California Prune Board: 4 consigli per la scoperta del benessere indoor

di Redazione

Dedicare il tempo libero ad attività produttive e utili quando si è costretti in casa è un buon modo per rientrare in contatto con noi stessi e per mettere a frutto al meglio il nostro tempo, scoprendo anche nuove pratiche di benessere e distogliendo l'attenzione dai problemi più immediati.

Il California Prune Board (consorzio che riunisce 800 coltivatori e 28 confezionatori di prugne provenienti dalla California) ha individuato i quattro step fondamentali per il benessere quotidiano da realizzare a casa tra meditazione e mindful eating grazie alla collaborazione con Daniel Lumera, sociobiologo ed esperto internazionale di meditazione e Annamaria Acquaviva, dietista nutrizionista per il Board in Italia.

MANGIA CONSAPEVOLMENTE
Mangiare lentamente, masticando bene, favorisce la buona digestione e il senso di sazietà che è fondamentale nell’approccio alla dieta: lo percepiamo, infatti, solo dopo 20 minuti dall’inizio della masticazione. Se mangiamo in fretta, quindi, mangeremo più del necessario, senza gustare il cibo ma incrementando il peso corporeo, inghiottendo aria e rendendo difficile la digestione. La pratica della meditazione può aiutare a vivere con maggiore consapevolezza anche il momento dei pasti, praticando quello che viene definito il “mindful eating”.


“La pratica del mindful eating consiste in un nuovo approccio al cibo, una nuova consapevolezza nel nutrire il proprio corpo. Questo ci permette di distinguere tra la fame vera e la fame di “altro”. Ecco perché nella scelta del cibo è bene preferire alimenti sazianti, che ci aiutano a tenere sotto controllo l’appetito. Diversi studi scientifici hanno dimostrato come il consumo di Prugne della California, all’interno di una dieta sana e bilanciata, non crea problemi al controllo del peso, ma favorisce la sazietà, grazie al basso IG di 291 all’alto contenuto in fibre (7,1/100 g) che contribuisce al mantenimento in buona salute del sistema digestivo, delle ossa e del sistema immunitario2” - spiega Annamaria Acquaviva.

IMPARA A MEDITARE, A PARTIRE DAL TUO RESPIRO
La meditazione insegna ad essere più consapevoli delle emozioni che si vivono e a godere dei momenti che si trascorrono con sé stessi o con i propri cari. Focalizzarsi su ogni istante e valorizzare “il qui e ora” favorisce anche il controllo dello stress. Imparare a meditare concentrandosi sul respiro svuotando la mente dai pensieri più superflui, è il modo più efficace per iniziare a coltivare la propria consapevolezza.
Quando si medita e si focalizza tutta l’attenzione sul proprio respiro si costringe la propria mente al presente, poiché il respiro può esistere solo nel momento attuale. Con la pratica ripetuta, questa semplice tecnica contribuirà a rafforzare la propria consapevolezza.

CONTROLLA LA TUA POSTURA
Per un giorno intero, provare ad essere costantemente consapevole della postura che si adotta aiuta il raggiungimento del benessere personale. Che si sia seduti, sdraiati o in piedi, concentrare tutta la propria attenzione verso il proprio corpo ha un effetto immediato nel ripristinare la propria coscienza del presente. Lo scopo è semplicemente essere consapevoli delle sensazioni che il corpo sta avvertendo qui e ora (la pressione della sedia, il pavimento sotto i piedi o una leggera brezza sulle braccia).

GUARDA, ASCOLTA, SENTI – LA MEDITAZIONE DELLA GENTILEZZA
Dopo i primi esercizi introduttivi per respirazione e postura, praticare un semplice esercizio di meditazione come la “Meditazione della Gentilezza” di Daniel Lumera aiuta a sciogliere le tensioni, staccare dal mondo esterno e ridurre stress e preoccupazioni.

“La meditazione è una forma di nutrimento rigenerativo per il corpo, le emozioni, la sfera mentale ed esistenziale. Possiamo considerare la meditazione a tutti gli effetti come un integratore della nostra dieta biologica, emozionale e mentale perché ha un profondo impatto sul rallentamento dei processi di invecchiamento (radicali liberi, morte cellulare, infiammazione), così come sul tono dell’umore e sulla chiarezza e presenza mentale. La Meditazione della Gentilezza rappresenta un allenamento biologico, emozionale, mentale ai sentimenti di reciprocità, unione e cooperazione che abbassano livello di stress, di conflittualità permettendoci di sviluppare una mente quiete e concentrata, di migliorare la nostra salute psicofisica, ristabilire un equilibrio emozionale e sviluppare relazioni sane e consapevoli” -  spiega Daniel Lumera.

