Premio illy Present Future: vince Cally Spooner

di Laura Frigerio

Cally Spooner è la vincitrice dell’edizione 2017 del Premio illy Present Future, sostenuto da illycaffè dal 2001 e assegnato all’artista considerato più interessante nella sezione Present Future dedicata ai talenti emergenti.

Cally Spooner è stata presentata dalle gallerie GB Agency (Parigi) e Zero… (Milano) con l’opera Soundtrack for a Troubled time, 2017.

Il premio è stato conferito oggi da Carlo Bach, Direttore Artistico di illycaffè, Ilaria Bonacossa, direttrice di Artissima e dalla giuria del premio composta da Mary Ceruti, direttore esecutivo e curatrice presso lo SculptureCenter di New York, Carolyn Christov-Bakargiev, direttrice del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea e della GAM di Torino e Luigi Fassi, curatore arti visive del Steirischer Herbst festival di Graz e coordinatore di Present Future per sette anni, ha individuato il vincitore tra una rosa di 20 artisti con la seguente motivazione: “Il lavoro performativo e l’indagine attraverso diversi media di Cally Spooner esplora le modalità della violenza invisibile nell’era digitale. Attraverso la sua arte, comprendiamo come la soggettività e i nostri stessi corpi cambiano quando sono plasmati dalla condizione tecnologica.”

Dal 2012 il Premio offre al vincitore l’eccezionale opportunità di una mostra in un museo di Torino, in concomitanza con l’edizione successiva di Artissima. L’esposizione di quest’anno è dedicata a Cécile B. Evans vincitrice del Premio illy Present Future 2016 con l’opera What the heart wants (2016). Al Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Evans espone una riedizione dell’opera Amos’ World: Episode One (2017), nella sala progetto posta al piano ammezzato dell’edificio della Manica Lunga sino al 7 gennaio 2018.

Grazie alla sensibilità di illycaffè e all’attiva partnership con il Castello di Rivoli, il Premio illy Present Future offre un contributo importante all’affermazione degli artisti emergenti e conferma il ruolo innovatore di un’istituzione artistica di reputazione internazionale.

leggi di più

Rinascimento e #LENUOVEBOLOGNESI

di Laura Frigerio

Rinascimento, brand fashion del gruppo Teddy, sponsorizza la mostra fotografica “Bologna fotografata. Tre secoli di sguardi”, in corso a Bologna a Sottopasso di Piazza Re Enzo fino al 30 settembre.

Rinascimento e Bologna sono un tutt’uno da sempre, li lega l’amore per tutto ciò che è sinonimo di bellezza, di eleganza e di allegria. La mostra è il racconto di una città e della sua gente attraverso lo sguardo di diversi fotografi, immagini che ripercorrono la storia del Novecento, fatta da uomini e donne da sempre legati alla loro Bologna.

Ma come sono oggi #lenuovebolognesi ? Se lo è chiesto Rinascimento ideando un contest all’interno del bookshop della mostra: un fondale con una vista sulla città, alcuni capi della nuova collezione e un set fotografico a disposizione per chi si presenterà con la cartolina #lenuovebolognesi da ritirare presso il negozio Rinascimento in Via Indipendenza 69 a Bologna (il coupon darà anche diritto all’ingresso alla mostra al prezzo ridotto di 4 euro).

Il contest Rinascimento e la scelta di sponsorizzare questa mostra, rappresenta per l’azienda un modo per celebrare e ringraziare la propria città e le bolognesi, che da sempre amano essere eleganti ed originali, proprio come Rinascimento ama vestire le donne.

leggi di più

CAPELLI, la mostra di Cristina Collodel

di Laura Frigerio

Se vi trovate a Padova e dintorni, vi consigliamo di fare un salto al Sottopasso della Stua (in Largo Europa) dove è stata prolungata fino al 15 giugno la mostra CAPELLI in cui potete ammirare le fotografie di Cristina Collodel che ritraggono la comunità cinese della città.

L'artista, originaria della provincia di Treviso ma da diciotto anni a Padova, parte dai giovani italiani che si rivolgono ai parrucchieri cinesi, catturati dal fascino, ancora misterioso, di un taglio d’oriente. Ma è solo l’inizio di un viaggio che la fotografa percorre, lungo i quartieri padovani, all’interno della comunità cinese, fra famiglie storiche di ristoratori, i cui figli sono a tutti gli effetti italiani, ai sarti, ai giovani cinesi che lavorano nei centri estetici, o ancora a quelli che, invece, stanno studiando nel nostro Paese, materie come business marketing e hanno festeggiato il loro Capodanno nelle piazze cittadine.

