Il Thanksgiving all'italiana (e vip) dello stilista Alessandro Enriquez

di Redazione

In occasione del Thanksgiving lo stilista Alessandro Enriquez ha deciso di festeggiarlo all’italiana, con una cena esclusiva e digitale, virtualmente in compagnia di numerosi amici vip come Chiara Ferragni, Benedetta Parodi, Greta Ferro, Melissa Satta, Paola Di Benedetto, Simone Susinna, Marco Fantini, Candela Pelizza, Andrea Caravita e Francesco Maccapani Missoni.

“Non volevo rinunciare, in questo difficile momento, a questa celebrazione della gratitudine. Sicuramente non è stato semplice pensarla e realizzarla come negli altri anni, ma forse più che in passato stavolta ho davvero sentito il calore e l’affetto dei miei amici riuniti… anche se a distanza. Non ci resta che attendere insieme un 2021 bellissimo e diverso, con grande impazienza!” - ha dichiarato Alessandro Enriquez.


Lo stilista ha proposto un menù speciale per un Ringraziamento “a distanza” dove i colori pop del designer e le sue scelte food agrumate ci hanno portato in viaggio fino in America con un bagaglio Made in Italy: La crema di zucca con agrumi siciliani e crumble di mandorle pugliesi Donna Francesca era lo starter classico e rivisitato da Alessandro, per poi passare ad una ricetta tradizionale palermitana, “della nonna”, gli anelletti alla siciliana cotti e serviti in scintillanti cocotte Ballarini.


Immancabile da mettere in tavola c’era anche il classico tacchino, simbolo della festa, frutto di una reinterpretazione da parte di Alessandro in collaborazione con il ristorante siciliano Muddica, che insieme lo hanno pensato per gli ospiti in una versione dal profumo più mediterraneo: le mandorle hanno preso così il posto delle castagne per il ripieno, mentre agrumi e spezie, che richiamano l’infanzia del designer, si sono uniti agli altri ingredienti legandosi insieme con il profumo di Jack Daniel’s Honey, per un risultato davvero delizioso.

A chiudere un menu così internazionale il babà, un dolce che parla italiano nel mondo, la classica proposta “napoletana”, anch’esso “riveduto e corretto” da Alessandro e dallo chef Crescenzo Morlando, che hanno deciso di dargli un twist bagnandolo di Pop Caffe , un goloso caffè siciliano dalla note mandorlate, e conferendogli la nota alcolica al miele, con il liquore americano Jack Daniel’s Honey.

Non sono mancati neppure i tipici Cookies con gocce di cioccolato realizzati da Baghi’s, ispirazione americana per un prodotto italiano, in abbinamento al brindisi con “Chenin Blanch” di Mandrarossa.

Per questa serata di amicizia e tradizioni, Alessandro ha studiato con cura il suo menù collaborando con il ristorante siciliano Muddica e altre realtà del mondo della cucina italiana, selezionando solo ingredienti 100% made in Italy: dal caffè siciliano Pop Caffe al tacchino dell’Antica Macelleria Falorni, passando per le mandorle Donna Francesca e il vino Mandrarossa. A colorare di stelle e strisce i piatti immancabile il Jack Daniel’s Honey, il preferito di Alessandro.

Estrema cura anche nella mise en place, scenografica e impattante in pieno stile “Enriqueziano”, perfettamente riuscita grazie soprattutto al prezioso supporto dei prodotti Ballarini, Staub, Bitossi, Richard Ginori, Seletti e Love Therapy.



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

California Prune Board: 4 consigli per la scoperta del benessere indoor

di Redazione

Dedicare il tempo libero ad attività produttive e utili quando si è costretti in casa è un buon modo per rientrare in contatto con noi stessi e per mettere a frutto al meglio il nostro tempo, scoprendo anche nuove pratiche di benessere e distogliendo l'attenzione dai problemi più immediati.

Il California Prune Board (consorzio che riunisce 800 coltivatori e 28 confezionatori di prugne provenienti dalla California) ha individuato i quattro step fondamentali per il benessere quotidiano da realizzare a casa tra meditazione e mindful eating grazie alla collaborazione con Daniel Lumera, sociobiologo ed esperto internazionale di meditazione e Annamaria Acquaviva, dietista nutrizionista per il Board in Italia.

MANGIA CONSAPEVOLMENTE
Mangiare lentamente, masticando bene, favorisce la buona digestione e il senso di sazietà che è fondamentale nell’approccio alla dieta: lo percepiamo, infatti, solo dopo 20 minuti dall’inizio della masticazione. Se mangiamo in fretta, quindi, mangeremo più del necessario, senza gustare il cibo ma incrementando il peso corporeo, inghiottendo aria e rendendo difficile la digestione. La pratica della meditazione può aiutare a vivere con maggiore consapevolezza anche il momento dei pasti, praticando quello che viene definito il “mindful eating”.