Non resta che iniziare a integrare questi quattro piccoli esercizi di consapevolezza nelle giornate casalinghe, riscoprendo man mano quanto il presente sia gradevole e quanto la mente diventi più attiva e vigile, regalando una nuova sensazione di benessere!



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Buddyfit ha aperto la sua Kids Class

di Laura Frigerio

Negli ultimi mesi, per forza di cose, ci siamo abituati a fare fitness a casa. Non a caso Buddyfit, la startup fitness approvata anche da Zlatan Ibrahimovic e Diletta Leotta, sta avendo così tanto successo.

Ora, dopo aver potenziato le lezioni, diventando una vera palestra digitale aperta 24 ore su 24 con oltre 10 classi in diretta al giorno tenute dai migliori trainer, atleti e sportivi famosi, Buddyfit ha inaugurato la Kids Class per i più piccoli con Federica Macrì (campionessa italiana di ginnastica artistica, medaglia d'oro a squadre agli Europei 2006) come trainer.

La Kids Class è la risposta dell’Home Fitness ad un periodo difficile da affrontare specialmente per i più piccoli che, a causa del lockdown, non hanno più nessuna occasione per uscire, correre e andare in palestra o fare attività di svago.

Ricordiamo che Buddyfit è disponibile per Android e IOs, oltre che tramite sito web all'indirizzo Buddyfit.it. Grazie alla qualità Full HD tutte le classi sono fruibili i da smartphone, PC o TV.




crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Urban Sports Club ha individuato cinque profili di “nuovi sportivi”

di Redazione


Urban Sports Club, l’applicazione leader in Europa per l’accesso a più di 8.000 centri fitness e oltre 50 discipline sportive, ha analizzato le abitudini dei propri utenti in fatto di sport e individuato cinque profili di “nuovi sportivi”, accomunati dalla scelta di allenamenti multidisciplinari e diversi tra loro.  

Secondo l’indagine di Urban Sports Club, per italiani ed europei è importante mettersi in gioco esplorando la propria atleticità e confrontandosi con sport e attività sempre nuove. Inoltre, allenarsi regolarmente praticando discipline differenti tra loro è un modo per tenersi in forma divertendosi e consente anche di lavorare su diverse aree e muscoli, andando a tonificare tutto il corpo. 

Ecco quindi quali sono le cinque tipologie di sport addicted profilate da Urban Sports Club e le loro caratteristiche.

FIT SWIMMER: ALLENAMENTI DENTRO E FUORI DALL’ACQUA
Tra una bracciata e l’altra, la figura del fit swimmer si fa strada attraverso le corsie delle piscine cittadine, prediligendo quelle all’aperto durante l’estate e quelle coperte in inverno. Gli sportivi che rientrano in questo profilo trascorrono la maggior parte del loro tempo libero in vasca, ma è possibile incontrarli anche nelle palestre, per svolgere sessioni di fitness e allenamenti utili alle articolazioni di tutto il corpo.

HEALTHY FIT PER LA PERFETTA FORMA FISICA
Mantenersi sani e in forma è il mantra ufficiale degli healthy fit: esercizi di fitness, allenamento funzionale e pesistica sono i loro must have per rafforzare i muscoli profondi del corpo e l’intero sistema muscolo-scheletrico. Questa tipologia di sportivi è un trend in continua crescita nella community di Urban Sports Club, a dimostrazione di quanto l’attenzione e la cura verso la propria salute stia diventando sempre più importante.


URBAN FIT, OVVERO GLI SPORTIVI METROPOLITANI

La generazione degli urban fit popola le metropoli italiane ed europee e la si può incontrare soprattutto nelle palestre per arrampicata o nei centri yoga, intenta ad allenare la forza e la resistenza in parete o la flessibilità durante le sessioni di meditazione, utili anche a riscaldare e allungare i muscoli. Il mix tra i due allenamenti, consente infine a questi atleti di sviluppare l’equilibrio, una parte fondamentale in entrambe le discipline.

MULTI-WELLNESS FIT, PAROLA D’ORDINE: VARIARE
Che si tratti di tennis, pole dance, arti marziali o sport da combattimento, gli sportivi che rientrano nella categoria multi-wellness fit vivono e respirano la multidisciplinarietà e sono sempre disposti a provare nuove attività. Infatti, gli sport con la palla, così come lo yoga, il ciclismo, il fitness, il pilates e il nuoto, fanno tutti parte della loro routine di allenamento.

