Alla scoperta di Alexa Answers

di Redazione

Avete in casa Alexa? Allora sappiate che ora potrete aiutare Alexa a diventare più intelligente grazie alla funzionalità “Alexa Answers”.

DI COSA SI TRATTA
Ogni giorno milioni di clienti in Italia si rivolgono ad Alexa per chiedere le informazioni più disparate, dagli ultimi risultati sportivi, per esempio, al nome dell'attore protagonista del proprio film preferito. Uno degli obiettivi di Amazon è far sì che Alexa possa funzionare bene per tutti i clienti.

Più Alexa viene utilizzata, più il servizio diventa intelligente adattandosi al modo di parlare dei clienti, al loro vocabolario e alle loro preferenze personali. Solo negli ultimi due anni, dal lancio in Italia, Alexa ha registrato un miglioramento del 36% sul livello di comprensione delle richieste dei clienti.

Tuttavia, nonostante Alexa sia in grado di rispondere a un vasto numero di richieste da parte dei clienti, esistono domande alle quali Alexa non ha ancora una risposta. Ad esempio: “Il miele è un cibo per le api?” o “Qual è il gas più abbondante nell'atmosfera?” o “Perché esiste la muraglia cinese?” o “Da che altezza ci si butta col paracadute?” o “Perché le fragole sono rosse?”.

Da oggi Amazon, oltre ad utilizzare le tecnologie più avanzate, come l'apprendimento automatico e la comprensione del linguaggio naturale, vuole coinvolgere direttamente la sua community di clienti per aiutare Alexa a rispondere al maggior numero di domande possibili. I clienti Amazon offrono già da tempo il loro contributo sulle pagine di dettaglio dei prodotti su Amazon.it attraverso le recensioni. Allo stesso modo, con “Alexa Answers”, ciascun cliente potrà aiutare Alexa ad imparare nuove nozioni, a beneficio di tutti gli altri clienti di Alexa in Italia.

COME FUNZIONA
È sufficiente accedere a https://alexaanswers.amazon.it tramite il proprio account Amazon. Sulla pagina sarà visibile un elenco di domande a cui rispondere, filtrabili in base a categorie come “domande più frequenti”, “domande più recenti”, “aree tematiche” oppure come “scienza”, “storia”, “letteratura”, “musica” e altro ancora. Dopo aver inviato una risposta, il cliente guadagnerà punti per classifiche mensili e settimanali e distintivi in base, per esempio, al numero di domande a cui avrà risposto e a quante volte la sua risposta è stata condivisa da Alexa e molto altro ancora.




crediti foto: ufficio stampa