“La pratica del mindful eating consiste in un nuovo approccio al cibo, una nuova consapevolezza nel nutrire il proprio corpo. Questo ci permette di distinguere tra la fame vera e la fame di “altro”. Ecco perché nella scelta del cibo è bene preferire alimenti sazianti, che ci aiutano a tenere sotto controllo l’appetito. Diversi studi scientifici hanno dimostrato come il consumo di Prugne della California, all’interno di una dieta sana e bilanciata, non crea problemi al controllo del peso, ma favorisce la sazietà, grazie al basso IG di 291 all’alto contenuto in fibre (7,1/100 g) che contribuisce al mantenimento in buona salute del sistema digestivo, delle ossa e del sistema immunitario2” - spiega Annamaria Acquaviva.

IMPARA A MEDITARE, A PARTIRE DAL TUO RESPIRO
La meditazione insegna ad essere più consapevoli delle emozioni che si vivono e a godere dei momenti che si trascorrono con sé stessi o con i propri cari. Focalizzarsi su ogni istante e valorizzare “il qui e ora” favorisce anche il controllo dello stress. Imparare a meditare concentrandosi sul respiro svuotando la mente dai pensieri più superflui, è il modo più efficace per iniziare a coltivare la propria consapevolezza.
Quando si medita e si focalizza tutta l’attenzione sul proprio respiro si costringe la propria mente al presente, poiché il respiro può esistere solo nel momento attuale. Con la pratica ripetuta, questa semplice tecnica contribuirà a rafforzare la propria consapevolezza.

CONTROLLA LA TUA POSTURA
Per un giorno intero, provare ad essere costantemente consapevole della postura che si adotta aiuta il raggiungimento del benessere personale. Che si sia seduti, sdraiati o in piedi, concentrare tutta la propria attenzione verso il proprio corpo ha un effetto immediato nel ripristinare la propria coscienza del presente. Lo scopo è semplicemente essere consapevoli delle sensazioni che il corpo sta avvertendo qui e ora (la pressione della sedia, il pavimento sotto i piedi o una leggera brezza sulle braccia).

GUARDA, ASCOLTA, SENTI – LA MEDITAZIONE DELLA GENTILEZZA
Dopo i primi esercizi introduttivi per respirazione e postura, praticare un semplice esercizio di meditazione come la “Meditazione della Gentilezza” di Daniel Lumera aiuta a sciogliere le tensioni, staccare dal mondo esterno e ridurre stress e preoccupazioni.

“La meditazione è una forma di nutrimento rigenerativo per il corpo, le emozioni, la sfera mentale ed esistenziale. Possiamo considerare la meditazione a tutti gli effetti come un integratore della nostra dieta biologica, emozionale e mentale perché ha un profondo impatto sul rallentamento dei processi di invecchiamento (radicali liberi, morte cellulare, infiammazione), così come sul tono dell’umore e sulla chiarezza e presenza mentale. La Meditazione della Gentilezza rappresenta un allenamento biologico, emozionale, mentale ai sentimenti di reciprocità, unione e cooperazione che abbassano livello di stress, di conflittualità permettendoci di sviluppare una mente quiete e concentrata, di migliorare la nostra salute psicofisica, ristabilire un equilibrio emozionale e sviluppare relazioni sane e consapevoli” -  spiega Daniel Lumera.

Non resta che iniziare a integrare questi quattro piccoli esercizi di consapevolezza nelle giornate casalinghe, riscoprendo man mano quanto il presente sia gradevole e quanto la mente diventi più attiva e vigile, regalando una nuova sensazione di benessere!



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Natale: i Panettoni di Pica Milano

di Laura Frigerio

Tra poco più di un mese sarà Natale e, nonostante la situazione complicata che stiamo vivendo, è importante iniziare a pensarci, meglio se in dolcezza. E per questo ci viene in soccorso Pica Milano con la sua collezione di Panettoni con cui celebrare le Feste in golosa raffinatezza.

Per questo dolce tradizionale solo ingredienti di alta qualità, a partire dal Lievito Madre. Il composto di farina di frumento ed acqua, caratterizzato dalla presenza di microrganismi di specie diverse, che è stato il primo procedimento di lievitazione dell’uomo, viene sublimato da una lievitazione lenta, che ne rispetta i ritmi e si basa esclusivamente sulle sue naturali proprietà.
E dopo 72 ore di lavorazione il risultato è impeccabile: alveolatura perfetta, sofficità ed estrema freschezza.

“Iniziamo la produzione dei nostri panettoni non prima del periodo ad essi assegnato, vale a dire non prima dei primi giorni del mese di dicembre. Questo perché non prevediamo nella maniera più assoluta l’utilizzo di conservanti né grassi idrogenati” - spiega Massimo Pica.