YOGI FIT: LA SALUTE PASSA ANCHE DALLA MENTE
Appassionati della pratica olistica, gli yogi fit affrontano con costanza e dedizione ogni stile di questa antica disciplina. Dall’hot yoga, allo yin yoga o al forrest yoga, le diverse sedute offrono a questa tipologia di sportivi benefici non solo sul corpo ma anche, e soprattutto, sulla mente. Anche il fitness, il nuoto e l’arrampicata sono attività sportive molto apprezzate da questa nuova categoria di atleti.


Ricordiamo che grazie ad un’ampia e variegata offerta di corsi, abbonamenti flessibili che consentono l’accesso a più centri e discipline in città diverse e classi online live, Urban Sports Club può soddisfare le esigenze di ogni tipo di utente, indipendentemente dalle proprie attitudini personali, passioni e gusti.





crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Urban Sports Club, indagine sui benefit aziendali

di Redazione

Da sempre l’accesso a benefit aziendali rappresenta un valore aggiunto per i lavoratori italiani anche se, complice la profonda evoluzione degli stili di vita in atto, esigenze e desiderata sembrano mutare di pari passo.


Qual è quindi lo scenario attuale e quali sarebbero le aree che a detta dei dipendenti potrebbero contribuire realmente a migliorare la qualità della vita? Come e in che misura benefit fa rima con benefici per lavoratori e imprese? Per far luce sul tema Urban Sports Club, l’applicazione leader in Europa per l’accesso a più di 8.000 centri fitness, ha condotto un’indagine tra i propri utenti da cui è chiaramente emersa la crescente difficoltà a creare un equilibrio tra sfera lavorativa e vita privata, dove spesso i momenti da dedicare al proprio benessere fisico ed emotivo vengono sacrificati.

Benefit più popolari e quelli più desiderati a confronto: gli italiani hanno mensa o buoni pasto, ma sognano sport e corsi di formazione Secondo la ricerca di Urban Sports Club, 7 lavoratori italiani su 10 (70%) dispongono di benefit aziendali e tra questi spiccano in ordine di popolarità quelli che rispondono a bisogni più basilari, come mensa o buoni pasto (52%), assicurazione sanitaria aziendale (47%) e prodotti di primaria necessità, quali acqua, caffè e snack in ufficio (45%).

Scorrendo questa speciale top 10, occorre arrivare alla settima posizione per trovare indennità riconducibili all’area del benessere personale: infatti, solo un quinto degli italiani (21%) dispone di benefit legati all’attività fisica, si tratta per lo più di convenzioni con centri fitness (15%) e accesso alla palestra aziendale (6%).

Ma cosa desiderano veramente i dipendenti? In base ai dati di Urban Sports Club, per i lavoratori italiani risulta centrale la sfera dei servizi legati alla cura della persona in senso ampio, dal benessere fisico alla crescita individuale.
Per questo, in primis amerebbero ricevere una convenzione con centri sportivi (52%), mentre in seconda battuta vorrebbero partecipare a corsi di formazione e aggiornamento o accedere a borse di studio (42%).

Chiudono il podio dei desiderata, entrambi a pari merito (28%), assicurazione sanitaria aziendale e check-in alla palestra aziendale, benché forse l’ingresso a un centro sportivo a scelta del dipendente consentirebbe un maggior livello di flessibilità. Oltre tre quarti dei dipendenti italiani (77%), se dovessero ricevere della propria azienda un abbonamento sportivo, sarebbero entusiasti e ne usufruirebbero immediatamente; al contrario, solo il 5% non considererebbe affatto questa opportunità.


BENEFIT: UN BENEFICIO DUPLICE PER DIPENDENTI E IMPRESE
Indipendentemente da quali siano i benefit aziendali a disposizione, secondo i lavoratori dello Stivale avere queste indennità può generare output positivi anche per l’azienda stessa che li eroga. Infatti, secondo i tre quarti dei rispondenti (76%) i benefit favorirebbero l’aumento di produttività sul posto di lavoro, i dipendenti si sentirebbero più soddisfatti e di conseguenza maggiormente motivati; la realtà aziendale ne gioverebbe a livello di immagine risultando più attraente agli occhi di nuovi possibili collaboratori e talenti (67%) e infine si favorirebbe un legame più solido, di fidelizzazione, con i collaboratori già presenti nel team (52%).

Nello specifico, gli italiani credono che i benefit aziendali correlati alla sfera del benessere psico-fisico siano centrali, basti pensare che un terzo di loro (33%) deve rinunciare a praticare attività sportiva a causa del consueto prolungarsi degli orari lavorativi. Un dipendente sereno ed equilibrato ha molte più probabilità di lavorare meglio, lo pensa oltre la metà degli intervistati (62%) e ritiene che i benefit dedicati al benessere di mente e corpo siano quelli che possano impattare maggiormente sulla vita di chi ne usufruisce.

