La donna bonsai, il primo romanzo di Miriana Trevisan

di Laura Frigerio

 

Ci sono delle belle sorprese in libreria. Una di queste è "La donna bonsai" (Baldini + Castoldi), il primo romanzo di Miriana Trevisan.

 

Volto noto della tv, Miriana racconta qui le storie di donne che potrebbe avere incrociato sulla sua strada, cesellate con finezza sorprendente e con straordinaria intensità.


Ci parla di Virginia, che dalla semplicità di una famiglia umile si ritrova catapultata in un serraglio televisivo dove impara ben presto le leggi della convenienza e del ricatto, poi racconta di Maria, che capisce subito che per scalare i gradini della buona società deve cambiare il suo nome in Anastasia, e con il nome cambia capelli, vestiti, linguaggio, cambia i denti per cambiare il sorriso e cambia il seno per non passare inosservata, per arrivare a Sonia, giornalista di successo in un mondo di maschi ultracompetitivi, che deve sempre dimostrare a se stessa prima che agli altri che è arrivata fin dove è arrivata solo grazie al lavoro e al talento.

Il romanzo è composto da racconti autonomi, che però sono uniti da un filo rosso fino al sorprendente finale corale.

Il libro tratteggia uno scenario che sembra uscito da un film ma che è più realistico del reale, con una scrittura precisa e intensa, che nasconde dietro l’apparente semplicità una straordinaria potenza emotiva.

Miriana Trevisan ci regala l’affresco di un’epoca e di un ambiente che ha conosciuto bene, e dipinge anche, attraverso le sue molteplici facce e i suoi tanti nomi, il ritratto di una donna moderna e inquieta, capace di sopravvivere ai propri sensi di colpa e di sfruttare salvifici momenti di lucidità fino a trovare, con fatica, la propria strada.

Un testo avvincente in cui ogni lettrice troverà squarci di bellezza e di dolore, di ansia e di riscatto, che riconoscerà di aver vissuto sulla sua stessa pelle, anche se solo per una volta.

CHI È MIRIANA TREVISAN
Nata a Napoli, è attrice e presentatrice. Dopo aver esordito con successo a Non è la Rai, show pomeridiano al quale ha preso parte dal 1991 al 1993, si è fatta conoscere dal grande pubblico partecipando a programmi molto popolari come "Striscia la Notizia", "La Corrida", "Pressing" e "La ruota della fortuna".