Chiara Ferragni sceglie Lancel

di Laura Frigerio

Se il 12 luglio scorso avete dato un’occhiata al profilo Instagram di Chiara Ferragni e alle sue Stories avrete notato che, durante il suo viaggio a Tokyo, ha indossato una deliziosa borsa color giallo limone.

Si tratta della borsa Ninon, modella di punta di Lancel.

La storica maison francese, dopo l’inaugurazione dello showroomMilano (nella centralissima piazza San Babila), sta preparando il lancio delle nuove collezioni in Italia e lo sta facendo in grande stile.

LA STORIA DI LANCEL  
Lancel è una maison di alta pelletteria fondata a Parigi nel 1876, un’icona dello stile francese amata dalle dive e dalle donne comuni, da quando Angèle e Alphonse Lancel aprirono in Passage des Petites-Écuries quello che oggi chiameremmo un concept store di assoluta tendenza.


L’atmosfera frizzante della Belle Époque parigina ne decretò l’immediato successo presso una clientela cosmopolita e affluente. L’essenza del brand era già definita: la qualità della lavorazione della pelle, l’attenzione al dettaglio, la chiarezza delle linee strutturate, il perfetto equilibrio tra utile e futile, tra funzionale e frivolo.   

Nel 1929 Lancel aprì la boutique in Place de l'Opéra che negli anni diventò una vera e propria istituzione per i parigini attraendo le stelle dello spettacolo degli Anni Trenta. 

Negli Anni Settanta fu Salvador Dalí ad innamorarsi di Lancel e, come regalo speciale per Gala, sua moglie e musa, fece realizzare una borsa Lancel sulla quale aveva fatto serigrafare il Daligramma, l’alfabeto segreto d’amore con il quale il pittore surrealista spagnolo comunicava con la sua amata.  Lancel è tuttora al numero 8 di Place de l'Opéra e anche le stelle di oggi amano e indossano le sue borse delle quali apprezzano la creatività assolutamente originale che deriva dal dialogo costante tra la più raffinata artigianalità e il meraviglioso mondo di un archivio con oltre 140 anni di storia.