“Urban Sports Club vuole essere l’amico motivazionale che aiuta le persone a condurre uno stile di vita sano e attivo, invitandole a sperimentare sempre attività nuove e originali grazie a un’ampia e variegata offerta di corsi e abbonamenti flessibili che abilitano l’accesso a più centri e discipline diverse in molte città italiane ed europee. Il dialogo e la collaborazione con le aziende è fondamentale per realizzare questa visione attraverso l’erogazione di un benefit che possa davvero impattare in maniera positiva sulla vita dei dipendenti, troppo spesso costretti a rinunciare alla pratica sportiva per far fronte a orari di lavoro imprevedibili” - commenta Filippo Santoro, Managing Director per l’Italia di Urban Sports Club. “Urban Sports Club offre un approccio innovativo al fitness e al benessere aziendale, per aiutare i team a diventare fisicamente attivi, supportando i dipendenti e al tempo stesso le imprese creando attraverso lo sport le situazioni ideali per incrementare l’aspetto motivazionale, migliorare la salute personale, la collaborazione interna, le prestazioni lavorative e il bilanciamento vita-lavoro.

Attraverso i nostri consulenti in materia di salute e fitness offriamo alle aziende supporto individuale e professionale per costruire insieme da zero o perfezionare un programma di benessere aziendale e integrare attività di team building che favoriscano la coesione del team”.

L’offerta di sport aziendale di Urban Sports Club è un'ampia e diversificata selezione di attività fitness che soddisfa gli interessi di tutti i tipi di dipendenti.

 



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Sport durante le vacanze: le 5 regole d'oro di Urban Sports Club

di Laura Frigerio

È ormai agosto inoltrato, siamo entrati nella fase clou dell’estate e probabilmente molti di voi sono già partiti per le tanto sognate vacanze.
E la domanda nasce spontanea: come riuscire, in questo periodo, a non perdere le buone abitudini sul fronte fitness?

Ce lo dice Urban Sports Club (l’applicazione leader in Europa per l’accesso a più di 8.000 centri fitness) attraverso i consigli di Kenneth Alvarado, istruttore di functional training e personal trainer.

ECCO LE 5 REGOLE D’ORO PER UN FISICO A PROVA DI VACANZE:
1. Sì al relax ma restando in movimento - Tra giornate al mare, tintarella, aria di montagna o tour culturali in città, è importante trovare del tempo anche per brevi passeggiate, gite in bicicletta, qualche “bracciata” o un po’ di jogging nelle ore più fresche. Per chi, invece, desidera curare tonicità e forza, meglio alcuni esercizi a corpo libero, semplici ma efficaci. Via libera quindi a burpees, squat, deadlift e plank, alternando esecuzioni statiche con quelle dinamiche.

2. Non dimenticare il benessere psico-fisico – È fondamentale riuscire a godersi il periodo di vacanza, per ricaricare le energie e prepararsi al rientro di settembre. Per questo occorre staccare completamente dalle attività quotidiane svolte durante l’anno e concentrarsi di più su sé stessi. Gli esercizi dolci di risveglio muscolare, accompagnati da sessioni meditative di yoga o pilates, possono essere dei validi alleati per raggiungere questo obiettivo.

3. Leggerezza a tavola – In vacanza, si sa, la voglia di stare ai fornelli è pari a zero e, complice il caldo, il contesto e la compagnia dei propri cari, è facile cedere a inviti a cena e aperitivi. Per chi non vuole piangere lacrime di coccodrillo, è bene seguire un’alimentazione il più possibile leggera e salutare, ricca di proteine, fibre e vitamine. Sì a verdura, frutta di stagione, pesce o carne, a seconda della propria destinazione, meglio invece evitare cibi fritti ed eccedere con gli alcolici.

4. Bere tanta acqua – L’idratazione è alla base del benessere e non va messa da parte né sottovalutata, soprattutto in estate. Anche quando si è distanti da casa, è importante bere il più possibile durante la giornata, evitando bibite gasate e bevande zuccherate, acerrime nemiche della pancia piatta.

5. Dormire – Nonostante sia naturale pensare che in vacanza ci si riposi e si dorma di più, spesso, senza impegni e scadenze, si rischia di lasciare che il tempo corra e fare le ore piccole. Per mantenere il giusto benessere e rigenerare corpo e mente, è importante concedersi un sonno profondo e riuscire a dormire almeno 8 ore a notte.

E INOLTRE:

Per chi non riesce a fare a meno della palestra Urban Sports Club, insieme al suo esperto trainer, hanno pensato al perfetto kit da mettere in valigia. Tappetino, banda elastica (loop band) e piccoli pesi o manubri sono i tre preziosi compagni di viaggio per un allenamento impeccabile, anche in vacanza.

