Pronte per i saldi?

di Laura Frigerio

 

 Saldi, che passione! Lo possiamo dire forte dopo aver visto, stamattina, ripetersi il solito copione: file davanti alle vetrine e negozi presi letteralmente d'assalto. D'altra parte il 4 luglio è una data strategica: la maggior parte di noi deve ancora partire per le vacanze e, con quasi tutta l'estate davanti, c'è sempre qualche capo che serve per rimpinguare il proprio guardaroba o cambiarlo (se si hanno abiti troppo vecchi o che non vi stanno più). Poi, con i tempi (e i prezzi) che corrono, se si riesce a risparmiare qualcosina è sempre meglio.


Però, come al solito, dovete stare attente perché “non è tutto oro quello che luccica” e quello che può sembrare un grande affare potrebbe rivelarsi il contrario. Il consiglio è di non farsi condizionare troppo dalla percentuale di sconto e puntare più sul capo: controllate, per esempio, la qualità e sinceratevi che sia una rimanenza di dieci anni fa (può succedere, lo dico per esperienza).


Se invece ad essere messo in ribasso è l'abitino o il costume da bagno che avevate già adocchiato qualche tempo fa, procedete senza timore. In ogni modo cercare di non farvi accecare troppo dai prezzi bassi, perché il rischio è di farsi prendere troppo la mano e di tornare magari a casa con cose che non servono, oltre che con il portafoglio vuoto. L'esperienza dei Rebecca Bloomwood, la simpatica protagonista di “I love shopping” dovrebbe essere un insegnamento per tutte noi!

Scrivi commento

Commenti: 0