AYAY, il brand per la beauty routine della zona V

di Laura Frigerio

Sapete che negli Stati Uniti è molto diffusa la beauty routine per le parti intime femminili? Ora questa tendenza si sta diffondendo ed è arrivata anche in Italia, grazie a AYAY, il primo digital native brand cosmetico dedicato alla zona V, nato dalla collaborazione tra IDT (hub di innovativi progetti digitali italiani) e Yamamay.

I prodotti proposti da AYAY aiuteranno le donne a valorizzare e curare una zona delicata la cui pelle può essere soggetta a disidratazione, perdita di tono e irritazioni.

 

“Innovare fa parte del nostro DNA – dichiara Ida Tafuri, Ceo di IDToccupandoci di cosmetica a 360° abbiamo pensato che fosse naturale e necessario lanciare in Italia una linea di qualità dedicata alla zona intima femminile. Nessun tabù: ogni parte del corpo merita coccole, cura e attenzione”.

“Crediamo molto nelle potenzialità dei prodotti AYAY, Yamamay è un brand di intimo, da sempre attento alla cura e alla bellezza delle donne e questa collaborazione con AYAY è la naturale evoluzione di un percorso aziendale iniziato 20 anni fa volto a valorizzare ed esaltare il benessere delle donne e la loro femminilità più recondita. Abbiamo pensato che Ayay potesse essere l’alleato perfetto per una partnership di questo tipo perché è un brand fresco e innovativo che al momento in Italia non ha competitors sul mercato e che comunica liberamente la sua natura, senza preconcetti e tabù” - Gianluigi Cimmino, presidente di Yamamay.

I PRODOTTI
Al momento AYAY ha lanciato sul mercato questi prodotti:
- Patch Parti Intime Post Depilazione, una maschera idratante e lenitiva, disarrossante e normalizzante
- Gel Lenitivo e Idratante Post Depilazione
- Siero Ritardante Ricrescita Peli
- Siero Effetto Lifting

Un kit completo per un’inedita beauty routine riservata alle parti intime che garantisce una pelle giovane, morbida, compatta, elastica e fresca… a tutte le età!

Tutti i prodotti sono efficaci, affidabili e sicuri: lo studio di compatibilità in vitro è stato condotto dal Kosmolab del DISTAV – Università di Genova, nell’ambito della collaborazione con INT.E.G.RA.