E per chi rimarrà in città? Nessuna paura perché per supportare gli utenti in ogni momento, ovunque si trovino, e soddisfare le loro esigenze di fitness, Urban Sports Club garantisce un’ampia e variegata offerta di corsi, abbonamenti flessibili che consentono l’accesso a più centri e discipline in città diverse e classi online live.




crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

MNcomm firma la comunicazione integrata di Buddyfit

di Redazione

È firmata da MNComm, la società di comunicazione e media relation con sede a Roma e Milano, la campagna di comunicazione integrata realizzata per Buddyfit la nuova app di home fitness lanciata sul mercato e che ha Zlatan Ibrahimovic come Global Brand Ambassador del gruppo e Diletta Leotta, Brand Ambassador per l’Italia.


Digital strategy, content video e media relation sono questi i tre elementi chiave che hanno caratterizzato la comunicazione di MNcomm per Buddyfit, start up nata nel 2020 come iniziativa imprenditoriale di 3 giovani co-fondatori, Giovanni Ciferri, il CEO, Stefano Manzoni e Stefano Cortese. Per raccontare la rivoluzione in atto nel mercato delle app di fitness, MNcomm in un lavoro sinergico realizzato con il team di Buddyfit ha elaborato una strategia di comunicazione che avesse come core dell’attività il mondo dell’online, tra app e social media.

Dopo una fase teaser, affidata agli oltre 100 trainer professionisti che hanno coinvolto e catturato singolarmente gli utenti, si è giunti ad una fase di prelancio che ha visto come attori i due volti della campagna. Azioni teaser declinate su instagram attraverso post feed e stories hanno lasciato presagire con un tono ironico e scherzoso, una relazione tra Zlatan e Diletta, simile a quella che si può creare tra un trainer professionista e un utente a caccia di nuova ispirazione per allenarsi. In poche ore, le azioni social realizzate dalle due star hanno fatto il giro della rete, facendo crescere così la curiosità sulle loro prossime mosse.

Il launch day del 9 luglio è stato affidato al un video emozionale creato da Level33, società di produzione del gruppo MNcomm, che in soli 60 secondi, con un ritmo serrato e avvincente, ha trasmesso attraverso la forza espressiva di Diletta Leotta e Zlatan Ibrahimovic, il senso di costanza, di determinazione e il raggiungimento degli obiettivi, possibile solo grazie a Buddyfit. Nel video rilasciato sulle property ufficiali di Buddyfit e sostenuto dai due ambassador si vede Diletta intenta ad allenarsi, anche se a tratti svogliata, e Zlatan inamovibile nel suo ruolo di personal trainer.
A sostenere la comunicazione sui media generalisti, MNcomm ha realizzato delle azioni mirate costituite da anticipazioni su media tradizionali, che hanno raggiunto la loro massima espressione nel lancio ufficiale dell’app ad una rete di contatti media segmentati per: sport, lifestyle ed economico.



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

I benefici dello sport outdoor secondo Urban Sports Club

di Laura Frigerio


Durante il lockdown una delle cose che è mancata di più agli sportivi è stata indubbiamente la libertà di allenarsi all’aperto. Ora finalmente tutti hanno potuto riprendere e la voglia di uscire per i propri esercizi è aumentata per via dell’arrivo dell’estate.

I vantaggi dell’allenamento outdoor sono noti a Urban Sports Club (l’applicazione leader in Europa per l’accesso a più di 8.000 centri fitness) e per questo (oltre a proporre molteplici corsi e discipline all’interno di strutture sportive e palestre) prevede anche un’interessante offerta negli spazi esterni dei propri centri affiliati.

Con il supporto del partner Trainect e degli esperti trainer, l’applicazione per tenersi in forma in modo smart, ha esplorato gli aspetti positivi delle attività all’aria aperta e stilato la top 5 di quelle in grado di fornire maggiori vantaggi a mente e corpo, associando per ciascuna uno specifico obiettivo e qualche regola d’oro per massimizzare gli effetti benefici.

Il fil rouge che lega i 5 sport sono la felicità, la diminuzione del livello di stress e l’aumento energetico. Infatti, allenarsi all’aperto migliora l’umore e l’autostima, grazie soprattutto all’assimilazione di vitamina D dai raggi solari. Inoltre, il contatto con la natura ha un vero e proprio effetto calmante e favorisce l’abbassamento del livello di stress, mentre respirare l’aria fresca consente al fisico di ricaricarsi e assorbire maggior energia.

