Treatwell svela le tendenze beauty del 2020

di Laura Frigerio


Il 2020 è iniziato da poco e non mancano i buoni propositi. Tra questi un must è volersi bene e prendersi cura di noi stesse. E la domanda sorge spontanea: in che modo?

A darci delle risposte è ancora una volta Treatwell (il più grande portale in Europa per la prenotazione di trattamenti di bellezza e benessere) che, basandosi sul Beauty Report dello scorso anno, riesce a prevedere quali saranno i trend dei prossimi mesi.

Le parole chiave? Microbioma, ottimizzazione del sonno, tecnologia, volume e sostenibilità.

Andiamo ad approfondirle una ad una.

MICROBIOMA: BATTERI “AMICI” A FIOR DI PELLE
Microbioma è il termine che ogni beauty addict che si rispetti dovrà conoscere per dimostrare di essere “sul pezzo”. I motori di ricerca sono già stati presi d’assalto: nell’ultimo anno, infatti, le ricerche su Google di informazioni sul microbioma sono schizzate del 110%. Da non confondere con microblading o microdermoabrasione, questa parola si riferisce all’ecosistema di batteri naturalmente presente sulla superficie cutanea per assicurarne il funzionamento ottimale. Nel 2020 questi piccoli grandi amici della pelle entreranno a far parte della skincare e saranno i protagonisti dei prodotti che prometteranno di preservare l’equilibrio della cute e migliorarne l’aspetto.

NO ALLE ORE PICCOLE, SI AL LOOK DA “BELLA ADDORMENTATA"

Altro silenzioso ma prezioso alleato della pelle è il riposo e, mai come quest’anno, dormire sarà trendy. Secondo Pinterest negli ultimi dodici mesi le ricerche di “metodi di ottimizzazione del sonno” sono aumentate del 116%: a far impennare le ricerche saranno stati di certo gli appassionati di beauty, che sanno come una bella dormita, che consente alle cellule di rigenerarsi e di prevenire squilibri nei livelli di umidità della pelle, sia cruciale per combattere inestetismi come occhiaie, carnagione spenta e gonfiori. Difficoltà a prendere sonno? Niente paura: su Treatwell si può ricorrere all’aromaterapia per distendere mente e corpo grazie alla fragranza del patchouli o della lavanda, oppure a un massaggio rilassante per una coccola capace di calmare le terminazioni nervose e distendere i muscoli: sogni d’oro assicurati.

BELLEZZA HI-TECH PER UN’ESPERIENZA TAILOR-MADE
La beauty routine attingerà a piene mani dall’innovazione tecnologica. Via libera quindi a trattamenti avveniristici, dalla maschera led (che sfrutta i fotoni per stimolare la produzione di collagene) ai dispositivi diagnostici per monitorare l’impatto ambientale sulla pelle, passando per i campi elettrici a corrente pulsata creati dall’elettroporazione per far penetrare nel derma sostanze come l’acido ialuronico.

In linea generale, il ricorso alla tecnologia sarà fondamentale per offrire un’esperienza altamente personalizzata, accuratamente calibrata in base al tipo di pelle, di capelli, all’età o alla beauty routine di ciascuno. In questo contesto non mancheranno all’appello i social media, dove si moltiplicheranno i filtri di realtà aumentata, che già adesso su Instagram permettono di divertirsi a sperimentare “senza impegno” beauty look creativi.


CIGLIA E CAPELLI A TUTTO VOLUME

Nel 2020 capelli e ciglia sfideranno la forza di gravità. Treatwell ha rilevato che nel 2019 dal parrucchiere è stato boom di richieste per acconciature raccolte (+82%) e waves (+52%) e la volume-mania non darà segni di cedimento nemmeno nei mesi a venire. Anche lo sguardo sarà protagonista: le extension alle ciglia (le cui prenotazioni sono cresciute del 36% negli ultimi dodici mesi) anche quest’anno continueranno a essere un vero e proprio must per occhi da cerbiatta. La tecnica più cool sarà il Volume Russo, che restituisce un effetto “pluridimensionale” grazie all’applicazione di anche 8 ciglia artificiali su quelle naturali.


VERSO UNA BELLEZZA SEMPRE PIU’ SOSTENIBILE

Gli effetti del cambiamento climatico stanno risvegliando le coscienze dei consumatori, influenzandone sempre più profondamente le abitudini, anche in fatto di bellezza. La domanda di prodotti beauty eco-sostenibili andrà di pari passo con la crescente volontà dei saloni e centri estetici di ridurre il proprio impatto ambientale per garantire un servizio davvero al passo coi tempi. Il colore che non passerà più di moda sarà dunque il green.


E IL 2019?
Siete curiosi di scoprire quali sono stati i trattamenti andati per la maggiore lo scorso anno? Ecco il risultato della ricerca elaborata sulla base delle prenotazioni effettuate sul marketplace tra gennaio 2019 e dicembre 2019.

C’è stata una grande richiesta del microneedling che, attraverso microperforazioni eseguite con un rullo sterile e monouso, stimola la produzione di collagene ed elastina: con un incremento delle prenotazioni pari al 144%, è stato incoronato il trattamento più hot del 2019.


Anche la popolarità del linfodrenaggio (vero e proprio toccasana per la circolazione linfatica e sanguigna) è cresciuta a tripla cifra (+138%) registrando il tutto esaurito in salone. Menzione d’onore anche per la nail art: la decorazione delle unghie è stata scelta dagli utenti il 90% delle volte in più rispetto al 2018. In generale, nel 2019 la bellezza è stata “a lungo termine”, complici anche ritmi quotidiani sempre più frenetici e interessanti possibilità di risparmio sul lungo periodo.

Da un lato, le prenotazioni di pedicure semipermanente sono cresciute del 54%, dall’altro la richiesta di sedute di epilazione laser è aumentata addirittura del 79%, a discapito della ceretta tradizionale che ha perso terreno su vari fronti: si va dal -11% della brasiliana al -18% di quella alle gambe. Grazie alla diffusione di tecniche alternative per modellare le sopracciglia (come il microblading), anche l’appeal del filo arabo è crollato con ben il 51% di prenotazioni in meno.

A mantenere alto il nome della cera sono stati (a sorpresa) gli uomini, che hanno prenotato il 18,2% di cerette in più rispetto all’anno precedente.
Mai come nel 2019 il “me-time” è stato gender-free: l’utenza maschile si è infatti appassionata anche ai trattamenti viso specificamente pensati per lui, facendo impennare le prenotazioni del 22%.

“Monitorare le tendenze che si affacciano al mercato e i trend che plasmano le abitudini delle persone per noi è fondamentale per soddisfare a 360 gradi le esigenze dei nostri utenti. Con un’offerta di trattamenti e saloni in costante crescita e una user experience davvero smart, Treatwell è un prezioso alleato di bellezza per conciliare senza stress self-care e quotidianità, ventiquattro ore su ventiquattro e ovunque ci si trovi” - ha commentato Chiara Cassani, Marketing Manager Italy di Treatwell.


crediti foto: ufficio stampa