Curata da Simone Falso, l’esposizione s’inserisce nel programma di sviluppo del progetto artistico “Black & White Veneto”, curato da Kinocchio – il cinema in movimento e l’associazione di Promozione Sociale Kinima, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando Culturalmente 2016.

leggi di più

25° anniversario per illy Art Collection

di Laura Frigerio

Il rapporto da illycaffè e l'arte è sempre stato stretto, quasi simbiotico. A dimostrarlo anche le illy Art Collection, le esclusive serie di tazze che dal 1992 vengono interpretate dai maggiori artisti contemporanei, tra cui icone come Marina Abramović, Robert Rauschenberg, Jeff Koons, Julian Schnabel, Anish Kapoor e Daniel Buren.

Quest'anno, in occasione del 25° anniversario, arriva la Robert Wilson illy Art Collection, firmata dal poliedrico artista statunitense. Una personalità eclettica che ben riassume lo spirito delle illy Art Collection, autentico progetto di design, che negli anni ha coinvolto centinaia di artisti internazionali provenienti dai più diversi ambiti delle arti performative e visive.

leggi di più

Cannes 2017: “CARNE y ARENA”

di Laura Frigerio

È stato presentato in anteprima mondiale al Festival di Cannes “CARNE y ARENA (Virtually Present, Physically Invisible)”, installazione di realtà virtuale concepita da Alejandro G. Iñárritu, prodotta e sostenuta da Legendary Entertainment e Fondazione Prada. Si tratta del primo progetto di realtà virtuale mai incluso in una selezione ufficiale di un festival cinematografico e sarà presentata nella sua versione completa alla Fondazione Prada a Milano dal 7 giugno 2017 al 15 gennaio 2018.

Basato sul racconto di fatti realmente accaduti, il progetto confonde e rafforza le sottili linee di confine tra soggetto e spettatore, permettendo ai visitatori di camminare in un vasto spazio e rivivere intensamente un frammento del viaggio di un gruppo di rifugiati. “CARNE y ARENA” utilizza le più recenti e innovative tecnologie di realtà virtuale, mai usate prima, per creare un grande spazio multi-narrativo che include personaggi reali. L’installazione visiva sperimentale “CARNE y ARENA” è un’esperienza individuale della durata di sei minuti e mezzo che ripropone la collaborazione tra Alejandro G. Iñárritu e il tre volte premio Oscar Emmanuel Lubezki con la produttrice Mary Parent e ILMxLAB.

Presenti sulla Croisette Miuccia Prada, Alejandro G. Iñárritu, Emmanuel Lubezki e Mary Parent.

leggi di più 0 Commenti

A Venezia mostra di Robert Wilson dedicata a illy Art Collection

di Laura Frigerio


Ai Magazzini del Sale di Venezia si inaugura oggi, 10 maggio, la mostra di Robert Wilson dal titolo "THE DISH RAN AWAY WITH THE SPOON everything you can think of is true", dedicata al 25° anniversario delle illy Art Collection, le serie di tazze che dal 1992 illycaffè - l’azienda leader globale nel segmento del caffè di alta qualità – crea in collaborazione con i più importanti artisti contemporanei internazionali.

Un percorso in sette ambienti che il poliedrico artista statunitense, Leone d’Oro per la Scultura 1993, crea integrando, con la sua consueta maestria, una grande varietà di linguaggi artistici. Uno spazio onirico di grande impatto visivo ed emotivo popolato da animali, da sempre presenti nella poetica di Wilson, come emblemi della capacità di ascoltare, dell’abilità di muoversi e dell’attenzione a tutto ciò che ci circonda.

Una tigre siberiana all’interno di un bosco uscito dai dipinti di Hieronymus Bosch; conigli meccanici in un interno vintage; lupi e vulcani accesi; gru e scimmie in un candido giardino; un’elegante pantera e una sorpresa finale, fanno da cornice alla ‘Wunderkammer’ dedicata alla celebrazione delle iconiche tazzine disegnate da Matteo Thun nel 1991 e interpretate, in 25 anni di illy Art Collection, da artisti del calibro di Marina Abramović, Robert Rauschenberg, Jeff Koons, Julian Schnabel, Anish Kapoor e Daniel Buren. Una vastissima collezione di oggetti artistici di uso quotidiano dove centinaia dei maggiori creativi contemporanei hanno lasciato il segno del proprio estro contribuendo a rendere l’originale tazzina da espresso illy un simbolo immediatamente riconoscibile di alta qualità e amore per l’arte.

leggi di più 0 Commenti

La modella-artista Sofia Valleri partecipa a "Oltremare"

di Laura Frigerio

Conoscete Sofia Valleri? È una modella e artista italo-greca dal lungo curriculum (è stata, per esempio, testimonial di brand come Brosway e ha partecipato nel 2014 a “Chiambretti Supermarket”), che parteciperà a “Oltremare”, mostra collettiva che raccoglie le opere di artisti provenienti da Italia, Croazia e Grecia, un immaginario percorso che collega le culture dei popoli che affacciano il Mar Adriatico.