Scoprite insieme a noi 5 sport outdoor associati a obiettivi specifici e benefici su corpo e mente:

1. MEDITAZIONE: RIGENERARSI
Esistono diversi tipi di meditazione, ma in questo caso si tratta di mindfulness, dove è importante assumere una posizione comoda e cercare un luogo tranquillo. Come per ogni pratica, è bene imparare ad allenarsi gradualmente, si consiglia quindi di iniziare con micro sessioni di 5 minuti, per poi arrivare a 10, 15, 30 minuti, fino a un’ora e oltre.
L’ideale è “lavorare” quotidianamente, meglio ancora se sempre alla stessa ora; non esiste una fascia oraria perfetta, ma varia in base a gusti e predisposizione individuale. Quando si parla di meditazione, porsi degli obiettivi non è un’idea propriamente saggia, anzi, l’obiettivo principale è non averne, meglio pensare di esercitarsi con perseveranza e regolarità. Umore e fisico ne guadagneranno in concentrazione, calma, riduzione degli stati di ansia e “riconversione” con il proprio intuito.

2. VIYASA YOGA: ELASTICITA’
Prima di apprestarsi agli esercizi è utile sintonizzarsi sulla filosofia che prescinde dal giudizio di sé. Fondamentale connettere respiro e movimento, non predisporsi alla ricerca della performance, ma concentrarsi sull’osservazione del proprio atteggiamento nelle posture (respiro e pensieri) e cercare la comodità nella “scomodità”, ovvero consentire al corpo di adattarsi alla posizione.
Lo scopo è quello di effettuare una meditazione in movimento e vivere la pratica come una metafora della vita. In questo caso non si conteggiano le ripetizioni, ma i numeri di respiri, è infatti quella la durata per la quale rimanere nella stessa postura.
Per ottenere maggiori benefici, è fondamentale essere regolari più che frequenti e praticare ogni volta che se ne ha la possibilità. Meglio dunque una volta a settimana sempre piuttosto che tre volte a settimana per un mese per poi fermarsi e riprendere dopo tempo. Inoltre ogni fase della giornata è ottima per praticare, basta adattare gli esercizi alle varie fasce orarie. Parole chiave: disciplina, regolarità, determinazione e pazienza. Solo così si possono sviluppare muscolatura profonda, forza fisica, flessibilità ed equilibrio. Mentre a livello mentale ed emotivo, si riuscirà a comprendere i propri punti di forza e di debolezza, accettarli e migliorare la qualità di vita grazie a questa consapevolezza.

3. CROSS TRAINING: ENDURANCE
Si tratta di un’attività composta da movimenti funzionali e complementari, il Cross Training è una disciplina caratterizzata dall’elevata intensità durante tutto il wod. L’approccio migliore e più sicuro, anche per evitare problematiche o eventuali infortuni, è farsi seguire da un coach che possa trasmettere appieno la tecnica e la modalità d’esecuzione di ogni movimento. Potrebbe essere definita come una disciplina dove regna “l’ignoto”. Infatti, il corpo durante le sessioni viene preparato a ogni abilità fisica: forza, resistenza, mobilità, ginnastica, pesistica, dallo spingere al remare, dal correre al sollevare.
Ogni sessione ha un focus ben definito, quali movimenti strict, aumento della forza, capacità aerobica, stamina; tutto insieme aiuterà a raggiungere dei risultati in equilibrio con le capacità dell’atleta. Ciascuno può decidere che tipo di rapporto avere con tale disciplina, se per puro divertimento e sfogo (in questo caso sono sufficienti 2 o 3 allenamenti a settimana) oppure per arrivare a un livello competitivo (necessari 5 giorni di allenamento settimanale con due di recupero). Trattandosi di un’attività eccitante per l’organismo, è suggerito evitare la tarda serata.
Come ne giova il fisico? Il corpo è coinvolto nella sua completezza e ci si sente più rilassati senza dover suddividere i gruppi muscolari per giorni della settimana.

4. GAG: TONIFICAZIONE
L’attività coinvolge gambe, addominali e glutei per 50 minuti, ai quali aggiungere 10 di recupero, alternando squat, affondi, skip e plank. È consigliato mantenere un ritmo di allenamento di 2 o 3 volte alla settimana. Benché non esista un momento migliore, si suggerisce di fissare la sessione nella propria agenda mattutina. Perché ci si sente meglio? La parte inferiore del corpo è rassodata e traggono benefici anche le capacità cardiache e respiratorie.


5. TRAINING AUTOGENO: CONSAPEVOLEZZA
Sono molteplici gli esercizi che rientrano in questa categoria, ma si può iniziare da un’azione che interessi il respiro di pancia. È sufficiente assumere una posizione comoda, ignorare i rumori esterni, si inspira e si immette l’aria nella pancia, mentre espirando la si svuota lentamente.
Per questa pratica non ci sono tempistiche predefinite, è importante invece dedicare il tempo che ciascuno reputa idoneo, una buona indicazione è inspirare ed espirare per almeno 5 volte in maniera lenta e profonda. Al fine di massimizzarne i benefici si dovrebbe chiudere visualizzando un’immagine personale positiva e rasserenante e praticare quotidianamente, di mattina, così da aiutare animo e corpo alla riduzione di rabbia e stress.

