The Mark per Poldo Dog Couture

di Redazione

L’hotel The Mark di New York si unisce al brand milanese Poldo Dog Couture per la creazione di una linea di giacche per cani in edizione limitata: l’esclusività dell’hotel newyorkese si fonde così con l’artigianato italiano e il design dal comfort impareggiabile per gli amici a quattro zampe.  

A partire dal 6 settembre, due giacche in edizione limitata, il bomber Milano e l'impermeabile Trieste, entrambi rivisitati nei colori iconici del The Mark, arancio e blu e completi del logo dell'hotel, saranno venduti nella boutique online del The Mark Hotel, LeShop.

Per celebrare questa partnership, The Mark e Poldo Dog Couture ospiteranno il prossimo 6 settembre un evento presso il Central Park di New York per trascorre un pomeriggio rilassante prima della frenesia della settimana della moda newyorkese: sarà allestito un pic-nic preparato dallo chef dell'hotel Jean-Georges Vongerichten e ci sarà l'opportunità di adottare un amico a quattro zampe dal canile di New York, Social Tees. Fondata da due veterani del fashion business, Poldo Dog Couture è un marchio senza tempo, curato artigianalmente nei minimi dettagli per offrire il giusto comfort ai cani di ogni taglia.

La ricercatezza dei materiali e l’assoluta essenzialità dei capi determinano la creazione di modelli unici e originali, estranei a qualsiasi eccesso ma al contrario ideati all’insegna di eleganza e semplicità.  


Considerato uno degli hotel più lussuosi e dog-friendly di New York, The Mark riconosce gli animali domestici come parte fondamentale della famiglia, pensiero perfettamente allineamento con i principi di Poldo Dog Couture. “Siamo felici di poter collaborare con The Mark che si distingue per essere uno degli hotel più raffinati al mondo ed offre un’esperienza di massimo lusso per ospiti, sia umani che a quattro zampe” – affermano i co-fondatori di Poldo Dog Couture. E aggiungono: “In un mondo dove la cura dei particolari fa sempre più la differenza in ogni ambito della nostra vita, non possono di certo essere tralasciati i dettagli che riguardano i nostri grandi e piccoli compagni di vita”.