San Valentino: i 5 errori da evitare secondo Klarna

di Redazione

Quanti di voi, per San Valentino, si sono fatti prendere dall’ansia da regalo? Se fate parte del club vi consigliamo di leggere con attenzione questa ricerca di Klarna (leader globale nei servizi di pagamento e di acquisto) con cui si è voluto indagare sule abitudini e i gusti degli italiani, per condividere alcuni preziosi accorgimenti per evitare di rovinare (e rovinarsi) la Festa degli Innamorati, dalla scelta dei regali migliori all’utilizzo delle soluzioni di pagamento online più affidabili.

GLI ITALIANI SI CONFERMANO DEGLI INGUARIBILI ROMANTICI
I dati di Klarna rivelano che solo il 23% degli italiani non è interessato a celebrare la ricorrenza di San Valentino, mentre più di 3 su 4 (77%) si lasciano andare a romantici gesti d’affetto. Non tutti, però, sono mossi dalle stesse ragioni: se il 61% degli intervistati include San Valentino tra le proprie feste preferite, c’è invece un 16% che lo festeggia solo per compiacere il partner.

Tendenza diffusa per lo più tra il sesso maschile: tra chi ha dichiarato di celebrare la giornata dell’amore solo per accontentare la dolce metà, infatti, 7 su 10 sono uomini (il 24% del totale). Per chi si appresta a celebrare il giorno degli innamorati, non c’è nulla di meglio del classico scambio di doni: ma se il regalo è un'arte, quello di San Valentino lo è un po' di più.

Cioccolatini (46%), profumi o trattamenti di bellezza (38%) e fiori (37%) restano prove d’amore intramontabili, tuttavia la voglia di stupire non manca: anche se animati dalle migliori intenzioni, però, sbagliare il cadeau per il partner può trasformare il giorno più dolce dell’anno in un vero e proprio incubo. Per aiutare le coppie a sconfiggere l’ansia da regali, Klarna ha quindi identificato i principali errori da evitare per non rischiare brutte figure.

LA TOP 5 DEI REGALI DA EVITARE
1-Trattamenti antirughe e anticellulite
Anche se il partner appare con qualche ruga in più e con linee un po' più morbide, è bene resistere alla tentazione di regalare sieri e creme anti-age o snellenti (salvo su richiesta). A confermarlo il 20% degli innamorati, che pone questo tipo di trattamenti al primo posto dei regali indesiderati. Meglio, piuttosto, prodotti per la cura della persona che non puntino il dito contro i difetti fisici (quasi 4 italiani su 10 li annoverano tra i regali prediletti).

2-Pigiami
Tanto comodi e simpatici, ma sono l’equivalente dei calzini regalati dalla prozia a Natale (almeno per il 18% degli intervistati).

3-Abbonamento per la palestra
Meglio pensare a rimettersi in forma in un altro momento: è questo che sembra pensare il 17% degli italiani, per cui invitare a svolgere esercizio fisico sembra non essere quanto di più adatto a comunicare il proprio amore al partner.


4-Abbigliamento di coppia coordinato
Ovvero quando il romanticismo viene portato all’estremo: per quasi 2 italiani su 10, non è necessario indossare goffi maglioncini o t-shirt uguali per dimostrare i propri sentimenti. Lo stesso vale per gadget romantici come peluche e oggetti a forma di cuore, ritenuti eccessivi dal 15% dei romantici.

5-Oggetti per la casa
Alla stregua di creme antirughe o abbonamenti in palestra, il rischio è di comunicare al partner un messaggio sbagliato, invitandolo magari a fare più spesso le pulizie: il partner vuole ricevere attenzioni, non sentirsi una casalinga o un casalingo disperati (14%).

