BkiB propone un kimono in stile Virginia Woolf

di Laura Frigerio

 

Il kimono è uno dei capisaldi della produzione di Simona Chiaravalle, anima di BkiB, desiderosa di riportare nella moda femminile l’eterea eleganza e il culto del bello degli inizi del ‘900.

Di pizzo candido, raffinato e snob, questo kimono corto che BkiB propone per la Primavera/Estate sarebbe piaciuto tantissimo a Virginia Woolf.

L'’intensa autrice di "Orlando", "La Signora Dalloway", "Gita al faro" (solo per citarne alcuni), che amava mixare e contaminare generi tanto diversi, che adorava abbinare scialli da sera e stivali infangati, grembiuli e stole di pelliccia, cardigan over e bluse di pizzo vittoriano, lo avrebbe indossato su abiti di seta scivolati sul corpo e avrebbe aggiunto scarponcini da giardinaggio e un enorme cappello di paglia decorato di fiori.

Oggi sarebbe considerata una inarrivabile maestra di quello stile geek chic che piace ai designer più colti e alle influencer più sofisticate. Uno stile da imitare, grazie alla versatilità del kimono di BkiB, aperto a mille interpretazioni proprio come una pagina bianca. Lo si può indossare su slip dress di seta come su costumi da bagno, su tubini slim fit e salopette di jeans in un mix&match di stili contrapposti e personali. Tutti da scrivere.