5 giovani musicisti italiani da tenere d'occhio

di Redazione

Eccoci tornate con i nostri consigli musicali. È arrivato l’autunno e siamo state piacevolmente travolte da un bastimento carico di singoli e album veramente interessanti, che si stanno litigando un posticino nelle nostre playlist.

Stavolta vogliamo puntare i riflettori su 5 giovani artisti italiani, che meritano di essere ascoltati.


Gianluca Modanese - singolo “Settembre (dicono che)”: una ballad intensa e romantica per uno dei cantautori “do it yourself” più popolari sul web, che da indipendente ha già superato 17 milioni di ascolti su tutte le piattaforme digitali.

Dani Faiv - singolo “Luna Nera”: il rapper torna in pista con un pezzo fresco e di impatto immediato. Un singolo con almeno quattro flow diversi e un testo ricco di citazioni, analogie e aneddoti, che attinge a nuovi tappeti sonori.

Stefano Delta - singolo “Nuove Galassie”: il cantautore milanese, fresco di partecipazione al talent “The Coach”, torna sulle scene con un pezzo firmato con Paolo Barillari. Una canzone intimistica, che tocca nuovamente un tema popolare, ma che segna una nuova tappa del suo percorso di crescita artistica.

Gianluca Secco - album “DanzaFerma”: il cantautore, rivelazione del Premio Tenco 2016, ci regala un lavoro che si nutre della tradizione della canzone d’autore vestendola di rock, blues, punk e reggae. Ciliegina sulla torta: delle sonate per pianoforte/voce. Importante la collaborazione con il pianista e compositore Antonio Arcieri.


O’Tsunami - album “12 lacrime”: debut album per il rapper campano che in queste dodici canzoni si mette a nudo, raccontandoci le sofferenze che l’hanno portato a guardare al futuro con occhi diversi. Da segnalare i featuring con Peppe Soks, Ntò, Eris Gacha e Niko Pandetta, oltre alla collaborazione con Nathys (che ha prodotto, registrato, mixati e registrato il disco).











crediti foto: ufficio stampa