Ciao Laura

di Laura Frigerio

Quella di oggi è una giornata triste. Ci ha infatti lasciato Laura Antonelli, icona di femminilità e sensualità, popolarissima soprattutto negli anni'70.

Pare sia morta d'infarto: a trovarla, nell'appartamento dove viveva sola, la donna delle pulizie. Laura avrebbe compiuto 74 il prossimo 28 novembre.

L'attrice era sparita dalle scene già da un po', anche per via di una vita turbolenta che l'aveva avvicinata alla droga (a causa del quale aveva avuto anche dei problemi con la giustizia) e di un'insicurezza che le era stata cattiva consigliera, portandola a sottoporsi a interventi di chirurgia estetica che purtroppo le avevano rovinato i lineamenti.

Per noi però Laura rimane sempre quell'angelo malandrino che ci aveva incantato in “Malizia” di Salvatore Samperi e quella donna raffinata ammirata in “Trappola per un lupo” di Claude Chabrol. Un film, quest'ultimo, per lei galeotto dato che sul set conobbe uno dei grandi amori della sua vita, ovvero Jean-Paul Belmondo, che la ricorda così: “una compagna adorabile, dallo charme eccezionale”.

Scrivi commento

Commenti: 0