La nuova formazione di Istituto Marangoni

di Redazione

Di fronte all’emergenza globale legata alla diffusione del COVID-19 e che ha portato alla chiusura delle Università, le scuole di moda, arte e design di Istituto Marangoni nel mondo hanno risposto con prontezza e determinazione per garantire agli oltre 4.000 studenti la possibilità di continuare, senza interruzioni, il proprio percorso di formazione.


Istituto Marangoni, grazie ad una rapida riorganizzazione della didattica e all’utilizzo di tecnologie d’avanguardia, è stata capace di organizzare questa "nuova normalità" insieme alla sua comunità di studenti in tutto il mondo, e implementare un progetto di digitalizzazione tra i più ampi.


Apprendimento a distanza, laboratori virtuali, conferenze, workshop, Open Days digitali: queste sono solo alcune delle attività che il Gruppo ha implementato molto rapidamente non appena è iniziato il blocco, garantendo continuità didattica e contenuti esclusivi. Istituto Marangoni, infatti, ha sin da subito previsto un’integrazione tra sessioni on line e studio individuale: tutti i corsi forniti nelle sue sedi nazionali ed internazionali, 9 scuole tra Milano Fashion e Design, Firenze, Parigi, Londra, Mumbai, Miami, Shanghai e Shenzhen, sono stati convertiti digitalmente, utilizzando le piattaforme Zoom e Blackboard Collaborate, con risultati eccellenti: più di 13.000 lezioni online, per un totale di oltre 30.000 ore di didattica.

La didattica ha fin da subito raggiunto anche gli studenti che hanno scelto di tornare nei loro Paesi di origine: le registrazioni delle ore di lezione sono state infatti tradotte e inviate agli studenti che si trovano in un fuso orario di +5 o -5 ore, raggiungendo così il 90% degli studenti. Per garantire questo servizio a livello internazionale, Istituto Marangoni ha attivato tutte le risorse tecnologiche disponibili così da offrire un'esperienza web completa, fornendo l’accesso a tool anche al di fuori delle scuole, in qualsiasi momento della giornata, sabato e domenica inclusi, e da qualsiasi dispositivo (Windows, Mac, Tablet). In questo modo gli studenti non hanno dovuto installare alcun software sui loro dispositivi e - grazie all’intero processo in back-end - la qualità della lezione online non risulta influenzata dalle prestazioni del dispositivo del singolo allievo.

L’IT Department ha configurato più di 150 terminali per garantire l’accesso ai Virtual Lab in modalità online: in questo modo, sono state coperte tutte le funzioni grafiche, anche le più avanzate, fornendo a studenti e insegnanti desktop virtuali con tutto il software accademico necessario da utilizzare su qualsiasi dispositivo. Forte del suo entusiasmo e della partecipazione della comunità studentesca a tutte le attività digitali attuate in questi mesi, le scuole hanno anche implementato una piattaforma a distanza per la discussione del progetto finale di tesi e per gli esami, che procedono secondo programma, senza ritardi e variazioni.

Nella Fase 2, le scuole del Gruppo hanno riaperto i propri laboratori e biblioteche, così da consentire agli studenti di frequentare seminari e tornare a rivivere gradatamente gli spazi delle scuole e il proficuo scambio con i compagni. Istituto Marangoni ha garantito la continuità nel percorso accademico di tutti i suoi talenti, sostenendoli nel miglior modo possibile, raggiungendoli in ogni luogo del mondo e in qualsiasi momento, contribuendo ad una reale e rapida evoluzione del sistema didattico internazionale.




crediti foto: ufficio stampa