L'esposizione, che si inaugurerà il 10 maggio alle ore 17.30, si terrà presso il palazzo cinquecentesco Tezon Grande dell’isola del Lazzaretto Nuovo di Venezia. Sarà possibile visitarla fino al 10 giugno, nel week-end (il sabato e la domenica).
L’iniziativa rientra nel progetto “Per la rinascita di un’isola – Il Lazzaretto Nuovo”, condotto dall’associazione Ekon Club Onlus. L’isola sarà aperta solo con visite guidate alle ore 9.45 oppure alle ore 16.30 e collegata tramite il vaporetto linea 13 che parte dalle Fondamente Nove. In altri giorni, periodo e altri orari su prenotazione.  

“Un artista, oltre che un pazzo, è anzitutto un creativo” – commenta la modella e artista italo-greca - “Al termine 'pazzo' attribuisco però il significato più positivo che vi si possa accostare, pensando a chi ha voglia di smontare gli schemi e pensare in modo diverso. Una scelta coraggiosa che comporta grandi responsabilità. Io, dal canto mio, costruisco e creo la mia vita giorno per giorno, e trovo significati inusuali nelle parole più comuni. Il termine “casa” per esempio, per me, non ha mai significato qualcosa di stabile. Giro il mondo per lavoro e fin da piccola, per il fatto di essermi sempre divisa tra Italia e Grecia, non ho mai dato grande importanza al luogo o allo stabile in cui mi trovavo. Ciò che contava per me era avere accanto persone in grado di parlare al mio cuore. Ecco, credo che “casa” sia lì dove il cuore batte, ovunque tu sia”.

leggi di più 0 Commenti

Pasqua, l'uovo di stoffa di Madras

di Laura Frigerio

Non di solo cioccolato sono fatte le uova pasquali. Ce lo conferma Madras, che fino al 18 aprile avrà esposto nel proprio negozio milanese (in via Carlo Farini 69), la sua nuova creazione sartoriale ovvero un uovo di Pasqua ricoperto interamente di stoffa.

L'azienda vuole così comunicare il talento nel saper cambiare pelle a qualsiasi prodotto, di qualsiasi forma e dimensione, un processo di metamorfosi reso possibile grazie alla stoffa.

Espressione di arredamento, design e arte, Madras vanta una pluriennale esperienza nei settori tessile e furniture coniugando  la tradizione dell’artigianalità con la passione per il dettaglio e la qualità dei prodotti. Fondata nel 1983 da Teodoro Russo, l’azienda milanese si è via via specializzata arrivando oggi a proporre un ampio assortimento di prodotti che spaziano dai tessuti, tendaggi e rivestimenti dei complementi d’arredo fino alle tende tecniche e all’offerta di materassi e accessori per il riposo.

leggi di più 0 Commenti

Il lato social di White and the City

di Laura Frigerio

L'altra sera noi di Pink and Chic abbiamo partecipato all'evento #socialwhite, lo speciale opening dedicato alla socializzazione, all'incontro e ai nuovi canali di comunicazione, organizzato da White in the City nella moderna "Social Room" di Palazzo Cusani, all'interno dello spazio creato dall'architetto Emanuele Svetti.

#socialwhite perchè il bianco, nell'interpretazione dello studio Svetti, rappresenta non solo il punto di incontro perfetto di esperienze e materiali diversi, quelli di Oikos, ma anche il simbolo di una nuova forma di socializzazione, quella che nasce dalla condivisione istantanea sui social network e sui blog e dal desiderio di lasciare una traccia nel #socialwall interattivo del Web. Il bianco diventa così l'espressione di un nuovo modo di comunicare e condividere la propria lettura del mondo, senza mai perdere di vista la "connessione" con la realtà che ci circonda.

leggi di più 0 Commenti

Milano Design Week: lo stand Zanotta

di Laura Frigerio


Chi in questi giorni di Milano Design Week ha avuto la fortuna di andare a visitare il Salone al suo interno non ha potuto fare a meno di soffermarsi allo stand Zanotta al Pad. 16 che, come ammettono gli architetti Fabio Calvi e Paolo Brambilla, tradisce una certa ispirazione alle installazioni video di Bob Wilson e Bill Viola a cui hanno voluto rendere omaggio.


Una volta entrati si coglie fin da subito il mood di casa vissuta, anche grazie alle installazioni video curate dal regista Marco Pozzi per Quelquechose, inserite come piccoli osservatori curiosi e un po’ indiscreti della vita familiare che vi si svolge. In esse troviamo anche un volto noto, quello dell'attrice Sarah Maestri.


Le ambientazioni sono nove, ciascuna definita da una precisa nuance cromatica, dove gli architetti hanno giocato con forme, materiali e colori, declinandoli con il proprio savoir faire. Un invito a fare altrettanto perché la casa è uno spazio libero da riempire con il proprio stile e il proprio gusto. Un mix di fantasia e volumi da reinventare ogni volta che si desidera. Una casa in evoluzione, che cambia proprio come chi vi abita.

Foto da Instagram

leggi di più 0 Commenti