Remise en forme post-vacanze: i cibi consigliati da MioDottore

di Redazione

Al rientro dalle vacanze e con la ripresa della quotidianità, spesso nasce anche il desiderio di rimettersi in forma, seguire un’alimentazione più equilibrata rispetto a quella che ci si è concessi in ferie e impostare attività sportive salutari.
Può capitare però che l’entusiasmo si esaurisca presto oppure che al contrario si tenda a esagerare optando per soluzioni drastiche. Come trovare dunque un giusto equilibrio per iniziare il nuovo anno accademico conciliando menu sani e attività fitness adeguate?
MioDottore (piattaforma leader nella prenotazione online di visite mediche e parte del gruppo Docplanner) ha coinvolto due dei suoi esperti, la Dottoressa Lucia Costucci, nutrizionista, e il Dottor Riccardo Gambugini, fisioterapista, per fornire utili suggerimenti in merito e ripartire in maniera armonica e senza stress.

I “MAGNIFICI 7”, CIBI DETOX
Secondo la Dottoressa Costucci, spesso accade che alla fine dell’estate ci si senta in colpa per gli sgarri commessi a tavola in ferie e si percepisca l’urgenza di correre ai ripari. Importante sottolineare che non sono da escludere a priori gli approcci drastici (come un digiuno intermittente, una dieta chetogenica spinta, un menu crudista, un periodo di centrifughe e estratti) ma solo se si è sani, consapevoli e preparati sulle tematiche nutrizionali, se gli esami clinici sono perfettamente nei range dati e solo se seguiti da professionisti. Nella maggior parte dei casi è invece fondamentale approcciarsi in maniera ponderata e non impulsiva, tenendo in considerazioni molteplici aspetti psico-fisici, facendosi comunque sempre supportare da uno specialista.

Nello specifico, commenta l’esperta: “È importante mettersi nell’ottica di diventare più responsabili nel porre in atto comportamenti e scelte nutrizionali specifiche per la nostra peculiare condizione, considerando la predisposizione genetica, il livello di stress a cui si è esposti, l’età, l’assunzione di farmaci, integratori e terapie ormonali. Non si deve scordare anche l’inquinamento tossinico presente nell’organismo, esso deriva dalla interazione delle tossine accumulate provenienti dall’ambiente esterno e quelle prodotte come risultante dei processi metabolici. Quando si vuole tornare in forma è necessario avere un punto di vista a 360 gradi, basti pensare che anche le emozioni potenzianti o depotenzianti influiscono costantemente sulla qualità di pensieri e comportamenti, determinando la costanza personale”.

Partendo dalla tavola, esistono però alcuni alimenti e bevande che più di altri possono supportare la remise en forme settembrina. Nello specifico, la dietologa di MioDottore stila una top 7:
1) Tè verde: è ricco di vitamina C, sostanze drenanti, alcalinizzanti e minerali per combattere osteoporosi, debolezza ossea, radicali liberi, colesterolo e problematiche cardiovascolari secondarie.
2) Alghe (in polvere o in compresse): sono un concentrato poco calorico di minerali, vitamine e non solo. In particolare, le alghe Hijiki regolano la pressione sanguigna e contrastano la fragilità dei capelli, mentre le Dulse stimolano la resistenza allo stress.
3) Germogli e semi: identificabili come “super food”, aiutano l’intestino a funzionare bene anche al ritorno dalle vacanze e fungono da detox naturale.
4) Cipolla (acqua di cipolla o cipolla rosolata): svolge un’efficace azione drenante e diuretica, oltre che antinfiammatoria.
5) Acqua di cicoria: è drenante e diuretica, perfetta se bevuta di mattina o quando serve un’azione di intenso drenaggio.
6) Centrifugato di cavolo cappuccio: è un rimedio ideale per le difficoltà digestive.
7) Quinoa: fa parte dei cereali proteici a basso indice glicemico, è priva di glutine e vanta un elevato valore biologico, dunque da preferire al posto di altri cereali e della pasta.