QUANDO IL REGALO NON È QUELLO CHE CI SI ASPETTA
E cosa fare se, nonostante vademecum e consigli, si sbagliasse comunque regalo? Niente paura, gli italiani si rivelano un popolo sensibile, tanto che più di 8 su 10 tende a non dare a vedere il proprio disagio: di fronte a un dono poco gradito, infatti, oltre la metà sorride facendo finta di nulla (55%), mentre quasi un quinto eccede persino con ringraziamenti e lodi al partner (18%) o qualcuno, un po’ più furbo, pensa immediatamente a come riciclare il regalo senza essere scoperto (10%). La sincerità sembra essere una qualità che appartiene a pochi. Solo il 14% degli italiani, infatti, è abituato a chiede apertamente di poter cambiare un regalo non azzeccato, mentre una piccola minoranza (2%) può arrivare addirittura a offendersi e litigare con il partner.

SAN VALENTINO SI FESTEGGIA A RITMO DI E-COMMERCE: I CONSIGLI PER SCONGIURARE SPIACEVOLI SORPRESE Quest’anno, a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia e in attesa di potersi godere una cena nel ristorante del cuore o un viaggio romantico verso mete esotiche, gli innamorati del Belpaese prevedono di riscoprire la tradizione dei regali, da acquistare però rigorosamente tramite Internet.

La maggioranza (68%), infatti, comprerà online il cadeau per la persona amata. Solo gli over 55enni sembrano prediligere il negozio: quasi la metà di loro (46%), infatti, laddove possibile preferirà acquistare il regalo di San Valentino presso il punto vendita. Per approfittare delle occasioni online senza incorrere in spiacevoli imprevisti, sarà tuttavia necessario prestare attenzione a piccoli accorgimenti, scegliendo e-commerce che offrano standard elevati in termini di pagamento e spedizioni.

Da non dimenticare:
Metodi di pagamento sicuri e tracciabili – i regali possono essere un’incognita, le piattaforme di pagamento no.
Metodi di pagamento alternativi – soluzioni come “Paga in 3 rate” possono semplificare gli acquisti, per essere sereni almeno dal punto di vista economico.
Opzioni di reso gratuito – da una parte verrà apprezzata la possibilità di restituire un regalo non gradito, dall’altra quella di non perdere il proprio denaro.
Possibilità di scegliere data e ora di consegna – perché non sorprendere la dolce metà, programmando il recapito del cadeau in un momento speciale della giornata?
Procedure di rimborso semplici e affidabili – per quando il regalo (o il partner) non si rivela all’altezza delle aspettative.

“Il 2020 è stato un anno particolare, a causa dell’emergenza sanitaria e del lockdown che ha imposto la chiusura dei negozi fisici. Ciò ha avuto inevitabilmente un effetto molto positivo sull’e-commerce e il periodo di San Valentino potrà ulteriormente confermare questo trend. Diventa quindi fondamentale per i brand che vogliono rimanere competitivi, adattarsi a questa rivoluzione digitale sviluppando servizi e soluzioni in linea con le aspettative degli utenti. Verranno premiate quelle aziende che hanno saputo potenziare i propri canali di vendita online con metodi di pagamento alternativi con Paga in 3 rate, permettendo ai consumatori di vivere esperienze d’acquisto quanto più prossime alla persona” - afferma Francesco Passone, Country Manager Italia di Klarna - “La filosofia di Klarna nasce proprio da questa consapevolezza: con il nostro servizio Paga in 3 rate e un’app che consente di gestire e monitorare l’acquisto in ogni sua fase - dal pagamento all’eventuale reso - vogliamo rispondere all’esigenza degli utenti di vivere un’esperienza di shopping online semplice, veloce e trasparente. In questo modo, ci poniamo come un vero partner a supporto della crescita dei brand italiani”.

“Paga in 3 rate” è la nuova soluzione di pagamento lanciata a ottobre in Italia da Klarna, che consente agli utenti di fare shopping nei propri negozi online preferiti e suddividere il costo in tre rate, addebitate ogni 30 giorni senza interessi o commissioni se pagate in tempo. In Italia, Klarna è integrata sulle maggiori piattaforme di shopping online ed è disponibile come soluzione di pagamento sugli online shop dei principali brand.
L’elenco completo e aggiornato è disponibile a questo link: https://www.klarna.com/it/negozi-klarna/



crediti foto: ufficio stampa