 



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Dunamis Outdoor, il portale del Fitness post Covid-19

di Redazione

Amate fare fitness all’aria aperta? Allora sappiate ce a Milano e Torino si tengono le lezioni all'aperto di Dunamis Outdoor, la nuova piattaforma per lo sport e il fitness post Covid-19.
L’applicazione è disponibile per Android e iOS.


L'utente può iscriversi, prenotarsi e frequentare le lezioni outdoor nei parchi della sua città attraverso la App.

Come da ordinanze vigenti il numero massimo di partecipanti per ogni lezione è fissato a quattro persone, che dovranno tenere un metro di distanza con mascherina in caso di attività motoria leggera, due metri senza mascherina per attività intense.

Dunamis Outdoor arriverà anche a Bologna, Firenze e Verona.
Le lezioni costano 10€, con sconti su pacchetti da 10, 20 o 50 lezioni.
L'iscrizione, comprensiva di assicurazione, è offerta col 50% di sconto al costo di 10€.

Sono presenti sul sito tutte le informazioni sulla nascita del progetto e i link per scaricare l'applicazione: www.dunamisoutdoor.com.

Dunamis Outdoor è anche su Facebook e Instagram. La Società Sportiva Dunamis S.R.L. sta lavorando anche alla prima Edizione di un Festival di eventi culturali e sportivi outdoor, che si terrà a Milano tra agosto e settembre, con spettacoli, performance, happening e conferenze.
Gli abbonati già registrati al portale riceveranno inviti di partecipazione esclusivi.

Dunamis S.R.L. è nata da cinque istruttori professionisti e lavoratori dello spettacolo milanesi per rispondere alle nuove esigenze che questa emergenza pone all'universo dello sport, del fitness, ma anche della cultura, nell'ottica della Sharing e Green Economy. La mission è allo stesso tempo quella di creare posti di lavoro e offrire un servizio al cittadino per la tutela del suo diritto al benessere e alla salute.



crediti foto: ufficio stampa

Fitness Confidential, il podcast e vodcast con la voce di Diletta Leotta

di Laura Frigerio

Se c’è una cosa a cui nessuno ha voluto rinunciare negli ultimi mesi, anche durante il lockdown, è la cura del proprio corpo. Tenersi in forma è importante e si è sempre alla ricerca di nuovi consigli.
Da questa esigenza nasce “Fitness Confidential” sei episodi in formato podcast e vodcast (targati Dopcast) con la voce di Diletta Leotta.

Quest’ultima, con l’energia e la professionalità che da sempre la contraddistingue, si confronterà con amici e colleghi, sportivi di professione o neofiti del fitness, abitudini e risultati, rubando ad ognuno un consiglio per tutti.

Si parlerà di come la tecnologia e i social abbiano rivoluzionato gli allenamenti con una giovane fitness influencer, Lisa Migliorini, di come ci si può allenare anche a casa, con la cantante Elodie e di come sono cambiati immaginario e mode, con Giuseppe Cruciani.
Diletta interroga lo Chef Alessandro Borghese su come restare in forma senza allenarsi, e la medaglia olimpica Rossella Fiamingo su come ha vissuto questi mesi, senza allenamenti. Per concludere questo viaggio nelle abitudini contemporanee a Los Angeles, in compagnia di Elisabetta Canalis, per parlare delle nuove tendenze d’oltreoceano.

Il podcast è disponibile dal 22 giugno sui principali canali digitali di distribuzione: Apple Podcasts, Spotify, Google Podcasts, Castbox, Overcast, Pocket Casts, Podcast Addict, Stitcher. Non solo: la versione video di questo racconto verrà veicolata in contemporanea attraverso il profilo Instagram (6,6 milioni di follower) e il canale YouTube di Diletta, in 6 vodcast quotidiani.

 

 


crediti foto: ufficio stampa

leggi di più

Urban Sports Club svela i tre sport preferiti dagli italiani durante il lockdown

di Redazione

È partito il countdown per la riapertura delle palestre e dei centri sportivi, per la gioia dei fitness addicted, che in questi mesi hanno dovuto accontentarsi di una dimensione casalinga.


Quali sono stati gli sport preferiti dagli italiani durante il lockdown? Urban Sports Club, l’applicazione leader in Europa per l’accesso a più di 8.000 centri fitness, ha analizzato i dati di #homesportsclub, il suo programma di lezioni online in diretta streaming (lanciato lo scorso marzo per consentire agli utenti di continuare ad allenarsi e tenersi in forma senza bisogno di uscire) e ha stilato una sorta di classifica.