Parallelamente, per rendere realmente efficaci questi alleati food, è importante evitare alcuni prodotti: si consiglia di ridurre drasticamente il caffè, il tè nero e le bevande eccitanti. L’obiettivo è quello di limitare l’acidosi latente presente quasi costantemente nel corpo di ogni adulto, motore di una condizione chiamata “infiammazione cronica latente”. Ma non solo, è bene moderare anche le solanacee, ovvero un gruppo di sostanze altamente indesiderate per chi vuole rimettersi in forma velocemente perché aumentano il livello di tossine presenti nell’organismo, si tratta di: patate, pomodori e derivati, melanzane, peperoncino, peperoni di ogni tipo e tabacco.

ATTIVITA’ SPORTIVA: PROCEDERE CON GRADUALITA’ E SEGUIRE IL “MODELLO DI CARICO”
Secondo il Dottor Riccardo Gambugini, per una corretta routine di ben-essere, sia per gli sportivi amatoriali sia per chi si appresta per la prima volta ad attività fitness è bene tenere a mente il “modello di carico” e spiega: “Ogni volta che si riprende una qualsiasi attività fisica dopo un lungo periodo di stop è sempre consigliabile procedere con gradualità rispettando quello che, in riabilitazione e nel mondo dell’allenamento, viene chiamato ‘modello di carico e capacità di carico’: qualsiasi struttura anatomica e il corpo in generale hanno una determinata capacità di sopportare (capacità di carico) gli input esterni imposti (carico) come ad esempio l’allenamento. Dopo un tempo di pausa, la capacità di carico si riduce perché il fisico non viene più stimolato come prima, pertanto nel momento in cui si riprende l’attività fisica si deve necessariamente rispettare il corpo allo stato attuale e non ri-iniziare da dove si è lasciato mesi fa, dunque trovare una nuova baseline e aumentare gradualmente (frequenza e durata delle sessioni e carichi utilizzati). Tale approccio è sempre funzionale, ma soprattutto per le attività ripetitive come la corsa e le serie in palestra, che se eseguite scorrettamente espongono maggiormente al rischio di infortuni”.

COME SPRONARE CHI FA POCO MOVIMENTO
Per chi tendenzialmente è poco incline al mondo sportivo, talvolta sono necessari dei piccoli incentivi motivazionali che aiutino a seguire una sana routine di movimento. Ricordando che non esiste l’attività o l’esercizio perfetto, ma che ciascuno deve trovare ciò che è più adatto per sé, il fisioterapista di MioDottore suggerisce: “L’ideale sarebbe optare per un’attività che faccia piacere eseguire e che sia facilmente accessibile, per evitare rapidi scoraggiamenti. Ad esempio cominciare con 30 minuti di passeggiata quotidiana o con esercizi a casa, meglio se consigliati da uno specialista per assicurarsi siano adatti alla persona e siano ben eseguiti. Per chi ama nuotare, il movimento in acqua è perfetto per lavorare in maniera globale sul fisico. In alternativa, si può inserire nella propria quotidianità 15-20 minuti di stretching e di mobilità totale, preferibilmente al mattino per partire con la giusta carica. A prescindere dalla scelta di ognuno, gli errori più comuni post ferie sono sicuramente la fretta, eccedere nelle sessioni di allenamento settimanali e pretendere risultati immediati; il non ascoltare il proprio corpo e il ‘fai da te’: è invece fondamentale avere pazienza e affidarsi sempre a figure qualificate del settore”.

