Lockdown e benessere fisico: l'indagine di MioDottore

di Redazione


Trascorrere lunghi periodi in casa, rinunciando all’attività sportiva, può incidere sulla forma fisica e il proprio benessere. A risentirne non è solo il girovita, ma anche muscoli e articolazioni, a cui la vita sedentaria non porta benefici.


MioDottore (piattaforma specializzata nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo DocPlanner) ha indagato come e quanto l’attuale situazione di lockdown stia cambiando le abitudini degli italiani in termini di allenamento e impattando sul loro benessere fisico.

Con il contributo della dottoressa Clelia Romita, osteopata e fisioterapista affiliata di Bari, si è dunque voluto approfondire il tema e stilare una lista di consigli e esercizi utili per chi è costretto all’interno delle mura domestiche, senza possibilità di praticare attività sportiva o chi non vuole rinunciare a curare la propria forma fisica anche a casa.

Cosa è emerso dall’indagine? Ve lo sveliamo subito:
-Durante questo periodo di lunga inattività, il 45% degli italiani sta continuando ad allenarsi anche a casa. -Sono le donne le più attive (72% contro il 28% degli uomini) e tra queste, più di 3 su 5 risiedono nel Nord della Penisola.

-Tra le ragioni per cui gli italiani continuano ad allenarsi, al primo posto, per più di 2 italiani su 5, c’è l’intenzione di non perdere i risultati raggiunti, seguita dalla paura di aumentare di peso (36%) e dal bisogno di distrarsi (21%).

-Chi rinuncia ad allenarsi lo fa soprattutto per mancanza di attrezzatura adeguata (40%) e perché non sa quali esercizi eseguire (30%), mentre l’11% dichiara di non riuscire ad allenarsi a casa a causa dei propri figli.

-Il 19% sceglie invece di aspettare la fine del lockdown per riprendere gli allenamenti e non teme l’aumento di peso.



crediti foto: ufficio stampa