ABITUDINI SPORTIVE A CONFRONTO DURANTE IL LOCKDOWN: UTENTI ITALIANI VS. EUROPEI

Complici gli spazi casalinghi più limitati e la necessità di trovare un momento di pace personale per affrontare la contingenza, lo yoga si è aggiudicato lo scettro di sport preferito di questi mesi di quarantena: infatti, sono stati questi i corsi online più prenotati su Urban Sports Club sia in Italia che negli altri quattro Paesi europei presi in esame (Francia, Germania, Portogallo e Spagna).

Benché con preferenze differenti, anche il fitness nelle sue varie declinazioni è stato tra gli assoluti protagonisti sportivi durante il lockdown, sul secondo gradino del podio in ben tre Paesi su cinque (Italia, Francia e Germania) e al terzo posto in Spagna. Unica eccezione il Portogallo, con una top 3 un po' fuori dal coro rispetto al resto d’Europa: è questo l’unico Paese dove il cross training fa capolino tra le tre discipline preferite, seguito dalla danza, disciplina particolarmente cara anche ai francesi, tanto da valerle la chiusura di questa speciale classifica.

Chiude il ranking italiano il training funzionale, apprezzato anche da tedeschi e spagnoli che lo includono rispettivamente al terzo e secondo posto del loro podio. Infine, dai dati è emerso che il mercoledì era il giorno prediletto dagli sportivi tricolore per allenarsi (ideale per spezzare la routine settimanale) che concentravano gli esercizi nelle prime ore serali, attorno alle 19.00. Diverso invece l’approccio negli altri Paesi, dove i fitness lovers erano soliti anticipare sia i giorni che gli orari di allenamento, collegandosi alle classi online prevalentemente tra lunedì e martedì e in ogni caso attorno alle 18.00.

RIAPERTURA: LA TECNOLOGIA A SUPPORTO DI UTENTI E CENTRI
Ora però, partito il countdown per la riapertura dei centri, gli italiani dovranno seguire fondamentali accorgimenti, come ad esempio ingressi in orari differenziati e monitorati, allenamenti a un paio di metri di distanza tra gli attrezzi (sistematicamente sanificati) gli altri partecipanti e i trainer.

All’entrata potrà essere effettuata la misurazione della temperatura via termo-scanner, sarà vietato il consumo di cibi o bevande e sarà regolamentato l’accesso e l’uso di docce e locali spogliatoi. Inoltre, le strutture dovranno predisporre dispenser di disinfettante e cestini per smaltire prodotti potenzialmente pericolosi, come mascherine, guanti e fazzoletti.   In questa delicata fase di transizione l’app di Urban Sports Club rappresenta un valido supporto per partner e utenti, che (tramite la funzionalità di booking online) potranno gestire e organizzare in pochi clic le agende per le prenotazioni di allenamenti e corsi al fine di ottemperare a tutte le misure di sicurezza necessarie. La possibilità di coordinare gli appuntamenti è una certezza per i centri sportivi, ma anche per gli iscritti, che in questo modo possono evitare assembramenti e pianificare in anticipo la propria routine sportiva della settimana. Inoltre, gli utenti hanno un’ulteriore garanzia di flessibilità, grazie all’opzione di cancellazione mensile dell'abbonamento. Infine, per soddisfare le esigenze di ciascuno (da quanti preferiranno un rientro graduale nei centri a chi si è innamorato della possibilità di poter integrare le lezioni online nella propria routine sportiva e non ne vuole più fare a meno) Urban Sports Club manterrà attivo il programma #homesportsclub, per proseguire con allenamenti casalinghi.  

“Urban Sports Club sta monitorando molto attentamente l'evolversi della situazione alla luce delle linee guida emanate dal Governo per consentire agli utenti di ritornare in palestra in tempi brevi” - commenta Filippo Santoro, Managing Director per l’Italia di Urban Sports Club - “Stiamo riscontrando una forte voglia di ritorno alla normalità e stiamo registrando molte richieste da parte degli utenti, che è nostra premura tenere in assoluta considerazione. Ora più che mai, flessibilità e ampia scelta di sport si rivelano parole chiave per i nostri iscritti, che avranno modo di disdire il proprio abbonamento anche solo dopo un mese, senza costi aggiuntivi, e potranno sempre scegliere tra oltre 50 sport a loro disposizione, da praticare in palestra e centri fitness oppure tra le mura di casa, grazie alle classi live online che continuiamo a mantenere operative”.



crediti foto: ufficio stampa

leggi di più