Per ricevere consigli relativi ad alimentazione e fitness, ma non solo, MioDottore mette a disposizione degli utenti la funzionalità di consulenza online, con circa 7.000 esperti disponibili. Nato per far fronte alle esigenze sorte con l’emergenza sanitaria, il progetto consente di incontrare via video gli specialisti della piattaforma, sia che si tratti di un primo colloquio o di appuntamenti di consueto monitoraggio del proprio benessere. Inoltre all’interno del sito, tramite la sezione “Chiedi al dottore”, è possibile rivolgere le proprie domande su dubbi e preoccupazioni ai medici della piattaforma, ricevendo un riscontro professionale entro un massimo di 48 ore.









crediti foto: Adobe Stock

leggi di più

Back to Work: Go Nuts, gli snack bio di Fior di Loto

di Laura Frigerio

Le vacanze si stanno avviando alla conclusione e ci si inizia a preparare al Back to Work. Fondamentale, per affrontare i vari impegni lavorativi, è una sana alimentazione. È per questo che Fior di Loto, marchio leader nello sviluppo di prodotti biologici in Italia (che dal 1972 ha fatto dell’alimentazione sana, sostenibile e consapevole uno stile di vita) propone la linea Go Nuts.

Quest’ultima comprende prodotti a base di frutta secca e superfood in un pratico formato snack per una pausa energizzante da consumare on-the-go. Ogni mix GoNuts è studiato per essere equilibrato nutrizionalmente e combina le proprietà dei singoli ingredienti per creare prodotti dalle caratteristiche particolari.
Scopriteli insieme a noi…

Smart Mix GoNuts Fior di Loto
Uva sultanina, nocciole, mandole e noci in formato pocket per una pratica dose di energia per la mente.
Formato: 25g. Prezzo al pubblico consigliato: 1,00 €

Full Life Mix GoNuts Fior di Loto
Nocciole, mandorle, semi di girasole, semi di zucca, uva sultanina e mirtilli rossi in formato pocket, è completo e adatto a ogni occasione.
Formato: 25g. Prezzo al pubblico consigliato: 1,00 €

Happy Mix GoNuts Fior di Loto
Mango essiccato, semi di zucca e mandorle, è la combinazione unica di semi, frutta secca ed essiccata, ideale per saziare la fame improvvisa.
Formato: 25g. Prezzo al pubblico consigliato: 1,00 €

Supernuts Mix GoNuts Fior di Loto
Anacardi, nocciole, mandorle e noci in formato pocket, è ricco di frutta secca senza sale aggiunto, perfetto in ogni momento.
Formato: 25g. Prezzo al pubblico consigliato: 1,00 €

Beauty Mix GoNuts Fior di Loto
Anacardi, nocciole, uva sultanina e bacche di goji in formato pocket, combina la bontà e il benessere della frutta secca ed essiccata.
Formato: 25g. Prezzo al pubblico consigliato: 1,00 €






crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Le abitudini degli italiani in ferie: il sondaggio di American Pistachio Growers

di Redazione

American Pistachio Growers (associazione no profit che unisce i coltivatori di pistacchi americani) ha voluto indagare, attraverso un sondaggio veicolato online, come e quanti italiani si sono già organizzati l’estate e le loro abitudini alimentari durante le vacanze.

LA SCELTA DELLA DESTINAZIONE
Nemmeno quest’anno gli italiani rinunceranno alle loro amate ferie estive, infatti, secondo il sondaggio, l’80% dei nostri connazionali staccherà la spina e cercherà di rilassarsi partendo per le vacanze. In particolare, la meta più gettonata – scelta influenzata anche dal periodo – è l’Italia: addirittura 9 italiani su 10 hanno scelto il Bel Paese, le sue meravigliose coste e alture mozzafiato, come destinazione. Si sa, c’è chi ama prendere il sole in spiaggia e fare lunghe passeggiate sul bagnasciuga e chi invece predilige i paesaggi montani e le loro particolari escursioni. Ma quale, tra mare e montagna, quest’anno sarà la meta preferita dagli italiani? Ben 8 intervistati su 10 hanno scelto di passare le ferie all’insegna del relax sugli incantevoli litorali della Penisola, con la giusta privacy e libertà che si può avere soggiornando in una casa vacanza (scelta dal 70% degli italiani) al posto che in una comoda camera d’albergo (preferita dal 32%).

