A Roma è tempo di “Solstizio d’Estate”

di Laura Frigerio

 

Il 16 e il 17 giugno si terrà la VI edizione di “Solstizio d’Estate - Illuminati dal Gusto”, un viaggio nel gusto tra le eccellenze enogastronomiche italiane.

 

Iniziato a Villa Miani e proseguito al Salone delle Fontane, continua quest’anno in una nuova affascinante location: le Officine Farneto di Roma, a due passi dallo Stadio Olimpico nel cuore della movida della Capitale.


Questa edizione è ricca di novità e carica di aspettative: i giorni raddoppiano andando a coprire l’intero weekend dalla mattina fino alle 23:00 certi di superare di gran lunga le quattromila presenze del 2017.

150 gli espositori di eccellenze enogastronomiche provenienti da tutta Italia che offriranno in degustazione i propri prodotti ai visitatori.

Ci saranno ancora una volta gli show cooking durante i quali, chef stellati e non, si alterneranno per realizzare piatti deliziosi e straordinari con i prodotti degli espositori. Accanto ai grandi Chef e grandi ristoratori come Iside De Cesare, Giancarlo Polito ed Enzo Politelli (solo per citarne alcuni), è da segnalare anche l’importante partecipazione delle giovani brigate dell’Istituto Alberghiero Pellegrino Artusi di Roma, tutti coordinati dallo Chef Danilo Compagnucci.

I partecipanti all’evento potranno anche gustare cocktail nell’area di bar tender, oppure fermarsi a mangiare presso l’area lunch allestita dallo sponsor “Seri il Forno”. Tra i protagonisti della manifestazione anche “Intrecci – Alta Formazione di Sala”: la Scuola fondata voluta e fondata dalle sorelle Cotarella.

Infine, tra tante degustazioni ed approfondimenti enogastronomici, ve ne sarà uno espressamente dedicato alla comunicazione enogastronomica: la mattina del 16 Giugno, infatti, presso la Sala conferenze di Solstizio d’Estate dalle 11:30 alle 13:00, si raduneranno giornalisti, food blogger e professionisti della comunicazione nel mondo del food per dialogare insieme e proporre una nuova e comune prospettiva su come comunicare e cosa significhi oggi raccontare il mondo dell’enogastronomia.

A certificare la rilevanza dell’evento sotto il profilo istituzionale, i patrocini del Comune di Roma, del Consiglio regionale del Lazio, della Regione Lazio e dell’Arsial.