8 marzo: le cantanti più ascoltate secondo StubHub

di Laura Frigerio

Per celebrare la festa della donna, StubHub (piattaforma di compravendita di biglietti del gruppo eBay) ha deciso di analizzare il potere delle cantanti donne rispetto all’universo maschile nel panorama musicale mondiale.

Sebbene, ormai da diversi decenni, le donne si stiano facendo strada nel mondo delle arti, in particolare della musica, il divario di genere sembra essere ancora ampio e questo emerge anche dall’analisi condotta dac: nella top dei 50 artisti più venduti su StubHub, escludendo gruppi e band, infatti, solo il 22% è rappresentato da cantanti donne.

Ma chi sono le 10 donne a guidare la classifica delle cantanti più ricercate a livello globale su StubHub?
Secondo i dati StubHub la standing ovation è per:
# 5 Shakira
# 6 Katy Perry
# 13 Pink
# 17 Lady Gaga
# 20 Taylor Swift
# 22 Celine Dion
# 27 Lana Del Rey
# 28 Britney Spears
# 34 G.E.M.
# 44 Miriam Yeung

Anche nello specifico dell’Italia, Shakira presidia il primo posto come l’artista donna che ha registrato più vendite di biglietti per i suoi spettacoli. Ma nonostante le grandi star femminili e il successo di molte donne nel campo musicale, si osserva che le artiste ancora non ottengono gli stessi risultati delle loro controparti maschili.
Ad esempio: escludendo gruppi e band, gli uomini hanno vinto molte più categorie nei Grammy durante le ultime tre edizioni, con il 72% di vincitori maschili e il 28% di vincitrici;  considerando la piattaforma musicale Spotify, tra i primi 50 artisti più ascoltati a livello mondiale il 20% sono donne soliste, mentre l’80% sono uomini.

Spostandoci sui social network, invece, le cantanti con più follower (sommando Facebook, Twitter e Instagram) sono:
1. Taylor Swift: 264,6 milioni
2. Selena Gomez: 251, 2 milioni
3. Katy Perry: 246, 5 milioni

Anche se le distanze sono ancora evidenti, l'industria musicale offre grandi esempi di come il talento femminile possa rompere gli schemi. Per l’8 marzo, quindi, diamo spazio al alle grandi voci femminili scegliendo una playlist “in rosa” come colonna sonora celebrativa delle donne e del talento musicale in genere.