L’ALIMENTAZIONE DURANTE LE FERIE
Il mangiare bene, ormai è risaputo, è sinonimo di good mood. Ma, dopo un anno intero a stare attenti a quali cibi mangiare e alla linea, il 74% degli italiani ha dichiarato che durante il break estivo la dieta non sa nemmeno cosa sia! Dunque, oltre a staccare la spina dal mondo del lavoro, i vacanzieri preferiscono liberarsi anche dalla preoccupazione dell’alimentazione corretta quotidiana e lasciarsi tentare dagli sgarri locali, pur sempre rispettando gli orari dei pasti: quasi 7 intervistati su 10, infatti, affermano di riuscire a scandire i momenti quotidiani legati al cibo anche in vacanza.
Mentre si aspettano le tanto amate ferie, bisogna mantenere la linea in vista appunto, degli strappi alla regola e, come calmare la fame tra un pasto e l’altro, se non con degli ottimi pistacchi americani? 9 italiani su 10, infatti, li preferiscono ad una normale barretta proteica: sono al corrente che i pistacchi tostati coltivati negli Stati Uniti sono una "proteina completa", ovvero contengono tutti e 9 gli aminoacidi essenziali in quantità adeguate e apportano i giusti benefici nutritivi all’interno di una dieta equilibrata. Infine, il 70% degli intervistati ha affermato che utilizza i pistacchi come snack da aperitivo…

Dunque, non resta altro che armarsi di pazienza e aspettare che arrivino le tanto attese vacanze ma, nel frattempo per ingannare l’attesa, ci si può sbizzarrire con moltissime ricette originali e sfiziose a base di pistacchi americani da condividere con amici e parenti.

Tantissime idee si trovano su americanpistachios.it.







crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

5 motivi per consumare i mirtilli, secondo Garden Steflor

di Redazione

Il mirtillo è gustoso e goloso, ma soprattutto salutare. Lo ricorda Garden Steflor, che a questo prezioso frutto ha dedicato dei campi nella sua Azienda Florovivaistica di Vimodrone (Mi), dove nasce il suo Lillo il Mirtillo.

Secondo Garden Steflor sono almeno 5 i motivi per consumare dei mirtilli:

1-MANTENGONO GIOVANI
Hanno proprietà antiossidanti, che inibiscono la formazione di radicali liberi che, come sappiamo, sono i principali responsabili dell’invecchiamento cellulare. Inoltre il loro contenuto di vitamina A e C va a lavorare sulla salute del collagene, responsabile della rigenerazione cellulare della pelle. Insomma, sono un ottimo modo per prevenire le rughe e inoltre ci danno più energia.

2-AIUTANO LA MEMORIA
Sostengono le funzioni cerebrali, aiutando la memoria. In particolare sono le antocianine (antiossidanti) che alimentano l'attività mnemonica.

3-SONO AMICI DELLA LINEA
Sempre la presenza di antiossidanti influiscono sul metabolismo. In particolare i catechini e i polifenoli presenti hanno un effetto bruciagrasso, che si concentra in particolare sulle cellule adipose addominali. Quindi i mirtilli si possono inserire nella dieta quotidiana senza alcun timore per la linea.

4-SONO DRENANTI E FAVORISCONO LA CIRCOLAZIONE
I mirtilli contengono acqua e minerali, quindi favoriscono la diuresi contrastando la ritenzione idrica e, al tempo stesso, impedendo ai batteri di aderire sulla parete delle vie urinarie. Inoltre il mix di Vitamina A e C, acido citrico, manganese e mirtillina rafforza le pareti dei capillari migliorando la circolazione sanguigna.

5-MIGLIORANO LA VISTA
Fin da piccoli ci hanno detto che i mirtilli aiutano la vista ed è vero. Sempre le antocianine portano benefici alla retina grazie alla rodopsina, una proteina che migliora la capacità di vedere anche con poca luce.


