di diverse disabilità, mantenendo fede in questo modo al messaggio di integrazione che da sempre è il focus dell’Accademia: dove c’è il talento non esistono barriere.

Enzo Iacchetti, da sempre impegnato in attività sociali, ha accettato con entusiasmo di intervenire a questa iniziativa per una giusta causa.

“Friends e Brillantina” è sostenuto dalla Fondazione Cariplo, da Gems Gruppo Editoriale Mauri Spagnole Bardi Edizioni, Patrocinato dal Comune di Miano (Municipio 1) e i proventi serviranno per allargare le molteplici attività de L’Arte nel Cuore Onlus.

Volete partecipare? I biglietti possono essere  prenotati allo 06 5413755 oppure scrivendo a info@artenelcuore.it.

leggi di più