Quattro le declinazioni previste, che vanno dall’omaggio alla tradizione più vera del Panettone Classico, con arancia candita, uvetta idratata, crema pasticcera e pasta di arancia, alla irresistibile croccantezza del Panettone Mandorlato, caratterizzato dalla golosa copertura di mandorle e glassa. A queste si aggiungono le versioni che prevedono golose farciture: il Panettone Cioccolato e Marroni, con marroni in pezzi, crema pasticcera, pasta di arancia, ricoperto di glassa al cioccolato fondente e decorato da perle di cioccolato e il Panettone al Pistacchio, con pasta di arancia, crema pasticcera e copertura di pasta di pistacchio di Bronte DOP e cioccolato bianco.


Dove potete acquistarli? A Milano in via Ozanam (piazza Lima), ma anche presso il Lavazza flagship store di piazza San Fedele, Eataly in piazza XXV aprile, The Stage Dining in piazza Gae Aulenti, Dim Sum in via Nino Bixio e nei punti venditaselezionati Il Viaggiator Goloso della Lombardia.





crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

XXI Asta internazionale del Tartufo Bianco d’Alba a Hong Kong

di Redazione

Domenica 8 novembre si è svolta a Hong Kong la XXI Asta internazionale del tartufo bianco d’Alba e dei grandi formati di Barolo e Barbaresco nell'elegante ristorante tre stelle Michelin 8½ Otto e Mezzo BOMBANA di Hong Kong in collegamento satellitare con il Castello di Grinzane Cavour, e con Dubai, Singapore e Mosca.

L'evento è stato organizzato a HK da 8½ Otto e Mezzo BOMBANA HK, Mother’s Choice e Areté food and wine con la collaborazione della Regione Piemonte, del Castello di Grinzane Cavour, del Consorzio di Tutela Barolo, Barbaresco, Alba Langhe e Dogliani.

Cinque i lotti in totale, i primi quattro battuti a HK per un totale di 226.000 euro ai quali si aggiungono 100.000 del lotto battuto in collegamento satellitare con Grinzane, Dubai, Mosca e Singapore, aggiudicato a Hong Kong dall’imprenditore Avinash Abraham.

Il totale dei cinque lotti ha permesso di arrivare nella piazza di Hong Kong alla cifra di 440.000 euro che comprende anche il pledge finale e la cena offerta dallo Chef Umberto Bombana.
Il totale del ricavato sarà destinato a sostenere l’orfanotrofio Mother’s Choice HK.

Chef Bombana, Ambasciatore del Tartufo Bianco d'Alba dal 2006, ha dichiarato: "Anche quest'anno abbiamo pensato una cena per valorizzare il prezioso tartufo bianco e i vini Barolo e Barbaresco. Ho collaborato con entusiasmo e passione con i miei colleghi Antimo Maria Merone del ristorante 8 ½ Otto e Mezzo BOMBANA Macao, Chef Bjoern Alexander del ristorante Octavium, Chef Fumio Suzuki del ristorante Kappo Zuicho, e il collega e amico Chef Roland Schuller, che lavora con me nel ristorante Octavium. Questo è stato un anno difficile per tutti noi, mi auguro che il successo di questo evento, interamente dedicato ai prodotti italiani, sia un messaggio di speranza per i miei colleghi e per tutti i produttori".

Robert Sleigh, direttore vini Sotheby's Asia, ha battuto i lotti per gli ospiti di Umberto Bombana e ha contribuito al successo della serata entusiasmando il pubblico con grande professionalità e collaborando con tutto il team dell'organizzazione.

 



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

I dolci di Pasticceria Martesana per Halloween

di Laura Frigerio

L’emergenza sanitaria e le relative restrizioni ci costringeranno a festeggiare Halloween a casa, ma almeno (se viviamo dalle parti di Milano) potremo farlo con dolcezza grazie alle prelibatezze di Pasticceria Martesana.

Qui troveremo i biscotti di frolla ricoperti da pasta da zucchero colorata e decorati in ghiaccia. Ogni frolla ritrae un soggetto diverso: la zucca che sorride, il teschio bianco e nero, i simpaticissimi fantasmi e pipistrelli ma anche i cappelli da strega e la casa infestata.

Per i più golosi ci sono anche i coloratissimi cupcake al gusto cioccolato o vaniglia. Una montagna di crema al burro dai toni sgargianti decorata con simpatici pupazzetti tra cui far scegliere i più piccini: Frankenstein, la Morte, il teschio che sorride o i fantasmini.

Da ora e fino al 20 di novembre da Pasticceria Martesana ci potrà trovare anche il pan dei morti, prodotto che da tradizione ci ricorda questo periodo dell'anno: impasto dolce con cacao, canditi, granella di nocciola e zucchero a velo. Sono venduti in pacchetti di due formati.





crediti foto: ufficio stampa

leggi di più