Dove si può trovare Lillo il Mirtillo:
- Vimodrone (in Via Pio La Torre 8) dal lunedì alla domenica dalle 16 alle 19.30 / sabato e domenica anche dalle 10 alle 12.
- Paderno Dugnano (Via Eerba, 2) presso il FlorCafè e alle casse.








crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

I consigli di Marco Montagnani per l’alimentazione in estate

di Redazione

“La malattia penetra all’interno del corpo attraverso la bocca”. In Cina è uno dei presupposti per impostare una corretta dieta in tutte le stagioni, soprattutto in quella estiva quando caldo e alta pressione condizionano fortemente lo stato psicofisico di tutti.

Le quattro stagioni hanno insomma caratteristiche Yin e Yang (gli opposti che caratterizzano la Medicina Tradizionale Cinese) e l’estate rappresenta il massimo dello Yang, sinonimo di caldo e calore, associato all’elemento fuoco e all’organo del cuore. Il calore è infatti un elemento importante a patto che sia assorbito con attenzione: se in estate non abbiamo sudorazione rischiamo di non eliminare l’umidità interna presente nel nostro organismo che abbiamo accumulato nei mesi invernali. Il rischio è quello che nei mesi autunnali si possano manifestare patologie di umidità (catarri, muco ecc…).

«A questo proposito l’alimentazione è il fulcro fondamentale per mantenere il giusto equilibrio, per mitigare quindi l’eccessivo calore delle temperature estive ma consentire anche l’eliminazione di questa umidità “nociva” per l’organismo che arrecherebbe patologie nei mesi futuri – spiega il Maestro di filosofia Taoista, Marco Montagnani - per questo nella dietetica cinese sono consigliati cibi di natura fresca, così da mitigare l’eccesso di calore estivo, ma da consentire anche di far penetrare nel corpo una parte di Yang necessario a riscaldare e dissipare l’umidità di cui parlavamo prima».

La giusta dieta da seguire per stare meglio in estate, ma anche in autunno. Per la MTC nel periodo estivo sarebbe meglio evitare cibi e bevande di frigo e di freezer, ma preferire piuttosto bevande tiepide o a temperatura ambiente con fiori di sambuco o foglie di menta dalle proprietà rinfrescanti. Molto utile anche il thè verde e il limone. Sempre da evitare, ma per ragioni di caratteristiche opposte, i crostacei e il pesce di fiume, l’aglio e la cipolla, alcool e vino. Tutti questi cibi e bevande hanno infatti caratteristiche che apportano un eccessivo calore che per il periodo estivo diventa dannoso. Così come anche le cotture alla griglia e al forno, che cedono al cibo un surplus di calore, di cui non necessitiamo.

Ci sono invece dei cibi “ideali” su cui orientarci in estate, volti a mantenere questo equilibrio. Per quanto riguarda le carni per esempio coniglio e anatra; per i cereali invece miglio, orzo e grano integrale; per i sostituti dei latticini ci sono latte di soia e tofu; poi pesce azzurro, ostrica, vongola, seppia e calamaro; tra le verdure il cavolo cinese, carciofo, bietola, spinaci, sedano, zucchine, insalate, cetriolo, pomodoro e come frutta mela, fragola, mirtillo, ananas, anguria, melone, banana, arancia.

«È quindi il caso di dire che nel contesto della medicina energetica, il cibo è veramente considerato una terapia: si mangia ciò di cui necessità il proprio corpo e non ciò che desidera la propria gola – continua Montagnani – e uno degli errori più madornali in fatto di alimentazione è senza dubbio quello di ingurgitare qualsiasi cosa senza preoccuparci troppo delle sue qualità organolettiche ed energetiche, e di conseguenza terapeutiche e questo non significa rinunciare al piacere della tavola, si può mangiare tutto, con la riserva di farlo nel momento e nel periodo corretti».









crediti foto: ufficio stampa

leggi di più